18 pensieri su “Istruisci il pontifeSSo: Educazione sessuale, unitá 2.

      1. paopao Autore articolo

        Ehm, S_Raf, queste lezioni sono su misura per i pontizombies, e sono in parte ispirate a domande poste da bambini di 3 anni…
        Temo che sia una pessima idea usarle nelle scuole.

        In quanto ai disegnini, ho visto quelli di bambini dell´asilo che farebbero impallidire un papavero..

        Rispondi
  1. adminadmin

    Scrive Brunello:

    si fa uso della masturbazione che non è mai ammissibile ed è considerata dal magistero della Chiesa cattolica “segno di dissociazione”, Donum Vitae.

    Perchè tutte le volte ci tocca andare a fare le pulci a quello che eSSi scrivono? E per quale ragione questa volta, più che una pulce, ci pare di aver trovato un alce?

    Già perchè Brunello copiaincolla senza comprendere. Il documento originale si trova qui: http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cfaith/documents/rc_con_cfaith_doc_19870222_respect-for%20human-life_it.html

    Non serve un genio per comprendere di quale “dissociazione” si parli. Infatti si legge:
    L’inseminazione artificiale sostitutiva dell’atto coniugale è proibita in ragione della dissociazione volontariamente operata tra i due significati dell’atto coniugale. La masturbazione, mediante la quale viene normalmente procurato lo sperma, è un altro segno di tale dissociazione; anche quando è posto in vista della procreazione, il gesto rimane privo del suo significato unitivo

    Pur non condividendo una virgola di quanto scritto nella Donum Vitae, ci pare che l’affermazione di Brunello dimostri una cosa soltanto: eSSo cita i documenti del Magistero senza comprenderli. Non comprendendoli, non riesce ad esprimersi in maniera chiara. Ed incappa in frasi equivoche come quella riportata qui sopra.
    L’alternativa è che Brunello comprende bene i documenti che legge. Ma si esprime volontariamente in maniera ambigua e poco chiara, dimostrando di essere un pessimo giornalista ed un cattolico poco fedele. Non sappiamo quale delle due ipotesi scegliere.

    Ci permettiamo di aggiungere che era facile evitare incomprensioni. Basta volerlo. Forse Brunello non voleva. Un esempio? Eccolo: http://www.zenit.org/article-11294?l=italian

    Rispondi
        1. Caffe

          Scusa admin, da quel che so le polluzioni notturne sono del tutto involontarie, non si può proibirle o regolamentarle per decreto papale, anzi, per prevenirle, l’unica è accoppiarsi regolarmente o anche accontentarsi del fai da te; in entrambi i casi, si tratta di pratiche invise a questi cornacchioni; mah, contenti loro…

          Rispondi
          1. adminadmin

            No no. Sono certo che il magistero Pontifesso (quel magistero che neppure Brunello comprende oppure che ignora volontariamente, come abbiamo letto qui sopra in relazione alla Donum Vitae) prevede norme specifiche anche per la polluzione. Saranno anche involontarie, ma devono essere regolamentate!

Rispondi