Lettera aperta a Costanza Miriano. E’ anche un po’ colpa sua…

Colpita dal bellissimo articolo di Faunita sul femminicidio e le provocazioni del sito Pontifex, ho sentito il bisogno di scrivere anch’io una lettera aperta. L’ho scritta a Costanza Miriano, la ormai celeberrima autrice di “Sposati e sii sottomessa”, la quale pubblica oggi su Tempi un articolo sulle donne e il loro ruolo nella famiglia. Completamente sorda a tutto quello che le sta accandendo attorno, come se vivesse su Marte e non le giungessero comunicazioni dalla Terra, la signora Miriano ripropone ancora una volta il suo cavallo di battaglia: donna dedicati alla casa, ai figli, al marito e non dimenticarti anche di essere pettinata e truccata quando tuo marito rientra dal lavoro la sera. Altrimenti sono cacchi tuoi quello che potrebbe succederti.

Signora Miriano,

quando leggo le sue rappresentazioni della famiglia, della donna, dell’amore coniugale, mi viene l’incontrollata voglia di dimettermi da donna, anzi direi di più, dal genere umano e magari andare a far parte della tribù delle scimmie dal culo rosso che vivono in Mozambico e che sicuramente hanno una concezione più autentica e profonda della sua rappresentazione della famiglia da casa della barby in versione “messa della domenica”. Se non fosse che mentre lei scrive cose come “sposati e sii sottomessa”, intanto qualche marito, fidanzato, padre e altri familiari amorevoli, ammazzano donne poco propense alla sottomissione, potrei anche perdonarla e considerarla solo una persona vuota e superficiale. Ma invece ritengo anche lei, come altri suoi compagni di “avventura ciellina”, responsabile di promuovere l’idea di una donna bisognosa di una guida maschile, colpevolmente sciatta e leggermente inferiore e che per questo merita quello che le succede. Quindi stia certa che non mancherò di darle più fastidio possibile. Buone Feste.

2 pensieri su “Lettera aperta a Costanza Miriano. E’ anche un po’ colpa sua…

  1. Ovviamentesgambettantesutacchi

    Non solo lei. Pontifex andava per la sua strada quando un analogo di BV organizzava siti di disinformazione contro le donne su internet in quantità sconvolgente con lo scopo di vendicarsi delle operatrici che gli hanno impedito di completare il lavoro sulla moglie. Anche lì ci sono processi in atto.
    Evidentemente i due devono essersi messi in contatto e BV ha avuto tanto nuovo materiale al quale attingere e pure nuovi commentatori. BV è la punta dell’iceberg di una situazione molto più complessa.
    Io ancora trovo sconvolgente che tutto questo si faccia per non arrendersi ad accettare nemmeno il basilare diritto alla difesa della vita delle donne.

    Rispondi
  2. alessandrapiccinini Autore articolo

    La Miriano ci propone un modello femminile prerivoluzione in cui la donna angelo-del-focolare è l’eroina della “sacra famiglia unita”: rispetto del ruolo precostituito, obbedienza al marito, faccende domestiche, cura dei figli, accondiscendenza sessuale al marito buon-padrone, sono gli ingredienti della sua ricetta anti-divorzio. Il suo titolo “sposati e sii sottomessa” ha ben poco di ironico eppure nessuno se ne scandalizza perchè utilizza un linguaggio pulito, non minaccia, non sbrocca con dichiarazioni offensive e violente, non affronta per niente argomenti come la violenza sulle donne e i diritti delle donne. E’ quindi ritenuto accettabile e non pericoloso.
    BV è su altro piano. Le sue psicosi sono palesi. Il vero problema è che la Chiesa non reagisce, non s’indigna, non protesta. E’ questo secondo me il vero scandalo. E sono assolutamente d’accordo con lei: tutto questo avviene solo perchè la Chiesa Cattolica ha sempre avuto un sacco di problemi con la donna, tanto da non riuscire veramente e con convinzione a difendere neanche il suo diritto basilare a vivere ed affermarsi.

    Rispondi

Rispondi a Ovviamentesgambettantesutacchi Annulla risposta