Influenza.

Quest’oggi vogliamo dedicare un poco del nostro tempo per analizzare con i pochi strumenti che sono a nostra disposizione il reale impatto delle notizie Pontifesse sui loro oltre settemila lettori (dato fornito dallo stesso Webmaster Pontifesso). Vogliamo dedicare queste parole a chi sostiene che Pontilex cerca “pubblicità”.

Visto che, sempre secondo il Geniale Maldestro, alle nostre spalle si annidano massoni, comunisti, omosessualisti ed ebrei, ovviamente abbiamo a nostra disposizione ettolitri di soldi per pagare le ingenti spese del nostro sito (infatti non chiediamo donazioni e non aderiamo ad alcuna campagna di advertise). Per la stessa ragione riusciamo a produrre campagne di marketing con cui raggiiungiamo i principali media nazionali … 😆

Stimolato dunque dalle parole di Massimo (tra i commenti Pontifessi qui sopra), vogliamo analizzare l’effetto degli articoli Pontifessi sul numero di accessi ricevuti da Pontilex.org. Per farlo ci affidiamo ai dati di Google Analytics (strumento affidabile, visto che è usato anche dal Maldestro per il suo sito Pontifesso).

Vogliamo innanzitutto mostrarvi un paio di grafici che mostrano il numero di visitatori univoci nelle diverse settimane dalla metà di gennaio alla metà di luglio.

Risulta evidente che il numero di accessi rimane abbastanza costante (all’incirca attorno ai 2mila accessi ogni settimana) fino alla fine di giugno. In quel periodo gli accessi aumentano con regolarità fino al picco, che corrisponde (in questo grafico) con il primo articolo Pontifesso dedicato espressamente a noi.

Mostriamo ora un grafico che rappresenta l’andamento giorno per giorno del numero di visitatori. Si apprezza meglio l’andamento “normale” del traffico di Pontilex: più intenso nei giorni lavorativi, più ridotto nel weekend. Ma il grafico mostra anche un fenomeno interessante: gli accessi al nostro sito sono aumentati nella settimana precedente l’articolo Pontifesso! Quindi paradossalmente l’effetto dell’articolo di Carletto è stato quello di fermare la crescita. Vediamo dunque il grafico.

Offriamo un dettaglio dell’ultimo mese che consente di apprezzare meglio l’effetto dell’articolo Pontifesso. Potete notare nella parte bassa del grafico una piccola annotazione (in data 9 luglio). In quel giorno è comparso l’articolo del Maldestro.

Questo conferma dunque l’effetto pratico delle accuse di Carletto: ha interrotto la crescita costante e monotona che era iniziata circa una settimana prima! 😆

Sempre grazie ad Analytics cerchiamo di capire se l’aumento di visite è coinciso con un aumento di attenzione da parte dei visitatori. Per farlo suddividiamo gli accessi tra nuovi visitatori (cioè visitatori che hanno acceduto Pontilex in un determinato giorno senza mai esserci capitati prima) e visitatori “returning” (che sono cioè tornati a trovarci dopo una precedente visita in un determinato giorno).

Mostriamo prima i due grafici (sempre relativi per comodità all’ultimo mese).

Parlando di dati numerici notiamo che il numero di returning visitor è aumentato a partire dal 3 di luglio oltre i valori “normali” (che abitualmente si attesta attorno ai 200 returning visitor) in maniera del tutto indipendente dunque dagli articoli Pontifessi (e dunque dalla eventuale “pubblicità”). Tale valore è rimasto inoltre invariato dopo la pubblicazione degli articoli di Carletto. Il numero di nuovi visitatori ha avuto un picco in corrispondenza della pubblicazione del brano Pontifesso. Ma paragonando il picco con il valore dei giorni precedenti e seguenti si può immaginare un impatto davvero modesto, di poche decine di nuovi visitatori.

Quali considerazioni potremmo trarre da questa breve e semplice analisi? Beh è molto probabile che i settemila visitatori abituali del sito Pontifesso prediligano visitare sempre e solo il sito Pontifesso, senza mai guardare altrove ed approfondire le informazioni che leggono sulle pagine Pontifesse. Infatti dei settemila lettori pontifessi, soltanto una piccolissima frazione ha sentito il desiderio di verificare “con mano” quali siano i contenuti realmente pubblicati dal nostro piccolo sito Pontilesso. Sempre che la leggera variazione di nuovi visitatori sia imputabile esclusivamente all’articolo del Maldestro e non alla normale variabilità di questi valori (come facilmente verificabile guardando i dati dei giorni precedenti).

Si potrebbe opinare che, dati i toni molto negativi usati da Carletto nei nostri confronti, è normale aspettarsi scarso interesse per il nostro sito da parte dei settemila aficionados Pontifessi. Allora cerchiamo di capire l’impatto degli articoli Pontifessi su argomenti che sono invece presentati con toni positivi. Prendiamo ad esempio la recente “campagna per l’introduzione della giornata contro la cattofobia”. Abbiamo avuto il piacere di seguire l’evoluzione delle adesioni a questo sito (che non citiamo più per pudore, viste le ridicole affermazioni che vi si leggono). Partendo da un valore di circa 250 adesioni (appena comparsa la segnalazione sulle pagine Pontifesse) il sito è arrivato a raccogliere (dati di oggi) meno di 1000 adesioni. Di queste circa 750 persone che hanno aderito, solo una parte proviene dall’Italia (delle ultime 480 adesioni, 115 provengono dall’Italia). Ipotizzando che la distribuzione delle adesioni sia omogenea, si potrebbe ipotizzare un numero totale di 230 adesioni dalla nostra nazione. Siamo magnanimi ed imputiamo tutte le adesioni agli articoli Pontifessi ed al banner abilmente predisposto da Carletto. Bene si evince che solo il 3,3% dei settemila lettori Pontifessi ha apprezzato la campagna contro la cattofobia. Curioso, indeed!

Che dire, dunque? Ognuno ha i lettori che simerita, cari amici Pontifessi! 🙂

9 pensieri su “Influenza.

  1. FSMosconiFSMosconi

    Quindi:
    i lettori PontifeSSi sono pochi Aficionados
    Afficionados che ottusamente non controllano alcunché
    e che gli da fastidio sentire sempre la solita pappardella su PontiLex
    e che inoltre non danno gran seguito alle iniziative PontifeSSe (si può controllare la nazionalità del restante 92,7%?)

    Fossi in Kiddippìnen un poco poco mi vergognerei. -_-‘ 😉

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      La percentuale (3,3%) rappresenta il numero di Pontifessi che sono andati a firmare la petizione. Gli italiani sono circa il 20% dei firmatari (sul sito della mitica petizione).
      Non mi aspetto di trovare molti stranieri tra i settemila Pontifessi visto che il loro sito è in italiano (tranne qualche articolo “convertito” in inglese con Google Translator… 😆

      Rispondi
      1. FSMosconiFSMosconi

        Be’, magari qualche Maltese… -_-‘
        data la brutta situazione dal punto di vista della laicità di quel Paese non mi stupirei.

        Rispondi
  2. AlbertoBAlbertoB

    1) Prepariamoci ad una articolo di risposta dove il sant’uomo sciorinerà tutti i successi di visite del suo lercio sitarello
    2) Pontifex su Facebook : un flop , pochi “mi piace” (se paragonati a quelli del vecchio gruppo facebook ormai chiuso) , pochissimi commenti , sempre di quelle due o tre persone.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      1) è esattamente quello che mi interessa. 😉
      2) il flop su Facebook manifesta nella sua interezza il flop del sito Pontifesso. Se due indizi (gli accessi al nostro sito e la petizione contro la cattofobia) fanno una prova, tre indizi cosa fanno? Ti rispondo io: una piccola gang bang 😆

      Rispondi
  3. Giordano

    Neil Armstrong, appena arrivato sulla Luna, ha trovato un post-it con scritto “Cidippino was here”.
    Cidippino in realtà non cammina. E’ la terra che si sposta per lui
    Cidippino ha ucciso l’uomo ragno
    Cidippino ha fatto il giro del mondo in 80 minuti.
    Se Cidippino fosse architetto potrebbe costruire castelli in aria.
    Gesu e riuscito a camminare sull acqua Cidippino nuota nella terra
    Atlantide è scomparsa perchè Cidippino non trovava un posto per piantare l’ombrellone.
    Cidippino può prendere a calci in culo un tacchino fino a farlo esplodere.
    Il suv di Cidippino è così veloce che il navigatore parla al passato.
    Se cerchi Cidippino su Google il motore di ricerca ti informerà dicendoti:Forse cercavi rogne
    Sono tutti pazzi per Mary, tranne Cidippino, e i tele-tubbies
    L’immenso si illumina di Cidippino.
    Cidippino può vincere una partita di Forza 4 facendo solo tre mosse.
    Un giorno Cidippino ha sbadigliato e si è estinto il dodo.
    Nella Bibbia, Gesù ha trasformato l’acqua in vino, ma poi Cidippino ha trasformato quel vino in birra.
    Cidippino una volta è accidentalmente inciampato e ha distrutto l’intero stato dell’Ohio.
    Cidippino non ha letto la Bibbia. L’ha scritta.
    Ozzy Osbourne stacca la testa dei pipistrelli a morsi. Cidippino stacca quella delle tigri siberiane.
    Cidippino può volare. Questo perchè la forza di gravità non ha il coraggio di dirgli che non può.
    Cidippino ha ordinato un Big Mac da Burger King, e gliel’hanno dato.
    Cidippino ha giocato alla roulette russa con una pistola completamente carica e ha vinto.
    Cidippino dice “no” alla caccia, anche perchè gli animali vanno spontaneamente a bussare alla sua porta e si sparano da soli.
    Cidippino corre i 100 metri piani in -4 secondi.
    Cidippino è il motivo per cui la Gioconda sorride.
    Dio aveva chiesto dieci giorni per creare il mondo. Cidippino gliene ha dati sei.
    Originariamente la copertina di Sergent Pepper conteneva solo Cidippino, che impersonava tutti i personaggi. Poi l’hanno cambiata, ma il disco è tutto opera sua.
    Cidippino può disegnare un triangolo con quattro lati.
    Cidippino non si sveglia all’alba, è il sole che sorge quando si sveglia Cidippino.
    Cidippino non lancia la palla al cane. Cidippino lancia il cane.
    Quando era bambino Cidippino ha ricevuto come regalo un martello giocattolo, e ha donato al mondo Stonehenge.
    Il diavolo è solito fare le pentole ma non i coperchi. A Cidippino però ha fatto anche una pentola a pressione, una mountain bike e un televisore LED 40″.

    n.b. (nuota bene)
    Il “Cidippino” riportato nelle frasi sopra è il FAKE, ovvero quello che ha preso le “sembianze” di quello “vero” il quale per queso ovvio motivo NON può certo offendersi per quanto scritto.

    Rispondi

Rispondi