Proiezione? Forse. Retorsio Argumenti? Anche.

 

Della serie "da che pulpito"...

La lealtà non è più la moneta del regno. Temo che sia la moneta la moneta del regno.

Lord Cutler Beckett, Pirati dei Caraibi: la maledizione del forziere fantasma

 

 

Sarò personale, ma m’è venuto un dubbio: tacciare di proiezione qualcuno non è una Retorsio Argumenti? E se così fosse sarebbe scorretto in quanto porterebbe solo alla polemica in sé o è comunque corretto per amor del vero?

Forse sì, eppure non riesco a definire altrimenti certi articoli PontifeSSi.

Ma sviamo per un attimo su cose più leggere. Visto che gli articoli su questo sito non passano certo inosservati al Nostro caro Volpasten, oggi eSSo ha deciso di nuovo d’andare a parare sull’immigrazione. E che poteva fare se non ricacciare le solite fisime? Visto che quindi ho già disaminato questi sragionamenti mi limito a prendere atto dell’onestà che per un attimo Volpe ha avuto: per una volta ha detto chiaro e limpido che bisognerebbe tornare ad agire con spirito crociato: Ospitarli, per metterli sulla strada senza arte o parte è un colossale inganno, per noi e per loro. […] Recuperiamo il sano spirito di Lepanto.

E ora passiamo all’articolo di cui parlavamo anzitempo. Lo scritto nasce evidentemente con intento polemico, e si nota già delle prime righe:

Grazie ad un nostro articoletto sulla mamma di Sarah Scazzi, è venuto fuori il tema dei Testimoni di Geova . Ne parliamo con Monsignor Ennio Appignanesi, arcivescovo emerito di Potenza.

Insomma: abbiamo già capito sin d’ora dove vuol andare a parare.

Eccellenza, che cosa sono i Testimoni di Geova? “sono una setta e per altro non cristiana. Manipolano la Bibbia a loro piacimento, tolgono qualche cosa che a loro da noia, ne aggiungono parti inventate. Insomma, dei veri falsari”.

Esatto. Curioso però che queste parole vengano profferite proprio dopo la parentesi della diatriba sulla citazione Brunelliana di Luca 17,2 (vd. qui e qui). Per rinfrescare la memoria al Nostro però ricordo che questo è il passo citato da lui:

 

“gli sia messa al collo una macina da mulino […] e sia gettato nel mare, piuttosto che scandalizzare uno di questi piccoli”


E queste sono quelle accettate dalla CEI:

 

guai a colui per cui avvengono. (gli scandali sui piccoli)
È meglio per lui che gli sia messa al collo una pietra
da mulino e venga gettato nel mare…

Luca 17,2, Bibbia CEI 1974

 

Un Giorno Gesù disse ai suoi discepoli: “Certo, gli scandali non mancheranno mai! Però guai a chi li provoca. Se qualcuno fa perdere la fede a una di queste semplici persone, sarebbe meglio per lui che fosse gettato in mare con una grossa pietra al collo! State bene attenti!

Luca 17,2; la Bibbia interconfessionale; edito Elledici-Abu-Il capitello: seconda edizione: settembre 2001, quarta ristampa: settembre 2009; testo approvato dall’Alleanza Biblica Universale e dalla CEI

 

Un giorno Gesù disse ai suoi discepoli: “Certo, gli scandali non mancheranno mai! Però guai a quelli che li provocano. Se qualcuno fa perdere la fede a queste persone semplici, sarebbe meglio per lui che fosse gettato in mare con una grossa pietra al collo! State bene attenti!

Luca 17,2; La Bibbia in lingua corrente; Edito Elledici-ABU-LCD; seconda edizione: settembre 2001, terza ristampa: marzo 2007; testo approvato dall’Alleanza Biblica Universale e dalla CEI

 

 

Disse ai suoi discepoli: “E’ inevitabile che vengano gli scandali, ma guai a colui a causa del quale vengono. E’ meglio per lui che gli venga messa al collo una macina da mulino e sia gettato in mare, piuttosto che scandalizzare questi piccoli.

Luca 17,2; La Sacra Bibbia; Edito dall’Unione Editori e Librai Cattolici Italiani; prima coedizione: ottobre 2008; testo approvato dalla CEI

 

E questa è la traduzione letterale del passo:

 

Ἔλεγε δὲ καὶ πρὸς τοὺς μαθητὰς αὐτοῦ· Ἀνένδεκτόν ἐστι τοῦ μὴ ἐλθεῖν τὰ σκάνδαλα· οὐαὶ δὲ δι’ οὗ ἔρχεται. 2 λυσιτελεῖ αὐτῷ εἰ λίθος μυλικὸς περίκειται περὶ τὸν τράχηλον αὐτοῦ καὶ ἔρριπται εἰς τὴν θάλασσαν, ἢ ἵνα σκανδαλίσῃ ἕνα τῶν μικρῶν τούτων.

Disse (diceva) poi ai suoi discepoli (allievi): “E’ accettato/sopportato il venire degli scandali: guai a colui attraverso il quale avvengono, sarebbe meglio per lui che il suo collo sia cinto da una macina (pietra da mulo) e sia gettato in mare, piuttosto che scandalizzare qualcuno di questi piccoli.

 

Come potete palesemente vedere, c’è qualcosa che non torna visto che coincide con la traduzione letterale ma omette una parte che in essa non c’è, e non c’è nemmeno in quelle più simili accettate della CEI. Ergo: sì, gli si possono far le pulci per un omissis. E se ciò non bastasse, ecco che Admin ci svela l’accuratezza delle proprie citazioni offerte dal solito noto: http://pontilex.org/2011/11/maddeche/

Ma passiamo all’accusa in sé. Ridicola o quantomeno paradossale: ricordiamo infatti che da questa pratica la CEI non è mica esente ed è magari anche meno scrupolosa. E lo si può notare poco sopra: avete notato l’aggiunta arbitraria di quel e gli fa perdere la fede rispetto al passo greco?:

Ma passiamo alla parte più esilarante in sé, leggete:

Precisa: “oltre che manipolatori, sono anche fanatici ed intolleranti, con loro, anche dopo 40 minuti di discussione, siamo al punto di inizio. Inutile perdere tempo con questi signori”.

Esatto. Strano che Bruno non si sia sentito toccato da queste parole [Recuperiamo il sano spirito di Lepanto.], d’altronde chi è dei due siti che insiste maggiormente anche quando qualcuno lo corregge?

Di seguito c’è una tediosa tautologia:…

Per quale motivo alterano la Bibbia? “non soltanto la alterano, ma come le dicevo, talvolta la mutilano.

E già: la mutilano.

Ovviamente chi ha dato anche solo uno sguardo al primo link che ho passato noterà l’ironia di queste parole…

Spesso, ma non sempre, reclutano persone e donne deboli di mente, isterici o psicopatici e allora le cose si complicano. Raccontano delle vere bufale. Per esempio, avevano una data certa per la fine del mondo. Poi questa data non si è realizzata, la hanno cambiata e lo stesso hanno fatto flop. Ora hanno messo la data in bianco”.

Esatto. Illusione sull’Apocalisse. Ma starà parlando della Chiesa Cattolica dell’Anno Mille o di qualcun altro? 😆

Tralascio la sparata sociologica sugli U.S.A. perché ancora ci tengo alla dignità e passiamo all’ennesima domanda cruciale:

Che altro possiamo dire di loro?

“che, lo ripeto, indulgono molto sotto il lato economico, per molti la predicazione è un mestiere e non una missione

Volpe dovrebbe saperlo bene immagino, visto che è sommerso di pubblicità. E non sono certo stato io il primo a farglielo notare:

http://pontilex.org/2011/11/il-solito-volpastren-omofobo-ed-attaccato-al-vil-denaro/

 

Ovviamente, non poteva mancare la sparata fanatica:

non credono nella Chiesa, nei sacramenti, insomma, che razza di dottrina è mai questa?”.

Be’, s’è per questo nemmeno Volpe, che taccia continuamente la Chiesa Cattolica ufficiale di modernismo e spinge la sua sfacciataggine sino ad intervistare un Lefebvriano in persona (intervista di cui non si può nemmeno dubitare visto che la differenza tra lo stile di Bruno e dell’Intervistato è palese): http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/9544-cristo-re-di-verita-vaticano-ii-regno-del-relativismo-uomo-al-centro-e-dio-al-margine

 

Volpe, la prego: un minimo di dignità nel trattare gli argomenti la prossima volta…

 

Fonte della sfacciataggine oltremisura: http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/9643-chiesa-italiana-e-governo-finita-la-luna-di-miele-emiliano-scarica-vendolahttp://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/9644-mons-appignanesi-testimoni-di-geova-manipolatori-della-scrittura-e-ingannatori-sono-fanatici

11 pensieri su “Proiezione? Forse. Retorsio Argumenti? Anche.

  1. Ryo Asuka

    Scusate, non ho ancora letto TUTTO l’articolo, in compenso sono andato a rileggermi l’articolo originale di PontiFESS..

    Ma non è un po’ ridicolo dire che i Testimoni di Geova hanno sbagliato la data della Fine del Mondo, quando i primi cristiani incameravano i beni del prossimo aspettando la Parusia e il REGNO DI DIO in Terra?

    SI’, REGNO DI DIO, non Regno dei Cieli come oggi fanno credere alle menti più deboli..

    A riguardo, ecco un bel post di un mio amico Demonologo..
    http://riflessionisullafede.forumcommunity.net/?t=32535840

    E ora scusatemi se sono intervenuto a cazzo di cane e off topic, ma l’articolo di Foxy sui TdG mi ha fatto girare le balle..

    Rispondi
    1. FSMosconiFSMosconi Autore articolo

      Be’, si la storia della fine del mondo è basata di base sull’attesa del Teheb (incarnazione di Mosè) e dottrine messianiche affini basate a loro volta sull’attesa del Saoshyant-Verethragna-Thraetaona Persiano. Insomma, prevedibile… 😉

      Rispondi
      1. Ryo Asuka

        Wow, non pensavo che qualcun’altro oltre a me conoscesse la storiella di Saoshyant.. purtroppo in rete è così difficile trovare qualcosa di serio a riguardo.. dove posso leggere maggiori informazioni su Saoshyant?

        Hai mai letto i libri di Leo Zen come L’invenzione del Cristianesimo o Il gallo cantò ancora di Deschner?
        Anche lì spiega bene la storia del messianismo e del Regno di Dio..

        Rispondi
          1. Ryo Asuka

            Ti prego, appena puoi leggiti i libri di Leo Zen.. 😀
            Li trovi su Amazon, costano sui 12 euro e spiegano molto bene come è nato il monoteismo ebraico e il politeismo cristiano, per opera di Mosè e di Paolo.. 😀

            Io per conto mio comprerò quel libro appena posso, vedo da subito se ha disponibilità su Amazon.. 😀

            Ma perché l’Epopea di Gilgamesh? Saoshyant non è un mito dello Zoroastrismo?

            Ora, alla faccia di Foxy, vado a leggermi il libro che ho comprato oggi..
            “Anticatechismo” di Karlheinz Deschner, di cui ai PontiFESSI consiglio anche la lettura di “Con Dio e con il Fuhrer”, tanto per ricordargli le loro origini.. 😛

          2. FSMosconiFSMosconi Autore articolo

            Ma perché l’Epopea di Gilgamesh? Saoshyant non è un mito dello Zoroastrismo?

            Sì, ma ho trovato alcune strane analogie, per esempio:
            Pensate che io sia venuto a portare la pace sulla Terra? No, vi dico, ma la divisione! D’ora innanzi, in una casa […] si divideranno […] il padre contro il figlio, la madre contro la figlia
            Luca 12

            I giovani uomini di Uruk erano angustiati nelle loro abitazioni: “Gilgamesh non permette che il figlio stia con suo padre” Essi dicevano “Giorno e notte il suo comportamento è oppressivo. […] Non permette alla fanciulla di stare con suo marito”
            Epopea di Gilgamesh, Tavola 1 55,9-60,3

            (E nel Zand-I Vohuman Yasht 2,30: http://www.avesta.org/pahlavi/vohuman.html)

            Oltreché, se non sbaglio nella versione Ittita, un oltretomba descritto con pene o premi a seconda del numero dei figli. Il tutto descritto nientepopodimeno che dal resuscitato Enkidu per mano di Nergal…. 😉

          3. Ryo Asuka

            Se non sbaglio i 10 comandamenti sono plagiati pari pari da un inno al dio della città di Eliopoli..

            C’è scritto su un libro di Odifreddi e confermato su un altro libro che ho letto di archeologia, ma ora non me lo ricordo, te lo scrivo domani, ora vado a leggermi “Anticatechismo”.. 😉

          4. FSMosconiFSMosconi Autore articolo

            A me risultava dal Libro dei Morti, mentre alcune regole della torah (tra cui la Legge del Taglione) dal Codice di Hammurabi. E il Cantico dei Cantici da un inno a Ishtar e Ba’al. 😉

          5. Ryo Asuka

            A proposito di Ishtar e Baal.. Baal’zebub, secondo una teoria, non sarebbe che il vecchio nome di Dio nel regno di Giuda, se non sbaglio..
            E Ishtar/Anat/Asherah non sarebbe altro che la moglie di El..

            Ma sto andando troppo off-topic, se ti va ne parliamo domani, così leggo di più a riguardo..
            Per ora..

            http://www.matrifocus.com/LAM04/spotlight.htm

            A domani, se ti va, ne riparliamo, ciao e grazie mille!!

          6. Ryo Asuka

            Sto leggendo anche un libro di Karen Armstrong, “Storia di Dio”.
            Ma quando ho letto che è una suora, ho avuto dubbi su quello che stavo facendo.. eppure il libro mi era stato consigliato da una mia cara amica atea..

            Qualcuno mi dice, sempre se sa di che parla, il libro prima che perda una settimana a leggere un libro di una suora?
            A questo punto tanto vale la pena rispolverare i libri di Amorth e di Fanzaga che ha mia mamma..

            Ce n’è uno simpaticissimo di Amorth che devo leggere, “Psichiatri ed esorcisti”.. XD

Rispondi