Fermate quell’uomo…

Il caro brunello ci sommerge questa sera con una marea di articoli: ben tre interviste a tre vescovi emeriti (che dicono: la shoà è una cosa brutta certo… ma che resti tra noi, guai a dirlo in giro… non sarebbe giusto… poi studiando di più magari la storia la si cambia: lineare no? vabbhè meglio non commentare dai) e un articolo in cui, dall’alto della sua onniscenza, tuona contro Giovanni Paolo II: si forse qualcuno di voi lo ha già sentito nominare, una volta si chiamava Carol, dovrebbe essere stato un prete o una cosa del genere… Ma si dai quel tizio che l’allora prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede dava già in paradiso… ma si dai… sforzatevi, sicurmante lo avrete sentito nominare…

Mi piace tantissimo quando scrive: …da cattolici accettiamo quello che dirà la Chiesa, Madre e Maestra. Tuttavia…

Brunello caro: se la Chiesa è madre e maestra non ci devono essere ne se ne ma e neppure tuttavia. E’ qui dove sta il tuo problema, brunello mio: in un modo o nell’altro lei deve mettere becco dovunque e se qualcosa non va… ecco satana spuntare… son qui che aspetto che mi scomunica BXVI al grido …il fumo di satana è entrato nella tua chiesa… (cfr. Paolo VI).
E’ peggio di una suocera!

Poi incomincia con i suoi sproloqui.
– canonizzare chi nel recente passato ha chiesto scusa agli ebrei (ma di che cosa)
è quello che mi chiedo io brunello caro… pensa un po’… quei perfidi deicidi massoni (è un po’ che non ce lo ricorda… stai attento, rischia che ce lo dimentichiamo)… altro che scuse… sappiamo noi che gli faremmo se potessimo vero?

– ha messo piede in una sinagoga rompendo il ghiaccio dando un pessimo esempio
si dice che errare è umano (GPII fu il primo a mettere piede in una sinagoga) ma perseverare è diabolico. Benedetto XVI ha ripetuto quel gesto. Se due più due fa quattro… Benedetto XVI è… diabolico… si dai… sto intravedendo il fumo di satana (CdP… tu che sei esperto, mi confermi?)

– ha creato le nefaste giornate mondiali per la Gioventù
nefastissime giusto, hanno fatto taaaaaaaaaanto male…
E quel diabolici di BXVI persiste nell’errore… qua urgono provvedimenti Foxy… intervieni tu, ti prego…

– ha creato quella blasfemia autentica che é la giornata di Assisi
se lo dice lei, sommo teologo… pregare per la pace è ovviamente blasfemo… auspicare invece che una madre avesse abortito il proprio figlio, invece di farlo nascere gay ovviamente… no. Ottimo direi! Lei si che ha capito tutto dalla vita!

– ci pare troppo
non lo venga a dire a me…

La Chiesa ha bisogno di maestri forti, chiari ed autorevoli

Infatti GPII non era nulla questo vero? Impari la differenza tra autorevole ed autoritario… che poi ne riparliamo.

Indubbiamente un grande successo di pubblico, ma la fede e la sua qualità non si misurano con lo share. Sotto il suo pontificato si ebbero piazze piene e chiese vuote, il proliferare del fanatismo stile Papaboys, e poco altro.

Ora infatti le chiese pullulano… per entrari bisogna fare la fila…
I Papaboys saranno stati fanatico… ma di certo sono in ottima compagnia, anzi…
Perchè poi i Papaboys fossero fanatici lo sa solo lei…

Giovanni Paolo II fu uno dei più chiari indici di deriva modernista e post conciliare che la chiesa cattolica ricordi e a lui si deve una scelta populista e poco spirituale della chiesa.

Brunello… non beva troppo vino… che poi straparla più del solito…

Inoltre non siamo in grado di prevedere nel futuro quali svolte anche dolorose possano prendere le inchieste ancora dormienti su alcuni scandali che corrono paralleli a qualche uomo presente al gran Giubileo.

Tutto questo per parlare del card. Sepe… che c’entri poi con GPII… solo brunello lo sa… ma che importa… l’importante è parlar male… poi si sa: qualcosa resterà, qualcuno si convincerà…

In sostanza: se proprio si vuole premiare Giovanni Paolo II (il cui pontificato ha bisogno ancora di chiarimenti) che cosa si attende per dichiarare beato Pio XII, un papa profetico, un grande pastore, colui il quale ha saputo dirigere con saggezza e lungimiranza la Chiesa in un momento pieno di amarezze?

Se voi capite il senso di questa frase… vi prego illuminatemi.

Non può ovviamente macare CdP che quest’oggi ci parlerà di…? ma di omosessualità ovviamente: era tantissimo che non tornava sull’argomento. Intervista questo tizio di cui non dice nè chi è nè cosa fa e alla fine cita il grande Nicolosi che ha studiato come dall’omosessualità si possa guarire (basta volerlo)… omosessuali cari… vogliate per cortesia desiderare con tutto il vostro cuore di guarire dall’omosessualità e magari anche avere due ali: se funziona il primo desiderio… funzionerà anche il secondo… Voi abbiate fiducia lo dice Nicolosi… tutti gli altri psichiatri sono sotto il maleficio di satana… Ma voi non lasciatevi ingannare…

simone

Qui la perla di saggezza odierna: http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/5746-fermate-quella-beatificazione

15 pensieri su “Fermate quell’uomo…

  1. francesco t

    za zan, rieccoci con nicolosi. e nicolosi vuol dire narth, agapo, livingwater2000 , exodus e via dicendo.

    ciò che scrive è , grammaticalmente giusto.
    nicolosi DICE , E LO RIPETO E LO SOTTOLINEO FERMAMENTE , D—–I——-C—–E che dall omsoessualità si può uscire.
    lo dice lui, ma , fatto molto importante, lo dice ma NON LO PROVA.
    non l ha mai provato.

    e ora si citerà luca di tolve. L UNICO “GUARITO” da nicolosi in italia , a quanto pare.
    beh, vi aspetta una profonda delusione, signori, perchè di tolve non è “guarito”.
    nelle sue stesse interviste, dice chiaramente che ha imparato a REPRIMERE quelle sensazioni, ma non a eliminarle.
    ciò significa che è ancora omosessuale, anzi, bisessuale, dato che gli piacciono anche le donne.
    ma il fatto che prova ancora quelle “sensazioni” per il sesso maschile, indipendentemente dal fatto che le reprime, vuol dire che le ha e che quindi l omosessualità c è ancora.

    certo che è curioso.
    a favore di tali terapie, in italia c è solo un soggetto , che nemmeno è guarito , che ne parla a favore.
    in america, siamo sempre lì, qualcuno, si , ma niente di ecclatante.

    eppure, per contro, vi sono una miriade di testimonianze, CON NOME, COGNOME, FACCIA E tutto il resto, di persone che hanno subìto tali terapie ottenendo solo grossi danni psicologici come depressione , e in altri casi, peggio.
    non si dimentichi infatti che tali terapie hanno causato depressioni tali in soggetti emotivamente fragili da indurli al suicidio(che ha coinvolto, purtroppo, anche ragazzi giovani).
    dove sono? basta cercarle, non si fa fatica. ovviamente le più grandi che raggruppano i “sopravvissuti” sono americane, perchè è lì che nicolosi “gioca in casa “.

    ora che ho ripetuto per la millesima volta questa informazione, di pietro, lei capisce quando io le dico che il suo incentivare i genitori a considerare i figli dei deviati mentali e a farli curare da chissà chi con chissà cosa(tutta roba non scientificamente riconosciuta) è un abominio , essendo incentivazione alla violenza psicologica anche di minori ?
    spero che legga questo commento e spero che se lo ricorderà ancora e ancora e ancora.
    come dovrà ricordarsi dei volti i quei ragazzi minorenni e dei loro occhi quando scriverà anche di loro come dei deviati mentali.
    ricordi che molti di loro son morti grazie a queste parole. molti.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Nicolosi è stato di recente in Italia ed ha ricevuto critiche (e manifestazioni di dissenso). Davanti a queste manifestazione gli amici Pontifessi hanno pensato bene di imbastire una bella mistificazione di Nicolosi ed appellarsi alla libertà di espressione. Più facile farsi passare per vittime piuttosto che domandarsi se per caso si stia sbagliando. 😉

      Rispondi
    2. diegopig

      Il NARTH???
      Il Brunello cita il NARTH???

      Ma lo sa, il Brunello, che George Alan Rekers (che è un “board member” e consulente scientifico proprio del NARTH) è stato beccato all’aeroporto (di Miami, se non sbaglio) di ritorno da una vacanza in europa in compagnia di un ragazzo reclutato tramite http://www.rentboy.com???

      http://www.miaminewtimes.com/2010-05-06/news/christian-right-leader-george-rekers-takes-vacation-with-rent-boy/

      Mitico il commento del buon P.Z.Myers:

      Dr Rekers said he just hired him to…”lift his luggage”. I am unfamiliar with that euphemism, but I’m sure it was fun.

      (Per i non anglofoni: Dr. Rekers ha detto di aver assunto il ragazzo per “portargli il bagaglio”. Quest’eufemismo non mi è familiare, ma sono sicuro che è stato divertente).

      Rispondi
  2. Andrea ☮ il giullare matto Speaks

    Giovanni Paolo II verso la beatificazione e poi verso la santità…
    Mi sembra che qualche articolo fa qualcuno scriveva che era certo che tale procedimento si sarebbe stoppato.
    L’ennesima cantonata o, se preferite, dipietrata

    Rispondi
  3. Gianfranco Giampietro

    Il caro Volpe forse conosce quel detto della sua terra che dice “dalla porta di ingresso alla camera da letto”… è quello che fa sempre Volpe, spesso più mellifluo del suo meno contenibile Carlo Di Pietro… Volpe, da buona volpe, inizia con la premessa “ah, ma ovviamente la Chiesa ha sempre ragione e accetteremo ogni sua scelta”, poi ci ficca in mezzo un umilissimo “però”, e alla fine arriva dove voleva arrivare: “non lo beatificate, Dio non lo vuole, me lo ha detto lui di persona dieci minuti fa! Se lo fate siete eretici! Se la Chiesa lo beatifica in realtà non è davvero la Chiesa, sono i servi del demonio che si sono infiltrati per beatificare quel mostro di Wojtyla!” … anche riguardo questo personaggio, inizia con un diplomatico “uomo di grande spiritualità”, ecc… però poi alla fine elenca tanti di quei difetti (allude persino ad una certa “ambiguità” del suo pontificato ancora da chiarire, come a voler mettere l’ansia e il dubbio che il povero Wojtyla fosse magari un poco di buono o un eretico) che sembra stia parlando di qualche solito membro delle loro immaginarie lobbies massonico-omosessual-satanico-ebraico-staliniste. Un perfetto esercizio di ipocrisia, tanto per poi arrivare al solito nocciolo di cavolate… complimenti Volpe. La verità è sempre la stessa: Volpe e i suoi discepli pontifessi vorrebbero persino dichiarare Giovanni Paolo II come eretico impenitente che ora sta bruciando nelle “tiepidissime” fiamme del purgatorio (o peggio), non potendo comandare e rubare il “trono”, ma dovendolo servire (in questo i pontifessi mi ricordano il loro tanto odiato angelo caduto che voleva saperne più del suo padrone), si limitano a dover dire “faccia la Chiesa come vuole”…. “però dovrebbe fare come diciamo noi”…

    Rispondi
      1. adminadmin

        Già … qui su Pontilex la gente è solita commentare gli articoli che interessano. Su Pontifex.Roma invece ci raccontano che non è importante il numero di commenti. Che i commenti non sono misura di nulla. Ognuno la pensa come vuole. Ma faccio presente che ogni luogo ha un proprio codice di comportamento. In qualsiasi teatro, a fine spettacolo, si applaude o si fischia per manifestare approvazione o dissenso. Allo stesso modo in in blog (anche quelli di informazione cattolica) si esprime dissenso oppure approvazione. In tutti i blog tranne quello dei nostri amici. Bah 😀

        Rispondi
        1. Gianfranco Giampietro

          Purtroppo nel blog di Pontifex, a “fine spettacolo” è impossibile fischiare… chi osa farlo… sparisce misteriosamente dietro le quinte, proprio come in certi regimi “stalinisti” 😉

          Rispondi
          1. Gianfranco Giampietro

            E’ un pò quello che speravo e che mi aspettavo… non c’è bisogno di fare petizioni per far chiudere il loro sito e roba simile… si distruggono da soli con le scemenze che scrivono e con il fatto che non permettono a nessuno di esprimere un’opinione diversa dalla loro (poi il Carletto scrive che arrivano le petizioni di strane associazioni di genitori cattolici preoccupati del fatto che a qualche loro figlio possa fregargliene qualcosa di leggere il loro sito), come nei più classici regimi “stalinisti” da loro tanto “odiati” (però stranamente emulati). Nel loro blog il 90% dei tanto declamati “visitatori” quotidiani passa di lì solo con la curiosità divertita di vedere oggi cosa hanno sparato di ridicolo. Il restante 10% sono invasati loro simili che ripetono pappagallescamente “bravi!”. Secondo me gran parte delle loro scemenze le gonfiano non solo perchè le pensano davvero (non c’è dubbio), ma anche perchè sanno che questo è l’unico modo per far parlare di sè. Un normale bigotto passa inosservato… un bigotto che cerca sempre di andare controcorrente al buon senso umano con sparate fuori dal convenzionale del tipo “la shoah non è stata poi così tanto cattiva” o “difendere i diritti dei gay è una forma di razzismo contro i gay” attira molto di più l’attenzione. Quando non sapranno più come attirare l’attenzione, si inventeranno che Dio creò Adamo ed Eva bianchi, e che quindi i negri e gli extracomunitari non sono figli di Dio. Oppure che Martin Lutero e Darwin erano convinti satanisti praticanti….

  4. Ale CrAle Cr

    Mha… lo richiedeva anche un utente, ignorato: ma dall’alto di cosa parlano e giudicano queste persone? Hanno lauree in teologia e dottrina? Hanno qualche titolo?
    L’idea che mi sono fatta è che siano privati cittadini che hanno letto i testi della chiesa e che li applicano secondo quanto loro credono sia la giusta chiave di lettura. Ora, questo atteggiamento è più protestante che cattolico. Per la chiesa cattolica è compito della Chiesa, solo ed esclusivamente della Chiesa, interpretare i testi (poichè DEVONO essere interpretati e non presi alla lettera). Un privato, un laico lo possono fare, ma solo seguendo la via tracciata da chi più di loro sa cosa sia consono e cosa no.
    E’ possibile anche che seguano le vie tracciate dai prelati tradizionalisti, che, a volerne parlare, non solo sono una minoranza irrisoria, ma appartengono a movimenti (come i lefevriani) che a stento sono riconosciuti parte integrante della Chiesa stessa (ad essere invece riconosciute sono la Fraternità di San Pietro e quella San Vincenzo).

    Rispondi

Rispondi