non solo omofobi

che i tristi figuri che animano pontifex siano omofobi e’ cosa ormai chiara per tutti. meno chiaro, forse, e’ il loro orientamento fortemente antisemita e razzista.

per quanto concerne l’omofobia ed il razzismo vi invito a cercare in rete i tanti articoli di Bruno Volpe, avvocato e giornalista 49enne barese del quartiere Murat, concittadino di B.V., avvocato 49enne barese del quartiere Murat arrestato lo scorso anno per stalking su una ragazza 26enne. Il buon Bruno Volpe, quando si tratta di dare addosso a gay, neri e nordafricani, e’ un vero specialista.

Per l’antisemitismo pontifex dispone di altri  “specialisti”, primo tra tutti il Monsignor Babini (ma come dimenticare anche Monsignor Pieronek e Monsignor Wiliamson?).

Ora arriva anche il geniale webmaster Carlo Di Pietro, specialista di copia-incolla a casaccio, e si presenta con un articolaccio (articolonzo? articolupido?) scritto nientemeno che da Monsignor Brunero Gherardini, noto propagandista antisemita, gia’ noto alle cronache per altre polemiche innescate da sue “riflessioni”. Ovviamente non penso che Monsignor Gherardini sia in preda a delirio da febbre a 40, che faccia uso di allucinogeni oppure, peggio ancora, sia affetto da demenza senile.

No, credo che Monsignor Gherardini sia nel pieno delle sue facolta’ mentali e che faccia sul serio. Ecco, questo e’ un vero problema. Monsignor Gherardini fa sul serio quando scrive un articolo come questo.

Ovviamente, data la loro vasta cultura, Monsignor Gherardini, Bruno Volpe, Carlo Di Pietro, Don Marcello Stanzione e tutti quelli che sostengono pontifex sono pienamente consapevoli che la teoria dell’ “ebreo deicida” e’ uno dei pilastri fondanti del vecchio e nuovo antisemitismo. Questi signori sanno anche che  la teoria dell’ “ebreo deicida” e’ una delle basi ideologiche sulle quali il nazismo ha giustificato lo sterminio di 6.000.000 (sei milioni) di ebrei.

No, non penso che quelli di pontifex siano un branco di pazzi. Quelli di pontifex sanno bene quello che scrivono e dicono.

Pur sapendo bene cosa scrivono e dicono loro se ne fregano. Se ne fregano anche delle parole di Benedetto XVI che ha detto, a piu’ riprese, “gli ebrei non sono deicidi”. Come tutti sappiamo per quelli di pontifex le parole di Benedetto XVI non contano una sega. Conta l’opinione di Monsignor Gherardini e quella del mago del copia-incolla Carlo Di Pietro.

Per questo motivo questo articolo e’ l’ennesima dimostrazione che pontifex non e’ solo un covo di omofobi ma lo e’ anche di antisemiti. Non conosco personalmente i personaggi di pontifex (e neanche ci tengo a conoscere tali tristi figuri) ma credo, seguendo il mio intuito, che se dovessi scambiare quattro chiacchiere con loro non ci metterei molto a capire di trovarmi di fronte ad un branco di nazisti.

Dopotutto i bravi nazisti non possono essere solo omofobi. Se uno non e’ pure antisemita che nazista e’?

Questo articolo è stato pubblicato in Non meglio categorizzati il da .

Informazioni su sandro.storri

Progettista e sviluppatore di software precario (Sandro, non il software). Tipico prodotto delle periferie della capitale (aho!, che me 'mpresti na' sigaretta?). Appassionato di cinema e letteratura, usa l'italiano come un dialetto alternativo alla sua lingua madre, il romanesco. Sostiene la battaglia per i diritti civili anche se riconosce che spesso tratta la questione con degli incivili. Ha un pessimo senso dello humor e si vede, anche in questa breve biografia.

5 pensieri su “non solo omofobi

    1. adminadmin

      E’ rimasta sola perchè, sola, ha scelto di pagare un obolo pur di poter provare a contrastare le Pontifesserie proposte quotidianamente dagli amici Pontifessi. Noi abbiamo preferito investire soldi nella costruzione di questo sito: ora siamo poveri, non abbiamo modo di pagare anche gli amici Pontifessi pur di poter commentare le loro pregevoli e preziose perle di aderenza al loro mini-magistero. 😉

      Rispondi
      1. DOC

        ahaha si in effetti con sta crisi quell’euro me lo sarei tenuto volentieri XD
        Certo che quel manipolo di uomini santi, (forse anche perchè pensano sia donna) usano un tono più adatto all’inquisizione che ad un dibattito

        Rispondi
        1. adminadmin

          Ma l’inquisizione è stato uno dei momenti migliori della Storia.

          Non ci permettiamo di definirli “santi”… vuoi mica che poi ci querelano ancora per minacce, visto che la prima tappa per raggiungere quell’obiettivo è la morte… 😉

          Rispondi

Rispondi