Archivi autore: stefano

Cattolicah, tradizionalistah.

Jesus_facepalmGrazie ai miei agganci all’interno di Facebook, posso mostrarvi alcuni messaggi pubblicati da una personah che non menzioneremo (per tutelarne la privacy ovviamente). Sono messaggi che ha lasciato in questi mesi e che testimoniano l’amore cristiano che la pervade, lo spirito di fraternità e la sua spiccata predisposizione all’accoglienza del diverso, del prossimo.

Per la realizzazione del presente articolo non sono stati seviziati status di facebook. Ed ho cercato di riciclare almeno l’80% dei pixel in modo da ridurre l’impatto ambientale del post. La lettura di questo post potrebbe nuocere gravemente alla salute. Si sconsiglia la lettura ai minori non accompagnati. Continua a leggere

Ingiuria.

I casi della vita… Dopo tanto tempo mi tocca tornare a scrivere qui su Pontilex. Questa volta sono costretto a scrivere non certo per confutare le astruse teorie ed i teoremi di qualche spostato. No, questa volta mi tocca scrivere per difendere il mio onore, la mia reputazione!

Già perchè una signorina che non ho il piacere (oppure il dispiacere) di conoscere, parla di me e mi attribuisce comportamenti che, per il nostro ordinamento giudiziario sono sanzionati con pene severe. Mi accusa infatti di essere uno stalker!

Cioè avete presente che impressione vedere il mio nome accostato a quello di B.V. l’anonimo stalker di Murat?

Prima di tutto bisogna però che vi racconti cosa è successo. Già perchè è facile lanciare accuse senza fondamento. Più difficile ristabilire l’onore di una persona. Continua a leggere

CRS: Cazzate a Ripetizione, Semplicemente

Non bastano le mail vessatorie di Carlo, che continua a scrivere assurdità indecorose. Oggi ci si mette pure il solito trombone rotto che, atteggiandosi da grande scenziato, propone idiozie vecchie ed ammuffite come fossero folgoranti conquiste della scienza e della tecnologia.

Certo, parliamo di Mastropasqua, che oggi riporta solenni idiozie relative al campo magnetico terrestre. Continua a leggere

Altro che comete: cazzate!

Appena venuto a sapere dell’ultimo sottoprodotto culturale relativo alla storia dell’universo presentato dal sito Pontifex.Roma sono rotolato sul pavimento per le risate. Non contenti delle pessime figure fatte fino ad ora, quelli di Pontifex.Roma torna a ribadire quanto già evidente: quando si parla di scienza la loro preparazione lascia molto a desiderare.

Veniamo dunque all’argomento. Le comete.

Leggiamo cosa riporta Wikipedia alla voce “cometa”.

Una cometa è un oggetto celeste relativamente piccolo, simile ad un asteroide ma composto prevalentemente di ghiaccio. Nel Sistema solare, le orbite delle comete si estendono oltre quella di Plutone. Le comete che entrano nel sistema interno, e si rendono quindi visibili ad occhi umani, hanno spesso orbite ellittiche. Spesso descritte come “palle di neve sporche”, le comete sono composte per la maggior parte di sostanze volatili come biossido di carbonio, metano e acqua ghiacciati, con mescolati aggregati di polvere e vari minerali. La sublimazione delle sostanze volatili quando la cometa è in prossimità del Sole causa la formazione della chioma e della coda.

La descrizione ci pare semplice e chiara. Ma da dove arrivano queste “palle di neve sporche”? Sempre stando a Wikipedia leggo: Continua a leggere

Ma Giorgetto parla di U238 oppure U234? No, parla di U’nascemenza…

Il magnanimo Admin mi ha suggerito di dare un occhio all’ultima prodezza creazionista del sito Pontifex. Incuriosito dalla “dritta” ho aperto con fiducia la pagina:

http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/laici/11796-creazionismo-la-terra-un-mondo-giovane-e-la-datazione-al-carbonio

Speravo sinceramente di trovare qualche bella teoria da smontare. Ed invece ho trovato una serie inenarrabile di imprecisioni e di errori. Affronto dunque l’opera del coraggioso articolista di Pontifex.

Prima di tutto dobbiamo dire che i 4,6 miliardi di anni – che sono un età così lunga da superare il paradosso se non addirittura la comprensione umana – sono sostenuti con ampia diffusione solo da coloro che affermano la teoria di Darwin.

Scusa, Giorgio, qual’è il senso di questa frase? Continua a leggere

Il Vescovo di Bergamo

La benedizione…

Ricordo ancora distintamente l’enfasi utilizzata da Carlo Di Pietro nel descrivere un accadimento abbastanza semplice ed anche, diciamolo, banale. Ricordo distintamente l’eccessivo peso dato da Carlo ad un foglietto prestampato che ha ricevuto in risposta ad una sua missiva inviata al Papa. Travolto dalla sua enfasi ha scortado di chiarire che si trattava di un foglietto inviatogli da qualche anonimo segretario del Santo Padre in risposta ad una delle decine di lettere ricevute quotidianamente dalla Segreteria del Vaticano.

Sicuramente il Vescovo di Bergamo non gode della stessa fama e dello stesso prestigio di BXVI. Ma a differenza di quest’ultimo, dopo aver ricevuto una mia lettera ha scelto di prendere carta e penna e mi ha inviato una sua replica, dimostrando quanto la Curia di Bergamo cerchi di restare sempre equidistante ed “abbottonata”.

Il Vescovo di BergamoCarletto, rosica! :-)

 

Aggiungo alcuni estratti dalla lunga lettera che ho inviato a S. E. Francesco Beschi.

[…] Continua a leggere

Giulia e le sue bugie

Gli scritti di Giulia Tanel godono di un discreto credito all’interno di alcuni circoli “underground” di cattolici. Lei pubblica i suoi pensieri sul sito di Francesco Agnoli (chiamato anche l’Agnolotto): libertaepersona senza accento, mi raccomando. I suoi brani vengonopoi ripresi da altre testate del “calibro” di UCCR e Bastabugie tanto per citare un paio di nomi a caso. Non perdiamo di vista l’obiettivo principale (cioè il brano di Giulia), ma è utile delineare questo quadretto che ci aiuta a comprendere in quale ambiente si muove Giulia.

Ci piace immaginare Giulia come una giovane ragazza, diplomata nel 2008 a Rovereto ed ora impegnata nello studio della filosofia a Trento. Le immagini del suo profilo su Facebook confermano queste nostre impressioni. Curiosamente dal 2008, da quando ha cioè superato l’esame di maturità, ha iniziato a proporre i suoi pensieri attraverso al sito dell’Agnolotto. Continua a leggere

Le misteriose terapie di Gabriella Mereu

Sono venuto a conoscenza, attraverso un articolo comparso nel sito Giornalettismo, degli strani metodi utilizzati da una dottoressa (Gabriella Mereu) per curare le patologie più svariate. Sostenitrice (pare) delle terapie “alternative” (un poco come Scilipotiens e come molte amiche “angeliche” di Marcello Stanzione), ha sviluppato un suo paradigma terapeutico che si basa sulla parola. Se ho ben capito, secondo questa dottoressa (sono costretto a definirla in questo modo, stanti le sue qualifiche) i sintomi riflettono delle patologie che il paziente può curare da solo. Il compito del terapeuta è dunque quello di guidare il paziente in questo processo di auto-guarigione. Questo processo passa attraverso onomatopee, filastrocche, frasi tratte dagli spot e chissà quali altri “giochi verbali”. Nella sua brillante illuminazione ha sviluppato un dizionario che utilizza per tradurre i sintomi riportati dai pazienti nelle reali cause che portano al manifestarsi dei sintomi stessi (l’ha chiamato “pazientese”).

http://www.terapiaverbale.it/pazientese.htm

Suggerisco la visione dei due seguenti video. Ma fate attenzione, si tratta di roba “forte”.

Che Gabriella sia un bel peperino risulta evidente, ascoltando il suo tono risoluto ed il modo in cui risponde alle domande. Altre evidenze del caratterino della “dottoressa” provengono dalle affermazioni che si leggono nella sua fan-page.

La battagliera dottoressa ha raggiunto gli onori della cronaca perchè pare abbia suggerito di curare la cistite infilando una medaglietta sacra nella vagina ed andando poi a Messa. Ora non conosciamo i termini precisi della vicenda, mi limito a riproporre il relativo articolo di Giornalettismo.

http://www.giornalettismo.com/archives/201897/metti-una-madonna-nella-tua-vagina/

A giudicare dai video riportati più sopra e dal contenuto dell’articolo, si tratta di terapie davvero bizzarre… Che hanno ovviamente scatenato reazioni colorite tra chi partecipava alla conferenza. Volete sapere cosa pensa Gabriella delle reazioni? Vi affido alle sue parole.

Ok, quindi la medaglietta serve per rivalutare la donna, svalorizzata da schemi che si tramandano da millenni. Filantropica.

Che dire? Quali sono le vostre idee su questo controverso argomento?

A quando una bella intervista (magari direttamente dall’appuntita penna di Strazy) all’eclettica Gabriella?

Sassolini

Dopo qualche tempo torno a scrivere per togliere qualche sassolino dalle mie scarpe.

Innanzitutto una curiosità: oggi lo spread non è più cattolicamente degno di attenzione da parte di Pontifex? Lo spread è interessante quando si muove verso i 500 punti mentre diventa ateo sotto i 400 punti? Bruno Volpe non ha più nulla da dire sullo spread? A quando una nuova società di rating? Dopo Standard & Poor’s, Fitch e Moody’s quando avremo una Foxy’s rating?

Inutile infierire citeriormente sul giornalista avvocato di Murat: ormai ben sappiamo la rapidità con cui cambia argomento, quando la sua malafede è provata e dimostrata. Almeno Foxy non ha l’abitudine di smentire le proprie dichiarazioni, come invece fanno regolarmente tutte le altre persone che orbitano attorno al sito Pontifesso. E viene facile pensare a “famosi” psichiatri, “rinomati” esorcisti e Geniali Webmaster. Continua a leggere