Una è falsa.

Una delle seguenti notizie è falsa: indovinate quale?

1) Scilipoti perde nuovamente l’occasione per fare silenzio e dichiara (stando a quanto riportato dal nostro blog autodefinito cattolico non secolarizzato preferito), parlando dell’omosessualità:

Esistono casi organici, dovuti a difetto dei cromosomi che portano persone con apparato genitale maschile ad avere testa di donna e in questo caso è possibile parlare di patologia, ma non è possibile fare nulla in termini di guarigione. Viceversa, chi lo fa per vizio, o per una scelta animalesca e contro natura, o per ragioni di scompenso emotivo, può guarire e tornare alla vita normale. Mi riferisco, per maggior cautela ai viziosi

2) Un anziano pensionato suggerisce agli amici Pontifessi di fare silenzio sfruttando l’odierna ricorrenza (San Giuseppe):

San Giuseppe, almeno nei vangeli, non parla e di lui sappiamo poco: “vero, ma per questa sua prudenza, per questo silenzioso operare a favore del piano di Dio, lo possiamo dire il grande santo del silenzio. In un mondo dominato da tanto baccano mediatico, da tante chiacchiere inutili e dannose, san Giuseppe è un punto di riferimento della virtù

Sapranno eSSi comprendere i suggerimenti dell’anziano pensionato? Perseguiranno la virtù oppure pervicacemente resteranno nel loro stato di peccato? Come è noto l’assenza di virtù comporta il peccato; questa affermazione non è mai stata smentita quindi è necessariamente vera.

3) Brunello mette in mostra tutta le sue omnicomprensive conoscenze di psichiatria, psicologia ed in generale di medicina:

L’omosessuale ego-distonico, dice parte della psichiatria, va curato ma solo per renderlo ego-sintonico, ovvero offuscato da farmaci e da barbari consigli di psicologi laicisti, al fine resettare la sua morale, privandolo del senso del peccato e di colpa.

Foxy travisa completamente (per ignoranza oppure per perfida malafede) il concetto di ego-distonia e presuppone che sia una patologia tipica dell’omosessualità. Inoltre immagina che l’ego-sintonia si basi esclusivamente sull’uso di farmaci. Fallisce ben due volte: l’ego-distonia indica la patologia derivante dalla fallace percezione di se stessi, dall’incapacità di accettare il proprio orientamento sessuale. Questa patologia può affliggere chiunque: etero oppure omosessuale. Inoltre la cura per l’ego-distonia non si basa solo su farmaci. Forse le sue false credenze derivano dal fatto che eSSo stesso mantiene in sintonia il suo ego attraverso l’abuso di sostanze psicotrope più o meno legali?

Evidentemente ci sfugge qualche dettaglio perchè la preparazione medica del giornalista Murattiano emerge limpida quando afferma:

Nessuno attacca  l’omosessuale in sé il quale, se castamente tollerante e guidato dalla prudenza e da Dio, è solo un infelice degente che merita ogni soccorso, misericordia e preghiera ed ovviamente la solidarietà di tutti.

Il termine “degente”, stando al dizionario della lingua italiana, indica “ammalato, ricoverato”, con un chiaro accento medico. Brunello chiarisce finalmente l’equivoco (sfruttato molte volte dagli amici Pontifessi) e l’inganno che si celano dietro il termine “cure pastorali”. Altro che preghiere, misericordia e solidarietà: eSSo infatti definisce gli omosessuali come degenti, quindi persone che “per malattia o altro incidente è costretto a rimanere a letto o è ricoverato in un luogo di cura”. http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/D/degente.shtml

4) Viene proposta la “toccante testimonianza” di Stefaan. Un invito all’onanismo? Una storiella “sicuramente vera perchè mai smentita”? Non è dato sapere. L’unica certezza che abbiamo è che una rapida ricerca con Google evidenzia una stranezza: la testimonianza onanistica contiene nomi stranieri (Stefaan, Christine  e Jean-Marc). E’ dunque legittimo immaginare che si tratti di una testimonianza tradotta in italiano e proveniente da qualche altra nazione. Ed invece le uniche pagine che menzionano quei tre nomi sono tutte frutto del copiaincolla tra i soliti siti che ben conosciamo. In pratica, dunque, una bugia ripetuta all’infinito.

5) Carletto contraddice il suo compare Pasquino, arrivando ad affermare che l’unico cristianesimo “vero” è il tradizionalismo. Mentre Pasquino giusto ieri collegava il tradizionalismo ad un effetto del CVII. Carletto dunque si erge (forse con un pizzico di presunzione) a Pontefice Romano e decide quale sia il culto corretto. Illuminato (troppo illuminato, fors’anche fulminato) direttamente dallo Spirito Santo (o forse solo da una buona dose di spirito alcoolico) afferma categorico:

Quindi i moderati, i laicisti, i diplomatici e tutti coloro i quali travisano le Scritture con false interpretazioni, sappiano che sono vittime di Satana. !!! Preghiamo per loro.

L’illuminazione (magari quella dei pali blu di Potenza) che lo caratterizza qualifica questa affermazione come “mai smentita, quindi sicuramente vera”. Chissà cosa ne pensa Padre Lombardi (ipse dixit: First of all I would like to point out that the site, pontifex.roma.it, lacks authority and is not a good source for understanding with objectivity the church’s thoughts on complex and delicate issues)

Ci siete cascati, eh? Purtroppo nessuna di queste notizie è falsa. E qui sotto trovate le relative fonti.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/politici/11029-on-scilipoti-cassazione-sentenza-qeversivaq-sui-gay-omosessualita-si-puo-guarire-auguri-a-papa-ratzinger
http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/religiosi/11027-mons-cuccarese-san-giuseppe-santo-del-silenzio-e-della-prudenza-a-lui-affidiamo-la-chiesa-e-il-mondo
http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/11026-la-cassazione-concede-laiutino-ai-gay-ma-nessuno-li-aiuta-davvero-a-guarire-lo-stato-dorme
http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/opinioni/laici/11031-omosessuale-guarito-toccante-testimonianza-del-giovane-stefaan
http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/opinioni/laici/11033-il-cattolicesimo-e-tradizionalismo-non-puo-esistere-un-cattolico-non-tradizionalista-non-seguirebbe-limitazione-di-cristo

13 pensieri su “Una è falsa.

  1. Alessandro M.

    Posso umilmente suggerirvi di leggere il mio commento all’articolo sull’integralismo cattolico? CRedo sarà di vostro gradimento.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      L’argomento dell’antico testamento è stato “liquidato” (secondo i Pontifessi) affermando che quanto indicato in quelle pagine deve essere “interpretato”. E nel fare questa affermazione non si accorgono neppure del fatto che questo apre le porte al relativismo più spinto… Porelli!

      Dott. Di Pietro, sa che le dico?

      Mi ha convinto.

      La Bibbia è verità, e gli insegnamenti in essa contenuti vanno seguiti alla lettera.

      Chi si oppone a questa grande verità è innegabilmente indemoniato.

      Fine della discussione.

      Approfitto dell’occasione per chiedere il consiglio di un uomo pio, saggio ed illuminato come lei riguardo ad alcuni insegnamenti biblici sui quali ho dei dubbi riguardo al modo in cui andrebbero messi in pratica.

      Il mio servo ebreo è sposato con prole. Io ho cercato di spiegargli che, come scritto in Esodo 21;4, sua moglie ed i suoi figli mi appartengono e che lui deve andarsene da casa mia. Ma lui, evidentemente preda del demonio, si oppone. Come mi suggerisce di affrontare la questione?

      In Levitico 25;44 mi viene detto che posso prendere schiavi solamente dalle nazioni che ci circondano. Ora, mi è capitata una buona occasione con degli schiavi portoghesi, acquistabili ad un prezzo vantaggioso. Ma, come lei saprà, il Portogallo non confina con l’Italia. Esiste un modo per aggirare il problema senza venir meno alle Scritture? Sa, vorrei evitare di spendere troppo: sarà la crisi, ma oggi i mercanti di schiavi sono davvero troppo esosi.

      Il mio vicino di casa ha piantato nel suo giardino due piante differenti (un mandorlo ed un pesco, per la cronaca), in espressa violazione di quanto scritto in Levitico 19;19. Come mi consiglia di punirlo?

      Ho molti altri dubbi simili a questi, ma non voglio sovraccaricarla di lavoro.

      Attendo con ansia le sue risposte.

      Rispondi
  2. francesco t

    rimango dell idea che secondo pontifex, io sono l unico gay PURO esistente.
    non ho problemi cromosomici, non ho la “testa di donna” , non ho scelto in alcun modo di esser gay e non sono stato influenzato da gay o da padri assenti,madri ossessive e via discorrendo.

    scilipoti poi è un ginecologo e un agopuntore.
    non entro nemmeno nel merito nel domandarmi il perchè abbia scelto ginecologia…
    sta di fatto che non ha alcuna base o nozione medica o scientifica per asserire che i gay abbiano difetti cromosomici.

    scilipoti, come i pontifessi, è semplicemente ignorante.

    Rispondi
    1. faunita

      Sai, un ginecologo ha facile accesso a parti del corpo femminile che, diversamente, se non è propriamente Alain Delon ed è anche un po’ supponente, col cavolo che le vede….

      Rispondi
  3. faunita

    Vorrei rispondere a Scilipoti e a tutti gli altri mostrando un video della mia escursione di sabato scorso alla fiera della mia città assieme ad una coppia di miei amici. Due uomini, incidentalmente. Due bellissime persone con cui mi sono divertita tantissimo.
    Forse vedere facce felici è quel che a Scilipoti, Volpastren ed ai vari altri consimili fa tanto rosicare…… Evidentemente loro non sono felici.

    Rispondi
  4. StevenY2J

    (Una delle) parti divertenti dei commenti che ho letto su Pontifex é che le testimonianze straordinarie degli omosessuali guariti sarebbero state accertate anche attraverso contatti telefonici.
    Mi sono immaginato un Administrator o Di Pietro oppure Bruno Volpe in persona che telefonano a questo Stefaan (presumibilmente nordico – tipo danese, svedese o su di lì? Non so, non ho controllato le “fonti”) e gli chiedono, in un inglese che loro stessi (nel dialogo con gli utenti WOT) hanno ammesso di non conoscere alla perfezione:
    “Scusi, siamo del sito Pontifex.Roma.it. E’ un sito italiano… probabilmente lo conoscerà perché é un sito di sana e retta dottrina cattolica, non secolarizzata… Ah, non lo conosce…?!? Beh, pazienza. Comunque, abbiamo letto su Internet che lei in passato é stato gay perché suo padre la trattava come una pezza da piedi e poi é guarito… No, nessuno ha mai smentito questa testimonianza, quindi é per forza di cose vera… certo, in tutti i tribunali del mondo le testimonianze si accertano con questo criterio… NO, NO, ASPETTI!!! NON RIAGGANCI LA CORNETTA… NO, NO, NOOOOOOO!!!… Ha riattaccato.”

    Rispondi
    1. francesco t

      no no, hai frainteso.
      loro parlano sempre e solo della FONTE. non della VERIDICITà della fonte. è questo che li frega.

      è logico che se io chiamo le associazioni gay e gli chiedo “senta ma tale testimonianza sul VOSTRO sito è vera?” loro risponderanno “si certo”.

      sempre con lo stesso paragone che uso su pontifex, se io chiamassi i responsabili del sito che sostiene l inesistenza dell aids, chiedendo “senta ma quello che scrivete è vero?” , non mi risponderanno mai “no è falso, abbiamo scritto una cavolata ma lasciamo credere a tutti che sia vero”.

      loro citano la fonte, ma non controllano MAI la veridicità della stessa.
      questo li frega e quindi alla fine fanno la figura degli ignoranti.
      perchè tale è la definizione per chi fa un simile uso delle fonti.

      Rispondi
      1. adminadmin Autore articolo

        Francesco cerchiamo di guardare il bicchiere mezzo pieno… Rispetto a prima, quando non citavano mai una fonte, neppure quando era il loro stesso sito, devi ammettere che hanno fatto passi da gigante… 😉

        Almeno adesso il lavoro di confutazione delle Pontifesserie che propongono risulta più facile: non dobbiamo trovare ANCHE i bassifondi da cui provengono le loro stramberie. 🙂

        Rispondi
      2. StevenY2J

        Effettivamente, avevo letto in fretta il commento di Di Pietro (sono un po’ incasinato al momento e il tempo é quello che é).
        E’ vero. Si riferisce a telefonate alla “fonte”, cioé l’associazione stessa che pubblica la testimonianza.
        Così é anche peggio. Praticamente, si battono pacche sulla spalla a vicenda.
        La logica é andata davvero a vivere nel deposito di Zio Paperone a Paperopoli.

        Comunque, secondo me, continuare a pubblicare testimonianze di “ex gay” che hanno TUTTE in comune i soliti luoghi comuni sui gay (il papà cattivo, la mamma assente o troppo presente, le amicizie con le bambine…) potrebbe avere un effetto boomerang, facendo dubitare della loro veridicità quei lettori semplicemente curiosi che hanno la fortuna di incappare in un sito carico di humor e non-sense come Pontifex. Ovviamente non mi riferisco ai soliti utenti-adepti con cui non riusciresti ad avere un dialogo nemmeno se la Ragione personificata venisse giù e stringesse loro la mano.

        Rispondi
        1. adminadmin Autore articolo

          nemmeno se la Ragione personificata venisse giù e stringesse loro la mano
          Ma, sappiamo bene, la Ragione si guarda bene dal farlo. E non avendo ricevuto smentite a questa notizia, è palesemente vera. 😉

          Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Hai ragione, anche altri l’hanno notato, riuscendo anche a pubblicare questo “dettaglio” tra i commenti Pontifessi. Non ho seguito l’evoluzione della vicenda. Ho visto menzionare questa curiosa similitudine. Ed ho visto citare la mitica Atzori, quella tizia che di lavoro guadagna con i libri di Nicolosi e per hobby finge di lavorare in una struttura pubblica. E pretende pure di essere considerata un medico…

      Maggiori dettagli su Chiara Atzori qui:
      http://progettogalileo.wordpress.com/2008/10/09/chiara-atzori-e-gli-omosessuali-che-sono-tutti-narcisisti-drogati-promiscui-ed-esplorativi/

      Stando a questo documento (messo a disposizione dal Sacco) la Atzori lavora pro bono. Si vede che è ricca di famiglia. Oppure la lobby cattolica la sostiene. 😉
      http://www.hsacco.it/ita/operazione%20trasparenza/CURRICULUM%20VITAE/Atzori%20Chiara.pdf

      Rispondi

Rispondi