oltre la disonesta’ intellettuale c’e’ pontifex.roma?

Scrivo questo post per evidenziare pubblicamente un comportamento scorretto, uno dei tanti, della redazione di pontifex.roma.

Il lettore piu’ assiduo avra’ notato i miei ultimi post riguardanti padre Pranaitis ed il suo libro antisemita. Questi post sono scaturiti dopo la pubblicazione su pontifex.roma di stralci di questo libro. Si tratta di post equilibrati e contenenti informazioni ed analisi che potrebbero essere di interesse per tutti, cattolici tradizionalisti inclusi. Ovviamente si tratta di testi che “smontano” pezzo per pezzo le bislacche teorie di padre Pranaitis.

 

In un articolo, firmato da un fantomatico “dott. A.N.”, si faceva riferimento a me come “ignorante”, mi si consigliava di leggere qualche libro prima di insultare quel grand’uomo di padre Pranaitis e infine mi si consigliava di mitigare il mio odio nei confronti della Chiesa Cattolica e del Papa. In fondo allo stesso articolo la redazione di pontifex.roma si dichiarava disponibile a pubblicare una mia eventuale replica.

La mia replica non e’ tardata ad arrivare e l’avete letta su pontilex (prima parte, seconda parte, altre seguiranno). Sfido chiunque a dire che la mia replica fosse “sopra le righe” oppure senza solide basi.

Contestualmente alla pubblicazione qui su pontilex ho inviato delle email alla redazione di pontifex.roma per notificare la mia replica e per chiederne la pubblicazione sullo stesso  pontifex.roma. La replica e’ stata pubblicata sotto forma di commento all’articolo dove mi si dava dell’ignorante, articolo che e’ stato prontamente spostato in un’area irraggiungibile di pontifex.roma.

Risulta evidente che per la redazione di pontifex.roma la pubblicazione di articoli che abbiano delle solide basi e che dimostrino l’inconsistenza dei contenuti pubblicati da pontifex.roma e’ inaccettabile. La redazione di pontifex.roma fa carte false per nascondere ogni prova che possa dimostrare l’infondatezza delle teorie proposte.

Su pontifex.roma trovano spazio e diffusione continua tesi omofobe, razziste, antisemite, negazioniste. Su pontifex.roma si negano fenomeni preoccupanti come la pedofilia, la violenza sulle donne, il potere sempre piu’ autoritario di certi governi europei. Su pontifex si spacciano come plausibili, anzi come “ovvie”, teorie secondo le quali un giovane operaio muore schiacciato sotto un’impalcatura perche’ “Dio ha deciso di mandare un segnale”. La redazione di pontifex non si e’ fatta, e suppongo non si fara’, alcuno scrupolo nel pubblicare video e link a siti neonazisti, siti che ultimamente sono stati chiusi dopo l’arresto dei loro amministratori.

Su pontifex si pubblica tutta questa immondizia spacciandola per “retta dottrina cattolica” e se qualcuno replica, la redazione di pontifex reagisce definendolo “ignorante”, “violento”, “intollerante”, “cattofobico”. Se qualcuno invia delle repliche, come e’ suo diritto, queste repliche sono tenute nascoste e lontano dalla vista di chiunque possa leggerle ed iniziare a pensare con la sua testa.

Tutto questo, a casa mia, si chiama disonesta’ intellettuale, una disonesta’ che caratterizza molti cattolici, sempre pronti a sputare sentenze senza senso e mai pronti ad accettare critiche fondate e coerenti. Ad aggravare la situazione, che gia’ da sola fa venire il voltastomaco, il totale silenzio della chiesa “ufficiale”. Di fronte a questa montagna di letame vomitato da pontifex e spacciata per “magistero” nessun sacerdote o vescovo ha preso una iniziativa per ridurre al silenzio la banda di fanatici estremisti che sta dietro pontifex.roma. Ogni giorno sentiamo notizie di persone discriminate ed emarginate a causa del loro orientamento sessuale, della loro religione, delle loro convinzioni etiche o del colore della loro pelle. pontifex.roma con i suoi immondi contenuti alimenta quel clima di odio che invece gli uomini di buona volonta’ dovrebbero voler smorzare. Quello che e’ peggio e’ che pontifex.roma semina odio, sospetto, discriminazione nel nome di quel Nazareno che predicava amore, concordia e compassione. Il tutto nel silenzio, temo complice, di quella Chiesa che dice di rappresentare quel Nazareno.

Per concludere voglio puntualizzare che io non odio la Chiesa, non odio il Papa, non odio neanche Dio, neanche Allah, Buddha ed Odino. Non odio nessuno. Per formazione culturale e per convinzione profonda penso che ognuno deve essere libero di fare le sue scelte in campo religioso, personale ed etico. L’unico limite invalicabile e’ il rispetto per gli altri esseri umani e per la loro dignita’. Non aspiro alla distruzione della Chiesa Cattolica ma chiedo ed affermo che la Chiesa Cattolica non deve mettere il naso nei fatti di una societa’ laica e pluralista tentando di influenzarne le scelte a suo vantaggio. Non sono ateo, anche io alzo gli occhi al cielo e percepisco quella presenza. Ma il percepire quella presenza non mi fa sentire in diritto di imporla ad altri e tantomeno di imporre ad altri la mia visione del mondo.

Se essere critici nei confronti di pontifex.roma significa essere atei e lontani dalla Chiesa allora sono ben felice di essere ateo e lontano dalla Chiesa.

 

 

Questo articolo è stato pubblicato in Non meglio categorizzati il da .

Informazioni su sandro.storri

Progettista e sviluppatore di software precario (Sandro, non il software). Tipico prodotto delle periferie della capitale (aho!, che me 'mpresti na' sigaretta?). Appassionato di cinema e letteratura, usa l'italiano come un dialetto alternativo alla sua lingua madre, il romanesco. Sostiene la battaglia per i diritti civili anche se riconosce che spesso tratta la questione con degli incivili. Ha un pessimo senso dello humor e si vede, anche in questa breve biografia.

3 pensieri su “oltre la disonesta’ intellettuale c’e’ pontifex.roma?

  1. paopao

    “Risulta evidente che per la redazione di pontifex.roma la pubblicazione di articoli che abbiano delle solide basi e che dimostrino l’inconsistenza dei contenuti pubblicati da pontifex.roma e’ inaccettabile”

    Ormai li conosciamo bene, e riteniamo che ció faccia parte di una delle regole d´oro del blog meno secolarizzato del Globo Terrestre!..

    Rispondi

Rispondi