QED?

Tranquilli! Il titolo di questo post non fa riferimento alla elettrodinamica quantistica di Feynman. E’ piuttosto un acronimo terra-terra per sintetizzare “Quante Eresie Dicono?”.

 

Pontifex ci scodella fresco di giornata l’ennesimo delirio pseudoscientifico di un tal Dott. Eliseo Inlamis. Dottore in cosa? Una veloce ricerca sui diversi database accademici (database sui quali il sottoscritto e’ presente ed anche citato in pubblicazioni, controllare ad esempio questo ISBN:1-4020-7668-1) non da alcun risultato. Non solo; ulteriori ricerche non producono risultati. Ergo il Dott. Eliseo Inlamis non esiste ed e’ una invenzione della redazione di Pontifex oppure e’ persona che non usa internet e che e’ completamente sconosciuta al mondo accademico e non solo.

Fatta questa doverosa premessa sull’autore di questo articolo passiamo ai contenuti, o meglio ai pseudo-contenuti.

Anche un bambino capirebbe, dopo la lettura dei primi tre paragrafi, che l’articolo e’ una raccolta disordinata di luoghi comuni e di distorsioni. Tutto l’articolo ruota intorno ad un condizionale che sarebbe stato usato da Joe Incandela durante un seminario al CERN di Ginevra. Condizionale doveroso.

Prima di tutto e’ necessario chiarire che non c’e’ stata l’osservazione del bosone di Higgs. Nessuno lo ha fotografato. E’ stata rilevata la scia lasciata dalla presenza di questa particella. La particella in se ha un tempo di decadimento troppo rapido per essere osservata. Sono proprio le tracce osservate che hanno dato risultati inattesi. La probabilita’ che si sia effettivamente osservato il passaggio di un bosone di Higgs e’ altissima ma e’ necessario approfondire lo studio delle scie osservate per avere ulteriori informazioni e conferme.

Nulla di strano. Questo e’ il metodo scientifico. Il metodo introdotto secoli fa da un signore che si chiamava Galileo Galilei, un signore al quale la chiesa degli ignoranti e superstiziosi ha chiesto scusa qualche anno fa.

Per i signori di Pontifex, il legittimo dubbio scientifico si trasforma nella dimostrazione che il Modello Standard e’ una fesseria. Il Modello Standard e’ roba da ragazzini brufolosi e creduloni perche l’unica spiegazione sull’origine dell’universo e’ nelle sacre scritture. Per i signori di Pontifex non c’e’ bisogno di sprecare tempo ed energie per cercare la verita’ sulla materia e sull’universo. Basta aprire la bibbia e studiarla a memoria. Semplice, no?

La cosa che davvero fa ridere, pero’, non e’ la montagna di scempiaggini, di superstizione, di ignoranza prodotta nell’articolo. La cosa piu’ divertente e’ che i signori di Pontifex attribuiscono l’articolo demenziale ad un autore molto probabilmente inventato poiche’ nessun essere umano dotato di un minimo di intelligenza avrebbe il coraggio di pubblicare un delirio come quello.

Questo articolo è stato pubblicato in Non meglio categorizzati il da .

Informazioni su sandro.storri

Progettista e sviluppatore di software precario (Sandro, non il software). Tipico prodotto delle periferie della capitale (aho!, che me 'mpresti na' sigaretta?). Appassionato di cinema e letteratura, usa l'italiano come un dialetto alternativo alla sua lingua madre, il romanesco. Sostiene la battaglia per i diritti civili anche se riconosce che spesso tratta la questione con degli incivili. Ha un pessimo senso dello humor e si vede, anche in questa breve biografia.

6 pensieri su “QED?

  1. FSMosconiFSMosconi

    Ma il tragico è che a un certo punto lascia intendere che modello e realtà siano completamente identificabili (“il Modello Standard, resterebbe quello che è: un modello”) come dire: son quelli che al ristorante si mangiano il menu. E per paradosso per altro non riescono a concepire un modello come descrizione di eventi fattuali e frequenti: non avrebbero tanto da speculare appunto sulla definizione con giochetti retorici a dir poco infantili [vd. sopra]…

    Comunque concordo in pieno: eSSi non seguono il metodo scientifico, eSSi seguono il detto di Hegel “Se i fatti non si accordano con la teoria, tanto peggio per i fatti”.

    Rispondi
    1. Andrea Laforgia

      Di solito, poi, gli “scienziati” pontifeSSi fraintendono il significato del termine “teoria”, ritenendo con questa parola che si tratti di un’accozzaglia di ipotesi non dimostrate e non, come invece afferma la scienza, la spiegazione di un fatto.

      A me ha fatto spaccare il commento di Cielo all’articolo del dotto professor Inlamis (?): “Lacune?…..VORAGGINI le chiamerei”
      Peccato che si dica “voragini”.
      “…. per più di mezzo secolo questi “studiosi” hanno portato avanti la teoria dell’uomo scimmia…. porelli….scimmie saranno lor signori e parentela varia…. poi, dopo aver buttato milioni e milioni e milioni di danè (soldini), per dimostrare l’indimostrabil e (ovvero che l’uomo deriva dalla scimmia)
      Eh già, perché questo, secondo “Cielo”, gli studiosi avrebbero dimostrato e non, invece, che tra uomo e scimmia c’è un progenitore comune. Scoperto, dimostrato, accettato dalla comunità scientifica come fatto.
      “si sono buttati sul big bang…..”
      Lo sapevate, voi, che il big bang era il ripiego degli evoluzionisti?
      Ma la risata più grassa è partita quando ho letto: “Ringrazio Pontifex per l’ottimo articolo su l’eliocentrismo …..voglia il caso, ma sto portando avanti una ricerca e mi mancava un piccolo tassello sull’argomento!!!”
      E’ noto a tutti che l’eliocentrismo è ancora una teoria validissima, che merita studi, indagini, ricerche approfondite. Vuoi vedere che noi stiamo fermi ed è il sole che ci gira attorno?

      Rispondi
  2. adminadmin

    Leggo nell’articolaccio: Visto che pubblicate spesso anche articoli di scienza
    E da quando gli amici Pontifesso pubblicano articoli di scienza? Non mi ero accorto di questo cambiamento. Pensavo fossero la versione moderna delle interviste per far pubblicità ai confetti ed ai taralli! 😀

    Rispondi

Rispondi a Andrea Laforgia Annulla risposta