Protervamente propongono i loro “false claim”.

Il termine “false claim” viene tradotto letteralmente con “falsa pretesa”. Si tratta, nella cultura anglosassone di una grave accusa. Quando all’interno di una discussione una delle due parti utilizza argomentazioni false, palesemente false, per sostenere la propria posizione, si parla di “false claim”. Il termine è stato usato più volte nel thread epico di mywot da parte dei gestori di WoT e da parte di vari utenti per indicare le argomentazioni, spesso false, utilizzate dagli amici Pontifessi per pretendere un qualche tipo di intervento da parte di WoT stesso affinchè il loro bel sito ottenesse valutazioni meno negative.

Dimostrando di non conoscere e di non capire il funzionamento di WoT, gli amici Pontifessi pretendevano un qualche intervento volto a ripristinare il loro presunto prestigio, arrivando ad accusare gli utenti di WoT di pedofilia (commento poi pietosamente rimosso dai moderatori di WoT ma di cui rimane traccia nei vari commenti successivi). Dopo molti mesi di “sonno”, (il thread risale all’agosto del 2011) gli amici Pontifessi sono tornati alla carica e pare che WoT sia diventato il loro principale problema, o quasi.

Leggiamo dunque i false claim con cui l’intervistatore induce ingannevolmente in errore i suoi intervistati portandoli a fare affermazioni gravissime che, però, derivano dalle informazioni false e tendenziose che il caro Brunello offre ai suoi intervistati. Complimenti al caro Volpastren che dimostra di essere scorretto e sleale. E complimenti ai suoi intervistati che senza neppure conoscere l’argomento, si fidano ciecamente delle parole dell’avvocato di Murat (e giornalista per passione, non di professione) arrivando a proferire bestialità come quelle che seguono.

Giovanardi:

Dalla Finlandia, un sito, tal WOT prende di mira Pontifex mediante votazioni false e delinquenziali, facendo censura. Pretende l’oscuramento dei valori cattolici:

“siamo davanti ad un atteggiamento intollerante, fazioso e forse anti legale, ma i siti cattolici dal canto loro, reagiscano e si diano da fare per non farsi oscurare”.

Padre Cipriano De Meo:

Padre Cipriano, intanto un sito del nord Europa, un’azienda che esprime giudizi sui siti web e oscura quelli che non fanno comodo, pretende di censurare quelli cattolici. Normale? L’azienda si chiama WOT (Web of Trust) e spaccia una specie di protezione per evitare che i bambini vadano sui siti dannosi, ma lo fa basandosi sulle votazioni dei gay e dei massoni. Che ne dice?

“mi sembra una manovra dettata dal demonio, perché Satana non ha piacere che circoli la Parola o cose sacre. Satana inorridisce davanti a tutto quello che parla di Dio. In ogni caso, questo sito che lei mi indica opera per il male e non per il bene”.

Spesso anche via internet si inneggia alla omosessualità, anche l’azienda WOT oscura i siti cattolici e, invece, esprime giudizi eccellenti per le chat gay e i siti di turismo omosessuale in mete esotiche:

“questa condotta è fortemente contraria alla legge di Dio, l’omosessualità va contro natura. Un peccato molto grave”.

Meluzzi:

Eppure esiste una specie di agenzia di rating dei siti, tal WOT finlandese che mette in guardia famiglie, studenti e minori da Pontifex, ma poi fa propaganda a siti porno, chat erotiche, massaggi gay, siti di piateria informatica, siti di video porno, siti di scommesse e gioco d’azzardo ed altro, abbiamo inviato un dossier al Parlamento Europeo: “Non la conosco, tuttavia, lo ripeto, chi vuole diffondere la Parola, il Magistero e la retta dottrina viene emarginato e censurato in questo contesto”.

Carnevale:

Come noto, un sito finlandese chiamato WOT, da circa 2 anni, crea problemi a Pontifex diffamandolo e persino oscurandolo, attestando mediante votazioni dei suoi utenti, che Pontifex contiene virus, non garantisce la privacy dei lettori, è pericoloso per i minori e non diffonde notizie affidabili; TUTTO FALSO. Parliamo di questa condotta con il dottor Corrado Carnevale, Magistrato e Presidente di Sezione in Cassazione. Dottor Carnevale, è lecita la condotta di chi realizza una specie di lista di proscrizione e arriva ad oscurare gli atri siti? “la condotta di questo sito finlandese è contraria alla legge, per lo meno a quella italiana. Se si limitasse a dare consigli dalle sue pagine, sarebbe a posto, ma sempre e solo se i consigli corrispondano alla realtà dei fatti. Ma siccome, da quanto sento, arriva a sconfinare nei siti altrui compie sicuramente un atto civilmente illecito, ma forse arriva persino alla diffamazione. In ogni caso siamo nel campo di una condotta violativa dell’ordinamento giuridico”.

Abbiamo tentato di spiegare a WOT, precisamente a tale Sami Tolvanen, che siamo un sito sicuro e che forse i suoi stessi utenti lo stavano frodando con false votazioni, ma ci hanno deriso pubblicamente. Chi è legittimato ad oscurare?

“il privato mai, questa azione è realizzabile solo dalla Polizia Postale ed a seguito di ordine del Magistrato”. Chi utilizza questo strumento dando votazioni false è fuori legge.

Mario Baccini:

Un sito finlandese che è una sorta di agenzia di rating per siti web, tale WOT, per esempio, riporta che la pagina di Pontifex sarebbe pericolosa per i minori, pericolosa per la privacy e pericolosa per i virus, tutte falsità che però di fatto censurano la visibilità del nostro sito in molti contesti (scuole, istituzioni, famiglie, uffici pubblici):

“nessuno, specie se straniero, è legittimato a queste operazioni, per altro illegali e vorrei vederci chiaro, approfondirò la cosa, se necessario con una interrogazione parlamentare. Sa, chi come voi fa onestamente il proprio lavoro, è sempre attaccato. Peccato che siti porno e roba varia siano sempre disponibili e liberamente visibili”.

Borghezio(!):

Dalla Finlandia arriva un sito WOT, molto famoso, che si definisce “web of trust” o “rete della fiducia” e che vuole censurare ed oscurare i siti cattolici come il nostro, partendo da votazioni false e diffamatorie a cura degli stessi utenti della community WOT:

“ritengo che questa sia un’azione spregevole ed ignobile, una censura orribile contro i valori dei cattolici. La censura è un atto irresponsabile e senza alcun fondamento giuridico. C’è anche l’aggravante delle votazioni false e diffamanti a cura di alcuni utenti di questa comunità WOT. Bisogna vedere questo tentativo di censura a chi giova e sappiamo bene che le lobby massoniche sono forti, e soprattutto chi paga. Ma non è difficile arrivarci, basta usare il buon senso e lo useremo tutti”.

Seguono le fonti da cui abbiamo attinto le dichiarazioni.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/politici/10649-on-giovanardi-manifestazione-modena-esempio-intollerante-di-stampo-leninista-ici-alla-chiesa-polemica-sul-nulla-wot-web-of-trust-fazioso-e-anti-legale
http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/religiosi/10650-esorcista-de-meo-celentano-istigato-da-satana-intervenga-un-esorcista-omosessualita-contro-legge-di-dio-dalla-finlandia-wot-web-of-trust-mano-di-satana-e-opera-per-il-male
http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/varie/10598-meluzzi-cristo-piu-eversivo-di-due-gay-lapologetica-di-pontifex-disturba-molto-e-wot-fa-censura-celentano-meglio-il-sedere-di-belen
http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/varie/10627-giudice-carnevale-siti-cattolici-oscurati-lazienda-finlandese-wot-va-contro-la-legge-celentano-condotta-da-guitto-valori-cristiani-attaccati-belen-indecente
http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/politici/10612-on-baccini-celentano-pubblicita-gratuita-vento-anticattolico-nel-mondo-la-finlandese-wot-abuso-e-illegalita-censurare-approfondiro-con-eventuale-interrogazione
http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/politici/10642-on-borghezio-europa-ostile-alla-chiesa-ingiusto-il-pagamento-ici-la-comunita-wot-web-of-trust-censura-ignobile-ai-siti-cattolici-e-votazioni-fraudolente

32 pensieri su “Protervamente propongono i loro “false claim”.

  1. francesco t

    il tutto ovviamente senza rilasciare prove e resconti concreti che dimostrino le loro affermazioni.
    scemi ovviamente anche gli intervistati che credono a ogni parola che gli viene detta ,senza nemmeno informarsi.
    l unico un pò onesto è stato meluzzi(apriti cielo), che ben si è guardato dall esprimere giudizi su un sito che, parole sue, NON CONOSCE.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      il tutto ovviamente senza rilasciare prove e resconti concreti che dimostrino le loro affermazioni.

      La situazione è anche peggiore. Molte affermazioni fatte da Volpastren ed utilizzate per influenzare l’opinione degli intervistati sono profondamente lesive della reputazione di WoT. Speriamo che queste affermazioni derivino solo dalla profonda ignoranza di Foxy sull’argomento, altrimenti dovremmo ipotizzare una grande dose di malafede, cosa che ci dispiacerebbe davvero conoscendo le notorie doti morali che contraddistinguono l’omino di Murat.

      Per altro il modo in cui Brunello mescola le sue opinioni con i fatti, contravviene le più elementari norme del buon giornalismo. Ma d’altra parte è noto che Foxy può vantarsi di essere un avvocato (non essendo giornalista professionista), quindi non possiamo sperare che eSSo abbia la ben che minima idea di quali siano le norme del buon giornalismo.

      Rispondi
      1. francesco t

        admin, devo ricordarti che volpe si è inventato DI PROPOSITO commenti falsi, accuse di reati falsi , attibuendo il tutto a ME solo per poter apparire una vittima?

        Rispondi
        1. adminadmin Autore articolo

          Francesco la fondamentale differenza è che tu (ed io) leggiamo abitualmente il sito Pontifesso e possiamo individuare e replicare a queste fesserie, mentre probabilmente ai gestori di WoT frega poco o nulla dell’insignificante sito Pontifesso.

          Risuonano nella mia mente le parole usate dall’utente Pontifex.Roma nel forum di WoT:

          Te lo ripetiamo, la segnalazione era finalizzata a tutelare la tua azienda, non noi.
          Ma chi ha WOT? Lo 0,01 % della popolazione? Meglio così.

          Allo stesso modo, lo ripetiamo, noi svolgiamo la nostra azione solo per tutelare la loro bella azienda Pontifessa, non certo noi stessi. Ma chi legge il sito POntifesso? Lo 0,0001% della popolazione? Meglio così. :-)

          L’anonimo P.R: poi proseguiva:
          Eviteremo anche di farti pubblicità. Non ti dedicheremo neanche un articolo.
          Continua così che sei forte ………….

          Fin da quel messaggi era ben documentata l’innata passione degli amici Pontifessi per la pubblicità, i click “facili” e tutte queste amenità.
          :-)

          Rispondi
          1. francesco t

            la mia risposta era solo per dire che non c è da sorprendersi per la malafede di volpe, viste le premesse.
            :P

          2. adminadmin Autore articolo

            E la mia era solo per ribadire l’ovvio, cioè che a quelli di Wot, delle “opinioni” dei Pontifessi non frega meno di nulla ;-)

  2. FSMosconiFSMosconi

    Leggiamo dunque i false claim con cui l’intervistatore induce ingannevolmente in errore i suoi intervistati portandoli a fare affermazioni gravissime che, però, derivano dalle informazioni false e tendenziose che il caro Brunello offre ai suoi intervistati.

    Se solo Volpe fosse nato nell’Atene di Socrate… Quest’ultimo l’avrebbe preso di mira per la sua scarsa sofistica.

    Rispondi
        1. adminadmin Autore articolo

          Eheheh :-)

          Non cambia il rischio a cui ci esponiamo: quando non comprende qualcosa, eSSo parte di querela. Abitualmente per diffamazione, ma chissà cosa potrebbe inventarsi questa volta… ;-)

          Rispondi
  3. adminadmin Autore articolo

    OMFG… Mi è scappato il ditino sulla tastiera ed è saltata fuori la scheda WOT del sito di Carletto dedicato alla chirurgia plastica … :D

    http://www.mywot.com/en/scorecard/chirurgiaplasticathailandia.net
    http://whois.domaintools.com/chirurgiaplasticathailandia.net

    Non capisco per quale ragione gli amici Pontifessi si lamentino dell’affidabilità di WOT… La valutazione del sito che promuove le tette grosse ed i nasi piccoli mi sembra adeguata…

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Segnalo uno strumento di analisi che offre, ben raccolte ed impacchettate, molte informazioni interessanti ed utili. Si tratta di ewhois.com.

      http://www.ewhois.com/pontilex.org/

      Lo strumento colleziona informazioni sul dominio (il nostro nell’esempio qui sopra) provenienti da disparate fonti, non soltanto dal classico “whois”. In particolare risulta interessante la capacità del tool di individuare i diversi siti che condividono gli stessi “tracking code” di Google Analytics e di AdSense. Un modo comodo per trovare, in maniera rapida ed infallibile, tutti i siti riconducibili al Geniale :-)

      http://www.ewhois.com/pontifex.roma.it/

      Rispondi
  4. adminadmin Autore articolo

    Siore e siori, ecco a voi la BINETTI! :-)

    Ed ecco nuove informazioni false, tendenziose e diffamatorie spacciate per buone… Ah Brunello, conosci l’etica del giornalista? Probabilmente no, dato che non sei un giornalista professionista…

    Intanto, un sito finlandese, tal WOT (WEB OF TRUST) “rete della fiducia”, fa più o meno la stessa cosa voluta da Celentano, ossia oscura siti cattolici, come Pontifex, basandosi su votazioni false lasciate dai suoi utenti. Oscura senza verificare che i voti siano credibili; è come se io scrivessi su Wikipedia che Dante di nome faceva Canio e nessuno correggesse l’errore, siamo nella latrina del controllo:

    “forse hanno sentito Celentano. Censurare o bloccare siti cattolici, come il vostro, è un atto intollerante e ingiusto, quando poi assistiamo a siti web che mandano ad ogni ora e senza alcun freno, messaggi volgari di pornografia o peggio. Bisogna controllare chi giudica, altrimenti che fiducia è”.

    Rispondi
  5. adminadmin Autore articolo

    La lista si allunga anche quest’oggi. Gerardo D’Ambrosio.

    Un sito della Finlandia, tal WOT (Web of trust) che si auto definisce arbitrariamente “rete della fiducia” pretende di oscurare i siti cattolici, dando persino pagelle. C’è da aggiungere che WOT basa i suoi “giudizi” su votazioni false a cura degli stessi utilizzatori di WOT. Costoro definiscono il nostro sito poco sicuro per i minori, contenente virus, danneggiante i computer dei nostri lettori, non rispettoso della privacy. Insomma WOT ci danneggia da 2 anni in maniera grave, basando le sue conclusioni su dati falsi e delinquenziali. Che ne pensa?:

    “quello che fa è del tutto arbitrario e persino illegale. Ogni provvedimento in tema di oscuramento siti deve essere eseguito dalle Forze dell’Ordine e dietro provvedimento della Magistratura”. Wot deve appurare se i suoi utenti siano competenti e non faziosi, altrimenti si rischia la censura, per altro, fraudolenta.

    Rispondi
    1. Andrea Laforgia

      In uno dei messaggi lasciati sul sito PontifeSSo, Carletto ha detto che hanno persino contattato l’ambasciata italiana. E a quel punto la mia risata si è sentita per almeno 6/7 isolati.

      Rispondi
      1. adminadmin Autore articolo

        Che ti ridi? E’ vero. Come ha notato anche il tizio che ha creato WoT, Carletto ha spammato ogni indirizzo pubblico dell’ambasciata italiana. Poi si è arrampicato sugli specchi con doppio salto carpiato, sostenendo che l’ha fatto solo per chiedere una “mediazione linguistica”. Ma corrisponde tutto a pura e semplice verità. Lui ha contattato l’ambasciata, come ha contattato in passato la Polizia Postale (mettendomi in copia). Poi però non gli risponde mai nessuno. Chissà perchè :-)

        Rispondi
  6. adminadmin Autore articolo

    Altro giro, altra minchiata. Oggi è il turno di Introvigne che, essendo Massimo esperto di brevetti, non trova nulla di meglio da fare che dare corda alle fissazioni di Brunello. E di nuovo le bugie spacciate per verità: WOT che “oscura” o “censura”… Tutte balle. Grosse balle. E gli intervistati che abboccano come pesci agli ami che Foxy dissemina… Quanta pochezza!

    Intanto in Finlandia, esiste tal sito WOT (Web of Trust) o “rete della fiducia”, che ha come scopo quello di realizzare liste di proscrizione e di censurare, mediante oscuramento, i siti che giudica pericolosi basandosi sulle votazioni fatte dai suoi stessi utenti:
    “questo WOT mi sembra il Celentano finlandese. Mettere la censura e ostacolare siti che la pensano diversamente è un’azione poco nobile e comunque dittatoriale. Poi non so per quale motivo la sua opinione debba essere ritenuta verità assoluta”.
    Mentre oscura siti cattolici, WOT (Web of Trust) o “rete della fiducia”, tollera siti pornografici ed esalta siti gay e di prostituzione (per esempio guardi le valutazioni ad un sito di trans, con tante foto hard). Sempre in base alle votazioni degli utenti stessi di WOT, il nostro sito risulta deifinito in maniera spregevole e terrificante, addirittura peggio della mafia (legga le votazioni che ci riguardano e che, di conseguenza, ci oscurano):
    “questo davvero non fa notizia. Credo che dietro certe uscite o manifestazioni, a volte si nascondano lobby come quella gay o la massoneria”.
    Lei legge Pontifex, lo trova poco affidabile, pericoloso per i minori, che diffonde virus sui computer o che viola la sua privacy?
    “pericoloso assolutamente no, anzi stimola in dibattito. Talvolta magari è troppo vicino ai Tradizionalisti, ma questa è una scelta libera ed insindacabile”.

    Rispondi
  7. adminadmin Autore articolo

    Fresco fresco di giornata, ecco lo strazio proveniente da tal Alberto Di Pisa, giudice “galantuomo”.

    Dottor Di Pisa, un sito finlandese, tal WOT (WEB OF TRUST) che si presenta bene e si auto definisce “rete della fiducia”, si inserisce tra quelli cattolici, incluso il nostro e di fatto oscura o comunque si sovrappone con inviti a non leggerlo basandosi su dubbie e palesemente false votazioni rilasciate dagli stessi utilizzatori del sistema WOT. Legga le votazioni false che ci riguardano e ci dica, è legale tutto questo?

    “la condotta di questo sito WOT è contro la legge, del tutto fuori del diritto, con una violazione possibile della privacy, del diritto di proprietà e persino diffamatoria quando emette giudizi non conformi al vero”.

    Condotta contro la legge? E quale legge, di grazia? E di quali soggetti verrebbe violata la privacy? E da quando le opinioni (quindi le valutazioni di un singolo individuo) possono essere “non conformi al vero”? Chi può stabilire se la mia opinione (Le fragole sono buone) è conforme “al vero”? Ci sembra di leggere soltanto paroloni in libertà senza alcuna logica e ragionevolezza. E se questo è un galantuomo… Sob!

    Rispondi
  8. adminadmin Autore articolo

    Rullo di tamburi… Pensavamo che WOT fosse passato di moda… Invece ci sbagliavamo!

    La nota parlamentare (e modella per Playboy) Alessandra Mussolini ascolta le parole di Brunello e risponde in maniera generica ed evasiva alle domande moleste che Foxy le pone. Notate il solito trucco: prima si descrive, senza fornire prove, il cattivo di turno. E poi si chiede all’intervistato un parere. Alla faccia delle interviste equilibrate!

    Infine, un sito finlandese WOT (WEB OF TRUST) , che si auto definisce “rete della fiducia”, pretende di censurare ed oscurare quelli cattolici. In sostanza WOT (WEB OF TRUST) per oscurare un sito mediante il suo applicativo che definisce “safe browsing tool” – scaricato da più di 30 milioni di utenti – si basa sulle votazioni dei membri della sua stessa community. Ma che cosa succede? Che molti siti cattolici vengono votati come pieni di virus, lesivi della privacy, pericolosi per i minori, ecc … (TUTTI VOTI FALSI E CHE MIRANO ALLA CENSURA FRAUDOLENTA) , mentre tanti altri siti di pornografia, di escort, di trans, di chat porno gay, di film porno, di hacker, di pirateria, ecc …, vengono votati come eccellenti e sicurissimi. I primi sono oscurati da chi ha WOT sul suo pc, mentre i secondi sono perfettamente visibili, anche ai minorenni. Le sembra giusto? Che ne pensa?

    “un fatto molto grave, un abuso che dovrebbe essere stroncato. Ormai nel mondo di internet ne accadono di tutti i colori, come questo WOT che opera evidentemente un arbitrio”.

    Rispondi
  9. adminadmin Autore articolo

    Ed anche oggi abbiamo un pecorone che segue docile il pastore.

    Ecco a voi Elisabetta Gardini (la parlamentare che non ha idea di cosa sia la Consob).

    Intanto, nella Finlandia, esiste un sito Wot (Web of Trust), che pretende dare pagelle su siti cattolici e non di rado, tenta di oscurali mediante un applicativo che più di 30 milioni di utenti hanno sul pc e che, di fatto, antepone una pagina nera ai siti web “scomodi” e ne sconsiglia la navigazione adducendo false motivazioni (almeno nel nostro caso è così). Che cosa ne pensa?

    “è una condotta certamente illecita, che denota quello che dicevo prima. Fa parte dell’intolleranza malcelata nei confronti di quanto è cattolico”.

    Non sappiamo se sia più pecorone Brunello che deforma la realtà o la Gardini che in maniera assolutamente acritica risponde a Brunello con una risposta buona per tutte le occasioni… Notate come Brunello abbia provato a “raddrizzare il tiro”. Specifica infatti che WOT prevede l’installazione di una applicazione. Applicazione che viene installata VOLONTARIAMENTE dal proprietario del computer. Dunque non si capisce di quali “censure” si parli. Veramente una vergognosa campagna di diffamazione nei confronti di WOT. Probabilmente è il caso di avvisare WOT di questo martellamento costante.

    Rispondi
  10. adminadmin Autore articolo

    E non passa giorno senza che gli amici Pontifessi molestino qualche loro ospite con la balla della “censura” di WOT… :D
    Ormai si tratta di pillole omeopatiche: non tuonano più come una volta. Ora si limitano a disseminare informazioni false all’interno di piccolissimi scambi con perfetti sconosciuti. Come in questo caso.

    Intanto dalla Finlandia, un sito detto WOT (WEB OF TRUST) , pretende di dare lezione ai cattolici e persino di oscurare i siti cattolici basandosi su votazioni false ad opera di alcuni suoi utenti scorretti:

    “lo trovo un fatto grave e indice di quella intolleranza che pretende di mettere a tacere le voci cattoliche. I cattolici hanno diritto ad esprimersi e a dire la loro. Solidarizzo con voi”.

    Rispondi
  11. adminadmin Autore articolo

    Ancora insoddisfatti, ci propongono nuove barzellette. Quest’oggi l’interprete involontaria delle narrazioni fantasmagoriche di Brunello è Daniela Garnero, altresì nota come Santanchè (cognome del marito da cui si è lasciata) per poi intraprendere una movimentata vita sentimentale. La classica movimentata vita sentimentale di chi difende (senza condividerli, ovviamente) i valori cattolici.

    Intanto, in Finlandia, esiste un sito – WOT (WEB OF TRUST) – che pretende di cancellare od oscurare siti cattolici, adesso è anche in combutta con Facebook. In pratica WOT (WEB OF TRUST) sconsiglia ai propri utenti di visitare i siti cattolici e, fra questi, c’è anche il nostro. WOT (WEB OF TRUST) si basa, in questo losco tentativo di censura, su votazioni rilasciate dai suoi stessi utenti più attivi che, nel nostro caso, sono assolutamente false e da querela. Gli utenti WOT (WEB OF TRUST) ci definiscono pericoli per i minori, con sito senza privacy, con virus e altre scemenze simili:

    “siamo davanti ad un’attività intollerante e antigiuridica. Tutti hanno liberamente diritto a dire la loro, sono contraria ad ogni forma di censura”.

    Foxy guarda che hai raccontato alla Santadechè una caterva di vaccate. Le hai chieste all’omonimo emerito? WOT non cancella e non oscura i siti cattolici. Gli utenti di WOT hanno assegnato valutazioni scarse al vostro sito Pontifesso. E nonostante tutte le vostre mail ed i vostri articoli, i vostri “supporter” non vi hanno assegnato alcuna valutazione positiva. Fattene una ragione.
    Facebook non è in “combutta” con WOT. Facebook riconosce il valore di WOT e si avvale dei loro servizi. Abbiamo capito che la cosa vi fa rosicare parecchio, al punto da indurre Carletto ad una campagna fastidiosa sui difetti di Facebook. Ma questo non cambia le cose: siete una nullità del Web, non avete alcuna autorevolezza in relazione alla posizione ufficiale della Chiesa su temi sensibli ed i vostri utenti non vi sostengono. Punto.

    Rispondi
  12. adminadmin Autore articolo

    L’elenco delle barzellette non è ancora finito. Come notato anche da Sandro, ecco Trefiletti!

    Un sito finlandese, WOT (WEB OF TRUST) pretende di oscurare i siti cattolici, basandosi su delle assurde e false votazioni fatte da alcuni suoi utenti. Se questa WOT (WEB OF TRUST) fosse in Italia, l’avremmo citata per danni:

    “la ritengo un’attività sommamente ingiusta, senza motivo e intollerante. Anche in questo modo i consumatori cattolici sono danneggiati”.

    Trascurando la risposta del tutto vaga e generica del Trefiletti, ci piace replicare a Volpastren con una diversa fiaba di Fedro: la Volpe e l’uva. Troviamo che questa fiaba calzi a pennello per rispondere alle parole di Brunello: Se questa WOT […] fosse in Italia, l’avremmo citata per danni. Cosa impedisce a Brunello di andare dai suoi amici Carabinieri e citare per danni WOT? La nostra legislazione ci tutela anche quando “i cattivi” stanno fuori dai confini italiani. Perchè dunque Foxy non cerca di far valere i suoi diritti? Sempre che ne abbia, ovviamente. E su questo noi nutriamo serissimi dubbi. Forse Brunello evita accuratamente di denunciare WOT “per danni” perchè, molto semplicemente, non ci sono danni. E la denuncia si ritorcerebbe contro il suo bel sito. Già, proprio vero: la Volpe e l’uva!

    Rispondi
  13. adminadmin Autore articolo

    E non passa giorno senza nuove invenzioni… Oggi? Garofalo. Ma la gente non ha proprio nulla di meglio da fare che rispondere alle telefonate moleste di Brunello e rispondere acriticamente ad ogni sua domanda?

    Infine, un sito finlandese tal WOT (WEB OF TRUST) , che si auto definisce “rete della fiducia” e si spaccia come un filtro di “navigazione sicura”, pretende di dare le pagelle ai siti cattolici. Il problema è che in base alle pagelle che assegna, mediante false votazioni fatte dai suoi utenti, dei siti cattolici come il nostro vengono oscurati da tutti i browser che usano l’applicativo di WOT (WEB OF TRUST) . Il nostro sito risulta non sicuro, i genitori si spaventano, e prendono per oro colato le cavolate di WOT. Intanto siti porno, di trans, di escort, di giochi d’azzardo e altre diavolerie simili, sono reputati eccezionali e sicurissimi. Insomma WOT (WEB OF TRUST) è una patacca di sistema, ma comunque crea dei danni. Lei che ne pensa?

    “è un’azione intollerante, perché esiste una sacrosanta libertà di religione e di culto. Poi, oltre che intollerante, mi sembra anche illegale”.

    WOT si autodefinisce “rete della fiducia”. Ed il sito Pontifesso si autodefinisce “blog cattolico non secolarizzato”. A questo punto possiamo inventarci anche noi una definizione per il sito Pontifesso, visto che le autodefinizioni non vanno bene. ;-)

    A proposito di genitori che prendono per oro colato quello che dice WOT… Gli stessi genitori prendono per oro colato quello che dice il sito Pontifesso. I lettori del sito Pontifesso sono paragonati a scimmie da Brunello… Quanta poca stima ha dei suoi lettori, il suo oro, la sua ricchezza, i suoi click facili…

    Rispondi
    1. Betta

      Io sto intrattentendo un dialogo surreale con tal Cielo, che è una donna ben oltre l’orlo della crisi di nervi. Siamo a un livello di delirio tale che è quasi onirico.
      E più si incazza e più insisto. Solo che stasera mi hanno pubblicato un post tagliandone tre quarti, senza che ce ne fosse vero motivo perchè sto ben attenta a non trascendere nei termini. Siccome gliene ho dette, come sempre, un po’, vediamo domani. Voglio che Cielo dia di testa definitivamente……
      Comunque sono dei pazzi pericolosi. Questo è il fatto. C’è di buono che nessuno se li fila se non per insultarli, ma sono potenzialmente in grado di innescare reazioni pericolose sul serio. altro che palle.

      Rispondi
      1. adminadmin Autore articolo

        Uh vedo che ti sei registrata. Ricordati di “collegarti” (usando la tua email e la password) quando apri il nostro sito, altrimenti i tuoi commenti sembreranno provenire da un utente “anonimo” che utilizza la tua email… :D

        Rispondi
      2. AlbertoB

        Personalmente sono convinto che dietro i “username” che difendono a spada tratta il blog non secolarizzato più sporco del web ci siano ben poche persone effettive e reali… probabilmente una sola.
        La cosa che mi fa morir dal ridere è che spesso sono “donne”. Mi viene da pensare che a “qualcuno” piaccia proprio giocare a fare la donna

        Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.