E’ meglio dirgliela…. potrebbero non arrivarci

La differenza è che Elauna AVEVA ESPRESSO LA VOLONTA’ DI NON VIVERE la sua esistenza prigioniera del suo corpo, mentre Marco Pannella NON VUOLE MORIRE, ma solo attirare l’attenzione, con il proprio personale sacrificio, sulle condizioni disumane delle carceri italiane, nelle quali tra l’altro lui NON è detentuo.

D’altra parte per mesi Anotnio Simone, novello Silvio Pellico, ci ha stracciato le balle con le sue patetiche lettere sulla sua “ingiusta” detenzione, pur consumando regolarmente i pasti tutti i giorni….

12 pensieri su “E’ meglio dirgliela…. potrebbero non arrivarci

  1. marco nicolao

    capisco che quando uno s’incazza gliene escono di ogni, ma Simone e la sua ingiusta detenzione (sic?) c’entrano una cippa con Pannella ed Englaro (che pure non c’entrano nulla tra loro).
    mi ha infastidito la frase dei due pasti al giorno: sfamare i detenuti è meno del minimo indispensabile in un paese civile, anche se poi a certi figuri ti verrebbe di nutrirli a surgelati freschi di freezer (tò, suca!)

    inoltre credo che i nostri amici capiscano benissimo cosa cambia tra il caso Englaro (tutela di un diritto che si chiama autodeterminazione o meglio dignità) e la protesta di pannella fatta rischiosamente sulla propria pelle. hanno artatamente accostato due casi differenti solo per generare confusione, tipo una supercazzola appena più elaborata. elementare tecnica eristica, che funziona con uccrociati e pontifexy e loro devoti. è un livello di discussione al quale è sfiancante abbassarsi, purtroppo è l’unico che praticano, quando non stramaledicono a dx e sx.

    piccolo OT su Pannella: mi sta poderosamente sui coglioni ma quando fa queste cose non posso fare a meno di ammirarne il coraggio. e non capisco chi lo accusa di protagonismo e di ricerca spasmodica dell’attenzione mediatica: è quello lo scopo. poche persone per protesta si metterebbero volontariamente nella posizione di far diventare desiderabile come dissetante un bicchiere della propria urina.
    detto questo continua a starmi sul cazzo.

    Rispondi
    1. alessandrapiccinini Autore articolo

      Perchè ho la sensazione che leggere sia troppo faticoso? Simone c’entra eccome. Anche lui ha condotto, come sta facendo Pannella, la sua battaglia contro la tragica situazione delle carceri italiane. Tuttavia tra i due c’è una bella differenza (un’altra).
      Innanzitutto Pannella sta conducendo una battaglia non per se stesso (lui infatti non è un detenuto) ma per altre persone che neanche conosce, Simone invece ha inziato la sua protesta perchè la cosa riguardava lui in prima persona, perchè LUI era in carcere. L’ha fatto quindi per se stesso e la circostanza toglie molta poesia alla cosa.
      In secondo luogo Pannella ha messo a rischio la sua vita facendo uno sciopero della fame e della sete, mentre Simone come unica forma di protesta ha scritto una lettera al giorno dal carcere al quotidiano Tempi. E lo sforzo non mi sembra lo stesso….

      Rispondi
      1. marco nicolao

        ho frainteso la parte sui pasti, me ne scuso.
        continuo a pensare che le differenze tra i casi Simone e Pannella siano molto più significative delle somiglianze, come del resto dici anche tu.

        Rispondi
        1. alessandra piccinini

          Rimane comunque il fatto che anch’io penso che solo la cosmogonia di Tempi poteva trovare un nesso tra la povera Englaro e Pannella…..

          Rispondi
    2. Fulvio Magni

      Piuttosto.
      La prima volta può essere coraggio. Ma già alla terza dovresti aver capito che, per quanto di alto impatto mediatico, quando un sistema non funziona, non funziona!
      Evidentemente è il fumo che gli ha occluso le arterie cerebrali.

      Rispondi
    1. Paolo

      Mi piace pensare di aver contribuito a questo, visto che avevo platealmente smentito antoniocasini sulla bestemmia e stavo per continuare a farlo anche su ingiuria e diffamazione.

      Rispondi
  2. Priapus @ Togli direttamente il condizionale, non ci arrivano

    @ Alessandra
    Togli direttamente il condizionale, non ci arrivano proprio. Anche se poche persone ciniche e bigotte, ma in fondo intelligenti, come Feltri e Ferrara, ne scrivono con
    rispetto, ho letto commenti astiosi e diffamatori da parte di poveracci che vorrebbero spacciarsi per progressisti ed illuminati.
    @ Fulvio
    Non guardo la Tv da molti anni, ma posso scommettere che nessun telegiornale ne ha accennato minimamente; nei suoi confronti c’è la censura più stretta; ciò
    non ti fa riflettere? Se non ci arrivi da solo te lo spiego io. Bisogna evitare che
    filtrino idee di legalità e trasparenza; perciò si occupano i media e si diffondono
    massicciamente le più becere teorie xenofobe e giustizialiste/forcaiole.
    Sulla rete, dove prevalgono i giovani, ti aspetteresti idee evolute od almeno aggiornate; invece i commenti più frequenti vertono su “pena di morte” o “buttare
    la chiave”. Riscossa dei rimbambiti?

    Rispondi
    1. alessandrapiccinini Autore articolo

      Caro Priapus, facendo l’insegnante sono a contatto tutti i giorni con i giovani e confermo che spesso i giovani sono molto più conservatori intolleranti e chiusi verso il mondo di noi ..ex giovani. Chissà perchè…

      Rispondi
  3. Priapus

    Dai che lo sai bene, cara Alessandra, da cosa deriva questo rigurgito di
    fondamentalismo, xenofobia e giustizialismo, che ha risvegliato nelle menti più deboli l’istinto del branco.
    I giovani sono molto ricettivi alla cultura ambientale e se ne nutrono; così, bombardati ogni giorno da propaganda deleteria, crescono deviati.
    Le aperture del Concilio Vaticano II, rinnegate ambiguamente dal pastore polacco e
    platealmente da quello tedesco; l’ abbandono di ogni forma di servizio pubblico da parte della Tv statale, convertita alla volgarità più becera e all’abbandono di ogni stimolo culturale; la propaganda xenofoba e giustizialista varata da Bossi e Papi
    e rinfocolata da IDV e parte del PD e, naturalmente, il disappunto per la disoccupazione, le ruberie e gli sprechi. Anche a livello mondiale, l’atmosfera volge
    verso fondamentalismo, nazionalismo gretto e speculazione.
    Filtra il tutto con le tue esperienze sul campo e dimmi se sbaglio.

    Rispondi

Rispondi a Priapus @ Togli direttamente il condizionale, non ci arrivano Annulla risposta