Cristiani delinquenti in Pakistan violano la legge. Vengono giustamente incarcerati e dicono di essere perseguitati. Siamo alla pazzia. Fortunatamente in Pakistan non legalizzano né la blasfemia e né l’omicidio

PREMESSA: riscrittura dell’articolo di Carletto (http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/8243-gay-delinquenti-in-russia-violano-la-legge-vengono-giustamente-incarcerati-e-dicono-di-essere-perseguitati-siamo-alla-pazzia-fortunatamente-in-russia-non-legalizzano-ne-la-sodomia-e-ne-lomicidio ). Le parole in rosso sono le UNICHE che ho cambiato. Ho aggiunto due note a piè di pagina; ho tagliato la firma di Carletto e l’ultima riga (che rimandava a Repubblica). Per il resto, è tutta farina del suo sacco. Ovviamente non condivido nulla di quello scritto (nè nell’originale nè in questo), ma volevo manifestare il mio sdegno per quello scritto da Carletto sul suo sito.

(in foto Osama Bin Laden, che se si fosse dichiarato cattolico, sarebbe vittima del sistema)

Diversamente da altri ed incivili paesi del mondo, dove l’immonda pratica della blasfemia, che è causa di castighi per l’umanità, viene osannata e addirittura legalizzata, in Pakistan lo Stato fa il proprio dovere. Giustamente, come prevede la legge (1) che va sempre rispettata anche se ingiusta, un gruppo di cristiani (2) (dediti all’insulto del Profeta ed a pratiche impure e contro natura) sono stati incarcerati perché accusati di aver insultato il Profeta non autorizzati. Di cosa si lamentano questi dissimili? Il web ha dato un risalto epocale alla notizia che, a mio avviso, rientra in una normalissima pratica attuata dalla Polizia Pakistana che ha fatto rispettare la legge. Ma scusate, cari lettori, i “cristiani” sono esenti dal dover rispettare la legge? Fatemi capire: sulla falsa riga della finta “cattofobia” (che non esiste) i “diversi” dovrebbero essere legittimanti a non rispettare la legge? Se le cose stanno così, tutti i kamikaze musulmani e i jiadisti potrebbero dichiararsi cristiani al fine di usufruire di benefit per il solo fatto di condurre una vita all’insegna della Messa, cori e del perdono facile (spesso in stato di alterazione mentale a causa di assunzione di ostie od vino). Quindi i cittadini che non vogliono pagare le tasse possono dire di essere cristiani e quindi essere esenti dall’incubo di Equpakistano?

Forse sarò “medievale” ma il concetto è poco chiaro. Chiediamo chiarezza e anche subito.

Lo Stato spieghi ai cristiani che sono cittadini come gli altri, che non godono di alcun benefit, anzi, che sono portatori di sventura, perché come dice il Sacro Corano, la blasfemia provoca l’ira di Dio ed è causa di castighi per l’umanità.

Per far felici quelli che credono nell’esistenza di Nibiru, di Elvis alieno, di mister olimpia senza anabolizzanti e della “cattofobia” leggiamo cosa scrive repubblica:

“Siamo rinchiusi in una cella di quattro metri per due, in nove. Stiamo soffocando. Sembra di essere in una sauna. La polizia si è rifiutata di darci dell’acqua”.

Questo è quanto dichiarano i delinquenti che non hanno rispettato la legge. Se fossero stati cittadini onesti e ligi, sicuramente non sarebbero fini al “gabbio”.

Ma proseguiamo nella lettura del simpatico e “comprato” articolo di Repubblica:

“Hanno sfidato le autorità, introducendo nella loro cella un telefonino, sfuggito alla perquisizione, e pubblicando, su Facebook, aggiornamenti sulla loro detenzione. Sono i 14 attivisti cristiani, che, nell’ultimo anno, sono stati arrestati a Islamabad, per aver manifestato in un Catto Pride vietato dalle autorità. Un divieto che accomuna tutti i tentativi del movimento CCAR (Chiesa Cattolica Apostolica Romana, n.d.a.) pakistano di scendere in strada per rivendicare pari diritti”.

Non solo questi delinquenti hanno manifesto senza autorizzazione per ottenere il diritto a comunicarsi a vicenda, cosa che in un paese civile e Islamico non può mai essere autorizzata, ma hanno anche introdotto un telefonino, violando ulteriormente la legge, e chiedono giustizia. Ne hanno fatto un caso mondiale.

Fatemi capire, forse sarò stupido, ma se io domani manifesto perché ritengo che la terra è piatta e non rotonda, mi arrestano e porto anche un cellulare in galera, dovrei essere proclamato eroe?

Cari terroristi, jiadisti, rapinatori, serial killer, e merdacce simili, dichiaratevi cristiani così se vi incarcerano (cosa molto difficile in Italia) potete portare un telefonino in galera e dichiarare al mondo che siete in galera. Mah! Non ho parole. Davvero non ho parole. E pensare che i media mondiali ascoltano e danno importanza a questi delinquenti squilibrati.

Dio benedica la Santa Jiad (che ha emesso solamente 24 condanne in tutta la sua esistenza – alias Camera e Fabietti scrivono cavolate).

(1) http://it.wikipedia.org/wiki/Leggi_sulla_blasfemia#Pakistan

(2) http://www.asianews.it/notizie-it/Arcivescovo-di-Lahore-contro-l’ennesimo-arresto-di-un-cristiano-per-blasfemia-4115.html

http://www.avvenire.it/Mondo/Pakistan+nuovo+caso+di+blasfemia_201102221049281030000.htm

http://www.asianews.it/notizie-it/Punjab:-giovane-cristiano,-disabile-mentale,-arrestato-per-blasfemia-21509.html

ecc…

91 pensieri su “Cristiani delinquenti in Pakistan violano la legge. Vengono giustamente incarcerati e dicono di essere perseguitati. Siamo alla pazzia. Fortunatamente in Pakistan non legalizzano né la blasfemia e né l’omicidio

  1. Ale CrAle Cr Autore articolo

    Ribadisco che NON condivido niente di quello scritto, ma volevo far riflettere che se i torturati sono i gay, lo Stato ha fatto bene; se i torturati sono i cristiani, lo Stato è satanico.
    Due pesi, due misure.

    Ovviamente per capire l’articolo dovete leggere PRIMA quello di Carletto.

    Rispondi
  2. markino

    Articolo fantastico (il tuo intendo)! Ovviamente chiunque difenda i gay è satanico e deve essere sottoposto a esorcismi, è da parecchio tempo che leggo pontifex e ormai non so più se ridere o innervosirmi. L’ultima trovata, che mi fa sorridere, è l’invenzione della cattophobia, soprattutto dopo che in milioni di articoli hanno affermato che l’omofobia non esiste, che è un’invenzione dei gay e che va contro l’uguaglianza degli uomini. No words!
    Comunque io sono Marco, vi ho scoperti grazie a pontifex (ma allora servono a qualcosa eh?!?) e vi trovo assolutamente fantastici!

    Rispondi
    1. adminadmin

      Welcome! 😀
      Hai ragione: il sito Pontifesso serve a qualcosa. A mettere in contatto tutti coloro i quali detestano le pontifesserie e le emerite vaccate (cioè le parole dell’emerito Vacca) proposte dal loro sito 😉

      Rispondi
        1. Ale CrAle Cr Autore articolo

          Credo fermamente che Carletto non abbia mai studiato latino e greco… magari potrebbe iniziare dalle basi:
          I declinazione LATINA (genere femminile; la colonna di sinistra è il singolare, quella di destra il plurale; sono dati in ordine di “caso”: nominativo, genitivo, dativo, accusativo, vocativo, ablativo): ROSA (fiore)
          rosa rosea
          rosae rosarum
          rosae rosis
          rosam rosas
          rosa rosae
          rosa rosis

          I declinazione greca (stesse regole di sopra, solo che in greco non esiste l’ablativo e oltre al singolare e al plurale c’è il duale): il PAESE
          e kòra ai kòrai ta kòra
          tes kòras ton koròn tain kòrain
          te kòra tais kòrais tain kòrain
          ten kòran tas kòras ta kòra
          kòra kòrai kòra

          Rispondi
          1. Holtjar

            E aggiungerei anche la lunghezza vocalica, ma direi che per CdP sarebbe troppo, potrebbe ritenerla pagana e quindi eretica.

          2. Holtjar

            Eh sì, sai, lungo e corto sono aggettivi di matrice omosessualista, simboli fallici e quindi immondi.

          3. S_Raffaele

            la I declinazione in quanto comprendente maggioranza di nomi FEMMINILI è satanica, poichè non sottomessa alla II declinazione comprendente maggioranza di nomi MASCHILI secondo quanto professato da sao paolo. In più la II declinazione è a sua volta satanica eretica e pervertita poichè comprende nomi apparentemente maschili ed in realtà di entrambi i generi (malus, -i maschile il melo, femminile la mela…sono parole TRANS gradite a Carletto!)

          4. S_Raffaele

            La I declinazione è satanica poichè, comprendendo maggioranza di nomi femminile, questi non sono sottomessi ai nomi della II declinazione a maggioranza maschile! Di poi i nomi della II declinazione gridano vendetta contro Dio poichè possono avere significato di entrambi i generi (malus, -i melo al maschile e mela al femminile) quindi sono nomi TRANS, graditi a Carletto come ben sappiamo…

          5. Holtjar

            Sì , sì, come lui direbbe: “alcune delle parole della II decl. sono molto più femminili di quelle della I decl.”

            😀

          6. Oscar Wilde

            sono dati in ordine di “caso”: nominativo, genitivo, dativo, accusativo, vocativo, ablativo)
            See vabbè Ale, tu parli di “casi” a persone che non hanno la più pallida idea di cosa sia l’analisi logica, ergo ignorano cosa significhi complemento di specificazione, complemento di termine, complemento oggetto, ecc. ecc.
            Se non conosci nemmeno l’italiano, l’analisi del periodo, logica e grammaticale, fai fatica a capire il latino.
            Ai pontifessi dovrebbero prima insegnare l’italiano visti gli articoli sgrammaticati che partoriscono!

          7. Ale CrAle Cr Autore articolo

            Allora iniziamo dalle basi: distinzione tra femminili, maschili, neutri, singolari, plurali, articoli, nomi, avverbi, aggettivi e verbi per iniziare. Poi il misterico concetto di “soggetto” e a seguire il satanico mondo dei “predicati verbali e nominali”!

          8. pao

            Come puoi? Come puoi, Ale CR, pretendere che Calim..ehm Cidippinen riesca a distinguere tra maschili, neutri e femminili? TU sai quanto lui faccia fatica a distinguere una donna da una trans…
            Satana in persona “tippa” attraverso le tue dita..vade retro creatura infernale! ):D

          9. Oscar Wilde

            ….e quando arriverai ai tempi verbali e ai modi ….brrr non voglio pensarci.
            Pensa quando gli dovrai spiegare il congiuntivo, oppure cosa siano i verbi ausiliari, come usarli e quando….. non vorrei essere nei tuoi panni.
            In questo caso, o hai LA VOCAZIONE dell’insegnamento oppure…

          10. adminadmin

            Erano almeno 20 anni che non ripercorrevo la prima declinazione … Mi fai sentire taaaaanto vecchio, quasi quanto il latino! 😀

          11. Ale Cr

            Pensa te che dopo anni io ho dovuto riaprire i miei libri di greco per aiutare delle congregazioni evangeliche nei commenti linguistici ad alcuni passi della Bibbia dei Settanta… dove mi ha portato il mondo!

    2. diego

      E’ anche da notare che lo stesso giorno in cui hanno messo il banner sulla cristianofobia i pontifessi abbiano chiamato eretici i loro stessi fratelli cristiani. Non è da pazzi da legare??

      Rispondi
  3. diego

    Come avevo osservato in passato bastano solo dei cambiamenti di alcune parole per dare il senso contrario. Solo che in un caso si basano sulla Retta Dottrina (ce l’hanno col retto) e cambiando il soggetto diventa un articolo violento e pieno di odio.

    Rispondi
  4. S_Raffaele

    STANDING OVATION! questa è la prova provata di come l’interpretazione delle parole di chi scrive su Pontifex è viziata e suscettibile di cambiamenti “umorali” di interpretazione, a seconda dello stato d’animo dell’Autore scrivente in quel momento.

    Rispondi
  5. diegopig

    Ottimo articolo, Ale Cr.
    Spero che i pontifessi si rendano conto che è un classico esempio di cristianissimo “non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te”

    Rispondi
  6. diego

    In più nel Paradiso vendoliano, in meno di una settimana, due suicidi di persone sul posto di lavoro, stanche di come si campa. Come la mettiamo?

    Ma questi non si rendono conto che è proprio perchè esiste gente come loro che questi si suicidano??? Ma come si fa a essere così ottusi??? istigano al suicidio e poi dicono che è colpa loro.

    Rispondi
  7. marco uras

    i cristiani vengono uccisi ogni giorno e nessuno ne parla, questo accostamento e deleterio, un offesa a chi dona la sua vita e il suo sangue per Nostro Signore!!!!

    Rispondi
    1. Ale Cr

      i GAY vengono uccisi ogni giorno e nessuno ne parla, questo accostamento e deleterio, un offesa a chi dona la sua vita e il suo sangue per I DIRITTI UMANI!!!!

      PS: ho volutamente lasciato gli errori di scrittura (“è” senza accento ecc…). Il mio è un commento che sarebbe dovuto comparire nell’articolo di Carletto.
      Condivido, ovviamente, lo sdegno di Marco Uras: articoli come quello sul sito Pontifesso, qui riscritto da me cambiando solo in soggetto e non il contenuto, sono una vergogna e un’offessa verso OGNI ESSERE UMANO che subisce VIOLENZE e TORTURE da regimi che ledono le libertà fondamentali degli uomini.
      Scindere gli esseri umani in “categorie” (maschi, femmine; cattolici, gay ecc…) è da SCHIFOSI: una violenza è tale sempre e contro qualsiasi essere, a prescindere dalle nostre personali convinzioni e credenze.
      TOLLERARE la violenza contro i gay, in quanto GAY, apre le porte alla tolleranza di violenze contro ogni altro uomo o donna che abita il nostro pianeta.

      Rispondi
      1. Ale Cr

        Oh, poi, Marco Uras, prenditela con Carletto: è lui che ha scritto che “legge che va sempre rispettata anche se ingiusta” e la legge pakistana condanna chiunque commetta blasfemia senza il bisogno di prove (ma basta una denuncia anonima)… ergo, i cristiani in Pakistan sono “giustamente” condannati, incarcerati e condannati alla morte… la legge “va sempre rispettata anche se ingiusta”: l’ha scritto CARLO DI PIETRO, non ALE CR (che ovviamente non condivide niente del pensiero di CARLO DI PIETRO).

        Rispondi
        1. adminadmin

          Ale Cr, guarda che il doppiopesismo Pontifesso è ormai un dato di fatto… inutile stupirsi se la legge va sempre rispettata solo quando fa comodo alla fede Pontifessa.

          Rispondi
      2. adminadmin

        Ale Cr: troppo complicato aspettarsi che gli amici Pontifessi riescano a concepire che la violenza è violenza sia quando indirizzata contro i gay sia quando indirizzata contro un cattolico. Ci sono esseri umani di serie A e di serie B, per loro. E loro sono automagically in serie A. 🙂

        Rispondi
    2. adminadmin

      Uras Uras … ne parlano gli amici Pontifessi, non basta? Facciamo così: noi qui dedichiamo spazio alla persecuzione dei cristiani (dopo che mi hai fornito prove valide a sostegno delle sparate di Introvigne: 1 cattolico ucciso ogni 5 minuti perchè cattolico) ed in cambio gli amici Pontifessi dedicano spazio alla persecuzione (anche in Italia) dei gay. Va bene? Vai tu da Carletto a fare da ambasciatore?

      Rispondi
      1. diego

        Si parla spesso anche qui della persecuzione dei cristiani… I pontifessi denigrano i loro stessi fratelli che pregano cristo sono perchè non sono cattolici: non è cristianofobia questa??

        Rispondi
  8. FSMosconiFSMosconi

    Benché ormai abbia preso atto che il sito che ho linkato poco sotto si lasci prendere spesso la mano, vorrei rimandare a quest’articolo:

    http://www.alexamenos.it/index.php?itemid=134

    Grossomodo è (a grandi linee) la stessa cosa…
    Non che ci sia differenza se una stron [posso dirlo?] stronzata la fa PontifeSS o qualcun altro. Ho solo riconosciuto il modus operandi…. 🙄 🙄 🙄

    Rispondi
  9. diego

    E’ lo stesso Marco Uras che definisce eretiche le chiese cristiane diverse da quella cattolica?? Non è cristianofobia questa??

    Rispondi
  10. marco uras

    non sequitur lo dico io a voi ma per favore siate ragionevoli,mettere sullo steso piano il diritto a professare la propria fede con i diritti degli omosessuali,in Russia avranno pure esagerato capisco una manifestazione pacifica ma il resto in casa propria!diego se non conosci le Sacre Scritture e il Magistero lascia perdere non accusarmi di cristianofobia…

    Rispondi
    1. Oscar Wilde

      Essere ragionevoli significa mettere al primo posto le FAVOLE (perchè fino a PROVA contraria sono favole) su un dio onnipotente onnipresente onniscente piuttosto che il diritto di ogni uomo/donna ad essere rispettati in quanto esseri umani?
      se per te questo significa essere ragionevoli, allora forse è megli ose riguardi il concetto di “ragione” e “ragionevole”.

      Rispondi
    2. Ale CrAle Cr Autore articolo

      Gli omosessuali russi non sono scesi in piazza a fare un’orgia. Hanno solo manifestato pacificamente per i loro diritti. Carlo di Pietro ha affermato che la polizia russa ha fatto bene ad arrestarli, privarli di acqua ecc… perchè la legge russa vieta ogni tipo di manifestazione. Se un gruppo di cattolici avesse manifestato pacificamente per i propri diritti e fosse incorsa nell’arresto, nella privazione dell’acqua ecc… sarebbe quindi stato giustissimo e corretto, secondo la logica di Carlo di Pietro.

      Io personalmente condanno sia l’arresto dei gay in Russia che la lapidazione dei cristiani in Pakistan, ma se la legge “va sempre rispettata anche se ingiusta” allora Carlo di Pietro e tutti i sostenutori di Pontifex devono ACCETTARE senza dire una sillaba la messa a morte dei cristiani pakistani che hanno violato la legge pakistana, ingiusta ma “SEMPRE RISPETTATA”.

      Rispondi
    3. Hiram Abif

      marco uras, spiegaci in cosa consiste questo “essere ragionevoli”. consiste forse nel dare ragione a degli estremisti omofobi come te, di pietro e volpe? sul vostro sitarello sono state pubblicate affermazioni del tipo “la legge si deve rispettare, anche se ingiusta”.

      bene, in russia dei gay hanno violato la legge ed il divieto di manifestare? sono stati arrestati per questo? e’ ingiusto ma la legge va rispettata.

      allora non lamentatevi se in un paese governato da estremisti religiosi come voi i cristiani sono arrestati. in quei paesi essere cristiani e’ un reato. legge ingiusta, ma va rispettata.

      smettetela di piangervi addosso e di andare in giro a dire che siete perseguitati. in realta’ e’ la chiesa cattolica, tramite gente come voi, che da 2000 anni perseguita uomini e donne che commettono il solo peccato di vole essere liberi.

      vergognati marco uras a sostenere le tesi dei tuoi compari di pietro e volpe, tesi che non stanno in piedi neanche se le impali.

      Rispondi
      1. diego

        I cristiani sono giustamente puniti dove non rispettano la legge, che per quanto ingiusta possa essere deve essere seguita fino in fondo. Non esiste la cristianofobia, sono loro ad essere cristiani.

        Rispondi
      1. Hiram Abif

        qui non siamo su pontifex. qui non si banna e tutte le opinioni sono accettate. le opinioni di marco uras, per quanto discutibili, vanno rispettate. sara’ una sua responsabilita’ sostenerle e dimostrarle.

        questo sito e’ nato anche per questo, per dare a tutti uno spazio di libera espressione. spazio che pontifex invece nega giornalmente con motivazioni assurde legate ad un magistero ed un rispetto della dottrina che servono solo a nascondere l’arbitrio e l’arroganza dei suoi amministratori estremisti religiosi, neonazisti, omofobi, antisemiti e razzisti.

        Rispondi
        1. Holtjar

          Hiram, la mia opinione è che Marco non abbia nulla da dire, e la mia opinione è che se ne debba andare per non ripresentarsi.
          Non ho chiesto che venga bannato, ho solo manifestato il mio desiderio che se ne vada fuori dai coglioni!

          Rispondi
          1. Holtjar

            Esattamente come al bar si desidera che gli ubriaconi pagliacci se ne stiano fuori, primo perchè non pagano (non avrai risposte intelligenti) e secondo perchè infastidiscono i clienti educati, che sono educati finchè non gli si pestano i piedi.

        2. adminadmin

          Hey ma se non sei l’admin perchè parli come se tu fossi l’admin? Così mi mandi in confusione il Maldestro 😉

          Grande intervent, Hiram Abif!

          Rispondi
    4. diego

      conoscere o no le “sacre” scritture e il magistero non mi fa ne caldo ne freddo. Cattolici e valdesi pregano lo stesso dio e Gesù, hanno lo stesso vangelo, Pietro Valdo si spogliò di tutti i suoi averi per donare il ricavato ai poveri, come fece S.Francesco, come prescriveva Gesù.

      Rispondi
      1. marco uras

        diego ti prego informati pietro valdo non è da paragonare all’amatissimo san Francesco per cortesia ci sono differenze abissali tra le religione cattolica e valdese, non farmi fare catechismo informati che ne sei capace!

        Rispondi
        1. diego

          oh mi sono informato a sufficienza, la differenza è che recepiamo le informazioni in modo diverso.

          Se oggi possiamo leggere vangelo e bibbia nella nostra lingua parlata lo dobbiamo a Pietro Valdo. Se gente come i pontifessi possono criticare la loro stessa religione, interpretare vangelo e bibbia a piacimento lo si deve a Italo Calvino.

          Rispondi
  11. marco uras

    vergognarmi di cosa?primo non sostengo nulla, ho sempre pensato che ciascuno è libero di essere e sentirsi ciò che vuole o desidera personalmente, preferisco seguire Dio la Sua Legge e mi spendo per far conoscere il Suo Amore e il Vangelo.nella Libertà piena constato che un paese per quanto civile possa essere non può avvallare leggi su argomenti valori e principi giuridicamente non negoziabili tra cui i matrimoni fra persone dello steso sesso. punto poi la violenza è inaccettabile lede o viola la dignità umana e personalmente è contrastata.

    Rispondi
    1. Ale CrAle Cr Autore articolo

      Gli unici valori universalmente riconosciuti come inviolabili sono quelli sanciti dalla Carta dei Diritti dell’Uomo, che tutela ogni essere umano indipendentemente dal suo personale credo religioso.

      « Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti.
      Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza. »

      Rispondi
      1. stefanoY2J

        Mettiamoci pure quel misterioso art. 3 della Costituzione Italiana (principio di eguaglianza) che in Italia conoscono in quattro gatti: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.”
        Purtroppo, ci sono alcune persone che non hanno ancora capito che lo Stato Italiano non si basa sulla Bibbia, sul Vangelo o sui Pater Nostri ma sui Principi Fondamentali della Costituzione Italiana.
        Ciauz

        Rispondi
    2. S_Raffaele

      l’unica libertà concepita dagli integralisti cattolici è di essere integralisti cattolici, per il resto repressione ed inferno. Ma per fortuna e per volere di quello stesso Dio, evidentemente, che non fa di ogni città una Sodoma (sbugiardando le fantasiose tesi di Di Mattei) esistono paesi democratici basati sul diritto e non su un libro di fantasia fazioso e rimaneggiàto

      Rispondi
    3. Hiram Abif

      molto bene marco uras. confermi che tu non sei disposto ad accettare la violenza? e allora perche’ non ho mai letto un tuo intervento su pontifex contro i messaggi violenti ed omofobi di Bruno Volpe e Carlo Di Pietro? Ho letto che ti scambi sempre saluti ed auguri con un certo Fides Et Ratio ma non lo hai ripreso quando inneggiava alla violenza contro i gay.

      puoi spiegarci in che modo tu ti distingui dai nazisti che sono su pontifex? sei nazista pure tu? a tutt’oggi non ho notato molta differenza tra i commenti che hai fatto tu e tutti gli altri. quando e dove hai contrastato la violenza omofoba?

      Rispondi
    4. Oscar Wilde

      io desidererei capire cosa cavolo interessa a voi se due persone dello stesso sesso, entrambi consenzienti, amandosi, decidono di sposarsi.
      Mi devi spiegare cosa INTERESSA a VOI!
      Se violasse la tua libertà potrei capirlo, ma nel momento in cui non arreca alcun danno a te o a chi ti sta intorno, mi spieghi per quale motivo vuoi IMPORRE a due persone che si amano di non potersi sposare?
      Chi sei TU per negare la libertà altrui di amarsi?
      Chi sei TU per stabilire cosa sia giusto o sbagliato?
      Chi sei TU per stabilire cos asia giuridicamente non negoziabile?!
      Io ti chiedo, “chi credi di essere tu per poterti arrogare questi diritti sugli altri?”

      Attendo risposta.
      E non mi rispondere “perchè lo dice il mio dio”, perchè 1) è falso e 2) per me il tuo dio non vale nulla ergo nemmeno la sua parola.

      Rispondi
        1. Hiram Abif

          adesso basta con queste risposte generiche!

          vuoi discutere? allora discutiamo. ma per farlo devi essere preciso, non girare intorno alle cose. ti ho fatto delle domande precise, riesci a rispondere con altrettanta precisione?

          1) perche’, anche se dici di non accettare la violenza, tu non hai mai criticato chi su pontifex la predicava con messaggi omofobi ed antisemiti?

          2) perche’ due persone non hanno il diritto di amarsi e sposarsi a prescindere dalle loro scelte sessuali e religiose? che fastidio danno?

          3) perche’ su pontifex si continua ad inneggiare alla violenza contro i gay e gli ebrei? pontifex e’ un sito neonazista?

          dammi risposte precise. a me non importa se tu pensi di seguire la verita’. quelli sono fatti tuoi. a me importa che alle mie domande precise tu dia risposte precise.

          Rispondi
          1. S_Raffaele

            a proposito di domande carlo di pietro oggi appare prodigo di risposte. Ovviamente tutte risposte basate su fatti…loro senza un minimo di prove.

        2. Holtjar

          Cosa vi dicevo?
          Ha risposto?
          Dico: lui segue la verità! La verità! Quella che nessuno conosce, quella che solo dio conosce, quella che nessuno ha in tasca.
          Ma lui sì! Lui la segue!

          Rispondi
        3. Oscar Wilde

          chi ha parlato di nazismo?
          I latini dicevano: “Excusatio non petita, accusatio manifesta”.

          Se non sei nessuno allora comportati come tale e, come tutti i tuoi simili-nessuno fa come noi-nessuno e non violate la libertà degli altri-nessuno.

          Quale verità? la verità in cui credi!? Ma una verità per essere tale non hai bisogno di crederci perchè è lampante.
          Si tende a credere a ciò che non è dimostrato, perchè ciò che è dimostrato se ne infischia del fatto che tu ci creda o meno, perchè E’ una verità, una realtà indipendetemente dal fatto che tu ci creda o meno.
          Ti faccio un esempio:
          – “dio potrebbe esistere”. NON è una verità. Sei libero di crederci o meno. E in entrambi i casi puoi essere smentito.
          – “i matrimoni gay in è legale in cinque stati americani(Massachusetts, New Hampshire, Vermont, Iowa, Connecticut) e nel District of Columbia sono considerati legali” E’ invece una verità. Che tu ci creda o meno. E solo in uno di questi due casi puoi essere smentito: indovina quale 😀

          Rispondi
          1. Hiram Abif

            Oscar Wilde : di nazismo ne ho parlato io e lo ribadisco.

            PONTIFEX E’ UN COVO DI NAZISTI OMOFOBI ANTISEMITI RAZZISTI!

          2. francesco t

            oggi, anch io mi sento in DOVERE di dirlo e confermarlo:

            pontifex, con i suoi amministratori e collaboratori di articoli, è un covo di fascisti,OMOFOBI, antiseimiti, razzisti, estremisti di ideologie violente, offensive, disgustose, ripugnanti, contro il cristianesimo stesso.
            sono blasfemi e macchiano il nome di Dio servendosene come strumento di condanna, sono ipocriti perchè prendono dalla bibbia solo ciò che gli fa comodo condannare, sono ignoranti perchè ignorano ciò che esiste, sono offensivi perchè utilizzano termini universalmente considerati tali, sono ridicoli perchè ridicolizzano il cristianesimo e Dio stesso, sono doppiamente ridicoli perchè strumentalizzano e decontestualizzano quando gli fa comodo al solo scopo di condannare e offendere, sono doppiamente ignoranti perchè parlano di cose che non conoscono e se ne vantano , sono superbi perchè credono di esser l unica verità nell universo, sono doppiamente superbi perchè loro si ergono a giudici e al di sopra di qualsiasi altro uomo, sono incoerenti perchè si contraddicono ogni due per tre, sono falsi perchè mentono sapendo di mentire, e se non è così allora sono nuovamente ignoranti. sono intolleranti perchè pretendono un mondo a loro immagine e somiglianza, mentre tutto il resto è da condannare, sono disgustosi perchè non importa quante persone muoiano per le loro ideologie, per ciò che pubblicizzano o ciò che dicono: dei minorenni muoiono, e loro vanno avanti e condannano ancora di più, di più, DI PIù.
            il che riconferma il fatto che sono ipocriti.
            e la lista è ancora LUNGA.
            oggi son girato molto male con pontifex, visto l ultimo articolo falso riguardo i gay (quindi riguardo ME). vuole offendere? chi semina vento raccoglie tempesta, pontifex. soprattutto avrà da discuterne con Dio quando sarà ora.

            in momenti come questi spaccherei il computer di certe persone, se solo lo avessi a portata di mano.
            sono allo stesso livello degli omofobi che usarono le foto mie e di mio fratello piccolo associandomi a pedofilo.

            scusate lo sfogo, ma così è e così sarà. le offese non le tollero e prima o poi pontifex ne pagherà le conseguenze del male che ha fatto, che fa e che probabilmente continuerà a fare ignorando quello che ha già fatto.

          3. Hiram Abif

            francesco, io sono etero e sono incazzato quanto te. il punto e’ che non conta quali sono le nostre scelte etiche, politiche e sessuali. cio’ che conta e’ essere tolleranti e rispettosi del prossimo. come cittadini dobbiamo chiedere, anzi pretendere, dalla Repubblica che tutti i cittadini siano uguali di fronte alla legge e alle istituzioni a prescindere dalle loro scelte etiche e sessuali.

            abbiamo uno strumento, la Magistratura. quanto scritto su pontifex in molti casi e’ un reato. basta fare una denuncia.

            non vale la pena arrabbiarsi con questi mentecatti. basta querelarli. ti allego
            il link dove potrai trovare tutte le info per la querela.

          4. Holtjar

            Condivido tutto, tranne che il “sono allo stesso livello degli omofobi che usarono…”
            No Francesco, è impossibile scendere fino alle loro bassezze, solo loro riescono ad essere a quel livello. Non preoccuparti, lo schifo che tu provi è cosa condivisa.

          5. Oscar Wilde

            Il matrimonio gay è legale in almeno 5 stati americani
            Dov’è il tuo dio ora Marco? 😛
            Dove sta la tua verità e come mai permette questi abomini ( 😀 😀 ) ?

    5. diego

      Anch’io nella mia libertà e in totale apertura mentale faccio constatazioni: i paesi più civili sono quelli in cui la società civile vive nella piena armonia. Questo è più vero in Arabia Saudita o in Francia? Nella Città del Vaticano o in Canada? Quali sono i principi giuridici non negoziabili? Potrebbe essere il rispetto delle altrui condizioni?

      Rispondi
  12. AlbertoBAlbertoB

    Alla Verità di voialtri invasati e sciroccati , xenofobi e razzisti , cazzari e ipocriti non posso che rispondere “esticazzi?”
    E attenzione , dico tutto ciò non in funzione del fatto che voi siete , o meglio vi definite , credenti… perchè non siete solo credenti , nel vostro intimo siete invasati e sciroccati , xenofobi e razzisti , cazzari e ipocriti , il tutto molto prima di essere credenti.
    Se foste atei non cambierebbe niente , è proprio la base che è sbagliata.
    Se foste atei sareste probabilmente adepti di qualche penultima Thule , oppure qualche setta alla Scientology.
    E , ovviamente , vi sentireste allo stesso modo latori della Verità.
    Siete così banali da risultare noiosi.

    Rispondi
      1. adminadmin

        Scientology è a tutti gli effetti una religione. Hanno propri ministri di culto. Proprie rappresentazioni del matrimonio (e forse pure del battesimo).
        E sfruttano queste rappresentazioni per avere lo status di religione davanti allo Stato Italiano.

        Rispondi

Rispondi a pao Annulla risposta