Riceviamo, dalla Diocesi di Senigallia.

Diocesi di Senigallia

Ufficio comunicazione e cultura

P.zza Garibaldi, 3 – 60019 Senigallia (An)

 

In merito agli articoli di stampa apparsi su vari quotidiani on line relativi alle presunte dichiarazioni del vescovo emerito mons. Odo Fusi Pecci apparse sul sito Pontifex.roma.it si fa presente quanto segue. Mons. Odo Fusi-Pecci è il vescovo emerito di Senigallia, non più responsabile della diocesi dal 1997 ed ha 92 anni.

Dopo che il sito Pontifex.roma.it ha riportato alcune sue dichiarazioni virgolettate in merito alle unioni omosessuali definite manifestazioni del demonio e Vendola un pervertito, abbiamo interpellato Mons.Fusi-Pecci che riferisce di non aver minimamente detto quelle frasi, né che sono in linea con il suo pensiero. L’intervista telefonica che gli è stata fatta è stata manipolata a causa della sua difficoltà nell’udito. La differenza tra le richieste degli omosessuali e l’insegnamento della Chiesa – come tutte le differenze di idee – fanno parte della convivenza nella stessa società, ma non possono e non devono essere occasione di discriminazioni e di offese.

Il vescovo di Senigallia, Giuseppe Orlandoni tiene a dire: “Sono molto amareggiato di quanto pubblicato dal sito Pontifex.roma.it. Il vescovo emerito Fusi Pecci si è sempre distinto per la sua mitezza, per la capacità di saper annunciare con verità il Vangelo senza mai condannare alcuna persona. Nella nostra diocesi è amato e ricordato proprio per il suo ministero autorevole ed accogliente al tempo stesso. Evidentemente c’è chi, per creare divisione e sollevare polemiche strumentali si è approfittato per estorcere dichiarazioni la cui durezza ha poco a che fare con il suo pensiero”.

Dispiace profondamente la sofferenza che si è creata a causa di questa notizia non vera rimbalzata di giornale in giornale. Sarebbe bastata una verifica in diocesi per non montare alcuna questione.

“Più volte ho richiamato gli operatori dell’informazioni alla sobrietà e alla verifica di quanto rilanciano – dice ancora di vescovo Orlandoni – ma evidentemente questo appello è caduto nel vuoto. Confido nella capacità dei lettori di saper distinguere la buona informazione da quella, come in questo caso, mediocre e senza alcun scrupolo nel ferire sensibilità e rispetto della verità”.

 

[Nota Di Admin (NDA): Le parti evidenziate in grassetto sono frutto della mia libera interpretazione]

Qui la copia del comunicato stampa (in formato PDF)

 

43 pensieri su “Riceviamo, dalla Diocesi di Senigallia.

  1. Stefano Del Corno

    Ohohoh che buffa coincidenza. Quanto riportato qui sopra mi ricorda tantissimo quanto diceva il Vescovo di Grosseto in merito alle affermazioni di Babini!

    http://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2010/08/08/news/gli-anatemi-dell-ex-vescovo-antigay-imbarazzano-la-diocesi-di-grosseto-1.2004014

    http://it.wikipedia.org/wiki/Giacomo_Babini

    Ogni volta vengono a raccontarci che gli emeriti sono vecchi pensionati… Esattamente come ho sempre letto qui su Pontilex. Sembra che solo Bruno Volpe e Carlo Di Pietro diano retta a questi anziani bisognosi di cure. Similia similibus?

    Rispondi
  2. AlbertoBAlbertoB

    Figure di merda a gogò , come al solito.
    Professionalità? Zero.
    Onestà intellettuale? Zero.
    Competenza? Zero.
    Bravo Volpe , sei un faro nella notte per il giornalismo italiano , continua così e ti tolgono anche la licenza di scrivere le tue cazzate sul tuo blog!

    Rispondi
      1. FSMosconi

        E vogliamo parlare di quando Stanzione appare in TV come il prezzemolo (guardacaso mai, che so, dalla Gruber o da Fazio)?

        Va be’, che sto divagando…

        Rispondi
          1. FSMosconi

            Notare come quando parta l’obiezione il video sia sempre “curiosamente” tagliato.
            Va’ che son malizioso e perfido (nel senso che ho perso la fede)… 😉

          2. adminadmin Autore articolo

            Io non sono perfido o malizioso. Semplicemente non ho neppure guardato i due video. Li ho solo incollati qui per consegnarvi testimonianza delle influenti apparizioni mediatiche dello Strazio. 😉

          3. adminadmin Autore articolo

            Curioso: sono passate molte ore da quando gli amici Pontifessi hanno proposto sulla loro pagina il bel video di don Strazio. In questo momento il video è stato visualizzato circa 310 volte. Siamo buoni: 200 visualizzazioni dalla nostra prima rilevazione.

            Cavolo don Strazio genera davvero poco interesse tra i millemila lettori del bel sito Pontifesso! Davvero pochini! 🙂

  3. SandroSandro

    Interessante poi su Pontifex la valutazione sull’emerito: Monsignor Fusi Pecci è un vescovo vecchia guardia, di quelli abituati al sì, sì, no, no. Insomma, non gira attorno al problema.

    Chissà se la penseranno ancora così dopo la sonora martellata sulle palle derivante dall’ennesima intervista di cui non avremo mai uno straccio di prova.

    http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/13591-stupore-per-le-parole-del-monsignore-su-vendola-ma-siamo-ancora-cattolici-

    Rispondi
  4. paopao

    Altro che Apologetica! Disonesti, farabutti,delinquenti, ipocriti, bugiardi, millantatori,
    ecco chi sono i pontifeSSi !

    ..ma lo sapevamo no?

    Rispondi
  5. adminadmin Autore articolo

    Povero Foxy… In questo periodo prevale la sua personalità più eccentrica, che lo rende simile ad altre “attention whore” che abbiamo imparato a conoscere in passato.

    In risposta a questo nostro post (che riporta semplicemente un comunicato stampa della Diocesi di Senigallia), il povero Brunello si inventa castronerie straordinarie come queste:

    E le tragga sia Senigallia Oggi (posteremo questo articolo nei commenti del loro sito, in attesa di adeguato rilancio) che siti di violenza e di diffamazione, i quali dovranno rettificare: alla luce delle recenti minacce mafiose ricevute, non siamo più disposti a tollerare le menzogne inneggianti all’odio diffuse da certi personaggi.

    Ma che caxxo vuoi, Brunello? Noi riceviamo un comunicato stampa e lo pubblichiamo. Non c’è proprio nulla da rettificare. Se lo vorrà sarà il Vescovo di Senigallia a rettificare!

    Bruno Volpe, sarà il caso che laviate i vostri panni sporchi in casa, senza rompere i maroni a noi, chiaro?!

    Rispondi
    1. AlbertoBAlbertoB

      Come dicevo altrove , possibile che l’esimio Bruno Volpe non si renda conto delle figure barbine che fa?
      Possibile che per smentire chi ti accusa di fare interviste “manipolate”… fai un’altra “intervista” , riportando i tuoi bravi virgolettati a cazzo di cane , che valgono come il due di picche?
      Eh si , un bel virgolettato che nessuno può verificare e a cui nessuno crede , questo si che è il metodo per sgombrare il campo da ogni dubbio!
      Poi magari il prossimo virgolettato lo fa in una intervista alla Fata Turchina , facendole dire che voterà Berlusconi…
      E che la finisca con ‘sta storia delle minacce , anche a quelle non ci crede NESSUNO , non uno straccio di prova , niente… solo la sua parola che , a sentire mezza Italia , non vale un cazzo neanche quella.

      Rispondi
  6. Fulvio Magni

    Peccato che quanto esprime Volpe nelle sue interviste sia trascritto, seppur con diversa enfasi, nei documenti ufficiali della Chiesa. Pertanto se non l’hanno davvero detto, sicuramente l’avranno pensato. Hanno ben poco da smentire.

    Rispondi
  7. adminadmin Autore articolo

    Tornano sull’argomento le due testate online che abbiamo già citato, riportando pedissequamente gli sproloqui di Foxy.

    http://www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=386147

    http://www.senigallianotizie.it/1327329923/pontifex-telefona-di-nuovo-a-fusi-pecci-e-rilancia-le-dichiarazioni-su-vendola

    Restiamo sereni nella nostra convinzione: Brunello ed il Vescovo di Senigallia si chiariscano e producano un bel comunicato “a quattro mani”.

    Rispondi
  8. Flo

    Ahahahahah! Epic fail! Inoltre poco fà guardando il Tg 5 si parlava di un Don che minimizzava i femminicidi dicendo che magari se lo cercavano le donne, cosa che i parrocchiani non hanno gradito, inducendolo ad un silenzio di circostanza…e mentre mandavano il servizio appariva in stampato l’articolo sui femminicidi di indovinate chi? (Per chi non indovina, basta guardare una replica sul web del tg)

    Rispondi
    1. Flo

      Aggiornamento: il parroco di Lerici avrebbe fatto la “genialata” di appendere fuori dalla chiesa l’articolo di Fox, sul femminicidio, ovviamente le parrocchiane e non solo, non hanno per nulla gradito…

      Rispondi
        1. Flo

          Sembra che, contattato da un giornalista, il parroco abbia lasciato alcune dichiarazioni…lascio i commenti a chi a voglia di andarsele a vedere 🙁

          Rispondi
          1. AlbertoBAlbertoB

            Bravo don Pierino , un troll d’altri tempi! Adesso con calma , riuniamoci in preghiera affinchè la prossima alluvione si porti via la chiesa e parroco annesso…

          2. Flo

            Il parroco in questione, ha chiesto al giornalista che lo intervistava, se per caso era “frocio” visto che non aveva il sano istinto di reagire con uno stupro o peggio ad una femmina tentatrice nuda…sono ancora allibita…se non sentivo con le mie orecchie mi sembrava quasi una bufala. Mi aspetto una netta condanna da parte dei superiori di questa persona.

          3. AlbertoBAlbertoB

            Dunque vediamo , come si dice in questi casi? Ah si , aspetta e spera… oppure campa cavallo 🙂
            Ad ogni modo ho sentito l’audio dell’intervista , davvero notevole , una personcina proprio a modo.
            Come dicevo prima , attendiamo che l’alluvione faccia il suo compito.

          4. caterina

            Ho appena letto che il vescovo, mons. Palletti, uno di quei religiosi molli, talora imbroglioni e persino bugiardi (testuali parole del Nostro), si è parecchio inc…, volevo dire arrabbiato per il volantino, e il don Corsi ha svestito l’abito talare.

    1. paopao

      …nessuno inguaia la Chiesa se la Chiesa non vuole farsi inguaiare. Le fantainterviste agli emeriti non sono nuove, se la Chiesa non apre bocca é perché acconsente.

      Rispondi
      1. adminadmin Autore articolo

        Stiamo evitando di dare troppo spazio a questa squallida storia in attesa di chiarimenti ufficiali. Per ora sappiamo solo che il Vescovo ha chiamato il prete di Lerici per chiarimenti. 😀

        Rispondi
        1. Flo

          “La Stampa” invece ha dedicato un articolo alle prodezze del Don, e non solo, facendosi alcune domande, non solo sul Don, che assillano anche Pontilex, su determinate coincidenze.

          Rispondi
  9. Holtjar

    Ohhh, ma quanta pubblicità che sta ricevendo il nostro sito preferito ai TG e sulla stampa:i cari cdp, strazi e Foxy se la sono proprio andata a cercare.
    Mi ride anche il buco del culo! Immagino che non sia l’uso corretto dello sfintere, ma a me ride! 😀

    Rispondi
      1. Holtjar

        Hai visto che Stanzione è stato a Porta a Porta la sera del 21/12? Invitato con Margherita Hack ha avuto il coraggio di dire che Galileo Galilei era uno scienziato cattolico e non! uno pseudo scienziato. Non si è smentito nemmeno su RAI1.

        Rispondi
          1. Holtjar

            Io invece mi sono guardato tutta la puntata e sembrava che Vespa in più occasioni prendesse le parti del don. Incredibile come sia in grado di far ribollire il sangue solo a vederlo, oltre che a sentirlo: sembra che gli angeli non siano proprio dalla sua parte.

  10. Serpico

    Giuro, era da un pezzo che non aprivo Pontifess, ma dal modo di scrivere e dagli attacchi verbali di oggi, sembra di avere a che fare con dei malati mentali che vogliono fare una crociata al mondo intero, senza accorgersi che al massimo possono avere le sigarette ad un orario diverso..

    Rispondi

Rispondi