Deus et Deus Inversus

Ritornando su De mattei: il Dio-satana PontifeSSo

 

Premetto che questo è il mio primo articolo: siate clementi. ;)

Questo articolo mi ha interessato perché per la prima volta m’è parso che CdP abbia deciso per la prima volta d’ammettere la sua non totale ortodossia. ma di questo tratteremo più tardi.

Ordunque cominciamo:

“Uomini e Profeti” è il titolo di una trasmissione settimanale di RAI-RADIOTRE che si propone di trattare temi di cultura religiosa. Il taglio, come è naturale in una emittente di Stato laico, è dichiaratamente “aconfessionale” e scevro da ogni dogmatismo teologico.

Curioso che l’articolista in questione si sia disturbato a guardare RAI3, noto canale comunista, o almeno a loro dire. Se il buon giorno si vede dal mattino…

Notare i virgolettati, come a sottintendere qualcosa di assai poco carino…

Quale migliore ospite dunque, per impostare una conversazione “non condizionata” e “non canonica” che il grande monaco (falso) ecumenico Enzo Bianchi?

Ed ecco qui la prima ondata: come fa il nostro caro ad asserire con certezza che Bianchi sia un falso ecumenico?Altresì, come fa ad addurre ad un suo condizionamento o una sua falsa canonicità? Una risposta sarebbe doverosa…

E di fatti, non poteva essere che così, l’ineffabile priore di Bose risulta ospite pressochè fisso, specialmente la domenica mattina, dalle ore 9,30 alle 10,15, quando la rubrica si dedica in particolare alla lettura della Bibbia. Chi allora si volesse dilettare nell’ascolto degli sproloqui del Bianchi può benissimo scaricarsi i file sonori in podcast sul fornitissimo sito di RAI-RADIOTRE. Basta digitare su un motore di ricerca “RAI RADIO TRE UOMINI E PROFETI” e tutte le lezioni del grande “guru” ci verranno messe a disposizione in abbondanza. …

Qui invece si nota una nota sopraffina (mi si perdoni il gioco di parole): si parte in quarta con l’etichettare il povero cristo come una persona che sproloquia, al punto da meritarsi l’epiteto di guru.

Ma la motivazione di tutto ciò non è riportata.

… Il 5 giugno, solo per fare un esempio, nella puntata intitolata “Il mantello di Eliseo” il nostro si preoccupa subito di “demitizzare” i miracoli. Questi, a suo dire, non ci stanno a mostrare “la potenza di Dio, quasi come se i profeti fossero dei maghi”.

I racconti erano adatti ad una società “incantata”, abituata a credere a un costante intervento del soprannaturale. Noi oggi dobbiamo invece per forza leggere questi racconti in modo diverso… come dei segni indicanti un messaggio ulteriore e spirituale”. Ovvero: poveri scemi quei creduloni. Meno male che oggi ci sono io che vi dico come stanno realmente le cose!

Questa battuta davvero non l’ho capita (dovrebbe essere una battuta a giudicare dai toni): perché costui sa qualcosa in proposito? :|

faccio notare infine la cosa che più personalmente m’ha lasciato esterrefatto:

 

Non poteva però mancare l’attacco frontale al prof. Roberto De Mattei. (link rifatto dal sottoscritto) Questo è arrivato, con grande aura di esegesi vetero-testamentaria, nella puntata del 12 giugno.

Il professore ovviamente non viene mai citato per nome… evidentemente sarebbe stato troppo intellettualmente onesto. Bianchi si limita, si fa per dire, a pontificare che, sulla questione dei cosiddetti castighi divini, è di recente intervenuto “un folle” che ha detto “cose indecenti” (minuto 23 circa). A scanso di equivoci la compassata conduttrice gli fa eco citando il terremoto in Giappone e lo tzunami.

Ritengo che i miei “colleghi” PontiLexi si siano già sufficientemente espressi su questo punto, per questo ritengo solo utile chiedere: a che pro sostiene il contrario?

E Bianchi incalza subito dopo: “Un Dio che castiga meriterebbe piuttosto di essere negato che non creduto”. In realtà Dio è LUI, Enzo Bianchi. Lui sa cosa Dio può fare o non fare.

Perché quando i PontifeSSi attribuiscono a Dio le loro fissazioni non fanno mica la stessa cosa, no no…

Ed ecco la parte finale, da me sospettata provenire dalla tastiera direttamente di carletto:

Sappiamo che l’attacco e fin anche l’insulto al prof. De Mattei è ormai lo sport preferito di certi “cattolici in piena comunione”. Io francamente preferisco rimanere nella mia “non piena comunione” ma dire la Verità.

In anzitutto premettiamo che dire in piena comunione e poi dissociarlo direttamente dalla Verità, dal punto di vista canonico è equivalente a dire “mare asciutto” o “fuoco freddo”. Non penso sia necessario dire il perché…

Questa parte m’ha insospettito perché ricalca direttamente le parole dei precedenti articoli qui postati rivolti direttamente a CdP. Quindi, s’è come immagino che Il Nostro abbia smanazzato tra le scritte del povero articolista (se non addirittura essere Carletto stesso l’articolista sotto falso nome!), vuol dire che per una volta il caro Admin PontofeSSo s’è dichiarato non conforme alla Dottrina da lui tanto sbandierata [in proposito…]. Certo: in fine aggiunge che pur così rimane sempre nel giusto, ma meglio di niente.

 

Infine, ecco l’arringone finale:

 

Per questo ritengo che sia doveroso mobilitarsi per difendere il coraggio e la cristallina chiarezza delle dichiarazioni di Roberto De Mattei sulla questione castighi divini, che ricalca in tutto la dottrina sempre professata e sempre creduta dalla Chiesa. Le parole del Bianchi infatti sono dei veri e propri volgari deliri agnostici. Chissà se Radio Tre gli concederà una replica. Ne dubito.

Vale la pena commentare? fate Vobis…

la fonte dello sdegno:http://www.pontifex.roma.it/index.php/curiosita-e-news-dal-web/8500-un-dio-che-castiga-merita-di-essere-negato

6 pensieri su “Deus et Deus Inversus

  1. Davide

    Ogni nuovo editors che arriva è una scossa alle fondamenta del sito pontifesso.
    Anche io ero rimasto atterrito da questo capolavoro pontifesso in piena comunione con sè stesso.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif