Diamo a Petrus quel che è di Petrus.

Oggi parliamo di Petrus.

No, non dell’amico sacerdote che commenta i nostri articoli o del suo blog (http://petruspaulusque.wordpress.com/)

Parliamo di Petrus inteso come il seme da cui scaturisce l’esperienza (speriamo estinta e conclusa) del sito Pontifesso. Parliamo di Gianluca Barile, della sua idea, nel 2005, di aprire “il primo giornale mai dedicato ad un Pontefice in Rete”. Parliamo di Barile perchè ci piace dare a Petrus quel che è di Petrus. Ed in questo caso vedrete che dobbiamo molto a Barile.

Tutto scaturisce dunque dalla passione di Gianluca per BXVI. Ma il Barile, nel tempo, ha sviluppato anche altri interessi. Leggiamo sempre dalla sua autobiografia: “Negli anni, Barile ha approfondito i suoi interessi per la Teologia, la Mariologia e la Demonologia” (potete leggere i dettagli qui: http://www.tuespetrus.it.nyud.net/?page_id=32). Ma questa Demonologia non suona curiosamente nota? Non è forse il Maldestro un “affermato” ed “afferrato” Demonologo (già, sempre con la maiuscola, altrimenti si risente e ci querela per diffamazione)?

Secondo voi da cosa deriva questa passione del Barile? Indovina indovinello, la risposta si annida nel codice fiscale dello stesso. Già perchè il Barile è originario della provincia di Salerno. Ricorda nulla questa provincia? Già, proprio dove opera il Prete di Campagna. Si, proprio il nostro caro Strazy. Ovviamente la nostra teoria rimarrebbe, appunto, una teoria senza prove che sostengano il rapporto tra Strazy e Barile. Altrettanto ovviamente siamo in grado di sostenere che i rapporti tra i due ci sono, eccome. Ad esempio lo stesso Barile ci racconta, attraverso il suo precedente sito, dei loro rapporti:

Accanto al Cardinale siede un medico che è Malinconico di cognome ma non di fatto e che rallegra tutta la serata con le sue inconfondibili barzellette napoletane; di fronte, Padre Vassallo, il nostro preziosissimo collaboratore, Don Marcello Stanzione, ed io in rappresentanza di ‘Petrus’.

http://www.papanews.it.nyud.net/dettaglio_approfondimenti.asp?IdNews=6515

Le testimonianze della loro vicinanza sono ovviamente molteplici. Vi offriamo qualche altro esempio. Ad esempio questo resoconto giornalistico relativo al “premio cultura Petrus”…

Si è svolto ieri, lunedì 9 giugno 2008, il premio cultura “Petrus” presso la parrocchia di Santa Maria La Nova di Campagna. Il premio prende il nome da un quotidiano ecclesiastico on line “Petrus” diretto dal direttore Gianluca Barile e dal vicedirettore don Marcello Stanzione, parroco della parrocchia di Santa Maria la Nova.

http://www.informazione.it/c/F10B0D22-79B9-4D5D-9E25-1D6574413BA8/Grande-successo-per-la-prima-edizione-del-premio-cultura-Petrus

Testimonianze arrivano da Strazione stesso che sul suo sito dei militari autoproclamati di San Michele riporta articoli scritti evidentemente quando collaborava (essendone addirittura vice-direttore, secondo quanto abbiamo letto poco sopra) con il Barile.

“Ma don Marcello Stanzione chi è? Soltanto Petrus-Bonekamp poteva assumerlo come tuttologo e ci hanno messo dentro pure quel mite di Frisina”

http://www.miliziadisanmichelearcangelo.org.nyud.net/content/view/909/135/lang,it/

http://www.papanews.it.nyud.net/dettaglio_approfondimenti.asp?IdNews=7491

In questo caso il virgolettato è dovuto al fatto che la frase riportata proviene dal blog di Accattoli e Stanzione si limita a riportarla per scaturire da essa un lungo pippone sui neocatecumenali. Neocatecumenali che meritano qualche parola, dato che in passato Strazy ha avuto contatti diretti con loro. E ricorda questa esperienza attraverso queste sue parole:

Premetto che non sono un teologo di professione ma un normale parroco di Campagna, per cui mi rifaccio alla mia esperienza con il Cammino Neocatecumenale durata diversi anni per spiegare perché decisi di chiudere con tale gruppo.

http://www.papanews.it.nyud.net/dettaglio_approfondimenti.asp?IdNews=7097

Da novello sacerdote e parroco 20 anni fa in buona fede feci il mio più grande errore pastorale accolsi il Cammino  neocatecumenale nella mia parrocchia ma dopo pochi anni fu inevitabile venire ai ferri corti con loro e se ne dovettero andare via… Questo avveniva, grazie a Dio,  nel lontano 1995 – 1996, dico “grazie a Dio” perché se fosse accaduto oggi magari avrei fatto la fine dei vescovi giapponesi e me li dovevo tenere a forza a comandare loro a casa mia!!!

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/opinioni/consacrati/6448-la-potente-lobby-del-cammino-neocatecumenale-e-in-realta-un-esercito-di-pulcinella

http://forum.escogitur.com/index.php?topic=58332.0

Stanzione è stato ordinato sacerdote nel 1990. L’articolo risale all’inizio di quest’anno. Quindi si spiega l’affermazione “20 anni fa”. Meno comprensibile la collocazione dei suoi scontri con i neocatecumenali al 1995… Siamo forse già nel 2015?

Se qualcuno avesse dubbi circa l’anno di ordinazione di Strazione, ci pensa lui stesso a fugare ogni dubbio.

Sono nato nel 1963, sono entrato in seminario nel 1983 e sono stato ordinato sacerdote nel 1990.

http://www.papanews.it.nyud.net/news.asp?IdNews=6560

Dunque riassumendo, il buon Barile ha creato il suo Petrus (il buon vecchio Papanews) ed ha trascinato in questa sua avventura anche Strazy e Brunello. Poi ad un certo punto il caro Foxy (ed anche Strazy, immaginiamo) sono entrati in rotta di collisione con Barile. La ragione di questo scontro ortogonale? Barile non era d’accordo con l’idea di introdurre banner pubblicitari all’interno del suo sito. Cosa che coerentemente porta avanti (così come noi, d’altra parte). Provate ora ad indovinare chi ha avuto l’idea dei banner pubblicitari… 😆

Dopo questa piccola precisazione ripensate (ridendo fino a cadere dalla sedia) alle accuse mosse da Carletto nei nostri confronti: Pontilex è indegno perchè è un “blog specchio” (termine inventato dal Maldestro) formato dai bannati del sito Pontifesso (http://pontilex.org/2011/05/4-passi-da-gambero-rosso/comment-page-1/#comment-10881).

A parte essere falsa, l’affermazione è terribilmente ridicola visto che proviene da coloro i quali sono stati cacciati da Petrus (almeno secondo le parole di Barile, che potete leggere qui: http://pontilex.org/2010/09/volpe-nel-mirino/ e qui tra i commenti http://mazzetta.splinder.com/post/23228302/contro-pontifex-e-complotto-globale). Altra curiosità che emerge dai commenti lasciati da Barile: parlando di Strazy cita un “prete di Campagna”… Parla in questo modo del suo vicedirettore? La frattura deve essere stata profonda e violenta. Forse proprio questa frattura ha costretto Strazy a dotarsi di un nuovo demonologo di fiducia. Ed il prescelto è stato il Geniale Webmaster Pontifesso. Non sono noti rapporti tra il Barile ed il Maldestro.

Ci rimane un piccolo dubbio: il Barile dichiara di aver subito un attacco ischemico. Noi non discutiamo dell’accaduto. Ma troviamo curioso che dopo il clamore generato dalla denuncia di violenze subite dal Barile durante i primi soccorsi ricevuti (arrivata fin sui giornali oltre che in parlamento: http://www.storace.it/2008/02/01/interrogazione-di-storace-sul-ricovero-di-gianluca-barile/) non ci siano notizie sulle sorti di Enrico Dini, il medico perfido citato anche da Storace nella sua interrogazione parlamentare. Ci piacerebbe conoscere il parere del caro Barile in merito. Magari supportandola con prove documentali.

4 pensieri su “Diamo a Petrus quel che è di Petrus.

  1. adminadmin Autore articolo

    Ad imperitura memoria, Petrus immortala un Brunello in versione mariana che intervista Bocelli. In questo caso Brunello concede all’intervistato la libertà di affermare: Io credo nelle apparizioni di Medjugorie. La mia idea si basa sulla Sacra Scrittura: dove sono riunite nel nome di Dio due o più persone, lì è Cristo. Basterebbero questo e il numero impressionante di conversioni che si registra in quel paesino per credere in Medjugorie.

    http://www.papanews.it.nyud.net/dettaglio_interviste.asp?IdNews=4557

    Sappiamo bene cosa pensano gli amici Pontifessi di Medjugorie in tempi recenti… 😆

    Rispondi
  2. adminadmin Autore articolo

    Abbiamo scritto alla redazione di Petrus (anche se ora ha cambiato nome) il seguente messaggio. Senza avere risposta. Sicuramente non hanno letto il nostro educato messaggio. 😉

    Carissima redazione del sito Petrus, apprendiamo dalla stampa che a Bari è stato arrestato un tale B.V. avvocato di 49 anni, residente nel quartiere Murat. L’accusa formulata contro B.V. (arrestato in flagranza di reato) è di stalking. Pare che B.V. abbia perseguitato una giovane 26enne arrivando a lasciare scritte ingiuriose sul muro della casa della vittima. L’arresto risale al 30 di luglio. Dalla stessa data non si hanno più notizie di Bruno Volpe. Non risponde al cellulare. Non risponde al telefono di casa. Non risponde alle mail. Non scrive più su Pontifex. Bruno Volpe ha 49 anni, è avvocato (visto che è giornalista pubblicista, quindi non professionista), abita nel quartiere Murat ed in passato ha dedicato molti articoli ad una biologa di 26 anni.
    Se a questo aggiungiamo il fatto che il nome di Bruno è scomparso dal sito Pontifex, comprendete bene quanto la nostra preoccupazione sia ovvia ed evidente.

    Avete notizie di Bruno? Potete chiarirci le sue sorti?

    Maggiori dettagli sull’arresto di B.V. e sulla scomparsa di Bruno Volpe.

    http://pontilex.org/2011/08/ci-uniamo-al-coro-brunello-dove-sei/
    http://pontilex.org/2011/08/bruno-volpe-le-informazioni-latitano/
    http://mazzetta.splinder.com/post/25387842/il-direttore-di-pontifex-arrestato-per-stalking

    Rispondi
      1. adminadmin Autore articolo

        IDEA! Scriviamo a “Chi l’ha visto?”… Scateniamo la Sciarelli a Bari per cercare il nostro caro Brunello… Chissà, magari poi scoprono che è davvero in Messico! Con le nuvole! 🙂

        Rispondi

Rispondi