Anche Brunello nel suo piccolo…

… si incazza.

Leggo con piacere il pregevole editoriale del nostro amico Volpe (http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/5878-perche-berlusconi-vince–lapostasia-dilaga) , dai toni indignati e stizziti.

Lo comprendo , perfettamente. Che ci dia dei decerebrati , dei sessantottini , degli smidollati e degli apostati , lo comprendiamo e non raccogliamo la provocazione.

Io vorrei però che il Brunello Nazionale comprendesse e si rendesse conto di che persone si ritrova ad intervistare : Volpe non è stupido , ha le sue idee , condivisibili o meno ma non si può dire che sia uno sprovveduto. Volpe sa che le opinioni dei suoi intervistati possono essere ricondotte alle sue , se non ne prende le distanze , e le frasi di Introvigne “La chiesa da sempre ha fermezza contro il peccato, mai contro il peccatore. Certo anche gli aspetti individuali sono importanti e nessuno giustifica alcune condotte, ma a conti fatti meglio chi indulge in vizi privati di chi da scandalo di omosessualità in pubblico e in sedi politiche” non danno adito a dubbi.

In politica meglio un puttaniere , che si circonda di escort , un 74enne che si dedica a festini a base di sesso con ventenni (o meno) cui fa anche da protettore e padre putativo , che ha sulle spalle una dozzina di processi per svariati reati. Meglio un personaggio del genere che un omosessuale.

E’ lampante che il caso della “puttanella” (come viene definita nell’articolo in questione) è stato poi estremizzato , dipingendo forse la ragazza per quello che non è : purtroppo non è solo questo ultimo caso il problema , il problema grosso è che le “puttanelle” di cui si è circondato , si circonda e si circonderà il Nano sono proprio tante. Assieme alle igieniste dentali diventate consiglieri regionali , alle escort d’alto bordo , alle showgirl diventate ministro (nani , ballerine e pagliacci , non manca nulla nel circo del PdL).

E’ questo dunque il suo concetto di moralità Volpe? Io non lo credo , così come non è il mio , ma se non lo specifica verrà sempre accomunato a questi tristi figuranti che compongono il sottobosco del destrismo cattolico , con la differenza che questi avranno anche il loro tornaconto a diffondere certe idiozie , lei ed io , lei e noi , al contrario , no.

Volpe ignora anche di quanto siamo vicini nella sua lettura della situazione nei paragrafi successivi , lucida analisi della realtà dei fatti : parla di servilismo del clero , ma dimentica di aggiungere anche i gruppuscoli del succitato destrismo cattolico e l’estrema destra (Storace , Puschiavo e compagni di merende ) , questi sono i Traditori , questi sono gli arrivisti che hanno venduto la loro moralità ed i loro ideali  per trenta denari. Parla dell’ipnosi di massa di cui sono vittime i ceti più bassi , parla di dita e di luna.

Ed io concordo appieno.

Cosa dobbiamo fare noi (e in questo noi è incluso anche Volpe) quindi? Dobbiamo prostituire i nostri Valori? Dobbiamo accettare i trenta denari , mercanteggiare il nostro concetto di moralità per un bene superiore (quale sia non è dato sapere)? Oppure abbiamo il dovere civile di incazzarci come delle iene all’ennesima dimostrazione che chi ci GOVERNA non ci RISPECCHIA , perchè pensa solo ai propri squallidi interessi mentre l’Italia pena e soffre?

Non è forse nostro dovere civile fare la nostra piccola parte , tutti noi , cittadini italiani cattolici e non , fare fronte comune in quanto siamo indignati tutti alla stessa maniera? Mi domando allora perchè dare spazio a idee ed ideologie così in contrasto con i concetti di moralità e di integrità di cui Pontifex si fa portavoce.

Poi che ci si scontri pure sulle idee , sulle prese di posizione e sui punti di vista , ma che non si dimentichino le fondamenta; i concetti di giusto e sbagliato , una volta tolto tutto ciò di cui si può discutere tra persone normali , una volta fatte sparire tutte le sfumature di grigio sulle quali possiamo spendere milioni di parole , si riduce a due colori soltanto : BIANCO e NERO.

Un ultimo pensiero : “ché se loro bussano all’ aiutino sinistro, anche noi li abbiamo e li faremo presto valere”.

Lasci perdere Volpe , personalmente , e credo di parlare a nome di tutti , non ho bisogno di alcun aiutino sinistro per esprimere le mie idee , così come lei non ha bisogno di alcun aiutino destro per esprimere le sue. Siamo tutti liberi pensatori.

18 pensieri su “Anche Brunello nel suo piccolo…

      1. AlbertoBAlbertoB Autore articolo

        Abbiamo giocato un po’ a fare i garantisti (almeno io) nei confronti della ormai famosa Ruby , quando comunque il sospetto c’era.
        Il problema è che a questo punto la situazione volge decisamente al peggio : quindi non solo il Premier , il Presidente del Consiglio , il Capo del Governo paga donne che facciano sesso con lui , lo sapevamo tutti. Scopriamo quindi che alcune di queste donne sono pure minorenni : che bello!
        L’Italia va puttane e il Premier va a minorenni… quanto amo quest’uomo…

        Rispondi
    1. stefano

      Temo faccia semplicemente riferimento al substrato culturale del Berlusca: la Milano da bere, dove tutto è facile, a portata di mano, se hai i soldi. La Milano di Craxi, per sintetizzare ulteriormente. Ma al solito Brunello scrive per immagini, per impressioni, mai con chiarezza 😀

      Rispondi
  1. stefano

    Mi sfugge un piccolo dettaglio. Brunello si scalda se noi pensiamo che lui possa condividere le frasi dei suoi intervistati. Come hai osservato tu AlbertoB il buon Foxy non si è certo dissociato dalle parole dell’intervistato. Per che ragione le riporta, se non le condivide? Per “dovere di cronaca” ?? Un dovere di cronaca davvero distorto a mio parere. Inoltre sempre dalle pagine di Pontifex arriva un messaggio praticamente identico a firma di Carletto il geniale webmaster: “Meglio che vada a donne e non a trans.” (http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/5855-berlusconi-e-un-pubblico-peccatore-ma-i-politici-di-sinistra-ed-i-gay-non-facciano-la-morale-le-iene-portano-qpeneq-fini-in-cerca-di-circoncisione) Se tre indizi fanno una prova, qui ne manca solo uno, visto che in ben due articoli si minimizza la possibilità che Berlusconi sia un pedofilo (o pederasta, per le statistiche) con paragoni terribili come quelli che Foxy riporta dalla bocca di Introvigne e quello che usa Charles nel suo “articolo”.
    A questo punto la domanda sorge spontanea: ma ci hanno preso per fessi? Davvero ci ritengono dei beoti, incapaci di ragionare e privi di memoria (visto che i due articoli sono stati pubblicati in due giorni diversi).

    Brunello, guarda che noi ti leggiamo assiduamente. Molto assiduamente.

    Alberto, un chiarimento (visto che non posso sperare di ricevere risposta da Foxy): cosa intende con quel discorso (al solito, solo abbozzato, mai chiarito) dell’aiutino?

    Rispondi
  2. AlbertoBAlbertoB Autore articolo

    “Alberto, un chiarimento (visto che non posso sperare di ricevere risposta da Foxy): cosa intende con quel discorso (al solito, solo abbozzato, mai chiarito) dell’aiutino?”

    Non me lo chiedere Stefano , ho solo fatto finta di sapere di cosa stava blaterando 😀
    Immagino però una tesi complottistica e qualche collegamento con con esponenti della sinistra… ma sono solo mie idee campate per aria.
    Di qualunque cosa stesse parlando , rimane il fatto che ritengo la faccenda dell’aiutino solo un suo “timore” oppure un tentativo di capire chi ci sia dietro Pontilex.
    Brunè non stare a lambiccarti il cervello , dietro Pontilex c’è solo Pontilex , se me lo chiedi con gentilezza ti mando tutti i miei dati , una foto e anche un curriculum vitae 😀

    Rispondi
    1. adminadmin

      Dietro Pontilex ci sono io!
      E CdP dice di conoscere la mia identità.
      Quindi, nell’ipotesi non troppo stramba che Brunello ed il geniale webmaster si parlino regolarmente, Brunello non ha bisogno di capire chi ci sia dietro Pontilex. Ma son tutte ipotesi, ovviamente 😉

      Rispondi
      1. AlbertoBAlbertoB Autore articolo

        Giusto , dietro Pontilex c’è il nostro amministratore preferito 😀
        Che è di sinistra per cui… COMPLOTTO!

        Rispondi
        1. adminadmin

          Io sono molteplice. Io sono tutti e nessuno. Io sono Giux, AlbertoB, Simone e Stefano. Ma non sono Pao! 🙂
          O forse si?
          Boh. Chi può dirlo?
          Carletto, pensaci tu! 🙂

          Rispondi
          1. paopao

            heii!!non sei Pao? come sarebbe a dire che non sei Pao? ti ricordo che sei un non ben definito individuo..quindi potresti essere benissimo anche Pao ..
            pregheró per la tua anima apostata!vai e pentiti…

  3. stefano

    Mi piacerebbe poi capire come mai Foxy si scaglia con tanta veemenza contro la ragazzina. Se è una poco di buono, una “puttanella”, una criminale, finanche una ladra, come mai ha potuto stare così vicina al nostro mini-premier? Allora dobbiamo dubitare di tutto l’apparato di sicurezza che dovrebbe garantire l’incolumità dello psiconano. Berlusconi come gli amici pontifessi non impara dagli errori. Carletto estroflette il suo numero di telefono su Internet e poi si lamenta quando riceve telefonate. Lo psiconano non ha imparato nulla dall’affair D’Addario, dai video girati nel bagno di Palazzo Grazioli dalle avvenenti “puttanelle” di cui ama circondarsi, dalla statuetta che si è preso in volto… Incurante di tutte queste esperienze continua a farsi avvicinare da queste persone pericolose. Pericolose per lui e per le nostre istituzioni. Davvero pervicace!

    Rispondi
    1. paopao

      beh ma Stefano..é un PontifeSSo, il PontifeSSo odia le donne …sono loro le peccatrici che inducono i poveri uomini in tentazione…giá dai tempi delle mele…):D

      Rispondi

Rispondi