un piccolo passo di Bruno Volpe?

La mia giornaliera rassegna stampa oggi mi dona uno spiraglio di speranza. Il dott. Bruno Volpe, in un suo editoriale dai toni piuttosto sopra le righe pubblica i suoi recapiti.

Prendo atto del gesto. Ovviamente non usero’ quei recapiti a meno che il dott. Volpe non mi fara’ una esplicita richiesta di essere contattato. Non credo che nessuno dei blogger attivi su pontilex.org userebbe quei recapiti se non invitato esplicitamente.

 

Mi rivolgo direttamente al dott. Bruno Volpe : desidera essere contattato? desidera parlare direttamente con me? io non avrei alcun problema al riguardo visto che sono quasi 3 anni che cerco di avere un colloquio con lei.

Prendo la pubblicazione dei suoi recapiti, da parte sua, come un primo piccolo passo verso quell’incontro pubblico che le proposi circa 3 anni fa, ricorda dott. Volpe? Le rinnovo l’invito. Un incontro pubblico, in un luogo pubblico, di fronte ad un pubblico e delle telecamere, gestito da un moderatore “neutrale”. Un incontro dove confronteremo le rispettive posizioni allo scopo di rendere chiaro a tutti quali sono le rispettive argomentazioni e motivazioni.

Dott. Volpe, perche’, invece di parlare di generici “siti cloaca”, non parla chiaro? Perche’ non dice che lei ha i suoi buoni motivi per ritenere i blogger animatori di pontilex.org dei delinquenti? Perche’, invece di “tirare nel mucchio”, una buona volta non esce allo scoperto ed accetta un pubblico contraddittorio per spiegare ed argomentare le sue tesi?

Le sto offrendo per l’ennesima volta la possibilita’ di spiegarsi e di ascoltare chi vuole spiegarsi con lei.

Rimango in attesa di un suo cenno per contattarla.

Questo articolo è stato pubblicato in Non meglio categorizzati il da .

Informazioni su sandro.storri

Progettista e sviluppatore di software precario (Sandro, non il software). Tipico prodotto delle periferie della capitale (aho!, che me 'mpresti na' sigaretta?). Appassionato di cinema e letteratura, usa l'italiano come un dialetto alternativo alla sua lingua madre, il romanesco. Sostiene la battaglia per i diritti civili anche se riconosce che spesso tratta la questione con degli incivili. Ha un pessimo senso dello humor e si vede, anche in questa breve biografia.

43 pensieri su “un piccolo passo di Bruno Volpe?

  1. thungle

    Tutto quello che vuole l’amabile volpastren è ricevere una telefonata, una letterina di insulti, qualunque cosa che dia sostanza al suo piagnisteo continuo. Finalmente qualcosa da poter chiamare persecuzione.
    Nessun essere umano sano di mente, men che meno uno che spara quella quantità di minchiate non secolarizzate, darebbe i suoi recapiti al www, andiamo! Ha voglia che un incivile qualsiasi gli dica quello che pensa, così può giocare a fare il martire. Dev’essergli andato in ferie anche il neurone solitario.

    Rispondi
  2. paopao

    Se é per me puó aspettare e sperare, sperare, aspettare e …morir di noia nell´attesa.
    Le cose che ho da dirgli le puo´leggere su pontilex, altrimenti nisba.Aveva giá chiesto la mia e-mail, se ha voglia di comunicare s´iscriva regolarmente a pontilex e commenti!
    Ma preparatevi, le storie delle fantatelefonate anonime, i fegati sul citofono, i bossoli sotto l´uscio ricominceranno comunque; ne ha bisogno per fare un po´la parte del martire e gettare un altro po´di fango sulle donne.
    Patetico..!

    Rispondi
    1. adminadmin

      Vuole farsi passare per vittima. Vuole trasformare a suo favore il clamore che ha destato quanto accaduto a Lerici. Vuole capitalizzare l’attenzione di cui è oggetto.

      Rispondi
      1. Remo

        Quello redatto quando è stato arrestato lo stalker, in cui veniva detto che era iscritto all’ordine dei giornalisti. So averne visto una volta uno stralcio su questo sito, ma non riesco più a ritrovare il post originale.

        Rispondi
        1. sandro.storri Autore articolo

          Remo, il verbale non e’ stato mai pubblicato qui. Qui su pontilex abbiamo riportato le notizie che provenivano dai quotidiani locali e nazionali.

          Queste notizie facevano riferimento ad un avvocato 49enne abitante nel quartiere Murat di Bari e con le iniziali B.V.

          Nessuno ha mai detto che il B.V. arrestato fosse un giornalista e tantomeno ha mai pubblicato verbali di arresto qui su pontilex.org.

          Abbiamo solo rilevato una eccezionale coincidenza di elementi, coincidenza che ci ha spinto a chiedere a Bruno Volpe se si trattasse di lui. sottolineo CHIEDERE.

          Bruno Volpe non ha mai risposto alla nostra domanda.

          Rispondi
  3. Ovviamentesgambettantesutacchi

    Sì, certo. Prima si lamenta di fantomatiche telefonate anomime ed aggressioni e poi mette i recapiti in chiaro. Questo non aiuta a credere alla realtà delle querele.
    Un magistrato potrebbe anche obiettare che se dai i numeri in pasto all’intera internet, ti puoi aspettare qualsiasi rottura di scatole pure dallo Zambia.
    Prima chiede di fare una “faccolata” e poi lo farebbe passare per un agguato.
    Piuttosto, gli espliciti e ripetuti insulti a Telefono Rosa non dovrebbero restare impuniti.

    Rispondi
    1. caterina

      Se uno pubblica i suoi recapiti su internet e poi qualcuno gli spara un razzo dentro la finestra un po’ se l’è cercata, che diamine!
      Ma poi saranno veri? Mah.

      Rispondi
    2. Remo

      Forse, poveretto, ora che è finita pure la storia con la dentista, si sente così solo che pur di trovare un contatto umano va in cerca di cazzotti e di insulti telefonici.

      Rispondi
  4. Stefano Del Corno

    Secondo te era “un piccolo passo”. Invece la spiegazione del “piccolo passo” secondo me è in questo articolo pubblicato da Pontifex…

    http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/13705-intervista-esclusiva-a-don-mario-corsi-qho-ricevuto-solidarieta-da-tante-donne-femminismo-e-diabolicoq

    Bruno Volpe non sapeva come contattare il sacerdote di Lerici (uno dei pochi sacerdoti che apprezzano gli scritti del giornalista-avvocato di Murat). Colto dalla disperazione (e lo scrive proprio B.V., quando dice: “Dopo una vera caccia all’uomo”) allora sbatte i suoi dati online. Evidentemente il sacerdote legge il sito Pontifesso: ne ha utilizzato un brano infatti, pubblicandolo nella bacheca della sua chiesa. Ed infatti chiama Brunello la sera dell’ultimo dell’anno, dopo aver letto i recapiti del giornalista-avvocato-animatore-di-blog di Murat.

    Tutto lineare e chiaro, IMHO.

    Rispondi
  5. Jone

    Il problema è che quando uno invita ad un confronto, controinvitarlo è francamente un sintomo di codardia. L’invito c’è già stato. perché farne un altro?
    questa è sola finta forza dietro la quale ci si nasconde nasconde

    Rispondi
    1. adminadmin

      Hai ragione: dunque secondo te Volpe è un codardo, visto che il nostro invito è precedente al suo. Se vorrai lasciare altri commenti, fallo usando un indirizzo email reale, non un fake!

      Rispondi
  6. Jone Granko

    lol
    chiunque ha un avatar, te compreso cara/o admin quindi non non fare le lezioncine… sì se è cosìva bene. la cronologia è l’unica cosa che conta secondo me.
    Comunque, se veramente si vuole un dialogo, una volta che vi lascia il numero logica vuole che vi sentite. Tutto il resto sono misere scuse non trovi?

    Rispondi
    1. adminadmin

      Il mio indirizzo email funziona.senza problemi. Scrivimi una mail, ti risponderò. Per il telefono: non ne parlavi prima… Mi sembra che tu non abbia le idee chiare… Prima parlavi di confronto. Ora di telefono… Contento tu…

      Rispondi
  7. Jone Granko

    la provocazione sperando che l’altro attacchi per poi bannarlo è una tattica subdola ma anche prevedibile ed antiquata.
    Il concetto di confronto è molto semplice attraverso la straordinaria invenzione che è stata il telefono ci si può parlare in qualsiasi momento… quale modo migliore per confrontarsi?
    Io da osservatore terzo vedo che da una parte c’è una persona che lascia il proprio recapito (anche esponendosi perché si sa com’è internet) col fine di tendere la mano verso un dialogo, dall’altra si riporta questo fatto portandolo a conoscenza di migliaia di persone, qual è lo scopo?
    se veramente si vuole parlare con questa persona, la persona che riceve un invito telefona o manda un sms…. è logico!

    Rispondi
    1. adminadmin

      Forse non ti è chiaro un concetto. Io ti banno se ne ho voglia. Non ho bisogno di tue “reazioni”.
      In questo caso io ti banno perchè usi un indirizzo email fasullo. Punto.

      Il concetto di confronto è semplice, hai ragione. Noi abbiamo proposto un pubblico confronto a Volpe. E lui tergiversa. Punto.
      Inutile che la meni con i recapiti: sono informazioni che erano già largamente disponibili, collegate alla registrazione del sito Pontifesso oltre che alla professione (avvocato/giornalista) di Volpe. Bastava cercare un poco per trovare molte delle informazioni che ora sono ben confezionate in un “articolo” di Foxy.

      Questo è evidentemente l’ultimo avviso. Il prossimo commento con indirizzo email fasullo verrà considerato spam.

      Rispondi
    2. adminadmin

      Come anticipato, i tuoi commenti sono fermi nella coda del filtro antispam. Ti ho inviato una mail: quanto ci metti per rispondere? Mi sembra davvero troppo!

      Rispondi
  8. Jone Granko

    scrivimi su questo indirizzo email sarò lieto di risponderti, come fai a dire che è fasullo? ho anche fatto la verifica telefonica su facebook… tutto regolare.
    “Forse non ti è chiaro un concetto. Io ti banno se ne ho voglia” questo è abuso della posizione di amministratore, non avendo detto o fatto nulla di contrario a nessun regolamento ma avendo solamente espresso la mia opinione.
    Evidentemente non c’è tanta libertà di parola se uno non può esprimere il suo giudizio senza offese o insulti

    Rispondi
  9. Jone Granko

    sì lo vedevo anche senza immagine… il problema è che c’è stato per giorni (casualmente) mentre gli altri solamente per ore… ma son casi.
    provocatore? a me non sembra, anzi l’attacco è partito da te e la cronologia sopra lo dimostra senza ombra di dubbio

    Rispondi
    1. adminadmin

      La tua polemica è sterile. Non ti fidi di me? Vattene: nessuno ti costringe a lasciare commenti qui.
      I tuoi primi commenti li ho approvati manualmente ad uno ad uno. Dopo l’ultimo avviso ho lasciato il tuo ultimo commento nella coda di moderazione (dove finiscono quasi tutti i tuoi commenti) in attesa della verifica del tuo indirizzo email.
      Ricevuta la tua risposta, ho approvato il tuo commento.

      Se ti va bene è così.
      Altrimenti è ancora così.

      Vai a commentare sul sito Pontifesso… Paga il tuo obolo e goditi le loro modalità di gestione dei commenti!

      Rispondi
  10. Jone

    Non ho nessun legame con pontifesso sia ben chiaro, volevo solo dire la mia in merito ad un uomo che si apre al dialogo e invece di dialogare c’è la volontà di mettere alla gogna pubblicamente lui ed il suo intervento

    Rispondi
    1. adminadmin

      Non hai legami con gli amici Pontifessi? Beh meglio. Allora saprai apprezzare l’intera dinamica della vicenda, senza concentrarti solo sull’ultimo gesto di Foxy che sembra più un guanto di sfida che un invito al dialogo.

      Rispondi
    2. paopao

      “Un… “uomo”… che si apre al dialogo”…
      un..uomo?? uahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahahauahahahahhahahahahhahahahahahahahhaahaauuaahahhahahahahahaha

      Rispondi
    1. adminadmin

      Curiosamente la cronaca di Bari riporta notizie varie di aggressioni e violenze. Ma dei fatti descritti da Volpe, pare non esistano riscontri a parte le dichiarazioni del diretto interessato. Dubitare è legittimo, no?

      Rispondi
    2. AlbertoBAlbertoB

      Lei ci crede?
      Sulle basi di?
      Lei è sicuro che , anche ammesso che la bottigliata ci sia stata , sia stato un atto intimidatorio e non una sfortunata coincidenza prontamente trasformata ad uso e consumo della situazione?
      Da buon chierichetto lei mi pare un po’ troppo pronto ad assumere come dogma le parole del suo profeta…

      Rispondi
  11. JoneJone

    Alberto B, non conosci il mio rapporto con la religione quindi taci… io bestemmio dalla mattina alla sera, amo la scienza e non i dogmi e non ho profeti…
    ci credo con gli stessi meccanismi neuronali con cui voi credete a chiunque dica di essere stata stuprata ad esempio…

    Rispondi
    1. AlbertoBAlbertoB

      Ok , è stato un piacere interagire con lei e apprendere qualcosa del suo rapporto con il trascendente.
      Ora però la saluto cordialmente , ho perso interesse verso la sua persona.

      Rispondi
    2. adminadmin

      Ah ecco, mi stavo dimenticando di quest’altro campione… 🙂
      Anche tu, JoneJone (o come cavolo vuoi farti chiamare) sei limpido esempio di quante balle rifilino gli amici Pontifessi… Resta tra noi, ti prego… 🙂

      Rispondi
  12. paopao

    certo Jones, e´proprio la stessa cosa! E´la stessa cosa credere ad una donna che dice di essere stata stuprata (sai che bello?) che ad un animatore di blog senza scrupoli, piú volte smentito in passato, che ha scritto articoli contro le donne vittime di stupri e violenze beffandole, affermando che “é colpa anche loro che hanno provocato”! Giá, all´improvviso il nostro animatore viene colpito da misteriosi “attentati preannunciati” in vari articoli del suo sitarello non secolarizzato— di cui pero´nessuno sa nulla!”attentati” che avvengono quasi quotidianamente sotto gli occhi della DIGOS, perché stando agli ultimi articoli…la DIGOS lo tiene sotto protezione! Gia´..per me puoi credere ai donuts rosa che volano..:D

    Rispondi
  13. Jone

    tratto tipico dell’italiano medio fare finta di stare sempre dalla parte della ragione ed atteggiarsi…
    Innanzitutto non tutti i reati che vengono commessi poi vengono riportati nelle notizie, bisogna avere l’onesta intellettuale di dirlo.
    Poi per Pao, sicuramente se sei uno/a onesto/a devi ammettere che ci sono stati anche (tanti) stupri denunciati ma poi rivelatisi falsi… ai quali tu probabilmente non crederai prendendoli tutti per veri, però poi se dubiti dell’aggressione (presunta) subita da Volpe stai facendo la stessa identica cosa di chi non crede che ogni stupro sia vero.
    Tra l’altro il mio era un parallelismo in risposta al “Lei ci crede?
    Sulle basi di?” di Alberto. bene… allora ogni volta che succede uno stupro ci credete? sulla base di?? Tra l’altro ricordatevi che ho parlato per secondo non per primo, siete voi ad aver messo in dubbio la notizia e dando addosso a chi ci crede solamente perché il (presunto) aggredito è una persona che non amate.
    Io personalmente se aggrediscono una persona che non mi piace, non sono contento anzi…

    Rispondi
    1. francesco t

      caro jone….dimentichi qualche fatto importante di cui ovviamente non sei a conoscenza.
      bruno volpe ha dimostrato, ormai da tempo, di non essere un soggetto credibile.
      tralasciando varie contraddizioni che si rilevano nei suoi racconti(io ancor ami chiedo come fanno a passare dei bossoli SOTTO un portone di una casa/condominio/quello che è)…..ricordiamo che bruno volpe ha ,come dimostrato, inventato di sana pianta commenti e frasi attribuendoli ad altri. io stesso sono stato vittima, da parte di volpe, di accuse di reati penali (fortunatamente per lui, accuse nascoste dietro a “il gay dichiarato dal viso imberbe”), quali istigazione all OMICIDIO e alla violenza nei suoi confronti. il signor volpe ha inventato di sana pianta dei commenti attribuendoli a me, senza mai fornire alcuna documentazione o prova, nemmeno su mia esplicita richiesta.

      a fronte di tutte queste contraddizioni e bugiuole, bruno volpe di fatto non è una persona attendibile.
      è quindi ovvio e se vogliamo pure lecito, porsi qualche dubbio quando spara notizie di una certa entità.

      se un presunto caso di femminicidio o stupro riguardasse una donna con le stesse abitudini citate di volpe(o molte altre che possano lederne la credibilità), allora chiunque esprimerebbe i medesimi dubbi.
      se però la polizia, i testimoni o quant altro contribuiscono a dare una motivazione , un movente, una scena del crimine, ecc, c è poco da dire.

      in ogni caso, caro utente, come puoi constatare non si dubita di volpe IN QUANTO è VOLPE. si dubita di volpe perchè lo stesso volpe ha dato prova di non essere una persona attendibile.
      tutto quà.
      credo che anche lei, amante della logica, non avrebbe remora nel dubitare di una persona che si sia macchiata dei comportamenti precedentemente citati.

      Rispondi
      1. Paolo

        Ti prego Francesco, non cercare di imitare antoniocasini parlando di “reati penali”: i reati sono reati e basta, al massimo si può parlare di illeciti !

        Rispondi
        1. francesco t

          penali è per sottolineare che volpe non ha accusato, come negli ultimi casi, di “averlo preso in giro” , ma proprio di reati veri e propri.
          non è una distinzione con altri reati.

          Rispondi
          1. Paolo

            Aspetta, non è una distinzione perchè non ne esistono di altri reati ! “Reati penali” è una locuzione con lo stesso senso logico di “acqua bagnata e umida”, semmai dovresti dire:
            “mi ha accusato di gravi reati quali etc etc”.

            Non per dire, ma se tu provassi a parlare di reati penali durante un esame di giurisprudenza è già tanto se non ti buttano il libretto fuori dalla finestra.

          2. francesco t

            ho detto infatti che non è una distinzione, è un enfatizzazione della parola. ma vabbè.mea culpa.

            per quanto possa piacermi il mestiere di avvocato da quando ho giocato a phoenix wright, devo dire che con la giurisprudenza non ho molta affinità. più con la psicologia forse.

            paolo sembra che ti ho offeso dal polverone che sollevi. non ti ho detto che sbagli, ho detto che hai ragione, bona li.

            il discorso era incentrato su ciò che diceva jone.

          3. Paolo

            Scusami, è che dopo aver discusso con antoniocasini e le castronerie che spara certe cose mi fanno un certo effetto….

    2. paopao

      Jones: Ah, davvero?
      Sono [email protected]: a me non é mai capitata una donna che abbia denunciato uno stupro per celia, (e con cio´non ti dico che non esistano, ma ti dico che sono lo 0,1 %!) .Assolutamente non mi é MAI successo che una donna abbia affermato di essere stata stuprata QUASI TUTTI I GIORNI, addirittura essendo sotto protezione della DIGOS, come ha fatto Bruno Volpe con i suoi attentati!

      Poi per me puoi credere pure che le patate fritte volano, solo mi chiedo, cosa spinge un uomo a solidarizzarsi con uno che é stato piú volte smentito nei suoi articoli, che difende l´indifendibile …
      Verrebbe da pensare pure male, eh?
      ):D

      Rispondi

Rispondi