IL MILITE POCO IGNOTO (aggiornato alle 15.20 del 06.10.2010)

QUESTA FOTO ERA PUBBLICATA NEL SITO http://www.myspace.com/carlomariadipietro

A SEGUITO DELL’INTERVENTO DEL DOTT. CARLO MARIA DI PIETRO, WEB MASTER DEL SITO PONTIFEX.ROMA, QUESTO ARTICOLO, PUBBLICATO LA PRIMA VOLTA IL 16/09/2010, E’ STATO MODIFICATO IN DATA 21/09/2010.

Per maggiore correttezza dei lettori non modifico l’articolo originale, ma effettuo le doverose aggiunte/rettifiche col carattere color blu.


In questo articolo delineerò un profilo a 360 gradi di un personaggio di pontifex.roma, con notizie che molti di voi ignorano.

Innanzitutto, prima di continuare nella lettura, provate a indovinare chi sia il milite qui sulla sinistra (nessun fotomontaggio).

Perché è di lui – o meglio, di colui che utilizza questa foto come  proprio avatar su myspace – che parlerò in questo articolo.

(N.B.: i link di rimando presenti si aprono in una nuova scheda/pagina, in modo da facilitare la lettura dell’articolo)

Premessa.

A me non interessa emettere giudizi sulla persona: mi interessa capire la stessa.

Il sito Pontifex.Roma ha da sempre dato l’idea di essere un sito destrorso; apprezzamenti all’attuale Governo, conditi da qualche critica; solo critiche ai membri del centro-sinistra e sinistra.

Ci può stare che un sito cattolico faccia politica; ma Pontifex.roma viene presentato come un sito di Apologetica e dove si insegna la Dottrina.

Solo che la Dottrina si insegna citando il peccato, non il peccatore.

CAPITOLO I.   SAGA DI PIETRO: PRIMA DI ANTONIO, È SCESO IN CAMPO CARLO!

Da diversi anni, Carlo Di Pietro non ha più alcuna tessera di alcun partito politico. Io gli credo sulla parola e non ho bisogno del fax col quale ha espresso la volontà di andarsene dal Partito di Storace. Pertanto, quello che leggerete sotto fa parte del passato di Di Pietro; tuttavia mi sembra che non ci sia niente da modificare rispetto all’originale. Tale capitolo I giustifica solo l’idea di una mentalità non certo sinistrorsa di Charlie :-)

Il Di Pietro Carlo, che nel sito M.S.M.A. definisce la teocrazia quale unica e migliore forma di governo, dovrebbe spiegarci quando esattamente sia stato folgorato sulla via di Potenza, data la sua ventennale militanza politica.

Scorrendo il sito www.storace.it – il cui disclaimer sul copyright autorizza la pubblicazione dei contenuti (basti che se ne citi la fonte) – il Di Pietro fa un paio di interventi interessanti. Se leggete con attenzione, vedrete che il Di Pietro che scrive è quello a noi noto:

( www.storace.it/2007/10/18/storace-non-dico-non-ci-sto-mi-faro-processare/)

Intervento #1

Gent.mo dott. Storace,
le scrivo per avere un primo contatto con lei e per manifestare la mia solidarietà nei suoi confronti, in merito alle vicende che la vedono protagonista negli ultimi giorni.
Mi chiamo Carlo Maria di Pietro e, da circa 20 anni, sono politicamente orientato a “destra”. Il mio curriculum di militanza politica termina con il congresso di Fiuggi, momento storico in cui muore la “fiamma tricolore” e, con essa, la speranza in un’Italia cattolica, sociale, disciplinata ed onesta.
Negli ultimi anni non ho avuto punti di riferimento in ambito politico, in quanto né Fiamma Tricolore e nè Alleanza Nazionale, mi offrivano garanzie di moralità, sobrietà e la “giusta dose” di nostalgia socio/filosofica del ventennio.
Noto, con piacere, che il suo movimento rispecchia, almeno teoricamente, un progetto politico con finalità idonee ad un reale miglioramento della nostra Italia:
– integrità morale;
– rispetto dell’etica cattolica e delle figure istituzionali clericali;
– desiderio di giustizia;
– politica orientata al sociale;
– risparmio ed oculatezza nelle spese;
– tanto altro….
Conculudo, pertanto, offrendo la mia completa collaborazione nel capoluogo lucano (Potenza), ricordando che la nostra nazione deve tornare al lustro di un tempo, se non altro per rendere onore ai grandi dominatori ed imperatori romani, che hanno insegnato al mondo civile, tutto ciò che di civile esiste..
Invio cordiali saluti e ricordo che, in tempi non sospetti, il nostro attuale Presidente della Repubblica gioiva radiofonicamente quando i Russi invasero l’Ungheria e, i suoi commenti dell’epoca, furono dei veri e propri manifesti rossi di propaganda al bolscevismo ed allo stalinismo omicida. Invito tutti gli italiani a non dimenticare ..!!
|Lasciato il 18 ottobre 2007 alle 15:47|

—-

Intervento # 2

Gentilissimo Giacomo Rossi,
ti ringrazio per la tua solerte risposta e per l’accoglienza riservatami.
Non mancherò di contattare il responsabile della destra lucana, di cui mi segnali l’email.
Ho la fortuna di conoscere molto bene i politcanti lucani, pertanto, farò le mie valutazioni come segue:
– integrità morale dei vostri delegati in Basilicata;
– eventuali collusioni o concussioni con persone di cui non condivido lo stile di vità;
– reali motivazioni che spingono tali delegati a rappresentarvi;
– presenza di nomi o di volti reimpastati dalla vecchia politica partitocratica e corrotta;
A seguito di tale “indagine”, sicuramente la ricontatterò sulla sua privata email, per garantire la mia presenza all’assemblea del 10 e dell’11 a Roma.
Nel caso in cui non dovesse ricevere mie notizie, vuol dire che non mi rivedo in chi mi dovrebbe rappresentare sul territorio lucano, pertanto continuerò a fare politca extraparlamentare, con il movimento a matrice cattolica, di cui sono fondatore.
Cordiali saluti.
Carlo Maria di Pietro
|Lasciato il 18 ottobre 2007 alle 16:19|

* * *

Da apprezzare l’onestà intellettuale del Di Pietro che continuerà a scendere in campo col suo movimento qualora La Destra di Storace – sezione lucana non lo soddisfacesse.

Evidentemente La Destra di Storace non ha più soddisfatto Di Pietro, che se n’è andato e non fa più parte di nessun partito già da diversi anni.

Lascio ai lettori frasi come: “Per rendere onore ai grandi dominatori ed imperatori romani, che hanno insegnato al mondo civile, tutto ciò che di civile esiste”.

CAPITOLO II.   LE ATTIVITÀ COLLATERALI DI CARLETTO

Tutti sappiamo che Di Pietro sia amministratore almeno dei seguenti siti:

http://www.miliziadisanmichelearcangelo.org/

http://www.chirurgiaplasticathailandia.net/

http://www.villadellerose.net/

http://www.peterpanclub.net/

http://www.noname.org.uk/

http://www.rosannavenneri.it/

http://www.giulianofrancesco.it/

http://www.cedampesaro.it/

http://www.venneri.it/

Da un breve giro su internet risulta che Di Pietro, un tempo, era un mito in materia di eventi mondani (vedasi http://pontilex.org/2010/09/dei-rapporti-tra-carletto-e-le-discoteche/).

Poi si è dato a curare solo i siti. O meglio, lui dice così.

Solo che un cattolico “integralista” dovrebbe aver cura dei siti che gestisce, nel senso che dovrebbe scegliere quelli attinenti al suo credo. Il mettere a disposizione la sua consulenza informatica per molte discoteche è pur sempre una forma di complicità. A poco vale che lo faccia come favore ad amici. Le discoteche sono considerate, da molti sacerdoti ed esorcisti, luoghi satanici, di fornicazione, gay-friendly, dove sia facile sballarsi con droghe e alcol. Ed è strano che uno che si autodefinisca “demonologo” non lo sappia…

A nessuno importa la tipologia dei siti web curati da Di Pietro; ma una persona che, come lui, professa tanta rigidità e rigorosità in materia di Fede Rivelata e Dottrina, deve attenersi a tutte queste regole, che come valgono per gli altri debbano valere, in primis, anche per lui. Troppo semplice filtrare il moscerino ed ingoiare il cammello…

Un integralista (così come si autodefiniscono i pontefixiani) non può nemmeno contaminarsi con certi luoghi che puzzano di zolfo, usando la sua terminologia.

Tuttavia, ad una più attenta disamina, sembrerebbe che l’attività discotecara di Charlie non si limiti alla mera amministrazione grafica. In fondo alle pagine dei link che posto di seguito, vedrete che viene fornita l’email di Carletto relativamente alla prevendita dei biglietti o qualora gli si volesse chiedere maggiori info… Qua le cose non quadrano, Charlie! Un web master si occupa solo di postare ciò che gli dice l’amministratore; tu invece sembra che faccia da filtro anche per un’attività inquadrabile come “public relations”! O, almeno, questa è l’idea che viene naturale farsi per come sono impostati questi due articoli (ossia, descrizione degli eventi e, come unico riferimento, l’e-mail di Charlie)

http://www.hotel-rimini.com/eventi/bob-sinclair

http://www.hotel-rimini.com/eventi/marta-gomes-villa-delle-rose

SU QUESTO CAPITOLO NON HO RICEVUTO ALCUNA RICHIESTA DI RETTIFICA, PERTANTO IL DUBBIO CHE IL DI PIETRO NE SIA SOLO IL WEB MASTER O ANCHE UNA SORTA DI “PR” RIMANE.

CAPITOLO III.   MY SPACE (CANCELLATO)

Charlie (o un suo omonimo) risultava iscritto su myspace, benché non ci bazzichi lì dal 2008. L’unica cosa un po’ inquietante è la foto postata come suo avatar (http://www.myspace.com/carlomariadipietro). Che sia lui o una semplice foto di un qualche militare scaricata da internet? A voi il dilemma (confrontate questa foto con quella presente nel sito M.S.M.A.)… Gli occhiali sembrano gli stessi, ma potrebbe essere una coincidenza…o un furto d’identità.

QUESTA FOTO E' PUBBLICATA NEL SITO http://www.myspace.com/carlomariadipietro

ECCO Come si presentava l’account myspace fino al 16 settembre 2010

**

CAPITOLO IV.   QUALCHE MITO DA RIVEDERE

Valgono le stesse considerazioni in blu di cui al capitolo III.

http://www.myspace.com/carlomariadipietro/blog

SICCOME NON SONO UNO SPROVVEDUTO, VI VACCIO VEDERE COME APPARIVA TALE  BLOG ALLA DATA DEL 16 SETTEMBRE 2010

CAPITOLO V.  LA CLINIQUE…

Una delle motivazioni che hanno spinto Carlo verso la clinica tailandese e a parlare spesso di tematiche omosessuali. Una storia toccante, se vera…

http://blog.libero.it/Rober5/8696460.html

CAPITOLO VI.   IL GIURAMENTO DEL MILITE!

http://www.facebook.com/topic.php?uid=38289671587&topic=11600

CAPITOLO VII.   COSA PENSA IL CARLETTO DEI GAY (tratto dal blog pontifex.roma.it)

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/opinioni/laici/390-adesso-basta-gli-omosessuali-devono-smetterla-di-discriminare-gli-eterosessuali-diffondo-idee-sbagliate-ed-inducono-i-giovani-allerrore-parla-la-dottrina-la-medicina-e-la-cronaca

– – –

Caro Sig. Di Pietro, non mi permetto di giudicare la sua fede né di stabilire se Lei sia un cattolico d.o.c. o meno.

Non rientra nella mia natura, che probabilmente Lei giudicherà modernista.

Accolga questo mio suggerimento fraterno: quando ci si erge a professori – sia che lo si faccia in buona fede, spinti dalla voglia di salvare il mondo – sia che lo sia faccia per mera superbia, si corre il rischio di essere vittima dei propri anatemi.

N.B.: L’articolo è suscettibile di modifiche, dietro solo adeguata prova, nelle parti in cui si ipotizza un certo comportamento / attività del Di Pietro che non dovesse rappresentare la realtà ivi descritta.

L’ARTICOLO E’ STATO MODIFICATO IN DATA 21/09/2010 a seguito di rettifica di Carlo M. Di Pietro.

43 pensieri su “IL MILITE POCO IGNOTO (aggiornato alle 15.20 del 06.10.2010)

  1. AlbertoBAlbertoB

    FA-VO-LO-SO!
    Il collage di informazioni si commenta da sè , spendo solo un paio di parole sulla fotografia.
    Se c’è un comportamento che ODIO , che trovo assurdamente INFANTILE e incomparabilmente RIDICOLO è quello dei “rivoluzionari da tastiera”.
    L’unica parola che probabilmente possa definire persone che si atteggiano a tal modo , facendosi anche fotografare armati e mascherati è PAGLIACCI.
    Rivoluzionari da tastiera appunto , curvi e ingobbiti a forza di sedere dietro a un monitor perchè è l’unico modo con il quale riescono a comunicare con il mondo , che di norma non li considera nemmeno , e vomitare le loro CAZZATE.
    Gente che si fotografa con un arma in mano , di sicuro senza aver mai sparato un colpo in vita propria e che alle prese con un’arma carica riuscirebbe solo a spararsi in faccia o se va bene sui piedi.
    Pusillanimi , cui mancando le palle e il cervello per fare i rivoluzionari o i rivoltosi VERI , usando le parole , la dialettica e le idee (condivisibili o meno) , pensano quindi di darsi un aria da duri. Salvo poi alzarsi la mattina per andare a lavorare per portare a casa la michetta come tutti noialtri poveracci , agognando il momento in cui , tornati a casina , al sicuro nel loro bunker , potranno sfogare le loro frustrazioni (il capo che rompe e non li apprezza , i soldi che sono quelli che sono , la mancanza di una moglie/fidanzata/compagna , il mondo che è una merda e niente va per il verso giusto) una volta acceso il pc e sognare di essere ciò che non si è e mai si sarà.
    Get a life , loser : ai miei tempi si diceva così.

    Rispondi
  2. andrea

    il mondo è pieno di sepolcri imbiancati (tanto per usare un’espressione evangelica): tanto perfetti fuori, quanto marci dentro.
    E quanto più vogliono apparire perfetti… tanto più si rendono ridicoli dinanzi al Signore (nel Magnificat non a caso Maria canta …ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore…).
    Mi viene in mente il ricco e la povera nel tempio: lui che mostra la sua ricchezza e la pubblicizza con il tintinnio delle sue monete e la poveretta che nel nascondimento dà l’unica moneta che possiede. Gli esponenti di Pontifex possono essere assimilati al ricco che si esibisce, si mostra sentenziando e giudicando tutti, loro i depositari della fede, loro i giudici, loro i puri, loro i retti, loro i santi, loro i perfetti. Sembrano dire guardateci, imparate da noi, copiateci. E quanti sono come le vecchiette che, nella loro miseria, si limitano invece a consegnare al Signore quell’unica moneta, che è la speranza nell’essere da Dio amato, nel silenzio, nell’umiltà, nella speranza che veramente … dove abbondò la colpa possa sovrabbondare la Sua misericodia…

    Disprezzo ciò che dicono e scrivono sul sito pontifex.roma (anche se devo dire che ultimamante hanno abbassato un po’ i toni) perchè sembrano aver dimenticato che… Deus charitas est. Mi ricordano tanto gli stolti farisei…
    Osservano questo e quello… ma si dimenticano che… da questo sapranno che siete miei figli: se vi amerete gli uni gli altri come io ho amato voi.
    Mi ricordano tanto quelli dei …Signore Signore che vengono cacciati perchè… non mi avete dato da mangiare, non mi avete dato da bere… dei poveretti che del Vangelo non hanno compreso nulla, che prendono spezzoni di qua e di là per autoconvicersi della correttezza loro pazzia, per autocelebrarsi.

    Rispondi
  3. [email protected] Autore articolo

    Eh sì, la persona sembrerebbe la stessa… stessi occhiali e posizione dell’indice.
    Ma anche se non fosse lui, certo è un po’ inquietante mettere quella foto…
    Chi si erge a difensore e paladino di una qualsiasi religione, deve avere i numeri giusti per farlo. Sennò cadrà vittima dei suoi stessi anatemi.
    La Dottrina può essere riportata, ma non si possono criticare con tale severità le persone; prerogativa questa dei soli consacrati.

    Rispondi
  4. usve

    Dopo che nel nostro gruppo prematuramente scomparso (sono sempre i migliori quelli che se ne vanno)era apparso il direttore di Petrus, ho dato un’occhiata a goggole per saperne di più su quest’ultimo. Tra le altre cose ho trovato un’interpellanza parlamentare proprio di Storace perché il direttore di petrus era stato vittima di un paio di casi di malasanità. Erano i tempi in cui forse erano ancora amici ed evidentemente avevano amicizie comuni.
    Voglio sperare che quello in foto non sia il nostro Charlie visto che il mitra non ha il tappino rosso delle armi giocattolo ad aria compressa.

    Rispondi
    1. Andrea ☮ Speaks Autore articolo

      Magari è una foto risalente a quando ha fatto il militare… magari non è lui… comunque rende l’idea che vuol far passare

      Rispondi
      1. Sandro

        non puo’ essere una foto del servizio militare perche il fucile che imbraccia e’ un AK47 di fabbricazione russo/sovietica. probabilmente e’ una foto fatta in occasione di qualche incontro di soft-air, “sport” molto di moda tra i giovani neofascisti. comunque la mettiamo il buon Carletto si sta rivelando una personcina moooooolto interessante.

        Rispondi
        1. Andrea ☮ Speaks Autore articolo

          “Chi mette mano alla spada, perirà di spada”… chissà se un giorno mai le commenterà queste parole evangeliche il buon Carletto
          ;-P

          Rispondi
  5. usve

    Dimenticavo: se questo dossier su Charlie lo legge il suo megadirettore spirituale gli fa un c… così ma poi lo perdona perchè un’altro come lui a gestire i siti internet dove lo trova?

    Rispondi
  6. Gianfranco Giampietro

    O___________O”

    Non ho parole. Posso solo fare i complimenti per l’articolo… ma chi sei ? Sherlock Holmes ??

    “Negli ultimi anni non ho avuto punti di riferimento in ambito politico, in quanto né Fiamma Tricolore e nè Alleanza Nazionale, mi offrivano garanzie di moralità, sobrietà e la giusta dose di nostalgia socio/filosofica del ventennio.”

    Che ipocrita…. e pensare che quando una volta gli ho chiesto che tipo di Italia farebbero lui e Volpe se ne avessero il potere (dato che temo fortemente per la “democraticità” di una Italia che potrebbero fare i pontifessi se si ritrovassero ad avere carta bianca… e temo ancora di più circa la libertà di culto e altri diritti fondamentali, soprattutto di certi individui che temo sarebbero trattati a livello di animali: stranieri, extracomunitari, omosessuali, “eretici” di altre religioni… ), dato anche manifesta anche simpatie der il fascismo, lui mi rispose di “non temere”, perchè loro non imporrebbero mai niente a nessuno, perchè a loro interessa solo diffondere la “Dottrina” tra coloro che sono interessati…. Sarà, ma da un nostalgico della dittatura fascista, un sostenitore dei regimi teocratici, da gente che vuole imporre con la forza la Dottrina nelle scuole e nei cervelli di tutti gli italiani…. io sinceramente non mi aspetto molto rispetto della democrazia e delle libertà altrui. Per adesso per fortuna la loro dittatura e far da padroni si limita solo al loro blog… Il mio timore è che un giorno simile gente possa comandare una qualsiasi nazione e dire “ti dispiace se in casa NOSTRA comandiamo un pò noi ?”, come ha l’abitudine di commentare a chi ha qualcosa da obiettare nel loro blog circa la loro “licenza” di diffamare e disinformare su tutto e tutti.

    Cristo e Fascio. La Croce e il Fucile. Che fulgido esempio di cristianità…. A conferma del fatto che tra un cattotalebano di estrema destra e un talebano islamista passa pochissima differenza e sono quasi gemelli. Forse l’unica differenza è che qui da noi siamo ancora protetti -per adesso- dalle leggi (massoniche? sataniche? ) della democrazia…

    “il mondo è pieno di sepolcri imbiancati” …. Vero, verissimo. Ed è quasi sempre la gente più marcia e ipocrita che si appropria dei simboli più santi. Sono passati 2000 anni dalla morte del Gesù storico, ma il mondo è ancora saldamente nelle mani degli ipocriti e falsi “sacerdoti del tempio”, che ora perdippiù “insegnano” nel suo nome. La storia ha un perverso senso dell’umorismo.

    Rispondi
    1. Andrea ☮ Speaks Autore articolo

      Grazie per i complimenti :-)
      La politica mista alla religione è altamente negativa, oltreché innaturale.
      Se governasse gente con le stesse idee che circolano anche tra qualche utente di Pontifex, altro che teocrazia… dittatura dura e pura.
      Non penso che simili persone possano diventare maggioranza un giorno; ma che possano crescere sì…
      Quello di cui ho timore è che, fra un certo numero di anni, si arrivi a fare guerre di religione…

      Rispondi
      1. Gianfranco Giampietro

        Il problema è che persone come queste non hanno bisogno di essere maggioranza, basta semplicemente che prendano il potere, anche a dispetto di ogni forma di democrazia che, come si può notare dai loro discorsi, disprezzano apertamente (sicuramente la democrazia rientra per loro nelle numerose invenzioni del diavolo… il popolo non deve pensare, ma obbedire e credere ciecamente in Dio, ovvero in chi comanda e guida nel suo nome qui, nel mondo reale e materiale). Lo dimostra tristemente tutto il ‘900, che è stato il secolo dei totalitarismi. Noi non possiamo fare altro che sperare che certi errori e prevaricazioni non si ripetano più in occidente. Anche se tutti questi nostalgici delle estreme destre in europa mi danno molto da pensare, in male…

        “Quello di cui ho timore è che, fra un certo numero di anni, si arrivi a fare guerre di religione…”
        E’ quello che temo anche io… in fondo basta un semplice incidente diplomatico. Come ho già avuto occasione di dire, il dialogo tra culture diverse è possibile. Persino e anche tra medioriente islamico e occidente cristiano. Il problema però sono i talebani e gli estremisti, sia loro che nostri. Finchè ci sarà gente velenosa che dipingerà l’altra parte del mondo come “i cattivi da combattere ed eliminare”, il dialogo sarà sempre impedito e reso vano dalle dichiarazioni xenofobe dei nostri e dei loro estremisti, che trascinano entrambe le parti in un perenne clima di pregiudizi e luoghi comuni. A questi poi si aggiungono qui da noi anche i buffoni come Calderoli e altri xenofobi da circo, con le loro goliardate. Con simile gente che continua a gettare benzina sul fuoco e magari pure a inventarsi le notizie, la storia o semplicemente come stanno obiettivamente le cose, la possibilità che le incomprensioni possano degenerare in future guerre di religione è molto alta. E’ molto difficile instaurare un dialogo con gli “altri” mentre i fratelli nostri e loro continuano a spargere i semi dell’odio. Non si può estirpare la zizzania delle incomprensioni e dei pregiudizi se i “talebani” (nostri e loro) continuano a seminarla di nuovo.
        E questa foto (se è davvero Carlo di Pietro) è la prova che tra i loro talebani ed i nostri c’è davvero poca e nessuna differenza. L’unica differenza è che qui da noi non hanno preso il potere. Il giorno che questi matti dovessero avere un qualche loro rappresentante al governo (magari un nuovo “Duce”), probabilmente Occidente e Oriente si lanceranno addosso bombe atomiche nel nome di “Dio” e di “Allah”…

        Rispondi
  7. AlbertoBAlbertoB

    Ad ogni modo secondo me torniamo sempre al solito discorso : ognuno può giocare a fare il piccolo fascista nostalgico a mano armata o il piccolo brigatista rosso tutto proclami e stelle a cinque punte finchè gli pare ; queste sono bambinate da persone a secco di ideali “veri” e con qualche problema a livello di età anagrafica/crescita mentale.
    Ma nel momento in cui si diventa “persona pubblica” e soprattutto quando da un pulpito si scagliano giudizi come sassi di una mentecatta intifada… le cose cambiano e parecchio. Che fine fa la credibilità di una persona? Che valore assumono le prese di posizione?

    Rispondi
    1. Andrea ☮ Speaks Autore articolo

      Valore zero, valore zero…
      Quello che mi stupisce è la giustificazione che gli altri bigotti ortodossi gli hanno accordato sul fatto delle discoteche. Chi si definisce “integralista” – e va a cercare il pelo nell’uovo facendo le pulci a tutti – avrebbe dovuto quantomento dargli una tirata d’orecchie, magari un po’ meno blanda di quella Volpiana.
      Invece gli amici hanno fatto quadrato intorno a lui; ad un altro l’avrebbero lapidato mediaticamente.
      Sono contento che lui non sia stato vittima degli attacchi dei suoi “amici”; ma questa giustizia a 2 vie mi spaventa molto. Perché ha in sé le radici di un becero fondamentalismo

      Rispondi
    1. Andrea ☮ Speaks Autore articolo

      “Grazie Onorevole, l’ultima, però, è una risposta un pò “politichese”. … e i politici gay e cocainomani? Alla prossima intervista …!”
      Almeno grazie a Carletto si sente parlare di Basilicata!

      Rispondi
  8. carlo di pietro

    Salve,
    interessanti le vostre ricerche.
    Uniche inesattezze:
    – mi sono dissociato da “la destra” già da molto tempo. se volete posso inviarvi anche fax di disdetta della mia tessera al partito (così la pubblicate)
    – il myspace in oggetto non è il mio, forse si tratta di uno scherzo?
    – la foto in oggetto non è la mia.
    Saluti
    Carlo Di Pietro

    Rispondi
    1. adminadmin

      Carlo da adesso potrai commentare liberamente i nostri contenuti. Una sola domanda: che ci facevi sveglio prima delle 6 ?? Eri impegnato con l’allevamento dei cani oppure eri appena rientrato da un giretto con la Jaguar dalle discoteche della zona?

      Rispondi
        1. adminadmin

          Saremmo tutti estremamente più sereni se Carlo Di Pietro si registrasse regolarmente a questo sito.

          Visto che la tua presenza su queste pagine sembra destinata a proseguire ancora ritengo sia corretto darci la possibilità di essere certi dell’identità di chi commenta i nostri articoli. Altrimenti potremmo anche essere indotti a credere che chi commenta abbia solo intenzine di spacciarsi per Carlo, facendoci perdere tempo. E noi non adoriamo perdere tempo.

          Quindi rinnovo l’invito molto fermo a registrarsi come regolare utente di questo sito.

          Rispondi
  9. Andrea ☮ il giullare matto Speaks Autore articolo

    Provvedo subito con la rettifica, anche se fossi nel Dott. Di Pietro controllerei chi ha fatto quell’account su my space visto che i dati combaciano tutti (età e città, oltre che il nome completo.
    Le rettifiche saranno apportate in blu

    Rispondi
  10. Carlo Di Pietro

    salve, vi ringrazio per le rettifiche. grazie anche per quella segnalazione del myspace a mio nome. sicuramente trattasi di uno scherzo. contatterò l’amministrazione di myspace per fare luce sull’argomento. nel contempo vi auguro buon lavoro. cordiali saluti

    Rispondi
  11. Andrea ☮ il giullare matto Speaks Autore articolo

    Come sottolineato nell’ultima rettifica fatta, il profilo myspace e il blog del tale “Carlo Maria di Pietro” sono stati modificati dopo la pubblicazione di questo articolo il 16 settembre.
    E’ stata cambiata la veste grafica in entrambi e, nel blog, è scomparsa l’iscrizione alla Lohan.
    Vi ricordo, come potete vedere, che il blog non era stato movimentato da giugno 2008. Poi dopo il mio articolo, qualcuno l’ha modificato: chi? Sempre l’omonimo che legge pure questo sito? O chi altro? Mah… ai posteri l’ardua sentenza…

    Rispondi
      1. Andrea ☮ il giullare matto Speaks Autore articolo

        Certo, qui coincide il nome completo (carlo maria), il cognome, l’anno di nascita e la città di appartenenza. Quattro cose coincidenti. E se 3 indizi fanno una prova, quattro cosa fanno?
        Anzi, c’è pure un 5° indizio! Il blog, mai movimentato da quando è stato creato (giugno 2008), è stato modificato tra il 16 e il 21 settembre!
        Che l’omonimo ci legga pure? O chi ha violato l’identità di Di Pietro ci legga pure?
        Sembrano ragionamenti eccessivamente acrobatici…

        Rispondi
        1. stefano

          Beh potremmo sempre pubblicare un articoletto con le immagini del profilo di Carlo su Facebook prima e dopo la “cura dimagrante” a seguito delle nostre discussioni sul gruppo Facebook ormai chiuso. Ed in seguito all’articolo preparato da Mazzetta sul suo blog :-)

          E’ curioso osservare che quanto scritto qui è tutto giusto (vedansi le “uniche inesattezze” qui sopra) e nonostante questo il profilo su Fessbuc è ancora “monco” rispetto al passato ;-)

          Se non c’è nulla di cui vergognarsi, perchè rimuovere i siti delle discoteche (Powered by Carlo Di Pietro, come se fosse lui a rispondere alle richieste http ;-)) ??

          Rispondi
        2. paopao

          scusa Andrew, non essere troppo severo..puo´essere stata benissimo la personalitá Di Pietro nr.2…sai, un po´come Dr. Jekill e Mr Hide ..

          Rispondi
    1. adminadmin

      In via cautelativa abbiamo chiesto informazioni al provider da cui provengono le connessioni del presunto “Carlo Di Pietro”. Fino a prova contraria sembra si tratti di un troll (lo stesso troll proprietario del profilo su myspace, a quanto leggo). Si configura forse la violazione dell’articolo 494 del c. p.

      Rispondi
        1. stefano

          Gunther penso che il problema non stia nel troll. Quando nel fatto che un tizio si è sostituito a Carlo Di Pietro. Penso che segnaleremo l’accaduto con l’indirizzo IP a Carlo e sarà poi lui a perseguire il colpevole. Noi ovviamente chiederemo di essere tenuti al corrente delle evoluzioni della denuncia di Carlo contro l’impostore.

          Rispondi
  12. AlbertoBAlbertoB

    E’ un fake? Tutto può essere , in giro ci sono legioni e legioni di gente strana , persone che appartengono a categorie che neanche nei miei sogni più stravaganti avrei pensato esistessero : omosessualisti , cattofobici , cattocomunisti , Fides et Ratio and so on. Nulla di cui stupirsi.
    Non è un fake? Beh il mio punto di vista è sempre lo stesso : niente di cui vergognarsi nel gestire siti di discoteche o di cliniche per interventi estetici , la pagnotta in qualche maniera bisogna portarla a casa e questo è un modo onesto come un altro.
    Niente di cui vergognarsi nell’avere un passato di militanza nella destra estrema , io stesso , coetaneo del Di Pietro tra le altre cose , ho avuto una passione diciamo “adolescenziale” per una destra forse ancora più estrema : poi però si cresce , si cambia , si matura… fa parte del percorso esistenziale di ognuno , credo.
    Niente di cui vergognarsi nel farsi le foto “a mano armata” (vabbè forse un po’ si lol) , anche se mi fanno uscire dai gangheri non sono altro che un modo per dire “Gente , io sono totalmente innocuo”. Perchè quelli che le armi le usano davvero di solito non si fanno fotografare mentre le impugnano.
    Qual’è il punto quindi? Il punto è che anche Carlo Maria Di Pietro è un uomo , con pregi e difetti , azioni di cui è orgoglioso ad altre di cui lo è un po’ meno : esattamente come me e come noi tutti. Quindi se io non mi arrogo il diritto di ergermi a giudice dell’umanità , perchè lui invece lo fa spesso e volentieri? Sulle questioni riguardanti la religione non entro nel merito , non ne ho le capacità nè le conoscenze… ma sul resto? Ed è proprio “sul resto” che qui si pone l’accento…

    Rispondi
    1. paopao

      lo fa semplicemente perché é un fondamentalista religioso crede di stare dalla parte di Dio e cio´gli da determinati privilegi, ad esempio quello di giudicare il prossimo
      Se noti, é una caratteristica propria dei fondamentalisti religiosi essere di destra… sono tutti conservatori (te lo affermo senza malignitá o fini politici) é un dato di fatto.
      Predicano bene e razzolano male? Certo, ..anche perché sarebbe impossibile essere coerenti con le loro dottrine..
      Ti faccio un esempio?
      Quando devono tuonare contro qualcuno..alé, ti tirano fuori il Levitico..(un classico!) solo che ne usano una parte..o credete che i PontifeSSi vivano secondo il Levitico?
      Impossibile ai giorni nostri, finirebbero in galera (anche in Italia)..il dilemma resta o il Levitico é Volonta´di Dio o non lo é ..nero o bianco é cosi che pensano loro..e allora?
      Allora sono incoerenti..si, ma se sono incoerenti non compiono la volonta´di Dio oppure il Levitico é solo un libro.
      Insomma.. queste creaturine malefiche sono malate …hanno dei problemi non indifferenti forse da cercare nell´infanzia infelice, nella vita sessuale incompleta, nei complessi d´inferioritá..nei problemi di indentitá ..non lo so..ma sicuramente non hanno tutte le rotelle a posto!

      !

      Rispondi
    1. stefano

      Annalisa, cambia occhiali. Carletto non ha mai chiesto di rimuovere questa pagina. Anzi, qualcuno spacciandosi per lui ha pubblicato un commento qui sopra dove dice:

      Salve,
      interessanti le vostre ricerche.
      Uniche inesattezze:
      – mi sono dissociato da “la destra” già da molto tempo. se volete posso inviarvi anche fax di disdetta della mia tessera al partito (così la pubblicate)
      – il myspace in oggetto non è il mio, forse si tratta di uno scherzo?
      – la foto in oggetto non è la mia.
      Saluti

      Quindi ha confermato l’esattezza del contenuto di questa pagina.

      Saluti e .. buona visita oculistica.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif