Il superego di Volpe…

Il nostro io non è un frammento molto importante del mondo.

Bertnand Russell

Ragionare prima di scrivere, e di parlare. Una buona regola se si vuol evitare di mostrare il proprio carattere e con ciò le proprie debolezze, che di norma dovrebbero essere o superate o al limite accettate con la giusta serenità. Ciò che non fanno i semplici. Come disse Shopenhauer:

Insomma, a esser capaci di pensare sono pochissimi, ma opinioni vogliono averne tutti

E rimarca l’Hagakure:

La prima parola pronunciata da  un Samurai, in qualsiasi circostanza, è estremamente importante. Tramite questa egli rivela tutto il suo valore.

Non si può certo dire che si sbagliassero viste che vediamo continuamente gli altri e noi stessi che litigando diciamo cose covate in cuor nostro e che in altre situazioni non avremmo mai detto, offrendo così un ghiotto boccone a chiunque si diletti di analisi comportamentale. Oggi Volpe ha dato quel che definirei senza riguardo alcuno il peggio di sé. Non sarebbe la prima volta, ma d’altronde possiamo solo compatirlo o al limite comprenderlo, rinchiuso com’è nelle sue stanze e nel suo quartiere.

“Il Papa ha perfettamente ragione – dice Plotti -. quando afferma che abbiamo tutti bisogno di Dio e che il metodo per arrivare a Lui non è quello dei presuntuosi, ma dei semplici”. La fede dei semplici, ma che cosa è esattamente? “quando noi parliamo dei semplici, spesso siamo mal intesi. Per semplice non si intende affatto stupido o ignorante. La semplicità, è una caratteristica del mite, di chi ha il cuore aperto a Dio di chi sa ancora stupirsi nella vista di un tramonto o del bello. Ecco, credo che la caratteristica di una fede vera e semplice, sia la capacità di stupirsi all’incontro con Dio. Oggi, non sempre accade questo, perché invale la tentazione di guardare ogni cosa, fede compresa, con gli occhi dello scienziato, del progresso, della investigazione scientifica. Il mistero non ha nulla di tutto questo, e come tale va accettato”.

Iniziamo con una difesa dello stupore immotivato. Notiamo innanzitutto come si tenda a dividere le caratteristiche dell’oggetto praticando quel che logicamente si chiama uno Straw Man Argument (sofisma dell’uomo di paglia o dello spaventapasseri), psicologicamente si tratta di una negazione di Scissione a cui con buona probabilità consegue un’identificazione e poi un’idealizzazione di determinate caratteristiche. In poche parole o l’emerito o il caro Volpe si ritengono o sono coscienti d’essere semplici. Poi, si nota una velatissima demonizzazione del metodo avversario trattenuto a mala pena dell’accusa di non c’entrar nulla. Non potendo dir nulla al metodo scientifico, accusano lo stesso di Diversio Argumenti.

E tutto questo semplicemente perché non si son curati di spremere le meningi prima di batter i polpastrelli sui tasti.

Notiamo poi una strana frase nell’articolo dedicato, ovviamente, allo Scilipotens e all’omosessualità. Con tanto di dedica a qualcuno di non meglio precisato. Ma prima, veniamo alle motivazione addotte, sia mai che almeno sul piano logico ne facciano una giusta?

Come noto, l’onorevole Scilipoti recentemente ha detto che i gay sotto alcuni aspetti reagiscono alla medesima stregua dei ladri, quando gioiscono delle loro imprese. Si sono levati gli scudi della protesta. Ovviamente anche contro Pontifex che ha riconosciuto a Scilipoti il merito di aver detto come stanno realmente le cose.

Una sicumera così ostentata invero rivelerebbe unicamente solamente che in cuor loro sanno d’aver torto. Il generale senza meriti che si veste di armature pompose rivela solamente che quel che ha di poco dentro lo compensa col fuori, e parimenti il condottiero vincitore di cento battaglie se non calcola ogni scontro come fosse l’ultima dimostrerà unicamente che con la sicumera riempie solo la vigliaccheria che prima nascondeva. D’altronde, non ci sarebbe alcun motivo di rimarcare la presunta realtà delle cose se tali fatti fossero se non ovvi e palesi, ragionevoli e sensati.

Bene! L’omosessualità è una condizione di vita che oggettivamente va contro il piano di Dio. La Genesi – e non solo – infatti, invita uomo e donna a moltiplicarsi. Ora, spiegateci come l’unione di due maschi o donne, possa generare riproduzione?

Come visibile, la motivazione è davvero infantile: un’appello all’autorità basato su una velata petizione di principio. In breve è la controprova che Volpe è un semplice dato che solo i semplici hanno tante autorità quante sono le loro non-conoscenza e tanto peggio si conoscono e tanto più tributeranno loro validità assoluta dacché se si ignorano aspetti del proprio io si avrà come reazione più o meno spontanea la ri-formazione di quello tramite surplus di informazioni cui in realtà ci interessa solo l’ostentazione.

Sbagliano, e per queste reazioni scomposte, a volte, scatenano istinti brutali che sconfinano in aggressioni, da condannare senza se e senza ma. Queste reazioni possono definirsi un misto di delinquenza e pregiudizio.

Ho tenuto particolarmente a sottolineare questa parola perché usata con moltissima probabilità a sproposito, ma che nel contempo rivela una innata consapevolezza del suo scrittore della condizione in cui si trova. E non lo dico solo per dire: pregiudizio è un termine comune, difficile davvero usarlo a sproposito se non durante un lapsus. Volpe sa di nutrire pregiudizi?

Purtroppo anche in Italia, esistono siti, pagine web e pubblicazioni che difendono a spada tratta l’omosessualità. Fortunatamente molti di questi siti contano come il due di coppe, e lasciano il tempo che trovano. Sono fucine di perversi e di uomini senza oggi e senza nemmeno il futuro sereno, perché solo in Dio c’è serenità.

Avete letto bene. Esatto. Per di più verrebbe da chiedersi: perché se questi siti valgono come il due di coppe (?: di picche Vopastren, di picche…) e lasciano in tempo che trovano allora sicuri detentori della Verità quale lui dovrebbero perderci fisicamente tempo? Inoltre, stante il dubbio di prima, che razza di serenità è una ove si definiscono perversi e simili degli “ignoti” pur ammesso e non concesso che essi siano nel torto?

Le anime belle si scandalizzeranno, ma Firenze è un segnale, allarmante e preoccupante. Piangiamo vittime incolpevoli, poveri ragazzi scappati alla disperazione e alla fame. La misericordia divina scenda su di loro, ma anche sull’assassino. In questi casi, non si ha da condannare un uomo di estrema destra, ma un essere assalito dalla depressione e dalla follia, in preda a manie esoteriche e astrali.

Insomma, la solita storia: l’assassino di Utoya è un massone e questo è solo un pazzo superstizioso. Poco importa se nel piano del primo risultassero riferimenti a politici americani cristiano-conservatori e che la loggia, per altro da lui poco frequentata, fosse d’ispirazione cristiana e che sempre nel suo piano volesse riportare la Chiesa Protestante in seno alla Cattolica.

Parimenti, poco importa se tale killer facesse parte di un’associazione fascista e scrivesse articoli filo-fascisti e anti-semiti.

In breve, trattasi di un palese caso di Negazione. E infatti ecco che subito dopo se ne riesce con le solite manfrine:

I buonisti fingono di non sentire e di non vedere e queste sono le conseguenze. Accoglieteli dicono i soliti tromboni, ed anche qualche uomo di Chiesa: certo, sarebbe bello. Ma dove? Dobbiamo fare i conti con la dura realtà. Da noi non c’è posto ed un lassismo pernicioso in tema di immigrazione, porta a questi disastrosi risultati. Prendiamo atto che non possiamo offrire speranze a questi fratelli, spesso molto più civili di noi.

Appunto. Da notare la Captatio Benevolentia, di sicuro riferita a quell’episodio in Nigeria.

Concludo citando l’articolo ove Volpe tanta (vanamente) di cavarsi d’impiccio per quella volta che usò una traduzione protestante-evangelica:

Forse sarebbe meglio tradurre quest’ultima invocazione: Ma liberaci dal Maligno, come leggiamo nella preghiera sacerdotale di Gesù in Gv 17,15: “Non chiedo che Tu li tolga dal mondo, ma che li custodisca dal Maligno”. Il Padre nostro ci fa chiedere prima il perdono dei peccati commessi, poi ci fa domandare di evitarli in avvenire, con l’invocazione: Liberaci dal male, liberaci dal Maligno. Il male viene dal Maligno che ha introdotto il peccato nel mondo, essendo omicida fin dal principio (Gv 8,44).

Spiacente per Volpe, ma sin’a che non sarà parte della Congrega per la Dottrina o simili che s’occupano dell’edizione della Bibbia CEI queste rimarranno unicamente congetture. Fin ad allora, avrà usato, come altre volte, una traduzione non accettata dalla Chiesa cui lui si dice fedele, ricorrendo quindi nell’ammonimento del Concilio di Trento:

E se qualcuno, poi, non accetterà come sacri e canonici questi libri, nella loro integrità e con tutte le loro parti, come si è soliti leggerli nella Chiesa cattolica e come si trovano nell’antica edizione della Volgata latina e disprezzerà consapevolmente le predette tradizioni: sia anatema.

Concilio di Trento,
nel primo decreto, sessione IV,
De libris sacris et de traditionibus recipiendis,
8 aprile 1546.

 

Fonte della desolazione umana: http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/9752-mons-plotti-chi-sa-stupirsi-davanti-a-cristo-ha-la-vera-fede-manovra-monti-non-e-equa-necessari-correttivi-si-si-no-no-il-piu-e-del-malighttp://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/laici/9751-la-logica-vincente-di-scilipoti-e-la-reazione-degli-omosessualisti-intollerantihttp://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/9749-siamo-al-limite-di-guardia-segnali-da-firenze-troppe-chiacchiere-per-jovanotti, http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/consacrati/9745-ma-liberaci-dal-male–liberaci-dal-maligno

11 pensieri su “Il superego di Volpe…

  1. paopao

    FSM:”solo compatirlo o al limite comprenderlo..”

    possiamo anche solo prenderlo tremendamente per i fondelli?? È che per compatirlo mi manca la pazienza e per comprenderlo dovrei imbottirmi di droghe pesanti.. ):D

    Rispondi
    1. FSMosconiFSMosconi Autore articolo

      Secondo me non faresti altro che foraggiare il suo infantilismo/meccanismo di difesa basato sul molti nemici molto onore, ma comunque mi unisco alla congrega: la sua scarsezza d’humor ha bisogno d’essere bilanciata 😀 😉

      Rispondi
  2. francesco t

    OT boom di omofobia e cretinaggine oggi, nella foresta della volpe.
    MONS. SPROVIERI: ORGOGLIO GAY? ANCHE I CAMORRISTI SI CELEBRANO. CONDOTTA CONTRO NATURA, DA VERGOGNA. CRISI FINANZIARIA, SI CURI CON RIGORE

    AVREBBERO ARRESTATO CRISTO PER MINACCIA. CASO PINNA: SI FACCIA LUCE. JOVANOTTI SIA PIU’ ATTENTO E SI FACCIA STRUMENTO DI DIO

    RITA DALLA CHIESA PENSI AGLI ANIMALI. JOVANOTTI TRAGGA L’INSEGNAMENTO PER CONVERTIRSI. PIETA’ PER CASSERI
    —-

    che deficiente.che cretino. che pezzo di ameba ipocrita ,moralmente corrotta, falsa e spregevole che è volpe. è DA INTERNARE E DA CURARE. come dice Fiorello, GIUSTAMENTE.

    Rispondi
    1. francesco t

      FRASE SUPERBA DI VOLPE:

      [..]Sappia che l’indice di gradimento di un programma non è sinonimo di qualità del programma stesso e, essendoci grande mediocrità diffusa, di solito è l’opposto[..]

      VALE Anche per i siti, volpe, sai?
      soprattutto per certe fogne.
      ipocrita.

      Rispondi
      1. adminadmin

        Guarda io ho sbirciato (contravvenendo a quanto mi ero imposto) il sito Pontifesso ed ammetto di aver riso molto. Perchè Brunello si lancia in ardite accuse che si possono tranquillamente applicare (con la sostituzione di due o tre parole al massimo) al loro sito pessimo e fastidioso… E’ semplicemente imbarazzante l’ipocrisia di quell’omuncolo. Sempre che esista veramente perchè inizio fortemente a dubitare della sua esistenza.

        Rispondi
        1. francesco t

          #Mazzetta, #blogger #finto e #bugiardo, in #articolo pubblica #dati e #immagini #false. Non perde un colpo per #riconfermarsi #maldestro.

          quanto bisogna essere FALSI e BUGIARDI per affermare che la COPIA dei loro commenti di twitter, seguita da vari di noi, me incluso, in DIRETTA, è un immagine falsa?

          Rispondi
          1. adminadmin

            Se secondo gli amici Pontifessi noi abbiamo manipolato l’immagine non hanno che da dimostrare le loro affermazioni. Che ci denuncino. Che chiedano a Twitter di documentare le loro attività… 😀

          2. francesco t

            troppo codardi per farlo, scherzi? a loro basta dare l impressione di non aver torto, di esser stati manipolati dai comunisti e dai gay, di esser delle pecorelle vittime del lupo cattivo.

            privando la possibilità di commentare, inoltre, cercano di coprirsi le spalline.

            ps: io su twitter commento con “risposta” sul post scelto , ma poi non vedo la mia risposta, seppur appaia nel mio profilo.però vedi le risposte di altri sullo stesso post. è così che funziona?

          3. adminadmin

            Non voglio neppure avere a che fare con twitter… Mi limito a guardare dalla mia finestra le castronerie che cinguettano gli amici Pontifessi 😉

Rispondi