Mondialismo o pur’e semplice malafede?

Un'entità mala!

 

Suppone verità che in quanto supposte se le metta nel culo.

Nessuna razza, CapaRezza

 

I PontifeSSi non cascano mai in piedi. Che lo facciano apposta? Oggi se ne sono usciti con un articolo al limite del risibile e tale al punto da chiedersi seriamente se non siano paranoici.

Oggi si parla d’America. beninteso: l’inizio, di là dai toni a dir poco paolini, è quasi comprensibile: neppur io condivido in toto la politica estera americana. Ma da qui a passare a una demonizzazione generale…

Ebbene, oggi la farò breve: citerò solo le fallacie presenti nel suddetto scritto:

Perché a dettare legge negli Stati Uniti sono le lobbie’s affaristico-commerciali, l’alta banca ebraica, le società massoniche: sono loro che costituiscono il vero, autentico, governo occulto degli USA e sono queste entità che lavorano nell’ombra e al lato del potere politico che determinano le principali decisioni in politica interna e estera che verranno stabilite dalla Casa Bianca e dal Congresso.

Questa frase si ritrova subito dopo una rancorosa disamina sui diritti umani e l’ambivalenza (lungi da me dal giustificarla) della politica bellica americana. Ovvio è che si tratta di un Non Sequitur.

E Washington è la sede principale del complottismo su scala globale contro tutti quei popoli(?) e quelle nazioni che non accettano di piegarsi al disegno egemonico della Plutocrazia Mondialista(?!) di creare un mondo unipolare, ad una dimensione, a guida statunitense, fondato sui valori della ‘democrazia’ plutocratica americana e sotto il dominio dei grandi alchimisti , autentici apprendisti stregoni dei giorni nostri, della finanza cosmopolita senza volto.

Ora è abbastanza assurdo leggere che la madre di tutti i complotti e la principale fonte di destabilizzazione planetaria accusi qualcuno di “complottare”

Petizione di Principio: si prende la conclusione come preposizione iniziale e la si riutilizza per dar sfogo a sé stessa.

Assurdo e inverosimile oltretutto specialmente se si pensa solamente per un attimo a tutta quella infinita serie di menzogne , bugie, mezze verità funzionali al Potere che sono state create ad hoc in occasione dell’auto-attentato terroristico dell’11 settembre 2001 che diede il via alla campagna contro il cosiddetto “terrorismo internazionale” lanciata dall’allora amministrazione Bush coadiuvata dai deliri su improbabili “scontri tra le civiltà” dei professori della scuola neo-conservatrice.

Questa è invece un’affermazione tendenziosa di cui nemmeno mi preoccuperei. Se non ci fosse costruito sopra un intero articolo…

Ed è ancora più demenziale pensare di poter dare credito ad un’amministrazione americana quale quella retta da Barak Obama, l’abbronzata comparsa della politica USA ovvero il burattino della Sinagoga funzionale(?) alle strategie egemonico-normalizzanti dei grandi finanzieri di Wall Street, che ha avallato il ri-finanziamento delle missioni militari all’estero (Iraq e Afghanistan) aumentato il numero dei militari inviati sui fronti ‘caldi’ a presidiare gli interessi delle multinazionali del petrolio e sostanzialmente tradito tutte quelle vuote promesse che, come sempre avviene in democrazia, furono il carburante elettorale utilizzato dai democratici per ritornare alla guida politica dell’America alias il Gendarme Planetario del Nuovo Ordine Mondiale.

Ricapitoliamo: in America lo accusano d’essere un filo-islamico, qui un sionista. Ma in definitiva?

Amministrazione americana che ha sprezzantemente carpito al Consiglio di Sicurezza dell’ONU lo scorso marzo una risoluzione di condanna contro la Libia per lanciare un nuovo assalto criminale contro il paese nord-africano e arabo dopo quello dell’epoca Reagan a metà anni Ottanta e stavolta con il consenso europeo e l’aiuto militare dei compari franco-britannici.

Disse l’acre fustigatore anti-islamico…

L’Imam Sayyed Ruhollah al Musawi al Khomeini (che Allah lo abbia in gloria) si riferiva agli Stati Uniti come al “Grande Satana” , fonte di tutti i problemi del pianeta e principale potenza colonialistica dell’era contemporanea: secondo la Guida della Rivoluzione Islamica iraniana era da Washington che dipendevano tutti i complotti e ogni strategia sediziosa che veniva a manifestarsi nei diversi paesi.

Come lo definireste? Ad Auctoritatem?

I media occidentali americano-centrici, asserviti ai diktat del padrone a stelle e strisce e supini di fronte allo strapotere della lobby ebraica che controlla ogni genere di informazione e qualsiasi canale di trasmissione, televisivo, informatico, cartaceo che sia, hanno ovviamente rilanciato la bufala “made in USA” parlando di un “complotto” iraniano contro l’America.

Un complotto che avrebbe, a leggere certe agenzie di stampa dei quotidiani di mezzo pianeta, dovuto far ripiombare l’America nel terrore e si sarebbe dovuto sviluppare mediante una serie di attentati contro obiettivi israeliani e sauditi nel cuore degli Stati Uniti, nella capitale Washington.

Un ‘piano’ dietro al quale, strano a ‘dirsi’, ci sarebbe niente popò di meno che lo zampino dell’Iran.

Questo a leggere qua e là le veline sioniste.

Classico caso di delegittimazione dell’avversario…

Mah…che dire?

Che una simile ricostruzione non solo non convincerebbe neanche l’ultimo ragazzino arabo disinteressato alla politica ma che, soprattutto, non convince minimamente neanche chi , osservatore non proprio disattento, conosce come di muove la Savama iraniana e quanto poco, pochissimo interesse abbiano i servizi di Teheran a cooperare con elementi esterni, tantomeno non islamici, e ancor meno se narcotrafficanti incalliti come quelli dei cartelli della droga messicani (oltretutto quasi tutti under controll , noti e stranoti alle forze dell’ordine tanto di quelle messicane quanto di quelle statunitensi).

Una bufala di metà ottobre e nient’altro.

E di delegittimazione dell’opinione. D’altronde come pensare che i narcotrafficanti possano avere contatti alti? In fondo non è mai successo, men che meno è successo con l’esercito. Specie se si trattava di soldi e di armi… 🙄

Questa la sola verità plausibile su una non notizia gettata nella rete informativa per agitare un po’ le acque o, come hanno sostenuto le autorità iraniane commentando la notizia del presunto ‘complotto’ anti-saudita, “accuse assolutamente prive di qualunque fondamento” e, secondo uno dei più stretti collaboratori del Presidente Mahmood Ahmadinejad uno “scenario precostituito per distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica americana dai loro problemi interni”.

Altro Ad Auctoritatem…

Menzogne, falsità, bufale, invenzioni propagandistiche per creare eventuali dissensi e problemi nelle relazioni bilaterali tra Iran e mondo occidentale, in particolare versola SantaSede, queste sono le armi di ricatto utilizzate dall’Occidente mondialista per demonizzare uno Stato sovrano come la Repubblica Islamica contro la quale, in trentadue anni (da quando nel1979 aTeheran presero il potere i rivoluzionari islamici khomeinismi), sono state inventate di sana pianta ogni genere di accusa e qualunque idiozia possibile e immaginabile.

Disse l’anti-islamico per eccellenza… di nuovo. Ripetendosi.

Niente di nuovo dunque dal ‘fronte occidentale’: solo tanto squallore e miseria politica.

Una miseria che contrassegna chi si trova, come gli Stati Uniti, in pieno alto mare con una classe politica irresponsabile, incapace di trovare una qualche soluzione alla crisi economica interna così come a quelle di politica estera (il pantano aumenta intorno alle truppe yankee in Irak come Afghanistan).

Teheran non ha niente da temere da Washington se i guerrafondai a stelle e strisce devono ricorrere ancora a questi mezzucci né lo devono avere tutte quelle nazioni sovrane che continuano a mantenere alta la guardia di fronte all’arroganza occidentale e sionista nel Vicino Oriente (Siria) e nell’America Latina (Venezuela).

L’America: la madre di tutte le menzogne.

Il Grande Satana, nemico dell’uomo e della verità.

Sono necessari ulteriori commenti? 😆

 

Fonte del Facepalm: http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/esteri/9131-stupidaggini-made-in-usa

3 pensieri su “Mondialismo o pur’e semplice malafede?

  1. adminadmin

    FSMosconi, ti stimo! Io, una volta lette due castronerie, sono passato oltre. Non sono riuscito a leggere tutta la sbrodolata. Poi non capisco perchè dovrei leggere queste castronerie sul sito Pontifesso. Perchè non limitarsi a pubblicare il link verso il sito originale e lasciare che i lettori Pontifessi commentino la notizia direttamente sul sito dell’autore delle castronerie? No, loro devono impossessarsi di ogni anelito polemico… Ah quanta amarezza!

    Comunque dopo aver letto “lobbie’s” giuro che sono saltato sulla sedia… Le lobbie di chi? Il bello è che l’ignoranza dell’autore originario è passata inosservata agli attenti occhi dei professionali giornalisti del sito Pontifesso… Che infatti hanno trascritto testualmente lo stesso ORRORE.

    Curioso poi notare che sia quegli spostati di AgereContra sia i nostri carissimi amici del blog non secolarizzato preferito abbiano censurato il titolo. Infatti potete attingere direttamente “alla fonte” di queste emerite cazzate cliccando il seguente link.

    http://dagobertobellucci.wordpress.com/2011/10/12/cazzate-made-in-u-s-a/

    Rispondi
  2. adminadmin

    Altra piccola breve ed insignificante annotazione: di nuovo a corto di idee, hanno scavato nel sito AgereContra e ne hanno ricavato un poco di materiale per sopperire alla stitichezza di Brunello… 😆

    Rispondi
  3. Compagno Z

    Questo articolo sembra un incrocio tra un brutto servizio di Voyager (anzi sarebbe bastato scrivere un servizio e basta 😀 ) e una pagina del Mein Kampf. In più non si capisce cosa intenda sostenere il caro Foxy…

    Che l’attentato sventato negli USA è solo il tentativo di creare un nuovo casus belli? lo hanno già sostenuto politologi molto più ferrati di lui senza tirare in ballo il complotto pippo-pluto-giudaico-massonico…
    Che la politica estera americana è incoerente e opprimente per chi è costretto a subirne le conseguenze? Nihil novi sub sole, quanti lo hanno ripetuto dai tempi della Guerra Fredda? Piuttosto perchè se la prende con Reagan ed i sui epigoni teo-con? in fondo la loro posizione politica è perfettamente sovrapponibile a quella del Volpastro (catto-nazisti anti-tutto)…
    Le connessioni mentali di Brunello, questo mistero inpenetrabile….

    Rispondi

Rispondi