“Quando Pontilex non c’è…”

In occasione della breve sosta di ieri del nostro amato Pontilex, per un attimo ho vacillato, temendo i CATIGHI del pontifesso dio di Cidippino e per questo, qui con voi amici faccio pubblica ammenda…Invece nella stessa giornata di ieri ho avuto riprova che le umane genti fortemente prendono le distanze dalle “cogitationes pontifeSSorum” di Cidippino! La scintilla che mi ha fortemento motivato a consultare la mia platea di contatti facebook è stato questo articolo:
 http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/8243-gay-delinquenti-in-russia-violano-la-legge-vengono-giustamente-incarcerati-e-dicono-di-essere-perseguitati-siamo-alla-pazzia-fortunatamente-in-russia-non-legalizzano-ne-la-sodomia-e-ne-lomicidio

Di seguito vorrei condividere con voi il testo dell’email che ho inviato ed anlcuni commenti ricevuti ( a tal riguardo, pubblico solo i commenti e non i nomi, perchè prima dovrei chiedere l’autorizzazione, però si può sempre fare).

“Amici tutti,
porgo alla vostra attenzione il seguente articolo, perchè reputandolo molto grave, trovo giusto che ne si venga a conoscenza. Siamo tutti coscienti del marcio che in ogni sua forma circonda e prospera il sito pontifex.roma, ma questa volta credo siano andati oltre la misura. Le affermazioni dell’autore non hanno matrice cattolica, ma solo personalissima omofobia. Lo mando a tutti indipendentemente dalle preferenze sessuali, perchè credo che la faccenda non si limiti alla camera da letto, ma alla nostra vita. Se volete segnalate l’articolo, il sito e l’autore.”

Questi i commenti:

– “Beh visto che tirano in causa repubblica si può scrivere a Repubblica e dirgli: questi rompono il cazzo e stanno fuori di testa. Ora voi dimostrate che l’articolo non è stato “comprato” e iniziate a parlare degli sproloqui da denuncia di queste teste di cazzo…”

-” l’ho letto e vorrei segnalarlo ma ho da tempo segnalato e bloccato la pagina Pontifex e ho mandato una e-mail a questi signorihttp://www.poliziadistato.it/articolo/22017/”

-“se dio esiste come dicono loro , penso che verranno puniti hihihihihi . sono pazze ste omofobe , lo so io do vanno poi nei ritagli di tempo .e come gli piace , a me non piace tanto come a loro , li invidio pure hihiihih..”

-“indecente che ci sia gente così ignorante e bigotta…questi si che sono pericolosi!..”

-“io non so mai se gli facciamo pubblicità condividendo… in ogni caso sto segnalando ogni loro post omofobo (oltre ad aver segnalato la pagina).”

-“Da qui non lo posso fare ma la segnalerò..non ho parole..”

-“I malati di mente sono loro. Non ci sono parole, solo parolacce!!!..”

-“da vergognarsi solo di esistere..”

-“la vergogna appartiene a chi dell’intelletto fa un uso arbitrario ma logico e funzionale…. questi delirano!!!! è proprio compromesso il sistema di connessioni neurali… ormai parlano con l’aldilà, con le entità o con quello che cazzo gli pare, ammesso che chiunque possa esserci abbia la voglia, la forza e la pazienza (e sicuramente neanche Dio in persona ce l’ha) di starli a sentire…. anche il cielo ha un limite di contenimento cazzate!!!!..”

-“stavo pensando un commento, ma l’eccesso di schifo mi ha bloccato i centri nervosi..”

-” Saranno pure fuorilegge , ma quello che ha scritto l’articolo mi sembra che tutto è tranne che cattolico e lo dico da cattolico.”
Le altre persone da me contattate si sono limitate a segnalarmi le azioni da loro intraprese, che comprendono:

– segnalare la pagina facebook ufficiale del sito di Pontifex, nonchè la pagina cadetta;

– inviare segnalazioni a La Repubblica;

– contattare le forze dell’ordine O.S.C.A.D.

tutte azioni che potremmo intraprendere anche noi, a costo di perdere la nostra dose di comicità quotidiana pontifessa!

Ovviamente il nostro Cidippino griderà subito scandalizzato alla coalizione massonico-omosessualistica-comunistica-satanica…e ci beccheremo un altro articolo con il “non prevalebunt”…ma direi anche un grosso STI… 😉

PS NON e ripeto NON do il mio assenso affinchè il contenuto di questo articolo sia utilizzato da terze parti senza mia previa autorizzazione.

24 pensieri su ““Quando Pontilex non c’è…”

  1. alex

    Ciao a tutti ragazzi.
    Orbene, ho provveduto a segnalare la pagina facebook di questi due C****IONI. Cosa che è stata fatta da 825 dei miei 1432 contatti in facebook.
    Vi chiedo una gentilezza, a quale autorità (quindi sito/email etc etc) posso segnalare invece il loro schifo di sito?

    grazie mille

    Rispondi
  2. stefanoY2J

    Ho letto il vergognoso articolo di Carlo Di Pietro che considera questi ragazzi come dei “delinquenti” (!!!), in quanto hanno “violato la legge” (!!!) ponendo in essere una manifestazione non autorizzata e vengono accostati a Totò Riina (!!!).

    Non voglio mettermi a contestare un articolo che non sta né in cielo né in terra e veramente “grida vendetta al cospetto di Dio”, mi limito a far notare un paio di cose:
    1) la “legge” che i ragazzi della Russia hanno violato impedisce qualsiasi manifestazione di dissenso contro lo Stato e di manifestazione del proprio pensiero, quindi é la “legge” di uno Stato totalitario;
    2) l’incarcerazione é una pena sproporzionata rispetto alla gravità del “reato” commesso;
    3) i ragazzi hanno documentato di essere stati rinchiusi in una cella di pochi metri quadrati, una vera e propria tortura tipica di uno stato fascista.

    La Russia di Putin si dimostra ancora una volta, uno Stato fascista, totalitario e liberticida, un regime dittatoriale che si pone in contrasto con i basilari principi del diritto internazionale di libertà, di manifestazione del pensiero e di rispetto anche delle persone incarcerate. E’ triste vedere che ci sono persone che, pur vivendo in uno Stato democratico e di diritto come l’Italia, dove la libertà di pensiero é garantita per tutti, inneggiano ad una tirannia come quella cinese o quella russa. E’ molto triste vedere persone che se la prendono con dei “pericolosissimi” adolescenti e giovani attivisti, colpevoli solo di aver manifestato in modo pacifico, invece che con uno Stato tirannico. Mi sarebbe piaciuto che il signor Di Pietro, mettendo da parte i suoi pregiudizi verso gli omosessuali, criticasse aspramente la tortura, la violenza, l’incarcerazione senza scopo. Purtroppo, non è andata così. Ha criticato, invece, i manifestanti contro il regime, addirittura l’uso di un telefonino “contro la legge” per documentare i trattamenti disumani e le torture subite in carcere.

    Mi domando se il signor Di Pietro avrebbe pubblicato lo stesso, vergognoso articolo se gli imprigionati fossero stati dei manifestati cattolici per rivendicare la loro libertà di religione. Ragionando secondo questo perverso metodo di giudizio, allora, anche le persecuzioni dei cristiani nei paesi islamici sono legittime e giustificate. E’ giusto arrestare e uccidere un cristiano perché “viola la legge”: quei brutti delinquenti… si permettono addirittura di manifestare perché vogliono essere liberi di professare una religione diversa dall’Islam (ovviamente, sono ironico e provocatorio).
    Ho smesso di scrivere su Pontifex e di cercare il dialogo dopo che i “moderatori” mi hanno accusato di essere, sostanzialmente, “duro di comprendonio” perché non capisco che “l’omosessualità é un peccato che grida vendetta al cospetto di Dio”. A quel punto, anche la mia dignità ha gridato vendetta al cospetto di Dio e ho deciso di non pubblicare più alcun commento sul loro sito, tanto é completamente inutile cercare uno scambio di opinioni con chi appoggia un vero e proprio regime fascista.

    Mi consola il fatto che le grida di queste persone si perdono nel vento, sono inutile e superflue e non sortiscono alcun effetto. A poco a poco, si sta compiendo un processo di graduale riconoscimento dei diritti civili di tutti (vedasi lo Stato di New York) che non può essere fermato. Credo che questo processo di evoluzione sociale e civilizzazione, per quanto lento e faticoso, sia inevitabile e inarrestabile. Grazie a Dio, il Medioevo é finito da un pezzo.
    Un caro saluto a tutti.

    Rispondi
    1. adminadmin

      StefanoY2J noi qui al massimo moderiamo i commenti quando ci si riferisce a Pao come ad un uomo. Oppure quando si prende troppo seriamente l’admin del nostro sito (cioè me medesimo). In merito alle tue osservazioni sul doppiopesismo Pontifesso, ti suggerisco di leggere l’articolo di AleCr, molto significativo al riguardo: http://pontilex.org/2011/06/cristiani-delinquenti-in-pakistan-violano-la-legge-vengono-giustamente-incarcerati-e-dicono-di-essere-perseguitati-siamo-alla-pazzia-fortunatamente-in-pakistan-non-legalizzano-ne-la-blasfemia-e-ne/

      Rispondi
        1. stefanoY2J

          Ho letto lo splendido articolo di Ale soltanto dopo aver postato il mio commento… vabbé, ripetiamo due volte lo stesso concetto.
          P.S. Io comunque avevo capito che Pao é una dolce pulzella. I miei omaggi, Pao 🙂

          Rispondi
          1. Ale Cr

            ありがとう ありがとう!
            (Grazie grazie!)

            Diciamo che, se avete voglia e tempo, potete fare il mio stesso giochetto, sostituendo a “cristiani” un nome a caso, tipo “gatti”: “Gatti delinquenti in Topolandia violano la legge. Vengono giustamente incarcerati ecc…”. Oppure “biondi”: “Biondi delinquenti in Brunolandia violano la legge. Ecc…” …

    2. giuxgiux

      ciao tu dici giusto… tranne su una cosa su cui sbagli tanto:
      “Mi consola il fatto che le grida di queste persone si perdono nel vento, sono inutile e superflue e non sortiscono alcun effetto”

      Non è vero… quella gente grida … e le loro grida vengono ascoltate… diventano il pensiero di altri.. e questi altri trasformano questo pensiero in azione.
      L’azione si concretizza nella distruzione di altri esseri umani colpevoli solo di esistere.
      Quindi queste persone sono indegne.. si sono indegne dei tuoi commenti (e dei miei)… ma sono indegne di tante altre cose!

      Rispondi
      1. stefanoY2J

        In un certo senso hai ragione, ma, purtroppo, non sarà mai possibile che tutti la pensino in un certo modo. Purtroppo, ci sarà sempre qualcuno disposto a sostenere un regime fascista , disposto a promuovere l’odio per il “diverso”, disposto a discriminare e creare conflitti.
        Io sostengo, però, che, nonostante queste persone piene di pregiudizio e di odio (che ci saranno sempre, purtroppo), é in atto un costante processo evolutivo e culturale che i veleni che sputano queste persone non potranno arrestare e questo é positivo.
        Se guardi in positivo, l’umanità ha gradualmente ripudiato la schiavitù, le donne si sono emancipate, le persone di colore hanno dimostrato che la pigmentazione della pelle non é una differenza così importante e hanno sconfitto l’apartheid, a poco a poco anche gli omosessuali stanno conquistando i loro diritti.
        Poi, é chiaro che si tratta di un processo lentissimo ma ogni cambiamento richiede tempo e si tratta anche di un processo non uniforme tra i vari Stati. L’Italia, ad esempio, arriverà con moooolto ritardo a riconoscere pieni diritti ai gay, ma ci arriverà anche lei, fidati.
        Quello che intendo dire é questo. Fai un bilanciamento. Da un parte hai Carlo di Pietro e pochi altri cattolici estremisti (tanto a loro questo termine piace) che gridano al vento che l’omosessualità é una malattia, é un abominio, é un peccato, grida vendetta agli occhi di Dio, ecc… Dall’altra hai lo STATO DI NEW YORK che approva con LEGGE i matrimoni gay, hai il SINDACO DI CENTRO-DESTRA della città più rappresentativa d’Italia che autorizza e prende parte all’Euro Pride senza polemiche di nessun tipo, hai un ONCOLOGO DI FAMA MONDIALE che si schiera per la non discriminazione dell’amore omosessuale. Che cosa pesa di più sulla bilancia? Gli articoli di Pontifex, per quanto irritanti, fanno sorridere, se pensi a quello che ti ho detto. Sono come quelle persone che pretendono di usare la macchina da scrivere e si oppongono al computer. Fanno sorridere. Il progresso non si ferma, la cultura non si arresta. Certo, le loro uscite giornaliere sono molto tristi ma, credimi, non sarà la voce di Pontifex a cambiare (in peggio) l’umanità.
        Un caro saluto

        Rispondi
  3. giuxgiux

    io nonostante le dolomiti… la mtb… i dolci del trentino… il vinello… il rhum … il caldo sole… e il solarium 🙂 ho trovato il tempo di segnalare quella pagina di pontifex alla O.S.C.A.D. spero lo faranno tanti altri.

    Rispondi
      1. giuxgiux

        oh caro admin… ieri sera sono andato in un posto… arriva il cameriere e mi fa…
        “signore… le proporrei una fantasia di strudel appena sfornata… ” e poi un elenco di altre cose lunghe un km…

        ohhh quanto ho goduto con la fantasia di strudel accompagnata con un passito del trentino su misura per lei 🙂 🙂 e stasera… dolce alternativo 😀 ghghghghghghhg

        Rispondi
          1. giuxgiux

            🙂 🙂 tento con i cristalli di zucchero sulla fetta di torta al burro che ho appena mangiato:) accompagnata da un vino del trentino e dal dolce clima:)
            Però queste sono cose per noi diavoletti… per i santi.. per i santi.. cè solo il frustino che fa molto sm!

  4. Gianluigi

    L’articolo di CdP è mostruoso. Ancora ricordo di aver casualmente assistito al gay pride di Varsavia (credo nel 2005-6) che si teneva sotto insulti e lanci di oggetti da parte di esponenti dell’ultra destra e sia chiaro il corteo non aveva nulla a che vedere con le carnevalate alle quali siamo abituati, era una sorta di marcia non violenta stile tempi di Joan Baez.

    Rispondi
    1. adminadmin

      L’articolo di CdP è mostruoso.
      Perchè parli al singolare? Riesci a trovarne uno peggio degli altri? Io trovo siano tutti similmente rivoltanti.

      Rispondi

Rispondi