Il fango che non apprezziamo. (updated)

UPDATE: dato che Brunello ha pubblicamente mostrato il contenuto di questo articolo, non troviamo ragione di mantenerne “riservato” il contenuto. D’ora in avanti è liberamente accessibile da tutti.

Noi Pontilessi siamo brutti, cattivi e pure sporchi. Ma se c’è una cosa che non apprezziamo è il fango gratuito. Così come non ci piace il fango che gettano gli amici Pontifessi sugli omosessuali, sugli ebrei, sui massoni, sui musulmani e su ogni altra creatura che non si incastra nel loro magistero pontifesso, allo stesso modo non ci piace il fango gratuito gettato sui nostri amici Pontifessi.

Qui nessuno odia Brunello o Carletto. Qui nessuno prova piacere nel gettare discredito sulle loro persone. Certo, quando il Maldestro infanga la sua stessa immagine, noi con gioia evidenziamo l’accaduto. Ma il fango gratuito non ci piace.

In passato abbiamo ricevuto informazioni da fonti la cui attendibilità abbiamo cercato di verificare nei limiti di quanto possibile ad un semplice cittadino. Una volta fatte le verifiche abbiamo condiviso le informazioni per il puro esercizio del diritto di cronaca (abbiamo raccontato quello che ci è successo). Ma quest’oggi è successo qualcosa di diverso.

Questa mattina abbiamo ricevuto una mail che proviene da Bari e che contiene, nelle intenzioni del mittente, informazioni “interessanti”. Purtroppo noi non le riteniamo interessanti. Vi mostro una immagine che vi consente di leggere il contenuto di questa comunicazione. Utilizzo una immagine proprio per impedire che il contenuto venga indicizzato dai motori di ricerca, per impedire che il contenuto della missiva “entri in circolo” nel capiente ventre di Internet. Non vogliamo dunque diventare il ventilatore che sparge lontano il fango sollevato da altri.

Ribadisco: le affermazioni contenute all’interno di questo messaggio sono prive di ogni fondamento. Si tratta delle affermazioni di una persona che non conosciamo. E che non fornisce prova alcuna circa l’attendibilità delle informazioni che ci trasmette. Pertanto il contenuto potrebbe tranquillamente essere un mix di affermazioni verificabili e vere, unite ad invenzioni e supposizioni infondate dell’autore della mail.

43 pensieri su “Il fango che non apprezziamo. (updated)

  1. S_RafS_Raffaele

    Faccio l’avvocato del diavolo, se non è vero perchè inventarselo? Ok sappiamo che ci sono interessi e malumori in quel di Bari, però perchè architettare tutto questo? Perchè inviarlo a noi?

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Eheheheh hai fatto la domanda giusta. Perchè inviarlo a noi? 😉
      Forse perchè sperava di stuzzicare la nostra morbosa curiosità… Ma noi non siamo morbosamente curiosi di conoscere il passato di Brunello. Ci siamo divertiti con Carletto perchè egli, a differenza di Brunello, ha lasciato impronte ovunque. Impronte che ci descrivono un CdP molto diverso (ortogonale) al CdP che vediamo scrivere sul sito Pontifesso. Qui nessuno si diverte a fare le pulci agli amici Pontifessi. Se c’è l’opportunità di evidenziare incoerenze, lo facciamo. Se c’è l’opportunità.

      Rispondi
        1. adminadmin Autore articolo

          La mail di partenza conferma che la provenienza del mail è dalle parti di Brunello… come ha immaginato Pao, si tratta di “affari di famiglia” con grande probabilità. 🙂

          Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Esattamente… noi diamo spazio a questa immagine solo per documentare quanto abbiamo ricevuto. Proprio perchè sembrano “affari di famiglia”.

      Rispondi
    2. Ale CrAle Cr

      Concordo… se la sbrighino loro… una mail simile, senza prove, è PALESEMENTE diffamatoria e penalmente rilevante… coinvolgerci in una cosa simile è scorretto, patetico e pericoloso.

      Rispondi
  2. Hiram Abif

    fermo restando che tutta questa roba non e’ dimostrata in nessun modo percio’ e’ probabilmente falsa (sapete quante chiacchiere si fanno su internet?)… tutto questo pero’ ci dimostra qualcosa che invece e’ interessante. il granitico muro pontifesso ha delle crepe evidenti.

    prima Carletto sostituito (personalmente penso che Volpe e Stanzione lo abbiano allontanato perche “non all’altezza”) adesso questo fango. credo proprio che dalle parti di pontifex ci sia una bella guerra civile per stabilire chi si deve assumere certe responsabilita’.

    secondo me e’ il segno che stanno alla canna del gas.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Molte delle teorie formulate in questa mail copiano le “confessioni” che ci aveva fatto il presuntamente zio di Brunello attorno alla fine del 2010. Si notano dettagli diversi, ma il concetto è lo stesso. Abbiamo apprezzato in passato gli sforzi del presuntamente zio che almeno si era degnato di mandarci un fax. Queste novità invece provengono da un indirizzo email che contiene l’anno corrente al suo interno. Roba “fresca”, recente, dunque. Troppo recente per non destare sospetti.

      Rispondi
    2. Gianluigi Loi

      concordo con la prudenza nel divulgare atti che potrebbero rientrare in una lotta in famiglia, oppure essere una trappola per l’admin … sono capaci di tutto …
      io mi sono fatto l’idea che qualche esposto sia andato a buon fine e per salvare il salvabile abbiano prima cercato di cancellare ogni prova di reato e in seguito sacrificato CDP, attribuendogli ogni responsabilità … stanzione non scrive da un eternità, Volpe è da un paio di giorni sereno e tranquillo … mi piacerebbe fosse un ripensamento su posizioni violente e pericolose, ma purtroppo credo che, fatta passare la tempesta si ripresenteranno più violenti di prima … tenere il loro sito ancora qualche giorno con questo livello di buonismo gli elimina tutti i potenziali visitatori

      Rispondi
      1. adminadmin Autore articolo

        Gianluigi credo tu abbia formulato ipotesi plausibili. Il messaggio contiene nomi che ho ovviamente censurato. Ma che dimostrano una grande conoscenza della vita privata di Brunello. Una conoscenza che non si spiega attraverso la semplice lettura dei giornali. E l’impressione è che il contenuto della mail provenga dalla stessa persona che in passato ci ha contattato per “passarci” notizie simili.

        Rispondi
        1. Gianluigi Loi

          magari affondano il colpo ora che Volpe è un pò indebolito … speriamo questo schifo ci conceda un periodo di tregua dalla volgarità e dalla violenza di quel sito

          Rispondi
  3. adminadmin Autore articolo

    Just for your information. Ho avvisato Brunello di questo articolo, sottolineando tutte le precauzioni che ho preso per tutelare la sua onorabilità ed impedire che il contenuto di questo mail possa essere preso per buono da un visitatore casuale di Pontilex.

    Rispondi
  4. FSMosconiFSMosconi

    Domanda fondamentale: ma perché costui invece di mandarla a Pontilex non l’ha mandata ad un magistrato o alla polizia postale (s’è vero)? Ci crede un surrogato della polizia di Stato/Guardia di Finanza? 😐

    Rispondi
  5. Davide

    Le cose scritte male non mi piacciono specie se descrivono affari strani e questa mail è scritta con i piedi.
    Non conosco i retroscena ed è chiaro che tutto questo permette di lavorare anche di fantasia: sarebbe il giusto contrapasso se dietro a tutto questo ci fosse una lobby gay comunista supportata da una massoneria atea e posseduta dal Demonio.

    Pontifex non è morto: è stato solo tolto da Google e da Bing, ma su Yahoo è ancora indicizzato. Carletto si è dato alla macchia e faccio solo qualche supposizione: uno tra i vari esposti ha prodotto qualcosa oppure in Vaticano qualcuno s’è svegliato oppure hanno capito che esiste una soglia minima di QI sotto la quale non è conveniente andare…oppure tutti i tre.
    Ma se domani ricomparisse Carletto con un “cucù”, rideremo di questo scherzo da prete.

    Rispondi
  6. Davide

    C’è un signore che si presenta con il nome di un altro signore ma scritto al contrario. Chi scrive al contrario di solito si ritiene posseduto da Satana. Il signore con il nome al contrario sa di trolletto sfigato che anela alla sodomia gratuita perchè non gli è rimasto altro nella vita che non una esperienza di vita dalle forti emozioni.
    Chi sarà signore che si presenta con il nome di un altro signore ma scritto al contrario?

    Rispondi
  7. Davide

    Comunque questa mail lancia la trama per un B-Book.
    Trama:
    “Un ristretto gruppo di fedeli cattaloci tradizionalisti non secolarizzati, per non lasciare spazio al Demonio su internet, creano un blog dai contenuti forti e mediocri. Sodomiti, massoni, atei, comunisti e Giovanni Paolo II sono i bersagli preferiti di questa frangia dell’ortodossia cattolica. Ma uno di loro nasconde un terribile segreto….
    Qualche tempo dopo un gruppo di burloni che dei contenuti di quel sito fanno ironia e sarcasmo, riceve un documento anonimo: lo scherzo non è più scherzo e ogni parola di troppo pesa come un macigno. E’ in gioco la sopravvivenza della Chiesa Cattolica.
    Il documento anonimo è la foto di uno scritto ingiallito tratto dalla libreria di un emerito vescovo di nome Babino: sono i conti correnti di rifugiati nazisti in Sud America che conservano una fortuna.
    Un secondo documento perviene all’admin tramite un sasso lanciato contro la sua finestra: nelle tenebre egli riesce solo a vedere la figura di un uomo che scende velocemente da un palo della luce di colore blu. Attaccato al sasso un foglio di carta con un messaggio scritto con ritagli di giornale: “Questo messaggio è pieno di refusi ma il giornale non mi consente le modifiche.! Sappia che la Giustizia fa il suo corso sempre!”.
    La pista del Sud America, il sasso, il sito: tutto porta in Puglia a un traffico di Ostie contraffatte tra un facoltoso avvocato e un gruppo di cardinali che vivono tra città del Messico e Gualajara.”
    Suspance, thriller, azione, sorpese….

    Rispondi
    1. Gianluigi Loi

      io me li immagino in una stanza buia che cercano di uscire dal casino che hanno creato … e a un certo punto a qualcuno viene la geniale idea: “diciamo a tutti che non siamo stati noi!!!” si geniale … brucia i documenti … denuncia tutti … cambiamo moderatore … scappiamo in messico … o in Thailandia

      Rispondi
  8. AlbertoBAlbertoB

    Premessa : a me quello che fa il Volpe non interessa minimamente , fosse anche lo scià di Persia in incognito me ne batterei altamente la ciolla.
    Però… cazzuola se fosse tutto vero cambierei opinione sul buon Volpe… qui viene dipinto il ritratto di un autentico avventuriero! Intrighi internazionali , truffe , denaro a palate , matrimoni combinati… spettacolare! 😀

    Rispondi
    1. paopao

      giux: se inseguono (inseguono? ) le querele dei gay…non hanno tempo per seguire le sue! uah uah uah ..eccolo il nostro Volpastren, non si smentisce mai!

      Rispondi
      1. Gianluigi Loi

        il nostro giornalista ci da un grande scoop … “le procure inseguono chi dice una parolina sui gay” … chissà a chi si riferisce …

        Rispondi
    2. adminadmin Autore articolo

      Eheheh non avendo inviato il msg originale a Brunello posso dedurre alcuni curiosi dettagli.. More on this later…

      Rispondi
  9. markino

    Ma non potrebbe essere stato proprio Brunello a mandare la mail falsa così da indurvi a scrivere un articolo contenente queste informazioni e poi citarvi per diffamazione?Conoscendo i soggetti non mi sembra poi così assurdo!

    Rispondi
  10. S_RafS_Raffaele

    ” Come al solito non querelo Pontilex, ma sporgerò querela contro ignoti per comprendere da dove sia partita la mail, avendo un preciso sospetto.”

    Bontà di Vs. Grazia Serenissima…direi…

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Beh è tranquillizzante… “come al solito”. 😉

      Anche noi abbiamo sospetti, visto che la mail arriva da Bari e contiene dettagli che Brunello, pur non leggendo il mail originale che ho ricevuto) ha ricostruito senza difficoltà… Curioso, indeed. Una conoscenza davvero profonda tra il mittente della mail ed il caro Brunello… 😉

      Rispondi

Rispondi