14 pensieri su “Richiesta di servizio

    1. giuxgiux

      ma come al solito se lo ha fatto lo ha fatto maldestramente… perchè fin dall’inizio poteva seguire le indicazione di google :
      Se i contenuti della pagina (i contenuti stessi, il titolo della pagina o altre informazioni) sono cambiati, le modifiche si rifletteranno nell’indice di Google alla successiva scansione del tuo sito e al successivo aggiornamento del nostro indice. Tuttavia, fino a quel momento, la cache di Google potrebbe includere ancora i contenuti originali e, di conseguenza, questi potrebbero essere ancora visualizzati nei risultati di ricerca. In tal caso, puoi chiedere che la versione della pagina memorizzata nella cache venga rimossa dai risultati di ricerca. In questo modo verrà rimosso anche lo snippet della pagina.


      Prima di utilizzare lo strumento per la rimozione degli URL, dovrai assicurarti che i contenuti della pagina siano stati aggiornati da te o dal proprietario del sito. In caso contrario, la tua richiesta di rimozione verrà respinta. Se desideri che la pagina non venga mai memorizzata nella cache e sei il webmaster, aggiungi un metatag noarchive alla sezione della pagina.

      Nota che nei risultati di ricerca potrebbero essere ancora visualizzati il titolo e l’URL della pagina fino alla successiva scansione del sito da parte di Google. Puoi conoscere la frequenza con cui Google esegue la scansione del tuo sito consultando la pagina Statistiche scansione di Strumenti per i Webmaster.

      Rispondi
  1. Sandro

    Tranquillo tranquillo, hai contribuito a farmi notare che sono spariti dai motori di ricerca (e che appare, invece, il mio blog in terza posizione). Son quelle cose che ti rendono la giornata più serena. 😀

    p.s. peraltro sono diversi giorni che non attaccano la “mafia gay” e CDP verrà sostituito per un lungo periodo (così leggo sulla loro pagina facebook). Spero non ci sia da preoccuparsi 🙂

    Rispondi
          1. diego

            peccato, avrei voluto leggere l’articolo contro la mafia gay promesso da CDP. Non è che percaso lo mandi qua?? anche un PDF va bene

  2. lovis

    Anche questa volta ci sarà la solita querela nella solita caserma dei carabinieri di Bari? . Certo che se Google li censura, vuol dire che Pontifesso.Roma rientra nella categoria di siti osceni, volgari, razzisti, niente male per per gli emeriti vescovoni che vi intervengono.

    Rispondi

Rispondi