Cristiani perseguitati o cristiani strumentalizzati?

Torno a scrivere, dopo molto tempo, per proporvi qualche riflessione su di un tema legato alla cronaca ma che esula e trascende dalla stessa per passare ad altro.

Proprio ieri ho ricevuto via mail, da un caro amico, un’immagine che mi ha disgustato. Non certo per il fatto di cronaca a cui fa riferimento, quanto piuttosto per la fastidiosa sensazione che mi ha lasciato in bocca.

I fatti sono presto riassunti: un ministro del governo Pakistano ha subito un attentato ed è morto. L’attentato è stato rivendicato dai talebani pakistani. La ragione dell’omicidio? Il ministro ha chiesto modifiche alla legge sulla blasfemia attualmente in vigore in Pakistan. I talebani si oppongono (in questo modo barbaro) all’ipotesi di modifica della legge in questione.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2011/03/02/visualizza_new.html_1561682144.html

E’ innegabile che i fatti siano gravi. E’ innegabile che l’omicidio di una presona vada sempre condannato. Ma pur con questi giusti presupposti non trovo un legame tra il fatto di cronaca e l’immagine seguente:

Le "news" del PdL

Le "news" del PdL

Ho prontamente risposto all’amico che mi ha inviato questa immagine come segue:

Trascurando i neologismi curiosi, non apprezzo particolarmente Formigoni ed il PdL in generale.

No, grazie.

La sua risposta non si è fatta attendere:

Stiamo parlando di CRISTIANI, non di partiti politici …

L’importante è che tu non sia un infiltrato musulmano

Ho ovviamente replicato:

Non stiamo parlando di cristiani. Stiamo parlando di politici che strumentalizzano i cristiani. E ne strumentalizzano la morte. Stiamo parlando di questo.

Avendo contatti con persone sparse in giro per il mondo, con frati francescani, con donne musulmane e tanta tanta altra gente, ti assicuro che qui in Italia tutti strumentalizzano tutto. E questo è un bellissimo esempio.

Mi dispiace che tu abbocchi ancora a queste campagne di odio basate sulla disinformazione.

Lo scambio di opinioni si è protratto oltre. Includo i diversi contributi, usando colori diversi per evidenziare i contributi di persone diverse.

Ti ricordi cosa diceva Don Bosco?

“Buoni cristiani ed onesti cittadini”

Ogni tanto dovremmo ricordarci un pò da dove veniamo, e difendere le nostre radici, perchè altrimenti tra un pò faremo parte solo dei libri di storia …

Sob … quanta demagogia inutile e vuota :-/

Citi Don Bosco: sicuramente fa effetto ma non ne vedo proprio la ragione… A parte il fatto che la citazione parla di cristianesimo, come probabilmente qualsiasi frase presa a caso dalla Bibbia o dai discorsi dei Santi.

Parli delle nostre origini… Sinceramente certi discorsi che fanno leva su timori atavici mi lasciano davvero basito. E confermano che -principalmente- discendiamo tutti dalle scimmie.
Evidentemente tu sei felice di ragionare “con la pancia” della gente. Io cerco di evitare “la pancia” della gente.

Mi consola pensare che gli stessi discorsi (sulla tradizione, sulle origini, sulle persecuzioni) li fanno anche i fondamentalisti islamici per istigare i loro “adepti”. Mi raccomando, la prossima volta mandaci qualche link che inneggia alle Crociate, magari spiegando che non sono state poi così male…

Secondo me hai letto troppo la fallace Fallaci.

La contrapposizione descritta dalla pessima Oriana serve solo ai TeoCon ed ai NeoCon americani.
L’eurabia esiste solo nella mente di chi ascolta le pessime e fallaci idee della Fallaci, alimentando così lo scontro.

Se vuoi ricordarti “da dove veniamo”, prova a rispolverare un poco di sanscrito.

Wellah! La cosa si fa accesa! bene bene 🙂

dai… dico anche io la mia. Non è per fare il “centrista” di turno… o il moderatore, non mi permetterei mai (!!), ma credo di concordare per certi aspetti con Mirko e per altri con Stefano: ossia, trovo innegabile che le minoranze cristiane (tutte) nei paesi mussulmani siano vittime di pesanti persecuzioni e forti pressioni che vanno ben oltre la scarsità di notizie che a noi arrivano da molti di quei luoghi (anche per testimonianze che ho avuto dirette e sono davvero agghiaccianti!!). Trovo altrettanto innegabile che qui vi sia eccessiva accondiscendeza verso proteste (quasi sempre solo mussulmane) celate ed usate poi come pretese di “pseudo laicismo” che altro non fanno che permettere di alzare la voce a chi non vuole integrarsi (o a volte non SA integrarsi… ).

Mi trovo invece in pieno accordo con Ste sulla questione nella strumentalizzazione dell’argomento, non per perchè non sia poi così grave (lo è, e molto), bensì perchè spesso è usato in particolare dal centro destra per raccattare voti, e basta. Anche sulle origini… insomma mi sembra sia difficile (anche imbarazzante) negare un’origine cristiana dell’europa… o se vogliamo una concreta e consistente “fetta” cristiana della nostra cultura, ma anche qui troppo spesso vedo questo argomento utilizzato come “leva per voti”, e nulla più.

Non andrei però a scomodare le Crociate, figlie di un’epoca completamente differente… e non posso credere che una persona intelligente e colta come Ste non sappia che la Chiesa di oggi (che parte dal parroco di Crotone ed arriva a Don Maino passando per la buon anima di Don Bruni), ha piena consapevolezza della necessaria laicità degli stati democratici… a meno che non si voglia usare un po’ di strumentalizzazione, purtroppo anche lì!! (ossignur ho difeso la Chiesa… ecco, adesso mi viene l’orticaria :-D)

🙂

Un abbraccione a tutti!!

Beh… L’Europa è stata grande ed ha attratto e “assimilato” migliaia-milioni di barbari perché era forte valorialmente e culturalmente. I poveri della terra vogliono venire in Europa perché ne desiderano il benessere, la salvaguardia dei diritti fondamentali, la presenza di governi non dittatoriali, la parità almeno legislativa tra uomo e donna… (vedi NordAfrica). Il fattore unificante ed assimilante, comune a tutta l’Europa era il Vangelo (la cristianità).

Quindi adesso abbiamo di fronte due problemi da risolvere:
1. L’Europa si vergogna delle sue radici, non le riconosce, a volte le danno anche fastidio, fa di tutto per nasconderle. E’ un po’ come se le automobili diventassero allergiche ai distributori di benzina… L’Europa ha i km contati, perché il cristianesimo è stato, è, e sarà l’energia dell’Europa.

2. Dovremmo trovare il modo di far capire ai nuovi arrivati, che il nostro bene è fondato SUI VALORI del cristianesimo, e che non possono desiderare la torta ma rifiutarne gli ingredienti. Non si tratta di imporre il cristianesimo perché l’atto del credere deve essere libero (altro valore cristiano), ma di mostrare che se non viene tenuta accesa la caldaia dei valori cristiani, l’appartamento si raffredda per tutti (anche per i nuovi arrivati in cerca del “nuovo” rispetto alla loro terra di provenienza – i quali si ritroverebbero in un paese simile al loro.)

Ho espresso delle convinzioni personali, senza giudicare o denigrare il parere altrui. Mi piacerebbe che la discussione restasse nel campo del confronto delle idee e non nel tentativo di far passare l’interlocutore per uno che ragiona in mala fede.

Ciao ciao.

A questo punto ho pensato di trasferire la discussione qui su Pontilex. Per prima cosa per non intasare le mailbox delle altre persone che assistevano (magari senza essere interessate) a questo lungo scambio di opinioni. Inoltre perchè qui su Pontilex ci sono molte persone dotate di buon senso che possono contribuire costruttivamente ed affrontare l’argomento argomentando con pacatezza ma con chiarezza le proprie affermazioni.

Cosa pensate del fatto di cronaca e dell’immagine riportata qui sopra?

21 pensieri su “Cristiani perseguitati o cristiani strumentalizzati?

  1. adminadmin

    Io osservo innanzitutto che non mi è chiaro per quale ragione l’europa dovrebbe intervenire.
    Mi spiego meglio: siamo pronti ad accusare i musulmani di ogni nefandezza, denunciando il forte legame che spesso possiamo notare tra la religione e lo Stato. E poi chiediamo all’Europa (entità sovranazionale) di difendere una parte religiosa, mettendo il naso negli affari interni di una nazione sovrana non appartenente all’Europa con la scusa che il ministro è cristiano?
    Il nostro mini-premier con tutto il suo staff di nani e ballerine ha difeso Gheddafi fino a pochi giorni fa, adducendo scuse blande come ad esempio l’indipendenza e l’autonomia della Libia, nei cui affari il nostro Governo non voleva mettere il naso. Ed ora invece chiediamo all’Europa di mettere il naso nell’autonomo ed indipendente Pakistan?

    Incoerente.

    Il messaggio coglie due piccioni con una fava. Si scarica sull’Europa una responsabilità non sua per indebolirne l’immagine. Perchè ben sappiamo che il PdL è tutto tranne che europeista. Lo stesso Silvio Berlusconi non si è mai mostrato particolarmente “attento” alle vicende europee. E tutti ricordiamo quando diede del Kapò ad un altro europarlamentare, colpevole solo di avere idee diverse da quelle dello psiconano.

    Insomma, davvero un capolavoro di comunicazione. Ma uno schifo di messaggio.

    Rispondi
  2. paopao

    Stefano:
    Personalmente penso che certe persone siano senza scrupoli e giochino col fuoco.
    Fanno i cristiani solo quando fa comodo per qualche loro sporca crociata politica; te lo dico io che Formigoni fino all´altro ieri non sapeva nemmeno dove fosse il Pakistan!Insomma, suona un po´come “andiamo a liberare l´Afghanistan dai talebani” quando per 40 anni i “liberatori” hanno fornito armi ai talebani per combattere i Russi…fregandosene altamente dei diritti umani degli afghani.
    Formigoni ha espresso una sua opinione personale, ne ha tutti i diritti. La forma in cui lo fa é disgustosa..anche perché puzza di opportunismo e di razzismo. L´immagine che ha scelto di sottofondo parla da sola; cosa ci suggerisce?
    L uomo coi baffi neri e la pelle scura é tuo nemico…discriminante no?..somiglia un po´alla propaganda dei nazisti contro gli ebrei)
    Il tuo amico, Stefano, ragiona come ragiona chi non ha nessuna intenzione di essere aperto ad un dialogo, per conseguenza, non ha nessuna intenzione di risolvere un problema…gli sta bene che i cristiani vengano ammazzati cosí puo´seguire la moda, parlare di cristianofobia e se tu non sei daccordo allora dai fastidio, allora sei un infiltrato mussulmano.
    Uno schema mentale di bassa lega diffuso anche fra persone che un tempo, potevano fors´anche passare per colte o intlligenti e che invece, trovo insospettatamente ignoranti. Si. perché questa é ignoranza, é l´ignoranza che ha paura del confronto, ha paura del diverso, ha paura del dialogo…oppure, peggio, é malafede.
    È gente che fomenta i pregiudizi,un fare non molto cristiano, anzi.
    A Formigoni e i suoi fedeli direi che “non si possono servire due padroni” e credo che chi ha orecchie per intendere, intende.

    PS: non conosco un solo conflitto che sia sfociato per ragioni religiose, tutti i conflitti sfociano per ragioni d´interesse economico o potere.

    Rispondi
  3. diegopig

    Secondo me il problema fondamentale, cioè l’origine di tutta questa strumentalizzazione, nasce dall’incapacita della “ggente” di capire una banale verità: non è necessario pensare O BIANCO O NERO, ma ci possono essere molteplici sfumature.

    Se “la ggente” capisse questa banale verità, tattiche come quelle dell’immagine riportata non sarebbero nemmeno possibili.

    Purtroppo “la ggente” questo non lo capisce, e si vede benissimo dalla primissima risposta: “L’importante è che tu non sia un infiltrato musulmano”.

    Naturalmente questa tendenza alla polarizzazione è insita in ogni essere umano, indipendentemente dalla religione o dal credo politico.

    Non è un caso se lo si trova tanto in Pontifex (tutti gli omosessuali sono malati) quanto in molte discussioni sul forum dell’UAAR (tutti i credenti sono dei cerebrolesi).

    Quindi, secondo me, è del tutto inutile tentare di discutere del tema e tentare di far cambiare idea a qualcuno sullo specifico argomento, perchè significa andare contro una tendenza naturale dell’essere umano.
    E’ come tentare di convincere “la ggente” a non fare sesso: duemila anni di fallimento tottale globbale dovrebbero rendere ormai evidente che contro la natura non si può andare.

    Più efficace, secondo me, è tentare di rendere evidente all’interlocutore il meccanismo che lo induce a dividere il mondo in “buoni e cattivi.”

    Rispondi
    1. OscarWilde

      è tentare di rendere evidente all’interlocutore il meccanismo che lo induce a dividere il mondo in “buoni e cattivi.”
      Tu pensi veramente di poter rendere evidente qualcosa ad un pontifesso?
      O ad un berlusconiano?
      Scherzi vero? Sta gente NEGA l’evidenza.

      Rispondi
      1. diegopig

        Scherzi vero? Sta gente NEGA l’evidenza.

        Ma è proprio per questo che ritengo inutile discutere con loro del tema della discussione: per quante prove tu possa portare ci sarà sempre la loro “confirmation bias” a fregarti.

        L’unica speranza (ma nessuno dice che sia sempre efficace) è mostrargli perchè ragionano in quel modo.

        Secondo me non è un caso che CDP non sia più venuto a commentare qua.

        Rispondi
    2. paopao

      “Più efficace, secondo me, è tentare di rendere evidente all’interlocutore il meccanismo che lo induce a dividere il mondo in “buoni e cattivi.”

      il “semplicismo”, chi divide il mondo in “bianco e nero” o “buoni e cattivi” non deve far la fatica di pensare, ne di chierdersi il perché o come…

      Rispondi
  4. OscarWilde

    Consideriamo che:
    – Berlusconi è un egoista della peggior specie: quando sta bene lui stanno bene tutti.
    – se sta bene Berlusconi necessariamente staranno bene tutti quelli che lo sostengono (perchè lui ne ha bisogno così come loro hanno bisogno di lui) quindi questo mutuo scambio simbiotico contribuisce a fare di TUTTO un interesse Berlusconiano. E dove ci sono interessi personali, NON ci sono ideali.
    – è INTERESSE personale in questo momento allontanare l’attenzione pubblica dal caso Ruby & nefandezze naniche varie.
    – la chiesa è un valido sostegno allo psiconano perchè come lui sta perdendo mordente (soprattutto in Italia). Quindi entrambi hanno bisogno del mutuo sostegno/collaborazione, quindi, mettono da parte ideologie, credo e morale ed entrambi le sparano GROSSE per aiutarsi a vicenda.

    Il trionfo dell’ipocrisia.
    E dell’ignoranza.
    E della faccia tosta.

    Sono ogni giorno più fiero di essere ateo.
    Non smetterò mai di ripeterlo: è mia opinione ritenere che la religione sia un male per l’umanità.

    Rispondi
  5. AlbertoBAlbertoB

    A B. , e quindi a tutto il PDL in quanto senza di lui questa accozzaglia di laidi portaborse non durerebbe più di cinque minuti , non interessa nulla dei cattolici e dei credenti in generale , dei loro valori e delle loro aspirazioni.
    Qui semplicemente abbiamo davanti agli occhi l’ennesima opera del minculpop : il Banana è in crisi di consensi , ergo si dà la stura al più bieco populismo rivolto questa volta all’elettorato cattolico.
    Mi riferisco anche alle recenti parole del PDC ad una assemblea di cattolici , quando ha sproloquiato la solita tiritera sui comunisti , unioni gay e adozioni ai single… e tutto il pubblico , compreso anche quel grandissimo intellettuale che è Stanzione , a spellarsi le mani (e a bagnarsi i pantaloni) a suon di applausi.
    Per rendersi conto di quanto tutto ciò suoni imbecille e falso i requisiti intellettuali minimi sono davvero bassi : qualunque essere senziente dotato di pollice opponibile lo troverebbe lampante. Siamo dunque di fronte ai soliti gonzi , cerebralmente limitati.
    Ne è la dimostrazione anche il recente articolo sempre di Stanzione “lunga vita al governo Berlusconi” , che altro non è che la dimostrazione di tutto ciò che sto dicendo.
    Non dimentichiamo poi che il buon Formigoni nella sua lista blindata annoverava una certa Nicole Minetti : il minculpop deve agire dunque , deve distrarre il popolo dei gonzi sprovvisti di pollice opponibile da queste brutte faccende… ergo ci si arrampica sugli specchi , si sparano le cazzate più immonde così che l’elettorato standard del PDL pensi ad altro.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Come sempre mi stupisce dover leggere certe affermazioni da chi, come te, fieramente vota a destra mentre l’opposizione, così pericolosa secondo le parole dello psiconano, non riesce a fare altro che intonare una timida e balbettante nenia.

      Rispondi
      1. AlbertoBAlbertoB

        I post-fascisti libertari sono tra i peggiori nemici del Banana e dei clericali : abbiamo valori e ideali , abbiamo un cervello per pensare e semplicemente non ci lasciamo intortare nè dalla pletora di pretonzoli e di baciapile schierati con questo centrodestra nè dai leccapiedi del Padrone , per tacere poi del Padrone stesso.
        Sono stato definito su queste pagine un “estremista laico” : invece , pur essendo essenzialmente anticlericale , ho il massimo rispetto per i (pochi) preti “operai” , alla don De Capitani per citarne uno (tra l’altro uno dei pochissimi preti che quando nomino sono uso ad aggiungere il “don” , non so se ci avete mai fatto caso ma per me questo titolo sono in pochi a meritarlo) , quelli che combattono in trincea e sono davvero impegnati nel sociale senza avere nulla da spartire con gli alti papaveri immanicati con questo o con quel potere forte.
        Poi ricordiamoci che chi starnazza a destra e a manca contro i Comunisti è lo stesso che utilizza metodi stalinisti , che ricorre alla censura , che vorrebbe negazione della pluralità d’informazione. Ribadisco , chi oggi si schiera con questo centrodestra o ha degli interessi economici e di potere da difendere (quindi è in malafede) , o non prende in mano un libro o un giornale da 30 anni e internet crede che sia una squadra di calcio , oppure è semplicemente un povero rincoglionito. Spiacente ma l’umana pietà l’ho finita , che ognuno di essi scelga dunque a quale categoria appartenere.

        Rispondi
        1. adminadmin

          Purtroppo in Italia le persone REALMENTE di destra sono pochissime. Non parliamo delle persone “di sinistra”: capaci di regalare voti a quei 4 bugiardi che si mantengono agiatamente rubando i nostri soldi fingendo di fare opposizione allo psiconano! :-/

          Perchè mi fate parlare di politica? Così si alimentano le mie tendenze al suicidio! 🙁

          Rispondi
    2. OscarWilde

      Eppure admin trovo confortante, sapere che almeno, per quanto di destra (albertoB) o di sinistra (me) ci siano persone perfettamente in sintonia (diciamo le stesse cose io e lui sull’argomento Berlusconi) .
      Questo significa che, indipendentemente dalla parte politica, se un uomo possiede un cervello ed una coscienza/morale e li fa lavorare all’unisono, non c’è partito politico che li separi. Entrambi lavorano e credono in ideali comuni.

      Rispondi
      1. adminadmin

        Quando parlavo dell’opposizione non parlavo di te, Oscar 😉

        Concordo con te. E’ confortante l’esistenza di persone che, pur con idee politiche diverse, considerino insostenibili certe posizioni e certi messaggi che arrivano dalla politica italiana.

        Rispondi
        1. OscarWilde

          figurati admin, anche io sostengo quanto dici:
          …mentre l’opposizione, così pericolosa secondo le parole dello psiconano, non riesce a fare altro che intonare una timida e balbettante nenia.

          Rispondi
          1. gabriele

            perchè questa opposizione parlamentare è funzionale a B, se cade lui tutto loro sono da ritenersi fuori.

  6. FSMosconiFSMosconi

    Il fattore unificante ed assimilante, comune a tutta l’Europa era il Vangelo (la cristianità).

    Giusto: ERA. Ora c’è qualcosa di molto più preciso e concreto: la carta dei diritti dell’uomo.

    Quindi adesso abbiamo di fronte due problemi da risolvere:
    1. L’Europa si vergogna delle sue radici, non le riconosce, a volte le danno anche fastidio, fa di tutto per nasconderle. E’ un po’ come se le automobili diventassero allergiche ai distributori di benzina… L’Europa ha i km contati, perché il cristianesimo è stato, è, e sarà l’energia dell’Europa.

    Strano che queste “radici” però si nutrissero delle altrui “radici”: sbaglio o Sant’Agostino, diversi papi e lo stesso Paolo si ispiravano ad Autori e Filosofi Classici? Quindi il problema è a monte…

    2. Dovremmo trovare il modo di far capire ai nuovi arrivati, che il nostro bene è fondato SUI VALORI del cristianesimo, e che non possono desiderare la torta ma rifiutarne gli ingredienti. Non si tratta di imporre il cristianesimo perché l’atto del credere deve essere libero (altro valore cristiano), ma di mostrare che se non viene tenuta accesa la caldaia dei valori cristiani, l’appartamento si raffredda per tutti (anche per i nuovi arrivati in cerca del “nuovo” rispetto alla loro terra di provenienza – i quali si ritroverebbero in un paese simile al loro.)

    Enno, mio caro: i valori, QUESTI valori, non sono di esclusivo appannaggio cristiano: fosse così, gli Indù manderebbero a “fan’” chiunque incontrino, ruberebbero ai poveri etc. etc. per fare un esempio, per quanto esagerato.
    Giusto per far capire quanto questo sia errato ti smonto un apio di concetti espressi in queste personalissime opinioni (fiuh, meno male che l’hai specificato: per poco non cadevo giù dalla sedia 😉 :

    pensiero libero: Socrate per iniziare con un nome famoso, in nome del libero pensiero si espresse contro i “mos maiorum” e, nel nome della corretteza e di questa libertà di scelta, si fece ingiustamente condannare.

    La parità tra uomo e donna: presente già presso gli Etruschi, assimilati ai Romani, il concetto ottenne seguito in eta Imperiale anche se solo presso le Matrone.

    Infine, l’ultimo: mi pare onestamente una CIOFECA che senza la “radice” di questi valori di per sè originali quanto una banconota da 0 euro l’Europa non sarebbe quella che è, perchè come già detto sarebbe venuto qualche altro credo o corrente filosofica a innestarli.

    Rispondi
    1. OscarWilde

      Enno, mio caro: i valori, QUESTI valori, non sono di esclusivo appannaggio cristiano: fosse così, gli Indù manderebbero a “fan’” chiunque incontrino, ruberebbero ai poveri etc. etc. per fare un esempio, per quanto esagerato.

      ooooooooooooohhhhhhhhh Grazie FSM GRAZIEE!!!.
      Era ora che qualcuno lo dicesse.
      Hai detto una cosa che dovrebbe risultare ovvia lampante e cristallina.
      Eppure, non so perchè ancora oggi in molti credono che se non sei cattolico, sei un anarchico senza regole nè morale.
      Come se certi valori li avesse inventati Il cattolicesimo.
      non ho bisogno di un dio (o un profeta) che mi dica cosa è giusto o cosa è sbagliato.
      LO SO DA SOLO.

      Grazie ancora FSM.

      Rispondi
      1. FSMosconiFSMosconi

        Di niente, figurati. 😉
        E che l’Invisibile Unicorno Rosa (mai possano i suoi zoccoli venire ferrati), il Flying Spaghetti Monster e il Grande Cocomero – meglio non fare gli schizzinosi 😆 – ti benedicano. E se non lo fanno: dov’è finito Estiquaatsi?

        Rispondi
    2. Gianfranco Giampietro

      Strano che queste “radici” però si nutrissero delle altrui “radici”: sbaglio o Sant’Agostino, diversi papi e lo stesso Paolo si ispiravano ad Autori e Filosofi Classici? Quindi il problema è a monte…

      Infatti… è proprio questo il punto che rende davvero assurdo parlare di “radici”.

      Da alcune “radici” derivano altre “radici”, che a loro volta derivano da altre radici.

      Tutto dipende da tutto. E’ come con i contributi delle altre lingue nella formazione dei vocaboli di un altra…

      Alla fine è una realtà e una verità che riguarda quasi tutte le cose…. ditemi voi alla fine una sola cosa del pensiero e della creatività umana che non prende parzialmente prestiti da altre idee, da altre correnti di pensiero o da altre creazioni…

      Nulla si crea completamente dal nulla…

      Rispondi

Rispondi