Archivi categoria: Presenze aliene.

Presenze aliene all’interno di Pontilex!

Riassumiamo Carletto (UPDATED)

Come già fatto per Toffali, raccogliamo in questo post tutti i commenti che ha lasciato CDP nel nostro piccolo Pontilex.

Ci scusiamo in anticipo se dimenticheremo di trascrivere qualche passo.

Colgo l’occasione per segnalarvi che nella barra qui sopra è “comparsa” una nuova sezione intitolata “Presenze aliene.” tramite cui potrete facilmente raggiungere tutte le pagine e gli articoli che riteniamo particolarmente significativi e degni di essere posti in evidenza. Incominciamo con gli articoli che dettagliano le tracce del passaggio di Toffali e Carletto dal nostro piccolo blog. :lol:

Buona lettura!

Aggiorniamo l’articolo con le ultime perle lasciate da Carletto tra i nostri commenti. Trovate le novità in coda all’articolo. Continua a leggere

Ne sai niente Volpastren?

 

La fonte è Repubblica.it. Strano che Volpastren non abbia cantato vittoria, nè rivendicato il gesto, e nemmeno fatto cenno alla questione. Un giornalista pubblicista come lui, non si accorge di quanto succede a Via Capruzzi che è a poco meno di un paio di chilometri da casa di Volpastren, come facilmente si può controllare su Google Maps.

Come, d’altronde, Volpastren non ci dice niente dello stalker di Murat, quel tale B.V., consulente legale barese, arrestato in flagranza di reato per stalking verso una ragazza di 26 anni. Analogamente sentiamo la mancanza delle inchieste sull’azienda di Cetto, presso cui Volpastren lavorava e sulla provocante biologa di 26 anni.

Volpastren non è più il giornalista pubblicista scoppiettante di una volta. Un evento che l’ha tenuto forzatamente lontano per diverse settimane, periodo che per pura coincidenza inizia esattamente con la diffusione della notizia del citato B.V., deve averne minato la sua verve.

Altrimenti avrebbe subito approfittato dell’attentato in Nigeria avvenuto durante la messa di Natale rivendicata da una setta islamica, senza limitarsi al momento a citare le fonti Ansa (1, 2): o forse Volpastren sta trovando un modo di tirarsi la zappa sui piedi, sperando che i lettori dimentichino quando eSSo esaltava la Nigeria e le sue leggi omofobiche dimenticando a sua volta quello che diceva sull’Africa qualche tempo addietro in relazione agli strani costumi. Insomma di sicuro starà valutando il modo di essere incoerente e di dire sciocchezzuole.

 

Auguri anche a te Volpastren, auguro anche a te che il Natale ti faccia cambiare passo … e non per i troppi panettoni, struffoli e ciuciunarie.

 

 

p.s. giusto per precisione, Volpastren: il termine cazzaro non è un’offesa non perché è romanesco, ma perché è il suo significato a non essere volgare. Che sia usato nel dialetto romanesco è secondario. Potrei trovare di termini ugualmente diretti e con un significato poco offensivo anche in barese, in napoletano o in qualunque altro dialetto. Stai tranquillo, comunque, da oggi in poi non scriverò più cazzaro, ma scriverò: colui che dice sciocchezzuole. Magari non ti offendi. Tu, però, devi sempre dar conto dei consigli che ti ho dato nel mio ultimo post. Perché hai risposto solo a quello che ti piace. Vuoi costruire?

Bene allora spiegaci se sei tu lo stalker di Murat o meno. Le coincidenze, non mi stancherò mai di ripeterlo, sono impressionanti e nel tuo interesse è bene che spieghi. Segui, poi, l’invito di admin: registrati sul blog e commenta i nostri articoli in modo pacato. Non offenderti per le critiche, ma dimostraci con fonti certe che ci sbagliamo.

Lo strano legame…

Negli anni molti vescovi emeriti (quindi pensionati) hanno dato corpo alle fantasie degli amici Pontifessi concedendo interviste più o meno credibili con il caro giornalista pubblicista che risponde al nome di Bruno Volpe (in sigla B.V.)… Molti sono ben noti: Babbione, Sparviero, Bertoldo… Al fianco delle molteplici voci emerite ci sembra che soltanto un vescovo (anzi, arcivescovo) abbia affidato il suo pensiero alle pagine Pontifesse. Parliamo ovviamente di Giovanni Battista Pichierri.

http://it.wikipedia.org/wiki/Giovanni_Battista_Pichierri Continua a leggere

La Storia secondo Pontifex: anche Gandhi era gay e razzista (oltre che modernista e non secolarizzato)

E’ la mia prima uscita su Pontilex, il giusto spazio con il giusto livello di goliardia per discutere dei continui spunti che quell’altro sito tradizionalista non secolarizzato, gay free e GPII banned, produce ogni giorno.

Il sito Pontifesso ha prodotto l’ennesimo sproloquio, scegliendo un bersaglio facile: Gandhi.

Dico la verità: ho letto solo le prime righe perchè tanto tutti sanno come va a finire ogni storia su quel sito; leader discutibile ancor peggio religioso equivoco, contraddittorio e ignorante delle verità rivelate cattoliche. Si tratti quindi del solito lunghissimo e noioso giro di parole che non aggiunge e non toglie nulla ad una delle figure simbolo della storia umana.

Più interessante è invece la risposta data dal web-moderator tradizionalista ad un commento di un utente:

*** Messaggio moderato da Pontifex.Roma ***

Scusa hai letto la recente (anno 2010) biografia di Gandhi pubblicata in USA da un premio Pulizer? Beh leggila. Gandhi era un omosessuale che odiava i negri.! Informati.

*** Messaggio moderato da Pontifex.Roma ***

Solita storia pontifessa: al tradizionalista e non secolarizzato articolo “LA RELIGIOSITA’ DI GANDHI, Civiltà Cattolica, Quaderno n. 1960, anno 1932” il pontifesso di turno cita una presunta biografia, scritta da un premio Pulitzer, nella quale perentoriamente è dimostrato che Gandhi era omosessuale e razzista.

Bene! Io sono andato a informarmi e scopro che:

  1. L’autore del libro “Great Soul: Mahatma Gandhi And His Struggle With India”, vincitore del premio Pulitzer, Joseph Lelyveld non ha scritto alcuna biografia. Si tratta della già nota corrispondenza tra Gandhi ed un architetto tedesco ebreo di nome Hermann Kallenbach (ritenuto palestrato) che viene usata come materiale per produrre un libro. Il pontifesso dimostra quindi di non sapere cosa sia una biografia.
  2. Il libro non dimostra in nessun luogo che Gandhi fosse un omosessuale o un razzista, ma l’ipotesi e l’interpretazione sono avanzate dal giornale conservatore inglese “The Telegraph” alla luce di alcune frasi contenute nella corrispondenza di Gandhi. Es: “Gandhi nicknamed himself ‘Upper House’ and Kallenbach ‘Lower House’, and… “made Lower House promise not to ‘look lustfully upon any woman’”, doppi sensi che ognuno può interpretare come vuole, ma non è una dimostrazione.Idem per il presunto razzismo di Gandhi, che risulta ridicolo solo a pensarlo.
  3. L’autore del libro ammette che “Of course, there are only letters from Gandhi to Kallenbach and none from Kallenbach to him in Volume 4 or 5 of the Collected Works“. In altre parole, la documentazione raccolta dall’autore contiene lo solo lettere di Gandhi a Kallenbach ma non viceversa.
  4. L’autore del libro è consapevole del fatto che le lettere di Gandhi si prestano a facili interpretazioni e per questo afferma che “I knew this was delicate material and I approached it with a great deal of respect. I was very careful about this subject and this is the first book to deal extensively with the Kallenbach correspondence and it speculates very carefully upon the letters“. Cosa vuol dire? Che si tratta di speculazioni, non di dimostrazioni.
  5. Sempre lo stesso autore del libro afferma.Lelyveld said the reason Western media reports are highlighting the “bisexual and racist” aspect is “because of the atmosphere we live in where anything is plucked off and reported everywhere as news. The news aggregators are full of it this morning. There is no real reporting, people have not even read the book.” THERE IS NO REAL REPORTING!

Il pontifesso di turno fa la sua ennesima brutta figura: informa nell’ignoranza che diventa la bieca controinformazione sopportata dalla supponenza di chi ha letto cose che sono quelle che un estremista si vuole sentire dire. Uso la parola “estremista” perchè da oggi il pontifesso ci si riconosce senza ombra di dubbio.

Concludo con una vera informazione. Se Gandhi era gay e razzista, allora i pontifessi discendono dagli alieni. Ecco le prove!
FIGLI DEGLI ALIENI

La scarsa memoria Pontifessa.

Carissimi, interrompo il mio silenzio perchè posso festeggiare con gioia lo scampato pericolo! Tutte le minacce che in passato Carletto ci ha rivolto, sono definitivamente scongiurate. Tutte le denunce per violazione di copyright, per dossieraggio etc etc, tutte spazzate via in un picosecondo. Il tempo di leggere (e ridere abbondantemente) questo “articolo” del nostro Geniale Maldestro Pontifesso preferito:

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/8178-pontifexroma-e-la-denuncia-a-nanni-moretti-mazzetta-falso-profeta-del-web-e-maestro-nellarte-della-diffamazione-impunito-da-quasi-10-anni-

Non preoccupatevi, non importa che leggiate tutto l’articolo. Continua a leggere

Le mistiche apparizioni di Toffali su Pontilex

Facendo seguito alle richieste di molto Pontilessini, raccogliamo in una sola pagina gli interventi di Gianni Toffali (per gli amici: nano Toffolo) sul nostro piccolo Blog.

Iniziamo con un paio di messaggi del tutto inutili. Rappresentano l’esordio del nano sul nostro sito.

diego pig…pure qui sei venuto? eh eh

simpatici voi eretici! sputtanate la chiesa a piu non posso…ed appena viene critica il papa polacco…lo difendete a spada tratta? ipocriti!!!!!!!!! Continua a leggere