Cosa dice il Corano (davvero) degli infedeli? (UPDATED: In risposta all’ipocrisia di Pontifex.Roma)

ATTENZIONE: Il presente articolo nasce nel 2011 in risposta ad un brano pubblicato dall’ormai defunto sito Pontifesso. Nel frattempo il tempo ha fatto il suo corso ed ha dissolto Pontifex.Roma. Risulta quindi difficile, ad anni di distanza, comprendere il significato dell’articolo ad un lettore occasionale. Aggiorniamo l’articolo modificandone leggermente il titolo ed inserendo un “cappello” introduttivo opera della stessa autrice del brano.

Ragazzi!!! Mi sembra che qui si sia persa la trebisonda!!!! Sarà il caso di fermarsi un attimo e tirare qualche somma di quel che succede.

Anni fa ho scritto un articolo in risposta a una mistificazione pontifessa in chiave estremista del Corano, libro per me, al pari della Bibbia, di un immenso valore storico-sociale e privo di qualsiasi verità religiosa-spirituale. Ho così riproposto le traduzioni il più possibili corrette (con fonti e citazioni) in modo da mostrare la malafede pontifessa. Non ho mai dato giudizi sul testo, sull’Islam o sul modus operandi dei suoi seguaci.

Anni dopo dei folli, inneggianti a una loro interpretazione violenta del Corano, hanno ucciso i giornalisti di un settimanale satirico a Parigi, cuore dell ‘Occidente, macchiatisi di “blasfemia” contro il profeta.

Il mio articolo quindi viene rispolverato dalle nebbie del passato e torna in primo piano grazie a estremisti difensori della cultura giudaico-cristiana occidentalistica che non lo leggono (altrimenti avrebbero compreso il contesto in cui era stato scritto), ma si sentono in diritto di sparare insulti pregiudizievoli verso me, il blog, gli altri utenti, l’Islam, gli stranieri e via dicendo.

Questo scatena un botta-e-risposta molto poco educato da entrambe le parti, che sfocia in dichiarazioni hitleriane di alcuni contro gli stranieri, in insulti personali, ilazioni varie ed eventuali, e post erotici del tutto fuori luogo.

In tutto questo espongo il mio pensiero su Islam & co:
ritengo OGNI religione pericolosa, tutte allo stesso modo. Come atea, non do ragione a nessuna: dicono tutte idiozie in nome delle quali cercano di controllare, se non distruggere, qualsiasi altra credenza, idealogia e libertà.

Cosa differenza, per esempio, l’Islam dal Cristianesimo?
La storia. L’Islam è più recente: Maometto visse a cavallo del 600 d.C.
Mi viene spontaneo chiedere: cosa faceva il cristianesimo nel 1400?! Più o meno lo stesso che fa oggi l’Islam (massacri, guerre ecc…), solo che i mezzi erano diversi… non c’erano bombe, mitra e mezzi di informazione che mostrassero al mondo le efferatezze. Non era meno violento: lo si sapeva meno.

Ma mettiamo le cose in chiaro: sono solo una minoranza i violenti e i maniaci. Nel mondo esistono più di un miliardo di musulmani, ma noi siamo ancora qui. Vuol dire che questo miliardo di individui non ha imbracciato le armi, non ha imbottito di esplosivo delle auto, ma è rimasto a casa, a lavorare, amare la propria famiglia e a cercare di lottare contro l’odio dilagante, da entrambe le parti.
E parlo con cognizione di causa: ho lavorato per anni in paesi islamici.

Non ho quindi intenzione di dar retta ai pochi folli xenofobi che bazzicano qui in questi giorni: sono un NULLA rispetto al resto del mondo e diventeranno NULLA tra pochi anni, retaggi di un passato un po’ imbarazzante di cui parleremo al bar.

Vorrei che smetteste un po’ tutti di dar loro retta: non sono dialoghi costruttivi o interessanti, ma danno una brutta immagine del nostro blog.

Ho letto l’articolo di Pontifex sui passi del Corano e, per pura sfiducia nella buona fede pontifessa, sono andata a prendere il mio Corano (edizione M&M, 2005, in italiano) e ho dato una controllata.

Diciamo innanzi tutto che il “mio” Corano non usa i termini riportati da Pontifex. Ho così controllato on-line da dove abbiano preso le citazioni delle Sura e le ho viste solo in siti anti-islamici… ho controllato allora il sito www.corano.it e ho trovato i versetti che compaiono anche nel mio libro… insomma, in soldoni: pare che la fonte usata dai pontifessi per il proprio articolo abbia modificato VOLUTAMENTE alcune parole per dar loro un significato molto più minaccioso e dispregiativo di quello che è in realtà. Ne hanno anche tagliati interi pezzi, stravolgendone il significato originario.

In ROSSO le citazioni pontifesse (o le interpretazioni pontifesse di passi), in BLU quelle dal sito ufficiale del Corano in Italia, in VERDE le parole modificate.

-“O voi che credete! Non abbiate amici tra gli Ebrei ed i Cristiani [Sura 5,51]”

L’originale: “O voi che credete, non sceglietevi per alleati i giudei e i nazareni, essi sono alleati gli uni degli altri. E chi li sceglie come alleati è uno di loro. In verità Allah non guida un popolo di ingiusti.”

-I musulmani sono incoraggiati ad occuparsi totalmente nel combattimento per la gloria di Allah [Sura 22:73]

Il passo citato: “O uomini, vi è proposta una metafora, ascoltatela: “Coloro che invocate all’infuori di Allah non potrebbero creare neppure una mosca, neanche se si unissero a tal fine; e se la mosca li depredasse di qualcosa, non avrebbero modo di riprendersela. Quanta debolezza in colui che sollecita e in colui che viene sollecitato!”.” Dove inneggi al totale immpegno nella guerra lo sa solo chi ha scritto l’articolo…

Allah darà “una più grande ricompensa a coloro che combatteranno per lui” [Sura 4:96]

Il passo originale, integrato col versetto 95 per capirne il significato: Non sono eguali i credenti che rimangono nelle loro case (eccetto coloro che sono malati) e coloro che lottano, con la loro vita e i loro beni, per la causa di Allah. A questi Allah ha dato eccellenza su coloro che rimangono nelle loro case e una ricompensa immensa: gradi [di eccellenza che provengono] da Lui, perdono e misericordia, poiché Allah è perdonatore, misericordioso.

-Circa gli infedeli (coloro che non si sottomettono all’Islam), costoro sono “gli inveterati nemici” dei musulmani [Sura 4:101].

“Quando siete in viaggio, non ci sarà colpa se abbrevierete l’orazione, se temete che i miscredenti vi attacchino; i miscredenti sono per voi un nemico manifesto.”

-I musulmani devono “arrestarli, assediarli e preparare imboscate in ogni dove” [Sura 9:95]

“Quando ritornerete vi scongiureranno, [in nome di Allah], di lasciarli stare. Allontanatevi da loro, sono sozzura e il loro rifugio sarà l’Inferno, compenso per quello che hanno fatto.” Credo che nella citazione pontifessa (Sura 9:95) sia stato commesso proprio un errore di citazione, perchè, come ho riportato, il passo del Corano in realtà parla di tutt’altro.

– I musulmani devono anche “ circondarli e metterli a morte ovunque li troviate, uccideteli ogni dove li troviate, cercate i nemici dell’Islam senza sosta” [Sura 4:90].

Integro col versetto 89 per capire il contesto: Vorrebbero che foste miscredenti come lo sono loro e allora sareste tutti uguali. Non sceglietevi amici tra loro, finché non emigrano per la causa di Allah. Ma se vi volgono le spalle, allora afferrateli e uccideteli ovunque li troviate. (Il 90 in realtà è questo che segue: hanno sbagliato a citare di nuovo) Non sceglietevi tra loro né amici, né alleati, eccetto coloro che si rifugiano presso gente con la quale avete stabilito un accordo, o che vengono da voi con l’angoscia di dovervi combattere o combattere la loro gente. Se Allah avesse voluto, avrebbe dato loro potere su di voi e vi avrebbero combattuti. Pertanto, se rimangono neutrali, non vi combattono e vi offrono la pace, ebbene, Allah non vi concede nulla contro di loro.”

-“Combatteteli finché l’Islam non regni sovrano” [Sura 2:193].

“Combatteteli finché non ci sia più persecuzione e il culto sia [reso solo] ad Allah. Se desistono, non ci sia ostilità, a parte contro coloro che prevaricano.”

-“tagliate loro le mani e la punta delle loro dita” [Sura 8:12]

“E quando il tuo Signore ispirò agli angeli: “Invero sono con voi: rafforzate coloro che credono. Getterò il terrore nei cuori dei miscredenti: colpiteli tra capo e collo, colpiteli su tutte le falangi! “

-Se un musulmano non si unisce alla guerra, Allah lo ucciderà [Sura 9:93].

“Saranno biasimati solo coloro che ti chiedono dispensa nonostante non manchino di nulla: preferiscono rimanere indietro. Allah ha sigillato i loro cuori ed essi non sanno.” (Personalmente trovo un rimprovero molto meno grave di un omicidio…)

– Un musulmano deve “combattere per la causa di Allah con la devozione a Lui dovuta” [Sura 22:78]

“Lottate per Allah come Egli ha diritto [che si lotti]. Egli vi ha scelti e non ha posto nulla di gravoso nella religione, quella del vostro padre Abramo che vi ha chiamati “musulmani”. Già allora e qui ancora, sì che il Messaggero testimoni nei vostri confronti e voi testimoniate nei confronti delle genti. Assolvete all’orazione e versate la decima e aggrappatevi ad Allah: Egli è il vostro patrono. Qual miglior patrono, qual miglior alleato!”

 I musulmani devono essere “brutali con gli infedeli” [Sura 48:29]

“Muhammad è il Messaggero di Allah e quanti sono con lui sono duri con i miscredenti e compassionevoli fra loro. Li vedrai inchinarsi e prosternarsi, bramando la grazia di Allah e il Suo compiacimento. Il loro segno è, sui loro volti, la traccia della prosternazione: ecco l’immagine che ne dà di loro la Torâh. L’immagine che invece ne dà il Vangelo è quella di un seme che fa uscire il suo germoglio, poi lo rafforza e lo ingrossa, ed esso si erge sul suo stelo nell’ammirazione dei seminatori. Tramite loro Allah fa corrucciare i miscredenti. Allah promette perdono e immensa ricompensa a coloro che credono e compiono il bene. “

-Un musulmano deve “gioire delle cose buone” che ha guadagnato con il combattimento [Sura 8:69]

Mangiate quanto vi è di lecito e puro per voi nel bottino che vi è toccato e temete Allah, Egli è perdonatore misericordioso.”

– Un musulmano può uccidere ogni persona che desidera se è per “giusta causa” [Sura 6:152]

“Non avvicinatevi, se non per il meglio, ai beni dell’orfano, finché non abbia raggiunto la maggior età, e riempite la misura e date il peso con giustizia. Non imponiamo a nessuno oltre le sue possibilità. Quando parlate siate giusti, anche se è coinvolto un parente. Obbedite al patto con Allah. Ecco cosa vi ordina. Forse ve ne ricorderete.”

Allah ama coloro che “combattono per la Sua causa” [Sura 6:13]

“A Lui [appartiene] quello che dimora nella notte e nel giorno.” (Bho…)

Chiunque combatta contro Allah o rinunci all’Islam per abbracciare un’altra religione deve essere “messo a morte o crocifisso o mani e piedi siano amputati da parti opposte” [Sura 5:34]

Integro col versesso 33: La ricompensa di coloro che fanno la guerra ad Allah e al Suo Messaggero e che seminano la corruzione sulla terra è che siano uccisi o crocifissi, che siano loro tagliate la mano e la gamba da lati opposti o che siano esiliati sulla terra: ecco l’ignominia che li toccherà in questa vita; nell’altra vita avranno castigo immenso, eccetto quelli che si pentono prima di cadere nelle vostre mani. Sappiate, Allah è perdonatore, misericordioso.”

– “Chiunque abiuri la sua religione islamica, uccidetelo”. [Sahih Al-Bukhari 9:57]

“Se trovassero un rifugio, o caverne, o un sotterraneo, vi si precipiterebbero a briglia sciolta.” (Sahih Al-Bukhari NON è il CORANO, ma una raccolta di secoli successivi di “detti del Profeta”, tra l’altro considerati NON autentici da molti imam e dotti musulmani)

-“Assassinate gli idolatri ogni dove li troviate, prendeteli prigionieri e assediateli e attendeteli in ogni imboscata” [Sura 9:5]

Integro con i versetti 3 e 4: “Ecco, da parte di Allah e del Suo Messaggero, un proclama alle genti nel giorno del Pellegrinaggio*: “Allah e il Suo Messaggero disconoscono i politeisti. Se vi pentite, sarà meglio per voi; se invece volgerete le spalle, sappiate che non potrete ridurre Allah all’impotenza. Annuncia, a coloro che non credono, un doloroso castigo. Fanno eccezione quei politeisti con i quali concludeste un patto, che non lo violarono in nulla e non aiutarono nessuno contro di voi: rispettate il patto fino alla sua scadenza. Allah ama coloro che [Lo] temono. Quando poi siano trascorsi i mesi sacri, uccidete questi associatori ovunque li incontriate, catturateli, assediateli e tendete loro agguati. Se poi si pentono, eseguono l’orazione e pagano la decima, lasciateli andare per la loro strada. Allah è perdonatore, misericordioso”

-“Prendetelo (l’infedele n.d.t.) ed incatenatelo ed esponetelo al fuoco dell’inferno” [Sura 69:30]

Il Sura 69 mostra la visione di Maometto dell’Apocalisse e della Fine del mondo… non ha un’applicazione “pratica e quotidiana”, in quanto “Prendetelo ed incatenatelo” è detto da Allah ai suoi Angeli; il “lo” si riferisce a chiunque non abbia creduto o abbia commesso crimini (infedele o fedele che fosse).

– “Instillerò il terrore nel cuore dei non credenti, colpite sopra il loro collo e tagliate loro la punta di tutte le dita” [Sura 8:12]

 “E quando il tuo Signore ispirò agli angeli: “Invero sono con voi: rafforzate coloro che credono. Getterò il terrore nei cuori dei miscredenti: colpiteli tra capo e collo, colpiteli su tutte le falangi!”

-Essi (gli infedeli ndr) devono essere uccisi o crocefissi e le loro mani ed i loro piedi tagliati dalla parte opposta [Sura 5:33]

Questo è già stato citato col versetto 34 poco più su: raddoppiano anche le citazioni per far finta che i passi “violenti” siano più di quelli che sono in realtà!!!

Insomma: non che il Corano, come la Bibbia, del resto, sia un libro tutto rose e fiori, ma da qui a farne un libro che gronda sangue in ogni riga ne passa.

Vorrei concludere con una citazione, ignorata dai Pontifessi e amici vari, tratta dal Corano, sura II, versetto 62:

“In verità, coloro che credono, siano essi giudei, nazareni o sabei, tutti coloro che credono in Allah e nell’Ultimo Giorno e compiono il bene riceveranno il compenso presso il loro Signore. Non avranno nulla da temere e non saranno afflitti”.

525 pensieri su “Cosa dice il Corano (davvero) degli infedeli? (UPDATED: In risposta all’ipocrisia di Pontifex.Roma)

  1. Nino

    Qui vi state scannando in difesa della religione Mussulmana contro i razzisti?
    Ma di che razzismo parliamo? La verità vera è che noi italiani abbiamo le balle piene di tutta questa gente che viene in Italia con non si sa quali pretese, parla male del nostro Paese, ci fotte le case, non lavora o inquina il mercato del lavoro accettando quattro soldi di paga senza tutele legali, si rende colpevole dei più efferati misfatti, occupa le case destinate agli italiani che ne avrebbero pieno diritto, ci rende la vita difficile sui bus, tram, metropolitane, marciapiedi e fin dentro casa nostra. Scanna agnelli e polli, vacche e ogni quadrupede e bipede commestibile, strafottendosene delle direttive europee sulle tecniche dolci consentite per la macellazione. Se di morte dolce si può parlare. Tratta le donne come se fossero delle pezze imbottite di carne da ingravidare e allevare per le faccende di casa e l’immagine pubblica della famiglia. Le lacera nella loro dignità, privandole bestialmente della clitoride e di gran parte dell’apparato urogenitale. Ci costringe a camminare armati di spray antiaggressione o coltelli ed affini, pronti a difenderci anche nelle ore centrali della giornata.
    Che si tratti di immigrati arrivati coi barconi, coi TIR, coi container, in aereo, nave, treno, auto, pullman, a piedi.
    Che siano presunti correligionari, islamici, buddisti, atei o agnostici.
    Che siano uomini, donne, trans, giovani, vecchi, bambini.
    Che facciano finta di elemosinare, storpi per gioco e ciechi con undici decimi di vista.
    Che ci devastino le passeggiate con scippi, aggressioni, rapine.
    Che si presentino, puntuali, alla Caritas e similari, per mangiare, rifocillarsi, a danno dei nostri connazionali, più timidi e meno informati.
    Che…. e che….
    Insomma: siamo stanchi di non poterci sentire PADRONI DI CASA IN CASA NOSTRA. Stanchi, di vederceli passare davanti in qualsiasi graduatoria. Stanchi di vedere i loro figli studiare gratis, mentre i nostri pagano il doppio, se non di più. Stanchi di sentirli urlare e minacciare alla posta, all’Asl, in banca, al mercato.
    Stanchi della loro maleducazione, arroganza, strafottenza.
    Stanchi di sentirci offendere ITALIANI RAZZISTI,ITALIANI DI MERDA, BASTARDI ITALIANI. Basta!
    Basta con i continui arrivi e le rinviate partenze.
    Basta con le carceri piene di stranieri.
    Basta con le nostre città diventate un dedalo di ghetti multirazziali.
    Basta coi negozi stranieri pieni di merda cancerogena, che avvelenano il mercato italiano.
    Finiamola anche con le mignotte di mille colori e sapori, manco fossero gelati da leccare.
    L’Italia non ha doveri nei confronti di nessuno: non siamo mai stati dei colonialisti, se non per puro caso e per così breve tempo che non se ne ricordano nemmeno le canne dei fucili che hanno sparato. L’Italia è un Paese di gente bislacca, sì, ma educata e gentile. E se oggi sembriamo insofferenti è perché non ce la facciamo proprio più.
    Stiamo diventando poveri anche per colpa dei soldi che destiniamo agli invasori senza rispetto: ne avessero, almeno, coscienza. Giammai! Sembra che non vogliano proprio capirlo. Per loro siamo solo una sorta di vespasiano rotto. Un popolo occidentale, forse il più occidentale fra gli occidentali, ricco e da sfruttare fino al suo ultimo respiro…
    Fin quando non si saranno fottuti l’intero stivale, lo avranno trasformato in una zoccoletta da mare senza mare.
    Fin quando non ci avranno privato della nostra gioia di vivere e del nostro storico orgoglio da Italiani . Se mai ci riusciranno.
    Uno sfogo, fra me e me…

    Rispondi
    1. adminadmin

      No, uno sfogo su un blog. Altro che “tra me e me”. Uno sfogo pubblico. Uno peto della tua pancia.
      Il cut&paste di un tuo post che hai pubblicato altre volte su altri siti. Ad esempio su Il Giornale.

      Il delirio di un poveraccio, frustrato e carico di rancore. Un inetto abituato solo a lagnarsi e piangersi addosso.

      Rispondi
    2. Caffe

      Nino, complimenti per l’indottrinamento; ci vai spesso a Pontida? Ti cito: “non siamo mai stati dei colonialisti, se non per puro caso e per così breve tempo che non se ne ricordano nemmeno le canne dei fucili che hanno sparato.”; rispondo io, i fucili forse spararono relativamente poco, ma l’aviazione italiana si diede parecchio da fare, per esempio, a bombardare nel 35′ l’Etiopia, usando pure gas come l’iprite, provocando migliaia di morti tra i nativi, nella nostra aggressione a fini coloniali condotta da Badoglio e Graziani, per conto di Mussolini a quel paese, come noto, non furono certo i perfidi inglesi…
      Citando Graziani, prete mancato poi altissimo grado militare e gerarca dell’epoca mussoliniana: “La rappresaglia deve essere effettuata senza misericordia su tutti i paesi del Lasta… Bisogna distruggere i paesi stessi perché le genti si convincano della ineluttabile necessità di abbandonare questi capi… lo scopo si può raggiungere con l’impiego di tutti i mezzi di distruzione dell’aviazione per giornate e giornate di seguito essenzialmente adoperando gas asfissianti.” in Del Boca I gas di Mussolini pag. 60.
      Nino: di nefandezze ed atrocità, sul piano coloniale, ne hanno commesse anche altri Paesi come Francia ed Inghilterra, ma solo tu, continui a pensare “italiani brava gente”; quando è stato il caso, la nostra ferocia non ha mai avuto niente da invidiare alla ferocia altrui.
      http://www.criminidiguerra.it/bombardagas.shtml

      Rispondi
      1. GIOVANNI

        Che L’occidente non sia immune da colpe ,è scontato.Che la civiltà occidentale abbia prodotto
        la maggior ricchezza per il numero più grande di popolazione nel maggior grado di libertà individuali ( rispetto agli altri sistemi storicamente sperimentati ) è altrettanto palese per chI abbia un minimo di cultura storica . Dopo la 1° guerra mondiale le condizioni poste alla Germania sconfitta furono così drastiche e inique che notoriamente costituirono una valida motivazione allo spirito di rivincita della Germania stessa .MA FORSE PER QUESTO MOTIVO BISOGNAVA NON IMPEDIRE CHE LE ARMATE DI HITLER CONQUISTASSERO TUTTA L’EUROPA ?
        LA POLITICA DI ” PACE AD OGNI COSTO ” DEI VARI GOVERNI FRANCESE E INGLESE INCORAGGIARONO GLI APPETITI DI HITLER CHE AVREBBE POTUTO ESSERE FERMATO MOLTO PRIMA E NON A PREZZO DI UNA GUERRA TERRIBILE E DALL’ESITO NON SCONTATO.
        NOI STIAMO FACENDO LO STESSO ERRORE CON IL NEO-NAZISMO ISLAMICO,GRAZIE ANCHE ALLA COMPLICITA’ DI NEO-BUONISTI E VETERO-COGLIONI DI CASA NOSTRA. INVECE DI BATTERCI IL PETTO COSTANTEMENTE SUI NOSTRI ERRORI STORICI ,DOBBIAMO CAPIRE CHE
        UNA PARTE DELL’ISLAM CI HA DICHIARATI GUERRA E CHE LE DEBOLEZZE NEI CONFRONTI DI QUESTI NEO-NAZISTI AUMENTERA’ IL LORO PRESTIGIO E LA LORO CAPACITA’ DI ATTRAZIONE.

        Rispondi
        1. FSMosconiFSMosconi

          Prestigio? Siriani, Iracheni, Curdi, Iraniani… praticamente mezzo mondo – sia nel senso proprio sia nel senso islamico di Umma – sta combattendo sul campo contro questi fascisti wahhabiti ben prima che qualche fascistello fanatico cristiano cominciasse a lamentarsi che gli si ricordano i crimini di guerra di quello che difende con le unghie e con i denti.
          In questa situazione che prestigio può mai ottenere gente del genere?

          capire che cosa: quale parte di quale islam? Hai idea di quanta gente stai accusando con un uso così a cazzo delle parole? Ti riferisci al wahhabismo? Allora smettila di cianciare di “valori occidentali” ché sono stati gli stessi occidentali ad averli tirati su!
          Ti riferisci al sunnismo in generale? Allora con quale diritto sostieni tutti quegli eserciti di quei Paesi quali Siria ed Iraq che di sunniti nelle loro file ne hanno a pacchi?
          Ti riferisci a tutto l’Islam in generale? Con che diritto allora pretendi di essere meglio di un tagliagole?

          Ma lo sai che furono i comunisti quelli a spingere per combattere quel nazi-fascismo tanto apprezzato dai borghesucci dell’epoca per la sua mano dura contro gli operai, borghesucci a cui che ci volle proprio l’espansionismo per metterli in riga?
          Che razza di paralleli ad minchiam scrivi?

          Ma vuoi continuare il parallelo, e allora sia: come gli Inglesi finanziarono Mussolini (ed è una cosa che si sa da anni) allora tutto il codazzo di “valori occidentali” andò a rimpinguare in funzione anti-sovietica gli armamenti dei Mujaheddin. Il Daesh è proprio frutto di quello stesso codazzo, delle sue guerre in Afghanistan, in Pakistan, del suo coinvolgimento nelle Guerre del Golfo, del suo sostegno ai Sauditi, del colonialismo passato e presente.
          Non senti che è proprio la tua boria a punirti?

          Libertà di cosa: proprio questa vicenda dimostra quanto questa retorica tutto sia meno che una difesa della libertà. Si è spodestato e si è messo al potere un numero fin troppo alto di dittatori compiacenti da quelle parti perché noialtri si potesse avere la libertà di vantarci di avere la libertà che altri non hanno, e di prendere ricchezze altrui mentre ad altri lo si nega. Si è deciso che ogni movimento repubblicano democratico e laico andasse stroncato o perché “bolscevico” o perché “antiamericano”: guarda un po’ chi ha tirato su i Saud, guarda un po’ chi ha diviso con un colpo di coda India e Pakistan, guarda un po’ chi ha sostenuto i jihadisti nella guerra contro l’URSS!
          Davvero sei così ceco?

          Rispondi
        2. Caffe

          Giovanni, a parte il fatto che neo o vetero coglione sarai tu e tutti i tuoi ascendenti, discendenti e collaterali, ti faccio notare che forse, ti si è bloccato il caps lock della tastiera e quello che scrivi, ancorché insignificante, assume il tono di un urlo, a chi ci sente e ci vede, molto meglio di te; detto questo, la capacità di attrazione, a questi taglia gole, l’abbiamo fornita noi occidentali, a parte tutto l’antefatto colonialista, quando per miopia e semplice razzismo, abbiamo ignorato le istanze di quei paesi musulmani usciti finalmente allo scoperto con le famose “primavere” arabe, lasciando quelle avanguardie di progresso, drammaticamente sole, esposte, alla vendetta delle nomenclature integraliste, dei rispettivi paesi; il pervicace rifiuto da parte di molti paesi europei all’ingresso della Turchia in UE, poi, ha prodotto il bel risultato di consegnare un paese mussulmano si, ma leale partner NATO fino a quel momento, dotato di una parvenza di democrazia all’occidentale e voglioso di fare parte di una entità che l’avrebbe aiutata a spiccare il salto definitivo, verso la modernizzazione dei costumi e non solo, alla fine del tira e molla, per pura frustrazione, hanno avuto il sopravvento gli integralisti di quelle parti che poi, hanno perfino fatto pace con i russi di Putin, dopo i gravissimi fatti che li aveva portati ad un passo dal conflitto, con Putin che certo non si aspetta un favore del genere, da un Europa, sempre più minata dall’interno dai suoi utili idioti, tutti regolarmente iscritti sul suo libro paga, come Le Pen, Salvini e qualche altro testa di cazzo austriaco, ungherese o ceko. Paradossalmente il tuo discorso di un Hitler che poteva essere fermato prima, è perfetto per descrivere quello che succederà al mondo, se non fermassimo i tuoi amici Le Pen o Trump, prima che vadano al potere: Salvini non l’ho citato perché lui è pericoloso solo a parole e non credo che in italia, ci siano abbastanza deficienti per mandarlo al potere con regolari elezioni, vista la sostanziale inconsistenza del personaggio, assunto al ruolo di dio in terra, solo agli occhi di sprovveduti ed ottusi analfabeti, sia di andata che di ritorno, che costituiscono lo zoccolo duro del suo elettorato. Quando ripari la tastiera, puoi rispondermi, se puoi.

          Rispondi
    3. Ale Cr

      Imbarazzante.
      È talmente… talmente… è l’esatta summa dei peggiori… imbarazzante, non riesco a trovare le parole per descriverlo!
      Sarà un troll… nessuno può essere davvero così… imbarazzante.

      Rispondi
      1. adminadmin

        Apparentemente è una persona (spero di non offendere il genere umano in questo modo) che ha pubblicato lo stesso pezzaccio anche all’interno del sito de Il Giornale. Imbarazzo si aggiunge ad imbarazzo.

        Rispondi
      2. Sergione

        @Ale Cr
        E’ più imbarazzante avere degli italiani come Lei e i suoi amici, persone in grado di negare l’evidenza più assoluta.
        Qui l’ipocrisia impera e svetta sulle rovine di un’Italia su cui aleggia lo spettro di Cartagine.
        La differenza, questa volta, sta nel fatto che il sale lo spargerà l’Islam.

        Rispondi
        1. Ale Cr

          Ragazzi!!! Mi sembra che qui si sia persa la trebisonda!!!! Sarà il caso di fermarsi un attimo e tirare qualche somma di quel che succede.

          Anni fa ho scritto un articolo in risposta a una mistificazione pontifessa in chiave estremista del Corano, libro per me, al pari della Bibbia, di un immenso valore storico-sociale e privo di qualsiasi verità religiosa-spirituale. Ho così riproposto le traduzioni il più possibili corrette (con fonti e citazioni) in modo da mostrare la malafede pontifessa. Non ho mai dato giudizi sul testo, sull’Islam o sul modus operandi dei suoi seguaci.

          Anni dopo dei folli, inneggianti a una loro interpretazione violenta del Corano, hanno ucciso i giornalisti di un settimanale satirico a Parigi, cuore dell ‘Occidente, macchiatisi di “blasfemia” contro il profeta.

          Il mio articolo quindi viene rispolverato dalle nebbie del passato e torna in primo piano grazie a estremisti difensori della cultura giudaico-cristiana occidentalistica che non lo leggono (altrimenti avrebbero compreso il contesto in cui era stato scritto), ma si sentono in diritto di sparare insulti pregiudizievoli verso me, il blog, gli altri utenti, l’Islam, gli stranieri e via dicendo.

          Questo scatena un botta-e-risposta molto poco educato da entrambe le parti, che sfocia in dichiarazioni hitleriane di alcuni contro gli stranieri, in insulti personali, ilazioni varie ed eventuali, e post erotici del tutto fuori luogo.

          In tutto questo espongo il mio pensiero su Islam & co:
          ritengo OGNI religione pericolosa, tutte allo stesso modo. Come atea, non do ragione a nessuna: dicono tutte idiozie in nome delle quali cercano di controllare, se non distruggere, qualsiasi altra credenza, idealogia e libertà.

          Cosa differenza, per esempio, l’Islam dal Cristianesimo?
          La storia. L’Islam è più recente: Maometto visse a cavallo del 600 d.C.
          Mi viene spontaneo chiedere: cosa faceva il cristianesimo nel 1400?! Più o meno lo stesso che fa oggi l’Islam (massacri, guerre ecc…), solo che i mezzi erano diversi… non c’erano bombe, mitra e mezzi di informazione che mostrassero al mondo le efferatezze. Non era meno violento: lo si sapeva meno.

          Ma mettiamo le cose in chiaro: sono solo una minoranza i violenti e i maniaci. Nel mondo esistono più di un miliardo di musulmani, ma noi siamo ancora qui. Vuol dire che questo miliardo di individui non ha imbracciato le armi, non ha imbottito di esplosivo delle auto, ma è rimasto a casa, a lavorare, amare la propria famiglia e a cercare di lottare contro l’odio dilagante, da entrambe le parti.
          E parlo con cognizione di causa: ho lavorato per anni in paesi islamici.

          Non ho quindi intenzione di dar retta ai pochi folli xenofobi che bazzicano qui in questi giorni: sono un NULLA rispetto al resto del mondo e diventeranno NULLA tra pochi anni, retaggi di un passato un po’ imbarazzante di cui parleremo al bar.

          Vorrei che smetteste un po’ tutti di dar loro retta: non sono dialoghi costruttivi o interessanti, ma danno una brutta immagine del nostro blog.

          Ale Cr

          Rispondi
          1. nessuno

            Io la penso come Ale CR, addirittura penso che se non fossero mai esistite le religioni, probabilmente la storia dell’uomo non sarebbe stata sconvolta da molte nefandezze commesse in nome della fede.
            Se un essere onnipotente esistesse veramente e avesse dato il libero arbitrio all’uomo, per quale motivo avrebbe voluto poi farsi vedere o conoscere da chi non voleva condizionare nelle sue scelte?
            Sarebbe un controsenso dare libero arbitrio e poi voler moderare tutti con promesse di premi o punizioni ultraterrene.
            Non sarebbe stato sufficiente fare una sopresa dopo la dipartita di ognuno di noi presentandosi di persona per il conto o per il premio?
            In ogni caso la situazione attuale è quella che è, il problema è che nessuno è in grado di risolverla, e chissà mai se tutto questo un giorno finirà.
            Secondo me la religione è solo un pretesto, se non per semplice vendetta, per raggiungere non so quali scopi.
            Il mio è solo il parere di una sempliciotta, per questo se proprio pensate ne valga la pena, fate i vostro commenti senza riempirmi con una valanga di insulti.
            Grazie.

          2. saverio

            Cara signorina/signora, mi trova perfettamente in accordo sulla perdita della Trebisonda, a mio avviso il tutto scaturisce da un equivoco intrinseco nel suo intervento, lei ha dato impressione di accomunare o equiparare le due figure storiche, Maometto e Gesù, dando ad intendere, suo malgrado, che fossero due facce della stessa medaglia. Sicuramente, credo, non voleva sottintendere che il Corano, ispirato e scritto sulla vita e le scorribande del predone Maometto, sia equiparabile al messaggio di pace dei Vangeli che raccontano vita e comportamenti di Gesù, dal quale nasce e si diffonde il cristianesimo. Sicuramente meglio definendo il suo pensiero si metterebbero a tacere, almeno su questo blog, tutte le diatribe di cui si meraviglia tanto. cordialmente,

          3. adminadmin

            Saverio Saverio… Torah, AT, NT, Corano… Tutti questi libri sono permeati sia di messaggi di amore sia di messaggi terribili e terrificanti. La sensibilità di un cattolico tende a preferire certuni messaggi del Corano ignorandone altri nella Bibbia. AleCr si limita ad analizzare i testi in maniera agnostica. Già solo parlare di “predone Maometto” dimostra un bias di fondo intollerabile se si vuole analizzare con mente serena un argomento come questo.

    1. Sergione

      @Caffe
      Credo proprio che quello che scrivi non avresti mai il coraggio di dirlo di persona, sei solo una checca isterica, ma in caso contrario prova a trattenere il respiro cinque minuti così tutti si accorgeranno che l’aria che respiriamo è migliorata.

      Rispondi
      1. Caffe

        Sergione, ricapitoliamo: immagina la scena: interno giorno, un saloon del vecchio west, io, Caffe che sto strimpellando su un pianoforte, e ale cr, che io non conosco di persona, che sta servendo ai clienti vocianti del saloon, le bevande che si servono in questi posti; naturalmente, in questo film, il saloon non è altro che questo sito; io, il pianista, solo un utente del sito, solo un po’ più affezionato degli altri ed Ale cr è una di quelle persone che in questo blog, scrivono gli articoli. Un bel dì, un energumeno si presenta alla porta del saloon e senza manco dire permesso, con un calcio la apre e si catapulta dentro, pistole alla mano e subito prende di mira e comincia ad insultare, senza neanche il preavviso dovuto, l’adorabile barista Ale cr, la quale, evidentemente gli aveva versato un liquore, (scritto un articolo), evidentemente per lui del tutto imbevibile: quel simpatico strimpellatore di Caffe, a quel punto interviene, per cercare di far notare a quel brutto ceffo di Sergione, che lui stava pisciando leggermente fuori dal vasino e che un uomo di buona creanza, si comporta in ben altre maniere; manco a dirlo, l’aggressività del pistolero Sergione, meglio noto, in tutto il west, come “il pirla più pirla, ad ovest del Rio Grande”, si rivolge subito verso il simpatico pianista Caffe, sul quale riversa tutta la bile che il suo povero fegato malandato, ha prodotto negli ultimi dieci anni. Fuori dalla metafora, egregio, si fa per dire, Sergione: qui non pubblichiamo la Bibbia a dispense settimanali, gli articoli redatti dai nostri animatori, sono spesso discutibili e ancora più spesso ne discutiamo animatamente, anche tra noi; tu e chiunque altro, non potete irrompere in questo blog, sputando insulti senza manco dire buongiorno agli astanti, il minimo che puoi aspettarti, sono le pernacchie che ti sei beccato e che, temo, stante la tua ottusità, continuerai a beccarti dal sottoscritto. Per quanto riguarda quel: “ sei solo una checca isterica” , cosa vuoi che ti dica, a me e non solo, è sembrato che, se ieri c’era uno svalvolato isterico, a spasso per il web, a giudicare dalle tue reazioni messe per iscritto, quello, eri proprio tu; in quanto all’amabile definizione di checca: io non sono gay, anche se non ci sarebbe nulla di drammatico o strano, se lo fossi: il fatto che tu lo consideri un insulto, dimostra solo quale miserabile rifiuto di un umanità, marcia dentro, tu sia.
        Non te lo direi in faccia? Perché, cosa ho fatto, te l’ho detto alle spalle? Forse intendi che scrivo sotto pseudonimo, come te del resto; cosa vuoi, che ti dia il mio indirizzo, per consentirti di usare le tue indubbie doti di squadrista, sul mio povero e già malandato di suo, corpaccione? Mica sono un pirla!
        Appunto…

        Rispondi
        1. adminadmin

          Temo sia tempo perso. Questo Sergione mi ricorda molto il buon Carletto Geniale Webmaster dei tempi andati. Quello che pretendeva di determinare il contenuto del nostro sito attraverso la sua censura. Tempo perso, caro Caffe.

          Rispondi
        2. Sergione

          @Caffe
          Peccato che nel tuo racconto il cafone che entra nel saloon insultando per primo sei stato proprio tu, ma probabilmente non ti rendi nemmeno conto del buzzurro che sei nei tuoi post di risposta.
          In quanto ai tuoi racconti da “compagni di merende” risparmiaceli, dai proprio l’impressione di vivere nel mondo della fantasia, completamente scollegato dalla realtà. Cos’è? Sei venuto fantasticando su questo così detto “liquore” di @Ale Cr?

          @Ale Cr aiutalo tu questo qui, ma non con versioni stilizzate per i bambini dell’asilo del Corano, magari scrivi qualcosa di più interessante per aiutare le frustrazioni di @Caffe.

          @Ale Cr… tié.. guarda, t’aiuto io, magari comincia con qualcosa che possa far partire la fantasia e la “manina” di Caffe, ti do uno spunto di partenza, vediamo se ti piace:

          [guidata dalla voglia…
          scende languida…
          percorre il mio corpo…
          dalle labbra…
          scende dolce…senza fretta…
          segue l’incavo del collo…
          che ami mordicchiare…
          prosegue sul seno…
          lo afferra saldo…due dita strizzano il capezzolo
          che duro si ribella…
          scende con il brivido…sfiora l’ombelico…
          il ventre…che ha portato due creature…
          si ferma sul bordo di pizzo dello slip…
          gioca un po…
          si sofferma…aumentando il desiderio…
          scende…accarezza la stoffa…
          si insinua tra le cosce…
          preme il tessuto sulla mia voglia…
          toglie la pressione…e lo accarezza… saggiandone l’umidità squisita ereditata dal sesso…
          scolta piano il bordo… provocando un fremito…
          due dita percorrono la lunghezza…
          lucida di ambrosia…
          e senza preavviso penetrano la carne accogliendo l’esplosione di piacere… ]

          @Ale Cr
          Continua tu, vedrai che avrai un successone.
          @Caffe
          Quanto a te… per me tu sei come una nuvola, se ti levi dalle palle diventa una bella giornata.

          P.s. Maaaa….. sul Corano non c’è la possibilità di inserire anche la reinterpretazione di qualcosa di erotico? In caso affermativo probabilmente ci potrebbero essere delle conversioni di massa verso l’Islam!

          Rispondi
          1. Caffe

            Troppo facile per me adesso, sfruttare la tua stessa ottusa carica offensiva, per renderti ancora più ridicolo: Sergione, povero coglione mal consigliato dalle tue stesse, malsane gonadi: questo lavoro, lo stai facendo tutto tu..

          2. Caffe

            Io per primo, povero pirletti? Ecco il testo del tuo primo intervento: “@Ale Cr
            E’ più imbarazzante avere degli italiani come Lei e i suoi amici, persone in grado di negare l’evidenza più assoluta.
            Qui l’ipocrisia impera e svetta sulle rovine di un’Italia su cui aleggia lo spettro di Cartagine.
            La differenza, questa volta, sta nel fatto che il sale lo spargerà l’Islam.”
            Se questo è il testo di esordio di una persona volenterosa di cercare un dialogo e valutare le altrui argomentazioni, per confrontarle con le proprie, io sono Silvio Berlusconi, che scrive in incognito su questo blog, solo per vedere l’effetto che fa. Mi dai del buzzurro, come il bue da del cornuto all’asino, sei un poveraccio incline all’autoerotismo, come traspare dall’ultimo tuo commento eppure qui nessuno ti sta censurando: dimmi, un ebete come te, che si presenta come te, a cavallo di un cavallo bolso, aggredendo tutto quello che incontra, riceverebbe sul sito di Casa Paund ed altri sitarelli fascistelli di quel calibro, un’accoglienza altrettanto calorosa della nostra? NHaaaaa, risposta sbagliata!

  2. Sergione

    @Caffe
    A proposito di quello che hai scritto tu:
    ” non sono gay, anche se non ci sarebbe nulla di drammatico o strano, se lo fossi: il fatto che tu lo consideri un insulto, dimostra solo quale miserabile rifiuto di un umanità, marcia dentro, tu sia.”

    Per tua informazione IO, come dite voi puritani in modo dispregiativo, sono un frocio, quindi tra noi a pieno diritto possiamo definire qualcuno “checca isterica”.
    Quindi sciacquati la bocca prima di dare del miserabile rifiuto a chi non conosci.

    Rispondi
    1. Caffe

      Perché, esimio Sergione, io c’ho la palla di vetro? Non mi piace nemmeno il termine di frocio che hai usato per definire te stesso (sotto falso nome) e sono troppo vecchio per credere alla favoletta che ci stai raccontando: tu sei una scorreggia umana, indipendentemente, dal presunto outing che stai facendo, (sotto falso nome), saresti più credibile che tu accompagnassi questa incredibile confessione, fornendo nome, cognome ed indirizzo; come diceva il grande Totò:”acca, nisciun’è fess”: ma dalle tue parti, sono tutti cretini come te?

      Rispondi
      1. Sergione

        @Admin
        Vedo bene che libertà di parola date qui.
        Tre dei miei ultimi 4 post sono stati censurati, e non contenevano alcuna offesa per nessuno.
        Grazie grazie… altro che Islam, qui è di casa il fascismo.

        Rispondi
        1. adminadmin

          Senti imbecille ignorante incompetente: ogni blog “normale” ha meccanismi antispam. I tuoi commenti sono stati fermati dai nostri filtri antispam. Visto che ti piace lagnarti, pubblicherò le immagini dei tuoi commenti (che sono in moderazione) e poi li cancellerò così potrai finalmente gioire per la figura da perfetto idiota che hai fatto!

          Rispondi
          1. adminadmin

            Idiota Sergione: i filtri non sono basati sul contenuto. Cretino che non sei altro! I filtri basano il loro intervento su criteri oggettivi (numero di indirizzi IP da cui provengono i commenti di un utente, lunghezza degli stessi, tanto per farti due esempi) per decidere IN AUTOMATICO quali commenti devono essere moderati e quali invece possono essere pubblicati direttamente. Provo tenerezza per me stesso: speravo tu capissi certe cose da solo. Invece bisogna spiegarti tutto perchè sei un imbecille!

      2. Sergione

        @Caffe
        Tu dammi il tuo nome, cognome e indirizzo e io ti invio una copia del referto di pronto soccorso con verbale dei Carabinieri con quello che i gentili e moderati immigranti islamici ci hanno fatto.
        Poi nei verbali i miei dati li hai tutti, compresa l’evidenza dei fatti.

        Rispondi
      3. Sergione

        Se non hai la palla di cristallo, prima di dar fiato a quel buco che hai sotto il naso pensaci due volte.
        Come hai scritto tu, forse il tuo problema non è che sei solo troppo vecchio, forse è che sei troppo stupido. Ma forse darti dello stupido è oltraggiare gli stupidi, perciò per offenderti è urgente coniare una nuova parola.

        Rispondi
          1. Saverio Valente

            Ma scusa, cosa intendi per missione compiuta?? Da quello che scrivi sembra che come unico scopo prefisso vi sia solo quello di far imbestialire il prossimo, indipendentemente dal contendere, ti do atto che qualcuno forse dovrebbe rileggere ciò che scrive prima di inviare, questo non toglie che spesso scivoli in un linguaggio poco propenso al confronto. Certo che se vuoi solo ottenere rivincite infantili su chi ha l’ ultimo insulto è senza altro un sistema collaudato e vincente, ho ricordi in questo senso dalla scuola materna dei miei figli. Mi aspettavo qualcosa di più nobile da te, a volte, quello che hai espresso in alcuni passaggi, mi è sembrato sensato e degno di riflessione, forse, visto la facilità con la quale degeneri, è stato un caso non voluto. Dai, forza, non deluderci, impegnati che puoi farcela ancora. Coraggio, ciao ciao

          2. adminadmin

            Saverio trovo del tutto inappropriato il tuo intervento. Nessuno ti ha chiamato in causa. Se vuoi provocare, sei libero di farlo. Non lamentarti poi quando vieni preso a maleparole.

          3. Saverio Valente

            Cedo alla minaccia di essere preso a male parole, non sia mai che possa in qualche modo urtare dei nervi scoperti. CVD come volevasi dimostrare

  3. Caffe

    Valente, il dono dell’ironia e dell’auto ironia che io per primo esercito su me stesso, proprio ti è materia sconosciuta: quel “missione compiuta” era solo l’amara, ironica constatazione, che, se pressato nei punti giusti, una palla di gas. se è un autentico pallone gonfiato, prima o poi scoppia, rivelando il suo immondo contenuto; io sono perfettamente in grado, come tu hai simpaticamente ammesso, di poter dialogare, discutere e poi fare pace con chiunque, ma quando mi sento aggredito, od ho la netta percezione che ad essere aggredite, sono le cose che mi stanno più a cuore, io reagisco; molto male, come mi ha gentilmente fatto notare la signora Ale cr, ma IO reagisco. Tutto qui.

    Rispondi
    1. stefan

      veramente leggendo qui e la quello che è stato scritto… a me è sembrato che molte tue prime risposte siano state con insulti o etichette dispregiative, anche quando questi utenti, (pur scrivendo anche cose discutibili) non avevano offeso nessuno.
      Sandro in un video aveva detto che qui a Pontilex si accettano tutte le tesi e si da la massima libertà di parola senza aggredire nessuno, ma forse vale solo per le risposte date da Sandro, non per altri..
      Comunque.. ognuno la vede a modo suo.

      Rispondi
      1. Caffe

        Stefan, io non ho mai preteso di essere quello che scolpisce le tavole della Legge, per poi spacciarle al suo popolo, come la parola di Dio in persona, quindi infallibili ed indiscutibili: questo fatto io l’ho ribadito fino alla nausea, io sono fallibile e di avere idee discutibili, non l’ho mai negato; tu hai letto con attenzione, ma non ti sei accorto che a molti di quelli che si sono presentati qui, esponendo tesi a me Sgradite, io non ho neppure risposto, mentre, quando ho sentito puzza di bruciato,(malafede manifesta), ho ribattuto in modo tale che, taluni di loro, sono esplosi come un petardo, rivelando al mondo la loro vera natura che io, modestamente avevo ben avvertito, molto prima di te od altri: il discorsetto sulla tolleranza, quindi, vai a farlo a qualcun’altro: forse non ci avrai fatto caso, ma io sono una persona bianca, italiana, eterosessuale, incensurata ed economicamente messa benino; guarda un po’, invece di curare i miei legittimi interessi, attacco con veemenza, spesso toccando le vette del cattivo gusto, proprio quelli che i gay, gli zingari, gli stranieri, i musulmani egli ebrei, certi visitatori di questo sito, ficcherebbero volentieri in un forno crematorio: io sto con gli ultimi, non ascolto la mia pancia, sarà ridicolo, ma io ascolto il mio cuore. Questo sito, anche se tu non ci hai fatto caso, a seguito dei tragici fatti parigini, è stato aggredito negli scorsi giorni, da torme di razzisti xenofobi i quali, col sorriso sulle labbra ed in tono mellifluo, esattamente quello che sfoderi tu, dicevano cose terribili che tu nemmeno hai percepito; le persone di buon senso e buona volontà, non si comportano come i tuoi protetti ed io ho reagito di conseguenza ed essendo un non violento, per quanto riguarda l’azione materiale, lo sono stato e molto, a livello verbale che è esattamente l’unica cosa che potevo e volevo fare: contro certi energumeni, io sono in guerra permanente da quando ho avuto l’età per capire come andassero le cose del mondo ed ho scelto da quale parte stare; le guerre non si combattono, facendo salamelecchi al tuo nemico; arricci il tuo bel nasino per il mio modo di fare e ragionare? Me ne farò una ragione…

        Rispondi
        1. stefan

          Io intendevo proprio questo tuo modo di rispondere, quando scrivi tipo “il discorsetto sulla tolleranza, quindi, vai a farlo a qualcun’altro” oppure “arricci il tuo bel nasino ” ecc. poi per forza qualcuno si risente e partono i battibecchi coloriti… ma forse va anche bene, forse da un po di vivacità a una questione che, se presa asetticamente, sarebbe alla stessa stregua di una conferenza teologica…. per qualcuno una noia mortale.

          Rispondi
  4. stefan

    Titoli dei magiori siti web e delle principali testate giornalistiche:
    -CECENIA: 1 MILIONE DI MUSSULMANI IN PIAZZA CONTRO “CHARLIE HEBDO”-
    -CECENIA: NOI NON SIAMO CHARLIE HEBDO-
    -CECENIA: UN MILIONE DI MUSULMANI IN PIAZZA: “GIÙ LE MANI DALL’ISLAM, BASTA OFFENDERE MAOMETTO” –
    -CECENIA: IL DITTATORE KADYROV SI É DETTO PRONTO A MORIRE PER PUNIRE CHI INSULTA IL PROFETA-
    Preso atto dei titoli , si può ragionevolmente pensareche ci potrebbero essere 1 milione di possibili terroristi alleati dell’ISIS?
    E’ possibile affermare che spesso dove regna ignoranza e sofferenza il Corano diviene l’unica fonte di verità assoluta, venendo sfruttato per lobotomizzare il cervello alle persone con deviazioni tipiche del più profondo fondamentalismo?
    Posso postare i link?
    http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cecenia-grozny-islam-charlie-hebdo-aecf7994-aaae-40f0-9d61-25c99c924eb3.html
    http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/noi-non-siamo-charlie-hebdo-cecenia-milione-musulmani-piazza-92768.htm
    http://247.libero.it/focus/31449950/15/islamici-contro-le-vignette-di-charlie-in-cecenia-centinaia-di-migliaia-in-piazza-19-gennaio-2015/

    Rispondi
    1. Saverio Valente

      Ho visto i link ai quali ti riferisci, in soldoni, anche se non viene detto esplicitamente ma lo si deduce comunque, se il milione di mussulmani sceso in piazza esprime amore verso Maometto e censura delle vignette francesi ne consegue che giustifica i terroristi francesi. Chiara manifestazione di tutto l’ amore e il pacifismo che l’ islam trasuda da ogni suo orifizio. Possiamo stare tranquilli, ci ha rassicurato anche il nostro vigile Alfano, da noi non succederà nulla, noi siamo gli ospiti dei mussulmani moderati mica degli estremisti. Non possiamo mica generalizzare se non abbiamo almeno qualche migliaio di morti sul territorio nazionale e anche in quel caso dovremmo comunque scindere i responsabili dai buoni, non saranno certamente quest’ ultimi a mettere a ferro e fuoco Roma. Al limite si potrà parlare di casi isolati che nulla hanno a che vedere con nostro fratello/compagno mussulmano moderato che si prefigge soltanto di portare a noi infedeli il messaggio amoroso di Maometto, sempre sia lodato il suo nome.
      ps Scusate, non vorrei essere travisato come ironico, lungi dalle mie intenzioni

      Rispondi
      1. stefan

        A dire il vero io ho degli amici islamici che sono brava gente, scappati dalla miseria si sono ricostruiti una vita in Italia, gentili ed integrati perfettamente tra noi, e , da quello che ho capito, non pensano neanche lontanamente di fare qualcosa che possa compromettere la loro posizione sociale faticosamente guadagnata.

        Forse anche per questo anch’io non mi sento molto preoccupato di quelli che sono in Italia da vecchia data.
        Certamente in mezzo a loro ci sarà anche qualche testa calda, ma anche tra gli Italiani ci sono vagonate di teste calde.

        Inoltre, dopo tragici fatti di Charlie Hebdo, anche in Italia hanno “tirato su le orecchie”, quindi probabilmente atti terroristici da parte di qualche folle sono meno probabili ora che in passato.

        Invece sono proprio i Ceceni che mi danno da pensare.
        Ho un amico giornalista che è stato in Cecenia, e mi ha raccontato che li non scherzano proprio. La fede islamica è forte e radicata.
        Per Allah e il suo Profeta sono veramente pronti a tutto.
        Metti mai che qualcuno arrivi a mettere le mani su uno dei vecchi siti nucleari sparsi nell’ex URSS….. fossi in Putin non dormirei sonni proprio tranquilli… Addirittura in Turchia ci sono siti Nato con armamenti nucleari ancora attivi; e la Turchia è confinante con la Georgia, vicina di casa della Cecenia, che quindi è “a un tiro di schioppo”.
        Non penso che manifestazioni di massa come quelle riportate dalle varie testate giornalistiche siano proprio da prendere alla leggera…

        Rispondi
  5. stefan

    Richiesta informazione di servizio:
    qualcuno mi sa spiegare perché nella London Underground alcuni siti internet come questo o addirittura lo stesso Google sono inibiti? Riesco a navigare bene su alcuni link diretti, ma per altri il browser dice che le pagine non sono disponibili. Non è assolutamente un fattore di “campo” perché le connessioni sono a fondo scala. Inoltre uscito dalla stazione tutto funziona nuovamente e si riesce a navigare ovunque. Da cosa può dipendere?

    Rispondi
    1. Caffe

      Caro Stefan, se ci informi che nella metropolitana londinese, l’onnipresente google è oscurato, non ho motivo di non crederci; se ci pensi un attimo, è pure logico che sia così: se un pugno di terroristi pianificassero atti terroristi in vari punti della sterminata rete sotterranea londinese, si potrebbero coordinare ancora meglio tra loro, se potessero disporre di uno strumento di ricerca veloce ed efficiente come Google, con relativo accesso ad informazioni in tempo reale circa le azioni dei gruppi terroristici amici e dei movimenti delle forze dell’ordine: uno strumento formidabile, per amplificare le conseguenze di un’atto di guerriglia urbana, insomma; niente di strano che le autorità inglesi, abbiano preso qualche contromisura.
      Mi piace la classe con la quale hai preso il mio innocuo sberleffo, quando avrò di nuovo a che fare con te, cercherò di ricordarmelo.
      http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif

      Rispondi
  6. stefan

    Dopo recenti fatti di cronaca, tipo quelli che riporto più sotto, mi meraviglio.
    Dopo qualche passaggio di rilievo sulle varie testate giornalistiche, poi tutto scompare in una dimenticata e silenziosa rassegnazione.
    Una cosa del genere fosse capitata in una moschea a Medina.. non oso immaginare le conseguenze a livello mondiale; sarebbe meglio tagliare tutti la corda e rifugiarsi in Antartide.
    Quesito provocatorio: manca forse qualche organizzazione terroristico-antisemita pro Cattolica? Come mai?
    http://www.corriere.it/opinioni/14_maggio_15/silenzio-martirio-cristiani-comunita-piu-perseguitate-mondo-13508514-dc00-11e3-8893-5231acf0035c.shtml
    http://vaticaninsider.lastampa.it/nel-mondo/dettaglio-articolo/articolo/siria-syria-siria-25250/
    http://www.ilgiornale.it/news/esteri/kamikaze-messa-pakistan-strage-cristiani-80-morti-952467.html

    Rispondi
    1. adminadmin

      Quesito provocatorio? A me pare solo polemico… Visto poi il contesto in cui poni la tua “domanda”. Buffo poi, parli di notizie recenti. Tanto recenti non sembrano, invece…
      Forse questa domanda dovresti porla a chi da corpo alle notizie, a chi le “seleziona” e le propone ai lettori.
      Per quanto ci riguarda, credo che l’argomento “cattofobia” ricordi solo le panzane di certi spostati estremisti cattotalebani malati di vittimismo.
      Ci sono poi così tanti esempi dove cristiani hanno difeso moschee e musulmani hanno difeso chiese (con i relativi fedeli) che non credo valga la pena di dare spazio alle tue polemiche.

      Rispondi
  7. lepanto

    Sì sì ,é vero ,l islam é pace e amore,ve lo hanno dimostrato con il pilota giordano!
    É la religione principe di satana!!!!!
    Violenza pura dalka sua fondazione!

    Rispondi
      1. Saverio Valente

        No, i cristiani non sono tutti sani di mente, questo è un fatto. Partendo da questa verità vorresti, forse, legittimare o sminuire le barbarie commesse dai mussulmani??? Non è forse il caso di togliersi il paraocchi del buonismo ad oltranza e prendere atto dell’ attacco frontale che l’ occidente deve affrontare??? Il resto, come già detto, sono solo chiacchiere e fumo negli occhi degli ingenui. Sempre se partiamo dal presupposto che si tratti di ingenuità, a volte vi è il sospetto che si voglia coscientemente manipolare la realtà per fini ambigui.

        Rispondi
        1. Compagno ZCompagno Z

          Ho forse giustificato qualcuno o qualcosa? Mi sembra di averti già detto che nel mondo esistono milioni di musulmani (con una esse, fai almeno la botta di vita di aprire un dizionario) che vivono tranquillamente senza scassare i cabbasisi al prossimo. Pensa, alcuni di questi siedono addirittura nel nuovo Parlamento greco e di sgozzare i loro colleghi non ci pensano minimamente. “L’attacco frontale all’Occidente” lo vedono solo quelli che i jihadisti li hanno armati e finanziati per i loro sporchi interessi salvo poi lavarsene le mani.

          Rispondi
        2. Caffe

          Caro Saverio, ritorno sull’argomento che sta tenendo banco, anche su un piccolo sito come questo, soltanto perché ho l’impressione che tu ed altri, abbiano scambiato il sottoscritto ed altri, qui, per degli sprovveduti integrali, ingenui all’inverosimile e masochisti al punto di offrire la gola scoperta al coltello islamista; se hai la pazienza di seguirmi ti dirò perché, per me, non è così, tenendo presente che non ho nessuna velleità di convincerti di alcun che, se non che io non sono un pazzo. Cominciamo da lontano: tanto per inquadrare il personaggio: io sono stato militare di carriera per oltre trenta anni e tra le altre cose, mi hanno addestrato a non perdere la testa, di fronte ad una crisi, ma semmai, di valutarne e studiarne i dettagli per poi comportarsi o agire di conseguenza, facendo la cosa giusta. Torniamo per una attimo, agli anni settanta, quelli dell’esplosione del terrorismo, nero o rosso, faceva poca differenza, movimenti e gruppuscoli nati dalle istanze venute alla luce dalla “rivoluzione” sessantottina e deceduta di morte naturale dopo i colpi inflitti loro dallo Stato Italiano, cosa che diede poi luogo al fenomeno del cosiddetto “riflusso” degli anni ottanta; alla luce della considerazione appena espressa, ho capito, solo molto tempo dopo, le finalità che essi (i terroristi), si prefiggevano: gli attentati dinamitardi, le uccisioni di giornalisti, operai e politici, servivano per alimentare ed amplificare gradualmente una tensione strisciante, che covava nei meandri della società italiana, anche a causa di istanze sociali ed economiche venute alla luce col sessantotto e sistematicamente ignorate da chi allora deteneva il potere politico. Questi atti portarono moltissimi italiani a perdere quasi la testa: da una parte si sentivano invocare leggi speciali, la pena di morte, insomma la linea dura, da parte di un governo, ritenuto incapace di agire con efficacia contro il terrorismo: la maggior parte dei regimi totalitari, hanno avuto origine esattamente in questa maniera, ma gli italiani, con la storia, hanno avuto sempre dei grossi problemi; dall’altra parte, c’era chi simpatizzava con i terroristi, perché vedeva in essi, lo strumento per picconare e smantellare uno Stato corrotto ed imbelle, sperando che dalle macerie di questo stato, spuntasse l’uomo forte, che rimettesse le cose a posto, cioè, paradossalmente, i terroristi facevano il gioco proprio di quelle forze reazionarie contro le quali, stavano dichiaratamente combattendo, ma questo è un altro discorso. E’ successo che qualcuno, in questa drammatica congiuntura, ha mantenuto i nervi saldi, rifiutandosi di aderire ad una delle due logiche descritte; fu così che il potente partito comunista di allora, decise di dissociarsi e ad isolare i terroristi della sua parte, pagando anche delle conseguenze, bastò quasi solo questo, perché quella parte della popolazione italiana che simpatizzava per il terrore, gli voltò le spalle, ampi strati di scontenti e frange estremiste smisero di fiancheggiarli e lo Stato, poco alla volta, alla fine, sgominò una ad una, tutte le organizzazioni terroriste; attualmente, solo qualche pazzoide irriducibile e schedato, abbaia al vento, rimpiangendo i fasti passati.
          Questa esposizione, per forza di cose e me ne scuso, molto schematica e sommaria, mi serve solo per introdurre quanto segue: passando al terrorismo islamico; io constato che: siamo tutti agitati, siamo tutti impauriti, siamo tutti incazzati e quasi pronti a prendere a calci nel culo, il primo musulmano che ci dovesse capitare a tiro di scarpa e tutto questo per degli episodi anche gravissimi, dei quali NESSUNO è avvenuto in Italia; di fatto, gli episodi di terrorismo islamico, in Europa, sono avvenuti in paesi quali Francia ed Inghilterra, compiuti da cittadini francesi e britannici, di religione musulmana, ma, per la storia coloniale di quei paesi, nati e cresciuti nelle città di adozione; molti di questi aspiranti terroristi hanno abbracciato la causa di Al Qaida o di ISIS e sono corsi per arruolarsi nelle loro fila, attirati non certo SOLO per motivi religiosi, ma per una serie di cause, per capirne una delle quali, basta fare un giro nelle banlieue di Francia o delle sterminate fatiscenti periferie delle città inglesi, dove queste persone sono cresciute, tra squallore, emarginazione e voglia di spaccare un mondo che non li vuole. Da noi vivono circa un milione di musulmani, tra loro ci sono teste calde che però, guarda caso, invece di insanguinare col nostro sangue, le nostre strade, magari vanno in Siria ad accoppare altri musulmani e se gli va male, a rimanere a loro volta accoppati: il pericolo di azioni di qualche sconsiderato naturalmente ci sono, ma evidentemente, i nostri servizi e le forze dell’ordine, stanno facendo bene il loro mestiere e mi domando se sia il caso di aumentare ulteriormente la tensione in un contesto già così teso; girando per la mia città, li vedo i capannelli di stranieri, non solo musulmani, in attesa che qualche caporale offra a qualcuno di loro una giornata di lavoro, malpagato e pesante; le vedo nei lava auto, nei supermercati e nei negozietti di varia natura, quelle facce provenienti da tutto il Maghreb, il Pakistan, lo Skri Lanka, Cina e chissà da dove altro; facce di gente impegnata in umili e pesanti lavori, eppure spesso sorridenti: tutto questo a me dice due cose: primo: questa gente non cerca altro di vivere o meglio, sopravvivere onestamente, accettando di tutto, per portare il pane a casa, senza nessuna intenzione di creare problemi e nella speranza che i loro figli si integrino nella nostra società, per avere un futuro migliore del loro presente; esattamente lo stesso atteggiamento tenuto dai milioni di nostri connazionali, emigrati in quasi tutti i Paesi del mondo nell’ultimo secolo: ma ce lo siamo già dimenticati, chi eravamo noi, fino a qualche decennio fa? Secondo: continuiamo a trattarli così, e magari, discriminarli ulteriormente, per la loro eventuale fede musulmana ed allora sì, che avremo concretamente, molte gatte da pelare. La ferocia degli integralisti non deve farci perdere la testa, con le idee confuse, finisce che andiamo a fare solo dei casini; oltretutto, correggimi se sbaglio, ma la maggior parte delle vittime, uccise da queste belve, sono a loro volta musulmane; le vittime occidentali fanno impressione, perché con sagacia tattica, quelli dell’ISIS, le decapitazioni le mandano su YouTube ma, strategicamente sono scarsini, perché, esattamente come le Brigate Rosse italiane, stanno esagerando, rendendo se stessi, sempre meno difendibili, anche nel mondo arabo; essi stanno facendo terra bruciata intorno a loro, visto che le maggiori nazioni musulmane, stufe di questi esaltati macellai, a differenza di noi occidentali (e nemmeno tutti) che ci limitiamo a bombardarli, sono scese in campo per combatterli di persona. Appunto, ci siamo arrivati: i musulmani non sono una genia di tagliagole, tutti, indistintamente, lo testimonia la guerra che gli stessi Stati musulmani, stanno muovendo, contro i più esaltati dei loro integralisti. Forse conoscerai una certa Emma Bonino: costei si recò da sola in Egitto, per molti mesi, ad imparare l’arabo: ebbene è tornata tutta intera e mi risulta anche che lei abbia stretto amicizia con molti leader e notabili del mondo musulmano, come la stessa Regina consorte di Giordania, per aiutare ad organizzare la lotta contro piaghe endemiche nel mondo musulmano e non solo, come le mutilazioni genitali femminili; c’è tutto un mondo sotterraneo di relazioni e scambi culturali tra civiltà che tuttavia, non emerge dai servizi dei nostri “giornalisti”, ai quali fa più comodo deplorare all’infinito, le malefatte di un pugno di teste di cazzo, per amplificare una paura che dovrebbe invece mantenersi su livelli di ragionevole all’erta. La strada giusta è quella del dialogo e del buon senso, senza rinunciare alla giusta ed adeguata azione preventiva e di integrazione delle minoranze religiose ed etniche, evitando di cadere nell’isteria che caratterizza l’eloquio di certe persone le quali, pur urlando al mondo di avercelo duro, sono purtroppo sprovvisti dei relativi accessori palliformi. Insomma, non ci sono santi, se si fomenta l’odio fino al punto di rottura, se nessuno si oppone a questa psicosi collettiva, tanto vale andarci a procurare mitra ed elmetto che tanto, prima o poi, ci serviranno. Io la penso così, caro Saverio e non sono il solo ad avere di queste opinioni. Ho dedicato a questo argomento una miriade di commenti, anche troppi e con quest’ultimo, sperando di averti finalmente chiarito le motivazioni del mio atteggiamento, intendo concludere qui le ostilità: a meno di sviluppi clamorosi, non voglio più tornarci sopra; tu fai pure quello che ti pare.

          Rispondi
          1. Saverio Valente

            Caro Caffe, ti do atto che il ragionamento da te esposto è degno di una riflessione introspettiva, mi trovi in accordo sulla tua ricostruzione sommaria degli anni di piombo italiani, e perché no, anche le tue conclusioni sono logiche e quasi interamente condivisibili. La mia non ha mai voluto essere una crociata ottusa contro lo straniero, semmai una provocazione forte per portare a riflessioni meno superficiali, mi scuso se a volte ho usato metodi provocatori al limite dell’ oltraggio, ma non posso farci nulla, è nella mia natura. Ostilità lo ritengo un termine un po forte, preferisco definirli battibecchi. Probabilmente tornerò a “cuccia” anche io in attesa di sviluppi clamorosi che auspico non vivere nell’ immediato. Ciao è stato un piacere, senza rancore alcuno

    1. Caffe

      Anche il pilota giordano era musulmano, così come lo sono i curdi Peshmerga che stanno combattendo efficacemente sul campo, i macellai dello stato islamico: far di tutta l’erba un fascio, non denota una particolare intelligenza; poi, scegliere il nick name “Lepanto”, immagino in onore della famosa battaglia, è un inquietante, inconfutabile segnale, che qualcosa, nella tua testa, è andata definitivamente a farsi benedire..

      Rispondi
      1. PaoloPaolo

        Più che altro è segnale di una certa ignoranza visto che la vittoria di Lepanto fu perfettamente inutile: in maniera abbastanza ironica se avessero vinto i turchi non sarebbe cambiato nulla comunque.

        Rispondi
    2. adminadmin

      Apparentemente questo “lepanto” non ha nulla a che vedere con la fondazione del nostro amico Roberto de Matteis.
      Certo, usare mailbox “anonime” non aiuta a ritenere che l’interlocutore sia serio… Anzi ha molto il sapore di “troll”…

      Rispondi
  8. Stifferite

    Qualcuno di voi parla di integrazione con i musulmani.
    Ma da quello che mi è capitato penso che i primi a non volersi veramente e completamente integrare, (se non per puro interesse economico) sono proprio loro.
    Anni fa ho conosciuto una bellissima ragazza musulmana Albanese.
    Ci siamo frequentati per qualche periodo, fino a quando suo padre non mi ha preso da parte e mi ha detto di stare alla larga da sua figlia.
    Allora io gli ho chiesto il perché, cosa mai avessi fatto per farlo arrabbiare così.
    Suo padre mi ha chiaramente detto che le donne musulmane non possono sposare non musulmani, e oltre tutto sua figlia era già promessa sposa fin da piccola a un ragazzo di una famiglia del paese d’origine di suo padre.
    La cosa che più mi infuria è che sua figlia ed io stavamo bene insieme, e lei non l’ha mai nemmeno visto di persona questo promesso sposo.
    Ma che integrazione è mai questa?
    Afta ha dovuto smettere di frequentarmi, altrimenti suo padre la picchiava.
    Io sono rimasto con la rabbia dentro.
    Credo che la sostanziale differenza tra cristiani e musulmani sta nel fatto che i primi hanno commesso in nome della fede atrocità fino a 2-300 anni fa, gli altri altri stanno commettendo gli stessi errori oggi, in nome di una fede religiosa che probabilmente li porterà a riconoscere i loro errori fra 300 anni.
    Loro sono indietro nel tempo di 300 anni.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Non capisco l’esigenza di usare proxy anonimizzanti…
      Come già detto altre volte: l’Islam nasce molte centinaia di anni dopo il cristianesimo. L’arretratezza che tu stimi in 200-300 anni forse è sovrastimata, se consideri che in Francia un condannato a morte è stato giustiziato nel 1977. Decapitato con la ghigliottina. Io non credo ci siano differenze poi così grandi tra la ghigliottina e la scimitarra.

      Rispondi
      1. Saverio Valente

        Il fatto che la pena di morte sia segno di arretratezza è opinabile, non credo che stia a noi italiani dare lezioni di giustizia, basta buttare un occhio alle sentenze penali che vengono partorite dai nostri ermellini. Per la cronaca, anche se l’ errore è totalmente irrilevante, denota solo un’ approssimativa conoscenza storica senza nulla togliere al pensiero che resta fluido e condivisibile, la pena di morte in Francia e relativa ghigliottina è stata abolita il 10 ottobre 1981, il riferimento al 1997 è di conseguenza errato. L’ ultima esecuzione pubblica mediante ghigliottina risale al 1939, il 10 settembre 1977 è stata eseguita l’ ultima esecuzione francese a danno di uno pseudo innocente, tale Hamida Djandoubi condannato per aver torturato e ammazzato crudelmente la fidanzata di 20 anni perché rifiutava di prostituirsi. In un paese civile come l’ Italia sarebbe stato condannato a 15/20 anni di carcere, dopo sconti di pena vari sarebbe stato posto ai domiciliari in non più di 6/7 anni, quindi ragionevolmente libero contestualmente. E’ questa constatazione della nostra realtà giuridica che mi lascia dubbioso sulla pena di morte. Ho detto dubbioso non certamente favorevole. Mi sono permesso di fare questo inciso in quanto ho l’ impressione che i “BARONI” di questo sito siano più attenti alla forma che hai contenuti, visto la solerzia con la quale bacchettano grammatica e prosa tralasciando volutamente il senso di ciò che viene espresso. Devo altre sì fare i complimenti a mister Caffe che ha recentemente postato commenti degni di riflessione, cosa della quale mi sto prendendo il tempo.

        Rispondi
        1. Compagno ZCompagno Z

          Veramente nel commento di Admin io vedo scritto 1977 e non 1997… Magari, prima di fare il supponente, fai un bel respirone ed assicurati di aver capito bene quello che hai letto…

          Rispondi
          1. Saverio Valente

            Caro compagno, sicuramente devo aver preso un strafalcione per un altro, tutto ciò non fa, comunque, che avvalorare la mia tesi sui “BARONI” del blog. Come volevasi dimostrare ti sei soffermato puntigliosamente sulla data, cosa che avevo comunque premesso come irrilevante al fine del ragionamento. Prendo con umiltà lezioni di supponenza da chi è certamente più edotto. Sei comunque caldamente invitato a contestare eventuali errori grammaticali e di forma presenti nei miei scritti. Ognuno di noi ha il dovere di ritagliarsi un proprio ruolo, per quanto questo possa apparire inutile e futile, ti darà certamente la possibilità, in futuro, di esprimere qualcosa degno di riflessione. Non desistere, sicuramente, te lo auguro, prima o poi accadrà. Grazie

        2. adminadmin

          La pena di morte è un autogoal: io Stato affermo che uccidere è errato e poi ti punisco uccidendo. E’ un autogoal. Indiscutibilmente.

          Parli di BARONI. Ti sarei grato se tu volessi essere meno criptico: non è difficile indicare un nickname o indicare un commento.

          Curioso poi che di tutta la mia risposta t’interessa soltanto la data e su quella ricami parecchio. Salvo poi criticare chi ricama sui dettagli (secondo te). Contento tu…

          Rispondi
    2. Caffe

      Stifferite, cosa vuol dire per te: “integrazione”? Ti do un aiutino: gli integratori alimentari, servono a fornite al nostro organismo quegli elementi necessari al suo buon funzionamento, che, per qualche motivo, non possono essere assunti altrimenti; integrarsi in una cultura diversa dalla tua, non vuol dire abbracciare in tutto e per tutto, usi e costumi della cultura che ti ospita e la cultura ospitante, non può importi di farlo, cioè le leggi attualmente vigenti in Italia, garantiscono la tua libertà di mantenere i tuoi usi e costumi, a meno che, naturalmente, un tuo comportamento, tipico della tua cultura, non costituisca reato, per le leggi della Nazione ospitante; come ad esempio, la barbara usanza di imporre alle bambine la mutilazione ai genitali, per evitare che in un futuro, trovi gradevole il rapporto sessuale. L’integrazione tra culture diverse significa proprio questo: sono gli apporti positivi di culture differenti, che confluiscono in un senso comune, lasciando integre le peculiarità individuali, quelli che fanno grande una Nazione; i problemi non mancano, come si può notare, se si tiene d’occhio quel che accade negli USA; ma i vantaggi della multietnicità, sono innegabili, se non si mettono i paraocchi, ventiquattro ore al giorno. Adesso parliamo della presunta “barbarie” islamica: il processo di emancipazione delle donne occidentali ed italiane, in particolare è stato lungo e doloroso; tu parli di 300 anni di arretratezza dei musulmani rispetto a noi, peccato per te, che ignori che in Italia, le disposizioni sul delitto d’onore sono state abrogate con la legge n. 442 del 5 agosto 1981. Mi spiego? Fino a quella data, si poteva non solo picchiare, ma persino uccidere la moglie o addirittura la figlia, cavandosela con poco più di un buffetto sulla guancia, se si adduceva, come movente, la difesa del proprio onore infangato dalla presunta fedifraga; nello stesso spirito, anche la violenza carnale, poteva essere “sanata” se lo stupratore acconsentiva a celebrare il cosiddetto “matrimonio riparatore” dell’onore della famiglia a cui apparteneva la ragazza, con il di lei consenso o meno, considerando così la vittima dello stupro, come quella che l’ha invece provocato. I matrimoni combinati, in Italia, sia pure molto più rari di un tempo, si celebrano ancora e mi risulta che, se uno dei due o entrambi, gli sposi, sono minorenni, non basta nemmeno il semplice consenso dei genitori, per convolare a nozze, deve intervenire il tribunale dei minori ed anche superata la maggiore età, non mancano i sistemi, da parte del suocero, di rosolare alla graticola, il genero che gli sta antipatico. Ti sei mai chiesto perché in Italia, è così diffuso il cosiddetto femminicidio? I cambiamenti dei costumi, specie quelli femminili, evidentemente, fanno sbiellare tuttora molti nostri connazionali maschietti; come possiamo atteggiarci a persone civili, se viviamo in un paese, dove questa piaga, ha raggiunto livelli così allarmanti? I costumi cambiano molto lentamente in una intera popolazione, figuriamoci in una famiglia straniera che si ritrova in Italia da un giorno all’altro. Pensiero malizioso: sei sicuro che lei ci tenesse tanto a te? Perché, parlo per esperienza indiretta, quando una donna, musulmana o cristiana che sia, si mette in testa qualcosa, se tiene veramente a questa cosa, non c’è talebano che tenga.

      Rispondi
      1. Stifferite

        Certo che mi voleva bene, ma se hai 17 anni non puoi scappartene di casa, perché i carabinieri ti acciuffano e ti riportano indietro.
        Poi quando è arrivata a qualche mese dai 18 anni il padre l’ha rimandata in Albania e non ho più saputo nulla.
        Troppo comodo andare in casa d’altri e pretendere che gli ospiti rispettino i tuoi costumi e le tue usanze, quando tu, al contrario, non intendi adattarti a NESSUNO dei costumi e delle usanze di chi ti ospita.
        Tu mi parli di “apporti positivi di culture differenti”, ma questi apporti quali sono?
        Io nella mia vicenda non ho trovato nessun apporto positivo, anzi, da parte mia questo raffronto con la cultura del padre della ragazza mi ha lasciato un apporto estremamente negativo, un sentimento di odio.
        Il padre difronte alla nostra ostinazione, ha minacciato me e la mia famiglia! E le minacce non erano di una semplice sculacciata! Mia madre mi ha pregato in ginocchio di lasciar perdere, per il bene nostro e di tutti.
        Dammi una sola ragione per la quale io non dovrei provare odio per quello che mi ha fatto quel figlio di un cane.
        Dopo questo io odio tutti quelli che anche per la loro fede religiosa impongono ai figli di fare della loro vita quello che decidono gli altri.
        Per me è troppo dardi. Non credo che qualcuno riuscirà mai a farmi cambiare idea.

        Rispondi
        1. Caffe

          Tu pensi con il tuo uccello e così ragionando, non è che si va troppo lontano: io ho fatto alcune considerazioni partendo dal tuo triste caso e tu hai colto e malamente, solo l’ultima: ne hai di strada da fare, caro Stifferite, se volevo parlare con te, avrei fatto l’insegnante di asilo. Non mi meraviglio che un padre, fosse pure cristiano, avrebbe accettato che un bambinone come te che sa solo pestare forte i piedi per terra, solo perché, credendo di essere il padrone bianco e buono, al cospetto di esseri sottosviluppati, pretende che le cose vadano esattamente come vuole lui e così potesse sposare la sua bambina( sicuro che fosse quella, la tua intenzione?), offrendo in cambio il nulla assoluto: tu avresti fatto di peggio, a parti invertite ed adesso scusami, ma ho altro da fare.
          Mo’ è pure colpa dei carabinieri, se non puoi fare quello che cazzo ti pare…

          Rispondi
          1. Stifferite

            Tu mi ha scritto: “se volevo parlare con te, avrei fatto l’insegnante di asilo”.
            Allora non scrivere se non ti frega nulla degli altri.
            Magari tu avessi fatto l’insegnante d’asilo, almeno ti saresti guadagnato meritatamente una paga.
            Invece hai scritto di aver fatto 30 anni di carriera militare, che vuol dire che ti sei grattato le balle per 30 anni con paga da nababbo per non fare un cazzo dalla mattina alla sera.
            Mio papà mi ha detto la vita che facevano i graduati in caserma, è già già… una vitaccia eh?
            Si si.. c’è proprio da stare tranquilli con il nostro esercito… se uno dell’isis entra in una caserma italiana la rivolta come un calzino.
            Te e tutti i tuoi compari dovevate venire con me e la mia famiglia sui tetti a rifare le coperture col catrame dalle 6 di mattina alle 8 di sera, 45° d’estate col sole che piomba e sotto zero d’inverno con il cannello per staccare il ghiaccio e la schiena sempre curva che alla sera ti fa urlare vendetta dal dolore.
            Mio papà ha messo su una ditta che ha dato e da da lavorare e da mangiare a tutti i suoi figli, arriva a casa a pezzi , e la pensione che gli daranno sarà di 506 euro al mese per più di 44 anni di lavoro, ma pur di lavorare mio papà sta con la testa bassa, silenzio e via, sempre sotto.
            Mentre tu che sputi sentenze sugli altri?
            Quanto prendi di pensione per non aver fatto un cazzo tutta la vita? Sono tutti quelli come te che hanno mandato a puttane sto paese.
            E poi come ti permetti di scrivermi : credi di essere il padrone bianco e buono?
            oppure che non gli avrei offerto il nulla assoluto? Io la casa me la sono fatta su pezzo per pezzo, non ho mai fatto ferie in vita mia pur di mettere da parte quello che mi serviva per ultimare la casa.
            Io non sono padrone di nessuno, lavoro da quando avevo 14 anni e ho sempre portato a casa uno stipendio dignitoso.
            Qui se c’è un uomo bianco e razzista sei tu, sei un razzista classista che prende in giro i popolani come me che non reputi alla tua altezza. Vergognati.
            Poi per l’altro genio che ha commentato più sotto mi pare un certo Paolo, io odio tutti quei figli di puttana che decidono in nome della figlia o del figlio chi ti devi sposare e chi no.
            Forse tu sei uno di quelli che obbliga la figlia a sposare chi vuoi tu?
            Afta era venuta a casa nostra pregando i miei di tenerla a vivere con noi, ma per legge non potevamo.
            Dopo che ci trovavamo e lei era piena di lividi con gli occhi neri dalle botte che gli dava suo papà, non ho potuto far altro che allontanarmi.
            Al cinema suo papà non la lasciava andare, nemmeno a mangiare una pizza, era tutto un divieto. Per suo papà i cristiani erano solo degli stolti senza vero dio, disprezzati e secondi solo agli atei.
            Anche te Paolo … ma vattene a fare in…

        2. PaoloPaolo

          Dopo questo io odio tutti quelli che anche per la loro fede religiosa impongono ai figli di fare della loro vita quello che decidono gli altri.

          Quindi tu odi tutti coloro che fanno battezzare i propri figli, li mandano al catechismo, fanno far loro la cresima o la comunione, li mandano alle scuole private cattoliche, eccetera eccetera ?

          Rispondi
  9. Stifferite

    Sai Admin, penso che abbia ragione tu.
    E’ da troppo poco tempo che in Europa non si eseguono più le decapitazioni, e quindi bisognerebbe proporne la reintroduzione obbligatoria in tutti i paesi occidentalizzati.
    Non so se le decapitazioni possano essere reintrodotte per reati anche diversi dai semplici omicidi efferati dei bambini.
    Per esempio, come avviene nei paesi islamici, si dovrebbe poter reintrodurre la decapitazione, la fucilazione o il rogo stile Giovanna D’Arco anche per “reati” legati al diverso credo rispetto alla fede cristiana.
    Non ti pare forse cosa buona e giusta? I musulmani in nome del profeta dicono di si!

    Rispondi
    1. adminadmin

      Sei libero di esprimere la tua opinione. Questo non significa però attribuire ad altri pensieri a tuo piacimento.

      Sai Admin, penso che abbia ragione tu.
      E’ da troppo poco tempo che in Europa non si eseguono più le decapitazioni, e quindi bisognerebbe proporne la reintroduzione obbligatoria in tutti i paesi occidentalizzati.

      Forse sei tu che hai un pizzico di invidia nei confronti dei “retrogradi” musulmani, giacchè io non mi sono mai permesso di esprimere un concetto simile a quello che affermi tu.

      Rispondi
      1. Stifferite

        Admin hai ragione di nuovo.
        Forse ho un pizzico d’invidia verso l’ignoranza e la barbarie musulmana, mi piacerebbe proprio che i cristiani fossero simili a loro, mi piacerebbe che il vangelo non avesse scavalcato la bibbia, e che il vecchio testamento fosse legge dello Stato. Probabilmente ora loro ci temerebbero più di quanto facciamo noi con loro.

        Rispondi
    2. Caffe

      Stifferite, permalosetto eh? Io sono cresciuto in una borgata romana in una baracca senza acqua corrente ed una puzzolente stufa a kerosene che cercava invano di compensare l’umidità che colava dalle pareti di quel tugurio; quindi tienti per te le tue considerazioni, circa la mia presunta puzza sotto il naso. Tu non hai idea dei sacrifici che io ho dovuto affrontare anche nella mia vita militare: sai esistevano anche caserme per imboscati, adesso non più, con la fine della leva, evidentemente tuo papà è finito in una di quelle caserme; io, per motivi di servizio, ho vissuto in quattro città diverse, ho compiuto servizi in zone disagiate (alta montagna), per almeno due decenni e passato mediamente, almeno un mese all’anno, a fare corsi di aggiornamento, dato che io ero un tecnico elettronico delle telecomunicazioni e non un furiere di merda (con tutto il rispetto per i furieri).
      A causa del mio servizio, alla fine mi sono ammalato seriamente alle ossa, di malanni irreversibili e non ho fatto nemmeno domanda per essere indennizzato: mi dispiace che di tutto quello che ti ho detto, tu non hai capito una beneamata mazza, ma questo, è un problema tutto tuo.

      Rispondi
  10. PaoloPaolo

    Poi per l’altro genio che ha commentato più sotto mi pare un certo Paolo, io odio tutti quei figli di puttana che decidono in nome della figlia o del figlio chi ti devi sposare e chi no.
    Forse tu sei uno di quelli che obbliga la figlia a sposare chi vuoi tu?
    Afta era venuta a casa nostra pregando i miei di tenerla a vivere con noi, ma per legge non potevamo.
    Dopo che ci trovavamo e lei era piena di lividi con gli occhi neri dalle botte che gli dava suo papà, non ho potuto far altro che allontanarmi.
    Al cinema suo papà non la lasciava andare, nemmeno a mangiare una pizza, era tutto un divieto. Per suo papà i cristiani erano solo degli stolti senza vero dio, disprezzati e secondi solo agli atei.

    Gne gne gne. Al di fuori del tuo ranting da quattro soldi sei evidentemente incapace di rispondere alla mia domanda.
    Ripeto, visto che hai appena dichiarato di odiare tutti quelli che in nome della loro fede vogliono imporre le proprie decisioni ai loro figli, tu odi dunque tutti coloro che fanno battezzare i propri figli, li mandano al catechismo, fanno far loro la cresima o la comunione, li mandano alle scuole private cattoliche, eccetera eccetera ?

    Anche te Paolo … ma vattene a fare in…

    Grazie, ricambio la cortesia e il tuo benevolo augurio.

    Rispondi
  11. stefan

    Il ragazzo più sopra ha avuto un’esperienza negativa rapportandosi con altre culture.. ma non voglio soffermarmi sul caso in particolare.

    Ciò nonostante mi sento di affermare che quando vengono poste domande scomode la pace, la benevolenza, il pacifismo e la tolleranza predicata dell’islam non poi così cristallina…

    Posto più sotto una traduzione a grandi linee del video-inervista:
    http://youtu.be/pQzuFrMRA3M

    Musulmano: Come musulmani, noi abbiamo il diritto di portare i nostri bambini alle nostre credenze, e dò lo stesso diritto ai vostri bambini di insegnare i valori che voi ritenete giusti….

    Dawkins : E dove sono i diritti dei bambini stessi?

    Musulmano : Beh, i diritti dei bambini vengono, ehm, quando sono grandi abbastanza da poter discendere autonomamente, fino quell’età sono sotto la responsabilità dei genitori e…

    Dawkins : Insegnate a loro che l’Apostasia viene punita?

    Musulmano : …tu critichi questo, ma questa è la mia religione, questo è il modo in cui io sono cresciuto, io ho portato il bambino in questo mondo, io educo, io ho i diritti per assicurarmi che abbia tutto, tu pensi che questo sia malvagio, beh, questo è il tuo punto di vista, io lo farò diventare un essere umano MIGLIORE, non c’ero prima quando hai parlato di fede, beh, dovresti sapere cosa la nostra fede insegna e cioè questo “Ascolta, tu sei un essere umano, RISPETTA i tuoi compagni esseri umani, QUESTO E’ IL PUNTO PIU’ IMPORTANTE di cui tu non vuoi discutere…

    Dawkins : Ah si? Dimmi allora, qual è la pena per apostasia?

    Musulmano : [ignorando la domanda]….ed ecco perchè hai questi pregiudizi riguardo la nostra fede

    Dawkins : Quale è la pena per l’apostasia? Cosa insegnate ai bambini cosa succede a loro se rinunciano alla fede islamica?

    Musulmano : B-beh, cercheremmo di riportarli alla nostra fede…

    Dawkins : Non hai risposto : quale è la pena per l’apostasia?

    Musulmano : ……

    La domanda di Dawkins è stata spiazzante perchè ha palesato in tutta la chiarezza quanto possano essere VUOTE delle belle parole che i religiosi si infarciscono la bocca solo per rendere più “sublime, meravigliosa, attraente” la propria religione, quando nei fatti è invece marcia fino al midollo.

    Comunque verso la fine del video, il Musulmano interrogato si degna finalmente di rispondere e vi riporto anche qua lo stralcio (che inizia dal min. 5:50 in poi):

    Donna Musulmana : Se un bambino è cresciuto in una famiglia, in cui gli è data una certa religione, quando quel bambino cresce, basilarmente sa più riguardo la sua religione e quando crescono imparano riguardo anche le altre religioni e scelgono….

    Intervistatore : Stai dicendo quindi che la fede con cui sei cresciuta non ti rende prevenuta di essere aperta di mente o adottare un’altra religione?

    Donna Musulmana : PER NULLA, non mi rende prevenuta nell’essere aperta verso le altre religioni, io infatti in questo paese ho deciso volontariamente di portare il velo….

    Dawkins : Ma quale è la pena dell’apostasia? Quale è la pena per l’abbandono della fede islamica?

    Donna Musulmana : Ehm ,ad essere onesti non posso rispondere a quella domanda perchè non sono…

    Dawkins: Quale è la pena dell’apostasia?

    [da notare l’inquadratura dell’Imam intervistato prima che se la ride in questo punto]

    Dawkins/Intervistatore : lasciate rispondere all’Imam per darci una breve risposta su quale sia la pena dell’apostasia nell’Islam.

    Musulmano : Se siamo su una nazione islamica, la legge è molto chiara : l’apostasia è punita con la PENA DI MORTE.

    Dawkins : Grazie, era esattamente quello che volevamo sapere.

    Rispondi
    1. Caffe

      Bravo, Stefan, hai dimostrato quello che tutti sappiamo benissimo: nella religione musulmana ci sono elementi di violenza ed essendo dato che, i musulmani, mediamente, sono più osservanti di noi cristiani, è facile per l’imam di turno, incitare alla guerra santa i più stupidi tra le teste calde che li stanno a sentire e chi lo nega? Non ho mai sostenuto che i musulmani osservanti siano pacifisti o particolarmente tolleranti; quei valori sono laici, figli della Rivoluzione francese e di pensatori alla Voltaire, con indubbi influssi da parte del cristianesimo; ma questi valori non sono condivisi dai fondamentalisti di TUTTE le religioni: lo stesso cristianesimo, che pure nacque per diffondere questo tipo di messaggio, cadde ben presto anche egli nella trappola del fondamentalismo, col risultato di esserci pappati pure noi in Europa, secoli di guerre di religione, anche solo tra fazioni dello stesso cristianesimo: insomma persecuzioni, discriminazioni e genocidi, anche in tempi RECENTISSIMI, non sono una prerogativa del solo Islam, Stefan, fatti un esame di coscienza e poi dimmi pure che io ho torto. Quando si cade nel fanatismo, nessuna religione è migliore o peggiore di qualsiasi altra e questo non lo dico io, lo dice la storia; quindi non mi convince quando si spulciano sure e versetti, per cercare di provare che una intera etnia è predisposta all’assassinio per motivi religiosi, a me questo puzza di razzismo puro e semplice. L’intervista della quali riporti dei brani liberamente tradotti, dimostra che gli intervistati, hanno delle opinioni dettate dalla loro religione, che si rendono conto che esse cozzano contro il sentire comune occidentale, di qui l’imbarazzo che si coglie dalle risposte; ma non dimostra di sicuro che gli intervistati siano pronti ad eseguire un massacro da un momento all’altro; se intervisti uno dei tanti fascistelli in circolazione, non faticherai a sentire robe anche peggiori, ma non è detto che costoro, poi mettano concretamente in pratica le loro opinioni, anzi, a parte bellicose parole d’ordine diffuse sui loro media, io non vedo in giro gente con la svastica al braccio, intenta a devastare quotidianamente negozi di perfidi ebrei: il diritto di avere le proprie opinioni per me è sacro, per TUTTI, anche per i fascisti o i musulmani (a scanso di equivoci, non che io accosti le due categorie), la cosa importante è che rimangano TUTTI nei limiti delle nostre leggi e chi le infrange, DEVE essere, sicuramente, severamente punito, fosse pure mio zio o mio nonno; è sacrosanto vigilare, sarebbe ancora meglio prevenire certi episodi con adeguate politiche dell’istruzione ed integrazione, fin dalle scuole elementari, ma ad alimentare sentimenti di odio verso una specifica etnia, si finisce troppo spesso in un bel pogrom e questo noi non lo vogliamo, vero, Stefan?

      Rispondi
  12. stefan

    Caro Caffe, il problema è che la maggior parte di noi (almeno spero) non è razzista.
    Se lo fossimo le frontiere all’Islam sarebbero chiuse da tempo, e la minaccia integralista in europa non esisterebbe.
    Invece le porte sono aperte a tutti, e lo scotto che paghiamo tutti è la paura, la paura di vedere le nostre convinzioni, le nostre libertà e i nostri costumi sopraffatti dal cieco fanatismo religioso.
    E il peggio è che nel 2015 ancora non c’è una soluzione al problema.
    Con l’efferatezza degli atti compiuti da alcuni barbari assassini l’odio e il sospetto cominciano a radicarsi sempre di più.
    Cosa si può fare? Nulla? Siamo impotenti?
    Finché gli Imam nei loro sermoni non ammetteranno che l’apostasia è assolutamente sbagliata e che l’islam non può e non dev’essere l’unica certezza assoluta, la questione non avrà mai fine in modo civile.
    E nessun imam ammetterà mai una cosa del genere, perché significherebbe andare contro il Corano e il fondamento della fede islamica.
    E’ una questione che a confronto la guerra fredda e il muro di Berlino erano due sciocchezze ideologiche passeggere di nessun conto.
    Finché non esisteranno imam alla Caffe… non c’è soluzione.
    Se la fede comincia a divorare i popoli come un cancro, purtroppo a mali estremi ci sono estremi rimedi.
    Chiusura delle frontiere = distruzione del multiculturalismo… impoverimento della civiltà.
    Che tristezza.

    Rispondi
    1. Caffe

      Stefan, ti comprendo e capisco il tuo disagio, ma io sento il dovere di pensare che l’umanità. intesa in senso globale, alla fine avrà la meglio, su tutti gli odi e i fanatismi; perché non si scappa, o da qualche parte si spezza questa catena malvagia, oppure non ci sono vie di uscita: una parte sterminerà l’altra, non senza aver subito danni ingenti e permanenti a sua volta. La bestialità è una roba che trovi tutti i giorni gratis, basta, per esempio, prestare orecchio per anche solo un ora al giorno, a quello che dicono su Radio Padania Libera; l’umanità, è cosa più rara e difficile da scovare e quando la trovi, te lo garantisco, è come guardare dritto negli occhi di un signore che si chiamava Gesù Cristo.

      Rispondi
  13. stefan

    Comunicazione di servizio.
    Il server di Pontilex non mi permette più di entrare quando uso la dsl della subway.
    Dice che sono in una black list (che ho fatto??).
    Approfitto del’hotel in Francia prima di rientrare in Italia per postare quest’ultimo post.
    Un saluto a tutti.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Il server di Pontilex utilizza svariati livelli di sicurezza, alcuni dei quali basano il loro funzionamento sull’indirizzo IP da cui proviene la tua connessione. Evidentemente la subway ha fatto qualcosa di brutto e cattivo. E questi servizi hanno deciso di mettere quell’indirizzo IP in blacklist.

      che ho fatto??

      Non prendere sempre tutto sul personale… Se dipendesse da te non ti avremmo permesso di pubblicare dalla Francia. ;-)
      Oh per la cronaca: il tuo hotel usa qualche proxy in OVH… Sapevatelo.

      Rispondi
  14. Mestess

    – L’imam di Londra: “Chi offende Maometto deve morire”
    http://www.ilgiornale.it/news/politica/limam-londra-chi-offende-maometto-deve-morire-1082351.html

    – Islam, nel mondo arabo uccidere chi deride Maometto è legge
    http://www.liberoquotidiano.it/news/libero-pensiero/11741215/Islam–nel-mondo-arabo-uccidere.html

    – “Blogger saudita rischia pena di morte”
    http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2015/03/01/blogger-saudita-rischia-pena-di-morte_a3f8a235-401f-4919-8ab3-f6123c5656ce.html

    -«Charlie se l’è cercata? Non si insulta Maometto»
    Viaggio nelle moschee semiclandestine di Roma Gli imam fanno spallucce e leggono il Corano

    http://www.iltempo.it/cronache/2015/01/13/charlie-se-l-e-cercata-non-si-insulta-maometto-1.1367295

    La loro mentalità è questa…. c’è poco da fare….lo si capisce sopratutto dall’ultimo link.

    Rispondi
    1. Caffe

      Mestess, ma sei scemo o segui ogni ora le trasmissioni di Radio Padania Libera? (che è lo stesso). Lo ripeto anche a te, rispondimi, se puoi: in Italia vivono più di un milione di musulmani ed ancora non vedo il nostro sangue cristiano scorrere a fiumi, quotidianamente sui nostri marciapiede ad opera del bieco musulmano; e poi, dove cazzo sta scritto che gli stranieri che vivono in Italia, senza commettere alcun reato, non debbano avere i loro sacrosanti pregiudizi? Tu ne hai, io ne ho e non si incazza nessuno: il tuo è solo volgare razzismo e nemmeno condito da motivazioni di maniera, che di solito si inventano i razzisti per giustificare questa aberrazione della natura umana e cristiana, che dovremmo avere noi italiani; razzismo che nasce dalla paura che i fessi nutrono, quando è alimentata dai discorsi apparentemente sensati di gentaglia come Salvini o Casa Pound che non si vergognano di far luminoso riferimento alla tragica era fascista, di questa nostra disgraziata Nazione; purtroppo per te, io sono intollerante agli intolleranti e te l’ho voluto dire. Domanda da un milione di dollari: ieri l’altro, un sindaco leghista, ha negato la cittadinanza italiana ad una donna indiana, residente da oltre quindici anni in Italia e coniugata con un cittadino ITALIANO, sia pure di origine indiana, perché, a suo dire, non conosceva l’italiano: a parte l’infamia di quel sindaco ottusamente arrogante, io vorrei sapere da lui, sentiti gli interventi degli ascoltatori leghisti, alla loro radio, che io seguo quotidianamente: quanti cittadini padani, conoscono effettivamente l’italiano? Te lo dico io: uno su dieci ed arrotondo per difetto….

      Rispondi
  15. PaoloPaolo

    L’imam di Londra: “Chi offende Maometto deve morire”

    Un minister qualsiasi della Westboro Baptist Church afferma: “Chi offende Cristo, gli omosessuali, gli islamici, vattelapesca, deve morire.” Qual’è la differenza ? Nessuna.

    Islam, nel mondo arabo uccidere chi deride Maometto è legge

    Un cumulo di cazzate che prende le parole di un fanatico e le applica indiscriminatamente a centinaia di milioni di persone. Già il fatto che confondano le parole “arabo” e “islamico” la dice lunga sul livello dell’articolo.
    Cito anche un interessante commento in calce all’articolo: “Vetrificare i loro deserti, e città, con le atomiche, i gas dopo.” Con lo stesso ragionamento si potrebbe dire che nel mondo cristiano tutti pensano che chiunque non sia d’accordo dev’essere bombardato.

    Blogger saudita rischia pena di morte”

    Citare l’Arabia Saudita per un caso del genere è come citare l’Inquisizione del’600.

    Charlie se l’è cercata? Non si insulta Maometto

    Se qualcuno insulta mia madre io gli dò un pugno (cit.). Tra l’altro anche quest’articolo è ridicolo, visto che parla di “moschee non autorizzate” (se adibisci un locale qualsiasi ad uso religioso senza violare i regolamenti edilizi non devi mica chiedere autorizzazioni a nessuno) e cerca in tutti i modi di mettere in bocca agli intervistati (ammesso che siano davvero tali) delle parole che non pronunciano. Interessante poi come citino ad minchiam la Dar al’Ahd con una grafia del tutto sbagliata e attribuendole un significato che non ha mai avuto dato che era l’equivalente islamico medievale di un trattato internazionale.

    Di giornali più onesti e intelligenti proprio non ne leggi ?

    Rispondi
  16. Mestess

    Caffè prova a parlare con chi era musulmano…..per esempio un certo Magdi Allam. Ma sicuramente dirai che è un poveraccio che nn capisce niente, razzista, cattotalebbano ecc….

    [email protected]: Eh già solamente i giornalisti che prendi te sono onesti e intelligenti….

    Io spero vivamente che l’Italia diventi interamente musulmana, poi vedremo come si metteranno le cose anche qui.

    P.S.: Eh….povera Oriana Fallaci…..

    Saluti http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif

    Rispondi
    1. adminadmin

      Perchè non provi tu a parlare con chi era cristiano ed ora è musulmano?

      Magdi Allam non è un poveraccio. Sapevi che si è allontanato dalla Chiesa Cattolica? Sapevi che le sue posizioni ricordano tanto tanto le posizioni dei nostri amici Pontifessi, con un mix di “siamo fedeli a Roma, ma la Chiesa sbaglia su questi temi” e di complottismo? Curioso: Bruno Foxy Volpe è di Bari, non lontano da dove ti trovi tu, apparentemente… :-)

      Non menzionare la fallace Fallaci. E’ stata una brava giornalista. Ma ha smesso presto di essere una brava giornalista.
      http://www.kelebekler.com/occ/fallaci.htm

      Rispondi
    2. Caffe

      Magdi (Cristiano) Allam? Quello che si è specializzato nella diffusione multimediale di odio e sospetti, il pervicace disvelatore dei complotti più inverosimili e mai provati? Ti consiglierei, prima di citare certi personaggi, di studiartene prima la biografia: così potrai capire perché questo ex “musulmano”, moderato come una motosega, è divenuto un cristiano più clericale della maggioranza dei Vescovi italiani, tanto che ha preso l’abitudine di criticare spesso le scelte e le parole di un papa, che pure non sta simpaticissimo neppure a me, ma che, di teologia, suppongo che ne sappia qualcosina di più, del suddetto figuro e che ha dimostrato anche una certa volontà di rinnovare un Chiesa Cattolica gravata dal peso di infiniti scandali di ordine morale e non disdegnosa di intrattenere dubbie relazioni con ambienti equivoci della politica, della finanza e pure della malavita organizzata, prima del suo avvento. Non potevi scegliere un personaggio, più funzionale alle mie tesi dell’ineffabile Magdi, caro Mestes e di questo ti ringrazio moltissimo; nello stesso tempo mi scuso per aver usato con te, in un precedente intervento, un tono poco urbano: purtroppo è più forte di me; io mi accendo molto, anzi, troppo facilmente, quando si discute di cose che mi stanno a cuore, ma sono pure capace di chiedere scusa…
      Saluti.

      Rispondi
  17. Mestess

    Admin di certo uno che passa dal cristianesimo all’islam NON RICEVERA’ MAI per nessun motivo minacce di morte…(ma forse è un dettaglio questo).
    Se Magdi Allam adesso è fuori dalla Chiesa è perchè essa non ha preso una posizione netta contro l’islam, che secondo la sua esperienza personale non è così pacifica come vogliono far credere….. (e specifico secondo la sua esperienza personale, dato che adesso vive con una scorta).

    Manco la Fallaci va bene?
    Per rispondere al tuo link, potrei postarti 10 altri siti dove c’è scritto che la Fallaci è stata un ottima giornalista…..
    Ma cmq alla fine sono punti di vista….

    P.S.: Mi sa che sei un pò paranoico Admin….vedi Volpe ovunque….. relax http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif
    Scommetto che te lo sogni pure la notte.

    (scherz) http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif

    Rispondi
    1. adminadmin

      Paranoico perchè ho detto che è tuo vicino di casa? Forse sei più paranoico tu che usi credenziali tutte da verificare…
      Ammiro le tue certezze: evidentemente non hai mai avuto a che fare con i cattotalebani. Auguri.
      Se Magdi Cristiano Allam ha abbracciato la Chiesa e poi s’è stancato delle posizioni della Chiesa, sono solo problemi suoi, non credo significhi qualcosa per me o per te. Oppure mi vuoi dire che Magdi Cristiano Allam ha abbracciato la Chiesa e s’è fatto battezzare senza conoscerne le posizioni? Cavolo… non avevo colto questa tua critica nei suoi confronti.

      E bravo, l’hai capito: la Fallace non va bene. Almeno, qui da queste parti non gode di tanto riscontro… Come dici tu, sono punti di vista.

      Rispondi
    2. Caffe

      Mestess,o devo dire Foxi, come la carta igienica? Torna pure a trovarci, che da noi, una misericordiosa pernacchia la becchi sempre, di sicuro.

      Rispondi
  18. Mestess

    Admin, ho usato la parola “paranoico” per scherzare….. (e l’ho pure scritto) ed ho messo una faccina per alleggerire la battuta….non te la prendere…se te la sei presa ti chiedo scusa.
    Quel Volpe manco lo conoscevo se non fosse stato per il vostro sito.
    Per quanto riguarda Magdi Allam molto probabilmente pensava che la Chiesa avrebbe preso una posizione netta sull’islam, questo non è avvenuto e se n’è andato….(è quello che credo, ma può darsi che mi sbaglio).

    Caffè: ahahahah

    Rispondi
    1. Caffe

      L’allegria fa buon sangue, caro Mestess e sono lieto di suscitare la tua ilarità, ma ho la sensazione che tu non sei la persona così gioviale e allegra che sembri; niente di male, per carità: non si va certo in galera per queste cose. Tornando al caro Magdi, vale la pena approfondire l’argomento, se non altro, perché non ho nulla di meglio da fare nella prossima mezzora: io non credo che la religione c’entri molto con il suo atteggiamento ostile, che rasenta la psicosi, verso il mondo islamico; per me le ragioni sono altre, ma forse solo un buon psichiatra, potrà mai scoprirle: ad un certo punto, lui si era convertito al cristianesimo, suscitando scalpore, perché era all’epoca, già un giornalista affermato in Italia, lui essendo proveniente dall’Egitto e (molto blandamente) di fede musulmana; ma era già scritto che così dovesse andare: l’infanzia con la mamma che faceva la tata per una famiglia cattolica italiana e gli studi condotti in vari istituti religiosi cristiani in Egitto, ne facevano un predestinato all’apostasia verso l’Islam e la successiva adesione al Cristianesimo; forse anche perché, Benedetto XVI, col famigerato discorso di Ratisbona, dovette dargli l’impressione che la Chiesa Cattolica, intendesse dispiegare un’azione di contrasto molto più vigorosa, nei confronti dell’Islam, (una vera e propria fissazione, la sua, evidentemente), di quella che poi è stata, specialmente con l’opera di riavvicinamento e ricucitura di rapporti pacifici tra civiltà, promossa in quasi ogni discorso pubblico, dal successore di Benedetto, cioè papa Francesco. Ma la Chiesa Cattolica cosa mai doveva fare per far felice questo assatanato di Magdi? Forse varare una nuova, ennesima crociata, chiamando a raccolta tutte le potenze cristiane, come si usava fare nei bei tempi che furono? Dopo un percorso giornalistico e politico che farebbe l’invidia di qualunque banderuola, ad un certo punto, approdò dove gli competeva stare: cioè al Parlamento Europeo, eletto tra le file dei neo democristiani dell’UDC, per poi subito mollarli e con l’ennesimo salto della quaglia, andarsene a posare le sue magre chiappe sui banchi del gruppo parlamentare Europa della Libertà e della Democrazia, a tenere compagnia alle natiche nazifasciste dell’Europa tutta, da quelle dei leghisti nostrani a quelle appartenenti ad onorevoli esponenti del Partito Nazionale Slovacco.
      Si vede che quel tipo di compagnia gli deve piacere molto perché alle elezioni Europee successive, egli si candidò nelle file dei neofascisti di Fratelli d’Italia, del quale era nel frattempo, addirittura divenuto dirigente, ma si vede che i militonti di Fratelli d’Italia, sono meno tonti degli elettori UDC e fu così che Allam, venne trombato (non in senso biblico) alla grande. Attualmente il nostro prode Savonarola dei poverelli, ammorba con i suoi articoli e comparsate televisive, praticamente tutti i media italiani, o almeno, quelli a caccia di forti sensazioni da dare in pasto al loro pubblico di ebeti; i media gli concedono spazi enormi, per lo stesso identico motivo per cui quell’altro fenomeno di Salvini, praticamente, vive recandosi da uno studio televisivo all’altro a spaventare gente che non chiede altro che di essere spaventata: la paura aumenta l’audience ed è direttamente proporzionale agli applausi riservati a chi li spaventa meglio; l’angoscia determina picchi di ascolto e nel contempo aumenta la confusione nelle testoline già confuse di chi prende per oro colato le rutilanti dichiarazioni del Capitan Fracassa di turno; tutto ciò, in realtà, distrae dai problemi più seri e veri, quelli si, tenuti accuratamente alla larga dalle luci dei riflettori della stampa asservita ai veri detentori del Potere, in questo sfigatissimo Paese. Dunque tu, caro Mestess, pensando forse di fornire un valido ed affidabile contrappunto alle mie idee, indiscutibilmente perniciose, che ho qui, in varie riprese, esposto, vieni a citarmi il luminoso ed indomito pensiero di uno come Magdi Allam? Mah: se così ti piace…

      Rispondi
  19. Mestess

    Comunque nessun cattotalebbano adesso sta minacciando di morte magdi allam che si è allontanato dalla Chiesa, nessun cattotalebbano ha minacciato o sta minacciando il giornale ateo satirico Charlie, diciamo che son sempre dettagli questi….

    Un’ultima domanda (che pongo anche a mestess http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif ) e finisco :

    Se domani l’italia diventasse al 99% di religione islamica, avremmo la stessa libertà?

    Rispondi
    1. adminadmin

      Sai, non serve entrare nella redazione di una testata giornalistica ed ucciderne i giornalisti per limitare la libertà di stampa. Forse ti lasci distrarre dal chiasso generato dalle azioni dimostrative di ISIS. Facendo il loro gioco. E pure quello dei nostrani censori che non uccidono nessuno ma, ad esempio, mandano al confino… Potrà piacere o non piacere, ma è un dato di fatto che i politici nostrani hanno la brutta abitudine di interferire con chi può esprimersi in radio ed in TV. E quando il politico può interferire con le reti private perchè sono sue e con quelle pubbliche perchè governa, beh permettimi, Charlie Hebdo passa in secondo piano.
      La religione islamica non è un monolite come credi tu… Il problema non è la religione islamica. Prova a ragionare con la testa, non con la pancia.

      Rispondi
    2. Caffe

      Ah, è questa la tua paura? Stai tranquillo, Mestess, la penisola italiana, da Attila a Napoleone fino ad Hitler, ha conosciuto le invasioni più disparate ed il popolo italico li ha digeriti tutti e cagati subito dopo cena: buona paura, poveretto…

      Rispondi
  20. Mestess

    Admin, alla domanda:

    Se domani l’italia diventasse al 99% di religione islamica, ci sarebbe la stessa libertà?

    La tua risposta è… si?
    La mia è solo curiosità, non cercherò certo di convincerti del mio punto di vista (anche perchè non credo ci riuscirei).

    Rispondi
    1. adminadmin

      La risposta è semplice: non lo so.

      Condivido in larga parte l’idea di Caffe: passano gli anni, passano i secoli, ma siamo sempre una società feudale dove ognuno cerca di tutelare i propri piccoli interessi. Oggi è la Lega Nord che tutela la Padania, domani sarà la Lega Comasca che tutela gli interessi dei comaschi, dopodomani sarà la Lega di Cantù che tutela gli interessi dei canturini… E torneremo al feudalesimo.

      Torno a ribadire il punto centrale: islam non è ISIS. Islam è una religione. Non un monolite. Anzi è diffusa l’eterodossia. Quindi non basta dire “islam”. Tu ti senti ortodosso? Oppure cattolico? Magari lefebvriano? Tutti uguali per te?

      Rispondi
  21. Mestess

    Il punto è che se tu dici qualcosa contro Gesù pubblichi vignette satiriche o altro nessun cristiano mai penserà di ammazzarti…

    Mentre se lo fai col loro profeta devi stare con la paura che qualcuno t’accoltelli…. tu preferisci questo?
    Tra i buoni musulmani ci sono anche i cattivi e per cattivi intendo che t’ammazzano.

    Quindi già da questo punto di vista c’è meno libertà….

    Rispondi
  22. Mestess

    Quindi quando tu leggi “anti-abortisti” pensi sicuro che siano cristiani? Oppure “pro-life”=cristiani?
    Dove sta scritto che questi anti-abortisti erano cristiani?

    Heorge Tiller faceva parte della chiesa Luterana, entrò in chiesa e fu sparato sull’atrio da un-antiabortista…. c’è scritto di che confessione era l’assassino? Ha rivendicato il Vangelo quando l’ha fatto?
    Da cosa capisci che l’assassino era cristiano?

    Lo sapevi che ci sono gli “anti-abortisti” laici?

    Rispondi
    1. adminadmin

      Si certo, sapevo tutte queste cose. E tu sapevi che invece l’omicida è un cristiano?
      E non è difficile capirlo, basta cercare il suo nome. Tu l’hai fatto?

      Rispondi
      1. Mestess

        Admin …non ti sto capendo….qui parliamo di attentati da parte di attivisti pro-life, o di peccati gravi da parte di un cristiano?

        Rispondi
          1. Mestess

            Comunque vorrei ricordare che:

            «Almeno l’80% degli attacchi terroristi nel mondo avviene in nome dell’islam, per difendere la fede, il profeta… e questo stile si diffonde sempre di più, anche in Occidente».

        1. adminadmin

          Qui stiamo parlando di scriteriati che uccidono altre persone in nome di una religione.
          Tu parli di ISIS. Io parlo dei prolife cristiani americani. Trova le differenze.

          Rispondi
  23. Caffe

    Si, Giuliano Ferrara è uno di quelli ed anche io, ho parecchio disagio, quando si parla di aborto; ma caro Mistess a te sfugge una considerazione elementare: si può essere ottusi e bigotti, in una parola clericali, persino dichiarandosi “ateo devoto”, come il ciccione nazionale, elefantino per gli amici. Sostanzialmente, una religiosità cupa, distorta ed esaltata, può muovere le azioni anche ad individui sedicenti laici. Gli atei, quelli veri, non mi risulta che vadano in giro ad assassinare medici abortisti e nemmeno chiunque altro: la molla che spinge le mani assassine, sono quasi sempre ispirate dal fanatismo o dai sentimenti umani eccitati al parossismo; dal terrorismo islamico ai tifosi di calcio che si accoppano tra loro, al marito tradito che trova giusto, fare a pezzi la consorte e metterla in frigorifero. Il problema è che moltissimi di noi, danno una classifica all’orrore, solo in base ai personali pregiudizi: se il benzinaio accoppa il rapinatore, preferibilmente straniero o rom, incuranti di un avvenimento tragico e grave come la morte di un essere umano, la maggior parte di noi, tende a trovare mille giustificazioni per il povero benzinaio e coprire di improperi il malvivente defunto. Abbiamo smarrito il senso dell’umanità e nessuno se ne sbatte più le palle, dei principi profondi che hanno permesso lo sviluppo delle società civili: solidarietà, rispetto per i diritti umani, empatia verso gli ultimi, sono termini e concetti che ormai appaiono solo sui vocabolari, come testimonianza che un tempo, forse, noi eravamo migliori di oggi. Tu parli dei nostri pregi rispetto al medioevo islamico e allora fatti queste domande e datti le risposte: perché in Italia, mica in Marocco, lo stato della giustizia è così pietoso, con milioni di processi arretrati e destinati alla prescrizione, se si dispone di avvocati tanto costosi, quanto abili? Perché la metà dei carcerati italiani, sono ancora in attesa di giudizio ed una altissima percentuale tra loro, alla fine, risulterà innocente,: quale paese civile può accettare che un innocente venga sbattuto in galera, solo in presenza di indizi, per poi scarcerarlo con tante scuse e cavarsela così a buon mercato? In Italia, i diritti civili dei gay, dei rom e persino delle donne, sono scritti solo sulla carta, che poi viene usata da certi perbenisti, per pulircisi il culo: tu lo sai che a parità di mansione, in Italia, una donna percepisce uno stipendio SISTEMATICAMENTE inferiore al maschietto vicino di scrivania o di catena di montaggio? Lo sai che una donna, se vuole far carriera in una azienda, come nella pubblica amministrazione, deve essere almeno tre volte più in gamba della controparte maschile? Lo sai che la stessa donna è per questo malvista ed odiata e deve oltretutto, rinunciare ad avere una vita normale a causa della nostra società impostata sul fatto che chi porta i soldi a casa, deve essere il maschio: cure parentali ai bambini ed agli anziani sono da sempre devolute alle sole donne, con la conseguente impossibilità per esse, di intraprendere un percorso di vita e professionale analogo a quello dei maschietti; le cose stanno cambiando, a causa dell’evoluzione sociale ed alle lotte femministe, ma tutt’ora, di fronte ad una femmina emancipata, molti maschietti tutt’ora sbroccano e sterminano la “troia presuntuosa”, che ha avuto l’infelice idea di concedere fiducia a questo tipo di stronzo, tipicamente italico: mai sentito parlare di femminicidio? Potrei andare avanti a lungo, ad elencare le nefandezze che avvengono nel nostro paese e che a molti di noi, quelli come te, ad esempio, pensando di vivere in un paese COMPIUTAMENTE civile, sfuggono, sottovalutano o rimuovono del tutto dalla coscienza; insomma, caro Mestess, nell’ accusare l’Islam di ogni sorta di atrocità, che pure ci sono, dai anche un occhiata dalle nostre parti: potresti avere qualche sorpresa.

    Rispondi
  24. Caffe

    Se gli unici a compiere atti terroristi sono i fanatici islamici, è ovvio che su cinque, ripeto cinque attentati, l’ ottanta per cento di questi è opera loro: ebbene? Cosa cazzo hai dimostrato, caro Mestess, che oltre un miliardo di musulmani, in tutto il mondo, ed oltre un milione solo in Italia, sono TUTTI brutti zozzi e cattivi? Tu non arrivi a capire perché sei uno stupido ed io non perderò altro tempo per spiegartelo.

    Rispondi
  25. PaoloPaolo

    «Almeno l’80% degli attacchi terroristi nel mondo avviene in nome dell’islam, per difendere la fede, il profeta… e questo stile si diffonde sempre di più, anche in Occidente».

    Alè, citazione a caso senza fonti nè numeri, viva l’esattezza e la precisione ! Varrebbe anche la pena ricordare l’esatto opposto, e cioè che in Europa l’attacco terrorista più sanguinoso di tutti fu compiuto da un fondamentalista cristiano e che negli Usa praticamente quasi tutti gli attacchi religiosi sono di matrice cristiana, e la stessa Homeland Security classifica i Sovereign Citizens al primo posto nella lista delle minacce terroriste.

    Rispondi
      1. adminadmin

        Perdonami, il problema non sono “le nostre fonti”. Il problma sono le fonti. Punto. Tempi ed il Pime non mi sembrano autorità preposte alla produzione di statistiche sul numero di attentati nel mondo. Spacciare le loro impressioni per dati statistici mi sembra abbastanza pericoloso. Un poco come prendere un video di ISIS e pensare sia pura e semplice “informazione”.
        Quali sono le fonti a cui attingono Tempi ed il Pime per giungere alla conclusione che l’80% degli attentati è di matrice islamica?
        Risposta simile per “Il Giornale”. E’ una nota fonte di bufale. Dal mio punto di vista lotta ad armi pari con Lercio. Solo che Lercio fa ridere mentre “Il Giornale” semina solo odio e rancore.

        Rispondi
  26. Mestess

    Quindi per te se ilgiornale scrive:

    Come tutte le religioni, l’islam non è monolitico e dunque esiste anche quello che rifiuta la violenza. Islam «moderato» però resta una espressione tanto vacua da fornire l’impressione di coincidere con l’astensione dall’uso delle armi. Troppo poco. Sarà così fino a quando il mondo musulmano, soprattutto la parte radicata in Europa (56 milioni di cittadini, oltre il 7% del totale, contando anche la Russia), non si esprimerà con chiarezza su alcuni temi.

    L’islam «moderato», qualunque cosa significhi questa espressione, è favorevole alla separazione tra Stato e religione? L’islam «moderato» crede nella democrazia e rifiuta di sfruttarne le opportunità al fine di cambiare regime? L’islam «moderato» è contrario all’ingresso della sharia nelle leggi e nelle consuetudini che regolano la convivenza? L’islam «moderato» ritiene i diritti dell’uomo inalienabili e non subordinati al Corano? L’islam «moderato» concorda sulla parità, in ogni ambito, tra uomini e donne? Basta rispondere con un sì o un no. Su questi temi, pronunciamenti netti (e soprattutto autorevoli, visto che non si capisce quali siano i veri leader delle diverse comunità) non si sono ancora sentiti, almeno nei media più diffusi. Eppure proprio ora l’islam «moderato» dovrebbe cogliere l’occasione non solo per condannare i massacri, sfilando a Parigi, ma anche per dimostrare di condividere i valori su cui si fondano le società occidentali.

    Sta dicendo cose inesatte?

    P.S.: non mastico l’inglese…

    Rispondi
    1. adminadmin

      Per il tuo PS: sorry, se non mastichi l’inglese ti precludi le notizie più interessanti. Devi fidarti di me. Oppure chiedere ad altri. Scegli tu. Gli articoli, quelli sono… E dicono che il killer è un cristiano. Come te. Fatti una domanda e datti una risposta.

      Per “Il Giornale” non prendo con le pinze quello che dice e verifico il contenuto dell’articolo, le fonti… Sempre le solite cose che evidentemente ti sono aliene.

      Rispondi
      1. Mestess

        Quello che ha scritto in quell’articolo ilgiornale…. semina troppo odio e rancore…oppure è accettabile e condivisibile quello che ha scritto?

        Rispondi
  27. PaoloPaolo

    Come tutte le religioni, l’islam non è monolitico e dunque esiste anche quello che rifiuta la violenza. Islam «moderato» però resta una espressione tanto vacua da fornire l’impressione di coincidere con l’astensione dall’uso delle armi.

    Voler dividere l’Islam fra “estremista” e “moderato” è una falsa dicotomia, che indica ampiamente la propria assoluta ignoranza del mondo islamico. E’ come dire che esiste un cristianesimo “estremista” ed uno “moderato”, quando in realtà abbiamo
    – a) il cattolicesimo a sua volta diviso in lefebvriani, ciellini, praticanti, non praticanti, eccetera eccetera;
    – b) il protestantesimo dei paesi scandinavi e germanici, ormai di fatto quasi atei;
    – c) l’anglicanesimo;
    – d) tutte le chiese riformate di vario tipo come quaccheri, metodisti, evangelici et alia a loro volta con differenze abissali, come fra la Westboro Southern Baptist Church e gli evangelici coreani, giusto per dire;
    – e) le diverse chiese ortodosse greche, rumene, russe, etc;
    – f) le diverse chiese monofisite/miafisite copte, etiopiche, siriache, armene, etc;
    – g) roba varia come nestoriani, ariani, etc.

    il mondo musulmano non si esprimerà con chiarezza su alcuni temi.

    Alè, di nuovo il “mondo musulmano” tout court, come se esistesse per parallelo anche un “mondo cristiano”, un “mondo buddhista”, e simili.
    Tu chiedi se “il mondo musulmano è favorevole a vattelapesca”, ma la risposta ovvia e scontata è che non esiste e non può esistere una risposta univoca, visto che non esiste un “mondo musulmano”.

    è favorevole alla separazione tra Stato e religione?

    Considerando che esistono stati laici come Albania, Turchia, Tunisia, etc…..

    L’islam «moderato» è contrario all’ingresso della sharia nelle leggi e nelle consuetudini che regolano la convivenza?

    Di nuovo, esistono degli stati come quelli sopra elencati che non includono la Sha’ria.

    L’islam «moderato» ritiene i diritti dell’uomo inalienabili e non subordinati al Corano? L’islam «moderato» concorda sulla parità, in ogni ambito, tra uomini e donne?

    Come sopra.

    visto che non si capisce quali siano i veri leader delle diverse comunità

    Perchè non ne esistono, coglione ! Ma ficcati in testa per una buona volta che non esistono dei “leader” che parlino a nome di tutto l’Islam o anche solo una parte di esso !

    l’islam «moderato» dovrebbe cogliere l’occasione non solo per condannare i massacri

    L’Italia dovrebbe cogliere l’occasione per condannare gli omicidi commessi dai mafiosi italo-americani a NY. Così, a muzzo.

    Sta dicendo cose inesatte?

    Sta raccontando un mucchio di cazzate madornali che non stanno nè in cielo nè in terra, frutto solo di un miscuglio di ignoranza burina e malcelato razzismo culturale.

    non mastico l’inglese…

    Cazzi tuoi. Invece di leggerti roba tipo Tempi, Libero e il Giornale usa il tuo tempo per impararti un minimo di inglese.

    Rispondi
    1. Mestess

      Questo è il link con l’articolo intero, non avevo messo la prima parte per non renderlo troppo lungo:

      http://www.ilgiornale.it/news/politica/se-vero-volto-dellislam-incompatibile-noi-1082309.html

      Tu per trovare informazioni attendibili, devi andare per forza in America?
      Cioè i giornalisti italiani o sono leghisti o ignoranti e razzisti.
      Siccome non so l’inglese e per adesso non credò lo imparerò….comprerò il corano, e lo leggerò per curiosità…..hai qualche versione da consigliare? O una qualsiasi va bene?

      Rispondi
      1. adminadmin

        Credo che all’interno di questo stesso articolo vengano proposte versioni online (in italiano) del Corano… Non è necessario andare “per forza” in America per trovare informazioni attendibili. La comunità scientifica tende a pubblicare documenti in inglese per facilitare la comprensione delle ricerche da parte di tutti i ricercatori e sottoporle ad una seria peer review. Ooops scusa “revisione paritaria”.

        Rispondi
      2. Caffe

        “Cioè i giornalisti italiani o sono leghisti o ignoranti e razzisti.” Non proprio, Mestess, diciamo che oltre questo, la maggior parte dei giornalisti italiani usano abitualmente: omettere, mistificare, amplificare a dismisura certe notizie e minimizzare a loro esclusiva discrezione, altre notizie che non fan comodo che vengano eccessivamente diffuse a chi li ha sul libro paga: che sono dei buoni padroni perché, in cambio di questi sporchi favori, favoriscono, favolose carriere a modesti scribacchini che altrove, farebbero loro, al massimo, vendere scarpe usate. Il giornalismo anglosassone, probabilmente per via dell’etica calvinista, invece non guarda in faccia a nessuno, potenti o solo tirapiedi prezzolati, di qualunque parte politica, non si scappa; prima o poi, se del marcio c’è, in quei fortunati paesi, esso schizza fuori, con tutti i particolari, su praticamente TUTTI i media di quel Paese, dove il quarto potere, riesce a far cader governi e costringere alle dimissioni presidenti e ministri. Ecco perché, invece di dare retta alle stronzate che scrivono a comando, i nostri osannati giornalisti, anche se non mastico un inglese fluente, ricorro ai google traduttore, anche se certe traduzioni, sembrano dialoghi tra Stanlio ed Olloio, ma pur sempre comprensibili ed ogni tanto, faccio una capatina su qualche prestigiosa testata web di stampo anglosassone, così, per vedere le cose che mi interessano, sotto una visuale, un tantino più obiettiva, di quella dei vari Belpietro, Giuliano Ferrara e mi voglio rovinare, pure dell’inopinatamente sopravvalutato Eugenio Scalfari.

        Rispondi
        1. adminadmin

          Personalmente posso trovare più simpatiche le omissioni di Scalfari, ma restano sempre omissioni.
          Dico Scalfari per restare nel solco del tuo esempio: come dici tu, questa situazione è diffusa e coinvolge tutti i giornali più o meno indistintamente.

          Rispondi
      3. PaoloPaolo

        Non è che se mi dai il link l’articolo da un cumulo di cazzate che era diventa magicamente più profumato….

        Tu per trovare informazioni attendibili, devi andare per forza in America?
        Cioè i giornalisti italiani o sono leghisti o ignoranti e razzisti.

        Solo quelli di Libero e il Giornale, a giudicare da ciò che scrivono. Comunque si tratta di uno straw man argument, visto che io non ho affatto detto questo.
        Per il resto quoto Caffe.

        Rispondi
        1. Mestess

          “Non è che se mi dai il link l’articolo da un cumulo di cazzate che era diventa magicamente più profumato….”

          Non era per questo che l’ho riportato …ma per correttezza…

          Rispondi
          1. adminadmin

            Non mi hai detto cosa pensi del cristiano americano che uccide un medico mentre va in chiesa…
            Non mi hai detto come ti senti sapendo che dei cristiani come te uccidono altri esseri umani in nome della loro religione.

  28. hijodeorus

    buon dì a tutti,
    magari non ho la dialettica e la grammatica da teologo che molti esercitano, ma posso lo stesso intervenire perché sono di origini marocchine quindi cresciuto in una famiglia fortemente islamica ma in contento che è l’italia. La prima volta che ho letto il corano mi sono venuti i brividi, perché per quanto possa aver letto una pessima traduzione, la struttura e ciò che vuol esprimere e semplice da intuire…il corano si pone in modo aggressivo, dio o allah parla spesso con domande retoriche, e già lì, con dei toni arroganti che cercano di convincerti che sia lui l’autentico.. subito penso ma se è dio che bisogno ha di convincere con domande retoriche dovrebbe invece, convincermi con l’amore e la consapevolezza e dandomi prova di cose ancora a noi sconosciute , ma invece trovo solo punizioni particolari per non dire depravate. Poi vuole uccidere i gay che in teoria sono frutto del suo creato, ma scusa se è così onnipotente e non li accetta, che gli estingua. vabbhè meno male che ci sono i musulmani che ci salvano dai gay, famosi per esser pericolosi!ALLAH non direbbe mai uccidere nessuno, ne si metterebbe a dire cosa devo lasciare in eredità ai miei figlio maschi o femmine che siano, ne mi negherebbe l’amicizia con altre culture, ne mi imporrebbe il suo credo ma me lo trasmetterebbe…..come tutte le religioni e i libri sacri il corano, nasce nel alto medioevo e quindi serve a far costituzione per cercar di limitare la follia umana , come le leggi moderne, solo che si rapporta a quei tempi (e da qui si evince che non è la parola di un ogniscente perchè la parola di un ogniscente andrebbe bene in qualsiasi periodo storico , .azz e ogniscente). Scusate lo sfogo

    Rispondi
    1. Caffe

      Qui nessuno è un teologo, Dio, è il caso di dire, ce ne scampi; venendo al tuo intervento, hijodeorus, l’equivoco secolare nei rapporti tra le varie civiltà, nasce perché i credenti di tutte e tre le religioni “rivelate”, credono fermamente che quei guazzabugli di miti pre diluviani, regole alimentari, di comportamento, precetti morali e molto altro ancora, che sono i loro libri sacri, dalla Bibbia al Corano, siano espressione diretta o quanto meno dettati a persone elette (da chi?) da Dio in persona e quindi infallibili per definizione; di qui tutto il sangue che in nome di quei libri e scorso a fiumi, fin dagli albori delle nostre civiltà; io non faccio distinzioni di crudeltà tra le religioni, come non faccio classifiche tra la ferocia ed attitudine all’assassinio, più o meno manifesta e congenita, a seconda dell’etnia di appartenenza: è il fanatismo cieco con il quale viene vissuta qualsiasi fede, quello che fa danni: anche nella Bibbia si parla di genocidi di interi popoli spazzati dalla faccia della terra, ad opera di un Dio incazzoso e vendicativo (distruzione di Sodoma e Gomorra, diluvio universale, piaghe d’Egitto e via sterminando). Il punto è: anche ad essere credenti, dove porre il limite alla propria credulità? Negli USA e non solo, c’è ancora chi crede e pretende venga insegnato nelle scuole, che la terra è stata creata circa seimila anni fa, solo perché dei geni della filologia biblica, hanno seguito a ritroso la genealogia di Gesù, contando gli anni tra una generazione e l’altra, fino ad Adamo e spiegano contraddizioni evidenti, come i giacimenti fossili di ossa di dinosauro, come i resti di animali affogati durante il diluvio universale, esattamente (dicono loro) quattromila e cinquecento anni fa, quando è ormai provato che quei resti, datati con metodi indipendenti e diversi tra loro, sono, in ogni caso, risultati inconfutabilmente, di epoca molto più antica della stessa presunta data della effettiva comparsa dell’uomo moderno e comunque molto più antichi dei famosi seimila anni, costoro, inoltre, si rifiutano semplicemente di prendere atto che già più di diecimila anni fa, nel bacino mediterraneo e nel vicino e lontano oriente, cominciavano a fiorire civiltà con un discreto grado di complessità e raffinatezza. Nonostante quanto esposto, io penso che tutte queste persone debbano essere lasciate libere di credere in quello che vogliono e sono persino dell’opinione, di introdurre nelle scuole, accanto alle materie tradizionali, anche corsi che accennino alla storia di ogni religione, comprese le credenze ed i dogmi tipici di ognuna di esse, questo proprio per abbattere quel muro di diffidenza ed ostilità che si erge inesorabilmente tra gli individui, proprio a causa dell’ignoranza reciproca delle rispettive fedi ed abitudini; è da lì che dobbiamo cominciare, se vogliamo mettere una pietra tombale su secoli di massacri inutili. Fondamentale poi, sarebbe tenere separate le due sfere, quella religiosa e quella del potere secolare che in troppi paesi musulmani, ma non solo, purtroppo, coincidono: uno Stato laico non è quello Stato che se ne infischia della religione dei suoi cittadini, imponendo regole rigidissime e spesso astruse che valgono per tutti, ma è quello che sente il dovere di accogliere e tutelare tutti i suoi cittadini, indipendentemente dalla loro fede religiosa e provenienza etnica, avendo rispetto ma non soggezione, delle singole peculiarità; a proposito di rispetto, io ne ho molto ed anche un pizzico di invidia, per la gente che ha avuto in dono la fede in un qualche Dio, a patto che essi non pretendano che le leggi del mio Paese, vengano conformate in funzione della loro fede, QUALSIASI essa sia. Basterebbe che tutti applicassero queste elementari forme di tolleranza e buon senso per far si che il mondo, diventi un posto assai migliore di quanto lo sia adesso, per viverci.

      Rispondi
  29. mestess

    Admin ti ho risposto che (dai link cattotalebbani che ho postato) la maggior parte degli attentati nel mondo non sono di matrice cristiana.
    Si fatica a trovare quello che hai trovato tu, per la maggior parte sono cristiani uccisi da X e Y…
    Se poi per te quella fonte non è attendibile perchè è stata scritta da un sacerdote ed è assolatamente falsa per questo motivo…

    Nel corano c’è un comandamento netto e chiaro (come nella bibbia) che dice di non uccidere?

    E dal momento che spesso in giro trovo scritto cose di questo tipo

    “Nell’aprile 627 con la cosiddetta battaglia del Fossato che può essere definita una “semivittoria” da parte di Maometto, i Banu Qurayza vengono accusati di essere scesi a patti con il nemico meccano. Assediati vennero infine obbligati alla resa incondizionata e alla conversione all’islam. Chiunque non avesse accettato tale condizione sarebbe stato sottoposto alla pena capitale. Ebbene, solo quattro ebrei si convertirono, e la tradizione islamica narra che tra 600 e 900 uomini vennero decapitati per ordine di Maometto mentre le donne e i bambini vennero ridotti in schiavitù. L’accaduto viene ricordato anche dal testo coranico: “Ha fatto uscire dalle loro fortezze coloro, fra la gente del Libro, che avevano spalleggiato i coalizzati ed ha messo il panico nei loro cuori. Ne uccideste una parte e un’altra parte la faceste prigioniera. Vi ha dato in eredità la loro terra, le loro dimore e i loro beni e anche una terra che mai avevate calpestato. Allah è Onnipotente” (XXXIII, 26).”

    Verificherò personalmente se sono storielle inventate dai cattotalebbani oppure no.
    I cristiani, (del vecchio testamento), devono tenere a mente i 10 comandamenti e mettere in pratica il nuovo, dove Gesù non torce un capello a nessuno, e l’unica volta che viene usata la spada da San Pietro, Gesù lo rimprovera duramente.
    Vedrò se Maometto farà lo stesso nel corano…..

    Per decidere quale versione prendere, chiederò a qualche musulmano praticante.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Ok quindi la tua risposta, in sintesi, è “Sono perfettamente a mio agio sapendo che altri cristiani uccidono in nome della mia stessa fede”. A cui poi aggiungi “E comunque secondo l’impressione di un cristiano, i cristiani non sono pericolosi”. Grazie, molto chiaro. :D

      Rispondi
      1. mestess

        Non mi sembra di aver scritto questo…
        La risposta era abbastanza ovvia per questo l’ho omessa.
        Ma per farti contento.

        No, non sono perfettamente a mio agio sapendo che altri cristiani uccidono in nome della mia stessa fede. E nessun cristiano lo sarà mai.

        Per quanto riguarda il sacerdote cattotalebbano razzista:

        “In un’analisi pubblicata su AsiaNews padre Samir Khalil Samir, gesuita arabo, docente di storia araba e islamologia all’università di Beirut, si sbarazza in poche righe delle critiche stupide (islam=terrorismo) ma non chiude gli occhi davanti ai fatti, cercando di capirne l’origine: «Almeno l’80% degli attacchi terroristi nel mondo avviene in nome dell’islam, per difendere la fede, il profeta… e questo stile si diffonde sempre di più, anche in Occidente».”

        Il suo pensiero non è ISLAM=TERRORISMO, e non credo abbia fatto un analisi del tutto sbagliata…poi è un mio parere, forse mi sbaglierò di nuovo, ed anche il docente di storia araba e islamologia si sbalgierà.

        Rispondi
        1. adminadmin

          Non saprei dirti se il sacerdote è “cattotalebano razzista” (tue parole).
          Posso dirti che gli articoli che lo citano come fonte non hanno rilevanza, dal mio punto di vista.
          Allo stesso modo io posso scrivere su questo blog un articolo secondo cui in Italia il principale pericolo per la democrazia sono i giganti di ghiaccio. E trovo magari qualche altro piccolo sito che cita il mio articolo. E quindi?
          Molto più rilevante lo studio che ti ha proposto Paolo. Già ma non l’hai potuto apprezzare, pare.

          Rispondi
          1. mestess

            Ti ricordo un piccolo particolare… è “docente di storia araba e islamologia in un’università”.
            Se poi per te siccome è cattolico non può esprimere un parere obiettivo ed oggettivo…. è un’altro discorso.

            Comunque approfondirò leggendo il corano, per verificare se realmente c’è qualcosa che potrebbe spingere una o più persone a fare quello che fanno nel mondo…senza andare a prendere fonti di “destra o di sinistra”.

        2. Caffe

          Mestess, o devo dire mister Fox? Perché altrimenti, non si spiegherebbe la tua ossessione patologica nei confronti del nostro valoroso Admin, tu sei ossessionato da lui, al punto di ignorare platealmente che qualcun’altro, tra cui io, hanno scritto più di un intervento, interpellandoti direttamente, su questo argomento. Non ho avuto il piacere di avere da te, nemmeno di uno straccio di risposta, come la buona educazione imporrebbe, fosse pure per insultarmi; eppure penso di essermela merita, l’ attenzione di un povero demente come te: comincio a pensare che sia proprio tu, quello che andava ad appendere pezzi di fegato sul citofono di una povera ragazza, la quale aveva risposto picche alle lascive attenzioni di un verme patentato. E mo’: che mi dici?

          Rispondi
    2. Caffe

      Non quindici secoli fa, ma l’altro ieri, all’alba degli anni duemila, le milizie della cristianissima Serbia, hanno operato un genocidio, eufemisticamente definito “pulizia etnica”, consistente nello stupro sistematico delle donne ed il puntuale massacro di chiunque respirasse, purché di etnia albanese, nell’enclave musulmana del Kosovo, il quale rivendicava da tempo l’indipendenza dai resti di quella che fu la Jugoslavia di Tito; il tutto avvenne nell’indifferenza ipocrita della Comunità Internazionale: ma alla fine, con colposo ritardo, la Nato si decise ad intervenire, cominciando a colpire la Serbia con incursioni aeree, miranti a distruggere centrali elettriche, caserme e stabilimenti militari. Ricordo bene che nonostante il genocidio in atto, fosse stato già denunciato da numerosi organizzazioni umanitarie e non a caso, dico io, Santoro trasmise una puntata della sua trasmissione da un ponte di Belgrado, offrendosi quasi come scudo umano, per solidarietà ai boia serbi; atteggiamento ahimè condiviso da una larga fetta della sinistra italiana, la quale, quando ci sono di mezzo gli americani, vede rosso e non capisce più un cazzo. Anche Bossi, il cui movimento leghista, ironia del caso, a sua volta separatista dall’Italia, intratteneva lucrosi, anche se non limpidissimi affari con la Serbia, ritenne opportuno e sacrosanto recarsi di persona, a Belgrado, durante i bombardamenti, per portare la sua solidarietà al “fraterno” amico Milošević, il quale fu poi condannato dal Tribunale Penale Internazionale per i Crimini nella Ex-Jugoslavia (l’Aia), per poi finire i suoi scellerati giorni in un carcere nella stessa città dell’Aia nel 2006; i leghisti, già imbarazzanti di loro, hanno sempre avuto amicizie imbarazzanti; chissà perché.. . Ancora oggi si scoprono fosse comuni piene, oltre che di uomini adulti, quindi abili al combattimento, anche migliaia di donne, anziani e bambini, il cui numero effettivo, forse non lo sapremo mai, massacrati solo perché loro, musulmani, vivevano nel cuore della civilissima Europa. Io ancora oggi mi vergogno di tutto questo e tu, Mestess?

      Rispondi
  30. mestess

    [email protected]:
    E’ un punto di partenza…..se nel vangelo non viene usata violenza mi aspetto lo stesso dal corano…..
    E comunque questa pagina inizia con questa domanda:

    “Cosa dice il Corano (davvero) degli infedeli?”

    Semplicemente voglio darmi una risposta da solo.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Ognuno ha i “punti di partenza” che si merita…

      Vogliamo parlare dei “punti di partenza” dei cattolici? Proprio quei punti di partenza a cui si appellano i cattotalebani? O più in generale i criminali cristiani?

      No certo, meglio cercare le fonti dell’altrui violenza piuttosto che guardare in casa propria e meditare.

      Rispondi
      1. mestess

        Parliamo del presente o del passato?
        Se non sbaglio Giovanni Paolo II chiese perdono per gli errori commessi dalla chiesa nel passato….
        Nel presente Francesco credo stia facendo pulizia…..

        Il punto di partenza dei cristiani è il Vangelo….. come lo è il Corano per i musulmani.

        Rispondi
        1. adminadmin

          Perdonami: il Vangelo e non la Bibbia? Quindi quando a Catechismo insegnano i 10 comandamenti, insegnano una pagina di Vangelo? Ed è nel Vangelo che si narra la creazione? Sono confuso.

          Rispondi
    2. Caffe

      Mestess, quasi mi dimenticavo, folgorato dalla tua magnificente magniloquenza: sulle fibbie dei cinturoni che tenevano su i pantaloni dei prodi soldati nazisti, i quali, come tutti sanno, hanno portato un soffio di bontà in questo mondo dominato dai truci mammalucchi, sai cosa c’era scritto? Gott mit uns; la traduzione la lascio a te, Re del fai da te.

      Rispondi
        1. Caffe

          Amico Mestess, chi mi conosce sa che sono persona abbastanza tranquilla; ma vedi: fa parte del mio carattere reagire, anche con durezza, quando penso di trovarmi di fronte a persone che cercano, usando proprio le pagine di questo blog, di fomentare odio e diffidenza, o meglio, a trasmettere il proprio odio e la propria diffidenza, sempre rivolti, a seconda delle mode, a qualcuno al quale, costoro DEVONO addossare la colpa dei loro fallimenti; ieri erano gli ebrei e gli zingari, oggi, ai primi, si sono aggiunti pure gli immigrati, specie se musulmani: di tutto questo, qui da noi, non si avverte proprio la necessità, visto il numero spropositato di altri siti, dove questi signori, potrebbero sfogare indisturbati le proprie frustrazioni nel modo che preferiscono, ovvero, mistificando e strumentalizzando una parte di verità e cucendogli addosso un vestito confezionato da autentiche di balle spaziali; io ho molto a cuore determinati principi, che sono quelli dell’Illuminismo e sanciti da quella Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo, ripresi pure dalla nostra Costituzione. Tutto questo io lo considero più necessario del cibo stesso, perché sta al fondamento della nostra civiltà ed intendo, nel mio piccolo, difenderlo, come posso e come so, dall’assalto degli analfabeti ti ritorno (e pure di andata) che, a volte, vengono qui a farci visita ed approfittando dell’ospitalità che qui, non viene negata a nessuno, per sporcare queste pagine, diffondendo nel web, il loro cupo delirio privato; costringendoci, tra l’altro, ad aprire le finestre anche di inverno, per cercare di disperdere il loro caratteristico fetore; il mio atteggiamento, quindi, non è certo una manifestazione di un presunto nervosismo, il quale, ti assicuro, proprio non mi appartiene: berrò tuttavia una camomilla alla tua salute, sicuro del fatto che, purtroppo, a te non basterà una camomilla, per rimettere insieme i cocci di un cervello ormai quasi del tutto inservibile per gli scopi per il quale ti era stato donato. :)

          Rispondi
  31. Caffe

    Marco, io non nego ai cristiani il diritto di definire genocidio, quello perpetrato dai turchi nei confronti degli armeni, cosa riconosciuta generalmente da tutti, tranne che, naturalmente, dai turchi: a Tempi ed ad i suoi redattori, non dovrebbe sfuggire questo semplice fatto; non c’è un complotto del silenzio di fronte a questo evento, oltretutto, piuttosto storicamente lontano. Non ricordo altrettanto furore da parte di questi signori, in occasione di altri eccidi, persecuzioni e genocidi, dei quali sono state vittime persone di etnie e religioni diverse da quella cristiana, variante cattolica, avvenuti persino qui in Europa ed in tempi recentissimi, non cento anni fa. Nella fattispecie, se Tempi fosse coerente al suo ragionamento, dovrebbe pubblicare editoriali per spingere le autorità italiane ad indennizzare e chiedere perdono, ai discendenti dei volsci o dei galli, per le nefandezze combinate nei loro confronti, da romani. La chiesa, particolarmente quella cattolica, avrebbe avuto, per me, molta più autorevolezza, se utilizzasse la sua potente voce, ogni volta che, a qualsiasi latitudine ed in qualsiasi nazione, moltitudini di disgraziati di qualsiasi religione, subiscono terribili vessazioni ad opera di un qualsiasi governo o regime; in molti, troppi casi, le varie Chiese, hanno osservato, un prudente , saggio silenzio. Quindi l’urlo di dolore papale a senso unico, (ma nessuno glielo ha detto che non sono solo i cristiani, quelli che subiscono quotidianamente, feroci persecuzioni?) mi lascia indifferente, come sono sostanzialmente, rimaste indifferenti, se non addirittura fiancheggiatrici, le gerarchie cattoliche, ai misfatti compiuti, anche su cittadini cristiani, da sovrani o tiranni di loro gradimento, lo dice la storia, molti di loro li ha incoronati un qualche papa, avallando così misfatti di ogni genere: questi personaggi, ritenuti preziosi dalle varie Chiese, principalmente perché questi “uomini della provvidenza”, assumono il ruolo di custodi e difensori di quello status quo, così caro al clero: cosa vuoi che sia qualche massacruccio, se questi bravi ragazzi, anche se un po’ vivaci, mi tolgono dai piedi comunisti o progressisti? Sovrani sanguinari e dittatori scellerati, sono stati considerati da sempre, dai preti di ogni ordine e grado, solo dei simpatici birbantelli; come Pinochet o Francisco Franco, tanto per citarne un paio dei più recenti.

    Rispondi
    1. Caffe

      Minghia, Alex! Che pensiero dalla logica ineccepibile, storicamente fondato e completamente esaustivo sul tema Islam che ti ritrovi! E a quale fonti, poi, ci hai indirizzato con i tuoi link! Mi sono preso la briga di esaminare i siti da te indicati non fermandomi certo agli articoli da te linkati e devo proprio dirtelo: se ti nutri esclusivamente col nettare sparso a piene mani dai siti che hai citato, intellettualmente parlando, devi essere proprio denutrito, il tipico esempio di analfabeta di ritorno che pure all’andata, però, se l’è cavata niente male; al mio paesello, che pure non abbonda di laureati, non esiterebbero, tuttavia, ad invitarti ad andare a pascere le pecore (con tutto il rispetto per i pastori e scusandomi con le pecore).

      Rispondi
      1. Claudio

        Caro caffè di nome e non di fatto perché tanto sveglio non mi sembri…ah scusa manca la doppia e con l’accento finale…i martirti di otranto sono realmente esistiti e presenti ancora in car… no solo in ossa e Santi della Chiesa Cattolica dal giorno in cui papa Benedetto XVI si è dimesso. Se sono tutte balle allora lo sono anche le “cronache mussulmane” scritte dai mussulmani e non dalla chiesa o dai papi di ogni tempo che narrano come maometto ha ucciso… ehm convertito perfino donne e bambini. ..non voglio parlarti della SACRA BIBBIA e del corano sul quale non sai un ca… ehm sei preparatissimo..ma se tu studiassi un po’ a modo la storia vedresti che sono sempre stati i mussulmani a venire in Europa (spagna, italia, est europa) per conquistarla e decine e decine di volte e sono sempre stati cacciati a calci in culo…vedi battaglia di Lepanto o Vienna il 12 Settembre 1683.. solo per citarne alcune. Mi dirai: e voi cristiani avete fatto le crociate si ma il principio iniziale per cui sono iniziate è per difendere i pellegrini che venivano uccisi dai cari buddisti..no, induisti no ma i mussulmani iii che avevano conquistato Gerusalemme e quindi non era così tranquillo visitare i luoghi di Gesù in terra Santa….poi alla fine saranno degenerate ma non per colpa della chiesa ma degli italiani tipo i veneziani che volevano guadagnarci un po’.Ma sappi che anche San Francesco d’Assisi è andato dal sultano per dire di arrendersi. ..
        E allora l’Inquisizione.? Che pazienza ci vuole con le persone come te…Anche li c’era un principio che diceva che le idee non sono neutre…o sono buone o sono cattive e ti assicuro che alcune eresie erano molto cattive tipo l’islam. .pensa se ne sei capace: pensi che Hitler sarebbe stato quello che è stato con La Santa Inquisizione? ?? Ti dico la risposta perché ho paura che non ci arrivi. No perche le leggi razziali naziste, idea poco neutra credo, sarebbe stata stroncata sul nascere. E invece ti hanno parlato o hai letto di stermini di massa ,processi sommari e invece dovresti sapere che il processo moderno ha un ampio fondamento sul processo inquisitorio. Poi anche alcuni, diversi processi possono anche essere sfuggiti di mano ma non quelli che conosci te. Sappi che prima di mandare le persone davanti ad un tribunale ecclesiastico, che le persone sceglievano perché quello pubblico era molto peggio, i territori dove erano tali eresie venivano rievangelizzati per farli tornare nell’ovile, nella retta via ed indovina da chi? Francescani e Domenicani soprattutto due ordini di cui forse è più difficile di parlar male che della Santa Chiesa invece. ..
        Vi saluto addio pregherò per voi.

        Rispondi
    2. PaoloPaolo

      Bah, argomentazioni decisamente carenti:

      – il primo link presenta soltanto una serie di deliri senza capo nè coda, che ignora completamente la storiografia sul concetto medievale di “tolleranza fra religioni”, e che sceglie di parlare esclusivamente delle conquiste e dei misfatti di parte musulmana ignorando allegramente quelle di parte cristiana.
      La cosa più bella è quando parla di “inquisitori musulmani”, un’autentica perla d’idiozia.
      – il secondo link è tratto dal sito di quel geniaccio di M. Cristiano Allam che si lamenta dei martiri di Otranto, ignorando ovviamente tutti i massacri compiuti da parte cristiana.
      – il terzo link presenta dei grafici praticamente tutti pieni di errori e di diciture sbagliate, talvolta al colmo del ridicolo come il grafico in tedesco, copia-e-incollato da un tizio che il tedesco palesemente non lo sa visto che secondo il sito parlano di terrorismo nonostante le diciture in tedesco scrivano tutt’altro.

      Rispondi
    3. PaoloPaolo

      Giusto per rincarare la dose, il primo link presenta una “citazione” dal libro di Fletcher Moorish Spain (e non Moorisch Spain come scritto in quella sottospecie di pseudoarticolo di propaganda, riuscire a sbagliare il titolo del libro è veramente da idioti), che l’autore traduce come

      la Spagna dei Mori non fu una società tollerante e illuminata nemmeno nella sua epoca più raffinata

      Ora, non solo di tale citazione non c’è n’è traccia in tutto il libro, ma addirittura viene contraddetta più volte, e solo nelle 15 pagine dell’introduzione, liberamente consultabili tramite Google Books, troviamo frasi del tipo

      Islamic Spain would come in time to offer the fruits of a higher civilization to barbarion Europe beyond the Pyrenees.

      There are two obvious ways, the linguistic and the artistic, in which Iberian civilization has benefitted from its Moorish heritage, and there are many others.

      The creative role of Islamic Spain in the shaping of European intellectual culture is still not widely enough appreciated.

      (Islamic Spain) played a significant part in the formation of the Old World’s civilization.

      Insomma, qualunque cosa facciate voi cattotalebani il risultato è del tutto patetico.

      Rispondi
  32. Saverio Valente

    Forse adesso vi sveglierete e tornerete in questa realtà, realtà che è purtroppo diversa da tutte le stupidate scritte e dette su un islam moderato o estremista. islam è islam, il resto sono solo chiacchiere come apprendiamo ogni giorno, Ricordo commenti, di menti illuminate, su gli attentati ai giornalisti satirici, in fondo se la sono andata a cercare, fare satira su maometto ha delle conseguenze. Forse oggi sentiremo dire che anche andare a concerti o, peggio ancora, frequentare locali dove si servono alcolici è offesa al profeta. Siamo noi estremisti i colpevoli delle ritorsioni islamiche, noi che ci ostiniamo a vivere in libertà ideologica senza sottometterci ai precetti dell’ islam. Sveglia, l’ impero Ottomano è alle porte e i turchi sono già sbarcati alla marina, il resto sono chiacchiere buone per masturbazioni intellettuali sterili che nulla hanno a che vedere con la natura dei mussulmani. Non esiste sordo più grande di chi non vuole sentire.
    p.s. le minuscole sono volute quindi è superfluo che menti illuminate correggano ortografia o grammatica. Grazie

    Rispondi
    1. Caffe

      E’ una fonte di continua meraviglia per me constatare che, quando succedono certe cose, i ratti trovano la forza di forzare i chiusini delle fogne che li ospitano e tornare qui a ripetere strillando come aquile, all’infinito, le solite tiritere, qui da noi, già ampiamente confutate e respinte con perdite, più volte ai mittenti e non solo da me, con argomentazioni che voi due, tra gli altri, non vi siete degnati manco di striscio, di cercare di smentire o controbattere: Claudio e Saverio Valente, voi oggi, non avete portato niente di nuovo ad una discussione che va avanti da ormai troppo tempo; seghe mentali, menzogne reiterate, ancora una volta, voi due ed altri, di questo tornate ad accusarmi: peccato per voi che quello che ho avuto da dire su questo argomento è lì, nero su bianco, pagine e pagine di ragionamenti e di rimandi storici; discutibili, forse ma voi non ci avete manco provato a discuterli seriamente. Voi due, imperterriti, durante la discussione avete prodotto circa zero argomentazioni e tanta isteria figlia di ignoranza e pregiudizi che è il vostro marchio di fabbrica: se ve lo ricordate, su questo argomento, di cacca ve ne ho fatta mangiare tanta, adesso, a distanza di mesi, sull’onda emotiva di un altro fattaccio, tornate alla carica e genericamente mi spiegate che io sono in errore, che sono un millantatore pericoloso, digiuno di storia e spargitore a tempo pieno di menzogne a tutto spiano. Ma nessuno dei due è riuscito a citare qui uno SOLO straccio di un mio brano, riportante affermazioni che cozzino con una qualunque verità storica o di analisi geostrategica, comunemente accertata e verificata; intendo da parte di istituzioni ed entità un po’ più attendibili dei vari siti o blog grillini,, leghisti, fascisti o cattolici integralisti di ogni risma che prolificano come conigli, complice un ignoranza diffusa che mi fa temere sul futuro di questa amata Nazione; una accozzaglia di voci eterodosse ed eterodirette che troppo spesso condividono le stesse parole d’ordine, costituendo di fatto, una fratellanza di odio estremista che farebbe l’invidia dei jihadisti più verminosi se non che voi, degni seguaci del povero pazzo di Magdi Allam e di personaggi della risma di Salvini Meloni Gasparri, i quali, consapevolmente o meno, per ora, stanno facendo esattamente il gioco dei terroristi pseudo islamici. Claudio e Saverio, io non ce l’ho con voi, che siete vittime innanzitutto della vostra mediocrità e mai mi sarei sognato di interrompere la vostra intensa attività di onanismo mentale con la mia ingombrante presenza e allora: io non preoccupo di tirare in ballo voi e le vostre stronzate pregresse, perché vi giudico dei mediocri, opinione da voi ampiamente contraccambiata e allora, perché stuzzicare uno molto, ma molto migliore di voi, uno che vive in pace e che vi avrebbe tranquillamente lasciato affogare nei vostri escrementi, se non lo aveste chiamato in causa direttamente?
      Questa domanda ha solo due risposte possibili:
      1- Perché siete stupidi.
      2- Perché siete DUE stupidi.

      Rispondi
      1. Saverio Valente

        Grande, tu si che sai usare la ragione per elevarti sulla stupidità umana e in particolare sulla mia mediocrità. La tua capacità di esplicitare concetti profondi non ha uguali, la tua conoscenza sulla fauna fognaria è unica, verrebbe quasi da credere che sia realmente ambiente realmente da te vissuto, ma certamente sono basse illazioni che mirano a screditare un personaggio di certo spessore. Unica domanda provocatoria : ma se il cristianesimo, con tutte le sue contraddizioni, è il male di tutti i tempi, perché non ti trasferisci in uno stato islamico, moderato se preferisci ??? Vedrai che fra gente pacifica e tollerante, aperta alla integrazione religiosa, culturale, sessuale ecc ecc, ti troverai a tuo agio e sarai applaudito trovando sicuramente seguaci del tuo verbo. Del resto, persone della tua levatura morale/culturale, sapranno certamente integrarsi in ogni contesto. Chiaramente la mia è ironia spicciola, una personcina a modo come tu sei è meglio tenercela. In qualunque paese mussulmano ne farebbero saponette, che spreco

        Rispondi
  33. Mirko Morfino

    Buonasera, scrivo semplicemente per far presente a chi ha scritto questo articolo, che i conti non mi tornano.

    Verificando infatti le fonti più corrette possibili ovvero “www.quran.com” ho potuto verificare come moltissime cose da te riportate ed affermate siano assolutamente non corrette.

    Ti prego di verificare Ad Esempio il celebre passaggio 4:95/4:96

    Dove in sunto si dice che chi si sforza donando le proprie forze e vite (anche se non mi pare sia esplicitamente inteso come “suicidio kamikaze”, anzi sinceramente pare più inteso nel senso generico del termine) sarà avvantaggiato rispetto a chi siede “giudicando dall’alto” (non traduco letteralmente). Quindi in pratica chi si sforza con tutto se stesso, disabili a parte, per predicare Allah è favorito con grande ricompensa.

    Diciamo che secondo me non hai ragione tu, ed in questi versetti non ha nemmeno ragione la traduzione “combattere” perchè un pò troppo fuorviante anche se probabilmente giusta se intesa nel termine meno violento del termine. Anche se poi sparso qua e la, in altri passaggi il concetto viene ripreso, e direzionato un pò più “all’attivismo a tutti i costi”, supponendo anche il ricorso alla violenza.

    In ogni caso, ti prego di rivedere le tue fonti, o quello che a tua volta riporti da esse.

    Mia Fonte:
    http://quran.com

    Saluti, Mirko.

    Rispondi
  34. Stefano

    Ho letto il corano per la prima volta dopo l’11 settembre 2001 e mi sono venuti i brividi!
    Non perchè contenga alcuni passagi inneggianti la guerra santa, l’uccisione degli infedeli ebrei e cristiani! Ma perchè è permeato di assolutismo e non lascia al credente alcun margine di discernimento!
    Sottomettiti alla mio volere e stai muto!
    Io allah capisco tutto e tu non sai un cazzo quindi adeguati alle mie parole!

    E’ proprio l’idea di fondo che maometto cerca di far passare che fà acqua da tutte le parti!
    Lui dice che il corano è il completamento (la chiusura del cerchio) rispetto a AT e NT ma in realtà ignora totalmente il passaggio evidente a chiunque li abbia letti che traspare chiaramente dall vecchio al nuovo testamento cioè il passaggio da un dio da temere e al quale si obbedisce senza poter obbiettare nulla (vecchio testamento) ad un dio padre amorevole che ci dice di amarci e perdonarci a vicenda (nuovo testamento).
    Maometto ignora completamente questa crescita del rapporto tra dio e gli uomini e pretende di ricacciarci sotto il giogo di un dio padrone e inperscrutabile!

    Mi dispiace ma questo non lo accetto! Non ci sono parole che possano convincermi che il corano è la conclusione del messaggio di dio perchè se così fosse… dio si sarebbe bevuto il cervello!

    Temo molto semplicemente che ai mussulmani manchino 640 anni di storia visto che l’islam è nato intorno al 640 d.C.
    Se io potessi tornare indietro nel tempo di 640 anni e osservare i cristiani di allora vedrei l’inquisizione, le torture, la caccia alle streghe.. tutte cose di cui come cristiano sono decisamente poco orgoglioso!
    Magari tra 640 anni i mussulmani avranno imparato a dialogare con le altre religioni senza un AK47 in mano!

    Rispondi
  35. Razionalista

    Sono capitato per caso su questo sito e mi è bastato notare l’arroganza, la volgarità e l’attacco personale rivolti come (non) risposte ai commentatori che hanno osato contestare questo pietoso tentativo di negare ogni riferimento alla violenza e all’incitazione alla persecuzione degli infedeli presente nel Corano, per confermare tutti i miei timori sulla reale tolleranza e apertura mentale della stragrande maggioranza di chi si professa musulmano.
    Leggo una serie di contestazioni civili e argomentate a cui si risponde con il turpiloquio, l’offesa e l’attacco personale. Se lo scopo di questo post era dimostrare che non si devono temere i fedeli islamici siete riusciti a dimostrare esattamente il contrario.

    Ho letto il Corano, secondo la traduzione italiana dell’UCOII (non di Salvini…), e confermo i numerosi incitamenti alla persecuzione degli infedeli (come è ovvio che sia, visto che Maometto è stato un capo GUERRIERO dalla svolta di Medina in poi che ha diffuso il credo islamico con la guerra e la violenza). Essendo poi le sure riportate in ordine di lunghezza e non cronologico ed essendo state scritte durante diversi periodi di vita di Maometto è ovvio che potrete trovare tutto e il contrario di tutto nel Corano se prendete le sure singolarmente. Se davvero volete capirne il significato, dovreste riportarle allo specifico periodo della vita di Maometto durante il quale sono state scritte, e lì ne vedreste delle belle… ovvero che le sure più pacifiche corrispondono ai periodi di “debolezza” di Maometto e dei suoi seguaci mentre quelle più violente corrispondono ai periodi in cui di trovano in posizione di forza (e questo dovrebbe farvi riflettere sull’atteggiamento dei musulmani anche oggi…).

    Da agnostico che ritiene ovviamente sullo stesso piano di “credibilità” tutte le religioni in particolare quelle monoteiste, non posso del resto non notare le differenza tra il Cristianesimo e l’Islam che sono le seguenti:
    1) Il Dio vendicativo e violento del Vecchio Testamento (molto simile ad Allah…) viene completamente “rivisitato” dalla predicazione evangelica del Nuovo Testamento, ed è a quest’ultimo che ormai si ispira il Cristianesimo da qualche secolo a questa parte, cosa che nel Corano ovviamente non troverete perchè anzi, come detto, l’atteggiamento più o meno intollerante di Maometto e dei suoi seguaci rispecchiato nelle sure dipende dalla situazione storica contingente e non c’è nessuna “svolta pacifica” finale che sovrasta la vecchia predicazione violenta e vendicativa.
    2) La religione cristiana ha attraversato un processo di secolarizzazione che l’Islam non ha mai ancora compiuto per un motivo molto semplice: la Bibbia è “ispirata” da Dio ma scritta da esseri umani, e in quanto tale può essere più facilmente considerata “interpretabile” e rapportata al contesto storico e sociale. Il Corano invece non appare rivelato o ispirato da Dio, bensì consegnato direttamente al profeta Maometto, e questo rende estremamente più difficile per i musulmani considerarlo interpretabile ed evolvibile.
    3) Nonostante anche il Cristianesimo abbia attraversato periodi storici in cui veniva diffuso con la violenza, il profeta Gesù non è mai stato un capo guerriero che ha condotto le sue armate contro gli infedeli, cosa che invece Maometto è stato (storicamente parlando).

    Rispondi
    1. Saverio Valente

      Pazzo, incosciente, se volevi argomentare civilmente o addirittura confrontarti intellettualmente fra persone libere dotate, anche minimamente, di intelletto, hai indubbiamente sbagliato indirizzo. Aspetta che se ne accorgano e vedrai quanta merda ti vomiteranno addosso per il solo aver formulato un pensieri di senso compiuto. Qui puoi solo abbozzare agli epiteti, è un blog fondato e redatto da persone di grande spessore morale, gente che sa come trattare gli ingenui che vi si approcciano pensando che basti essere dotati un quoziente intellettivo minimo. Qui vi è gente che sa come offendere e bistrattare quelli che non si amalgamano al loro pensiero, limitato o ottuso ma pur sempre pensiero. Se non dovessero bastare gli improperi possono anche minacciarti di ritorsioni fisiche, mister cafe e compagni, millantano la capacità di venirti a cercare sotto casa, loro sono ex militari, sanno come fare. Io, sperando nella loro magnanimità, gli ho dato nome e cognome e adesso vivo nel terrore delle loro spedizioni punitive perché, forse non lo sai, è gente aperta al franco confronto, gente democraticamente e moralmente corretta che usa la lingua italiana in modo squisito, che mai si sognerebbe di prevaricare il prossimo con turpiloquio. Ti consiglio vivamente di non commentare più le verità qui espresse se non intendi far tuoi gli altissimi concetti postati dai nostri illustrissimi veneratissimi altissimi possessori del verbo che illuminano le nostre miseri menti vergando, su codesto blog, pensieri sublimi al limite del sacro

      Rispondi
      1. adminadmin

        Intanto tu qui puoi venire a parlar male di questo blog senza subire censure…

        Guarda che nessuno ti costringe a restare qui, se vuoi evitare di leggere queste pagine, sei libero di farlo.

        Rispondi
        1. Saverio Valente

          Admin carissimo, il punto è che forse il “moderatore” dovrebbe impedire o ragguagliare i propri accoliti su cosa è democraticamente corretto scrivere a supporto delle proprie idee, nello specifico non mi sembra appropriato che, su un blog di approfondimento e confronto in rete e di conseguenza aperto a tutti, chiunque esponga pensieri che non coincidono con i vari caffe, compagno z ecc ecc, debba necessariamente essere preso a pesci marci in faccia. Mi sembra un concetto democratico e politicamente corretto di facile assimilazione. Certo del fatto che appari come la persona più dotata di buon senso ed educazione titolare del blog, auspico che consiglierai ai vari facinorosi non tanto di amalgamare il proprio pensiero ma bensì di contenersi da insultare gratuitamente il prossimo. Cordialmente ti auguro ogni bene e che tu possa continuare liberamente a batterti per tutte le cause a te care. Come ebbe a dire un grande: NON CONDIVIDO LE TUE IDEE MA DARO’ LA VITA PERCHE TU LE POSSA ESPRIMERE

          Rispondi
  36. ISIS Isane Shitty Idiot Stupid

    Signori.. i Francesi stanno bombardando Raqqua.
    Admin, Caffe, Paolo perché non vi offrite come scudi umani per impedire ulteriori inutili barbari spargimenti di sangue? Li c’è di sicuro qualche testa de maiale .. ma alla fine so tutti bravi guaglioni.. no?

    Rispondi
    1. adminadmin

      Affermare che il sito Pontifex.Roma abbia prodotto, in passato, articoli usando citazioni “alla pene di segugio” del Corano, non corrisponde con il giustificare gli atti di Parigi. Capisco che sia difficile da capire per chi ha molti limiti intellettuali.

      Rispondi
      1. Saverio Valente

        Sicuro che tutto questo buonismo usato per giustificare l’ islam non lo abbia legittimato, la paura, come per l’ attento ai vignettisti, è che fra tre o quattro giorni verrete a raccontarci che in fondo se la sono andata a cercare, che i poveri fratelli mussulmani sono stati provocati, che non sono loro i pazzi sanguinari animali ma che è l’ occidente che non si sforza di comprendere i dettami del corano. Parigi ieri, Mali oggi, domani chi sa e qualcuno ancora qui a difendere posizioni anacronistiche che cozzano con la realtà, e già noi dobbiamo scusarci per le crociate, anche se erano l’ estremo atto di difesa dall’ invasione ottomana. Forse, presto, bisognerà rispolverarle e attualizzarle

        Rispondi
        1. Jasmin

          l’islam chiede di rispettare tutta l’umanità qualsiasi forma di vita che ha creato Dio l’islam è per la pace sincerità lealtà se manca la sincerità non ti puoi chiamare musulmano ne pertanto puoi obbligare nessuno a diventare musulmano perche salta il concetto base non può essere sincero nel Corano vero e proprio non non manomesso da 1500 anni scrive.se un musulmano toglie la vita a un essere umano il peccato e pari se avesse ucciso tutta l’umanità e li spetta il castigo eterno l’inferno e se uno salva la vita di un essere umano avrà la ricompensa dovuta l’islam non chiama alla violenza tutte le balle messe in giro di uccidere gli infedeli i testi che trovate in rete Internet sono balle che mettono in giro gli stessi che pagano questi barbari ad infangare l’Islam e a uccidere gli stessi musulmani per poi uccidere europei nell nome della religione in Siria sono morti 200 mila persone 20 mila bambini questo non è terrorismo in Iraq 1 milione e 200 mila musulmani quanti in Palestina Quanti in Libia ecc perché nessuno ne parla perché nessuno dice niente nessuno accende una candela nessun minuto di silenzio? Vi dico di piu a noi musulmani non ce permesso neanche di combattere ad eccezione se veniamo. Attaccati in casa nostra per difendere la libertà di culto lingua e tradizioni seguendo delle regole ben precise attenzione combattere il nemico non attaccare di spalle non attaccare mai il nemico disarmato non infierire Non torturare mai attaccare donne bambini e anziani smettete di dire falsità e incitare nell’ odiare cosi non si andrà da nessuna parte se.siete in grado di pensare e ragionare pensate con le vostre teste è non quello che vi viene dato come pasto dai media abbiate una visone piu larga nell’ vedere le cose. auguro un avvenire per i vostri figli i nostri figli un avvenire di pace libertà è speranza di un futuro migliore da un musulmo

          Rispondi
          1. Saverio Valente

            Ma di quale religione parli, forse hai fatto confusione, stavo parlando degli islamici , le barriere linguistiche devono averti tratto in inganno. Sono pienamente in accordo con te che un buddista non ucciderebbe mai un altro uomo, forse neanche se dovesse salvare la propria vita o dei suoi cari. Qui si stava discutendo di Corano, Islam e Maometto, religione, come ben saprai, basata sulla violenza, il saccheggio e la sottomissione totale di tutte le altre civiltà, mi dispiace molto che tu abbia travisato il contendere. Quando si parlerà di religioni di amore e fratellanza, il tuo contributo sarà ben accetto. Se invece desideri confrontarti sul Islam, sappi che più o meno, compreso Caffe Admin Paolo Compagno z, anche se fingono di non comprendere, abbiamo ben presente cosa vi sia scritto sul Corano, chi lo abbia scritto, in che contesto nasce e che fini ultimi abbia. Quindi per un confronto serio, nel senso che non dobbiamo raccontarci favolette su quanto siano dispensatori di amore e tolleranza i mussulmani, sarebbe opportuno essere oggettivi. Possiamo anche discutere e confrontarci su il fatto che vi siano taluni mussulmani che non si attengono completamente ai precetti di Maometto, che non tutti sgozzano gli infedeli ma non possiamo negarne i principi sui quali si basa l’ islamismo. O forse debbo pensare che semplicemente stai applicando la sura in cui Maometto consiglia ai suoi seguaci di travestirsi da agnello se non sei pronto a combattere il tuo nemico, in attesa del momento proprizio, quando potrai colpirlo anche alle spalle ???? Vedi, anche se cristiano, leggo il Corano, non sono così sprovveduto, cerco di conoscere il mio nemico. Negare la verità sui precetti di Maometto è come negare la shoah, cosa che mi risulta che quasi tutto il mondo islamico nega, o sbaglio ?? Cercare di far passare l’ islam come religione di amore è, scusa l’ espressione volgare, una grandissima cazzata. Non esiste il musulmano moderato, è come dire il cristiano ebreo, il cattolico comunista, il fascista democratico, sono incompatibili per la loro stessa natura.

          2. Jasmin

            Non so se parla perché le è concesso o parla perché non sa di che parlare secondo me non ha letto piu di una favola di Biancaneve Sa i retroscena della seconda guerra mondiale? Quando Hitler (cristianissimo) li uccideva a massa? Sa chi aiutò un sacco di ebrei a fuggire da quel pazzo? Be’ se non lo sa, glielo svelo : i musulmani.
            Ma magari sa che nell’attentato di Parigi un musulmano salvò donne e bambini ebrei nel famoso negozio ebreo cocher, vero? Ed è a conoscenza di quante bombe vengono lanciate da parte di Israele verso Gaza (una misera striscia di terra tra le più popolate al mondo) e sa anche quanti palestinesi muoiono sotto gli attacchi degli ebrei in Israele ed in che condizioni vivono i musulmani là… siamo tutti, religioni a parte, vittime di una politica internazionale pazza.
            Guardi, mi astento solo a dirle di evitare di parlare anche solo per non farsi maggiormente la figura dell’idiota. Dischi sentiti e risentiti quelli che lei menziona E, riguardo al massacro da parte di fanatici islamici le dico solo che in Siria, Libia, Iraq sempre per fanatici islamici (o così si azzardano tutti a chiamarli) muoiono persone musulmani. se non bastasse con i vostri bombardamenti sono morti 5000 civili perché non le dice queste cose? Perché non se ne parla? E lei ne vuole parlare dei Ku Klux Klan? E dell’esercito di resistenza del Signore? Voi, come gli ebrei non siete da meno, solo che questo non viene detto dai vostri mass media. Finisco con il dirle che il terrorismo non ha religione, pura pazzia dell’uomo, semplice messa in scena dalla politica. E, se definiamo i terroristi musulmani, possiamo tranquillamente definire tutto il popolo italiano mafioso? Non crede?

          3. Saverio Valente

            Vedo che tutto a un tratto ha scoperto di saper usare la lingua italiana senza tentennamenti, peccato che se ne sia uscito con le solite argomentazioni che, con tutto il rispetto che possono meritare, non entrano assolutamente nel merito della vera natura dell’ Islam, mi erudisca, se lo ritiene vantaggioso e conveniente, sui concetti espressi da questa sua fantomatica fede, che aldilà dei numeri delle persone che la abbracciano, potrebbe essere, per la sua natura, quasi identificata come “setta”, e questo spiegherebbe anche il vostro seguirla ciecamente senza metterne in dubbio o commentare neanche una virgola di ciò che il millantante profeta scrisse nel Corano, tra l’altro scopiazzando a piene mani dalle sacre scritture giudee

          4. adminadmin

            “religione, come ben saprai, basata sulla violenza, il saccheggio e la sottomissione totale di tutte le altre civiltà”
            Guarda che la realtà non è quella che tu dipingi. Te la canti e te la suoni. Contento tu…

    2. PaoloPaolo

      Caro il mio trolletto microcefalo, visto che sei tanto preoccupato dall’Isis perché non ti arruoli tu per combatterlo ? Fidati che un posto nell’esercito te lo trovano di sicuro.

      Rispondi
  37. Caffe

    ISIS Isane Shitty Idiot Stupid, si spieghi meglio: perché mai io ed altri dovremmo offrirci come scudi umani per proteggere le belve dell’ISIS? Qui nessuno si è mai sognato di difendere o giustificare le barbare azioni di quei sanguinari tagliagole. Qui si è parlato di ben altro, ma tanta supponenza e pochi neuroni, evidentemente le impediscono di leggere VERAMENTE quello che altri scrivono: lei è così impregnato di pregiudizi che qualsiasi cosa scriva una persona che lei ha già inquadrato, giudicato e condannato, nel migliore dei casi, non può che essere spazzatura ma sono convinto che lei pensi addirittura che io faccia parte di un qualche sordido complotto, ordito chissà perché mai e poi da chi, per consegnare l’Occidente ai miei amici fondamentalisti di stampo islamico; bene, le do una notizia: Lei non ha capito un cazzo. Punto. Sono stufo di dover rispondere di cose che esistono solo nei vostri cervelli bacati: c’è un archivio ponderoso degli interventi di tutti qui, prendetevi la briga, una buona volta, di andare a rileggervi le cose scritte ed il contesto nel quale certe discussioni si sono sviluppate, se potete, contestatemi quello che volete, ma siete pregati di farlo con dati di fatto circostanziati ed incontrovertibili che dimostrino dove ed in quale momento, ho scritto una emerita stronzata: Macché! Mai successo che qualcuno fresco dei suoi studi populisti, sia entrato nel merito di qualche mia affermazione, per contestarmi grossolane manipolazioni di dati storici o geopolitici, addotti per sostenere le mie tesi; niente, nichts! Solo generiche accuse di buonismo avvalorate da frasi estratte a cazzo da un determinato contesto nel quale avevano un senso e servite accostate alla rinfusa, con altre frasi da me effettivamente scritte, ma che estratte dal contesto, suonano ovviamente un’altra musica, da quella che avevo composto io: il vecchio metodo Goebbels, insomma; lo scopo è, evidentemente, quello di farmi passare per quello che voi vorreste che io sia, cioè una specie di mentecatto, bastian contrario solo per capriccio e dalle idee sconclusionate e confuse. C’è anche chi mi accusa di essere in combutta con tagliagole di tutte le risme e di ordire complotti col nemico che, anche per colpa mia, ci ritroviamo in casa: che palle! E’ possibilissimo che sul piano formale e dialettico io abbia commesso qualche vaccata, siamo esseri umani ed io non ho mai detto di essere perfetto, ma se confrontate qualche mio inevitabile svarione agli autentici strafalcioni che non si commettono nemmeno in prima elementare, che qualche bulletto con poco cervello, viene qui a propinarci, io ci faccio la figura di Platone e molti, purtroppo, quella di Bombolo, l’indimenticabile coprotagonista dei film del Monnezza (con tutto il rispetto); e finisce sempre che il Bombolo di turno, che voleva insegnare a tutti, su questo blog, la storia, la geografia e pure l’italiano, si lamenti come un vitello al macello con l’incolpevole Admin, perché Caffe gli ha fatto la bua. Io pecco sovente di eccessiva esuberanza dialettica e maltratto spesso il galateo, ma credetemi, molti di quelli che passano di qui, non lo fanno di certo per partecipare a discussioni anche accese, cercando di contribuire alla comprensione generale del tema che si sta discutendo; dopo anni che partecipo a questo blog, posso dire, senza tema di smentita che molti che strillano: “qui non c’è democrazia”, approdano sui nostri lidi, solo per sfogare frustrazioni personali e cercano di imporre, in un blog di stampo liberale, visioni del mondo ed analisi sui fatti che vi accadono, spesso grette, meschine se non apertamente mistificatorie, figlie di culture ed umanità profondamente diverse dalla nostra. Non potete pretendere che noi non si reagisca.

    Rispondi
    1. ISIS Isane Shitty Idiot Stupid

      No.. no.. cafe no te rabbià.. sta na cosa intelligente, così pjamo 2 piccioni co na fava.
      Ce liberemo de terroristi e pure di voi 3 coglioni, te admin e’l paolo.
      No perde tempo a fa la divina commedia nelle risposte come il tuo amico fascista Dante, che manco me rompo il cazzo a legge tutte le tu cagate monnezzo intellettuali.
      Vedi cafe bastano 3 o 4 righe per fa capi na cosa.
      Speriamo che n’a capì mo sto coglione.

      Rispondi
  38. il mio nome non frega nulla a nessuno qui

    Ma davvero la religione mussulmana non c’entra niente?

    Davvero la stragrande maggioranza di loro sono brava gente?

    E voi come fate a saperlo?

    Voi tre leggete nella mente delle masse e sapete chi realmente è dispiaciuto e chi no degli efferati omicidi terroristici?

    Voi sapete con certezza che quando a un mussulmano viene chiesto se è giusto uccidere gli infedeli dica che uccidere è sbagliato ma dentro di sé non pensi che invece tutti le morti degli infedeli in nome dell’islam hanno fatto la fine che si meritavano?

    E questi quanti sono? Voi sapete con precisione qual’è il numero esatto, giusto?
    Quanti sono allora?
    nessuno? 3?
    1.000.000? (residenti a Raqqah e nelle zone limitrofe?)

    1, 5 miliardi? (numero dei mussulmani nel mondo)

    Sicuramente non meno di 33.000 (come i tifosi presenti nella curva della tifoseria turca che ha fischiato e inneggiato “Allah u akbar” nel minuto di silenzio prima dello svolgimento della partita Turchia Grecia, partita seguita in tribuna anche dal primo ministro turco Ahmet Davutoglu e da quello greco Alexis Tsipras.
    Nel minuto di silenzio per la commemorazione delle vittime i turchi fischiavano e urlavano “Allah u akbar” la stessa frase che era stata pronunciata dagli attentatori durante la mattanza al Bataclan. E il primo ministro turco Ahmet Davutoglu non ha fatto nemmeno una piega.

    A questo punto può essere lecito pensare che forse far entrare la Turchia in Europa non sia la cosa migliore da fare?

    Può essere lecito pensare che integrare una famiglia mussulmana possa essere il germoglio dei terroristi di una terza o quarta generazione dal suo insediamento?

    No? uno non lo può nemmeno pensare o sospettare??

    Cosa si deve fare perché questo non avvenga?

    Non parlarne o chiudere la bocca aggredendo chi pone questi interrogativi in un forum è la cosa più giusta da fare?

    Io sospetto proprio che che la Shoah non abbia insegnato qualcosa a tutti; e nemmeno a voi tre.

    No scusatemi, è una mia sensazione personale, (se qui è lecito averne una) ma a me pare che ci sia solo una religione che nella stragrande maggioranza dei casi viene presa a pretesto per compiere efferate atrocità, e non esito a dire che è quella mussulmana.

    Ma ora salterà fuori Admin o la sua combriccola tirando fuori quel Cristiano che ha ucciso per via dell’aborto, e già già, un caso con una proporzione di 1 su 100.000, già, terribile, sconvolgente, vergognoso… Un pazzo contro migliaia preso a pretesto da Admin per giustificare l’ingiustificabile.

    Questo forum con gli interventi prevaricatori, arroganti, sprezzanti di Caffe, Admin, Paolo e compagni aderenti alla nuova setta teologico culturale sulla bontà preterintenzionale mussulmana , vogliono sbattere in faccia a tutti che loro (intendo Admin Caffe Paolo) sono i buoni e gli antirazzisti, mentre tutti quelli che non la pensano come loro sono razzisti, criminali, fascisti padani, ignoranti, stupidi, poveracci d’accatto, che non hanno diritto ad esprimere la loro opinione senza essere aggrediti ed insultati e disprezzati in un modo ignobile come solo voi sapete fare.

    Questo forum è così nefasto che è riuscito ad ottenere lo scopo esattamente contrario a quel buonismo caritatevole e comprensivo che cercava di rifilare a chi arriva qui.

    Voi volete far credere a chi viene qui di entrare in un forum libero, che non usa la censura, che non banna nessuno perché qui c’è la libertà più assoluta; ma invece della censura e dell’espulsione (che ormai non potete più applicare per non perdere la faccia) qui come arma utilizzate una incivile e selvaggia aggressione contro chiunque non la pensi esattamente come chi dirige questo cesso di forum.

    Chissà perché, ma il vostro modo di propagandare e aggredire chi ha opinioni discordanti dalle vostre mi ricorda molto i discorsi tenuti da un “gentiluomo” nato a Braunau am Inn il 20 aprile 1889.

    Il vostro stile di rispondere aggredendo come solo i peggiori bifolcointellettuali sanno fare mi ricorda molto lo stile di proporsi ed affermarsi militare; d’altra parte, da quello che ho letto, anche tra di voi ci sono trascorsi in carriera militare, o sbaglio?

    Sono più che sicuro che replicando a questa mia invettiva, confermerete il tutto.
    Invece di rispondere agli utenti in modo riflessivo non fate altro che rispondere a “ripicca”, tipo i mussulmani hanno fatto questo ma i cristiani hanno fatto quest’altro, Tizio ha fatto questo ma Caio quest’altro cercando di giustificare l’ingiustificabile ESATTAMENTE come tenta di fare la mentalità terroristico-barbarica islamica.

    Ultimo appunto, e spero che per questo Admin non decida di bannare me per la prima volta solo me.
    ADMIN questo è rivolto solo a te, ed è una questione tecnica.
    Ma che cazzo di amministatore sei? Analizzando gli scritti e il modo di scrivere degli utenti che hanno postato qui ti sembra tutto normale? Non ti sei accorto di nulla? L’abito non fa il monaco e gli IP non fanno gli accounts.
    Admin svegliati fuori che è ora, e ferma questa buffonata pazzesca.

    Rispondi
    1. Caffe

      Scusa tanto, “il mio nome non frega nulla a nessuno qui”: ma tu chi cazzo sei per insegnare, in casa altrui, cosa dovremmo dire, fare o pensare per incontrare la tua augusta benedizione? Cafone che non sei altro, intanto qualificati con nome e cognome come farò io, in calce a questo intervento e poi ne riparliamo, cafone!
      Massimo Splendori

      Rispondi
        1. Caffe

          ISIS Isane Shitty Idiot Stupid: perché mai non ti qualifichi anche tu, razza di pallone gonfiato a forza di scorregge? Forse perché sei già stato classificato dagli organi competenti quale un dirigibile riempito di merda di prima classe e quindi, già più volte sputtanato, colpito ed affondato, su questo ed altri siti? Ah, già dimenticavo i saluti: salutami tanto quella nave scuola di tua sorella, la quale ha tanto fatto, per la gioia di tutti i pippaioli della tua città, razza di cafone.

          Rispondi
  39. Saverio Valente

    Ed ecco che il buon Admin si sveglia e decide di far valere i propri galloni, tra l’ altro conquistati sul campo. Fai bene a bastonare l’ illuso, se la è andata a cercare, i termini e i concetti espressi erano a dir poco blasfemi. Niente a che vedere con i concetti sublimemente elevati del sergente Caffe o dell’ aristocratico tenente Z, concetti sempre espressi con una ricercatezza e proprietà di linguaggio da altri tempi, sempre così delicati e attenti alle diversità.
    Certo qualche imbecille, verme, troglodita, topo di fogna, razzista di merda, fascista, celebro leso, frustrato, represso ecc ecc, potrebbe eccepire che voi siate una accozzaglia di gente rozza e allo stesso tempo egocentrici narcisisti con la VERITA’ sempre in tasca, ma cosa vuoi, è nella loro natura di esseri inferiori che si cela l’ arroganza di mettere in dubbio il vostro essere dispensatori di sapere. Perdona loro sette volte sette perché non sanno quello che dicono. Vedrai che il sogno di una società migliore governata da uno stato laico musulmano si avvererà, saremo tutti più felici, potremo decidere che sesso avere e come manifestarlo, avremo pane a volontà, lavoro per tutti, anche gli etero rimasti potranno decidere come colpire e punire la propria compagna, con buona pace di tutti, sarà tre volte Natale e festa tutti i giorni, opps scusate ho sbagliato, sarà tre volte ramadan, si così è meglio. Vedrai, sarà bellissimo liberarsi del cristianesimo che ha infestato la nostra società con queste cazzate del libero arbitrio, finalmente potremo tornare alle origini con un ordine nuovo, pensa, nessuno e ribadisco nessuno, criticherà più le vostre idee, del resto è risaputo che uno stato musulmano ha a cuore il benessere dei suoi concittadini, il corano trasuda amore e tolleranza da ogni sura. Certo bisognerà fare qualche piccolo aggiustamento al nostro quotidiano, ma cosa vuoi che siano qualche milione di infedeli sgozzato di fronte alle 40 vergini con cui Allah ricompenserà, del resto il corano non specifica se sono verginelle o verginelli, sicuramente saprà accontentare i gusti di tutti.
    p.s.
    Non capisco solo come tu possa, visto le tue altre battaglie o come ami definirti nella tua presentazione, difendere simili posizioni in netta contraddizione con la tua sopravvivenza fisica. Hai presente cosa dice maometto dei sodomiti e similari qual si voglia definire, non credo proprio che un musulmano sarà molto comprensivo quando vaglierà la posizione di taluni in merito, certo potranno sempre eccepirgli che credevo nel islam moderato, auguri. Personalmente spero di finire sgozzato nel vano tentativo di oppormici, tranquillo lotteremo anche per quelli che come voi hanno idee liberalmente diverse.
    E’ questa la piccolezza di una società nata dai valori del cristianesimo, permettere a chiunque di professare i propri convincimenti e idee, finché dura godiamocela. Chiaramente non vi è nulla di personale, è solo un mio modo di pensare e di esprimermi, liberissimo di censurarmi o insultarmi, chissà mai che non imparo aggettivi dispregiativi inediti. STUPISCIMI

    Rispondi
      1. Saverio Valente

        Era solo ironia spicciola, se te ne sei sentito insultato me ne dolgo. Sicuramente, vista la tua onestà intellettuale, ti prendessi la briga, anziché cazzeggiare su link filo islamici, di rileggere quello che viene postato in casa tua, noteresti che forse, in fondo in fondo, l’ ironia è il minore dei mali, ben altri sono gli sproloqui in essere.

        Rispondi
        1. Caffe

          Saverio. tu sei un fake ed io non abbocco più, per spargere i tuoi escrementi, dovrai trovare un altro sito ed usarlo come tuo cesso: magari ISIS Isane Shitty Idiot Stupid , ti potrà “dare una mano”, ma poi disinfettati l’uccellino…

          Rispondi
          1. Saverio Valente

            E’ sicuramente solo una mia impressione, ma sembrate una massa di checche isteriche alle quali è stato nascosto il vibratore col quale trastullarsi, quando vi calmerete e tornerete a proporre pensieri, per quanto demenziali, avrete sicuramente riacquistato un po di dignità che oggi non conoscete. Il confronto è sempre momento di crescita intellettuale, non serve giocare a chi piscia più lontano, perlomeno a me non diverte più di tanto, non mi stimola affatto. Buon divertimento e come ebbi già a scrivere, auguri e buona fortuna, ci risentiremo appena darete segni di una maturità, che purtroppo, vista l’ età anagrafica, ancora tarda ad arrivare. Provare a consultare uno psicologo no ???

          2. Saverio Valente

            Buffo, ero convinto di essere io il troglodita incline alla violenza salvo poi scoprire che il nostro signor censore, mente illuminata sempre in prima linea a battersi per ogni causa che vada contro le elementari leggi di natura o buonsenso, è maestro di ingiurie e minacce. Dovrei temere ripercussioni di che genere ? Vuoi venire sotto casa o cosa??? Pensi di denunciarmi alla autorità giudiziaria e per che cosa ??? Sono veramente preoccupato della tua perdita di pazienza, anche perché, non sei l’ unica persona in grado di risalire alla fonte di un IP, non ho temuto i tuoi attacchi verbali, infantili e demenziali, non temerò un attacco fisico di qualunque natura. In soldoni, fai i passi che credi, ti aspetto a piè fermo. Non è così che metterai a tacere il popolo bue. Puoi portarti dietro anche i tuoi scagnozzi, troverete ampia soddisfazione in ogni contesto.

          3. adminadmin

            Saverio dico sul serio. Piantala di provocare. Fino ad ora sono stato paziente e tollerante con te. Ora sono stanco delle tue accuse gratuite ed infondate.
            Pertanto se hai intenzione di restare qui, modera i termini. Hai già “pisciato fuori dal vaso” troppe volte. Nessuna minaccia o ingiuria. Attento a quello che scrivi.

          4. Saverio Valente

            O scusami tanto allora, sono io che ho frainteso, il tuo tono, come in passato quello di mister Caffe quando millantava passati da guerriero nell’ esercito, mi è parso direttamente minaccioso. Io sono sempre attento a ciò che scrivo o dico, non ho la cattiva abitudine di pentirmene in seguito, Se così è come non detto, starò più attento a non sporcare la tavoletta, auspico che la stessa cautela la tengano tutti. Prova a dare una rilettura ai vari commenti passati come ti ho già suggerito, ti accorgerai che sono in tanti, per usare il tuo eufemismo, a pisciare fuori dal vasino. Ben altre sono le provocazioni e le prevaricazioni dialettali che tocca subire per esporre il proprio pensiero, che, aimè, si discosta dal solco tracciato da voi. Credo di avervi già suggerito, per non incorrere i critiche, di tornare alla carta vergata a mano tra accoliti, invece di un blog che per sua natura è pubblico. Consiglio la censura dei mie scritti per non incorrere nel dileggio di atri trogloditi del mio calibro. Con affetto un Troll vostro fan

        1. Caffe

          Saverio, comincio col darti un consiglio: se proprio devi farti, rifornisciti di roba da uno che almeno la taglia bene: non si spiegano altrimenti i toni dei tuoi ultimi interventi; tipo: Admin sarebbe una specie di spietato censore che ce l’ha soltanto con te ed in un crescendo tipico degli psicotici e dei tossici all’ultimo stadio, cominci a blaterare di immaginarie, imminenti ritorsioni e violenze fisiche contro la tua augusta personcina che da queste parti, noi staremmo architettando. Saverio, ma che cazzo dici! E soprattutto, chi cazzo credi di essere? Personalmente esiterei a dare anche solo una pedata sul sedere, persino ad una testa di cazzo universalmente conclamata come Adollf Hitler, figuriamoci se darei anche solo un amichevole buffetto ad un Ridolini mezzo diroccato, quale tu sei! Un borgataro romano (quale io sono), ti apostroferebbe in tal modo: “a bello: ma chi te se’ncula! (che non è un modo di dire di noi sodomiti viziosi, ma solo l’invito ad un mediocre ometto del tuo stampo, a volare più in basso, perché non sei certo tu, una persona che possa dare lezioni a chi che sia, anche se credi fermamente di essere al centro dell’universo.) Tu hai perso se mai lo avessi avuto, ogni contatto con la realtà: se c’è mai stato un idiota, che è riuscito ad esporre i suoi deliri senza nessun tipo di censura su questo piccolo blog, quell’idiota sei proprio tu; le idiozie sparate ad alzo zero e ad alta voce dal milite ignoto, ISIS Isane Shitty Idiot Stupid, non contano, almeno fino a che quel cretino, non trovi il coraggio di qualificarsi: tu ti firmi, invece ed io questo lo apprezzo, ma credimi, tu non stai tanto bene.

          Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.