Archivi tag: dell

shhhhhhhhhh…

L’amico prof. Tonino Cantelmi (presidente dell’Associazione Italiana Psichiatri e Psicologi Cattolici, ndr), preferisce non rispondere alla mia intervista (gli chiedeva tra le altre cose se l’omosessualità fosse una patologia, ndr).

Carlo di Pietro

Non si fanno queste cose prof. Cantelmi… poi all’amico CdP: no no no, biricchino.

Simone

Qui il link: http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/5738-le-lobbies-omosessuali-seminano-zizzania-lamico-prof-tonino-cantelmi-preferisce-non-rispondere-alla-mia-intervista-cosa-sta-succedendo-perche-tutto-cio

Negazionismo , Libertà , Cultura , Coscienza

Si è fatto un gran parlare , in questi ultimi giorni , di negazionismo e revisionismo e di una eventuale legge che li condanni , il tutto dopo le parole del professor Moffa alla Sapienza di Roma.

Prendo spunto dall’ ultima intervista a Corrado Carnevale presente sul blog preferito dagli italiani (http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/varie/5736-una-legge-di-condanna-del-negazionismo-sarebbe-forse-incostituzionale-violazione-del-diritto-di-opinione-se-una-richiesta-del-genere-la-avesse-fatta-un-vescovo-cattolico-sai-che-proteste) per fare un paio di considerazioni : innanzitutto la questione dell’incostutizionalità di una eventuale legge.

Continua a leggere

Veniero Scarselli

La legge 633 e Pontifex. Un ossimoro. (UPDATED 16-10-2010)

Veniero Sabelli

Il volto di Veniero Scarselli

Dedico con piacere questo spazio ad un interessante scambio di email intercorso tra Veniero Scarselli (il cui volto potete vedere qui a lato ed il cui sito è http://www.venieroscarselli.it/) ed il sottoscritto. L’argomento dello scambio di mail è ovviamente legato all’utilizzo da parte degli amici Pontifessi di un brano scritto da Veniero ed utilizzato da Carletto il geniale webmaster in maniera molto “disinvolta”. In questa sede io mi occuperò delle affermazioni di Scarselli (non ne ho la competenza). Mi limiterò ad alcune divertenti osservazioni relative ai diritti di un autore che scrive e produce i propri testi e sceglie di pubblicarli su Internet.

L’articolo originale compare sul sito Literary (http://www.literary.it, la URL diretta all’articolo la trovate nelle mail seguenti). Non ci sforziamo neppure di individuare la datazione corretta dell’articolo originale. Sappiamo per certo, dopo aver dialogato con l’autore, che lui ha pubblicato l’articolo su Literary. Sappiamo quindi che su Pontifex.Roma ne è stata pubblicata una fotocopia, un cut&paste banale. Mi ha molto colpito che l’articolo porti la firma di Carlo Di Pietro. Preoccupato per la stranezza ho subito contattato l’autore originale (Veniero) per chiedergli se era a conoscenza dell’accaduto. Continua a leggere

Mani

La mano sinistra.

Mani

Mani

Abbiamo letto sul sito dei nostri amici Pontifessi ogni tipo di insulto contro gli omosessuali, contro gli ebrei, contro gli stranieri in genere, contro i comunisti, contro i musulmani, contro la musica contro le discoteche e potrei continuare per decine e decine di righe. Ma non abbiamo mai trovato un solo insulto ai mancini!
Questa stranezza è balzata agli occhi anche di un anonimo commentatore dell’ultima prodezza del nostro amico Carletto. Infatti si legge nei commenti:

se continuaste l’articolo con “eh anche i mancini vanno puniti perchè usano la mano del diavolo” non mi stupirei affatto

A queste affermazioni replica secco Carlo in questo modo:

anon999 , dato che sei del 1993, fai ancora in tempo a convertirti.! Mi dispiace ma il ridicolo e bugiardo sei tu, in quanto qui nessuno parla di mano mancina, ma si parla di peccati e di esercizio del vizio, a discapito della virtù. Evita di rilasciare commenti. Ti auto ridicolizzi. Saluti

E’ noto che tre indizi fanno una prova. Qui ne abbiamo solo due di indizi. Ma la conclusione è sconcertante. Carletto è mancino! ;-)

Buona lettura dell’intero post originale sul sito di Pontifex.

Qualche riflessione sui mancini.

http://www.mentesociale.it/mentesociale/sociologia/articoli-di-sociologia/58-leterno-contrario-il-mancino


A-Critico.

Questa mattina mi sento a-critico. Privo di critiche. Perchè l’ultimo edittoriale di Bruno Foxy mi trova quasi completamente d’accordo e -principalmente- poco critico. Perchè dice cose sacrosante, quando afferma che non si può difendere la religione Cattolica bestemmiando in pubblico. Io sono dell’idea che la religione non debba interferire con la politica. Ma al tempo stesso se un politico o una forza politica si fregiano di essere i paladini della religione cattolica, mi aspetto da quei politici un comportamento che rispecchi i principi della religione cattolica. Ora guardate questo video e giudicate voi stessi.

A questo link trovate l’articolo di Bruno Foxy che mi sento quasi quasi di condividere.

I Corinzi, 13

1Corinzi 13

1 Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi amore, sarei un rame risonante o uno squillante cembalo. 2 Se avessi il dono di profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza e avessi tutta la fede in modo da spostare i monti, ma non avessi amore, non sarei nulla. 3 Se distribuissi tutti i miei beni per nutrire i poveri, se dessi il mio corpo a essere arso, e non avessi amore, non mi gioverebbe a niente.
4 L’amore è paziente, è benevolo; l’amore non invidia; l’amore non si vanta, non si gonfia, 5 non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s’inasprisce, non addebita il male, 6 non gode dell’ingiustizia, ma gioisce con la verità; 7 soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.
8 L’amore non verrà mai meno. Le profezie verranno abolite; le lingue cesseranno; e la conoscenza verrà abolita; 9 poiché noi conosciamo in parte, e in parte profetizziamo; 10 ma quando la perfezione sarà venuta, quello che è solo in parte, sarà abolito. 11 Quando ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino; ma quando sono diventato uomo, ho smesso le cose da bambino. 12 Poiché ora vediamo come in uno specchio, in modo oscuro; ma allora vedremo faccia a faccia; ora conosco in parte; ma allora conoscerò pienamente, come anche sono stato perfettamente conosciuto.
13 Ora dunque queste tre cose durano: fede, speranza, amore; ma la più grande di esse è l’amore.

Il brano \”Prima Coinzi 13\”, di Guido Meregalli

Simbolo della Repubblica Italiana

Azioni legali.

Simbolo della Repubblica Italiana

Il simbolo della nostra Italia

Riceviamo notizia e diamo spazio alla recente iniziativa legale avviata nei confronti di Pontifex, dell’emerito Babini, Carlo Di Pietro e Bruno Volpe.

Di seguito tutte le informazioni sull’iniziativa, a cui suggeriamo vivamente di aderire.

http://nuke.gayitaliani.eu/AzionecivilecontroMonsBabini/tabid/490/Default.aspx