Neanche i web advertiser vogliono Pontifex

Semplicemente esilarante e due risate me le sono fatte davvero.

Una delle tante società di web advertising si è rifiutata di svolgere il ruolo di mercante nel tempio pontifesso e di piazzare i suoi banner sul sito pontifesso.

Ecco le motivazioni di CdP:
1) ” … ieri abbiamo dovuto rimuovere la nostra pubblicità dal suo sito perché in Home Page erano pubblicate delle foto con messaggi violenti e immagini di nudo”. (Vendola e amici col pipino censurato)

2) ” è presente un contenuto contro gli ebrei: <>

3) ” Sono però ancora presenti contenuti violentemente diffamatori:
Neanche chi fa business sulla pubblicità online si vuole mischiare con i pontifessi. il povero CdP se la ride, ma se fossi in lui piangerei


Per sintetizzare, quindi, noi siamo stati esclusi dal circuito pubblicitario di Simply, indi (ad oggi) non siamo stati pagati, non per un normale diritto di recesso dall’accordo tra le parti, ma perchè, come dicono le email provenienti dal famigerato ed anonimo “Legal Department” di Simply, abbiamo violato le regole contrattuali.

Esatto! Violando le regole contrattuali automanticamente c’è il recesso unilaterale e prega con qualche emerito che non ti vengano a chiedere i soldi.
Il problema di CdP (se mai fosse necessario ricordalo) non sono i contenuti diffamatori, razzisti e sconclusionati, ma i soldi che gli vengono riconosciuti a dimostrazione che il ponfesso è più attento al soldo che non ai contenti che esprime. Mi chiedo se con una bella colletta, non riusciamo a far cambiare idea a CdP.

Ancora CdP

Ma l’addurre queste motivazioni è un insulto alla mia intelligenza.

Esatto anche questo! Simply ha insultato la tua intelligenza e non me ne farei un vanto!

Una democratica discussione si sviluppa su quel sito dove il povero CdP viene apostrofato per sostanziale incapacità e cattiva fede e lui risponde con questo commento.

*** Messaggio moderato da Pontifex.Roma ***
Punto primo non si firmano contratti on line, punto secondo siamo ligi ad ogni impegno preso, quindi non abbiamo mai violato nessun accordo.
*** Messaggio moderato da Pontifex.Roma ***

Una collezione di falsità mai vista. I contratti online non firmano fisicamente, ma hanno validità legale come tutti i contratti: tutte le volte che si eseguono transazioni o acquisti online c’è un contratto di riferimento che regola i rapporti tra le parti (mai comprato nulla su Itunes, Amazon, etc?). La legge italiana, alla quale CdP si appella ogni 5 minuti, considera questi contratti come televendite e il consumatore ha tutti i diritti previsti dalla legge quale il diritto di recesso entro 10 giorni. E quel contratto pontifex (e non ci vuole un genio per capirlo) l’ha violato con evidente malafede che neanche un esorcismo o un bravo terapeuta sarebbe in grado di eliminare.

Il povero CdP continua a flagellarsi:

Ma prendermi per il “culo” (scusate il termine) in questo modo è una roba da indemoniati.

Non ti ha preso per il culo: ha semplicemente fatto valere gli accordi previsti. Pechè non gli fai causa se pensi di avere ragione??? :-)). Potresti avere un bel gruzzoletto se vinci e sostenere il sito

Infine una chicca:
Grazie a Dio esistono software open source, come Linux Ubuntu, Open Office e Gimp, che ci consentono di abbattere i costi di gestione del sito, svolgendo le nostre attività, come se fossimo utilizzatori di ambiente Windows, ma gratis

Traduzione. Se usi un sistema operativo (che è qualcosa di più di un semplice software) come Ubuntu, allora una serie di attività possono essere svolte senza l’acquisto di licenze. In spirito ecumenico non tradizionalista e buonista, segnalo a Cdp che dalla version 11.04 Ubuntu, oltre alla nuova interfaccia Unity, non utilizza più Open Office, ma Libre Office un fork della suite Oracle. CdP è un informatico non sempre aggiornato…o forse, contrariamente a quel che dice non usa Ubuntu, visto che il sistema in automatico consente e pianifica gli aggiornamenti. Spero che CdP non nasconda dietro a questa sparata su ubuntu (che palesemente non conosce) qualche software scaricato chissà dove: sarebbe il colmo per un profeta della tradizione.

Il link all’articolo originale.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/complimenti-e-fischi/8244-fischi-per-simply-lagenzia-pubblicitaria-web-che-a-noi-non-ci-ha-pagato-motivazioni-leggete-e-fatevi-due-risate
 

26 pensieri su “Neanche i web advertiser vogliono Pontifex

  1. adminadmin

    Caro Davide, che dire del passaggio che tu hai citato in parte?

    Ma l’addurre queste motivazioni è un insulto alla mia intelligenza. All’intelligenza del genere umano.
    Quindi nel suo delirio di onnipotenza egli si assimila all’universo mondo. 🙂

    La frase degli indemoniati è già stata modificata.

    Aggiungo il link all’articolo Pontifesso. 🙂

    Rispondi
  2. adminadmin

    Davide il caro Maldestro poi predica bene e razzola male, visto che i suoi ultimi messaggi provengono da un computer su cui gira Windows e che utilizza Explorer come browser. E ricordiamo distintamente tutti i problemi che aveva lamentato in passato il CdP “alternativo” con la sua rete basata su Windows… 🙂

    Rispondi
    1. giuxgiux

      scusa… ma paga lui l’antivirus che gira sul server presso aruba e che oltre a ospitare pontifex ospita numerosi altri siti..
      ma quanti domini sono pontifex.roma.it…. a me risulta un solo dominio…
      e tante altre sarebbero citabili… quell’uomo è un povero bugiardo

      Rispondi
      1. adminadmin

        Ecco, mi sa che hai detto una cosa semplice e profondamente vera: è un bugiardo.
        Sempre che non mostri le fatture che comprovano tutte queste poderose spese che millanta di sostenere. 😆

        Rispondi
    2. Carlo Di Pietro (Pontifex.Roma)

      Stefano, admin, attento a scrivere cose che non vanno bene. Quando decidi di scendere da Bergamo, direzione sud Italia, passa da casa mia, così ti faccio vedere bene i miei sistemi informatici.
      Ah, se proprio, come fai sempre perché sei un pettegolo malizioso, pensi che io “predichi bene ma razzoli male”, scrivimi via email, così ti mando una bella fotografia delle 3 licenze winzoz che ho.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Fai attenzione, anche se velatamente, ma a dare del ladro agli onesti, finisce che ci rimetti tu.

      Rispondi
  3. diegopig

    CDP scrive
    Ripeto: se mi fosse arrivata una email dal fantomatico “Legal Department” di Simply, in cui mi veniva detto: “amico abbiamo una checca (1) in ufficio o un capo pederasta (2), quindi i contenuti del tuo sito non sono graditi”, sarei stato il primo a recedere dall’accordo, dato che non mi chiamo Giuda, non mi vendo per 30 denari e non accetto danaro dai sodomiti. (3)

    (3) Deduzione personale, sottoposta a modifiche in caso di dichiarazioni ufficiali da parte di Simply.

    Fatemi capire: è una sua deduzione personale che non si chiama Giuda, non vende per 30 denari e non accetta denaro dai sodomiti?
    E se Simply facesse una dichiarazione ufficiale in tal senso, Cidippino modificherebbe questa deduzione personale?

    Rispondi
    1. diego

      Qeusta frase è molto strana in effetti, e contraddice l’altra frase:

      … è un insulto alla mia intelligenza.

      Forse pensa che tutto il mondo sia eterosessuale, comunque dovrebbe essere risaputo che una percentuale di popolazione tra i 4 e il 10 è gay, quindi ce ne sono anche da Simply, Adsense, quelli che donano l’otto per mille, quelli che fanno offerte… tra tutti.

      Rispondi
  4. diego

    forse parlar male degli ebrei ed invitare gli omosessuali a diventare eterosessuali non è contrario alla legge italiana ( dico forse perchè delle leggi al riguardo mi sembra che ci siano) ma di sicuro viola qualunque contratto fatto con organismi che pubblicano sul web. I contratti che si accettano senza leggere quando si entra in una chat, in un forum, quando si installano giochi on line sono zeppi di precisazioni al riguardo. Ma la legge non era da accettare anche quando è ingiusta???

    Rispondi
  5. Davide Autore articolo

    un cambio in corso d’opera
    “Ma l’addurre queste motivazioni è un insulto alla mia intelligenza”

    L’ho copiata ed incollatta in perfetto stile pontifesso: giuro!
    In verità non ci sarebbe parola che non debba essere commentata, ma mi accorgo di non avere forze per tutto.
    Si vede che CdP ha un Dio alle spalle e io no.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Siamo abituati alle modifiche posticce degli articoli Pontifessi. E’ per questo che di solito cerchiamo di fotografare (tramite snapshot) i punti salienti degli articoli Pontifessi… Per poter provare con immagini l’avvenuta evoluzione del contenuto incriminato 😆

      Rispondi
  6. Ale Cr

    Noticina a Carletto: “Pederasta” NON è sinonimo di “omosessuale”, ovviamente (visto che esistono DUE parole diverse vorranno anche dire due cose diverse, caro mio: la lingua italiana è bella e ricca).
    Omosessuale: “individuo eroticamente attratto da soggetti del proprio sesso” = individuo generico, sia maschio che femmina.
    Pederasta: “omosessuale MASCHILE” = indica l’omosessuale di sesso maschile quanto “lesbica” indica l’omosessuale di sesso femmine (con buona pace delle donne dell’isola di Lesbo).

    Ciccio, impariamo l’italiano o no?!

    Rispondi
      1. Ale Cr

        Pederasta deriva dal termine greco “paideros, paiderotos” che è un composto di “pais, paidos” (=bambino/a, ragazzo/a, genericamente indica fanciulli tra i 7 e i 14 anni) e il verbo “erao” (essere innamorato). In italiano (si usa dal 1600) si è distaccato dal significato originario e indica genericamente un omosessuale maschio, benchè la sfumatura di “amante di ragazzini sia rimasta nel comune dire.
        Pedofilo deriva dal composto di “pais, paidos” e del verbo “fileo” (amare, con una sfumatura leggermente più fisica di “erao”). Il termine in italiano si usa dal 1869 e indica adulti con pulsioni sessuali verso i bambini.

        Dal punto di vista delle origini, sono molto simili, ma ovviamente hanno acquisito sfumature ben diverse in 3000 anni di storia. “Pederasta”, comunque, è palesemente usato da Carletto come insulto, al pari di “checca”.

        Rispondi
        1. Ale Cr

          Le mie nozioni sono prese dal Vocabolario della lingua italiana Devoto-Oli, edizione del 2010, il Dizionario della lingua greca GI, edizione del 1998 e da Grammatica: corso di Lingua greca del 2003.

          Rispondi
          1. Ale Cr

            Ovvio… uso testi in uso presso licei e università italiane riconosciute e degne di stima… quindi massoniche, sioniste e omosessualistiche!

  7. Carlo Di Pietro (Pontifex.Roma)

    Davide, punto primo l’illegati non mi appartiene.

    Tu scirvi:

    “Spero che CdP non nasconda dietro a questa sparata su ubuntu (che palesemente non conosce) qualche software scaricato chissà dove: sarebbe il colmo per un profeta della tradizione”.

    Attenzione a quello che scrivi, accusare una persona (anche velatamente) di utlizzare software illegale è diffamatorio. Stai molto attento. Comunque, scrivimi via email e ti mando una bella screen del mio ubuntu, con tanto di open office.

    Attento ad accusare le persone oneste di certe cose, perché quando il buono perde la pazienza, poi sono dolori.

    Rispondi

Rispondi