Del doppiopesismo Pontifesso.

Ci è ormai ben nota l’abitudine degli amici Pontifessi ad usare due pesi e due misure. Anche il caro Gaber ha ricordato questa nostra convinzione nel suo ultimo articolo. Ma troviamo particolarmente divertente il contrasto tra il recente articolo del misterioso ed anonimo T. Di Girolamo (ricco di edotte citazioni tratte dall’antico testamento) e la seguente risposta con cui Carletto cerca di tamponare le osservazioni fatte da un loro lettore che evidenzia innumerevoli corbellerie presenti nel Levitico.

Potete leggere il thread incriminato di seguito:

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/10630-19-febbraio-2012-modena-come-sodoma-e-gomorra-migliaia-di-gay-in-marcia-contro-il-martire-della-fede-giovanardi#commentID34890

PS: chissà se gli amici Pontifessi risponderanno mai alla domanda che tutti ci poniamo, cioè quale sia la reale identità dell’anonimo e misterioso T. Di Girolamo che scrive sul sito Pontifesso e parla per conto ed in nome degli “AdP” (cioè degli amichetti del sito Pontifesso)… 🙂

5 pensieri su “Del doppiopesismo Pontifesso.

  1. adminadmin Autore articolo

    Strepitose le risposte ricevute da Carletto al suo intervento fotografato qui sopra… 😀

    Steven ne evidenzia l’ipocrisia e la doppia morale in questo modo:

    Mi permetto di togliere il velo di ipocrisia e tradurre:
    “Dalla bibbia noi cattolici tradizionalisti prendiamo quello che ci fa comodo.”
    “Dio ha comandato di non mangiare crostacei, ma a noi cattolici tradizionalisti il fritto misto piace, quindi diciamo pure che uno strappo alla regola è concesso.”
    “Gli omosessuali, invece, non ci piacciono molto… Certo, sono nostri fratelli e hanno pari dignità e meritano rispetto… però dovrebbero essere incarcerati perché scandalizzano e tanto comunque andranno all’inferno… ah, ah… anzi, sarebbe stato meglio se un incidente di percorso durante la gravidanza non li avesse mai portati al mondo… Da questo punto di vista, il levitico ha ragione. L’omosessualità é abominio… I crostacei invece sono così buoni, come si fa a dire di no? Dio si sarà sicuramente sbagliato quel giorno… Meno male che abbiamo il magistero degli uomini santi a correggere la parola di Dio.”

    La risposta di “Simone” invece porta all’estremo l’ortodossia Pontifessa, evidenziandone i limiti e le assurde conseguenze:

    Ringraziandola per la celere risposta, sono ora però a sottoporle altri quesiti e dubbi, che spero voglia dissiparmi:
    – partendo dal presupposto che le Scritture (Antico e Nuovo Testamento, Vangeli e quant’altro) custodiscono la Parola di Dio, unica, univoca e detentrice della Verità, sommo Testo a cui nessun individuo, come la più alta carica della Chiesa può osare contrapporsi, com’è allora possibile che i Cattolici e la relativa Chiesa possano darvi libera interpretazione? I passi parlano chiari, celarsi dietro “l’interpretazio ne” è una motivazione che non regge. Non seguire questi precetti, ripeto, ben descritti e che non lasciano spazio a libere interpretazioni, non equivale forse a scagliarsi contro la volontà di Dio, disobbedendo?
    – se mi dice che questi precetti non vanno seguiti, per motivazioni varie ed eventuali (come perché vecchi ed appartenenti a culture antiche), chi è che ha deciso quali conservare e quali “abrogare” e soprattutto, con che qualifica l’ha fatto? E applicare queste “modifiche” non è un po’ come prevaricare la volontà dell’Onnipotent e?
    – non crede che se Dio avesse voluto che alcuni di questi precetti non fossero più applicati, avrebbe manifestato tale volontà apertamente, come fece al tempo attraverso i mezzi che ben conosciamo?
    – da un punto di vista puramente oggettivo, questi emendamenti, se non fossero stati emanati da un’entità superiore, ma da un uomo comune, non sarebbero stati forse tacciati di razzismo, violenza, lesione della libertà altrui, di sopruso e prevaricazione dell’individuo? Più uomini nel corso della storia hanno tentato di imporre i loro ideali lesivi della libertà della persona, e sappiamo bene la fine che han fatto?
    – in definitiva, sono un fermo sostenitore che la Parola di Dio Signore dev’essere accettata in ogni sua singola forma e parola, sia questo Antico o Nuovo Testamento o Vangelo, per esservi fedele ed evitare diatribe sulla base delle differenze interpretative. Perché se tali Scritture sono passibili di interpretazione, anch’io posso porvi la mia personale interpretazione in quanto quella “ufficiale” data dalla Chiesa Cattolica è stata frutto dell’intelletto umano, e non della volontà Divina, indi per cui io, in veste di umano pensante, ho, a queste condizioni, pieno diritto di interpretarla, oppure no?

    Certo che saprà darmi esaustive spiegazioni in merito, attendo una sua pronta e dettagliata riposta.

    Cordialmente,
    Simone.

    Rispondi
  2. Dario

    Ahem.. dotta citazione un corno, sono anni che gira quella lettera, l’ha solo modificata a puntino per fare il saccente.. lo dico perché se avesse letto DAVVERO la Bibbia, di “dotte” citazioni ne avrebbe trovate MOLTE di più, ed è quello che sto per fare tentando di tradurre la Skeptic’s Annotated Bible..

    Per la lettera:
    http://tangredi.blogspot.com/2011/05/radio-maria-definisce-lomosessualita-un.html

    Per la Skeptic’s, la trovate semplicemente googlando.. 😉

    Per la risposta a Carletto, io gli avrei semplicemente ricordato un altro sito cattofesso..
    http://www.albatrus.org/italian/teologia/la_legge/un_iota_%20o_apice.htm

    E siccome vedo che siete molto esperti di Giurisprudenza e di deontologia, posso entrare a far parte del vostro forum??

    Potrei essere comunque utile, anche nella mia infinita ignoranza..

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Dario, sia in questo che nell’altro tuo messaggio hai chiesto lumi sulla registrazione.

      Per accedere ai forum occorre essere utenti registrati di Pontilex (cioè aver completato la procedura di registrazione attraverso il nostro motore WordPress). Questa procedura dovrebbe provvedere ad inviarti una mail contenente la password per collegarti. Ora verifico le mail inviate negli ultimi giorni e vado a cercare quella relativa alla tua registrazione (sono abbastanza sicuro di averla vista). Tu comunque scrivi con fiducia a webmaster [at] pontilex [dot] org e vedrai che risolveremo ogni problema. 😀

      Rispondi

Rispondi