Pontifesserie…

Questa sera, attorno alla mezzanotte, abbiamo ricevuto un curiosissimo messaggio tramite la posta elettronica. In questo stranissimo mail uno sconosciuto che si qualifica come “Michele Avv. Marino”, probabilmente lo stesso Marino che litigava con Google come ben descritto da Mazzetta in questo post, viene a chiedere la rimozione di un articolo Pontifesso dal nostro piccolo Pontilex.

Vorremmo tranquillizzare tutti i lettori: noi non fotocopiamo i contenuti altrui, come invece pare accada abbastanza regolarmente agli amici Pontifessi. Un esempio? Anche più di uno…

Quale sarebbe dunque l’argomento del contendere? Beh curiosamente il mail appena giunto menziona come “corpo del reato” l’ultima pagina che ci ha regalato Pao. Appare evidente anche ai sassi che, trattandosi di un articolo di critica delle opinioni espresse da Foxy, risulta inevitabile citare le frasi che si intende criticare. Il legislatore, ben consapevole di come lavorino le persone serie, ha previsto la possibilità -per chi critica- di citare passaggi del brano criticato.

Il legislatore, davvero avveduto, ha già stabilito che deve essere impedito l’esproprio del prodotto intellettuale altrui. Non certo la discussione. Pertanto il legislatore vuole impedire il plagio. Ma Pao non si è attribuita la paternità dei concetti ripresi dall’articolo Pontifesso, anzi ne prende le distanze, come pure noi facciamo. Infatti quando citiamo brani Pontifessi li caratterizziamo in modo che sia evidente la citazione. Usiamo il corsivo, una diversa indentazione, spesso pure un colore diverso. Proprio come fanno gli amici Pontifessi (vedi l’esempio dell’articolo su Veniero).

Lo sconosciuto (che usa un indirizzo di servizio tra quelli del sito Pontifesso) scrive usando la qualifica di “content editor” di una misteriosa e fino ad ora ignota “associazione cattolica pontifex.roma.it”… L’aspetto curioso è che il mail è stato inviato da un PC che si chiama “carlomariaPC”. Curioso ‘nevvero?

Le stramberie non sono ancora finite: infatti ci viene intimato di non mettere in relazione, in nessun modo, il nome dell’associazione cattolica pontifex.roma.it con termini come fascismo, razzismo, omofobia, nazismo… Curioso che questa richiesta arriva da chi afferma che gli omosessuali sono malati, che gli ebrei sono perfidi e che i musulmani sono beduini.

Curioso anche il fatto che non vengano indicate frasi precise. Si fanno le solite accuse generiche, decontestualizzate, buone a tutto ed a nulla… Più simili all’operato del Maldestro che a quelle di un avvocato serio.

“Admin stai dicendo che la mail l’ha scritta CiDiPi spacciandosi per avvocato?”

Non posso affermarlo con certezza ma la sensazione è che l’avvocato Marino non sia il reale estensore della mail. Siamo sicuri che un vero avvocato scriverebbe mail molto più circostanziate e molto più puntuali, non generiche estroflessioni dell’ego come la mail che abbiamo ricevuto.

L’ultima curiosa coincidenza (già evidenziata più sopra, tra le righe). Questo invito arriva a pochi giorni dalla segnalazione che abbiamo fatto al sito di quei pazzerelli scatenati di FdF, informandoli che gli amici Pontifessi avevano pubblicato integralmente l’articolo che FdF invece fa pagare ai suoi abbonati. Coincidenze… Come pure il fatto che dal sito Pontifesso l’articolo sulla Germanotta è scomparso.

Ah Pontifex, quanta pochezza!

32 pensieri su “Pontifesserie…

  1. AlbertoBAlbertoB

    “La mail di Michele Avv. Marino proviene da carlomariapc in quanto è stato eseguito un copia e incolla della mail originale (non un forward ma proprio un cut&paste) , inviata per errore a CDP invece di essere inviata all’amministratore di Pontilex”

    oppure

    “Il pc di Michele Avv. Marino da cui proviene la mail ha nome carlomariapc in quanto CDP , che ha configurato la lan dello studio legale , in un momento di distrazione ha nominato una delle macchine in quel modo”

    oppure

    “Dopo accordi verbali tra Michele Avv. Marino e CDP sulla stesura del testo della mail , la stessa è stata inviata dal pc denominato carlomariapc per comodità”

    oppure

    “Michele Avv. Marino si trovava personalmente a lavorare sulla macchina denominata carlomariapc e da essa ha inviato la mail in questione”

    Insomma , basta un po’ di fantasia e di spunti per tentare di perculare la gente se ne trovano parecchi 😀
    Poi sarebbe interessante anche sapere cosa ne pensa Michele Avv. Marino dell’istigazione all’odio razziale e dell’istigazione a delinquere dato che io , ignorante in materia , posso solo fare ipotesi e supposizioni sicuramente errate.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Scusi ma lei lo sa che la supercazzola con scappellamento è prematurata a destra ma non a sinistra? No perchè il sisinio con antani di un mezzo pigreco, si ritroversola unisecuolmente in sottofondo mente la diragiabola continua monotonamente la sua crescita! 😉

      Rispondi
  2. Carlo Di Pietro

    La email in oggetto è stata inviata personalmente dal mio caro amico e collaboratore di Pontifex, l’Avv. Marino.

    Leggendo insieme, difatti, il vostro sito intriso di odio e cattofobia, abbiamo notato numerosi aggettivi ed epiteti riferiti alla nostra Associazione e terminologie quali “nazisti”, “fascisti”, “talebani”, “pontifessi”, “ponticessi”, ecc… ecc… ecc…

    Non siamo intenzionati a tollerare ulteriori insulti ed utilizzi impropri dei nostri articoli, fatta eccezione per quelli “collettivi”.

    Riporto il testo della email inviata all’amministrazione del vostro sito e ribadisco personalmente quando indicato dal mio Legale.

    Cordiali saluti
    Carlo Di Pietro

    “Spettabile redazione,

    vi domandiamo la cancellazione del nostro articolo protetto da copyright e riservato ai nostri lettori che compare sul vostro sito, alla pagina:

    http://pontilex.org/2011/03/ma-ma-ma-volpastren-4/

    Confidiamo che la cosa non si ripeta in futuro.

    Vi diffidiamo, altresì, dall’associare sotto qualsivoglia forma od espediente, la nostra Associazione Cattolica a terminologia offensiva ed altamente lesiva della nostra immagine, quale: “nazisti”, “omofobi”, “fascisti”.

    In caso contrario seguirà legale querela all’amministratore del sito http://www.pontilex.org ed all’autore dell’articolo.

    Rimaniamo in attesa di una vostra cortese conferma.

    Cordiali saluti”

    Michele Avv. Marino
    Content editor
    Associazione Cattolica Pontifex.Roma

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      La email in oggetto è stata inviata dal PC di Carletto. Questo è un dato certo ed assodato. Ed è stata inviata usando la stessa connessione usata per lasciare questo messaggio.

      Lascio esposto al pubblico ludibrio l’insulto all’intelletto che mi è toccato leggere. E che per ovvie ragioni non ho pubblicato. Ma visto che ora l’ha fatto il Maldestro, non devo più preoccuparmi di raccontarvi le Pontifesserie che ho ricevuto.

      Curiosamente i filtri Bayesiani hanno assegnato al messaggio di posta una elevata probabilità di essere spam.
      Ed altrettanto curiosamente il filtro antispam di Pontilex ha impedito la pubblicazione di questa replica da parte di Carletto (è stato necessario il mio intervento per ripescarlo e renderlo visibile).

      L’informatica intera ritiene che il PC di Carletto sia fonte di spam… Bah! 🙂

      Sarà un piacere parlare con l’avvocato Marino al telefono. E sarà altrettanto un piacere ricevere comunicazioni dall’avvocato Marino direttamente dal suo indirizzo di mail (per esempio quello pubblicizzato qui: http://www.lexpoint.it/TabID/62/ID/152449/default.aspx ), oppure tramite fax visto che abbiamo più volte reso disponibili i nostri recapiti per inviare comunicazioni email e fax. Ovviamente comunicazioni provenienti da “carlomariaPC” saranno ritenute prive di ogni fondamento ed interesse.

      Di seguito l’indirizzo ed il numero di telefono del presunto avvocato Marino.

      http://www.cylex.it/azienda/marino-michele–avv—8824114.html

      Piccola nota di colore: questo Michele pubblicizza il suo nome (e numero di telefono) su molti siti, rendendo quindi di pubblico dominio il suo numero. Poi però impedisce di verificare a chi sia intestato il numero di telefono che dichiara essere quello del suo studio… Bah. 🙂

      Rispondi
    2. paopao

      Oppsala´Calim..ehm Cidippino:
      vah che se mi tocca andá in galera per “ma, ma, ma Volpastren” ci vado eh?
      Comunque la colpa é tua!
      Se togli la pappardella sul copyright dal tuo sito, una pensa OK, sono diventati “normali”, allora posso citarli (citando la fonte correttamente, come ho sempre fatto).
      Tranquillo, non ho nessuna intenzione di attribuirmi i vostri deliri, figurati!
      Nazismo, rinazificare e ….köttbuller non sono coperti da copyright.

      Amen, amen, amenoché non sia successo questa notte.
      Pregheró per la tua animuccia acida e ti ricordo che sotto Quaresima devi essere piú buono e far taaaanta penitenza sennó col cavolo che vai in Paradiso.
      Pensaci!
      ):D

      Rispondi
  3. Gabriele

    Ma la mail proviene da un indirizzo di posta certificata ? ed è indirizzato ad un indirizzo di posta certificata ? No perchè gli avvocati che conosco usano sempre questo metodo ed in alternativa la cara vecchia raccomandata 🙂

    Rispondi
  4. OscarWilde

    ci viene intimato di non mettere in relazione, in nessun modo, il nome dell’associazione cattolica pontifex.roma.it con termini come fascismo, razzismo, omofobia, nazismo… Curioso che questa richiesta arriva da chi afferma che gli omosessuali sono malati, che gli ebrei sono perfidi e che i musulmani sono beduini.

    Appunto, mi chiedo io allora:
    – se io per strada incontro qualcuno che grida che gli ebrei sono perfidi se penso che costui sia un nazista/razzista e lo dico apertamente commetto un reato punibile per legge? Ma scherziamo?
    – se io per strada incontro qualcuno che mi dice che l’omosessualità è opera del demonio e che disprezza l’omosessualitò come fosse una malattia (perchè le malattie si disprezzano questo è evidente) e gli dico apertamente che è un omofobo/razzista, commetto un reato punibile per legge? Ma scherziamo?

    Libertà di parola Carletto non significa che puoi dire quello che ca**o ti pare!!
    Se tu non togli quegli articoli inneggianti al razzismo in generale e in particolare al nazismo e all’omofobia, noi siamo liberi di pensare E DI DIRE e RELAZIONARVI con quel tipo di concetti!!
    E non siamo noi arbitrariamente a dichiararlo, è LA STORIA che lo dice.
    Che senso ha dire :
    non mettere in relazione, in nessun modo, il nome dell’associazione cattolica pontifex.roma.it con termini come…
    Qualunque persone che conosca la storia e legga uno dei vostri articoli riesce a fare due più due e a mettervi in relazione con quelle “ideologie” (ahahah).
    Ora dato che non è possibile fermare un pensiero, una relazione mentale, immagino che ci venga chiesto di NON esprimere un nostro legittimo pensiero.
    Avete un bel coraggio a venire qui in casa “nostra” a chiederci di star zitti.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Tecnicamente non è una richiesta: è una minaccia. “Se non fai come dico io ti denuncio”… Sob quanti soldi sprecati in cause che poi finiscono con una condanna per gli amici Pontifessi per “litigio temerario” (ancora più chiaro in inglese: “frivolous lawsuit”).

      Rispondi
    2. OscarWilde

      Avete un bel coraggio a venire qui in casa “nostra” a chiederci di star zitti.
      Mi sono espresso male.
      Voi non “chiedete”. Perchè voi non chiedete MAI.
      Voi Intimate, voi ordinate.
      Perchè tra i vostri ranghi siete abituati così.
      Ti faccio vedere un mondo nuovo Caletto (te lo avevo promesso), guarda funziona così:
      tu ordini a noi di fare qualcosa e noi continuiamo a fare quello che stavamo facendo prima tranquillamente. 🙂
      Pace e bene a te. 🙂

      Rispondi
    1. AlbertoBAlbertoB

      L’ho scoperto adesso e spiego : è diventato Associazione Cattolica da quando è apparso il banner al sito Progredire.net che , come si può leggere nella pagina http://www.progredire.net/index.php?option=com_content&view=article&id=64&Itemid=28&lang=it , viene gestito dall’associazione cattolica “Mater Amabilis”.
      Quindi , per non essere da meno e dato che suona molto figo , Pontifex è divenuto Associazione Cattolica… ecco spiegato l’arcano.
      Ennesima dimostrazione di quanto i Tre Marmittoni siano infantili.

      Rispondi
      1. adminadmin Autore articolo

        Non credo che basti mettere un logo. Ho esplorato in passato l’ipotesi di creare una associazione culturale Pontilex (per varie ragioni). Spero per gli amici Pontifessi che esista realmente questa “Associazione Cattolica Pontifex.Roma.it” altrimenti potrebbero passare parecchie grane, qualora trovassero un legale puntiglioso e desideroso di infilarsi con vigore nella loro vergine associazione, esplorandone gli atti costitutivi etc etc… 😉

        Rispondi
      2. adminadmin Autore articolo

        All’interno di un commento che il filtro antismap ha filtrato, Carletto ci informa che Pontifex.roma.it è una “Associazione Cattolica con regolare statuto sottoscritto dai membri fondatori dalla data del 01/03/2011” … Ne prendiamo atto e valutiamo gli strumenti a disposizione di chi vuole comprendere meglio questa novità.

        Rispondi
        1. Gianfranco Giampietro

          In data 01/03/2011 ?

          Chiedo scusa, ma una associazione che si fregia di un titolo non è tenuta a rispecchiarne le caratteristiche per potersi fregiare del titolo e configurarsi come tale ?

          Una associazione cattolica che scomunica GPII e che critica persino Benedetto XVI, combattendo “l’apostata” Chiesa di Roma è veramente un’associazione “cattolica” ?

          Non sapevo che i “marchi” fossero così a buon mercato e a disposizione di tutti…

          Questo significa che anche io posso fondare un circolo di caccia, un centro riunione per pastori protestanti o un club di appassionati di voodoo e dargli il nome e il titolo di “Associazione Cattolica” ? Wow, voglio farlo anche io !

          Cavolo, i “marchi” sono davvero a buon mercato… basti pensare che un blog che critica la Chiesa può fregiarsi del titolo di “Associazione Cattolica” e predicare l’antisemitismo con questo titolo…

          Rispondi
          1. adminadmin Autore articolo

            Carletto (ed il suo amico legale) probabilmente sottovalutano gli organismi deputati alla verifica di tutte queste associazioni 😉

    1. adminadmin Autore articolo

      Se non scrivi fesserie anche i filtri automatici ti lasciano il diritto di parlare.

      bensì trattasi forse di un omonimia.
      In italiano, quando due persone hanno lo stesso nome e lo stesso cognome (ma sono evidentemente due persone diverse) si parla di omonimia. Non conosciamo altre parole per definire questa condizione. Perchè dici “forse”?

      Comunicaci i riferimenti dell’avvocato in questione. Facci contattare da lui. Grazie.

      Rispondi
    2. adminadmin Autore articolo

      Per la cronaca, nessuno qui dentro ha “rubato” (come invece avete fatto voi per l’articolo su Lady Gaga) contenuti dal vostro bel sito Pontifesso. Fin quando è stato liberamente accessibile l’abbiamo acceduto e letto con estremo sollazzo. Da poche ore questo non è più possibile. Ovviamente le vostre ondivaghe cangianti e mutevoli politiche di gestione del vostro sito poco possono influenzare le altrui iniziative. Pertanto il fatto che ORA i vostri articoli siano “a pagamento” non ha effetto retroattivo. Visto che il materiale che abbiamo letto e commentato era liberamente accessibile, le recriminazioni sono destituite di qualsiasi fondamento e le vostre richieste sono inaccettabili.

      Rispondi
    3. adminadmin Autore articolo

      Di “Marino” è piena l’Italia. Di Avvocati Michele Marino è piena la Campania. Se ci fai contattare da quello giusto facciamo prima, non credi?

      Rispondi
  5. Andrea ☮ il giullare matto Speaks

    ancora mi chiedo come mai il web master di pontifex riesca a lasciare tutte ‘ste tracce su internette…..

    Rispondi
    1. AlbertoBAlbertoB

      Io invece ancora mi chiedo come fa a non aver capito che qui non si trova davanti ad una manica di imbecilli , con i quali evidentemente è abituato ad avere a che fare , e come fa a non stancarsi mai di arrampicarsi sugli specchi e ad annaspare nell’oceano di fango in cui puntualmente riesce a buttarsi con le sue mani…

      Rispondi

Rispondi