Ricapitoliamo la situazione.

Mentre sto elaborando, diabolicamente, la mia ideina ina ina che Pao mi ha fatto venire, ricapitolo la situazione. Bruno Volpe, se ritiene, può smentire o confermare o integrare quando vuole, ma fino a quando non si degnerà di intervenire la situazione è questa:

(1) Bruno Volpe, pur avendo presumibilmente letto gli articoli che lo riguardano usando Google Alert, e pur sollecitato diverse volte, nonostante abbia promesso di dare spiegazioni sulla sua assenza forzata, non ha mai risposto alla domanda se l’equazione B.V. residente a Murat e Bruno Volpe residente a Murat fosse esatta. Né ha mai spiegato alcunché.

(2) Bruno Volpe, come chiunque, dovrebbe avere tutto l’interesse a smentire il fatto di essere uno stalker. La totale assenza di informazioni in merito, può solo dare adito ad una serie di fantasie, alcune delle quali potrebbero essere giuste, altre arbitrarie. Nel dubbio evitiamo ogni commento. Ma ci si chiede perché non smentisca alcunché.

(3) Bruno Volpe dice di voler denunciare Pier91 per delle battute scherzose, ma non porta, né spontaneamente né dietro richiesta, alcuna prova di averlo fatto. Siamo tutti in trepida attesa, Brunello!!

(4) Per contro, pur essendo a sua detta facilmente rintracciabile, non si scompone dinanzi ad una bestemmia sul suo sito, del quale ricordiamo ha la responsabilità anche penale: se qualcuno avesse nel frattempo denunciato penalmente, l’autore della bestemmia, anche Volpe avrebbe bei problemi in quanto direttore responsabile, agendo a sua parziale discolpa l’averla rimossa a breve termine (un’oretta).

(5) Rischio abbastanza elevato, quello corso, peraltro giustificato in modo risibile.

(6) Bruno Volpe non risulta essere un prelato né un teologo. Dà lezioni sul Magistero, quindi, senza averne titoli. Vi fidereste di uno che dà consigli medici, ma in realtà fa l’imbianchino? Magari vi fate attintare una stanza, ma non curare. Non risultano sue pubblicazioni religiose al di fuori degli articoli pubblicati su Pontifex. È stato cacciato dalla sala stampa vaticana, ma delle sue ragioni, ovviamente non porta alcuna prova.

(7) Con fare minatorio, nello stesso post in cui conferma di essere stato mandato via dalla sala stampa vaticana, sostiene di aver capito chi sarebbe l’anonimo utente che ha osato domandare chiarimenti. In realtà non ha capito un kaiser e viene sbugiardato subito subito.

(8) Nell’album in continua evoluzione, Ama il prossimo tuo secondo Pontifex Roma, è di palmare evidenza la profonda antipatia nutrita verso alcune categorie di persone. Senza contare gli insulti verso chi semplicemente lo critica.

(9) Bruno Volpe odia il confronto, e cerca, vanamente quanto con metodi assolutamente ridicoli, di non farmi accedere al suo blog. Unico caso al mondo di giornalista che non vuole essere letto. Sintomo, a mio modesto avviso, di profonda insicurezza personale.

Per questi motivi, tutti validamente dimostrati, ma ribadisco sempre soggetti a dialogo e ad integrazione se Bruno Volpe si degnasse di rispondere e di interagire in modo serio e credibile, posso, allo stato attuale della situazione, affermare che:

( a ) Bruno Volpe, residente nel quartiere Murat a Bari, viene meno a ben due regole fondamentali del cattolicesimo: ama il prossimo tuo come te stesso e non giudicare se non vuoi essere giudicato.

( b ) Bruno Volpe è poco credibile quando scrive, ancorché sia un giornalista pubblicista da 25-30 (o millemila) anni. Le sue affermazioni quasi mai sono comprovate da fonti. Si fanno vaghi riferimenti, ma mai una citazione seria che un giornalista di esperienza infinitesimamente inferiore alla sua saprebbe fare mille volte meglio.

( c ) Incappa in uno dei peccati capitali: la superbia, in quanto ritiene di essere in grado di riportare la parola di Dio senza averne titolo e venendo peraltro più volte smentito.

Sarò felice di dar conto di tutte le risposte di Bruno Volpe, che non siano squallide offese a me o a questo rispettabile blog, men che meno accetterò ridicole giustificazioni. Anche perché a Klaus Davi ha risposto (addirittura la clip è divisa in prima parte, seconda parte e terza parte): e grazie lo chiama importantissimo giornalistaopinion leader … BAH, sarà per quello?

6 pensieri su “Ricapitoliamo la situazione.

  1. Faunita

    Certo che il perdurante silenzio del Brunello (non di Montalcino), peraltro sempre così loquace non fa ben sperare…. insomma, a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. O forse siam noi che ci sbagliamo e la 26enne vittima altro non è che una perfida tentatrice cui qualcuno cercava di insegnare la virtù della modestia? Ah ah ah….

    Colgo l’occasione per segnalarti il succoso articolo con intervista al super-esorcista che, dopo aver proclamato che Halloween fa schifo (e gli yogurt scaduti, caro Don, ancora di più!) punta il dito contro le madri lavoratrici, nuovi agenti al servizio di Satanasso e causa della depravazione dei figli…. purtroppo non ha riportato qualche brano di esorcismi in cui Saty (vezzeggiativo di Satanasso) elogiava le sue agenti donne, le quali, peraltro, tra lavoro, figli, marito, casa, suoceri e pareni anziani da curare fanno evidentissimi miracoli ogni giorno ed ora si scopre che in realtà è tutta magia nera.

    Complimenti per il sito, è la mia piccola dose di ridarella quotidiana.
    Un saluto diabolico condito dall’offerta (virtuale) di un cheesecake esoterico-massonico-filogay-materialista al cioccolato ateo.
    F.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Bentrovato/a, Faunita. E scusa per la tarda approvazione del tuo commento… Anche gli admin migliori dormono ogni tanto. A maggior ragione allora io, che sono un admin mediocre. 😆
      Interessante il tuo blog, consiglio a tutti di sbirciare le pagine del tuo neonato sito… 😀

      http://foudetude.wordpress.com/

      Rispondi
      1. SandroSandro Autore articolo

        Admin non buttarti giù, dai … che poi ci tocca venirti a riprendere 😀 Benvenuta Faunita, mille grazie per essere tra noi e per i complimenti. La cheesake la apprezzo molto, ricambio con un caffè modernista, umanista, protestante ecumenico e new age.

        In bocca al lupo per il tuo sito neonato – ah ricordo ancora quando ho cominciato io … 🙂 starò diventando vecchietto? – del quale ho letto gli ultimi due post (e mi piace): prometto che ritornerò. 🙂

        Rispondi
  2. Faunita

    Diciamo che se mangi uno yogurt “deceduto” da 2 settimane poi ti tocca passare tre o quattro ore ehm coff coff “assiso sul trono” in preda a pensieri così poco caritatevolmente cristiani che c’è da vergognarsi anche solo a porvi mente…

    Ora che ci penso, né la Bibbia né il catechismo menzionano gli yogurt che pure mi piacciono molto: quasi quasi scrivo a BV (magari accludendo una mia foto in bikini, tanto son scarsa di tette e presumo di non tentarlo!!!!) e gli domando se è cattolicamente corretto assumere un cibo che, oltre a non comparire nei sacri testi, è pubblicizzato con le réclame più oscene (do you remember Fate l’amore con il sapore??? Cavoli, senza manco ricordare che l’amore, col sapore o col geometra, lo si fa solo dopo sposati e in posizione missionaria, 5 minuti dai preliminari al bidet!!!) …

    Mi unisco a tutti voi brindando con uno yogurt ancora in corso di validità e orrendamente colmo di blasfemia, tracce di lucidalabbra e materialismo!!! 😀

    Rispondi

Rispondi