Noi troviamo rivoltanti alcune cose.

Abbiamo letto molte volte in questi giorni due paroline (probabilmente onomatopeiche) che descrivono il “rito di fertilità” che il padrone della Libia ha insegnato al padrone d’Italia. Noi non ci adegueremo alla massa, noi non le useremo perchè le troviamo rivoltanti.

Troviamo rivoltante che un anziano si circondi di ragazzine (anche minorenni) pagando i loro servizi. Troviamo rivoltante che un presidente del consiglio si renda ricattabile in modo vergognoso, lasciandosi avvicinare da personaggi discutibili e discussi che gli portano, come offerte sacrificali, persone ignote e potenzialmente pericolose. Troviamo rivoltante che un rappresentante delle istituzioni (un rappresentante della nostra intera Nazione) faccia pressione, mentendo, sulle forze dell’ordine per il proprio meschino tornaconto.

Troviamo rivoltante che una ragazzina minorenne (per quanto procace, smaliziata, biricchina e ladruncola possibile) sia stata affidata senza battere ciglio ad una ballerina-politica che nel giro di pochi istanti l’ha abbandonata nelle mani di una escort. Questo è il tipico esempio della denuncia fatta a suo tempo da Veronica Lario, il tipico esempio della corruzione dei costumi.

Non da meno troviamo rivoltante chi cerca patetiche e pietose giustificazioni all’operato del vecchietto che si circonda di ninfe. Troviamo rivoltante leggere che secondo alcuni “moralizzatori” è più sano per la nostra società che un vecchio bavoso corrompa la crescita di ragazzine minorenni piuttosto che due adulti maschi (o femmine) che si baciano in strada. Troviamo che sia rivoltante e davvero miserrimo chi trascura il fatto che le ninfe erano minorenni.

E come se tutto lo schifoso quadretto rivoltante descritto fino ad ora non colmi ancora la misura, aggiungiamo le riflessioni di un “noto omosessualista” che come noi in passato si era occupato dei costumi scostumati di Pontifex. Mazzetta ci racconta le sue riflessioni. Buona lettura!

http://mazzetta.splinder.com/post/23535478/considerazioni-da-genitore-sulla-condotta-di-berlusconi

10 pensieri su “Noi troviamo rivoltanti alcune cose.

  1. AlbertoBAlbertoB

    Io spero con tutto il cuore che anche per “l’italiano medio” la misura sia colma : e aggiungo che è infinitamente triste che si debba categorizzare le persone facendo coincidere il “medio” con il “mediocre”. Perchè (cazzo!) anch’io sono un italiano medio , non sono un imprenditore ma uno stipendiato , non ho due lauree , non sono un filosofo o un fine pensatore , mi incazzo anch’io quando devo pagare le bollette e vedo il conto in banca che scende.
    Eppure… viviamo in un paese dove il calcio è dio in terra , dove la televisione è un grande frullatore mentale che genera mostri , i quali per passare il tempo la domenica fanno la processione davanti alla casa di un tizio che (probabilmente) ha ucciso la nipote e sbirciare tra le inferriate del cancello.
    Queste persone sono poi le stesse che pensano “ma pensa te il Berlusca , 70 anni suonati e scopa ancora come un riccio… che uomo , potessi essere io così!”oppure “eh a tutti piacciono le donne , che male c’è?” ” piuttosto che “Berlusconi è un povero perseguitato , non lo sentite quanto è bravo quando parla con la gente?”.
    La pancia del Paese insomma.
    E nel mentre si fanno prendere per il culo : da Berlusconi stesso , che pensa solo ai suoi sporchi affari e affarucci. Dalla pletora di lacchè politici arrivisti e opportunisti , voltagabbana come Capezzone , collusi con la mafia come dell’Utri , pluri-pregiudicati fascistoidi come Ciarrapico. Dai fascisti dichiarati come Borghezio e dai clericali di ferro come Cota. Dalla muta di cani da riporto e da guardia mediatici , come i Fede , i Belpietro , i Feltri e tutta la tv e la stampa di regime stipendiate da Berlusconi o da qualche suo parente.
    Poi ci si mette anche l’imbecillità patologica di questi “moralizzatori” de noantri che , come sempre accade , predicano bene e razzolano in tutt’altro modo , solo dediti alla loro immonda propaganda. Che si chieda quindi alla Chiesa , nella persona di mons. Fisichella , o ai suoi affiliati di contestualizzare il fatto che il Presidente del Consiglio faccia festini a base di sesso e si accompagni a ragazzine dell’età dei figli dei suoi figli. Che si chieda a questi sostenitori della famiglia tradizionale in quale universo parallelo un tizio così possa parlare liberamente di Famiglia.
    Io sono amareggiato ma ancora nutro la speranza che le cose possano cambiare anche grazie allo sforzo dei piccoli , come questo blog. Sono un sognatore?

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      E per fortuna hai chiarito più volte in passato di non essere mai stato “sinistro” !!! 😀
      Discorsi simili non si sentono neppure da chi dovrebbe essere l’anima stessa della sinistra. Se la destra ha Berlusconi c’è da ammettere candidamente che a sinistra c’è il vuoto pneumatico. Perchè Berlusconi sopravvive? Perchè non ci sono alternative, perchè chi dovrebbe proporre alternative propone un vuoto ancora più vuoto (lo definirei siderale). Sob ma quanto ancora dovremo aspettare prima di tornare ad avere un Governo piuttosto che i governucoli di questi ultimi 16 anni?

      Una sola precisazione: i figli dello psiconano spaziano tra i 44 ed i 22 anni… E fa molta differenza se un ultrasettantenne si accompagna con una 44enne o con una 22enne. Almeno per i miei gusti.

      Rispondi
  2. AlbertoBAlbertoB

    “Discorsi simili non si sentono neppure da chi dovrebbe essere l’anima stessa della sinistra”
    Adesso ti faccio ridere : io credo che oggi come oggi la Vera Sinistra siamo “noi” , i destri che hanno saltato la barricata e fatto il Grande Balzo in Avanti (alla Mao per intenderci) , i Traditori.
    Riguardo la sinistra devo dire che , nonostante una certa condivisione di diversi punti , sia oggi solo “chiacchiere e falce e martello arrugginiti” : dov’è finita la sinistra vicina alla gente comune , la sinistra fianco a fianco degli operai , la sinistra del Dopolavoro Ferroviario? Io credo si sia persa nell’autocompiacimento e negli stereotipi del Parka e della giacca con le toppe sui gomiti.
    E si è persa soprattutto nell’antiberlusconismo fine a sè stesso. Di Pietro che sbraita a destra e a manca cosa conclude in concreto? Bersani che soltanto si accoda ai titoli dei giornali tuonando opposizione feroce , salvo poi tornare militarmente nei ranghi , cosa propone? Pannella e i suoi con le loro belle parole e gli scioperi di fame e sete a chi parla se non agli intellettuali e agli idealisti? Sono questi gli eredi di Berlinguer? Chi oltre Vendola ha qualcosa di VERO da dire? Ma l’Italia non è pronta per Vendola , forse lo sarà tra 50 anni. Forse.
    Io credo , magari sbagliando , che l’unica alternativa attualmente siano gli scissionisti , i Finiani per intenderci , che già in passato hanno dimostrato di sostenere posizioni moderate e oserei dire quasi illuminate (non molto distanti dalla sinistra , tra le altre cose). Un a destra tutto sommato onesta , laica come la voglio io e liberale c’è.
    In ultima analisi credo , ed è una mia contestabilissima opinione , che i Politici (con la P maiuscola , non politicanti e coltivatori del proprio orticello) ad oggi in Italia siano rimasti in due : Fini e Vendola (con i rispettivi seguiti). Tutto il resto è noia , interessi di palazzo , interessi economici , interessi penali. Oppure carta velina.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Again, pur ritenendomi “dall’altra parte della barricata” continuo a condividere la maggior parte delle cose che dici. Segno forse che l’intelligenza non è di destra o di sinistra. 🙂
      Mi permetto solo di puntualizzare che il povero Antonio Di Pietro è -in questo momento ed a mio parere- l’unica voce fuori del coro, sia a destra che a sinistra. FLI patisce una certa riluttanza di Fini a cedere il “cadreghino”. Gli piace l’emozione del governo e fatica a scegliere di rinunciare al potere per andare a nuove elezioni. Quindi è disposto a scendere a compromessi con lo psiconano. Il “lodo Alfano” non è il male minore (come alcuni sostengono). E’ una porcata e basta. I tentativi di “migliorare” il “lodo Afghano” sono come i tentativi di trovare un condimento per un piatto di merda. Puoi metterci il condimento che vuoi, rimane merda. E scusa il francesismo 😉
      Al momento attuale sono in pochi a sostenere fermamente che il Dolo Al-Nano sia una porcata. E tra questi pochi c’è IDV. Vedo troppi distinguo e troppi “beh magari si potrebbe” tra le fila di FLI.
      Impeccabile l’analisi di Bersani (e Bertinotti). Ed infinitamente condivisibile il tuo pensiero su Vendola.
      E se mi permetti, vorrei rubare la tua conclusione. Perchè per me non è criticabile. 😀

      Rispondi
      1. AlbertoBAlbertoB

        Condivido le tue osservazioni su Fini , coltivando la speranza che il temporeggiare sia parte di una strategia di più ampio respiro , ovvero innanzitutto l’evitare le elezioni anticipate o un governo tecnico.
        Fini , come la Lega , avrebbe la possibilità di tenere il Nano per palle e sventolarlo come una banderuola : solo che Bocca Storta e la sua combriccola non hanno alcun interesse a farlo , ormai hanno raggiunto il potere e non lo vogliono mollare. FLI invece ha davanti a sè un percorso di cui ha intrapreso solo l’inizio.
        Immagina la ferocia dei cani da guardia mediatici di B. in caso di campagna elettorale oggi , con questo clima… nei mesi scorsi ne abbiamo avuto solo un piccolo assaggio. Non credo sia questo il momento per andare al voto.
        Sul Brodo Alfano che dire… in un Paese normale , governato da politici normali , non sarebbe neanche una brutta cosa in sè e di per sè. Ma qui siamo in Italia , la Terra dei Cachi , e i sudditi del Re Diversamente Alto ci tengono al proprio governante… talmente sottomessi , talmente schiavi , talmente ansiosi di compiacere il Padrone che egli non ha neanche bisogno di chiedere , sanno già cosa devono fare. Lo ha ammesso lo stesso B. dicendo che lui il Lodo non lo voleva.

        Rispondi

Rispondi