Affus… anticlericale?!…

Potrà sembrar strano, e in effetti pur’io ci son rimasto con un palmo di naso, ma… stavolta la Cozza ne dice una se non giusta perlomeno fattibile. E lievemente polemica con la Chiesa per altro! Ma vediamo il commento in sé:

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/9509-riconoscere-il-primato-di-cristo-re-di-verita-giustizia-e-di-pace-massoneria-demoniaca#commentID28725

 

Incredibile: quando pensi di conoscere un mollusco ecco che quello ti tira fuori il coniglio dal cappello. O dalle valve…

22 pensieri su “Affus… anticlericale?!…

  1. Caffe

    FSMosconi, la mia opinione è che la merda cozzifera stavolta si è anche superata: qui non si parla di pensioni miliardarie di burocrati di regime ma di povera gente che si arrangia come può.
    Illegale? Sicuramente, ma dell’otto per mille (un miliardo di euro regalato alla chiesa ogni anno) questo deficiente non ne parla; indigniamoci per cose più serie.

    Rispondi
      1. AgnosticoAgnostico

        A proposito di 8 per mille vi segnalo (ma credo che lo abbiate gia’ visto) un interessante inchiesta sul sito de l’Espresso.
        Comunque credo che Pontifex su questioni come l’8 per mille sia abbastanza aperto (ma dove vuole andare a parare??) mentre ben piu’ reazionario e’ il blog di Uccr.

        Rispondi
  2. AgnosticoAgnostico

    Non sono d’accordo con il novello gladiatore. E’ vero che molte vedove non si risposino per non perdere la pensione di reversibilita’ ma non credo vi sia un obbligo da parte del sacerdote (Gladiator parla di vescovi…) di trascrivere il matrimonio presso il Municipio: sarebbe solo un matrimonio per la Chiesa e non per lo Stato. Non credo sia illegale ma di sicuro e’ biasimevole da parte delle persone ri-sposate.
    Ma quando scrive di “mansioni affidategli da Dio stesso” che cavolo vuole dire??????

    Rispondi
    1. buddhist3buddhist

      Il matrimonio religioso (ma solo quello cattolico, non quello musulmano, buddhista ecc. …) in italia può avere ANCHE valore legale (quindi è come se il sacerdote fosse il sindaco). Questa cosa fu introdotta da Mussolini nel 29, se non erro. Molte persone anziane, magari vedovi, decidono di sposarsi solo col rito religioso, senza farlo valere come matrimonio civile. Possono farlo tranquillamente, non commettono reato. Spesso lo fanno perchè magari hanno già i figli e non vogliono poi creare problemi con eredità e quant’altro… problema che potrebbe sorgere con un matrimonio civile.

      Rispondi
  3. Caffe

    Era questo che intendevo, non ti stavo contestando, volevo solo mettere l’accento sul fatto che l’idiota gladiatorio denunci un malvezzo vaticano solo se riguarda i soliti poveri cristi guardandosi bene dal denunciare ben altre nefandezze che, in Vaticano, consumano quotidianamente.

    Rispondi
  4. Caffe

    Appropriato, FSM, ti ringrazio per il link; sono affamato di intelligenza umana, non voglio tirare in ballo Joice del quale ho letto poco e capito ancora meno, ma rimpiango De Andrè che mi ha insegnato che una delle principali caratteristiche delle persone intelligenti è il senso dell’umorismo: allora mi chiedo: ci sono preti indubbiamente molto intelligenti; ma perché non ridono mai?

    Rispondi
    1. FSMosconiFSMosconi Autore articolo

      Be’, non generalizziamo: non è che non ridono mai (sarebbe umanamente insostenibile), ma hanno una risata selettiva con canoni molto rigidi.
      E, non per appellarmi al buon nome di Eco, ma ritengo che la motivazione la dia molto bene il Venerabile Jorge:

      Disse un filosofo greco (che il tuo Aristotele qui cita, complice e immonda auctoritas) che si deve smantellare la serietà degli avversari con il riso, e il riso avversare con la serietà. La prudenza dei nostri padri ha fatto la sua scelta: se il riso è il diletto della plebe, la licenza della plebe venga tenuta a freno e umiliata, e intimorita con la severità. E la plebe non ha armi per affinare il suo riso sino a farlo diventare strumento contro la serietà dei pastori che devono condurla alla vita eterna e sottrarla alle seduzioni del ventre, delle pudenda, del cibo, dei suoi sordidi desideri. Ma se qualcuno un giorno, agitando le parole del Filosofo, e quindi parlando da filosofo, portasse l’arte del riso a condizione di arma sottile, se alla retorica della convinzione si sostituisse la retorica dell’irrisione, se alla topica della paziente e salvifica costruzione delle immagini della redenzione si sostituisse la topica dell’impaziente decostruzione e dello stravolgimento di tutte le immagini più sante e venerabili — oh, quel giorno anche tu e tutta la tua sapienza, Guglielmo, ne sareste travolti!

      (Il Nome della Rosa, Giorno VII, Notte I)

      P.S.: s’è t’è piaciuto il video dovresti sentirti Franki HI-NRG: http://www.youtube.com/watch?v=vrpJB7ucC5Y&ob=av3e 😉

      Rispondi
      1. Caffe

        Il nome della Rosa, bellissimo film, ma il romanzo di Eco, che lo ha ispirato, è tre volte meglio. Tu hai, per quanto possa valere la mia opinione, capito in pieno quello che volevo dire: il lugubre pensiero di queste merde clericali non conosce misericordia, comprensione e perdono; di Cristo, che comunque io considero un uomo eccezionale, che però si credeva Dio e per questo altri fanatici l’hanno fatto fuori, loro, i preti, di lui non hanno capito una beata fava: i successori di Gesù in due millenni non hanno fatto altro che scatenare guerre massacri e persecuzioni in suo nome; se fossi Cristo, mi vergognerei; meno male che io sono uno stronzo qualunque.

        Rispondi
        1. FSMosconiFSMosconi Autore articolo

          Senza voler aggiungere altri motivatissimi seppur duri termini posso dire che:

          La Verità prescinde dalla persona, parole, idee generali ma non è sempre una costante.
          La Verità come le opinioni può produrre assuefazione e possedere nel peggiore dei modi il suo vero o presunto detentore.
          Stante la condizione cui sopra la Verità non è né bene né male ma qualcosa di cui si può anche ridere.
          Indi per cui non esistono che due o tre cose di cui non si possa parlare alla leggere.
          Per parlare con qualcuno discorrendo della Verità bisogna tenere a mente comunemente la prima condizione e mantenere inoltre un piano comune.
          Quindi parlare con chi ha basi culturali o ideologiche troppo diverse, totalmente antitetiche o simili andrebbe evitato se non si ha presente la prima condizione.
          Certe volte, quando si nota che le discussioni degenerano in polemica pura bisognerebbe mantenere i toni a livelli civili bastonami ma ascoltami o quanto meno palesare la quarta condizione. (vd. Shopenhauer L’Arte di Ottenere Ragione).

          E pensare che tutto questo è nato da un commento a un’Affussianata 😀

          Rispondi
  5. francesco t

    OT ma molto interessante: avete notato che gli onestissimi pontifessi hanno CAMBIATO I POLLICIONI?
    cioè, li hanno invertiti!
    da un +2 , il mio commento è divenuto un -2. potrebbe anche essere.
    poi si notano i commenti di lucio , aldo ecc, che avevano dei bei -12 (o comunque al di sopra del 10) che MAGICAMENTE diventano dei +.

    poveri pontifessi, si vergognano e allora nascondono che sono una minoranza, FALSIFICANDO il tutto 😛

    Rispondi
    1. Pier91

      Oddio.. ma è vero!!
      quando pensi che le abbiano già provate tutte per farsi ridere dietro.. ecco che sono lì pronti a sorprenderti 😀

      Rispondi
    2. adminadmin

      Replicano un trucco già visto in passato… La manipolazione dei pollici è una conquista che gli amici Pontifessi tendono a sfoggiare quasi fosse un vanto. Abbiamo già documentato innumerevoli volte queste improvvise “ondate di pollicioni” che destano quantomeno qualche sospetto… Possibile che i commenti a favore delle tesi Pontifesse arrivino sempre in maniera repentina e copiosa? 😉

      Evidentemente gli amici Pontifessi sono soliti mobilitare i loro accoliti con mail segrete… supersegrete. Segretissime! 😉

      Rispondi
      1. francesco t

        che palle han rimosso il mio commento più figo . mi ero impegnato seriamente per scriverlo <.<
        e lo han tolto completamente senza nemmeno modificarlo <.<
        sapevo di esser troppo intelligente e buono per loro così da svergognarli ogni volta…ma questi mezzucci son da troll di faccialibro.

        Rispondi
        1. giuxgiux

          i miei commenti invece qualsiasi cosa scrivo scompaiono dopo poco poco… allora vuol dire che sono super fico 😀 😀 😀

          Cmq loro sono solo dei bla bla bla potrebbero farci vedere se hanno il coraggio di mettere in pratica le loro idee. Allora sarebbero uomini, invece così sono solo dei polli.

          Rispondi
          1. francesco t

            si sono accorti dell “errore”. in ogni caso, per postare un commento io spesso devo
            copiare il commento prima di inviarlo (perchè se no non lo si recupera MAI più!), anche perchè spesso il commento non viene postato.
            cioè, capita che io stia più di 2 minuti a scrivere il commento, e che quindi scada il codice .
            ma anche se il codice viene aggiornato dopo il primo tentativo, e anche se la mail di conferma viene mandata e usata, il commento non appare.
            ho scoperto che ciò è dovuto alla sessione della pagina:
            infatti, reuploadandola e incollandoci subito testo , info e codice , in genere la conferma e la pubblicazione non danno problemi.

            certo, è una scomodità assurda. più volte mi è capitato di dimenticarmi di copiare il commento e di perderlo, così da dover rifare tutto da capo ! :S

          2. adminadmin

            Francesco, vorrei potervi mostrare la spocchia di Carletto quando veniva a criticare la gestione dei commenti del nostro piccolo sito Pontilesso… Se non fossero comunicazioni private (e quindi confidenziali) sarebbe davvero divertente leggere insieme la superbia con cui eSSo veniva qui a “dare suggerimenti”… 😉

Rispondi