De Pontifesso Fontium Peritiae Modo

Un PontifeSSo dinnanzi all’evidenza.

Accolgo il consiglio di Xodroont riguardo l’evoluzione e di conseguenza oggi eviterò nei limiti del possibile di trattare dell’argomento. O quantomeno dell’argomento in sé.

Eppure, dinnanzi a questi due articoli: ANNO DELLA FEDE (articolo n°3 di Patrizia Stella). IL BIG BANG E LA CREAZIONE e IL GOVERNO BILDEBERG(?). L’EUROPA TUTTA FELICEMENTE CONQUISTATA è difficile evitare di commentare quantomeno il primo.

Come risolvere l’impasse? Anzitutto notiamo cosa li accomuna: un dettaglio. Un dettaglio che però vien passato quasi sotto silenzio. La scelta delle fonti e l’approccio generale alla realtà.

Che il genere PontifeSSo avesse forti tendenza paranoiche, se già non era palese, vien ampiamente dimostrato da questo tipo di scritti.

Ed ora, senza ulteriori indugi, la cosa si dimostrerà da sé. Cominciamo col primo articolo:

Credo in Dio, Padre Onnipotente, Creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili… Doveroso chiarimento: ritengo opportuno chiarire qualche dubbio postomi a seguito di queste lettere che esulano dall’argomento della fede per invadere il campo della scienza, come se compito del cristiano fosse solo quello di pregare Dio alla cieca, estraniandosi dal resto del mondo. Si tratta di argomenti accessibili a tutti, e non solo prerogativa per esperti, come neppure io lo sono, argomenti che un credente di media cultura (come è ormai la maggior parte della gente) ha il dovere di affrontare, approfondire e almeno in buona parte risolvere, se non vuole cadere nelle solite trappole del nemico che vuole rendere sempre più insanabile, come detto, la spaccatura tra fede e ragione, tra Parola di Dio e parola della scienza, relegando i credenti, a forza di menzogne, nella categoria degli imbecilli.

Prima caratteristica dei paranoici (e dei seguaci di pseudo-scienze/filosofie/religioni in genere) è quello di difendere le loro idee come gli avvocati i loro protetti.

Non è difficile qui trovare questa caratteristica, accomunata per di più a delle evidentissime fallacie e logiche e dialettiche: 1) lo straw man dell’estraniamento, a sua rimandante alla 2) provocazione, all’insinuazione che questo dovrebbe essere un fine dell’avversario. Per cui 3) di nuovo lo straw man del credente-imbecille, facilmente associabile a 4) lo scherno e, se vi pare, alla 5) fallacia del finto tonto.

Il resto del cappello introduttivo ve lo risparmi per tenere fede a quanto detto sopra – e perché tautologico rispetto a quanto già detto -.

Io stessa, anni addietro, dopo aver letto qualcuna di queste opere e ascoltato opportune conferenze, (ricordo in particolare quelle assai incisive dei prof. Giancarlo Cavalleri e Francesco Grianti, docenti universitari di fisica generale e nucleare), ho dovuto in un certo senso riformulare con grande gioia il mio atto di fede, come una nuova, luminosa conversione, pur essendo sempre stata credente, perchè finalmente ho capito che la Parola di Dio è la stessa parola della scienza, però quella vera, e non quella strumentalizzata da falsi scienziati al fine di demolire la nostra fede cattolica.

Altra caratteristica, diciamo anche la caratteristica del paranoico e del fautore-fruitore di pseudo-scienze è quella di vedere le fazioni in blocchi compattissimi, in genere socialmente calibrati in modo direi settario: i detentori della verità sono pochi, nessuno li ascolta perché le loro teorie sono definite assurde, fastidiose o quant’altro, e loro stessi si rifiutano di farsi conoscere da altri salvo a chi davvero sa; di contro la maggioranza è retriva, se non manipolata da pochi, ed illegittima e non fa altro che confabulare e complottare ai danni dei detentori del vero.

In questo sistema la verità è da accettarsi in blocchi: o si ha totalmente ragione o totalmente torto. E solo pochi eletti hanno in sorte di cambiare opinione.

Di nuovo: assai facile ravvisare queste caratteristiche, più o meno dichiarate, in quanto sopra.

a cultura mondiale di tutti i tempi brulica di scienziati e umanisti credenti di altissimo livello, molti di essi cattolici, come ha segnalato in un libro molto interessante il prof. Francesco Agnoli: ‘Scienziati, dunque credenti!’. [1]

Ma chi ha il coraggio di citare questi illustri personaggi nelle nostre scuole, nei nostri seminari, nei nostri istituti teologici e religiosi, dove troneggia come verità assoluta l’abominevole e falsa figura dello scimmione che si alza un po’ alla volta su due piedi, come se questo fosse sufficiente per giustificare la differenza abissale che distingue l’uomo da qualunque altro essere vivente?

Sensazionalismo…

Non solo biologica (c’è più informazione(?) in una sola cellula umana che in tutte le cellule animali messe insieme(?!?!?)), ma spirituale: il linguaggio, la coscienza di sé e dell’universo, lo studio, la libertà, il rapporto con il Trascendente, perché l’uomo è l’unico essere fatto a ‘immagine e somiglianza di Dio’, e destinato alla Vita Eterna.

…E slogan: sono un’ulteriore prova di quanto detto. D’altronde un sistema così manicheo nella designazione dei ruoli (ragione-torto, molti-pochi…) non potrebbe non poggiare per sua stessa – fragile – costituzione che non su presunti fatti sconvolgenti. Fatti che, come vedremo, traggono origine da fonti… dubbie.

Finchè nei Seminari e Istituti religiosi, nei vari studi teologici di tante diocesi italiane, si continua a dare spazio ai nuovi falsari, ai vari pseudo teologi alla “Vito Mancuso” che sono ascoltati e riveriti molto più del Papa, falsari che hanno trasferito al campo teologico le conseguenze assurde della teoria evoluzionista, negando il peccato originale, ci meravigliamo dei frutti che vediamo intorno a noi? Seminari e noviziati semideserti, gente che abbandona chiese e Messe, cercando aiuto presso le varie sette perché delusa dalla Chiesa cattolica, meglio detto, da certi falsari della Chiesa cattolica, falsari e traditori, che non hanno più nulla di vero e di santo da offrire, ma si barcamenano tra confusione, eresia e qualche pizzico di verità per confondere le coscienze.

Qui possiamo vedere come un fruitore di una forma mentis settaria piagnucoli delle sette altrui ignara che ne esistano anche tra le sue fila [Opus Dei, Neocat, Carismatici, Mariani per dirne qualche d’uno].

E come soluzione cosa propongono alcuni Vescovi? La riduzione delle Sante Messe […] Massima stoltezza! (Avete il permesso di ridere) È ciò che vuole la Massoneria la quale, dopo aver demolito tutti i baluardi della nostra fede […] adesso sta puntando i suoi cannoni contro l’ultimo baluardo che ancora regge: la Messa cattolica, nella consapevolezza che, meno Messe ci sono, più siamo esposti agli attacchi del nemico perchè (sic!) meno grazie piovono dal Cielo, meno aiuti ci offre il Signore per le nostre necessità spirituali e materiali, finchè (ari-sic!) non saremo costretti ad arrenderci al loro piano diabolico(?) che è quello di sottomettere l’umanità al Nuovo Ordine Mondiale(!), cioè a Satana(!!!). E sotto il dominio di Satana sono dolori acuti, qui sulla terra e, ancor peggio, nell’aldilà (triplo sic!), perché non esiste una morale neutra, laica, che accontenta tutti in una pacifica fratellanza universale, come costoro vanno sbandierando: o si è con Gesù Cristo cioè con la Verità che è felicità, o si è con Satana, cioè con la menzogna che è disperazione.

Pur cosciente del fatto che ogni ulteriore commento sarebbe stato tautologico rispetto a queste parole, tenevo a farvi leggere proprio questo autentico delirio per completezza: è proprio questo ciò che accomuna i due scritti.

Piccola postilla: il sociologo Marzano ha notato che questa idea delle preghiere, delle grazie, in cambio di doni materiali sia parte sia del cattolicesimo popolare, paganeggiante (ad alcuni verranno in mente le Rune di Odino ed i Runot del Kalevala), sia del culto carismatico e Medjugorjano ad esso vicino. Chissà che ne penseranno CdP e Volpastren…

Ma andiamo oltre.

Tralascio tutta la solita menata sul Big Beng a chi ha più pazienza e conoscenze dell’argomento del sottoscritto.

è […] doveroso segnalare le scoperte sensazionali a cui sono pervenuti altri scienziati, per lo più americani e giapponesi, non credenti, di cui nessuno parla ufficialmente,a tal punto che sembra di essere tornati ai tempi delle catacombe dove bisogna vivere e diffondere la verità di nascosto, quasi in una catena di ‘passa-parola’, ‘pissi-pissi, bao-bao’, pena l’esclusione dalla lobby dei sapienti, per essere confinati in quella degli ignoranti marchiati a vita, che non avranno mai un futuro professionale. Questa è la realtà nuda e cruda, purtroppo!

Q.E.D.

Cosa ci può essere di più settario di questo?

Ultimo tassello di questo puzzle in questo articolo infine è l’evidenza soppressa: nonostante l’articolista abbia elencato (molto grossolanamente peraltro) le ipotesi e le teorie più accreditate ecco apertamente dichiarato infine il suo scopo:

Studi e ricerche effettuate da parte di equipe di francesi del ‘Collège de France’ sul cromosoma Y che determinano l’appartenenza al sesso maschile, hanno stabilito che anche le linee di discendenza paterne riconducono a un singolo progenitore che potrebbe risalire a circa 250.000 anni fa (quindi, dentro gli errori sperimentali concessi, assai vicino alla data della prima donna).

Evidenza soppressa 1: la teoria proposta avalla l’evoluzione che come teorie in sé presuppone la continuità, ergo determinare a X-mila anni fa il punto esatto in cui l’evoluzione è cominciata è totalmente arbitrario per non dire fuorviante ed anti scientifico.

Pure fantasie? Errori madornali? Probabilità da approfondire o da scartare come assurdità?

Per chi non cade nel tranello dialettico: Sì. Sì. La seconda.

E’ logico che nel campo scientifico tutto è in continua ricerca ed evoluzione, ma allora perché non riportare semmai gli stessi dubbi anche alla intoccabile e quasi intramontabile teoria darwiniana che puzza ormai di logoro e di stantio? Di statico e di arcaico? Di menzogna più che di verità?

Evidenza soppressa 2: i dati e gli studi che confermano il moderno neo-darwinismo sono di gran lunga più di quelli che lo negano.

Su questo articolo conviene terminare qui per questioni di spazio.

E dritti verso il secondo scritto: come si sarà notato non è stato difficile trovare elementi paranoici in un articolo scientifico. Ma per dimostrare la nostra buonafede converrà fare un’ulteriore prova: e quale miglior prova per confermare o smentire l’atteggiamento paranoico di un articolo se non confrontarlo con un articolo dal carattere dichiaratamente paranoico?

Che si inizi il confronto:

Primo punto: entrambi gli articoli difendono le loro tesi come avvocati i loro protetti?

Come abbiamo potuto vedere attraverso quello che è successo in Italia, il colpo di forza con il quale un banchiere è diventato capo del governo ha avuto come “giustificazione” il crescere del debito, il differenziale sempre più alto con i titoli tedeschi.

MA PER CHI È PADRONE DEL GIOCO DI BORSA PROVOCARE TALI SQUILIBRI È FACILISSIMO, TANTO PIÙ QUANDO I MANOVRATORI SONO D’ACCORDO SUL DA FARSI ESSENDO TUTTI MEMBRI DEL BILDERBERG o dei suoi rami più importanti, quali la Trilateral Commission e l’Aspen Institut: Mario Monti, Mario Draghi, Giorgio Napolitano, Carlo Azeglio Ciampi, Romano Prodi, José Barroso, Giuliano Amato, Vincenzo Visco, Enrico Letta…

Tutti nomi citati più volte e da diversi autori, oltre me, negli anni scorsi, quali per esempio Daniel Estulin con il suo “Il Club Bilderberg” pubblicato nel 2005, Marco della Luna con “Euro schiavi” anch’esso del 2005, Elio Lannutti  con “La repubblica delle banche” pubblicato nel 2008, senza che nessuno li abbia mai smentiti. (= Nessuno ha mai dato un’ulteriore prova)

Si può tranquillamente dire di sì.

Credo in Dio, Padre Onnipotente, Creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili… Doveroso chiarimento: ritengo opportuno chiarire qualche dubbio postomi a seguito di queste lettere che esulano dall’argomento della fede per invadere il campo della scienza, come se compito del cristiano fosse solo quello di pregare Dio alla cieca, estraniandosi dal resto del mondo. Si tratta di argomenti accessibili a tutti, e non solo prerogativa per esperti, come neppure io lo sono, argomenti che un credente di media cultura (come è ormai la maggior parte della gente) ha il dovere di affrontare, approfondire e almeno in buona parte risolvere, se non vuole cadere nelle solite trappole del nemico che vuole rendere sempre più insanabile, come detto, la spaccatura tra fede e ragione, tra Parola di Dio e parola della scienza, relegando i credenti, a forza di menzogne, nella categoria degli imbecilli.

Date le filippiche su analizzate non si può non essere dello stesso avviso.

Secondo punto: entrambi gli articoli pongono la questione in modo settario? 

Avevo scritto due anni fa, nella Dittatura europea, che avrei creduto a questa ricostruzione, che pure ero stata io stessa a fare con puntigliosa, scrupolosissima ricerca, il giorno in cui avessi visto i banchieri mettersi al posto dei politici. È proprio quello che è avvenuto. Ed è avvenuto -cosa incredibile- con l’aiuto, la complicità dei politici.

Ho tante volte interrogato negli anni scorsi i maggiori leader del mondo politico, religioso, industriale, giornalistico sul perché avessero accettato in silenzio di uccidere se stessi, insieme all’Italia, senza riuscire ad avere una risposta. Oggi però non possono continuare a tacere e consegnarsi alla storia come dei vigliacchi traditori della propria nazione e del proprio popolo.

È indispensabile che si scuotano dalla passività nella quale sono sprofondati e si convincano che la desertificazione attuale dei partiti, l’assenteismo e il ripudio degli elettori, perfino la corruzione che ha invaso tutte le istituzioni, sono la conseguenza di questo tradimento perché nessuno ha più davanti a sé una Patria da difendere, un valore collettivo in cui credere, un futuro in cui sperare e da costruire per i suoi figli.

Difficile non ravvisare la cosa…

è […] doveroso segnalare le scoperte sensazionali a cui sono pervenuti altri scienziati, per lo più americani e giapponesi, non credenti, di cui nessuno parla ufficialmente,a tal punto che sembra di essere tornati ai tempi delle catacombe dove bisogna vivere e diffondere la verità di nascosto, quasi in una catena di ‘passa-parola’, ‘pissi-pissi, bao-bao’, pena l’esclusione dalla lobby dei sapienti, per essere confinati in quella degli ignoranti marchiati a vita, che non avranno mai un futuro professionale. Questa è la realtà nuda e cruda, purtroppo!

Fuori di ogni ragionevole dubbio.

Punto tre: entrambi gli articoli presentano evidenze soppresse e slogan sensazionalistici?

Di fatto tutta l’operazione “Unione europea” è stata pensata come una specie di esperimento la cui riuscita avrebbe confortato i progettisti nel proseguire sulla stessa strada.

1] Nessuno creda che le crisi finanziarie, l’impoverimento dei popoli, l’eccesso di tassazione, siano per il Bilderberg segnali negativi, tutt’altro: era programmato che sarebbero stati questi gli strumenti con i quali giungere alla meta.

Come abbiamo potuto vedere attraverso quello che è successo in Italia, il colpo di forza con il quale un banchiere è diventato capo del governo ha avuto come “giustificazione” il crescere del debito, il differenziale sempre più alto con i titoli tedeschi. […]

2] È indispensabile che si scuotano dalla passività nella quale sono sprofondati e si convincano che la desertificazione attuale dei partiti, l’assenteismo e il ripudio degli elettori, perfino la corruzione che ha invaso tutte le istituzioni, sono la conseguenza di questo tradimento perché nessuno ha più davanti a sé una Patria da difendere, un valore collettivo in cui credere, un futuro in cui sperare e da costruire per i suoi figli.

Nell’ordine: 1] Evidenza soppressa: non ha senso creare un’unione politica se poi la si minaccia strutturalmente tramite una svalutazione finanziaria; e 2] slogan sensazionalistico.

E come soluzione cosa propongono alcuni Vescovi? La riduzione delle Sante Messe […] Massima stoltezza! 2] È ciò che vuole la Massoneria la quale, dopo aver demolito tutti i baluardi della nostra fede […] adesso sta puntando i suoi cannoni contro l’ultimo baluardo che ancora regge […] 1] E’ logico che nel campo scientifico tutto è in continua ricerca ed evoluzione, ma allora perché non riportare semmai gli stessi dubbi anche alla intoccabile e quasi intramontabile teoria darwiniana che puzza ormai di logoro e di stantio? Di statico e di arcaico? Di menzogna più che di verità?

Di nuovo: 1] evidenza soppressa (vd. sopra) e 2] slogan.

Ed ho omesso che entrambi gli scritti vaneggino sul NWO…

E ciò detto: Quod Erat Demostrandum. Ed è qui che richiedo l’attenzione dei Nostri. Perché come è possibile pretendere d’esser presi sul serio se i loro articolisti han la stessa perizia e nel cercare le fonti scientifiche e nel ricercare articoli di natura dietrologica? Al punto che si legge da entrambi una sorta di compiacimento nel loro dar credito o essere dei Nicosa Notovich, Zecharia Sitchin o Evemero?

Gli articoli PontifeSSi: http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/laici/13462-anno-della-fede-articolo-nd3-di-patrizia-stella-il-big-bang-e-la-creazione ; http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/laici/13461-il-governo-del-bilderberg-leuropa-e-ormai-tutta-felicemente-conquistata

Fonti:

  • M. Marzano; Quel che resta dei cattolici. Inchiesta sulla crisi della Chiesa in Italia. Milano 2012
  • M. Marzano; Cattolicesimo magico. Un’indagine etnogafica. Milano 2009
  • G. Del Vecchio, S. Pitrelli; Occulto Italia. Milano 2011
  • F. Pinotti; Opus Dei segreta, frusta cilicio e alta finanza. Milano 2011
  • R. H. Fritze; Invented Knowledge: False History, Fake Science and Pseudo-Religion. Londra 2009 → Falsi miti, come si inventa quello in cui crediamo. Milano 2012

6 pensieri su “De Pontifesso Fontium Peritiae Modo

  1. Compagno ZCompagno Z

    Io avevo provato a leggere l’articolo della Stella stellina ma arrivato neanche a metà ho rinunciato, stravolto dalla quantità astronomica di kappate…

    Rispondi
  2. Paolo

    E’ incredibile come non si sia presa neanche la briga di andare a controllare su wikipedia o simili le teoria della mitochondrial Eve oppure dell’ Y-chromosomial Adam; o se anche l’ha fatto ha completamente ignorato ciò che la smentiva.
    Stavolta niente sparate sull’EuroGendFor ?

    Rispondi
    1. FSMosconiFSMosconi Autore articolo

      “E’ incredibile come non si sia presa neanche la briga di andare a controllare su wikipedia o simili le teoria della mitochondrial Eve oppure dell’ Y-chromosomial Adam”

      Non lo dire che sennò questa pensa a Parasite Eve (il vecchissimo gioco della SquareSoft poi: mica il libro)! XD

      Rispondi
    2. Xodroont

      I problemi sono due: l’eva mitocondriale e l’adamo Y differiscono di qualche millennio, in più questa gente ignora categoricamente che se analizzassi cromosoma 21 troverei L’Evano 21 di un altro periodo…e così via…

      Rispondi
  3. Paolo

    Ma guarda che mica ci gioca a ‘ste robe, i videogiochi sono il prodotto della lobby euroomosessualisticabilderberghianamassonicaateacomonunistagendfor per fare il lavaggio del cervello, mica papere e cozze !

    Rispondi

Rispondi