Il dio di Volpastren, stavolta, è stato preciso.

Ribadisco un concetto semplice: contemplare un dio che consente un male collettivo, come un’alluvione, è un’autentica bestemmia, un’offesa alla religione. E Volpastren, avendo sostenuto questa tesi, quindi, si è posto al pari di un bestemmiatore.

Anche perché Volpastren concepisce un dio che per colpire Crozza, colpisce persone del tutto estranee ed innocenti. Dici proprio tante sciocchezzuole 😀 E tutto ciò tralasciando che lo stesso ragionamento assurdo fatto da Volpastren, è valido a giorni alterni: va bene per Crozza, ma non va bene per Scilipoti, quando, invece, l’alluvione a seguito delle sue esternazioni omofobe colpisce Barcellona Pozzo di Gotto.

Adesso, tuttavia, il dio di Volpastren è stato preciso: aggressione informatica e furto di indentità ai danni di Scilipoti (la stessa nota sta pari pari su Pontifex, ma io linko Agen Parl … tiè!). Stavolta il dio di Volpastren è stato preciso e mirato. E non più avanti di qualche settimana fa Scilipotens aveva offeso Paola Concia, dicendo che se lei è orgogliosa di essere lesbica, anche i ladri sono orgogliosi di essere tali.

Fa bene, quindi, Scilipoti a sentirsi in pericolo (come risulta dall’account Twitter di Pontifex): se il dio di Volpastren l’ha preso di mira non ha scampo. 😀

Volpastren non te la prendere. Questo tuo ragionamento sul dio che permette il male è solo l’ennesimi EPIC FAIL che ti si ritorce contro. Casomai ve ne fosse bisogno.

6 pensieri su “Il dio di Volpastren, stavolta, è stato preciso.

  1. adminadmin

    ROTFL 😀

    Implacabilmente razionale. A parte il dettaglio che tu non sei nella mente del mini-dio Pontifesso. Dunque tu non puoi parlare con cognizione di causa. Brunello invece è perfettamente unito (oserei dire FUSO) con il suo dio personale. E può dunque riportare direttamente i suoi progetti, i suoi piani, le sue intenzioni. E dunque presto verrà a spiegare per quale ragione quanto hai postulato non si applica a Scilipotiens. 😉

    Rispondi
    1. SandroSandro Autore articolo

      Ah allora la telefonata che mi confermava le intenzioni del minidio Pontifesso erano i postumi dei bagordi natalizi … 😀 Comunque sì … implacabilmente razionale 😉

      Rispondi
  2. UnoChePasseggiaSuiPonti

    Al sig. Volpe che qui legge e a “casa sua” censura: ma forse che qualcuno ha pure ascoltato Crozza?!
    Secondo la logica di un dio che guarda la TV la sera e decide vita e morte al mattino, sì!
    Se ha dubbi, ascolti o legga bene il testo di questa canzone in cui si auspicava una “pena suprema”:

    Rispondi
    1. adminadmin

      E’ un ladrone che si crede Cristo
      Ti chiedo scusa per la lunga attesa… Ogni tanto anche gli admin migliori dormono. A me quindi capita spesso. 😉

      Rispondi
  3. UnoChePasseggiaSuiPonti

    Mi permetto di segnalare un grave pericolo che corrono tutti i baresi, compreso il curatore principale di Pontifex.
    Quale tragica calamità naturale dovrebbe colpire la città dopo che un intero stadio ha cantato il brano che deride gli omofobi: http://www.youtube.com/watch?v=wNEgx5TH834 (a 0.54 preparatevi a una risata!)

    Bruno ti prego, posta un commento sui tuoi concittadini che ridono di chi tratta i gay come malati!
    O forse eri anche tu al concerto a cantare e divertirti?

    Rispondi

Rispondi