Il giradischi nuovamente inceppato.

La produzione odierna del beneamato sito Pontifesso ci conferma che la mente di Brunello funziona come un giradischi che riproduce un vinile rovinato: la testina continua a tornare sul solco già riprodotto e la musica che si diffonde diventa presto noiosa. Ovviamente il paragone con Brunello è limitato alla noia soporifera delle sue parole, visto che eSSo non pare essersi mai riprodotto (per fortuna della sua ex-moglie).

Ordunque quali sono i messaggi di oggi? Beh ovviamente il mantra è sempre lo stesso. Lamentarsi senza sosta. Lamentarsi senza fornire notizie o dati. Lamentarsi e piagniucolare come un bimbo a cui hanno rubato il lecca-lecca…

Liquidiamo la prossima festività di Cristo Re con un termine inglese: bullshit! Tutte balle. Basta chiedere ad un qualsiasi sacerdote per comprendere che la regalità di Cristo non ha nulla a che fare con la sfera temporale. Certo, per un qualsiasi fedele devoto al rito di Roma, questa è una verità tanto banale quanto autoevidente. Per Brunello invece la fedeltà si estrinseca attraverso i suoi “tuttavia” ed i suoi “ma”. Ci rallegriamo dell’ilarità che riescono a produrre i suoi distinguo e passiamo ad altro, perchè la regalità di Cristo nulla ha a che spartire con l’aspetto temporale della Chiesa. Con buona pace di Brunello che intervista i soliti noti cercando disperatamente di trovare sostegno alle sue teorie strampalate.

Nel corso della settimana, approfondiremo il tema di Cristo Re.

Non vediamo l’ora di farci grassissime e grossissime risate leggendo le Pontifesserie che ci attendono nei prossimi giorni. Nel frattempo ci divertiamo leggendo la solita dose di commenti a quanto pubblicato dal nostro sito.

Due parole: il solito superficiale mi accusa di aver modificato la Scrittura.

Qualche altro, pretende persino di dettare l’agenda di Pontifex e le interviste a Monsignor Babini, insultato, senza concreti argomenti, dal bellimbusto amante dei gay.

“Il solito superficiale” chi sarebbe? Brunello parli forse di FSMosconi? A dire il vero FSM ha mostrato e provato la tua distorsione del Magistero: http://pontilex.org/2011/11/la-citazione/ Brunello la tua risposta è totalmente inutile. Fino a quando non mostrerai l’errore di FSM, saranno le tue parole a testimoniare la tua superficialità e la tua inettitudine.

Circa la tua seconda frase: qui nessuno ha la pretesa di determinare l’agenda del tuo bel sito Pontifesso. Ci limitiamo a sorridere pensando che, per una misteriosa coincidenza, appena è stato nominato Babini è comparsa magicamente una sua fantaintervista. In fisica si potrebbe ipotizzare l’intervento del terzo principio della dinamica, quello detto anche di azione e reazione. Evidentemente è impossibile provare l’esistenza di un rapporto causa-effetto, anche se ci sono molti indizi in merito. E Sandro li ha brillantemente raccolti qui: http://pontilex.org/2011/11/le-anomalie-del-ritorno-di-monsignor-babini/.

Sono certo che sia Sandro che FSM sapranno replicare adeguatamente alle Pontifesserie di Brunello.

In un diverso “ediTToriale” il caro Foxy affronta il presunto degrado delle nostre città. Già perchè eSSo, conosce e frequenta tutte le città d’Italia e può parlare con cognizione di causa a nome di qualsiasi cittadino italiano. Rivolgendosi infatti a Napolitano (che per fortuna ha di meglio da fare che leggere certune castronerie) afferma:

venga a vedere come sono ridotte le nostre città dagli immigrati senza lavoro e senza occupazione. Autentici letamai.

Ha dimenticato, il Presidente, che tanti reati efferati vengono compiuti da gente senza arte e né parte, ospitata con facilità senza lavoro e costretta, per sopravvivere, a cedere alla delinquenza.

Abbiamo l’impressione di trovarci davanti ad una evidente stupidata. Qui Brunello l’ha fatta davvero fuori del vaso. Se eSSo è a conoscenza di situazioni di illegalità, per quale ragione si rende complice dei criminali e non denuncia i fatti di cui è a conoscenza? Oppure, in alternativa, se non è a conoscenza di fatti concreti, perchè generalizza senza avere prove documentali? Insomma ci pare il solito venticello della calunnia: non ci sono prove che il degrado dipenda dagli immigrati (regolari o irregolari, poco importa). Non ci sono prove che gli immigrati siano senza lavoro. Ma per Foxy la ragione del decadimento delle nostre città stà negli immigrati senza lavoro e senza occupazione. Le stesse identiche parole venivano usate a Torino e Milano (in generale, nel “profondo nord”) tra la fine della seconda guerra e l’inizio degli anni 70, facendo riferimento ai baresi, ai napoletani, ai meridionali indistintamente. Probabilmente Brunello, legato a doppio filo con il suo bel quartiere Murat, ormai in declino per la presenza di noti stalker ed imbrattatori di altrui citofoni, dimentica le scritte che comparivano “al nord” sui portoni delle case: “Non si affitta ai meridionali”.

Dobbiamo aggiungere altro? Si. Dobbiamo aggiungere che la xenofobia di Brunello lo porta a dimenticare il passato di molti italiani, emigrati all’estero non certo per lavorare (ne è dimostrazione la capillare diffusione della malavita italiana anche all’estero).

La xenofobia del caro Brunello lo porta dunque a commentare (in maniera come sempre critica e non costruttiva) le affermazioni del Presidente della Repubblica. Trovate  traccia dei fatti di cui parla Foxy al seguente link:

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE7AE0A220111115

Leggiamo dunque il parere di Brunello:

Il Presidente augura maggior agilità nel concedere la cittadinanza agli immigrati. Primo: non spetta a Lui fare proposte di legge, ma al Parlamento, al governo o ai cittadini. Secondo: lui vive nel Palazzo del Quirinale, con agi e reverenze.

Siamo imbarazzati dalla vastità delle idiozie che vengono racchiuse in una sola frase da Foxy. Innanzitutto il Presidente, con la sua esternazione, non ha certo proclamato o approvato leggi. Ha indicato alla politica ma prima ancora ai cittadini quella che secondo lui è una concreta esigenza. Possiamo essere d’accordo con lui. Possiamo non condividere il suo pensiero. Ma non possiamo certo arrivare a scrivere castronerie (davvero inspiegabili visto che provengono da un avvocato fallimentare, specializzato cioè nel curare i fallimenti altrui e non i propri) come quelle che leggiamo qui sopra. Il Presidente della Repubblica è a tutti gli effetti un cittadino oltre che un Parlamentare regolarmente eletto (anche se con una legge elettorale terribile ed antidemocratica). Pertanto ha tutto il diritto di proporre leggi, che poi verranno vagliate dal Parlamento. Non spetta certo a Brunello decidere se il Presidente della Repubblica può proporre nuove leggi!

Certo é che gli italiani di stranieri, specie islamici senza fissa dimora, hanno le tasche piene.

Secondo noi gli italiani hanno le tasche piene di Brunello e del suo sito Pontifesso. Ed a giudicare dai commenti che si leggono all’interno del sito Pontifesso (oltre che dai commenti che si leggono qui all’interno del nostro sito Pontilesso) ci pare di avere il sostegno delle statistiche. Dunque cosa facciamo? Chiudiamo il sito Pontifesso? Esiliamo Brunello in qualche antica colonia fascista? Magari in Libia?

Cambia l’argomento ma non cambia lo stile: il disco è sempre rotto e suona la stessa musica, ripetitivamente, ossessivamente.

In Italia, con il pretesto di una crisi finanziaria che in verità affligge il mondo intero, si pretende di realizzare con gentilezza, un colpo di Stato, scavalcando le direttive della maggioranza degli italiani, che alle ultime elezioni avevano indicato chiaramente la preferenza.

Brunello un avvocato non è costretto a conoscere TUTTE le leggi dello Stato ma prima di coprirti di ridicolo, almeno prova a leggere quello che noi abbiamo scritto. Ti propongo un riassunto della nostra Costituzione, un bigino che ti aiuti nello schivare figure di marmellata.

La Repubblica italiana è una Repubblica parlamentare. Questo significa che l’unico organo eletto dai cittadini è il Parlamento. Puoi consultare l’attuale Costituzione attraverso il sito ufficiale del nostro Governo (cioè del potere esecutivo che sovraintende al funzionamento della nostra democrazia):

http://www.governo.it/Governo/Costituzione/principi.html

Ti suggerisco di approfondire il contenuto di un paio di articoli. In particolare l’articolo 83 (Parte seconda, titolo II) che spiega come viene eletto il Presidente della Repubblica. Una volta compreso questo dettaglio, passa all’articolo 92 (Parte seconda, titolo III) che racconta succintamente chi nomina il Presidente del Consiglio. Noterai che questo potere è in mano ESCLUSIVAMENTE al Presidente della Repubblica. Non si menziona la legge elettorale, la maggioranza parlamentare o altre minchiate. Quindi, Brunello, smettila di dare fiato alle cazzate che Berluskaiser ed i suoi giornali diffondono. Il popolo non indica nessun governo. Il popolo elegge solo il Parlamento. Tutto il resto emana dal Parlamento e dal Presidente della Repubblica. Fin quando la costituzione sarà quella attuale, le tue lamentele sono destinate a supportare l’idea che tu non capisca assolutamente nulla di politica e di legge.

Affidiamo alla buona memoria del nostro sito (che non ha mai “perso” articoli a differenza di quello Pontifesso), le seguenti parole di Foxy:

Del resto, lo stesso Napolitano contribuì alla morte di Eluana, non firmando il decreto legge messo su dal Governo.

Veniamo alle critiche del sito cloaca maxima. Non sapendo che pesci pigliare, lanciano le solite accuse, ormai come un disco rotto.

Aspettiamo anche la replica, sin qui non pervenuta, dal lui o lei che ricorda il succo di frutta (albicocca, pera o pesca) e che, se il buon giorno si vede dal mattino, deve essere una racchia con i controfiocchi.

Innanzitutto ci preme un chiarimento: cosa ha fatto il governo per Eluana? Cosa ha “messo su”? Ma neppure nei miei più profondi e paurosi incubi mi sono sognato di usare espressioni tanto dialettali quanto orribili! D’altra parte sei un giornalista dilettante con licenza poetica. O patetica!

Trascuriamo le “solite accuse”: se non cambia il tuo comportamento e ripeti gli stessi errori noi siamo costretti ovviamente a ripetere le solite accuse. Dipende da te, non certo da noi 😀

E stai sereno che Pao ha in serbo sorprese per te, caro novello Adone di Murat. Ti preoccupi del suo aspetto ma non mostri il tuo aspetto: ti vergogni, vero? Sei talmente orrido e repellente da dover contrarre matrimonio in Messico, contravvenendo il detto tradizionale (con cui dovresti essere in sintonia, dunque): Moglie e buoi dei paesi tuoi. Già ma sei separato, quindi non è più neppure tua moglie. Forse volevi solo garantirle un facile lasciapassare per l’Italia? Un matrimonio di convenienza? Per coprire magari altri interessi? Per giustificare spostamenti di denaro tra il Messico e l’Italia? O solo per garantire ad una extracomunitaria (magari priva di lavoro) un permesso di soggiorno a Bari? Tante domande e mai una risposta da parte tua.

Curioso osservare poi che Scilipoti risponde indirettamente ad un nostro precedente commento: http://pontilex.org/2011/11/la-perla-del-giorno-6/comment-page-1/#comment-22025

Questo dimostra quanto sia davvero ridicolo Brunello quando viene poi ad affermare che noi non dettiamo la linea del sito Pontifesso… 😉

Di seguito le fonti del disgusto:

http://pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/9489-cristo-re-sovrano-di-verita

http://pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/opinioni/laici/9486-napolitano-venga-a-vedere-le-nostre-citta

http://pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/9484-no-al-governo-della-finanza-mandiamolo-a-casa

http://pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/politici/9481-scilipoti-mrn-fini-non-doveva-dimettersi-un-minuto-dopo-le-dimissioni-di-berlusconi

8 pensieri su “Il giradischi nuovamente inceppato.

  1. AgnosticoAgnostico

    Gentili signori e bellissime signore,
    sono un po’ deluso da qualche giorno. Il Volpe non mi diverte piu’ come prima. Ora credo che sia entrato nella fase “contro la massoneria” dopo essere uscito dalla fase “Crozza”. Ovviamente presto tirera’ fuori il Vendola che per lui e’ come un Jolly: va bene per tutto…..
    Pero’ son sicuro che con il tema di “Cristo Re” ci sara’ da divertirsi….
    Non ho capito a chi si riferisse parlando di racchia coi controfiocchi ma mi viene in mente una favola di Fedro…..quella della “Volpe” e dell’uva…..

    Con la consueta saccenteria il vostro agnostico

    Rispondi
    1. paopao

      Agnostico,idolo mio idolo, la Massoneria occupa i suoi pensieri in questi giorni perché deve trovare ua scusa per non incontrare Sandro…
      La sua strategia é “la Massoneria é talmente abominevole che io nemmeno la considero, quindi figuriamoci se accetto un appuntamento con un massone, sarebbe come andare ad incontrare Satana, no praevalebunt!”…
      Credo che ce la menará ancora per un po´fino a che si sará esaurito e sará sicuro di non passare per coniglio di fronte ai suoi crociati (i suoi altri 6 avatars per intenderci!), rassegnamoci!
      Io sono offesissima od offesissimo: oggi niente succhi di frutta e mi ha confermato che sono orribile come la fame.. é la prima volta che mi da´ragione, vabbeh, accontentiamoci. 😀

      Rispondi
  2. adminadmin Autore articolo

    Brunello torna ancora sull’argomento (il nuovo governo Monti) per tenere fede alla vocazione “apologetica” del suo blog.
    E torna con luoghi comuni imbarazzanti. No, non facciamo riferimento al titolo (abbiamo letto sconcezze molto peggiori sul sito Pontifesso). Infatti Brunello si scusa per il seguente titolo:

    GOVERNO: DALLA “GNOCCA” ALLA “PASSERA”

    All’interno della sua prodezza torna nuovamente a ripetere, come un malato di mente che ripete ossessivamente gli stessi gesti, che il governo Monti non ha la “legittimazione popolare”. Si cercano volontari per una missione suicida: far leggere a Brunello la nostra Costituzione. Servono volontari per inculcare in quella testa dura (altro che i pervicaci ebrei) il semplice concetto che nel nostro ordinamento giuridico non è prevista alcuna “legittimazione” diretta da parte del popolo. L’unica legittimazione di cui ha bisogno Monti è il voto di fiducia, momento durante il quale il Parlamento (questo si, eletto dal popolo) legittimerà -anche per conto del popolo- il nuovo governo.

    Quindi Foxy si deve rassegnare. La sua retorica è indegna pure del peggior Capezzone.

    Foxy vuole la legittimazione popolare del governo? Questa verrà espressa dal Parlamento. Quindi faccia silenzio sull’argomento visto che ogni volta che parla, rimedia una pessima figura.
    Foxy vuole screditare il governo Monti? Convinca qualche suo amico parlamentare a non votare la fiducia al nuovo governo. Scilipotiens più, Scilipotiens meno, non cambia molto! 😉

    http://pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/9498-governo-dalla-qgnoccaq-alla-qpasseraq

    Rispondi

Rispondi a pao Annulla risposta