Volpe, Di Pietro e l’ABC del catechismo …

Delirante quanto scrivono EdiochesonoCarletto e Volpastren nella loro ultima fatica (sai che fatica!!):

I soliti blogger – o pseudo tali – in cerca di click facili e consensi populisti, come era immaginabile, hanno strumentalizzato un normalissimo editoriale cattolico pubblicato ieri sul sito;

 Dite la verità, se non sapeste che a scrivere sono Volpastren e Carletto, non pensereste che stanno parlando proprio di Pontifex? In cerca di click facili e consensi populisti … strumentalizzato un normalissimo editoriale cattolico … sembrano proprio loro.

Nessuno si è “scagliato con violenza inaudita” contro il defunto Morosini, invece sono state fatte delle semplici e doverose osservazioni esclusivamente sugli abusi liturgici e disciplinari che vengono regolarmente compiuti, in barba ad ogni raziocinio edificante ed anche al Codice di Diritto Canonico.

 Ma Morosini è stato definito, proprio da Foxi, nel seguente modo:

la sua situazione è quella di pubblico peccatore, di chi  ha dato con la vita pubblico scandalo …

 Quindi cari Brunello e Carletto, usateci la cortesia di non provare a coglionarci nè di sparare cagate … almeno rispettate i morti, visto che non vi viene di rispettare i vivi. Il delirio prosegue:

Prima di scrivere articoli, lo si dice per correzione fraterna, sarebbe meglio riflettere e documentarsi attentamente, altrimenti, come in questo caso, oltre a delirare in maniera cattofobica e quasi ossessiva, si rischia seriamente di istigare qualche squilibrato all’odio contro i cattolici realmente osservanti e timorati di Dio; proprio quelli che i neo pagani definiscono fantasiosamente “ultraconservatori”(!!!???).

 Proprio loro parlano di documentarsi attentamente? Proprio loro che applicano una versione distorta del Catechismo, per esempio offendendo e discriminando i gay che, a detta del catechismo:

devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione.

 La qual cosa non è mai avvenuta su Pontifex, che quindi disobbedisce ad una regola basilare del catechismo.

 Sull’istigazione a delinquere, ricordo solo che sono proprio alcune dichiarazioni apparse su Pontifex a rischiare di suonare come istigazione. Non vorrei mai, difatti, che qualche debole di mente pestasse o ammazzasse i gay sostenendo che sarebbe stato meglio non nascesse per nulla, oppure, peggio, spiegando poi di volergli fare una cortesia.

Pertanto, a voi finti cattolici, ignoranti che siete sempre pronti a giudicare la fede degli altri, nel mentre usate come randello il “non giudicare” per auto giustificare le vostre nefandezze, ricordiamo le parole del Signore, rivolte a voi ed ai vostri preti o catechisti dis-educatori

 Come sopra. Volpastren e Carletto sono in pieno delirio di onnipotenza, credendosi in grado di poter giudicare il mondo intero, di essere più realisti del re, mentre sono solo due soggetti in cerca di visibilità e di soldi che non hanno nulla a che vedere con il cattolicesimo.

“Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello” (Lc 6,42).

 Ribadisco il concetto: adeguatissimo per i pontifeSSi.

Ci fornisca, eventualmente, don Luciano Manenti, le prove scritte di una eventuale autorizzazione dell’Ordinario del luogo, motivando il come sia possibile, in tal caso, alla luce della Dottrina cattolica, evitare lo scandalo per i fedeli

 Ci forniscano loro, invece, la prova che Morosini fosse un pubblico peccatore. Molto probabilmente don Manenti non se li filerà manco di pezza, e farà più che bene, perché questo delirio di onnipotenza è solo sintomo della profonda non conoscenza del cattolicesimo.

 Non ho altre parole … solo parolacce …e preferisco tenerle per me.

29 pensieri su “Volpe, Di Pietro e l’ABC del catechismo …

  1. adminadmin

    Molto probabilmente don Manenti non se li filerà manco di pezza

    Probabilmente don Manenti non se li filerà manco di pezza… Ma chissà che qualche lettore Pontilesso abitante dalle parti di Bergamo possa scegliere di stampare gli insulti Pontifessi e portarli all’evidenza del Vescovo e di don Manenti

    Rispondi
  2. francesco t

    OT :
    l utente “giovanna” è tornata alla carica nei miei confronti, con una frase che ricorda chiaramente il periodo della diffamazione nei miei confronti:

    #28 Giovanna 2012-04-20 11:04
    Scusate ma Fracesco t è la Stessa persona che in rete chiamano “il pediatra” ?

    http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/laici/11371-omosessuale-guarito-un-ex-gay-scrive-allo-psicoterapeuta-dr-drew#comment-16596

    per inciso, “il pediatra” non ero io, ma un altro ragazzo che su facebook era contro l omofobia, walter rossi, almeno da quello che mi ricordo.
    i signorini si erano dedicati alla creazione di gruppi in cui indicavano tutti i loro “bersagli” gay come pedofili, indicano luogo di lavoro, città e altre informazioni sensibili. nel mio caso, come ho gia detto, utilizzavano la foto mia e di mio fratello, asserendo che “il pediatra” e “l omosessualità” mi avevano obbligato a praticare la pedofilia.

    chiaramente ho le prove di quanto affermo, ma non mi pare il caso di metterle in mostra in questa sede a meno che non avvenga nuovamente la diffamazione o nel caso io sia accusato di mentire (in ogni caso, trattadosi di immagini forti e assai diffamanti, le darei unicamente in privato).

    ovviamente vista la gravità della situazione FSadmin, per onestà o magari per timore che potesse accadere qualcosa di peggio, è intervenuto :

    “Signora Giovanna,
    non è consentito insultare i lettori o fare allusioni.
    La preghiamo di darsi una regolata e di scusarsi pubblicamente.”

    un mio ulteriore commento, non ancora pubblicato, auspica che nel qual caso tali commenti dovessero continuare, pontifex possa collaborare nell indagine che aprirei nuovamente presso la polizia postale nei confronti di tale utente.

    non sto a ponderare invece sull illazione di tiziano che è “sicurissimo” che io sia una donna e che io non sappia come avviene un erezione.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Francesco, sai che qui hai sempre uno spazio attraverso cui raccontare la tua verità e difenderti (per quanto possibile) dalle illazioni e dalla calunnia.

      Rispondi
      1. francesco t

        la “giovanna” è troppo codarda per venire a postare simili commenti qui, perchè sa bene che questo, tra virgolette , è il “mio territorio”. su pontifex trova terreno a suo dire “fertile” in quanto non è “il mio territorio”, anzi è un territorio a me ostico.
        in tal modo crede che così facendo risulterà più credibile e che quindi renderà più “grande” la diffamazione nei miei confronti.
        di certo non si aspettava che pontifex stesso collaborerebbe nel denunciarla. in ogni caso lo so admin, non preoccuparti.

        Rispondi
          1. StevenY2J

            Mi unisco anch’io nel dare un sostegno (almeno morale per il momento), Fra.
            Pur non conoscendovi personalmente, considero gli utenti di Ponti-L-ex come degli amici e certe diffamazioni ignobili fanno prudere le mani.

            Rock on.

          2. paopao

            Fra, tu sai chi sei e cosa vali..e noi pure.
            Una squallida e vigliacchissima “giovanna” qualsiasi non puo´scalfirti, non se lo puo´permettere!
            Siamo con te.

        1. Giovanna

          Buongiorno a tutti.

          Sono anni che mi occupo dei rapporti tra NABLA e certe ass. omosessuali italiane e navigando ho letto un commento….
          Francesco , scusi se ho in qualche modo offeso lei e la comunità lgbt
          La mia domanda non aveva il fine di offendere nessuno.
          Due sono i commenti non ancora pubblicati su pontifix dove pubblicamente mi scuso e chiarisco il mio quesito.
          Giovanna

          Rispondi
          1. adminadmin

            Il nostro filtro antispam non lascia passare la tua spazzatura. Ed io non la abilito certo “a mano”.
            Ora i tuoi commenti arrivano da un altro indirizzo IP (sempre anonimo) ed il sistema automatico antispam si è “irritato”. 🙂

          2. adminadmin

            “Giovanna” io non scherzo. Io porto prove di quanto dico. Tu invece no. Tu usi indirizzi email falsi. Tu usi proxy anonimizzatori. Ma che vuoi da me? Stai alla larga da questo sito “Giovanna”.

            This message was created automatically by mail delivery software.

            A message that you sent could not be delivered to one or more of its
            recipients. This is a permanent error. The following address(es) failed:

            [email protected]
            SMTP error from remote mail server after RCPT TO::
            host aspmx.l.google.com [173.194.79.27]: 550-5.1.1 The email account that you tried to reach does not exist. Please try
            550-5.1.1 double-checking the recipient’s email address for typos or
            550-5.1.1 unnecessary spaces. Learn more at

            Visto che usi dati anonimi e fasulli, mi permetto di mostrare pubblicamente i dati che hai usato… compreso l’indirizzo @web.it che è evidentemente fasullo (vedi qui sopra).

            http://pontilex.org/?attachment_id=16731

          3. francesco

            certo, “giovanna”… quindi è un caso che tu ora stia parlando di associazione tra associazioni omosessuali e associazioni pedofile, e , al tempo stesso , che tu conosca la vicenda diffamatoria nei miei confronti nonostante essa sia stata definitivamente cancellata dalla rete(ma non dalla bocca dei diffamatori stessi)? ed è un caso che tu stessa, “giovanna” cara, abbia cercato di “intimorirmi” indicando che vi sono “molte foto ecc” sul mio conto (niente che io nasconda per di pià) su internet, e per tale motivo non dovrei avere nemmeno l onere o il diritto di parlare di amore?

            su su…

            e chissà come mai usi indirizzi e mail falsi e ip “protetti”…eh?

            admin, non cancellare i commenti. visto che l utente giovanna si è più volte riferita espressamente a me , e visto che in qualche modo è collegata alla diffamazione nei miei confronti, ci tengo che tali informazioni restino nel database.grazie.

          4. adminadmin

            Tranquillo, noi qui non cancelliamo i commenti altrui. Noi.
            Defensio ha catalogato alcuni messaggi di “Giovanna” (o forse Sergio) come Spam, come si vede nell’immagine che ho allegato in un altro commento, ed io non li riporterò certo tra i commenti “attivi”.

          5. francesco

            sorge spontanea la domanda sul cosa c entro IO in questa sua fantomatica ricerca del rapporto tra associazioni pedofile e omosessuali. e di certo mi chiedo cosa c entri il fatto di aver tentato di intimorirmi e col fatto di aver citato letteralmente parole che SOLO una persona vicina all evento diffamatorio poteva conoscere.

            ma no, il bambinetto che si cela dietro tale nick non sarà mai capace di fornire adeguate spiegazioni…come il perchè usa una tale protezione per postare qualche commento.

          6. adminadmin

            bambinetto
            Bravo, concordo con l’ipotesi che dietro al nick “Giovanna” si nasconda lo stesso individuo di sesso maschile che ha lasciato in passato un commento unsando un nick maschile (Sergio).

          7. paopao

            Curioso! Tra i pontifeSSi sembra che sia moda diffusa “travestirsi” usando nicks femminili…
            Forse cercano di sopperire in qualche modo bilanciando la “deficienza” ( ) di presenze femminili nelle loro tristi esistenze…

          8. francesco

            “giovanna” non è un pontifesso, ma molto, molto peggio. i pontifessi generalmente sono persone di una certa età ormai avanti con gli anni. i diffamatori del mio caso invece erano adolescenti fascisti, il che è un abominio vivente.

  3. FSMosconiFSMosconi

    Immagino che la storia del “non giudicare” si riferisca alle mie recenti frecciatine (senza malizia, magnifico duo, era senza malizia… sconcerto al massimo) a M.S.M.A.

    La cosa più bella è che ho quasi sempre mantenuto le stesse premesse!

    Allorché che si poteva dire? La miglior difesa è l’attacco. Quindi sono andato a spulciare direttamente in casa dei due: nel sito di M.S.M.A. per vedere se, perlomeno lì, c’era un minimo di coerenza. Maggiore almeno rispetto al bel sito PontifeSSo! Devo dirlo: di sbavature seriamente macroscopiche non le ho trovate. Ho dovuto difatti ripiegare su un video da loro stessi pubblicato per rendermi conto che c’era qualcosa di incoerente. Per quanto chi si definisca fedele a Roma e poi propugni l’equivalente soft di un politeismo/enoteismo si possa definire coerente! Per non parlare dell’apologia di Lefebvre! Ma va be’: si sapeva: ho sorvolato apposta.

    http://pontilex.org/2012/03/de-militiae-michaelis-sesquipedale-fuffa-aut-de-angelologia-pontifexarum-eccillis/

    la premessa è sempre la stessa: coerente tutto tranne il fedele a Roma a trattini, e se va male anche la pretesa di monoteismo è al più ridicola. Ma sin a che rimangono tra loro e non pretendono di più o non citano alcun articolo del Cattolicesimo è anche intellettualmente sopportabile. Come dissi una volta: non mi importa cosa preghi. Per quanto detesti l’incoerenza.
    http://pontilex.org/2012/04/io-ti-invoco-michele-no-zeus/

    E che pretendono: che mi prostri bocconi stringendogli le ginocchia, magari inchinandomi tre volte prima di qualsiasi frase?!!!

    Rispondi
  4. Giovanna

    Quando si cerca di smascherare certi rapporti tra Nambla e certe ass. italiane è normale essere infangati per non aver credibilità .
    BRAVO

    Rispondi
  5. Uffa

    Fiera di essermi scagliata su Facebook contro cidippino e soci dopo questa (ennesima) prova di totale mancanza di civiltà, oltre che di cervello. E solidarietà nei confronti di Francesco, per le offese che gli sono state rivolte da qualche decerebrato con il cranio traboccante pattume.

    Rispondi

Rispondi