MA L’ABITO FA SEMPRE IL MONACO?

I Pontifexiani, così gli altri siti cattolici tradizionalisti, sono pro-talare. Non vedono molto bene il clergy-man, ma lo tollerano. Ovviamente sono contrarissimi a che i preti vestano abiti civili, senza cioè il minimo riconoscimento della loro funzione pastorale.

I “segni distintivi” dei preti devono essere indossati in ogni occasione, sacra e profana, in quanto per i tradizionalisti “l’abito fa il monaco”

Cosa direbbero allora se vedessero questa e altre foto di Ratzy, nelle quali egli non portava nemmeno il collare ecclesiastico bianco?

Tale foto risale al 2001, precisamente alla visita dell’allora cardinale Ratzinger al santuario tirolese di Maria Waldrast.

Se volete vedere altre foto di questa visita sud tirolese cliccate questa caricatura 

Cliccando i fiori,  trovate altre foto in borghese (una è di Ratzy al Concilio Vaticano II!!!):  

* * *

Per dovere di cronaca e onestà intellettuale, le occasioni in cui il cardinale Ratzinger si è presentato in borghese si possono contare sulla punta delle dita. A me, francamente, non importa come si vestisse Ratzinger. Ma vorrei capire come si troveranno i  cattolici oltranzisti che non fanno passare il minimo errore agli esseri umani senza un minimo rimprovero (quando va bene!)…

Su Pontifex.roma, Monsignor Giuseppe Agostino, Arcivescovo Emerito di Cosenza, dice a Bruno Volpe: “Chi veste in maniera borghese essendo prete, fa ostentazione di giovanilismo o peggio ancora si vergogna di quello che é. Dunque, cari confratelli, vestite da preti, perché preti siete e non vergognatevi. Non seguite il mondo”.

Sentiamo cosa dice la CEI nel suo documento del 1966:

«La Conferenza Episcopale Italiana, considerando la opportunità che l’abito ecclesiastico, pur nella tutela della dignità sacerdotale, possa venir adattato alle esigenze della vita contemporanea e alle nuove condizioni dell’apostolato, in conformità allo spirito del CIC can. 136 § 1, desiderando assicurare ai sacerdoti – anche in questa materia – uniformità di disciplina, a loro personale vantaggio e ad edificazione della comunità, conferma che l’abito talare rimane la veste normale dei sacerdoti e anche dei religiosi.

Esso è d’obbligo :

a) nella propria chiesa;

b) negli Istituti ecclesiastici;

c) nell’esercizio del sacro ministero;

d) nelle funzioni liturgiche, anche se tenute fuori chiesa;

e) nella sacra predicazione;

f) nell’amministrazione dei Sacramenti e dei Sacramentali;

g) nell’insegnamento religioso nelle scuole.

La Conferenza stabilisce che sia consentito a tutti i sacerdoti di cambiare l’abito talare con il clergyman, consistente in: giacca e calzoni di stoffa nera (o grigioferro scuro) e collare ecclesiastico, in caso di viaggi, di escursioni, di uso di macchina da trasporto, ecc., cioè quando lo richieda la comodità in un’azione profana.

In qualunque ambiente e circostanza, entro e fuori Diocesi e all’estero, come in occasione di ferie, il suddetto abito, “utpote sacerdotii signum”, dovrà essere indossato, in pubblico, completo: così che esso risulti per tutti i sacerdoti unico e ben caratterizzato, e gli ecclesiastici abbiano a poter essere riconosciuti come tali».

Carissimi amici cattolici tradizionalisti, tutti inclusi, come la mettiamo? Ogni tanto il futuro Pontifex ha fatto qualche marachella ma è perdonabile?
Siete ancora così rigorosi sul talare sempre e comunque alla luce delle foto dell’allora Card. Ratzinger? O state congegnando qualcosa per trovare una scappatoia pro ipso? 😛

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Fonti (citazioni e immagini):

  • http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/religiosi/4210-giovani-sappiate-andare-contro-corrente-e-scegliere-la-via-stretta-il-conformismo-e-una-dannazione-eretico-negare-la-resurrezione-nel-corpo-i-preti-usino-la-talare-o-il-clergy-man
  • http://freeforumzone.leonardo.it/lofi/Sacerdoti-rimettete-l-ABITO-perch-232-l-occhio-vuole-la-sua-parte-/D8513731.html
  • http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/religiosi/5225-i-sacerdoti-usino-la-talare-o-al-massino-il-clergy-man-contano-anche-i-segni-esteriori-e-nessuno-si-vergogni-della-sua-condizione-di-sacerdote-san-pio-x-un-grande-papa-e-un-pastore-comprese-limportanza-della-comunione-ai-bambini
  • http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/religiosi/4210-giovani-sappiate-andare-contro-corrente-e-scegliere-la-via-stretta-il-conformismo-e-una-dannazione-eretico-negare-la-resurrezione-nel-corpo-i-preti-usino-la-talare-o-il-clergy-man
  • http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/5229-i-sacerdoti-vestano-in-modo-decoroso-rispettando-la-chiesa-e-i-segni-esterni-mettano-la-talare-o-per-lo-meno-il-clergy-man-in-chiesa-si-entri-con-vesti-decorose-e-non-come-alla-spiaggia
  • http://freeforumzone.leonardo.it/lofi/Sacerdoti-rimettete-l-ABITO-perch-232-l-occhio-vuole-la-sua-parte-/D8513731.html
  • http://freeforumzone.leonardo.it/lofi/Foto-da-Cardinale/D354230-71.html
  • http://paparatzinger2-blograffaella.blogspot.com/2009/04/prof-joseph-ratzinger-non-fa-parte.html
  • http://www.thetablet.co.uk/page/pope
  • http://www.traditioninaction.org/RevolutionPhotos/A099rcRahner_JosephRatzinger.htm
  • http://paparatzinger2-blograffaella.blogspot.com/2009/04/prof-joseph-ratzinger-non-fa-parte.html
  • http://www.serviten.de/fotos/ratzinger_waldrast/ratzinger_waldrast.html
  • http://paparatzinger2-blograffaella.blogspot.com/2009/04/prof-joseph-ratzinger-non-fa-parte.html
  • http://www.chinadaily.com.cn/english/doc/2005-04/20/content_435737.htm
  • http://www.chinadaily.com.cn/english/doc/2005-04/20/content_435737.htm

3 pensieri su “MA L’ABITO FA SEMPRE IL MONACO?

  1. Gianfranco Giampietro

    Mi è appena arrivato un fax dalla Santa Sede (con tanto di benedizione da condividere con tutti i lettori di Pontilex) che dice

    “Non è vero! è tutto kuanto un fotomontaccio!

    firmato

    Il Papa”

    Scherzi a parte, in giacca e cravatta Ratzinger sta proprio bene 😉

    Rispondi
  2. Alcide95

    Nella prima foto, quella del santuario tirolese, Ratzinger usa la “pettorina”, che consiste in una parte dura rigida alta circa 1cm o poco più che si mette come il colletto nel clergyman ma può essere usata con le camice a collo largo. E’ molto usata nelle zone tedesche (anche in Diocesi di Bolzano-Bressanone, dalla quale provengo).

    Rispondi

Rispondi a Alcide95 Annulla risposta