La storia ed il genere fantasy.

Ebbene si, in questo brano affronteremo un problema oggettivo: che rapporto intercorre tra la realtà ed i racconti di fantasia?

L’argomento deriva ovviamente dal comportamento recente del Maldestro, che privo di qualsiasi orgoglio ed onore è venuto qui provocandoci con l’esplicito scopo di ottenere una nostra reazione che giustificasse in qualche modo le sue manie di persecuzione. Cerchiamo di ricostruire dunque l’accaduto. L’ultima comparizione mistica di CdP inizia il 9 Maggio, con alcuni suoi commenti relativi ai suoi “fatti cusci”. L’incipit non era malvagio, come potete vedere dai suoi commenti:

http://pontilex.org/2011/05/vibratori-divini-breve-intervento/comment-page-1/#comment-10812

Si lamentava del fatto che -secondo lui- i fatti riportati erano lesivi della sua dignità ma lo scambio di battute con gli altri amici Pontilessi si è mantenuto su toni cordiali e piacevoli fino all’ora di cena. Giunto il tempo di cenare ed è comparso l’articolo di AleCr (http://pontilex.org/2011/05/4-passi-da-gambero-rosso/) … Questo articolo ha generato un mutamento radicale dell’umore di Carletto. Infatti i suoi commenti sono diventati indisponenti ed acidi.

parliamoci chiaramente, la dignità non la avete voi.

http://pontilex.org/2011/05/4-passi-da-gambero-rosso/comment-page-1/#comment-10881

Sorvoliamo con fatica sull’ossimoro di Carletto che afferma: se avete qualcosa da dire passate da Pontifex.!!!!

Da questo momento in avanti, nonostante le risposte educate e garbate della comunità Pontilessa, il tono del Maldestro è sempre più degenerato fino a raggiungere toni di insolenza inaudita. Curioso notare che dopo la prima provocazione gratuita (quella che avete letto poco sopra) Carletto ha imparato qualcosa che forse non conosceva. Alberto gli ha “svelato” che molti degli amici Pontilessi provengono da pregresse esperienze (pessime) con il sito Pontifesso. Esperienze concluse con l’inevitabile bannatura da parte del Geniale Webmaster. Ed eccolo dunque tornare alla carica battendo insistentemente su quel tasto (dopo aver provato altre volte con diverse tecniche di provocazione che hanno ovviamente sortito un effetto nullo).

Siete 4 disperati, bannati da pontifex perche’ portatori di idee malsane.

http://pontilex.org/2011/05/4-passi-da-gambero-rosso/comment-page-1/#comment-10898

E capirai che offesa… Molti di noi si sono visti bannare. Ma molti altri non si sono mai neppure registrati sul sito Pontifesso, proprio per evitare accuratamente le ire di Carletto. Poi inizia anche il tormentone del “sito specchio”.

Avete creato un blog specchio, cosa ridicola. (stesso commento)

Ammettiamo di non essere particolarmente ferrati sui “blog specchio”, argomento usato spesso negli ultimi post di Carletto per tentare di ridicolizzare il nostro sito. Purtroppo anche questo tentativo non sortisce effetti, visto che nessuno si è scandalizzato per queste parole (e per le altre usate dal Maldestro), come le ridicole accuse di “anonimato” nei miei confronti. Lasciamolo nel suo brodo lercio e proseguiamo con la ricostruzione della realtà.

In risposta a questi ed altri messaggi mi sono permesso di definire questa incarnazione di Carletto “un troll”. E visto che ha molta fantasia, da questo momento in poi ha iniziato anche lui ad usare questo termine. Incredibile quanto potere esercitino i miei pensieri sulla mente del Maldestro 😆 Ma questo è un capitolo a parte, che non affronteremo (almeno ora).

Dopo il preambolo promettente, Carletto ha dato sfogo ai suoi più bassi istinti. Siamo diventati tutti “piattole” (al punto che la mitica Pao ha prodotto una collezione di animaletti in onore del Maldestro) ed in un culmine di eleganza il Maldestro (davvero maldestro in questa sua incarnazione) ha pensato bene di pubblicare sul nostro sito un commento in cui elenca persone che, secondo lui, si “nascondono” dietro Pontilex.

http://pontilex.org/2011/05/utile-guida-ad-una-corretta-vita-sessuale-cristiana-non-modernizzata-e-secolarizzata/comment-page-1/#comment-11053

La cosa curiosa è che nella sua lista sono presenti persone effettivamente registrate qui su Pontilex ma scarsamente “attive” mentre non sono indicate persone che contribuiscono regolarmente con articoli ed immagini. Ed erano presenti anche persone che non contribuiscono affatto a Pontilex. Insomma una bufala, una balla. Riteniamo che la lista rifletta gli iscritti ad un gruppo presente su Facebook (come ammesso nel suo articolo da Carletto stesso).

Quindi fino ad ora abbiamo assistito ad un vero e proprio show del Maldestro, tutto impegnato a provocarci sperando in una nostra reazione. Ovviamente non ha raggiunto il suo scopo, pur usando mezzi discutibili. L’errore di Carletto è stato dunque questo: aver provocato ripetutamente nostre reazioni. Perchè in uno dei suoi tentativi (la lista di presunti utenti Pontilessi) ha commesso un errore: ha menzionato una persona che non ha nulla a che fare con gli insulti che Carletto ha distribuito gratuitamente. Ed ha scatenato l’ira di Sandro. Dopo tutti gli insulti (veri insulti) lasciati dal Maldestro qui sul nostro sito, indirizzando appellativi poco eleganti anche a persone care a Sandro che non possono rispondere agli attacchi di Carletto, quest’ultimo vilmente redige un “articolo” in cui si fa passare per vittima.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/7570-sandro-storri-ed-il-suo-odio-nei-confronti-dei-cattolici-questo-personaggio-lancia-gravissime-offese-nei-confronti-di-un-sacerdote-e-2-giornalisti-perbene-arriva-addirittura-alle-minacce

Dopo aver letto la nostra ricostruzione dell’accaduto e la narrazione proposta dal Maldestro ai suoi accoliti, domandatevi cosa sia reale e cosa sia fantasia!

Vergogna Carletto. Vergogna per i tuoi modi da teppista. Getti il sasso poi nascondi la mano. Modi che non puoi paragonare neppure lontanamente ai nostri. Sei un ometto privo di orgoglio e di onore. Privo di midollo. Sei un pusillanime. Vergogna!

9 pensieri su “La storia ed il genere fantasy.

  1. Davide

    Il signor Di Pietro non pratica la carità cristiana e non porge l’altra guancia.
    Nel vangelo è scritto:
    “Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte?” E Gesù gli rispose: “Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette. ”
    Di corsa a confessarsi.

    http://youtu.be/qukao0u3wug

    Rispondi
  2. OscarWilde

    Alberto gli ha “svelato” che molti degli amici Pontilessi provengono da pregresse esperienze (pessime) con il sito Pontilesso

    scusa admin, forse volevi dire “Pontifesso” in quella frase, forse ti è scappato…

    Rispondi
    1. paopao

      Uffi Oscar, glielo volevo far notare io!…Mi hai preceduta di poco..Del resto, chi nomina volentieri il sito p******SSo??ihihihihihi
      ):D

      Rispondi

Rispondi