Stronziate!

Già, oggi parliamo di stronziate, cioè di quanto riesce a partorire il caro Brunello. Solo ed esclusivamente stronziate, cioè gli effetti dell’assunzione prolungata di stronzio che, secondo un famoso giornalista avvocato (quindi non Brunello), sarebbe presente in quantità industriali nell’acquedotto del quartiere Murat. Inauguriamo anche noi un nuovo genere letterario: il fantahorrorironico. Fantasy, ironia ed horror mescolati in un solo brano. Lo stesso stile di Brunello che propone affermazioni imbarazzanti ed orribili, omettendo accuratamente le fonti, salvo poi nascondersi dietro un “era ironico” per scoraggiare il confronto ed allontanare chi dissente dalle sue stronziate. Anche noi saremo ironici.

Con ironia dunque accogliamo le recenti esternazioni del fegato di Brunello.

Con meno ironia invece accogliamo le affermazioni di “Lucio” che troviamo profondamente lesive della nostra integrità e del nostro onore. Mai nessuno infatti qui su Pontilex ha mai sperato o solo ipotizzato che Bruno Volpe venga picchiato. E sfido Lucio a dimostrare il contrario. Dice di leggere il nostro sito: se ha un briciolo di fegato venga qui ed indichi le pagine in cui abbiamo augurato qualcosa di male a Brunello! Ma siamo sicuri che il coniglio Lucio si guarderà bene dal farsi riconoscere: potremmo anche collegare l’identità del coglione che cerca di lasciare messaggi sul nostro sito usando nomi finti ed indirizzi email spesso farlocchi.

Fonti dell’orrore:

http://pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/esteri/9696-peru-la-bufala-dellacqua-e-i-gay
http://pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/esteri/9684-pakistan-il-95-delle-accuse-di-blasfemia-sono-false-abolire-legge-sulla-blasfemia#commentID29939

51 pensieri su “Stronziate!

    1. paopao

      piú che altro Lucio mi ricorda molto Lux & Co…Calim ehm Cidippinen, il rimpianto geniale webmaster ..
      Hei, giá solo la frase “ogni volta parli di razzismo e antisemitismo in una maniera cosí leggera e semplice che non ti comprendo”…fa rotolare dalle risate. ):D

      Rispondi
  1. AlbertoBAlbertoB

    Francamente non riuscirei ad avvicinarmi all’esimio dott. Volpe abbastanza per picchiarlo , mi fa troppo schifo : la distanza attuale , ovvero mille e passa km , è appena sufficiente a reprimere i conati di vomito.
    Per quanto riguarda Lupo Lucio (cfr. Melevisione) forse potrei avvicinarmi quel tanto che basta per sputargli in testa , ma non so. Ho troppa paura di prendermi qualche brutta malattia.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Ecco, vedi, sono queste le minacce a cui fa riferimento Lucio. Dimostrazione che Lucio non capisce una benemerita ciolla! 😉

      Suvvia AlbertoB, chiarisci che il tuo commento è ironico ed anche un poco maieutico, la stessa ironia maieutica che contraddistingue l’opera di Brunello nostro… 😆

      Rispondi
      1. francesco t

        eh ma bruno volpe è mandato da Dio a infamare la gente, mentre noi ovviamente siamo vessati da satana.
        brunello può fare e dire quel che vuole, perchè nella sua testolina lui è il nuovo messia.

        un messia che ti impone quello che dice lui a suon di fegati.

        Rispondi
      2. AlbertoBAlbertoB

        Ti dirò invece che quando parlo di paura di prendere brutte malattie anche solo avvicinandomi a questa marmaglia sono molto serio : potrebbero attaccarmi il bigottismo , il razzismo , la misoginia o addirittura l’ignoranza caprina.

        E’ solo per per il timore di queste malattie che non cerco di scoprire dove abitano , prendo un aereo e li vado a prendere a sprangate direttamente a casa loro… Se invece fossi come loro , ovvero bigotto , razzista , misogino e ignorante non mi farei problemi e li avvicinerei senza paura per dare loro una bella lezione , come facevano nei bei tempi che furono tanto a cari all’esimio dott. Volpe , una di quelle lezioni che vorrebbe dare a noialtri insomma.

        Fortunatamente non sono affetto da queste gravi malattie , quindi devo per forza di cose tenermi a distanza.

        Rispondi
  2. Caffe

    Scusate, ma a me sto Lucio puzza tanto di Brunello, non di Montalcino, non mischiamo la lana con la seta.
    Quel post trasuda della stessa rozzezza di pensiero espressa nel più assoluto disprezzo della lingua italiana tipica del nostro giornalista analfabeta di ritorno, e pure di andata.
    Lui legge i nostri post, dovrebbe capirlo che il nostro disgusto nei suoi confronti non si tradurrebbe mai in mazzate inferte sulla sua inutile capoccia, noi arriviamo perfino a provare compassione per la sua nullità e ipocrisia; tuttalpiù, come si fa con i tangheri del suo calibro, amiamo ricoprirlo di pernacchie; ma non mi risulta che nelle rianimazioni di qualsiasi ospedale giaccia qualcuno solo perché bersagliato da sberleffi. Che Dio lo fulm.. no, illumini e che nessuno sia nelle vicinanze, quando questo accadrà.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Se l’illuminazione è intensa, molto intensa, si rischia la fulminazione, come per le lampadine… Ecco il significato della tua ultima frase… 😀

      Per quanto riguarda le somiglianze: Lucio potrebbe essere Brunello ma anche Carletto. Lo stile (rozzo e rudimentale) ci pare abbastanza adeguato a tutti e due i personaggi.

      E da quando si mischia la lana con la seta? Il proverbio non parlava di seta e stracci? 😆

      Rispondi
      1. Caffe

        I proverbi, si sa, hanno varianti regionali: io per lavoro ho soggiornato in varie regioni italiane e conosciuto persone di ogni angolo di questo paese; ma “seta e stracci”è un espressione che non ricordo di aver mai udita; ad occhio e croce potrebbe essere di origine toscana, lana e seta si dice dalle mie parti (Lazio e dintorni); Brunello dovrebbe esserci grato, qui non parliamo solo di merd.. no di lui. 🙂

        Rispondi
          1. Caffe

            AbertoB, il tuo post stimola la mia curiosità, paragonabile a quella di un macaco dalle chiappe rosse, e ti chiedo, senza impegno: ma che ca….volo di lavoro fai? ❓ 😉

          2. AlbertoBAlbertoB

            Lavoro nel tessile 😀
            Il grosso della produzione dell’azienda dove lavoro è costituito appunto da filati misti lana/seta in diverse percentuali , ci si confezionano capi di alto livello e piuttosto costosi… intimo in particolare 😉

  3. faunita

    Lucio chi è, l’alter ego internettiano di BV???

    Hmm ora manca solo che BV, dopo aver lamentato inesistente “stalking” dalla biologa 26enne, accusi qualche “omosessualista” di infastidirlo con proposte oscene (magari due giorni dopo leggeremo sul giornale d’un BV del quartiere Murat che, incapricciatosi di un bel trentenne, ha attaccato a molestarlo senza sosta fino all’arresto)….!

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Beh in passato Brunello dichiarò di essere stato addirittura rapito. Non s’è mai capito da chi. Vuoi vedere che era colpa della biologa? 😉

      Rispondi
      1. faunita

        O alludeva ad un “mistico” rapimento, a quell’estasi ineffabile di cui parlava anche santa Gemma Galgani (ragazza 25enne, anoressica, affetta da epilessia, tisi e depressione, vittima di allucinazioni nelle quali il diavolo le appariva come un “serpente”, metafora abbastanza chiara)???

        Mi meraviglia che un uomo tanto perseguitato ecc. sia ancora tutto intero: solitamente, purtroppo, le persone davvero prese di mira da criminali e malintenzionati, finiscono molto male e basta. Non vorrei mai accusare alcuno – nemmen Brunello – di comportarsi come il pecoraro della storiella “al lupo, al lupo” ma oso dire che prudenza e tatto prima di gridare che si è perseguitati ed in pericolo di vita sono buona cosa. Soprattutto se si fa l’avvocato di professione (e si sa quindi molto bene che esistono reati quali la calunnia, la diffamazione ed il procurato allarme).

        Intanto me la sto ridendo di gusto. Non rido di Brunello né della sua particolare religione, bensì della “preghiera per genitori di omosessuali” che ho trovato su un sito presumo d’ispirazione cristiana per genitori di ragazzi gay.
        Mi stanno cascando le ovaie, lo confesso.

        Sarà che recentemente sono rimasta affascinata da un bel libro “Due uomini e una culla” di un giornalista gay americano che racconta la storia dell’adozione, da parte sua e del suo compagno, di un bambino. Una storia tenerissima, aggiungo. E ho anche pensato ai miei amici, molti dei quali gay, persone fantastiche, le cui famiglie sono ben fiere di loro.

        Rispondi
        1. adminadmin Autore articolo

          Il metodo degli annunci costanti è un grande classico di Brunello: quante querele e denuncie ha annunciato? Quante hanno avuto qualche esito concreto e pratico?

          Rispondi
          1. KamjayKamjay (Fool In The Rain per Volpastren)

            Ma non è colpa sua se ogni volta che va a querelare qualcuno i carabinieri si scompisciano dalle risate!

          2. AlbertoBAlbertoB

            Prova te a non ridere se ti si presenta un tizio farneticante e con la bava alla bocca che pretende di presentare una querela scritta su un fogliaccio di carta dove prima era avvolto un kebab 😀

      2. Caffe

        Per me Brunello fu rapito dagli alieni i quali, colpiti dalla sua stupidità, gli innestarono un cervello di babbuino per cercare di migliorare la situazione; così facendo hanno migliorato il suo Q.I. di qualche punto, tanto che ha imparato ad usare wc e bidet in modo appropriato, perché, guardando la tv, ha capito che il prezzemolo si coltiva nell’orto.

        Rispondi
        1. Faunita

          Hmm… il bidet è una pratica satanica (e, a quanto posso testimniare, sgradita ai cattolici!!!) e poi nel vangelo non è mai menzionato…. 😀 😀 😀

          E poi, ‘sta gente che si lava, si profuma, si trucca e non va in giro coperta di stracci è una tentazione spaventosa…. specie se donna… cavoli, ti fai un bidet, ti fai la ceretta, ti depili le sopracciglia, indossi abiti della tua taglia e pure puliti… e poi ti lamenti se ti violentano o se un tuo ex collega ti tampina giorno e notte??? Ah ah ah!!!

          Rispondi
          1. Andrea Laforgia

            Credo che nel vangelo non sia menzionato perché all’epoca i poveri beduini si pulivano il culo con foglie di palma raccolte qua e là. Adesso che ci penso, credo che no, il culo non se lo pulivano…

          2. Faunita

            E se non sbaglio, tal Armida Barelli fondatrice di una delle numerose leghe per giovani cattoliche ai primi del XX secolo, bollò pratiche come l’attendere alla cura della propria persona quali “miserie spirituali”… 😀 😀 😀

    1. adminadmin Autore articolo

      Il peso atomico del Volpio? Sarei tentato di ipotizzare un banale 69. Ma vista la pesantezza di questo elemento (e la sua pericolosità) ripiego su un trans-uranico 169 😉

      Rispondi
      1. Andrea Laforgia

        Non si conosce. Il fatto è che il Volpio è un elemento strano, sfugge alle mani degli scienziati. E’ viscido come un pezzo di fegato sacrificale…

        Rispondi
  4. giuxgiux

    ma non è reato dire che qualcuno probabilmente si droga e va fare orge tutte la notte? Perchè Bruno Volpe mi sembra proprio che dica questo di noi e in particolare di Admin!!!!

    Rispondi
      1. Caffe

        E’ vero che BV non fa mai esplicitamente i nomi di chi, da questo meritorio blog, lo spernacchia o lo incalza a rendere spiegazioni sui tanti ambigui aspetti della sua vicenda umana: ma admin, Pao, AlbertoB ed altri sono facilmente individuabili come l’oggetto dei suoi strali. Io sono un po invidioso: a me non mi caga proprio; a parte il sollievo di non dover passare tra le sue chiappe abbisognevoli di manutenzione e pulizia più accurata, la cosa mi da un po fastidio, se attaccasse, senza far nomi, come fa lui, anche me, sai che goduria rispondergli a tono? 😈

        Rispondi
        1. paopao

          Caffe: io invece credo fermamente che tu abbia un tremendo potenziale per l´Olimpo dei Blasfemicilibertinimassonideicidiomosessualisti, sfuttalo!
          E poi sai che bello essere bersaglio dei suoi deliri sessisti.. ):/

          Rispondi
        2. adminadmin Autore articolo

          Secondo me se tu scegliessi di scrivere un brano (che ne so, sulla scelta di un nostro concittadino di andare in Svizzera per porre fine alle sue sofferenze) potresti assurgere al nostro livello e ricevere le attenzioni di Brunello. A te la scelta 😉

          Rispondi
    1. Faunita

      In effetti secondo me ha commesso il reato di ingiuria, ma probabilmente crede che la legge italiana non valga per lui che è cattolico (magari chiede si applichino le leggi vaticane o quelle del Deuteronomio) o ritiene di aver ingiuriato e star ancora ingiuriando una quantità di persone oneste, incensurate, miti e bonarie in presenza di qualche attenuante (“stato d’ira per fatto ingiusto altrui“, dovendosi intendere con “fatto ingiusto” l’ateismo, l’omosessualità, l’essere donne non più vergini, l’andare a ballare, a lavorare, usare bidet, I-phone e leggere libri… o magari “aver agito per motivi di particolare valore morale e sociale” ossia puntare a redimerci tutti)…

      Hmm, ma io sono una povera peccatrice, oltretutto donna (e avere una laurea mi colloca nel novero delle sciagurate che rovinano la società, come scrisse una testa di quarzo su Libero), che ne saccio io???

      Rispondi
    2. Andrea Laforgia

      …che poi nessuno qui ha mai detto che dovrebbe essere picchiato. Io ce lo vedrei bene qualche mesetto in gattabuia, però.

      Rispondi
          1. adminadmin Autore articolo

            No alla violenza sugli esseri umani e sugli animali! Per le piante, parliamone…
            Quanti calci vuoi dare a Brunello? 😆

          2. Caffe

            Per i calci alle piante non sono d’accordo: le piante hanno una loro sensibilità e poi, non possono scansarsi come farebbe qualunque animale, per evitare traumi indesiderati, come ben sanno tutti quelli che si sono schiantati su un platano a velocità sostenuta con automobili che, magari, stavano ancora pagando a rate. 😉

          3. paopao

            no, no che avete capito??Ero solo perplessa/o e mi chiedevo se solo un calcio basterebbe per il titolo di martire della fede..tutto qui! Assolutamente contro la violenza sugli animali.. e gli umani e le piante!

          4. Gianluigi Loi

            mi consentirai che c’è un problema serio di violenza sui citofoni! quasi quasi se fossi iscritto potrei aprire un gruppo su FB! salviamo i citofoni dalle croci e dai fegati

          5. paopao

            ti consento eccome Gianluigi.. i citofoni non possono nemmeno difendersi dagli attacchi dei vecchi porconi che si alzano al mattino ed hanno in mente solo una cosa “STALKING, STALKING, STALKING” come B.V., quello del quartiere Murat a Bari di cui Volpastren non ci racconta nulla..boh…forse lo conosce?? ):D

    3. AlbertoBAlbertoB

      ma non è reato dire che qualcuno probabilmente si droga e va fare orge tutte la notte?

      E che quarzo , è il mio sogno nel cassetto vivere così tutti i giorni… purtroppo però mi tocca andare a lavorare 😀 (al contrario dell’esimio Bruno Volpe , di professione nullafacente , che occupa il tempo da mane a sera pensando alle stronzate che poi produce sul suo sporco blog)

      Rispondi
  5. Caffe

    Nel mio palazzo abita, quando non risiede in carcere, un’energumeno alto più di due metri, attualmente agli arresti domiciliari per reati legati perlopiù alla violenza privata; se un pezzo di fegato fosse appeso sul nostro citofono e, dessi qualche idea al nostro pregiudicato condominiale di chi potrebbe esserne stato il responsabile, di BV dovremo scrivere un epitaffio del tipo: l’era così una brava persona, nel fiore degli ann, peccato che quel suv l’ha preso in pieno senza frenare. In qualsiasi cimitero, a leggere sulle lapidi, in vita, sono stati tutti brave persone: ma allora dove seppelliscono gli stronzi? Tranquillo Brunello, non farei mai la spia: io non sono come te. 😉

    Rispondi
  6. Faunita

    A giorni mi aspetto un’intervista a Donna Assunta tipo “Le vittime del mostro di Firenze? Non sono andate in Paradiso” o un bel parere di qualche psichiatra cattolico sulla crudeltà delle donne che, tentandoti con la loro stessa presenza, poi ti respingono sol perché dedichi loro scherzosi articoli in cui le bolli come mignotte sul tuo sito!!!

    Rispondi

Rispondi