Ipse dixit.

Chi ha usato, in passato, queste frasi?

Tra qualche giorno anche i disoccupati e i cassaintegrati della Puglia pagheranno il ticket sulle visite specialistiche in Puglia. Ecco il risultato della discutibile gestione della sanità pubblica e privata della giunta Vendola farcita di scandali mai duramente colpiti o sanzionati dalla giustizia ordinaria. Per amor di verità, sarebbe ingiusto addossare a Vendola ogni colpa, perché anche in precedenza la sanità faceva acqua, ma sotto il porfiriato di Vendola questa tendenza é aumentata. Per quale motivo? Basta guardare a scandali e scandaletti, inchieste che dormono o sono ignorate. I PM, almeno in parte e ci riferiamo alla dottoressa de Gironimo, al dottor Bretone o Quercia insieme al Capo Laudati, fanno quello che possono dimostrando capacità e serenità di giudizio, ma sembra che il vento non spiri oggi dalla loro parte. La vicenda Tedesco ha del grotttesco e non sappiamo se, quando e come la giunta del senato si riunirà per decidere. Lui intanto continua, senza pagare dazio, a fare i propri comodi.

La sanità pugliese ha sbracato per le varie consorterie che ne  hanno spolpato le casse, appalti strani, amici degli amici.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/7448-ticket-a-pagamento-per-i-disoccupati-in-puglia-vergogna

E chi spendeva queste parole?

Infine Tedesco. Il Riesame di Bari ha confermato nel complesso la ipotesi dei Magistrati di accusa, tre ottimi giudici, e galantuomini, sia pur riducendo la carcerazione ai domiciliari.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/7332-governo-cattolico-molti-dubbi-giuda-in-talare-tedesco-una-telenovela

E chi, si è espresso in questo modo?

Vendola ha aumentato le tasse per il deficit della sanità in Puglia. Il terlizzese gentile  come il salame) ha così deciso e trovato il modo di coprire le voragini scaturite dalla cattiva gestione delle sue giunte nella terra pugliese. Nel mentre, non sappiamo ancora quando Tedesco affronterà il verdetto del Senato e la cosa sta diventando una caricatura.

http://www.pontifex.roma.it/index.php.nyud.net/editoriale/il-fatto/7862-brutti-sporchi-e-cattivi-si-lavino-le-tasse-di-vendola

Beh ovviamente lo stesso ominicchio che oggi ci delizia con questa intervista. Senza ritegno, senza pudore, senza spina dorsale. Basta gettare fango sui soliti. E tutto fa brodo. Anzi fango.

 

3 pensieri su “Ipse dixit.

  1. SandroSandro

    Suggerirei che questo articolo serviva a far passare l’articolo in cui hanno scritto tutte le amenità varie sull’autobomba di Oslo dalla home page alla pagina 2 e quindi in un certo modo a farlo “sparire” alla vista.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Ipotesi molto probabile. Ipotesi da non scartare. Anche se rimane solo una ipotesi.
      E’ pure vero che in passato gli amici Pontifessi hanno variato frequentemente la composizione della pagina principale, talvolta inserendo solo 8 articoli, altre volte 12, talvolta 10. Probabilmente una combinazione di “nuovo articolo da sbattere in prima pagina” con un pizzico di “cambio il numero di articoli per pagina”… 😉

      Rispondi
      1. SandroSandro

        😉 difatti: comunque a sostegno della mia ipotesi posso proporre solo il fatto che l’articolo su Tedesco è unico e solo (tanto bastava a farlo passare a pagina due) a fronte di blocchi di articoli di 8-10-12 (come giustamente da te notato).

        Rimane pur sempre un’ipotesi, però. 😉

        Rispondi

Rispondi