Riassumiamoh Deborah.

Trasformiamo momentaneamente la contessinah Deborah in una nostra articolista. Trovate infatti di seguito tutti i commenti da essa lasciati fino ad ora (le 20:30 del giorno 27 marzo 2012) seguendo uno stringente ordinamento temporale. Tanto per intenderci, il primo messaggio risale alle prime ore del giorno 24. Ritengo di aver fatto cosa gradita includendo nel “riassunto” anche i messaggi che sono rimasti “impigliati” nel sistema di moderazione e che non ho reso visibili. Giusto per aiutarvi a comprendere la portata della cultura e della buona educazione della contessinah.

Conoscendo, se pur solo virtualmente, Gianluca Barile, posso dire di aver compreso quanto sia un personaggio ALQUANTO INAFFIDABILE ED INATTENDIBILE. Sono ASSOLUTAMENTE d’accordo con The PontifexRoma. Vorrei complimentarmi per l’esauriente analisi in merito al vaticanista, per cui non avrei trovato parole più eloquenti, che confermano e avvalgono la mia tesi negativa su di lui.

Assolutamente d’accordo!

Senti, povero illuso e ingenuo che non sei altro. DI PROVE CE NE SONO A VOLONTA’. Sia per quanto mi riguarda personalmente, e sia per il suo passato, come ad esempio non è vero che è stato aggredito da una congregazione religiosa anni addietro. Una notizia che il Dr. Gianluca Barile stesso aveva messo in rete per darsi maggiore visibilità. Le prove delle sue MENZOGNE sono date da chi ha potuto sostenere che non fosse stato aggredito, in quanto il momento del presunto atto criminoso non corrisponde alla realtà dei fatti, in base a dei testimoni. Diversi suoi colleghi giornalisti, tra l’altro, definiscono l’episodio UNA MONTATURA.

Ti riferisci a me? Io mi chiamo DEBORAH COTRUFO.

Sì, “avvalorano” la mia tesi negativa su Gianluca Barile. Io ho lavorato come modella artistica in Licei artistici e accademie d’arte a Milano. Sono io Deborah Cotrufo di Milano. Ho conseguito gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Brera in Pittura. Vengo da un ambiente artistico. Ho aperto un Blog in cui ho appostato video e recensioni in merito a Padre Gabriele Amorth, che tu sarcasticamente hai chiamato “Amorf”.
Magari il tuo è stato un errore di battitura, mi auguro, dato che lo stesso Gianluca Barile nutre stima per il suddetto esorcista, avendolo anche intervistato.
A questo punto vorrei sapere chi sei tu, dato che hai un nick name in cui ti mascheri, però vuoi conoscere pretenziosamente l’identità altrui.
Io non ho nessun problema a dire chi sono.
Se vuoi cercami su Facebook ti lascio il mio indirizzo e-mail, in cui ti fornirò nero su bianco quello che di aberrante il vaticanista si è permesso di scrivermi.
Il problema di Gianluca Barile non è nelle sue competenze in materia di fede, anzi è stato proprio questo il motivo della nostra conoscenza e condivisione intellettuale verso il satanismo.
La questione è che ho subito inspiegabilmente dal vaticanista cinque mesi di MINACCE ALLA MIA PERSONA: INTIMIDAZIONE, RICATTI MORALI E TERRORISMO PSICOLOGICO.
Con questi suoi deliranti comportamenti ho iniziato a fare delle ricerche su internet, qualora ci fossero stati dei precedenti.
Mi stupisco che tu non sappia di quell’aggressione che Gianluca Barile dice di aver subito da una congregazione religiosa.
Fai anche tu delle ricerche, come le ho fatte io, prima di difendere a spada tratta qualcuno.
Cercami, e ti darò tutto ciò che occorre.
Chiaramente dovrai dirmi chi sei, in modo tale che io sia tutelata.
Questo perché ho il vivo sospetto che sia proprio tu Gianluca Barile con un nick name, qui in questo spazio.

Mi sembri divertito da tutto questo, mancando totalmente di rispetto verso chi ha subito accuse infamanti.
Sono io la persona che ha subito, in cui il vaticanista mi ha tolto completamente la serenità.
Tu mi chiedi delle prove? Sei un avvocato? Lavori per le forze dell’ordine?Chi sei? Io te le fornisco, ma tu a che titolo mi chiedi delle prove?
Ti poni in modo critico, senza la minima considerazione di quello che c’è di grave dietro.
Ti trascino in questa situazione e ti garantisco che non è una bella situazione.

E allora sparati, che è meglio. Viscida persona che vivi facendo leva sulle difficoltà altrui per RICATTARLE! VERGOGNATI!

Proprio tu mi vieni a parlare d’interesse verso il satanismo?
TU HAI DICHIARATO IN PIU’ ARTICOLI DI ESSERE UN “ESORCISTA LAICO”!!!
In un’intervista che hai fatto a Monsignor Andrea Gemma, hai dichiarato di appoggiare la croce di San Benedetto sulla fronte dei presunti indemoniati.
Gesto non autorizzato, dato che non sei un sacerdote, in cui ti sei appropriato di un ruolo non tuo, andando ben oltre.
Dimostrando così di essere solo un VILE IMPOSTORE.
Appunto, chi crede di parlare con Dio o con il Diavolo, è perché ha Satana dentro di sé, E QUESTO SEI TU.
Hai perfettamente ragione: INFATTI E’ IL TUO PROBLEMA, NON IL MIO.
Io ho aperto un blog, in cui apposto dei video che riguardano l’argomento “Satanismo”, non c’è nessun tipo d’interesse se non quello ANTROPOLOGICO.
Non mi permetto di approfittare della gente come fai tu.

Non capisco, tra l’altro, perché devi incolparmi dei miei interessi.
Io posso essere qualsiasi cosa.
Sei tu, per la professione che svolgi, che non puoi avere determinati comportamenti.
Io non devo rendere conto alla Madre Chiesa, ma tu sì.
Altra cosa, quello che s’inghiotta una marea di psicofarmaci sei proprio tu.
Io non ho nessuno dei tuoi trascorsi ospedalieri per ricovero in reparto psichiatrico, come invece è nel tuo curriculum.
Chiaramente le tue insinuazioni sono CALUNNIOSE, GRATUITE E SENZA ALCUN FONDAMENTO, giusto per difenderti.
Proietti le tue manchevolezze e la tua disonestà su di me, un capro espiatorio, che non ho nulla di sporco sulla mia fedina penale a differenza tua.
I mie interessi artistici, il mio Blog e quant’altro in confronto alla tua disonestà sono caramelle per bambini.
Sei una persona spregevole ed ipocrita.
Io non ho nessun precedente, di nessun tipo.
Tu un elenco di ricoveri per problemi neurologici e PSICHIATRICI.
Hai tanta di quella sporcizia e lerciume nei tuoi trascorsi, che è assolutamente grottesco e maligno quello che scrivi.

Chiaramente non hai capito la GRAVITA’ del problema.
Non posso fartene una colpa.
Cerco di spiegarmi meglio.
Quello che ho subito da Gianluca Barile (ricatti e atti di terrorismo) sono le stesse circostanze che altre persone hanno subito da lui.
In merito a Padre Gabriele Amorth, io non sapevo chi fosse, se non fosse stato lo stesso Gianluca Barile a parlarmene come uno fra i migliori esorcisti per il dono dello Spirito Santo.
In molti suoi articoli lo intervista e lo cita.
Non solo, ma Gianluca Barile accentra la sua attività, da quanto lui stesso dichiara, come ESPERTO DEMONOLOGO, ed “esorcista laico”.
Guardare suo cv in internet.
Gianluca Barile è un millantatore e nega pure se stesso davanti all’evidenza.
C’è tantissimo materiale su di lui in internet.
Sai quanti indirizzi link dovrei appostarti?
Ok.
Con calma durante la prossima settimana lo farò.

Il fatto che il sacerdote in questione fosse a “zonzo” non prova nulla.
Appunto, perché Gianluca Barile non ha denunciato l’aggressione subita?
Perché sarebbe stato a sua volta denunciato di SIMULAZIONE DI REATO!
SVEGLIATI!!!

Gianluca Barile cerca di trovare il male nei miei interessi, dove di male non c’è per nulla.
Se questo non è essere maligni e in cattiva fede che cos’è?
Tra le altre cose è stato molto arido, umanamente parlando, in quell’attacco prevenuto in cui pensava fossi un “frocio mancato”.
Data la sua proiezione psicologica, io non penso che Gianluca Barile lo sia.
Purtroppo molte persone glielo hanno inculcato, e lui forse se ne convince.
Questo mi spiace, ma io non ne ho colpa.
Non devo pagare IO per una manica d’idioti che lo hanno suggestionato e condizionato.

Forse non hai letto con attenzione.
Gianluca Barile in più articoli, scritti da lui, si dichiara “esorcista laico”.
In più articoli ha scritto di esorcizzare gl’indemoniati.
Questa è follia, propriamente DELIRIO DI ONNIPOTENZA.
Ma stiamo scherzando che un laico si prenda questa autorità?!
Il mio blog e la mia pittura che c’entrano?
Un interesse culturale perché deve essere visto con questa chiave malevola di lettura?
Ancora dimostra Gianluca Barile di essere assolutamente e gratuitamente offensivo.

Riporto una parte del tuo commento:
“Dico questo perchè una persona che tutti i santi giorni rompe le palle perchè l’omosessualità di su e di giù e poi usa fake con nomi da donna… altro non è che un frocetto , solo che non lo vuole ammettere.”
Questa è una tua proiezione, in quanto spesso vieni criticato per essere contro gli omosessuali e per questo ti accusano di esserlo.
Bisogna fare la volontà di Dio, e nella Bibbia Dio parla chiaro sulla omosessualità, ed io su questo sono concorde.
E’ un’ingiustizia nei tuoi confronti, ma non devi coltivare un senso di rivalsa verso il prossimo, colpendo chi (la sottoscritta) non c’entra attraverso accuse infamanti.
E’ un atteggiamento vile.
A proposito di “fake” femminili.
Avevi aperto un finto profilo femminile di “Manuela Gentile” su Facebook, dove io ti avevo subito scoperto e per il quale abbiamo discusso parecchio.
Non ricordi?
Ti ho segnalato a Facebook, e ti hanno bloccato il falso profilo.
Fra le varie amicizie avevi chiesto quella di Stefano Discreti, come “Manuela Gentile”.
E’ stata in questa occasione che ho conosciuto il cronista sportivo, proprio grazie (non tutto il male viene per nuocere) al tuo finto profilo femminile.
A Stefano chiesi delle spiegazioni, che non si è sbilanciato essendo tuo amico, se non osservando in condivisione al mio pensiero che cercavi d’attirare l’attenzione.
Sei alla ricerca della solita “vetrina personale”.

Ma grazie che mi hai difesa!
Dopo rispondo al demente in questione.
Comunque, nel mio blog non parlo di Gianluca Barile per il semplice fatto che il mio blog verte su altri argomenti.
Nel mio cellulare ci sono i messaggi di Gianluca Barile, in cui sono ingiustamente infangata.
Avendo visto che diverse persone hanno le mie stesse considerazioni negative verso il vaticanista, ho voluto appostarle, combaciando perfettamente con quelle altrui.

Leggo ora i tuoi commenti, perché non erano stati aggiornati nella pagina.
Vedi di darti una calmata, che sei uno psicotico da camicia di forza.
Sei una persona senza cultura e soprattutto SLEALE nel modo di porti, fingendo di essere un altro.
La tua presa per il culo mette in luce che sei un poveretto, e un maleducato.
Io sono riprovata nei confronti del vaticanista.
SEI TU CHE TI SEI INTROMESSO E SEI STATO INVADENTE ED OFFENSIVO.
In buona sostanza, tradotto in un linguaggio “sub-urbano” l’unico alla tua portata, SEI TU CHE HAI ROTTO I COGLIONI.
Complimenti per la POCHEZZA DELLA TUA PERSONA. Vali meno di zero.

Guarda che i commenti non si aggiornano subito, quindi il “vaffanculo” dillo a te stesso!
Soprattutto tu non immaginavi io conoscessi molti particolari di Gianluca Barile per controbattermi.
Il vaticanista, ripeto, lui stesso ha scritto in un articolo di essere un “ESORCISTA LAICO”.
Non sono articoli scritti dalla concorrenza.
Quindi, capisci quanto costui sia un poveretto che soffre di DELIRIO DI ONNIPOTENZA?
Ma ti sembra che io voglia rovinare il mio Blog e il mio profilo di Facebook con quella faccia da becchino di Gianluca Barile?
Ho visto che qui si parlava di lui e ne ho colto l’occasione.
Dal motore di ricerca è saltata fuori questa pagina per l’argomento in questione.
Cosa fai lanci il sasso e poi tiri in dietro la mano?
Cosa me ne frega di quell’imbecille che predica bene e razzola male, per giunta che crede di essere un esorcista.
Sì, l’esorciccio tutt’al più!

Hai un atteggiamento deplorevole.
Visto che non sei tu Gianluca Barile, qual’è il tuo tornaconto nell’insultarmi?
Non vali niente.
Denunciare Gianluca Barile?
Aspetto sia lui a fare il primo passo.
Ho tanti di quegli elementi contro di lui – su piano personale se pur non l’abbia mai, fortunatamente, incontrato di persona – che è per questo motivo che mi prendo la licenza di dichiarare determinate cose.
Il vaticanista non può nulla contro di me, anche se dovessi fisicamente malmenarlo, perché le prove che ho contro lo farebbero finire in galera.

Non penso tu sia un esempio di educazione, dato il linguaggio da scaricatore di porto che usi.
Un buon farmaco per calmare i tuoi nervi, insieme a quelli di Alberto, perché nell’offendere dimostrate mancanza di controllo.
La cosa ipocrita è che non ve ne frega niente di Gianluca Barile, e insultate me perché insulto lui.
Che senso ha?
Se quella rozza persona di livello “tombinale” come Alberto ha finto di essere chi non è, ha voluto alimentare le discussioni ed aggravare i diverbi.
Quindi, vedi di prendertela con lui e non con me.
Io mi sono attenuta a quello che ha scritto, e ho risposto in base a questo.
NE’ PIU’ E NE MENO.
Se il pessimo soggetto, Alberto il cinghiale o il facocero della sua tanto eloquente foto, ha poi ritrattato le dichiarazioni è una sua responsabilità.
Come ripeto, ho commentato in base agli aggiornamenti dei commenti, che non sono simultanei.
La tua e l’aggressione verbale di Alberto è assolutamente FUORI POSTO.
La vostra mancanza di comprendonio sono molto imbarazzati.
Il ridicolizzare di Alberto rende lui medesimo ridicolo, perché NON HA ALTRI MEZZI PER COMUNICARE.
Non è un caso che voi sostenete un individuo aberrante come quel vaticanista.

Ci mancava il blasfemo della situazione!

Sei un povero idiota che non ha capito nulla.
Tu non hai idea della mia raccapricciante situazione con Gianluca Barile.
Non ne sai nulla e quindi se intervieni, intervieni nell’argomento in questione in modo pertinente.
Sei così ignorante che si vede da come scrivi, dal linguaggio e dal contenuto.
Si vede che non hai nessun livello d’istruzione per poter controbattere, se non con delle offese a dir poco infantili e puerili.
Ti senti rimproverato dalla tua stessa insufficienza, perché non hai nessuna opinione valida da appostare.
Lo zoo è nel tuo bacato cervello, molto ma molto limitato, dove i poveri “animali” sarebbero soffocati dagli spazi assai limitati.
A cosa è servito il tuo intervento?
Ne devi mangiare di polvere prima di poter solo immaginare di poterti avvicinare a me.
Non sei degno neppure di poterlo sognare.
Non amo la volgarità, la bassezza morale come in un altro tuo commento in cui schernisci Padre Livio di radio Maria, persona invece eccezionale e colta.

Veramente fai ridere tu, anzi direi pena e sdegno.
Dimostrando che nel ritrattare le cose dette nei primi tuoi commenti sei una persona inconsistente.
Ridi di te stesso e sputati da solo davanti allo specchio.
Io ho dato la mia opinione su quell’idiota di vaticanista.
Se non hai nulla da dire, taci, invece d’intervenire giocando in modo squallido e becero.
Cosa t’interessa della mia pittura e del mio blog, allora?
E tu cosa fai nella vita a parte il pagliaccio, che ritratta le proprie dichiarazioni?

Vai con le donne a pagamento, a quelle piacerai senz’altro.
Non hai alcuna speranza.
Sei insulso e grottesco, senza aver prestato alcuna attenzione ai discorsi appostati. Hai la testa vuota.

Sei una capra, come direbbe Sgarbi.
Se sai chi è, ma dubito dato che continui a presentarti come un poveretto privo di qualsiasi contenuto.
L’unica cosa che potresti fare è il mio zerbino.

Io ti prendo a calci. Sei una nullità umana.

Do l’idea di un uomo?
Mi arrabbio come un uomo, ma sono una donna.
Veramente, qui, chi manca di controllo siete proprio voi.
Perché io ho solo dato le  mie opinioni.
Nefandezze senza alcun senso e mancanza di capacità di controllo, sono da parte vostra, più errori di giudizio macroscopici.
Sono io che mi diverto ad avere molti uomini ai miei piedi.

Allora cosa hai alimentato la questione? Appunto, non potevi evitare? Critica te stesso.

Il mio blog è in merito ad argomenti sul Satanismo.
In Accademia di Belle Arti studiai Antropologia culturale e ho sempre coltivato interesse per argomentazioni religiose, con lo scrittore (ormai mancato nel 2000) Roberto Sanesi, anche relatore della mia tesi su Akhenaton.
Il faraone eretico, considerato il primo monoteista della Storia, dopo gli Ebrei.
Ho fatto ricerche di vario genere.
Sono le stesse cose che tratta quel vaticanista.
Tanto è vero che, ahimè, l’ho conosciuto proprio per questi interessi in comune.
ADMIN, io non sto FARNETICANDO. RISPETTA LE MIE OPINIONI.
Per favore, mi prendo le mie responsabilità di quanto ho scritto su quel vaticanista.
Quello che non mi è piaciuto è il tuo sottolinearmi ed invitarmi a fornire delle prove.
Perdonami, se uso questo tuo spazio, ma tu mi hai contraddetta in più battute con il pregiudizio e il preconcetto che io stessi FARNETICANDO, e dando falsa testimonianza.
Se dico quello che dico c’è un motivo.
Libero di non crederci, ma tu e gli altri rispettate quanto dichiaro.

Sì, sono io all’Admiral Hotel qui a Milano agli incontri culturali coi miei amici scrittori.

“Indignato” sono della tua stessa idea. Spero vorrai sostenermi, e tra l’altro vorrei sapere delle cose. Mi servono. Ti spiegherò meglio privatamente. E’ importante. Mi trovi su Facebook: DEBORAH COTRUFO. Ciao

“Hai rotto la minchia” usa questo gergo da camionista con la tua famiglia, meritevole di riceverlo per come ti hanno educato.

Non devo renderti conto delle mie intenzioni.
Ho messo sul mio status in Facebook che sono qui a porre le mie opinioni.
Ma tu sai quanta la gente è vigliacca?
Per cambiare argomento, mi capitò di trovare in rete video pedo-pornografici che ho immediatamente segnalato alla Polizia Postale.
Mi capito perché stavo cercando un video di Belen, quello che ora non c’è più in rete, sollecitata da alcuni miei amici.
Sono incappata in video stomachevoli con bambini piuttosto piccoli.
Io ho fatto il  mio dovere attraverso una semplice segnalazione.
La cosa l’ho pubblicata su Facebook, e sai le risposte?
Bé… “denuncia solo tu, perché devi tirare in mezzo gli altri? Li hai trovati tu i video. Segnala solo tu alla Polizia Postale.”
Ho trovato anche su Facebook una dichiarazione di stupro di un certo Fedor verso una tredicenne, che io ho segnalato, invitando i gruppi religiosi a segnalare anche loro.
Le risposte sono state: “Lo stupro (vero o presunto) non fa parte degli argomenti trattati.” Ti rendi conto dell’aridità di questa risposta? Un’altra persona mi ha scritto: “quante cavolate… è più importante pregare, che pensare a queste cose.”
Io sono una persona coi CONTROCAZZI.
Ho un forte senso della Giustizia.
Non amo la gente vigliacca.

Sei contento che sono arrivata a capire cosa?
Ma idiota che non sei altro, i commenti appostati da voi non si aggiornano simultaneamente ai miei.
Sei duro di comprendonio?
Stupido che non sei altro e cafone.
Perché la buona educazione manca a voi.
Avete questo spazio, APPOSTA PER INSULTARE chi non la pensi come voi.
Io ho la sindrome pre-mestruale?
Cazzate maschiliste per offendere di un povero coglione.
Non siete per nulla professionali.

Da questo tuo intervento, come in tutti i tuoi, sei piuttosto infantile e maleducato. E tu chiederesti agli altri di fornire delle prove? Ah ah ah Sei veramente buffo! Come quella maschera di Alberto!
Tu sei la prova vivente dell’inconsistenza di qualsiasi dichiarazione.
Sei di una superficialità e mancanza di professionalità che RASENTA IL RIDICOLO.
Tu dici che le dichiarazioni altrui sono inattendibili. Perché le tue?
Questo tuo spazio è un agglomero di persone volgari, che insultano, come fai anche tu senza né altre e né parte.
Gianluca Barile non poteva far altro che essere difeso da te.
Molte persone sanno che Barile è un disonesto.
Quel sacerdote di Campagna, Barile lo aveva cacciato per stregoneria, ma ho i miei dubbi che Barile sia stato aggredito per ritorsione. Anche se il sacerdote era sempre a zonzo.
Te lo dico perché G. Barile è un bugiardo di natura.
Mi ha creato molti problemi, e la parola di un incallito bugiardo non ha alcun valore.
Questo per chiudere una volta per tutte l’argomento. Ok?

Per cortesia Admin, pubblicami il commento, in modo tale che possa avere informazioni di questo utente.
“Indignato” sono d’accordo con te. Vorrei sapere alcune cose.
Mi trovi in DEBORAH COTRUFO su Facebook.
Grazie

Senti, Admin. Ci siamo forse fraintesi. Chiarisco un po’ di cose.
Tu e Alberto, più un altro, mi avete insultata e apostrofata in modo indicibile solo perché ho espresso le mie LEGITTIME opinioni.
Non ho visto alcuna professionalità in un atteggiamento del genere, soprattutto nessuna educazione e rispetto.
Guarda la cronologia dei commenti, ed io non ho dato titoli se non proprio portata all’estremo per i vostri insulti.

Quello che ho scritto dopo su Facebook è stato il mio resoconto per gl’insulti aberranti e biechi da parte vostra.
Ho visto che hai “scannerizzato” le immagini anche dei mie status contro G. Barile.
Perché stai facendo questo?
Potrebbe nuocermi, molto di più rispetto a quello che già ha fatto.
Ne va della mia incolumità.

Io sarei una nullità?
Tu lo sei che hai scritto di andarmene a “fanculo” con le mie considerazioni e che ho “rotto la minchia”.
Usa questo linguaggio con la tua famiglia, perché questa confidenza non te la concedo!
Tu sei partito in quarta, insieme a quella maschera di Alberto, che ha dichiarato di aver di proposito cercato lo scontro e di essersi divertito.
QUESTA SI CHIAMA ISTIGAZIONE: UNA MEDIOCRITA’ MORALE da far ribrezzo.
Questo è scherno di gruppo della più bassa specie, molto in voga su internet.

Un comportamento di una miseria e di una povertà di valori, e di un’incapacità di sapersi relazionare in MODO COSTRUTTIVO.
Ti sembra un atteggiamento serio e professionale?
E’ evidente che io m’incazzo, dato che ho un carattere molto combattivo e risoluto, e non amo le PREVARICAZIONI.

Non mi sono presentata con il mio primo commento?
Io sono stata cordiale e gentile, quindi non cercare scuse molto puerili e inconsistenti per trovarmi delle pecche.
Non mi è piaciuto Alberto, ma proprio per nulla, perché mi ha derisa gratuitamente con un’insensibilità orribile.
Soprattutto ha deriso quello che io ho subito, a prescindere che ci si possa credere o meno, e ritengo sia grave sul piano umano.

Ho insultato un tuo ospite?
MI PRENDO LE MIE RESPONSABILITA’, ma tu non insultare me, sarà Gianluca Barile a farlo eventualmente!

Correggi il tuo modo di fare “giornalismo”.
Prendi atto di quanto ti viene detto, fai il tuo contraddittorio rispettoso e basta, ma non alimentare le discussioni.
Le prove sono negli SMS, ma per la legge sulla privacy non posso appostarli. Potrei farteli leggere di persona, qualora un giorno tu volessi passare per Milano.
Ti dico questo per darti quelle prove che tu mi stai chiedendo, e che in altro modo non potrei fornirti.
Sei contraddittorio perché mi chiedi di fornirtele subito, ma poi di potertele fornire quando ci sarà un resoconto da parte dei giudici, qualora io volessi denunciare G. Barile.
C’è qualcosa che non mi torna.
Non è il modo giusto di lavorare in un sito d’informazione: non ti puoi accanire come una iena, perché non posso per motivi logici fornirti ORA le prove.

In merito al tuo sito, non ho detto che è inefficiente nell’appostare i commenti. Non appropriarmi di parole che non ho scritto.
Io ti ho detto che i commenti non sono aggiornati, ma non ho imputato al tuo sito una manchevolezza, anzi è il mio pc portatile, o la mia connessione, che mi procurano delle lentezze nel visualizzare la pagina.
Perché anche in questo caso devi vedere in modo DEGENERATO una mia considerazione, tra l’altro in giusta risposta all’arroganza di Alberto?!
Come si permette Alberto di usare con me quei toni aggressivi?
Non capisco il gusto nello sminuire e nel malignare, perché in quell’arroganza c’è tutto questo.
Come si permette di fare allusioni a pillole e a farmaci?
Dato che è proprio G. Barile che ne inghiotta a volontà per una marea di suoi problemi neurologici.
Se alberto non lo sa, allora che taccia!
ACCUSA ME SENZA SAPERE CHI SIA G. BARILE.
QUESTA E’ DEMENZA ALLO STATO PURO!!!!!!!!!!!!!!!
E’ ovvio che poi su Facebook vi do dei coglioni!!!!!!!!
Ma ti sembra logico che questo Alberto del cazzo, che non sa neanche chi sia G. Barile e neppure chi sia io, possa criticare?!
Ma Alberto cosa ne sa di me? Come si permette di affermare certe considerazioni INFAMANTI sul mio conto?
<<>>
Dichiaro di subire minacce, e questo prefetto idiota sconosciuto mi si scaglia contro con degli insulti, tra l’altro molto personali?!
Come se la mia dichiarazione avesse offeso lui direttamente!

E quell’altro tizio, con il nick name “caffè”, ha scritto che per non andare allo zoo si è divertito a leggermi.
A leggere cosa? Dato che in modo molto preciso e serio ho scritto quanto ho subito da parte di Gianluca Barile.
Quindi, deduco che questo tizio “caffè” si sia di divertito a sentire di una donna minacciata?
Trovate le solite scuse che tanto tutto quello che viene dichiarato su internet sia falso, TANTO DA SENTIRVI IN DIRITTO D’INGIURIARE?
E no, questa non ve la passo!
Non avevo dubbi che certi uomini si possano divertire a leggere di cose tristi accadute alle donne.

<<>>

Tra l’altro quel tizio, anche se in tono scherzoso, mi ha più volte rivolto delle avance ridicole.
Chi è questo qui che prima disprezza e poi si permette di scrivere che vorrebbe conoscermi, facendo allusioni?!
Ma tanti calci nel sedere, ma tanti e ben piazzati!!!
Non tollero questo maschilismo vomitevole!!!
Lo stesso vale per Alberto con la sua battuta sulla mia presunta fase pre-mestruale.
Che Alberto pensasse alla sua ipocrisia di essersi presentato come Gianluca Barile per poi ritrattare, in modo ROZZO E DA ZOTICO dicendo che avrei dovuto capirlo.
E’ Alberto che avrebbe dovuto essere leale ed onesto, invece che presentarsi per un altro per poi MESCHINAMENTE incolpare me.
Chi è Alberto?
E’ uno dei tanti iscritti, ma tu non sai chi è.
Strano il suo intervento così INFEROCITO.
Ha sempre risposto in modo TROPPO PERSONALE, COME SE FOSSE STATO CHIAMATO IN CAUSA.
Se non gliene fregava nulla di G. Barile non aveva senso che Alberto mi insultasse, alludendo alla “pastiglietta” e poi a quel discorso iniziale sui froci, assolutamente privo di cultura e stupido, però tipico dell’ambiente religioso.
Che poveraccio!
Lo ha fatto per CATTIVERIA GRATUITA.
Prima insultate e poi “ma a noi non ce ne frega nulla”…
Allora non dovevate offendere sin dal principio!
Non siete abituati a comunicare in modo pulito, logico, sensato ma siete molto CONFUSI.
E già non ci sono le prove (date e fornite subito al vostro schiocco di dita, non prendendo in considerazione che esse siano nel mio cellulare, come già vi ho detto) allora vi SIETE SENTITI IN DIRITTO DI DARE BECERE DEFINIZIONI.
Il discorso non fa una piega. CHE ACUME DA PARTE VOSTRA!

Alberto al mio commento, in cui ho scritto di aver subito MINACCE, ATTI DI TERRORISMO PSICOLOGICO E RICATTI MORALI, mi ha risposto come?
Rileggi bene tutto, ma partendo dal suo primo commento, guardando il contenuto e non solo le singole parole.
Mi ha dato della pazza.
Sarebbe stato più corretto se Alberto mi avesse risposto che considerava le mie dichiarazioni non veritiere, invece ha scelto in prima battuta quelle espressioni DENIGRATORIE, senza NESSUN RISCONTRO OGGETTIVO.

Con il mio commento iniziale non ho offeso nessuno di voi, a parte G. Barile.
E’ stato un tuo ospite… ma ritieniti fortunato che non lo conosci bene, ed è stato solo un tuo ospite.
Ringrazia il Signore!

Sono un’estranea che ha detto la sua?
Ti chiedo la cortesia, proprio dal cuore, di cancellare tutto dalla A alla Z.
Soprattutto quello che hai pubblicato dei miei status di Facebook.
Sì, sono pubblici ma non ho voglia di altre discussioni.
Ho subito accuse di estorsione da parte di quel vaticanista, e la mia rabbia è più che lecita.
E’ un totale squilibrato, ma proprio perché è così è meglio che non RISCHIO.
Non m’interessa che è stato un tuo ospite.
Io so chi è lui, ed è solo questo che conta per me.

Deborah

P.S. Se tieni i commenti allora vorrei, cortesemente, sapere chi è Alberto.
Le considerazioni che ha scritto mi permettono di avere gli estremi per denunciarlo d’ingiurie e calunnie. Scommetto che neppure tu sai bene chi sia, come la maggior parte di quelli iscritti qui. Sei molto ingenuo, lo dico con rispetto.

Sei un idiota, e la riprova è data che tiri sempre in ballo argomenti NON PERTINENTI.
Quello che guardo in tv?
Sei un povero, ma veramente un povero COGLIONE.
Sei tu che metti in risalto il tuo INFANTILISMO, sia per forma che per contenuti.
Ti esprimi con una sintassi che fa spavento, chiamarla infantile, immatura?
Tutto il tuo linguaggio è deplorevole e demenziale, quanto quello di un bambino. Sì, di una bambino down!
Hai esaurito gli argomenti, tanto da fare compassione, colpendo una bellissima serie tv poilziesca come The Shield.
E allora? Con questo che vuoi dire?
Sei geloso?
L’attore principale mi piace molto, a differenza di te che senz’altro sarai un ciccione schifoso.
Hai polemizzato a SPROPOSITO sin dal principio, perché sei un fallito, un perdente.
Una persona vuota, che per pura cattiveria e frustrazione mi stai vomitando ogni sorta d’insulto.
Questi insulti sono il prolungamento del piccolo organo sessuale che hai in mezzo alle gambe?
Hai offeso in modo gratuito dal primo all’ultimo commento.
Io reagisco alle offese, ed è IPOCRITA che neghi davanti all’evidenza dei tuoi insulti fatti per primo, additando me come quella offensiva, che lo sono solo per e di conseguenza.
Da tutte queste ingiurie e calunnie (partite da te per primo, sottolineo e ripeto se non ti fosse chiaro) il mio consideravi mafiosi è stata la risposta ai vostri 90 commenti stomachevoli.
Cerca di essere onesto, invece che sparare cazzate!!!
Altra cosa che non c’entra niente: i mie quadri sono delle croste?
Che cazzo ne sai, capra ignorante, tu di pittura contemporanea?
NON HAI NESSUNA ARGOMENTAZIONE per controbattere.
La classiche critiche di chi non ha un cazzo di titolo di studio e sentendosi inferiore per una discussione, allora critica.
Critichi attraverso degli insulti, senza dare RIFERIMENTI CULTURALI a movimenti pittorici per fare dei confronti.

Sai cos’è la pittura contemporanea o vivi in una grotta, dove le croste che conosci sono solo quelle della tua merda attaccata al tuo culo?
Troppo bella!!! Ahahahahahahahhahahah

No, non c’entra con gl’incontri quello. Gli incontri sono di Borderfiction, all’interno dell’Admiral Hotel presieduti da Andrea Carlo Cappi & Andrea G. Pinketts.

Il punto è che l’Admiral Hotel non mi riguarda, come nessun dei miei amici scrittori abbia una correlazione con altre attività dell’Admiral Hotel.
Quindi, la tua specificazione non ha nessuna pertinenza con Borderficion.
Hai fornito una notizia che non ha portato a nulla.
L’ho compresa, ma non c’è nessuna relazione fra le cose.

Trattasi che tu STRUMENTALIZZI le persone. Coglione, fallito di merda.

Andrea, leggi bene i commenti INGIURIOSI dei tuoi amici e capirai che le mie risposte sono state di conseguenza.
Guarda la cronologia, e sii onesto, invece che dare titoli a sproposito.
Il povero demente sei tu, che fai un errore di valutazione, senza avere il coraggio di guardare con giudizio tutte le aberrazioni fatte dagli utenti di questo sito.
Quindi, io per conseguenza ho risposto. E’ evidente che qui gli amministratori abbiano strumentalizzato la mia vita privata con il vaticanista per avere maggiore iscrizioni.
Dicono che non gliene freghi nulla, intanto se osservi continuano a sottolineare che stanno facendo di proposito tutto questo.
Ebbe per cosa?
Per solo divertimento?
Sarebbero solo dei bambini, ma ricordati che i siti internet ci guadagnano per le visite e a loro non gliene frega nulla della mia immoralità, pur di guadagnarci.
Sono più immorale io con i miei insulti, o loro che ci GUADAGNANO?
Certo, IO HO UNA PERSONALITA’.
Loro non hanno nulla di se stessi da poter attrarre qualcuno in questo loro spazio.

Francesco: capacità di analisi zero, ma sotto zero proprio.
Alberto si è presentato come G. Barile, NON SONO IO CHE HO PENSATO che fosse G. Barile.
Il tuo livello di logica è molto scarso.
Non ho la sfera di cristallo per sapere se una persona sia onesta o meno. Io ho creduto alla sua parola e di conseguenza ho risposto.

In merito al discorso delle “prove” richieste dagli amministratori, si vede che tu non conosci le regole del GIORNALISMO.
Non è una critica, ti parlo tranquillamente, e poi non è colpa tua ma la loro.
Per regola un’opinione deve essere supportata da UNA MOTIVAZIONE, non dalle “prove”.
Quello che dicono gli amministratori non è propriamente corretto in un discorso d’informazione.
Io ho fornito le mie motivazioni alle mie opinioni.
Motivazioni discutibili?
Accetto la cosa, ma accanirsi oltre lo trovo un discorso che esuli da un codice etico d’informazione.

Per “massacrare” è inteso d’invitare i miei amici a commentare, perché ci possa essere un contraddittorio non solo DI PARTE.
Per “mafiosi”, perché vi comportate (non tu, ma chi mi ha insultata) come una SETTA COALIZZATA verso una voce fuori dal coro.

Esempio della bassa qualità degli elementi di questo sito.
Gli amministratori godono di queste nefandezze, le mie, le tue e le loro medesime per tirare l’acqua al loro mulino.
La scelta di pubblicare un commento del genere, cosa che avrebbero potuto evitare, fa capire il maschilismo e i miseri requisiti di tutto l’organico.

Hai scritto una sfilza d’idiozie. Chiedilo a te stesso, che ne sei maestro.
Vi difendete gli uni con gli altri, vi coprite gl’insulti, assolutamente mancando di totale obbiettività. Fatto di proposito, perché sapete quello che avete scritto e lo avete pure sott’occhio.
Nascondersi e ridacchiare vuol dire sprecare la propria vita.
M’incazzo come una belva, è il mio carattere, ma assolutamente in grado di sostenere qualsiasi discussione.
Cosa che a te non viene bene per come interagisci con tante “faccine”, come per compensare delle carenze dialogiche.
Ops… chissà se hai compreso quest’ultima frase!

Ciao. Io e Gianluca Barile ci siamo chiariti questo pomeriggio.
Ci sono stati dei problemi, ma tutto si è sistemato.
Quindi, RITIRO LE MIE ACCUSE.
Non perché non siano vere, ma perché ho mal interpretato il suo caparbio atteggiamento per minaccia alla mia persona.
I suoi messaggi sono stati di chi ha cercato di sostenere con carattere le proprie posizioni.
Giustamente Gianluca Barile, essendo un personaggio pubblico, è stato motivato a farmi pressione.
Va capito. Ho sbagliato io.

Tutto il discorso verte su una prostituta. Hai parlato di tua madre?

Ah ah ah E quando m’incazzo sono così!

Sei allucinante!!!
Ho scritto “giornalismo” tra virgolette proprio perché non trattasi di giornalismo, però le regole del giornalismo sono le stesse anche in uno spazio d’informazione.
Quando ti riferisci alla diffamazione mezzo stampa hai ragione, invece in merito al concetto di “prove” ti sbagli di grosso.
Chiedi a chi di dovere e non è come credi tu.
Le opinioni, come ho risposto a Francesco, devono essere sostenute da MOTIVAZIONI ma non da prove, soprattutto perché tu non sei legittimato per chiederle anche se questo è il tuo sito.
Non hai il diritto per Legge di chiedere “prove”.
Informati bene con un legale, il quale ti dirà che non ne sei autorizzato.
Perché in base alla legge sulla privacy, nel mio caso con G. Barile, non posso rilasciarti nulla.
Deve essere una mia spontanea decisione, in cui ti autorizzo.
Posso farti leggere i messaggi del soggetto in questione, ma privatamente, non perché tu li possa pubblicare.
Ti metti nei guai se obblighi (non mi hai obbligata, ma hai insistito e non va bene) le persone a fornirti delle “prove”.
Ritieni che le mie dichiarazioni siano aria fritta? 
Accetto la tua critica, ma non insistere.
Ho definito G. Barile inaffidabile, dopo di che ho dato come motivazione il mio vissuto privato con lui.
Per favore Admin questa è stata la mia MOTIVAZIONE, ma non volevo prenderti lo spazio!
Tu mi hai messa nelle condizioni di parlarti di me stessa, viste le tante critiche e sollecitazioni per fornirti riscontri alla mano, in relazione al vaticanista.
Il mio primo commento è stato assolutamente educato. Quale rutto?
Il secondo lo è stato meno? Sei molto suscettibile.
Non avevo nessuna voglia di andare oltre. 

In merito alle battute di “caffè” non mi piace che lo giustifichi, come giustifichi la farsa di Alberto, che ora è meritevole del mio rispetto perché ha completamente cambiato i toni.
Io non sono tenuta ad ACCONDISCENDERE alle battute contro la mia persona, dato che siete degli estranei.
Non è il fatto di capirle, è il fatto che io non le accetto perché sono FUORI POSTO, perché sono GRATUITE.
Ho questo carattere duro, granitico, ed inflessibile.
Molto solitaria ma anche mondana nello stesso tempo.
Ammiro la tua spensieratezza che io non ho. 
Non ammiro che tu abbia pubblicato quello schifo di commento in inglese di Dario. E’ UN’UMILIAZIONE. 
Per quanto riguarda i miei amici che hanno visto il tuo sito: hanno letto i commenti e mi hanno chiamata al cellulare.
Non hanno intenzione di finire insultati anche loro da voi.

Con Gianluca Barile mi sono riconciliata.

Deborah

Giusto per insultare, no? Il solito commento senza un senso compiuto, se non compiuto dalla propria deficienza.

Il solito commento, come tanti qui dentro, di uno che non ha niente da dire se non quello d’insultare: la mancanza di contenuti porta a questo. 
Altro esempio di maschilismo: donna = oggetto sessuale.
Altro esempio d’ignoranza.

E tu accoppiati con tua madre! Ma vai a fan culo!

Come ho scritto ad Admin: non sono tenuta ad ACCONDISCENDERE alle battute contro la mia persona, dato che siete degli estranei.
Avresti dovuto presentarti in un modo diverso. Ti sei presentato come un bimbo che sghignazza.

Chiaramente non hai letto niente degli interventi, prevenuto e ragionando come un QUALUNQUISTA. 
Sei un pecorone che segue il gregge. Senza una tua idea personale ed autonoma, a causa della tua debolezza di carattere.
I mie commenti sono sempre stati pertinenti alle critiche rivoltami, insulti a parte. 
E’ chiaro che non tu non abbia osservato nulla, se non una minima parte e la feccia di commenti altrui molto ingiuriosi.

Detto da un povero sfigato come te acquista tutto il significato di COMPLESSO D’INFERIORITA’.
Capisco che tu non possa mai arrivare a me, ma stattene zitto invece d’insultare. Chi cazzo sei? 
Un coglione di quei gruppetti in fila per entrare in discoteca, perché in un privé non ci entrerai mai? 
Quell’espressione è tipica dei ragazzi caproni.

Con tutto il materiale ricco di vostre minacce si può considerare che siate una setta coalizzata. E’ una constatazione. La prova è data dalla pagina che avete creato.

Grottesco è il tuo sito che vive di queste cazzate, e tu le alimenti. Quindi, ridi di te stesso.

Hai fornito una notizia per mettere in risalto cosa? Ti stai parando il culo noto. Hai paura di qualcosa? Penso proprio di sì.

Nessun vittimismo, ma constatazione oggettiva. Questa pagina è ingiuriosa nei miei confronti.
E’ stata creata da Admin apposta per essere un bersaglio. Le mie opinioni se non condivisibili devono essere rispettate. Creare una pagina apposta per ingiuriare è reato.

L’ipocrisia è la tua prerogativa. In origine a tutto questo casino ho solo fatto un commento, al quale mi avete risposto in modo assolutamente squallido e becero. Da qui sono iniziate le mie sfuriate. Mi spiace, ma non ci siamo. La mancanza di percezione, come da qualche parte hai scritto, manca a te. Direi anche di cognizione.

Le tue proiezioni di inadeguatezza valle a “sverminare” addosso a qualche altra persona.

Quando si litiga può succedere di maledirsi. 
La mia vita privata con Gianluca non ti riguarda. 
La cristianità o meno non si valuta dalle incazzature. Allora tutti quelli che s’incazzano non sono cristiani. 
Prima di tutto che non conosco nessuno che s’incazza con educazione. Sarebbe, tra l’altro, una contraddizione in termini. 
La coerenza sta nei sentimenti, non nell’espressioni.
C’è gente che ti sorride col viso, falsamente ti benedice, ma in realtà desidera il tuo male.
Di queste persone bisogna avere timore.
Mussolini diceva: “non ho paura del nemico che mi combatte, ma del falso amico che mi abbraccia.”

Io sono amica di Gianluca Barile. 
Abbiamo avuto solo delle divergenze, che sono terminate. 
Te l’ho scritto più volte. 
Sono qui per dirti di cancellare la pagina che hai creato coi commenti contro di me. 
Questa pagina l’hai creata apposta per usarmi come bersaglio, dato che il discorso “G. Barile” si è esaurito.
MI VUOI DIRE TU CHE COSA VUOI ADESSO?
Cancella immediatamente questa pagina.
SONO SOLO STERILI POLEMICHE.
Mi sono riconciliata col mio amico.
Anzi, ti ringrazio.
Quando ci saranno i fiori d’arancio, t’invito insieme a Sandro per le riprese.
Adesso basta. 
Per favore, cancella lo scempio che tu hai creato!

Per me conta solo essermi rappacificata con Gianluca. 
In resto ormai è roba rimacinata.
Non sono più incline a discussioni, se non nel ripeterti di cancellare tutto.

Per coltivare i soliti contrasti sterili, che non portano più a niente.

Sono risoluta e m’incazzo.
La tua conoscenza in materia di psicologia è notevole.
Complimenti.

No, le interpretazioni sono sempre soggettive e soprattutto sono proiezioni di se stessi, o di un proprio ARCHETIPO.
Non si vedono le carenze altrui se non le proprie buttate all’esterno.
Sei fuori strada con l’analisi psicologica, che più che un’analisi è un malignare volgarmente. 
Guardare il  mio aspetto sessuale non ti compete, quindi sono considerazioni vuote di significato ed improduttive.
Producono solo altre discussioni, il motivo saliente di voi altri in questo spazio creato apposta per me.

E’ molto importante saperlo per questo favoloso spazio di aberrazione. 
Una gogna pubblica.

Non dire cazzate. Ho lasciato il mio commento e Alberto ha risposto che pensava io fossi un “frocio mancato”. Da qui sono partite le discussioni.
Ci stai marciando con tutta questa faccenda. 
Togli questa pagina e tutti i commenti sotto la risposta di Gianluca Barile. 
TOGLI TUTTO.

Sei un orrore di persona per come ti sei espresso.
La fogna è questa pagina prodotta con l’unico scopo di screditarmi.
I commenti si sono esauriti, quindi adesso tutto questo è rivolto a me gratuitamente.
Cancella questa pagina, più la risposta di G. Barile all’intervista e i relativi commenti.
Tu stai creando una catena d’insulti che non hanno senso. Taglia tutto. Non ti avvitare.
Stai diventando paranoico.

Admin: “Dopo qualche ora vieni qui e con indifferenza scrivi Ooops non avevo capito una minchia io.”
Modera il linguaggio perché non è più il caso di alimentare altre discussioni.
G. Barile non è tenuto a dirti nulla su di me. 
Non t’immischiare in faccende private.
Fatti gli affari tuoi.
G. Barile non ti deve rendere conto di quello che fa o non fa, e nemmeno io.
Si può litigare e poi chiarirsi nella vita?
Fattene una ragione, perché stai diventando paranoico.

Ti diverti.

Il tuo eccesso di difesa nei mie confronti ormai è diventato paranoico.
Ok, sono un’estranea e allora? 
Io non ho millantato nulla. 
Sei tu che sei andato ad indagare su di me e sulle mie frequentazioni culturali. Io poi ti ho risposto.

 

147 pensieri su “Riassumiamoh Deborah.

    1. Deborah

      Perché non mi faccio prevaricare da una setta inferocita come voi. Vi dovete solo vergognare. Io ho sì i CONTROCAZZI, mentre tu sei un vigliacco che fa branco con gli altri.

      1. Alessandro M.

        Scusaci tanto, Deborah. È che non tutti hanno un blog sul quale APPOSTARE i propri pensieri.

          1. Alessandro M.

            Credo che neanche l’admin fosse d’accordo ad essere verbalmente aggredito.

            Però è successo.

          1. Deborah

            Se queste non sono ingiurie cosa sono?
            Togli immediatamente questo orrore di pagina.
            Risulta dai motori di ricerca, ed è a questo che mi riferivo in qualche commento.
            Il tuo sito e il mio nome sono associati e la cosa mi fa schifo.
            Hai creato tutto questo apposta, affinché chiunque mi trovasse in internet.
            Se cancelli il mio cognome non mi si trova.
            Non te l’ho lasciato con lo scopo di farmi diffamare da te.
            Non voglio stare nel tuo orribile Blog.
            TOGLIMI DAL TUO SITO.

          1. Alessandro M.

            “Basta con le ingiurie” e “vergognati, idiota!” scritti di fila.

            Coerenza a secchiate, eh?

  1. AlbertoBAlbertoB

    Io mi appello , molto sommessamente , al buonsenso che è comune tra gli amici frequentatori di questo nostro sitarello e chiedo di mettere una pietra sopra a tutta questa faccenda.
    Abbiamo già dato troppo spazio e rilevanza a questa persona che ritengo non meriti il nostro interesse. Quantomeno non il mio.
    Rinnovo quindi alla signora Deborah (se leggerà) il mio augurio di una vita prospera e di una scintillante carriera , sperando che le nostre strade non si incrocino mai più.

    1. Deborah

      Infatti, il problema è che Admin e gli altri vanno avanti.
      Qui si sta trasformando in un atto di persecuzione nei miei confronti.
      Per cortesia, cancellate le pagine su di me e i commenti sotto la risposta di G. Barile. Ho disabilitato il profilo di Facebook.
      LASCIATEMI IN PACE! GRAZIE

      1. adminadmin Autore articolo

        Deborah visto che il contenuto di questa pagina riflette direttamente i commenti che tu volontariamente lasci qui, sul nostro sito, ti offro un suggerimento: vuoi metterci una pietra sopra? Ecco, non lasciare più commenti.

        Per cortesia, cancellate le pagine su di me e i commenti sotto la risposta di G. Barile. Ho disabilitato il profilo di Facebook.
        Non ho ancora compreso la ragione per cui dovrei farlo. Quindi non lo faccio.

        Parli di persecuzione. La persecuzione sembra più tua nei nostri confronti: tu sei venuta qui, senza che nessuno ti abbia chiamato o menzionato ed hai lasciato quintali di messaggi e di insulti per tutti. Per qualche perverso meccanismo mentale senti l’esigenza di replicare ad ogni nostro messaggio, in maniera sempre polemica, provocatoria. Cercavi coscientemente lo scontro? Cercavi qualcuno più cocciuto di te?

        Dimenticati pure di noi. Non visitare più il nostro sito e non lasciare più messaggi.

        Noi non ci siamo interessati a te prima dell’inizio del profluvio dei tuoi messaggi. Nel momento in cui però entri nella nostra famiglia ruttando, senza presentarti e bussare alla porta, permettici di non trovarti particolarmente simpatica. E permettici una ferma reazione se, dopo tutto quello che hai fatto, ci tocca anche sentirti lamentare perchè non abbiamo apparecchiato la tavola anche per te.

        Sembra tu non abbia nulla di meglio da dire che non gli insulti e le offese che abbiamo letto. Ritirati pure in disparte. Internet non è un obbligo, non è una necessità.

        Ribadisco il concetto fondamentale: non ti abbiamo cercata. Tu sei venuta qui. Tu torni qui periodicamente per lasciare i tuoi messaggi. Non ti abbiamo mandato messaggi sollecitando qualche tuo intervento. Non ti abbiamo contattato. Non ti abbiamo cercato.

        Tu ipotizzi un reato molto grave a nostro carico nel tuo commento. Quello che scrivi è assimilabile alla calunnia. E stai attenta perchè io uso i termini in maniera quanto più precisa possibile. Dunque per me la calunnia è l’azione con cui si incolpa un innocente di un reato che non ha commesso nella consapevolezza di questa innocenza.

        Tu sai bene che qui nessuno ti perseguita. Tu lo sai bene ma parli chiaramente di “un atto di persecuzione” (cioè lo “stalking”). Questa è una gravissima accusa che tu muovi nei nostri confronti. Ritieniti fortunata se non segnalo questo tuo commento all’autorità pubblica!

        1. Deborah

          Admin, quello che è stato è stato. Ti stai intestardendo e dimostri solo di essere vendicativo.
          Non ha più importanza “chi ha detto a chi”.
          Ormai le discussioni si sono esaurite.
          Quindi, cancella questa pagina e tutti i commenti originari sotto la risposta di Gianluca Barile.
          Basta! Questa si sta trasformando in persecuzione da parte tua.
          Pensa ad un’altra. Cancellami.

          1. francesco t

            penso che admin potrebbe chiedere lo stesso, così come barile: tu hai cancellato tutte le minacce e le diffamazioni presenti su facebook?

          2. adminadmin Autore articolo

            Certamente, l’ha fatto. Se non completamente, almeno parzialmente. Ma rimangono scolpite nei log di Facebook e nelle immagini che accompagnano l’altro articolo.

          3. francesco t

            in tal caso, con le dovute scuse, io personalmente ritengo che si possa eliminare questa fastidiosa parentesi .
            ovviamente però mantenendo le prove di quanto successo, sia chiaro.
            forse rendendo i documenti privati e non pubblici.

          4. GiuX

            ma lascia tutto, così la prossima volta sta più attenta.
            Se non le va bene quello che ha scritto poteva pensarci prima!

        2. Deborah

          Admin tu sei troppo sensibile. Forse non ho compreso la tua sensibilità e mi dispiace.
          Sono come LA MANTIDE RELIGIOSA.
          Trovati una brava ragazza e dimenticami.
          Fai il bravo, cancella tutto.
          Pagine e commenti. Tutto.

    2. Deborah

      Alberto, se entro domani non cancellate tutto chiedo il sequestro del vostro sito alla Polizia Postale. Le ingiurie sono state inizialmente reciproche (chi ha iniziato chi, ormai non ha più importanza) ma ora questa trattasi di persecuzione nei miei confronti.
      Cortesemente, cancellate tutto. Grazie

      1. adminadmin Autore articolo

        Alberto, come te, non può neppure correggere un messaggio già inserito.

        Attenta, prima di percorrere la strada della legge, bisogna verificare che non ci siano scheletri nei propri armadi.

          1. paopao


            …..
            …..
            …..
            admin, glielo dici tu a Debo-rah che siamo vaccinati contro le minacce di querela?

          2. adminadmin Autore articolo

            Credo che, pervasa dal sacro furore della demonologa acculturata edotta ed educata non riesca a leggere correttamente tutte le nostre parole. Quindi reputo sia uno sforzo inutile. :-)

          3. Deborah

            La motivazione che i messaggi ormai sono vecchi e la situazione non ha più senso, se non quella dell’atto persecutorio.

          4. GiuX

            DeboraH dovresti sapere che su internet e sui social network tutto è fugace ma tutto resta, quindi i tuoi messaggi sono oramai presenti, su questo blog, nei proxy, e archiviati dai motori di ricerca, quindi niente è vecchio, ma hanno data e orario e staranno in rete per molti anni!

          5. Alessandro M.

            Ah, ok. Allora cancelliamo anche le pagine di Wikipedia sulla Rivoluzione Francese. Quelle sono ancora più vecchie, no?

      2. Andrea Laforgia

        Sì, sì, il sequestro, sì, sì, la Polizia Postale, sì, sì, la querela… sì, sì, vi faccio una fattura, sì, sì…sì, sì tutta roba già sentita.
        uff… che noia.

          1. Alessandro M.

            Ne abbiamo anche uno per i ricatti, uno per il riciclaggio di denaro sporco ed uno per le tangenti.

            Amiamo diversificare.

          2. Baker Street Boy

            Non dimenticare quello per gli incontri tra ricchi imprenditori borghesi e minorenni thailandesi disponibili..
            Poi io ne ho uno anche per spargere le scie chimiche, se interessa, contattatemi.

    3. Deborah

      Admin non è più in grado d’intendere e di volere mantenendo la mia presenza in questo sito.
      Io non voglio stare in queste pagine.
      E’ un atto persecutorio.
      Nessuno può prendere Admin metterlo da parte ed uno con più buon senso prendere il suo posto?
      Io non voglio risultare in questo sito.

      1. Alessandro M.

        Non fossi venuta a spargere il tuo verbo da queste parti non “risulteresti in questo sito”.

        Com’è che diceva quel detto? Chi è causa del suo mal… e poi non mi ricordo.

        1. adminadmin Autore articolo

          Ohmmmmmmmmmmm…..
          Ohmmmmmmmmmmm…..
          La meditazione mi dona saggezza e sapienza.
          E forse mi aiuterà a rientrare in possesso delle mie capacità di intendere e di volere.
          Per l’inefficenza non c’è storia: son destinato a soccombere.
          ;-)

  2. Deborah

    EROS E THANATOS DI ADMIN VERSO DEBORAH.
    Penso che Admin di Pontilex.org si sia innamorato di me: amore odio sono due facce diverse della stessa moneta.
    Sei geloso marcio che mi sono riconciliata con Gianluca Barile.
    Stai mettendo in luce tutti le sfuriate, ormai passate macinate e rimacinate, per mettermi in difficoltà con Gianluca.
    Quello che è stato è stato.
    VOLTA PAGINA. Cancella tutto di me.
    Io non sono salutare per te.
    Ti voglio dare anche la bella notizia che ora disabilito il profilo di Facebook. Dimenticami. Pensa ad un’altra donna. Io sono una prende il sistema nervoso, e fa impazzire.
    Addio

      1. adminadmin Autore articolo

        Alb comprendo il tuo tentativo… Come avrai modo di vedere, questo tipo specifico di troll è più difficile da eradicare dei vari Muffas/Uffas/Gladiator/CarloEugenio/Rosy…

      2. Deborah

        Io sto dicendo ad Admin di cancellare tutto.
        Finché non cancella tutto io devo continuare a ricordarglielo, se non lo fa verrà sequestrato il sito per controllo d’ipotesi di reato.
        Non importa chi è stato il primo ad insultare, per fare i controlli vi devono chiudere il sito per un tot di tempo.
        Volete questo?

        1. SandroSandro

          Ma quando mai Deborahconlacca. L’ipotesi di “sequestro per controllo d’ipotesi di reato” non esiste nel mondo del diritto.

          Fai pure la tua brava denuncia per atti persecutori contro di noi, ma ti dico solo che nei tuoi commenti ci sono gli estremi per una denuncia per:
          (1) diffamazione (595 c.p.) aggravata e reiterata: fino ad un anno di reclusione e 1032 euro di multa;

          (2) minaccia (694 c.p.): fino ad un anno di reclusione e 51 euro di multa;

          (3) ingiurie (594 c.p.): fino a sei mesi di reclusione e fino a 516 euro di multa.

          Per il caso 1 e 3 potrebbero anche riconoscerti l’aggravante dell’attribuzione di un fatto determinato caso in cui le pene sarebbero raddoppiate.

          Ti assicuro che ti conviene salutare e andar via.

          p.s. denuncia pure per stalking, tanto perderai: diventa rilevante un atteggiamento che arrivi a generare stati di ansia e paura, che possono arrivare a comprometterne il normale svolgimento della quotidianità. Nessuno qui ti ha risposto in modo tale da compromettere il normale svolgimento della tua quotidianità. Ti sei anche riconciliata con Barile.

          Addio

          1. adminadmin Autore articolo

            LOL, grazie :-)

            Ora l’ego di Deborah ne risulta ulteriormente ferito… Perchè lei, come Carletto e Brunello, si appella a norme che esistono solo nella loro mente? Eccesso di fantasia? ;-)

          2. Deborah

            La faccenda si è chiusa giorni fa e Admin sta continuando ad insultare. Questa è persecuzione.
            Al mio invito di smetterla, vedo che anche tu non la smetti.
            Il discorso dell’ingiuria non ti da il diritto alla persecuzione.
            Il sequestro del sito è previsto in diversi casi.
            L’ipotesi di reato è attraverso un esposto e non una denuncia, perché si lascia la possibilità a chi di dovere di valutare le circostanze.
            L’atteggiamento di Admin è tipo questo: gli entra un ladro in casa, ma il ladro scappa scappa e Admin lo insegue per sparargli. Chi va in galera è Admin per eccesso di difesa.
            Admin sta esagerando.

          3. Deborah

            Non me ne frega nulla.
            Io non voglio stare più in questo sito.
            E’ persecutorio continuare ad insultare, in quanto da parte mia le discussioni sarebbero già terminate da giorni.
            Nella vostra insistenza attuale c’è l’atto di persecuzione, a prescindere dalle vicende iniziali a torto o a ragione.
            Cosa fai se vuoi ottenere ragione a tutti i costi con una persona, arrivi a perseguitarla e a torturarla?

            Qualsiasi siano i motivi iniziali, non è lecito insultare ad oltranza una persona.
            Questo è stalking.
            Voi avete aperto delle pagine apposta per mettermi alla berlina.
            State insultando semplicemente perché lo potete fare, ma non perché sia lecito.
            IL SITO HA SEDE ALL’ESTERO.
            Apposta state facendo questo, perché sapete che le autorità Italiane non possono intervenire.
            Siete organizzati con la volontà di LEDERMI. Siete delinquenziali.
            Togliete questo scempio di pagina.

          4. adminadmin Autore articolo

            Quando hai finito di parlare ed hai sporto denuncia, ricordati di mandarmene copia tramite fax al mio numero: 02700402124.
            Anticipo ogni forma di polemica: si tratta di un normalissimo numero di fax della rete di Milano.

        2. SandroSandro

          Non mi piace fare il professorino, ma per la cronaca possiamo individuare:
          – Sequestro conservativo: mezzo di conservazione della garanzia patrimoniale è un vincolo di indisponibilità materiale e giuridica autorizzato dal giudice sui beni del debitore a fronte di apposita istanza del creditore che ha fondato timore di perdere la garanzia del proprio credito. Devono sussistere il “fumus boni iuris”, ovvero elementi sufficienti da considerare fondato il diritto di credito che legittima il soggetto alla richiesta di sequestro conservativo (qualcosa di meno della piena prova, quindi) ed il “periculum in mora”, ovvero un rischio effettivo di pregiudizio per il diritto di credito del legittimato attivo.

          – Sequestro convenzionale: il contratto mediante il quale due o più persone affidano a un terzo soggetto una cosa o una pluralità di cose, oggetto di controversia tra le parti, affinché siano custodite e restituite a quella parte che ne avrà diritto al termine della controversia.

          – Sequestro giudiziario: previsto dall’art. 670 del codice di procedura civile ed è una misura cautelare che tende ad assicurare la conservazione del bene mediante la sua custodia o la sua eventuale gestione temporanea. Il bene in questione può coincidere con l’oggetto della controversia (art. 670 p.c., n° 1) ma può anche essere un oggetto strumentale (cioè una cosa da cui si pretende desumere un elemento di prova, art. 670 p.c., n°2), necessario cioè alla definizione della controversia. La concessione del sequestro giudiziario è subordinata a due requisiti: il “fumus boni iuris”, l’esistenza di una controversia sulla proprietà o sul possesso ovvero, nel caso di sequestro di un oggetto strumentale, che sia controverso il diritto alla relativa esibizione o comunicazione; ed il “periculum in mora”, l’opportunità di procedere alla loro custodia o gestione temporanea, attesa la sussistenza di un pericolo (ad es. di sottrazione o di distruzione).

          – Sequestro preventivo: nelle indagini preliminari, si richiede al GIP allorquando ci sia il rischio che la libera disponibilità di una cosa possa protrarre o aggravare le conseguenze di un reato o consentire la commissione di nuovi reati o, infine, quando la cosa sia pericolosa in sè.

          – Sequestro probatorio: si ha quando l’Autorità giudiziaria dispone con decreto motivato il sequestro del corpo del reato e delle cose ad esso pertinenti necessarie per l’accertamento dei fatti (art.253 c.p.p.).

          Come vedi nessun sequestro per ipotesi di reato esiste in Italia, almeno.

    1. adminadmin Autore articolo

      Questo tuo teatrale canto del cigno dimostra, anche se non era certo necessario, che sei affetta dalla sindrome che viene universalmente definita con un termine inglese: “attention whore”.

      Penso che Admin di Pontilex.org si sia innamorato di me
      Ti risulterà difficile da credere, ma mi sei perfettamente indifferente. Non provo sentimenti particolari. E’ davvero grave che tu possa illuderti di cose simili. Il fatto che ti risponda, anche in maniera dura, non è certo manifestazione di qualche sentimento specifico. Con la stessa durezza mi sono scagliato contro altri personaggi che, nel tempo, sono passati dalle nostre pagine per disturbare e creare confusione.

      Sei geloso marcio che mi sono riconciliata con Gianluca Barile.
      Già… Infatti sei tu che continui a parlare di Barile… E per fortuna che la tua “cultura” ti fa sentire tanto superiore a me, anche in ambito psicologico… Ho l’impressione che tu soffra di daltonismo.

      Stai mettendo in luce tutti le sfuriate, ormai passate macinate e rimacinate, per mettermi in difficoltà con Gianluca.
      Come posso io metterti in difficoltà con Gianluca se i vostri rapporti sono così idilliaci come tu li descrivi?
      Non ti sembra di essere un poco confusa nel tuo eloquio oltre che nel tuo ragionamento?

      VOLTA PAGINA. Cancella tutto di me.
      Si e no. Si, io volto pagina (nel senso che non ho più intenzione di avere a che fare con te: sei una pessima pagina per questo nostro sito) ma no, non ho alcuna intenzione di cancellare le impronte digitali che hai lasciato qui sul nostro sito. Non l’ho mai fatto. Non è corretto nei confronti di chi ha letto i tuoi messaggi. Non è corretto nei confronti di chi ti ha risposto e si è visto/vista insultare. Non posso cancellare quello che hai scritto con un colpo di spugna. Non è corretto nei confronti di molte persone, a partire da te. Già perchè anche tu, arrivata alla soglia dei 40 anni, puoi sempre trarre qualche insegnamento dalle tue azioni. Per esempio puoi imparare ad essere meno avventata.

      Ti voglio dare anche la bella notizia che ora disabilito il profilo di Facebook.
      Ed un bel chissenefrega? Non ho mai neppure messo il link al tuo profilo. Sei tu che hai suggerito di cercarti su Facebook. Ma che vuoi da me?

      Pensa ad un’altra donna.
      Tranquilla, la mia donna ha letto le tue sfuriate e mi ha chiesto come faccio a mantenere la calma nel leggere lo scempio che tu hai prodotto.

      Io sono una prende il sistema nervoso, e fa impazzire.
      Immagino tu volessi dire che sei una che prende il sistema nervoso e fa impazzire… Io riformulerei la frase in maniera diversa. Io non sono impazzito. Io.

      Addio
      Speriamo!

      1. SandroSandro

        Suggerirei, anche se non sono sicuro che sia la traduzione più adeguata, di tradurre attention whore con egocentrismo (misto a narcisismo).

        VOLTA PAGINA. Cancella tutto di me.
        Troppo comodo: fai le cavolate in casa d’altri e poi non lasci traccia? No no: condivido con admin. Ti serva di insegnamento. Anche perché hai lasciato dei commenti che farebbero arrossire anche il più troglodita dei portuali, con tutto il rispetto per i portuali.

        Detto ciò, spero di non dover leggere più di Deborah e delle sue invettive.

        Addio Deborah

        1. adminadmin Autore articolo

          Non credo esista una traduzione “facile” per l’espressione in oggetto. Può risultare “fastidiosa” all’inizio. Ma se ci si rende conto che il senso delle parole non dipende dalla sequenza di lettere, quanto piuttosto dal concetto sotteso a quelle lettere, risulta facile astrarsi dal fatto che la parola “whore” in inglese ha uno specifico significato. Già perchè l’espressione è un tutt’uno. Una “attention whore” non è una whore. E’ una “attention whore”. Espressioni simili possono essere le nostrane “rompipalle”, “leccaculo”, “baciapile”… Sono espressioni che partono a parole semplici e le combinano per ottenere un nuovo concetto, talvolta profondamente lontano da quello delle parole di partenza.

        2. Deborah

          Insegnamento di cosa, ignorante che non sei altro.
          Questi sono atti persecutori.
          Il discorso ormai si è concluso da un pezzo.

          1. francesco t

            sarebbero atti persecutori se NOI fossimo venuti da LEI, o se NOI avessimo iniziato una campagna diffamatoria nei suoi confronti.
            invece, LEI è entrata QUI, sparando accuse a terzi, per poi degenerare tremendamente.

            personalmente non condivido l uso delle foto personali. su richiesta, ritengo che ,seppur pubbliche, dovrebbero poter esser rimosse.

            ma i testi, a meno che non siano opera di qualcuno che stia tentanto di spacciarsi per lei, si è legittimati a non cancellarli.
            questo articolo non è persecutorio. è riassuntivo e raccoglie in ordine le SUE affermazioni come prova.
            quello precedente risponde alle SUE illazioni.

            ergo, non vi è nulla di persecutorio.

          2. Alessandro M.

            Si, Deborah. Siamo dei persecutori. Ognuno di noi è un bieco aguzzino.

            Ma puoi sottrarti alla nostra morsa venefica: la X bianca su fondo rosso lì in alto a destra è un ottimo rimedio.

            Non ti tratteniamo: sei libera di andare a sfogare la tua necessità di ergerti a protagonista da un’altra parte.

            Ci mancherai.

            Ma, più probabilmente, no.

    1. adminadmin Autore articolo

      No, evidentemente le hanno tolto la pagina dal dizionario.

      Non ti sembra di vedere un barlume di Carletto? Alterna le fasi da condottiero a quelle da tenero coniglietto… Passando per un calimero al quadrato.

      1. paopao

        taaaanto!
        Non solo… ci vedo pure le sfuriate di Volpastren e la
        classica sindrome pontifeSSa..”la colpa é sempre e comunque degli altri!”
        addirittura con citazione mussoliniana incorporata… come se non ne potessimo fare a meno.
        RIDICOLAH!

          1. Deborah

            La citazione va presa il significato, non per chi l’ha citata. Sì, ma qui il livello è basso per comprendere dei concetti basilari.

          2. paopao

            Qui dentro non siamo tenuti a tollerare o subire ne´i tuoi insulti, ne´le tue minacce, ne´il tuo vittimismo,né le tue scenate isteriche, ne´le tue tendenze fascistoidi…almeno, non senza una risposta.
            Se ti scagli immotivatamente contro [email protected] di noi aspettati una controreazione massiva. Noi possiamo assumerci in qualsiasi momento la responsabilitá di quanto affermiamo, anche in Tribunale.
            Tu, invece, questo lusso non te lo puoi permettere, tant´é che hai dovuto cancellare il tuo profilo su FB per far sparire le stronzate che hai scritto.
            Qui dentro sei una qualunque e non puoi dettar legge. Dumm gelaufen!

          3. paopao


            …..
            …..
            …..
            e mi verrete a trovare portandomi la fugassa, le crostate di pastafrolla, gli arrosticini???

          4. paopao

            PS: cmq dubito. La signorina, artista di fama internazionale legge Nietzsche..vuoi che, dato il suo altissio livello di cultura che a noi tiene gelosamente nascosto, non sappia il tedesco?

      2. Deborah

        Ti senti in potere di linciare una persona oltre misura.
        Tenendo aperta questa pagina dimostri la tua volontà persecutoria nei miei confronti.
        Vai pure avanti. Aggravi la tua situazione.

        1. Andrea Laforgia

          ma perché non ti semplifichi la vita e te ne vai? O forse pensi che restando qui, continuando a sparare le tue scemenze, la gente ti lasci stare e quindi tu non sia più “perseguitata”? Se adesso, di colpo, ti “lasciassimo stare”, ti inventeresti qualcosa per riguadagnare il centro del palco, perché sei una fondamentalista mitomane… renditene conto. Debbboraaahhh, hai bisogno di aiuto e quell’aiuto si chiama PISELLOOOOOOOO!!!

          1. adminadmin Autore articolo

            “mitomane” è forse un termine azzardato, Andrea.
            Circa la cura… forse quello che suggerisci può aiutarla a ridurre l’ansia. Ma la vera cura stà altrove. Nello studio di uno psicologo che possa aiutarla a riconciliare il suo ego con la realtà.

        2. Alessandro M.

          E che due maroni, Deborahhhh.

          Ma darci un taglio e, semplicemente, andare a dispensare perle di saggezza da qualche altra parte no, eh?

          Ah, continuare a minacciare ricorsi alla giustizia non ti dona l’aura di potere che credi.

          Mi spiace, cara: l’aura non c’è, è andata via.

          E questo per due motivi:

          1) l’esperienza quotidiana suggerisce che, come can che abbaia non morde, chi preannuncia azioni legali non le fa

          2) le basi sulle quali faresti un’eventualissima denuncia sono, perdonami se te lo dico, quantomeno risibili

          In virtù di questo, ti rinnovo il mio invito a cliccare quella bella X bianca che vedi in alto a destra.

  3. Gianluigi Loi

    Anche secondo me è meglio non cancellare nulla. Scomparirà tutto nelle rotazioni, ingoiata dal fiume della frenesia pubblicatoria dei contributors pontilexiana. Certo se chiedesse scusa …………….

    1. adminadmin Autore articolo

      Credo che per misurare l’ego di certe persone sia necessario richiamare alcuni teoremi di Analisi I
      In particolare quello in cui si fa riferimento ad un valore M, con M grande a piacere… ;-)

      1. Deborah

        Ok. Ti faccio sequestrare il sito. Lo hai voluto tu. Tenendo on line queste cose finisci nei guai seri.

        1. francesco t

          siamo di nuovo alle minacce, quindi.
          comunque signora deborah devo ricordarle che tra le prove all interno del sito vi sono anche la sua pessima condotta in fatto di educazione, nonchè le sue minacce e istigazione a “massacrarci”(immagino in termini di commenti) da altri.
          per quanto possa sembrare una bambinata, vedere “chi ha iniziato” è una cosa che conta, specialmente quando si tratta di entrare e spargere gratuitamente accuse pesanti di reato verso terzi assenti (chiamasi diffamazione), e verso presenti (ingiuria).

          se solo lei abbandonasse questo suo comportamento , FORSE si potrebbe giungere a un punto d accordo.

          mi ricorda tanto un utente di pontifex, “cielo”, che lei però sicuramente non conosce. uguale uguale.

          1. Alessandro M.

            Ci perdoni, Contessina Debbbborahhh.

            La nostra creanza mai si avvicinerà ai vostri modi ‘sì cortesi.

        2. una persona coi CONTROCAZZI

          sono le h.10:10 del 28/03/2012
          il blog è ancora online, aggoirnato ed animato dalla community…
          deboracollacca, mi sa che stai facendo una figura di merda coi CONTROCAZZI.
          chiedi scusa e saluta

          1. adminadmin Autore articolo

            La magistratura ha i suoi tempi, “persona coi CONTROCAZZI”… Non temere, lascia il tempo a Deborah di andare dai carabinieri e denunciarci. Poi arriverà il sequestro. Forse. Sempre che lei vada davvero a denunciarci.

          2. Deborah

            “Qualcuno” mi ha informata che hai modificato il motore di ricerca del sito, inserendo mio nome e cognome per rendere immediato il collegamento tra me e voi.
            Quindi, caro Admin, questo fa capire la volontà di PERSECUZIONE.

          3. Andrea Laforgia

            Admin… cosa leggo? Hai modificato il motore di ricerca? Cioè ti sei intrufolato dentro Gugol e ci hai ficcato dentro il nome di Debboracollacca? Ma sei veramente diabolico… direi che sei una persona coi CONTROCAZZI!!!

          4. adminadmin Autore articolo

            Andrea ho faticato parecchio. Dopo la lettura di questo messaggio ho provato in ogni modo a decodificare il contenuto di questo messaggio. Ed ero quasi arrivato al superamento del trauma prodotto in me l’aver preso consapevolezza di non aver capito “un’acca” di quanto scritto da Deborah.

            E tu ora rispolveri questo vecchio commento. E mi fai sentire nuovamente inadeguato perchè non ne comprendo -sinceramente- il significato! Sigh! :-)

          1. adminadmin Autore articolo

            Deborah purtroppo lavora “in batch”. Alle 3 di notte si collega, apre solo questa pagina, prende tutti i commenti e lascia una sua parola gentile in replica ad ogni vostro messaggio. Questa notte ha lasciato lo stesso commento almeno 8 o 9 volte (al punto che l’antispam l’ha messa direttamente nei commenti ad elevata probabilità di spam. M’è toccato (a malincuore) tirarli fuori dalla cantina… :-)

            E’ indiscutibilmente prolifica. E conviene evitare di darle altre ragioni per continuare a risponderci. ;-)

            Certo, dovrei dare il buon esempio. E mi impegno in questo senso. Ma vi chiedo altrettanto buon senso. :-)

  4. Xodroont

    Ragazzi, onestamente ho seguito tutta questa vicenda ed onestamente io consiglierei di cancellare tutta questa storia, non voglio farvi un rimprovero ma già è assai che avete replicato e non immediatamente cancellato il suo primo post.
    Lasciatela stare, lo so che “così si impara” ma questo poi diventa un atteggiamento un po’ infantile che rischia di essere controproducente per lo stesso blog.

    1. adminadmin Autore articolo

      Opinione legittima. Non c’è alcun intento punitivo nel nostro operato. Solo la speranza che in futuro si evitino atteggiamenti inutilmente aggressivi e commenti avventati. Dico sinceramente: come un padre ammonisce il figlio, io spero che Deborah modifichi certi suoi atteggiamenti.

    2. Andrea Laforgia (coi controcazzi)

      Guarda che alla demonologa Debbboraaahhhhh si risponde in spirito di correzione fraterna!!

    3. paopao

      Xodroont: non appena si sará abbondantemente scusata, in maniera credibile e con la dovuta umiltá, ci dimenticheremo della sua esistenza!
      Fino a quel giorno (mese? anno? ) continuerá ad essere oggetto di scherno e satira da parte nostra, anche solo per non discriminare gli altri pontifeSSi!
      Legge d´equitá.
      Non possiamo permettere a una pincopallinah qualsiasi di entrare qui dentro, insultare pesantemente tutto e tutti, minacciare e dare ordini, non funziona cosí!

      Siamo infantili? Pazienza, uno dei mali minori in questo mondo

      1. Xodroont

        Ma certo che non potete permetterlo, solo che a sto punto non fatela pubblicare e basta, come si fa con tutti i troll.
        A mio avviso alla fine la cretinata ha capito che l’ ha fatta, solo che è ovvio che lei sta per le sue.
        Io credo che alla fine sia giusto che venga cancellata tutta questa cosa anche perché essendoci il suo vero nome è cognome è normale che voglia difendersi a spada tratta inciampando spesso, sarebbe come vincere una gara di corsa con uno zoppo.
        Comunque è una cosa che spetta a voi ovviamente, il mio era un consiglio e basta XD

          1. adminadmin Autore articolo

            Alcune cose evidenti le ho sistemate. Se hai altre modifiche, segnalamele qui. Poi cancello queste risposte. :-)

        1. adminadmin Autore articolo

          Per ora questi messaggi rimangono al loro posto.
          Le tue osservazioni sono corrette, non metto in discussione il principio “don’t feed the troll”. In questo caso specifico però il troll, oltre ad essere un troll, è anche anche una persona che ha accusato ingiustamente altri di nefandezze. E l’ha fatto abusando del nostro spazio. Cancellare quanto successo corrisponde a cancellare l’evidenza dei suoi errori, dei suoi probabili reati.
          Ti assicuro che è molto, molto più semplice eliminare l’evidenza di quanto successo. Ma anche (sottolineo, anche, non solo) per ragioni che vanno oltre la mia volontà è meglio se non cancelliamo nulla.

          Non posso spingermi oltre, in questa sede.
          Proverò a spiegarmi meglio via mail.

          1. francesco t

            allora che ne diresti di censurare al pubblico il nome e cognome dell interessata e le sue foto personali?
            lo dico perchè anche quando si tratta di giornalismo, a meno che non sia un fatto di cronaca nera o molto pesante, non si dovrebbe citare il nome e il cognome del soggetto ma solo le iniziali.
            poi ovviamente alcuni fanno di testa loro.

            comunque, io penso che sia giusto mantenere i commenti e le prove. ma visto che la cosa è finita ormai sul personale di pontilex, penso sia altrettanto giusto renderla privata, il che non vuol dire cancellarla.

          2. adminadmin Autore articolo

            Non è corretto cancellare il suo nome e cognome. Non si tratta di informazioni che abbiamo raccolto e pubblicato noi. Si tratta di informazioni che lei ha tenuto a precisare con orgoglio.
            Rimuovere le foto del suo volto? Ci penseremo… non sono molto d’accordo. Ma non ho preclusioni.
            Rimuovere le foto dei suoi commenti su di noi? Sono contrario. Perchè mostrano l’atteggiamento e l’orientamento generale della personcina.

          3. adminadmin Autore articolo

            Concordo con tutto quello che viene enunciato nel link che condividi con noi.
            In particolare ho apprezzato molto l’interessante spiegazione relativa al diritto di cronaca.

            Insomma, la diffusione della notizia dovrà necessariamente perdurare nel tempo.

            Nel nostro caso parliamo di una notizia che “nasce” il giorno 24. Oggi siamo al 28, dunque direi che la notizia è sufficientemente “fresca”. E gli sviluppi sono stati trattati adeguatamente. Abbiamo dato spazio alle affermazioni della diretta interessata (che sostiene di essersi chiarita con il Barile) anche se non possiamo conoscere il parere del Barile (per ragioni che vanno oltre la sua e la nostra volontà).

            Ma una volta che del fatto il pubblico sia stato informato con completezza, cessa l’interesse pubblico in quanto la collettività ha ormai acquisito il fatto. Non vi è più una notizia. Riproporre l’accadimento sarebbe inutile, poiché non vi sarebbe più un reale interesse della collettività da soddisfare.

            Ora Deborah invoca il “diritto all’oblio” (anche se con modi che davvero non condivido). Bene: qui nessuno le vuole negare questo diritto. Ma lei deve collaborare. Vuole che l’oblio avvolga questa vicenda? Eviti di tornare qui ogni notte per lasciare decine di messaggi. Easy, isn’t it?
            Il tempo farà scivolare questi articoli nelle zone più recondite del nostro sito.

            Ma l’oblio non significa cancellare i documenti di quanto accaduto. L’oblio significa che non si può riproporre lo stesso argomento per mesi e mesi. E non è certo nostro interesse trascurare ancora a lungo gli amici Pontifessi. Ma, ribadisco, non significa che bisogna nascondere la storia. Significa semplicemente che è inopportuno riproporre all’infinito gli stessi argomenti. Quindi se Deborah continuerà a lasciare messaggi, l’oblio viene meno, visto che proprio lei, con la sua presenza, “azzera” l’avanzata dell’oblio. Tornerò più sotto sul discorso della cancellazione dei documenti.

            Qui la reputazione dei soggetti subirebbe una ulteriore lesione. E se la lesione è inizialmente giustificata dall’esigenza di informare il pubblico su fatti nuovi, non lo è più dopo che la notizia risulta ampiamente acquisita.

            L’autolesionismo di Deborah si concretizza nei suoi innumerevoli messaggi, molto più “lesivi” della sua reputazione di tutte le frasi contro cui si è scagliata lei.

            Ecco che un rapinatore potrà invocare il diritto all’oblio se il fatto che lo portò alla ribalta dieci anni prima venisse riproposto in tv.

            Ti prego di notare l’indicazione chiaramente fornita nel testo. Si parla di oblio per fatti avvenuti ANNI prima. Qui si parla di messaggi lasciati da Deborah solo da qualche ora… Direi che è prematuro parlare di oblio, oggi. ;-)

            In sostanza, dunque, nessuno qui vuole negare a Deborah il diritto all’oblio.
            Le è sufficiente lasciarci in pace. E noi lasceremo in pace lei.

            Riprendo quanto anticipato prima, circa l’ipotesi di cancellare gli articoli ed i commenti di Deborah.
            Sono particolarmente contrario per varie ragioni. La prima (e principale) è che il diritto all’oblio NON comprende la possibilità di rimuovere i documenti pubblici. Per correttezza nei confronti dei lettori che hanno consultato una notizia e che improvvisamente non la possono più leggere. Per correttezza nei confronti delle vittime, che non smettono di essere vittime grazie al diritto all’oblio (concetto espresso anche nella pagina citata qui sopra).

            Un esempio di quanto affermo? Eccolo: nel 2007 un tale Alessandro Braidic ha investito ed ucciso tale Giovanni Papuzza. Nel 2009 è arrivata la condanna della magistratura.
            Vi prego di prendere questi due nomi come un semplice esempio. Non conosco Braidic o Papuzza, non sono miei parenti, non abbiamo amici in comune, non sono coinvolto in alcun modo nella loro vicenda. Non mi interessa quello che è successo e non voglio ripercorrere le loro vicende. A questo punto siete legittimamente autorizzati a domandarmi come ho scoperto questa notizia.
            Semplice: con Google. Potete farlo anche voi. Cercate il nome di queste due persone e potrete scoprire cosa è accaduto. Sono passati molti anni, eppure i documenti sono liberamente consultabili. Senza ledere il diritto all’oblio.

            Certo, se oggi io dedicassi un brano all’accaduto ecco che violerei il diritto all’oblio.
            Ma la cronaca rimane cronaca. Cristallizzata.
            Come questi articoli.

      2. Deborah

        Questa si chiama PERSECUZIONE. Lascia le persone libere e basta. “Oggetto di scherno”? Ma vergognati miserabile.

        1. Alessandro M.

          Si, forse dovremmo vergognarci a renderti un oggetto di scherno.

          Però in cambio tu potresti smetterla di fornirci continuamente nuovo materiale.

        2. Baker Street Boy

          Ma almeno l’hai letto l’articolo che ti ho lasciato e l’ottima spiegazione che ne ha dato admin??

          Non sarebbe, dico pensando al tuo tornaconto, il caso e l’ora di smetterla di aggiungere materiale alla tua paranoia?

          Sempre per evitare che anche i miei figli debbano un giorno parlare di te.. ricordarsi di te..
          Pensi di venire qui a renderti ancora più ridicola ogni giorno che passa?

          admin ti ha spiegato bene che non sei tu il target di questo blog, e francamente non vedo nemmeno l’utilità di dedicarti così tanti post, quando chi volesse farsi un parere su di te non dovrebbe fare altro che leggere i tuoi commenti..

          Ti lascio anche questo articolo, sperando che possa servire..
          http://www.lorenzomagri.it/20080910111/psicologia-clinica-e-patologie/manie-persecuzione-e-delirio.html

          Anzi, perché non ci sia proprio NESSUN modo di mistificare quanto dico – come quando ti ho dato della Attention Whore – NON CREDO proprio che qualcuno abbia ancora voglia di avere a che fare con te..

          Dici che sei vittima di persecuzione, ma è un po’ come quando in sezione Religione di Answers mi capita di leggere deliri di persecuzione di cattotalebani che vanno cianciando di essere incompresi e attaccati dopo che hanno postato per ore domande su amoralità dell’ateismo, genocidi comunisti (che chissà perché, sono sempre colpa degli atei..) e miracoli pseudoscientifici che dovrebbero convertirci tutti..
          Come ha detto admin, sei tu che sei entrata ruttando in una biblioteca..

          È un po’ come andare a gettare taniche di piscio di maiale sul terreno dove verrà costruita una sinagoga e poi lamentarsi perché la gente parla di te al telegiornale e chi ti conosce ti indica con il dito ridendo..

          Oppure come certi troll che imperversano in forum omosessuali parlando di forni crematori e estinzione della razza ariana da parte di una razza inferiore e malata.. ma almeno loro lo fanno per attirare un’attenzione di cui hanno un bisogno morboso, tu perché lo fai?

          Nessuno ti ha chiamata, da quanto ho letto finora mi sembra che sei stata tu a coinvolgere gli altri nelle tue manie di persecuzione.

          Se mi sbaglio, sono disposto a cambiare idea.

          Questo non significa che tu non debba sentire il bisogno di difenderti, ma nel farlo non puoi nemmeno permetterti di insultare gli altri e diffamarli, o ricorrere alla difesa Chewbecca..

          Per quanto mi riguarda, spero solo che il blog torni presto ad occuparsi dei PontiFeSSi.

          1. Alessandro M.

            Sottoscrivo ogni parola.

            Ed il riferimento alla difesa Chewbecca è una chicca che purtroppo in pochi coglieranno.

  5. Caffe

    Quando ho letto il resoconto integrale delle dichiarazioni deboriane ho notato qualcuna che mi riguardava e che non avevo letto prima perché bloccate dal sistema antispam; è stato in quel momento che ho deciso di non alimentare ulteriormente la furia della vulcanica signora, non perché temessi chissà quale conseguenza, ma perché sarebbe stato inutile, degradante e anche poco elegante rispondere per le rime ai suoi sproloqui ormai era come sparare sull’ambulanza della Croce Rossa, il male se lo stava facendo da sola, infierire, da parte mia, non sarebbe stato leale: checché ne pensi Deborah, io sono migliore di lei.

  6. Luther Blisset

    Giungo sul vostro sito e devo constatare, disturbato da questo, che Deborah ha ragione: state abusando del suo nome e delle sue immagini. Quale beneficio traete dalla pubblicazione di questi messaggi? L’unica ragione per cui mantenete attive queste pagine è dunque per attirare visite e dunque guadagnare!

        1. paopao

          admin,
          scusa se ti distraggo dalla meditazione,
          abbiamo appena subito un massacro da un disturbato delle orde barbariche deboriahne…
          Uno che spezza la sua lancia per la “squinternatah”
          FINALMENTEH!

    1. paopao

      Caro “disturbato” (n´altro!), nessuno ti costringe a leggerci.
      Vai con la tua bella a farti un giro, noi non ti tratteniamo ne´sentiremo la tua o la sua mancanza.

    2. Alessandro M.

      “L’unica ragione per cui mantenete attive queste pagine è dunque per attirare visite e dunque guadagnare!”

      Luther, così per curiosità… guadagnare COSA, di preciso?

      Hai per caso visto dei banner pubblicitari da queste parti?

    3. Andrea Laforgia (coi controcazzi)

      “L’unica ragione per cui mantenete attive queste pagine è dunque per attirare visite e dunque guadagnare!”

      Ma porcazzozza, admin, ci ha scoperto!!!

  7. Baker Street Boy

    Cari Deborah e Luther, pensate a questo pensiero quando leggete questa pagina..

    “Le ingiustizie che sperimentiamo ogni giorno sono solo temporanee. Dopo questa vita ci sarà la gioia eterna nella Gerusalemme Celeste.”

    Ommmmmmmmmmmmmhhh…
    Ommmmmmmmmmmmmmmhhhhhhh..
    Ohhhhhmmmmmmmmm..
    Amperèèèèèèèèèèèèèèè…

    1. adminadmin Autore articolo

      Gli ohmmmmmm sono statici. A differenza degli ampere che prevedono movimento (e tanto) degli elettroni…
      Ohmmmmmmmmmmmmmmm……
      Ohmmmmmmmmmmmmmmm……
      :-)

      1. Caffe

        Il famoso giramento di palle; se ne sono sentite tante di palle da queste parti, ultimamente… admin, lo yoga non mi calma, mò je parto de capoccia ar disturbato!

        1. adminadmin Autore articolo

          Caffe, quali sono le tue strategie per rilassarti? Segui abitualmente i consigli del conte Andrea Laforgia? TROMBARE? ;-)

          1. Caffe

            admin, contrariamente a qualcunoh io non vedo il mio organo riproduttivo al centro dell’universo; non è nemmeno al centro di Velletri (io sto in periferia); il sesso è gradevole ma è solo se in sinergia con altri interessi che funziona, altrimenti è solo ginnastica ritmica.

          2. Andrea Laforgia (coi controcazzi)

            Preciso, dall’alto della mia contaggine, che la cosiddetta “ginnastica ritmica”, altrimenti conosciuta come “onanismo”, non configurasi come “trombare”…

  8. Baker Street Boy

    “Bastaaaa, questa festa è insoddisfacenteee, vado a un’altraaaa, nella mia menteee, una festah molto particolareh, dove ci saranno tuttih, molti amici, molti nemicih.. e anche il paninoh!!!”

    Ok, questo è il mio ultimo commento alla questione, sempre che non venga coinvolto nella questione di nuovo..

    Evitiamola e si stancherà..

    Ohmmmmmmmmmmm..
    Ohmmmmmmmmmmmm..

I commenti sono chiusi.