Facciamo il punto: scrittura ebraica e farneticazioni Affussiane

Sono abbastanza stufa di aspettare alcun tipo di intervento intelligente da parte di quell’idiota di Affus. Idiota, ignorante e farneticante.

Dopo l’ennesima oscenità pubblicata su Pontifex e già egregiamente commentata da FSMosconi, ho dedicato un paio di giorni alle ricerche bibliografiche per fare finalmente il punto su scrittura ebraica, scrittura egizia, Bibbia, Mosè e amichetti vari.

COSA AFFERMA AFFUS

1) “[La Genesi] è stato certamente Mosè [a scriverla] a cui Dio ordinò espressamente di scricere [la Genesi] come risulta nel libro dell’Esodo.”

2) “Sappiamo con certezza oggi che l’ebraico ha usato l’alfabeto ieratico che era la lingua dell’èlite sacerdotale alla corte dei Faraoni d’Egitto.”

3) “Questo alfabeto rivoluzionario [lo ieratico, intende] rispetto alla scrittura pittorica (…)”

4) “(…) dei geroglifici, usati per il popolo (…)”

5) “(…) legava a un segno un suono gutturale della voce e permetteva una velocità di comunicazione ed espressione praticamente infinita.”

6) “Con i segni dello ieratico, le sue lettere, Mosè legò i suoni labiali e gutturali della lingua ebraica dei semiti a questi segni.”

Allora: il punto 1) dimostra che Affus la Bibbia non l’ha mai letta; i punti 2), 3), 4) dimostrano che Affus non solo non sa NIENTE di storia, ma non sa niente di lingue antiche; i punti 5) e 6) dimostrano che Affus non sa nemmeno cosa sia una lingua.

Andiamo con ordine.

1) SCRITTURA DELLA GENESI: COSA DICE LA BIBBIA

Non si può parlare di Genesi & co senza avere sotto mano una Bibbia, quindi mi sono presa la briga di controllare l’affermazione di Affus secondo cui Dio in persona ordinò a Mosè di scrivere la Genesi, come, sempre per Affus, è riportato pari passo nell’Esodo.

Purtroppo per Affus nell’Esodo, come nemmeno nel Levitico, nei Numeri e nel Deutoeronomio, non esiste alcun ordine divino al riguardo. Dio non ordinò MAI a Mosè di mettere per iscritto la Genesi. Dio ordina spesso a Mosè di “parlare” al popolo di Israele, di “riferire” al popolo di Istraele, di “comunicare” al popolo di Israele (Es. 4,10; 19,25; 20,22, per fare solo alcuni esempi), ma MAI di scriverne la storia. Dio ordina a Mosè di “scrivere” solo il dialogo appena intercorso sul monte, per far sì che Israele non dimentichi tutte le innumerevoli leggi dategli (Es. 24,4). Tale libro prende il nome di “Libro dell’Alleanza” (Es. 24,7) e, come dice il nome, tratta SOLO dell’alleanza appena stipulata sul monte Siani tra Dio e Mosè. Dio poi si incarica personalmente di scrivere il decalogo sulle tavole (Es. 24,12; 31,18; 32,15-16; 34,1; 34,28): proprio perchè scritte di suo pugno le Tavole dovranno essere riposte nell’Arca, perchè sprigioneranno la Sua potenza, intollerabile per gli esseri umani.

Ad attribuire a Mosè la Genesi è solo la tradizione ebraica che si sviluppa dopo il VIII a.C., sotto il regno di Ezechia, quando Israele visse per la prima volta il fenomeno dell’urbanizzazione e dello sviluppo della scrittura come forma comune di trasmissione delle tradizioni, fino ad allora affidate solo alla tradizione orale.

Il primo nucleo della Bibbia fu il cosiddetto Libro di Yashar, una raccolta di antichi canti (come il Cantico del Mare, Es. 15,1-21), attorno a cui si sviluppò il resto delle narrazioni pentateuche.

La stesura della Genesi, come del resto di tutto il Pentateuco (che finisce DOPO la morte di Mosè: come abbia potuto, per Affus, scrivere di eventi successivi alla propria morte lo sa solo quell’idiota), è databile quindi al VIII a.C., sotto il regno di Ezechia, quindi 5 secoli dopo la morte di Mosè (storicamente vissuto attorno al 1250 a.C.).

5) e 6) LE CONSONANTI: QUESTE SCONOSCIUTE (con anche le vocali)

Quando si parla di “lingua” e di “scrittura” si parla, ovviamente, di “alfabeto“, vale a dire il sistema grafico per rappresentare i singoli suoni che compongono tale lingua. Vi saranno quindi segni grafici per le consonanti, siano essere gutturali (k, g, x), labiali (p, b, f) o dentali (t, d, z) (di cui Affus non conosce evidentemente l’esistenza… lui quando parla usa soltanto le gutturali e le labiali!).

Benchè Affus scriva che gli unici suoni che gli egiziani emettevano fossero “gutturali”, è abbastanza facile dimostrare che conoscevano benissimo i fonemi “f” o “t”, come anche le vocali… Se per esempio scrivo “nefer.t nb.t n per” sto dicendo “la bella padrona di casa”. Se invece scrivo “neferu nbu n per” sto dicendo “i bei padroni di casa”.

Lo stesso vale per l’ebraico, che per Affus, invece, ha solo suoni labiali e gutturali, ma NON dentali (basta vedere l’immagine in alto, che riporta tutte e 22 le lettere ebraiche).

2), 3) e 4) LE LINGUE ANTICHE

Veniamo, infine, al nocciolo duro della questione, vale a dire l’ignoranza più che totale di Affus verso quello che è ebraico, geroglifico e ieratico.

Innanzi tutto, partiamo dalla scrittura egizia.

Questa conobbe quattro fasi: pittografica (precedente al IV millennio a.C.), geroglifica (3200-400 a.C.), ieratica (2600 a.C. – 400 d.C.) e demotica (600 a.C. – 400 d.C.), per concludersi con la sostituzione del demotico col sistema grafico del copto (dopo il 50 a.C.), che prendeva le lettere dal sistema greco.

La fase pittografica consiste nel disegnare le “cose”, animate o no, nel loro reale aspetto. Se disegnavo un falco, intendevo “falco”; se disegnavo una spiga di grano, intendevo “spiga di grano”.

Con il geroglifico la questione si complica: i disegni, commutati dal sistema pittografico, assumono due diversi significati. Il primo è quello pittografico, come nella fase precedente; il secondo è quello fonetico. Vale a dire che in questa fase se disegnavo un cuore con la trachea [l’immagine qui accanto] potevo intendere o il “cuore”, come parte anatomica, o il suono “nefer”, che significa “bello”.

Lo ieratico [qui a destra] è un sistema di scrittura che semplifica l’aspetto dei geroglifici, ma non il loro doppio significato. Affus afferma, come un idiota, che lo ieratico era un sistema alfabetico, a cui ad ogni simbolo corrispondeva solo un fonema (una pronuncia)… errore grave e da idiota.

Sia il sistema dei geroglifici che quello dello ieratico erano così complessi che erano riservati alle classi sociali più alte e agli scriba, a differenza di quello che crede Affus, che afferma i geroglifici “erano usati per il popolo”.

Il demotico, infine, è una semplificazione estrema della grafia dello ieratico, ma mantiene, ancora, la doppia valenza (pittografica e fonetica).

Per quanto riguarda, invece, la scrittura ebraica, possiamo dire che si sviluppa in contemporanea alla nascita dei primi sistemi grafici in Medio Oriente nel 2500 a.C., ma assume l’aspetto che conosciamo oggi solo dopo il I secolo d.C. Prima di allora gli ebrei avevano commutato i segni grafici dalle culture a loro vicine: Abramo, probabilmente, conosceva il cuneiforme, scrittura sumera, tanto che quando gli Ebrei si stanziarono a Canaan, dopo la “liberazione dall’Egitto”, vi introdussero proprio due sistemi di scrittura a quella legati: l’Ugarit e il più comune Byblos, semplificazione del cuneiforme. Questo significa che se proprio dobbiamo attribuire a Mosè la scrittura del Pentateuco, dobbiamo immaginarlo scritto in CUNEIFORME, non in ieratico!

La scrittura invece che conosciamo oggi come ebraico è nata tra il VII e il VI a.C. e deve la sua grafia all’aramaico, derivato dal fenicio. L’aramaico era anche la lingua parlata comunemente in quei secoli in Israele, tanto che i più antichi documenti biblici sono scritti proprio in questa lingua.

Detto questo, spero di aver portato un po’ di chiarezza nelle stronzate scritte da quell’idiota inutile di Affus. Se vuole replicare, in maniera INTELLIGENTE, è il benvenuto.

60 pensieri su “Facciamo il punto: scrittura ebraica e farneticazioni Affussiane

  1. FSMosconiFSMosconi

    Semplifichiamo per il non-troppo-caro-Affus:
    Egizio dei primordi: logogramma, cioè solo concetti disegnati
    Egizio medio: come il Cinese. E spero che almeno questo lo capisca… :roll:
    Ieratico: come la forma semplificata del cinese tradizionale. Secondo me questo lo capisce ancor meno “Ma perché i cinesi hanno due sistemi di scrittua?!”
    Ebraico: non c’entra un’acca (o un He?) con quanto sopra in quanto imparentato col Fenicio dal punto di vista alfabetico.

    Rispondi
    1. Ale CrAle Cr Autore articolo

      L’egizio classico è paragonabile più col giapponese che con il cinese, per la combinazione di ideogrammi e fonemi (katakana e hiragana)… ma lo dico solo perchè son di parte ;) (studio giapponese hehe)

      Rispondi
  2. FSMosconiFSMosconi

    Emh, perdono o Purpureo Admin, ma ho un commento in moderazione e non so perché. Forse perché ho scritto per forza di cose 4Ffuz (mi si perdoni questa scrittura bimbominkiese… :| ). Potresti fare un colpo d’ala? ;)

    Rispondi
  3. paopao

    Intervento stupendo, Ale!
    Peccato solo che quell´idiota (nel senso di privato) ignorante (nel senso che ignora) di Affus continuerá ad imperversare a sproposito sul blog dei pontifeSSi con i suoi deliri, come ai bei tempi di Volpastren e Carlo il Cuscio, senza aver imparato nulla…):D

    Rispondi
  4. Ale CrAle Cr Autore articolo

    L’idiota di Affus ha risposto sul sito Pontifesso in un commento al mio articolo, come anche a quello di FSM (http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/laici/8874-mose-e-i-racconti-della-creazione#comments).

    Ovviamente non ha capito un beneamato cavolo di quello scritto (probabilmente ho usato parole troppo difficili, per un idiota come lui).
    1) Continua ad affermare che lo ieratico è un alfabeto;
    2)non conosce la differenza tra fenicio e cuneiforme;
    3)fa riferimenti biblici da imbecille (per dimostrare che Mosè scriveva le sue gesta in un libro cita “Gen. 17,14” senza riportare la frase… ebbene, Gen 17,14 dice: “Il maschio non circonciso, di cui cioè non sarà stata circoncisa la carne del membro, sia eliminato dal suo popolo: ha violato la mia alleanza».”. Evidenetemente NON ha MAI letto la Bibbia e si aspetta che gli altri facciano lo stesso!
    La frase invece che cita, “Dio disse a Mosè :scrivi questo per ricordo nel libro e mettilo negli orecchi di Giosuè ” proviente da Esodo 17,14 (mi sorge il dubbio che Affus nemmeno sappia che Esodo e Genesi siano due libri diversi!), ma ovviamente la estrapola dal contesto per dimostrare le sue farneticazini: Dio non ordina a Mosè di scrivere in un libro “le proprie gesta”, come dice Affus, ma di scrivere di una singola battaglia… e, nonostante tutto, questo dimostrerebbe che Mosè fu l’autore di alcuni passi di Esodo, non della Genesi, libro che non ha mai avuto alcun contatto con Mosè o alcuno scriba.

    Insomma, Affus si dimostra di nuovo Affus: ignorante e idiota.

    Rispondi
    1. diegopig

      Insomma, Affus si dimostra di nuovo Affus: ignorante e idiota.

      Un IDiot, come vengono simpaticamente indicati i sostenitori del creazionismo/intelligent design.

      Rispondi
    2. Rosy

      bene , riferirò, non si agiti, però .
      ma , se lei conosce cosi bene il pentateuco, come mai aveva saltato proprio quella citazione di Es.17,14 ? La pagano per ignorare la bibbia ? Ne ha citati tanti di passi dell ‘Esodo nel suo articolo , guarda caso quell è saltato !!! Lei solo sa il perchè !!!!

      Rispondi
    3. Rosy

      Lei può dire tutti gli insulti che vuole , tanto l’italiano non esite perchè deriva dal toscano e dal siciliano , quindi lei sta parlando al vento e dice cose campate in aria ,ammennicoli .
      Chi ha mai detto che i geroglifici erano la lingua del popolo ? Impari a capire l’italiano quando una persona parla !!! si è detto invece che la scrittura sacerdotale dei geroglifici la usavano nelle manisfestazioni ufficiali di regime , sulle tombe , sulle lapidi, sui templi dove accedeva pure il popolo …..quindi PEr il popolo !!!!! La cosa è ben diversa . Mosè (e abbiamo finalmente capito che scriveva !!! ) se ha studiato alla corte imperiale e ha vissuto in egitto come faceva a conoscere il fenicio ? A meno che con qualche variante i sacerdoti non avessero importato dalla palestina alcuni elementi formando il ieratico . E’ anche probabile che buona parte della corte egiziana ai tempi di Mosè fosse già infestata da saggi amministratori ebrei poichè Giuseppe aveva gia provveduto a sguizzanzare i suoi parenti dappeprtutto. Non è una novità ; è avvanuto a Roma , è avvenuto ad Assur,è avvenuto in Babilonia (avviene a Whashinton oggi ..) dove i migliori amministratori erano ebrei e quindi in grado di influenzare culturalmente le sciocche teogonie come fece Daniele con Nabucodonosor …..

      Rispondi
      1. adminadmin

        Non sono un esperto di geroglifici. Ma affermare che una cosa incomprensibile per il popolo viene usata “per il popolo” mi puzza di ossimoro. Sarò vessato e prevenuto ;-)

        Rispondi
  5. Uffa

    Tra l’altro basta una banalissima e semplicissima infarinatura di greco per capire, anzi intuire, che ‘demotico’ contiene la parola ‘demos’, cioè “del popolo” e ‘ieratico’ contiene la parola ‘hieros’, “sacro”, esattamente come ‘geroglifico’ (da Wikipedia: ‘hieroglyphikós’, “scrittura sacra incisa” ). Quindi le scritture ieratiche e geroglifiche NON erano riservate al popolo, tutt’altro! Razza di caprone ignorante che non è altro! :/

    Rispondi
  6. overboostoverboost

    “Sia il sistema dei geroglifici che quello dello ieratico erano così complessi che erano riservati alle classi sociali più alte e agli scriba…”
    Da piccolo ero appassionato di civiltà egizia (anche adesso!XD)… mi è sembrato strano che la scrittura geroglifica fosse usata dal popolo O.o ricordavo bene allora…;)

    Ho visitato il tuo blog ieri: stupendo! i dinosauri… ramses II… che risate!;)

    Rispondi
        1. Ale Cr

          No… direi che è caduto un po’ in disuso dopo il 2009, quando msn ha obbligato i blogger a migrare su wordpress… C’è poi da dire che dal 2010 ho iniziato a scrivere per una rivista come storica delle religioni, quindi i miei “post” dal blog si sono trasferiti sulla carta nel mondo reale! ^__^

          Rispondi
          1. adminadmin

            Vallo a spiegare a quel frustrato di Muffas (i cui “pensieri” vengono pubblicati dai nostri cari amici Pontifessi) che i tuoi articoli finiscono (pagati poco, ma pagati) su una rivista cartacea distribuita in tutta Italia… ;-)

          2. Ale CrAle Cr Autore articolo

            A dire il vero NON mi pagano proprio.

            Peccato che ora Affus non risponda più alle mie domande adducendo il fatto che sono pagata per mentire…

  7. Gianluigi Loi

    cara AleCr il tuo articolo è pieno di errori logici.
    ne cito solo due
    dici
    “La stesura della Genesi, come del resto di tutto il Pentateuco (che finisce DOPO la morte di Mosè: come abbia potuto, per Affus, scrivere di eventi successivi alla propria morte lo sa solo quell’idiota)”
    sbagliato, ovviamente gliel’ ha suggerita Dio, che aveva una pallida idea di come sarebbe andato il tutto
    dici
    “Questo significa che se proprio dobbiamo attribuire a Mosè la scrittura del Pentateuco, dobbiamo immaginarlo scritto in CUNEIFORME, non in ieratico”
    sbagliato la scrittura di Mosè prendeva forma da chi la leggeva. SE a leggerla fosse stato un egiziano l’avrebbe letta in ieratico, se fosse stato un ebreo in cuneiforme. Se fosse stato un italiano in italiano

    Rispondi
    1. Ale CrAle Cr Autore articolo

      …ma visto che l’italiano non esiste (a detta di Affus), se un italiano l’avesse letto avrebbe visto solo un book fotografico di Affus in perizoma leopardato!

      ;)

      Rispondi
  8. Rosy

    Scusate come si potrebbe fare,chiedo un consiglio.
    Il mio fidanzato dice molte cazzate dalla mattina alle sera di questo genere ( proprio come AleCr!) come si potrebbe fare per avere soldi ? Che se lo pagassero a quest’ora sarebbe straricco e ci potevamo sposare . Avete qualche consiglio da darmi ?

    Rispondi
    1. Ale CrAle Cr Autore articolo

      Ecco qui su cosa potreste lavorare!

      “Aspetto ancora la dissertazione di quell’idiota di Affus sul termine “ruminare”, visto che andava in giro a dire di leggere la Bibbia nella versione dei LXX!!! Patetici! Oppure aspetto le prove che dimostrino che la Genesi dimostra che l’uomo è nato nel 6000 a.C.! Scommetto che quell’idiota ha copiato i conteggi dai siti dei TdG e degli Evangelici! Oppure aspetto una dissertazione sul fatto che i geroglifici erano “per il popolo” mentre lo ieratico fosse un “alfabeto” (idiota!!!) riservato ai sacerdoti (ignorante!!!).

      Dai dai dai: dimostraci che il tuo fidanzato non è questo piccolo e patetico omuncolo che si mostra a noi ogni volta che arranca su una tastiera!”

      Rispondi
      1. paopao

        oppsalá, tipica usanza pontifeSSa quella di “travestirsi” con nicks femminili per commentare qui…lo faceva anche il cuscio Calim..ehm Carletto!
        E poi parlano dell´”invidia del pene”..tzé! ):/

        Rispondi
        1. Rosy

          Il mio fidanzato mi ripete sempre una frase biblica, dice che sta nella bibbia , mi sapreste dire dove ?
          Ecco la frase : ” amara come la morte è la donna , la quale è tutta lacci ,una rete il suo cuore, catene le sue braccia !!

          e poi : un uomo su mille l’ho trovato ma una donna su mille non lho trovata .
          grazie

          Rispondi
          1. adminadmin

            Rosy, scusami. Chiedilo al tuo fidanzato se ti interessa tanto… :D
            Se invece si tratta di un giochino, beh fai ridere i polli ;-)

          2. Oscar Wilde

            Il tuo fidanzato ti dice che tu sei amara come la morte?
            Non preoccuparti della bibbia, preoccupati di trovare un altro fidanzato, magari meno cafone del tuo!
            CI sa proprio fare con le donne non c’è che dire! :D

          3. paopao

            Se ho ben capito i due non si sopportano.
            Lei dice che il fidanzato dice cazzate da mattina a sera…lui dice che lei é amara come la morte…
            due cozze masochiste insomma…):D

          4. Ale Cr

            Io gli rispondere: “Ma chi si lascia ingannare non solo dalle sensazioni bensì anche nel giudizio, e in modo anormale e sempre, questi sì alla fine sarà considerato ai limiti della demenza, come chi, udendo ragliare un asino, pensa di udire mirabili concerti (…)”!!!

            +Erasmo da Rotterdam, Elogio della Follia, cap. 38

    2. adminadmin

      Evidentemente le caxxate che scrive Muffas interessano solo a qualche altro svitato come lui.
      Comunque Ale Cr ha chiarito che NON è pagata per gli articoli che scrive. Anche se le rimane la soddisfazione di sapere che le sue parole interessano a chissà quante persone sparse per tutta Italia… Già, anche il sito Pontifesso viene letto da tutto il mondo… Però chissà perchè scrivere su un giornale ha ancora un fascino diverso rispetto allo scrivere su una testata online discutibile (e discussa) come quella degli amici Pontifessi. :D

      Rispondi
      1. Ale CrAle Cr Autore articolo

        Almeno le lettere che ho ricevuto dai “miei” lettori, anche di critica, sono sempre state scritte da persone intelligenti e realmente competenti… non critico chi mi corregge laddove sbaglio, ma solo chi pretende di farlo dall’alto del suo nulla intellettuale.

        Rispondi
        1. adminadmin

          Immagino abbia ricevuto molti più “commenti” (sotto forma di lettere scritte dai tuoi lettori) che non le boiate pazzesche pubblicate da Muffas sul sito Pontifesso… ;-)
          (e come per magia, pioveranno commenti come in un diluvio biblico) :lol:

          Rispondi
  9. Rosy

    Isaia 36
    1 Nell’anno decimoquarto del re Ezechia, Sennàcherib re di Assiria assalì e si impadronì di tutte le fortezze di Giuda. 2 Il re di Assiria mandò poi da Lachis a Gerusalemme contro il re Ezechia il gran coppiere con un grande esercito. Egli fece sosta presso il canale della piscina superiore, sulla strada del campo del lavandaio.
    3 Gli andarono incontro Eliakìm figlio di Chelkìa, il maggiordomo, Sebnà lo scrivano e Ioach figlio di Asaf, l’archivista. 4 Il gran coppiere disse loro: «Riferite a Ezechia: Così dice il grande re, il re di Assiria:
    Che significa questa sicurezza che dimostri? 5 Pensi forse che la semplice parola possa sostituire il consiglio e la forza nella guerra? Ora, in chi confidi tu, che ti ribelli contro di me? 6 Ecco, tu confidi nell’Egitto, in questo sostegno di canna spezzata che penetra la mano e la fora a chi vi si appoggia; tale è il faraone re d’Egitto per chiunque confida in lui. 7 Se mi dite: Noi confidiamo nel Signore nostro Dio, non è forse lo stesso a cui Ezechia distrusse le alture e gli altari, ordinando alla gente di Giuda e di Gerusalemme: Vi prostrerete solo davanti a questo altare? 8 Or bene, fa’ una scommessa con il mio signore, il re di Assiria; io ti darò duemila cavalli, se puoi procurarti cavalieri per essi. 9 Come potresti far indietreggiare uno solo dei più piccoli sudditi del mio signore? Eppure tu confidi nell’Egitto per i carri e i cavalieri! 10 Ora, è forse contro il volere del Signore che io mi sono mosso contro questo paese per distruggerlo? Il Signore mi ha detto: Muovi contro questo paese e distruggilo».
    11 Eliakìm, Sebnà e Ioach risposero al gran coppiere: «Parla ai tuoi servi in aramaico, poiché noi lo comprendiamo; non parlare in ebraico alla portata degli orecchi del popolo che è sulle mura». 12 Il gran coppiere replicò: «Forse sono stato mandato al tuo signore e a te dal mio signore per dire tali parole o non piuttosto agli uomini che stanno sulle mura, i quali presto saranno ridotti a mangiare i loro escrementi e a bere la loro urina con voi?».
    13 Il gran coppiere allora si alzò e gridò in ebraico: «Udite le parole del gran re, del re di Assiria

    Rispondi
  10. Rosy

    Che significa questa sicurezza che dimostri? 5 Pensi forse che la semplice parola possa sostituire il consiglio e la forza nella guerra? Ora, in chi confidi tu, che ti ribelli contro di me? 6 Ecco, tu confidi nell’Egitto, in questo sostegno di canna spezzata che penetra la mano e la fora a chi vi si appoggia; tale è il faraone re d’Egitto per chiunque confida in lui. 7 Se mi dite: Noi confidiamo nel Signore nostro Dio, non è forse lo stesso a cui Ezechia distrusse le alture e gli altari, ordinando alla gente di Giuda e di Gerusalemme: Vi prostrerete solo davanti a questo altare? 8 Or bene, fa’ una scommessa con il mio signore, il re di Assiria; io ti darò duemila cavalli, se puoi procurarti cavalieri per essi. 9 Come potresti far indietreggiare uno solo dei più piccoli sudditi del mio signore? Eppure tu confidi nell’Egitto per i carri e i cavalieri! 10 Ora, è forse contro il volere del Signore che io mi sono mosso contro questo paese per distruggerlo? Il Signore mi ha detto: Muovi contro questo paese e distruggilo».
    11 Eliakìm, Sebnà e Ioach risposero al gran coppiere: «Parla ai tuoi servi in aramaico, poiché noi lo comprendiamo; non parlare in ebraico alla portata degli orecchi del popolo che è sulle mura». 12 Il gran coppiere replicò: «Forse sono stato mandato al tuo signore e a te dal mio signore per dire tali parole o non piuttosto agli uomini che stanno sulle mura, i quali presto saranno ridotti a mangiare i loro escrementi e a bere la loro urina con voi?».
    13 Il gran coppiere allora si alzò e gridò in ebraico: «Udite le parole del gran re, del re di Assiria

    Rispondi
    1. adminadmin

      Rosy a parte duplicare i post “alla pene di segugio” (esattamente come il tuo “fidanzato”), riesci a concludere qualche discorso? Hai chiesto se eravamo in grado di individuare da quale parte della Bibbia arrivavano due tue citazioni. Abbiamo indovinato? Abbiamo vinto qualcheccccosssa? :lol:

      Rispondi
    2. adminadmin

      Ah Rosy, fai i complimenti al tuo “fidanzato”… Lui è il commentatore più prolifico dell’intero sito Pontifesso. Fatta esclusione per un commento del caro Uras ed uno del mitico “lepanto”, tutti gli altri esigui commenti lasciati sulle pagine dell’esanime sito Pontifesso sono del tuo caro gladiatore virtuale (e gran coniglio reale). Che dire, se non “estigrandissimiquassi”? :lol:

      Rispondi
  11. Rosy

    Questo passo di Isaia dimostra che nel 7 secolo a.C. il popolo parlava ebraico a Gerusaleme e i capi parlavano e conoscevano l aramaico e lo comiscevano anche gli assiro-babilonesi .

    Rispondi
    1. adminadmin

      Certo, esattamente come leggendo IT si può dimostrare che i pagliacci sono tutti assassini… Rosy sei ridicola tanto quanto il tuo fidanzato. Anzi pure un pochino di più. :lol:

      Rispondi
    2. FSMosconiFSMosconi

      Il discorso ha qualche piccola incongruenza:
      1: qui si sta parlando di scrittura non di linguaggio parlato.
      2: che io sappia l’Aramaico, pur con qualche differenza, è (era) praticamente cugino dell’Ebraico Antico. Ora mi spieghi come facevano a non capirsi? Come se un ateniese non capisse un macedone…
      3: grazie tante che lo conoscevano anche gli Assiro-Babilonesi: come se un conquistatore non fosse costretto per forza di cosa a sapere come parlano i conquistati. E poi: che c’entra?
      4: La Bibbia non è, tranne per certi versi, un libro del tutto attendibile (vd. punto 2)…
      5: ribadisco. che c’entra tutto ciò?

      Rispondi
      1. Ale Cr

        Quell’idiota non sa la storia e la cronologia… è per questo che cita il settimo secolo a.C. mentre si stava parlando di ieratico e Mosè!

        Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.