Difendere gli embrioni si, i bambini malati di tetano no

Buongiorno a tutti.

Questo articolo avrei voluto pubblicarlo domenica ma, complici un po’ l’inettitudine del principale gestore di telefonia mobile in Italia e un po’ il GP di Spagna, ho dovuto rimandarlo ad oggi.

Come certamente saprete domenica si è svolta nella capitale la quinta edizione della “Marcia (su Roma, NdA) per la Vita” ovvero il tradizionale Raduno di Norimberga capitolino dei no-choice.

Fin qui niente di strano: è la solita, triste, sfilata di quattro gatti per le vie romane cui ci tocca assistere da qualche anno a questa parte. Solita anche la compagine con cui gli organizzatori hanno cercato di rimpolpare i ranghi: preti, suore & Militia Christi.

Di quest’ultima gli organizzatori della marcia “pro-life” hanno pure cercato di nascondere la presenza, emendando opportunamente la lista delle adesioni che però anche così fa rizzare i capelli in testa alla vista di certi nomi quali ad esempio BastaBugie e Nocristianofobia.org, note discariche internettiane di cazzabbubbole, la dicitura “Blog Cattolici” che evidentemente serve a raggruppare sotto un’unica denominazione presenze non esattamente gradite (come ad esempio il nostro caro vecchio Brunello ma anche la combriccola di RadioSpiedo o quelli di Azione Kotechin), i nazional-lefevbriani della Fraternità San Pio X o Riscossa Cristiana, il sito di Padre Cavalcoli e Paolo Deotto che, fra le altre cose, è stato uno dei primi blog a rilanciare in Italia le patacche della “Manif pour tout” francese ed che propose, quando nel 2013 circolò l’indiscrezione di una possibile elezione della parlamentare radicale Emma Bonino alla più alta carica dello Stato, il boss mafioso Totò Riina come Presidente della Repubblica (al CERN stanno ancora studiando quale potrebbe essere la correlazione logica fra le due cose).

Una masnada che chiamare Armata Brancaleone sarebbe offensivo per la memoria di Mario Monicelli, ma che ha incassato ugualmente la benedizione papale (evidentemente anche nel tanto strombazzato quanto inconsistente New Deal bergogliano tutto fa brodo, pure la spazzatura), impartita con lo stesso canonico & catatonico entusiasmo con cui il pontefice saluta qualsiasi comitiva capiti in piazza S.Pietro, sia che di tratti di un manipolo di vecchiette giunte sin dalla lontana Petrella Tifernina (Provincia di Campobasso) o dell’Associazione Nazionale Snocciolatori Cattolici di olive taggiasche.

Grandi assenti invece Forza Nuova e CasaPound, il cui forfait a questo giro è molto probabilmente giustificabile con la mancanza della necessità di racattare voti, dato che domenica gli unici seggi aperti erano quelli per le comunali inTrentino-Alto Adige.

Non sono comunque mancati momenti di autentico trash né nei giorni precedenti la manifestazione, come ad esempio quando Mons. Rino Fisichella ha annunciato che in occasione del Giubileo straordinario il perdono per gli aborti potrà essere concesso, sempre a patto che le donne si pentano, anche da semplici missionari (gioiagaudio, siam qui che ci pisciamo addosso dall’entusiasmo per questa iniziativa talmente reazionaria da far sembrare il Congresso di Vienna una festa hawaiana sulla spiaggia) nè durante la stessa come i fetini di plastica in vendita a 2€…

CEpfTNIWYAEYEC8

… o le brillanti argomentazioni con cui Costanza Miriano a cercato di chiamare a raccolta le sue amiche wannabe-a-shopaholic-cougar.

Costanza Marcia Su Roma - Copia

Nulla che non si sia già visto in passato ma che suscita fastidio ed insofferenza se messa in relazione ad una notizia di qualche mese fa: fra l’ottobre ed il dicembre del 2014