Pontifex applaude: 29 maggio giorno nero per i diritti umani.

Come tutti voi sicuramente sapete ieri domenica 29 maggio si è svolto a Mosca il gaypride la cui autorizzazione era stata negata dalle autorità Moscovite.

Gruppi religiosi hanno attaccato la marcia per l’orgoglio omosessuale. I manifestanti, che agitavano bandiere arcobaleno e cartelli con scritto “La Russia non è l’Iran” sono stati aggrediti dai membri di un gruppo ultrareligioso ortodosso.

Gli aderenti dovevano trovarsi per porre fiori davanti alla fiamma eterna del Giardino di Alessandro, ma hanno trovato i cancelli chiusi e un’orda di uomini che li ha raggiunti al grido di “A morte i gay!”.

E’ quindi intervenuta la polizia picchiando aggressori e aggrediti e arrestando più di 20 persone tra cui alcuni attivisti lgbt americani (secono altre fonti gli arresti sarebbero più di 40).
Anche alcuni giornalisti sono stati picchiati con calci e pugni, riportando lesioni e ferite.

ecco i video con le riprese degli arresti:


e il servizio di euronews:

Per pontifex invece la manifestazione non si doveva fare perchè la legge va rispettata

“… Pontifex.Roma condanna le repressioni violente ma …
LA LEGGE VA RISPETTATA !!! SENZA SE E SENZA MA !!!”

Ovviamente sopratutto se la legge è ingiusta, filonazista e oscurantista… probabilmente i nostri amici di Pontifex si sarebbero meglio trovati ai tempi di Hitler o di Stalin.

Nel contempo prende posizione l’unione europea, il segretario generale del Consiglio d’Europa, Thorbjorn Jagland, condanna gli scontri tra attivisti gay ed estremisti nazionalisti avvenuti a Mosca e dice: ”Mi rammarico di quanto e’ successo e del fatto che le forze dell’ordine non siano state in grado di prevenire gli scontri”.
Inoltre sostiene che ”La Convenzione europea dei diritti umani garantisce a tutti il diritto a manifestare pacificamentee la Corte di Strasburgo ha gia’ emesso sentenze in cui sancisce che le parate gay dovrebbero essere permesse. ”
[cit: http://gaynews24.com/?p=21361]

Ancora una volta pontifex ha perso un altra grande occasione per tacere.

Tutto ciò mentre nello stesso giorno qui da noi a Genova una persona di 33 anni è stata aggredita, ha preso una coltellata nell’addome, pugni e calci. La sua colpa? Aver guardato un ragazzo.
[cit: river-blog]

Ovviamente pontifex condannerà… perchè la legge si applica senza se e senza ma, sopratutto perchè secondo pontifex non si usano pugni calci e coltelli bensi bastoni

Questo articolo è stato pubblicato in Non meglio categorizzati il da .
giux

Informazioni su giux

ciao, non so che scrivere.... vivo a Ossona nel bel parco del ticino:) Mi piacciono gli sport sopratutto quelli che mi permettono di stare all'aria aperta, il mio preferito mtb nei boschi:-) Qui mi iscrivo xkè cè gente simpatica che sa farmi ridere delle schifezze di pontifex che sanno solo farmi arrabbiare!

21 pensieri su “Pontifex applaude: 29 maggio giorno nero per i diritti umani.

  1. Gianfranco Giampietro

    “La legge va rispettata senza se e senza ma”

    Perchè? Forse manifestare pacificamente è contro le leggi ? Forse solo in certi paesi antidemocratici, nella quale i pontifeSSi si troverebbero più a loro agio…

    Senza se e senza ma… tranne se ad alzare le mani sono gruppi religiosi. In quel caso è “difesa legittima” da parte di fanatici religiosi che si sentono minacciati dal fatto che altri esseri umani possano vivere diversamente da loro.

    Rispondi
    1. diego

      Forse la legge in russia da diritto ai religiosi di aggredire altre persone!!! Ah, quanto sarebbe bella una legge del genere per i pontifessi.

      Rispondi
      1. pao

        “… Pontifex.Roma condanna le repressioni violente ma
        LA LEGGE VA RISPETTATA !!! SENZA SE E SENZA MA !!!”

        amen, amen, amenoché il MA non sia maiuscolo e la legge valga solo …per gli altri?
        ):D

        (non mi rispondere Volpastren, é una domanda trabocchetto!)

        Rispondi
          1. Holtjar

            Sieg e Heil sono parole affacinanti, Ave e Vittoria anche; il problema non risiede nelle parole, ma nelle menti perverse di chi le usa. Scusa, forse non c’entra niente, ma mi andava di scriverlo.

          2. paopao

            consentimi Holtjar:

            Sieg=vittoria,
            Heil= salvezza

            ormai le SS non bastavano piu´per marcare i nostri zigailpontifeSSi !

  2. Gan

    Chissà cos’avrebbero detto i pontifessi se i manifestanti fossero stati i miliziani di San Michele Arcangelo, e i picchiatori una schiera di atei incalliti.

    Rispondi
    1. diego

      il succo non sarebbe cambiato:

      gruppo di invasati da satana pervertiti attacca manifestazione pacifica. Il diritto di manifestare è sacrosanto.
      La legge va rispettata senza se e senza ma. Vendola OFFESA RANDOM.

      Rispondi
  3. francesco t

    se fosse stato il pride dei cattolici avrebbero gridato all oscandalo. ma volpe lo sappiamo. lui dentro sta gioendo delle contusioni e del sangue versato . freme al pensiero che i gay vivano un inferno i nterra, e sarebbe ben felice di contribuire a crearlo(cosa che indirettamente già fa).

    Rispondi

Rispondi