Gli pseudonimi.

Veloce post per segnalarvi che, come capita di frequente, il sito Caserta24ore ricicla l’immondizia pubblicata dal sito Pontifesso. Questa volta c’è però una novità: pubblicano il materiale di Carletto usando uno pseudonimo. Imbarazzante.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/esteri/11012-dallomosessualita-si-puo-guarire-numerose-ricerche-mediche-ufficiali-lo-testimoniano-ma-sono-occultate

http://www.caserta24ore.it/18032012/dallomosessualita-si-puo-guarire/

5 pensieri su “Gli pseudonimi.

  1. adminadmin Autore articolo

    Sarebbe interessante comprendere la ragione per cui Paolo Mesolella (regolarmente iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti dal 2000, alla veneranda età di 38 anni) ricicla le fesserie pubblicate da Carletto. Sarebbe altresì interessante comprendere la ragione per cui la testata fondata nel 1999 da Gianluca Parisi (che ad una prima ricerca non compare nell’annuario dei giornalisti) offra così tanta visibilità agli articoli che provengono dal bel sito Pontifesso. Eppure Calvi Risorta dista oltre 130 km da Campagna, quindi risulta difficile ipotizzare si tratti di uno scambio di favori tra Strazy e Paolo o Gianluca… Misteri destinati a restare senza risposta.

    Rispondi
  2. Faggot79

    Il dottor. Robert Spitzer […] nel 2001 ha cambiato clamorosamente posizione (?)

    affermando che “è possibile che ALCUNI individui fortemente motivati possano cambiare il loro orientamento sessuale da omosessuale a eterosessuale”

    DSM – III (Diagnostic and STATISTICAL Manual of Mental Disorders)

    Non capiscono nemmeno quello che leggono, ma questo già lo sapevamo. 😀

    Rispondi
    1. francesco t

      errore, comunque. quella traduzione è sbagliata e proviene da un altra intervista:

      “I did anticipate, and in my presentation warn, that it would be a mistake to interpret the study as implying that any highly motivated homosexual could change if they were really motivated to do so. I suspect that the vast majority of gay people — even if they wanted to — would be unable to make substantial changes in sexual attraction and fantasy and enjoyment of heterosexual functioning that many of my subjects reported.” (Anything But Straight; Wayne Besen; Haworth Press, 2003; pg. 240.)

      traduzione:ho anticipato, e nella mia presentazione ho avvertito, che sarebbe UN ERRORE INTERPRETARE LO STUDIO COME SE INDICASSE CHE UNA PERSONA OMOSESSUALE FORTEMENTE MOTIVATA POTREBBE CAMBIARE.ritengo che LA VASTA MAGGIORANZA delle persone gay (ANCHE SE VOLESSERO) sarebbero comunque INCAPACI di tali sostanziali cambiamenti nell attrazione sessuale , nelle fantasie sessuali, e nell “apprezzare” i “comportamenti” eterosessuali che alcuni dei miei soggetti riportarono.

      spitzer non ritiene che un omosessuale motivato possa cambiare orientamento sessuale.

      Rispondi

Rispondi