La famiglia e la “tradizione”.

Questa sera offriamo un paio di spunti. Con dedica ai nostri amici Pontifessi (aka tradizionalisti).

http://metilparaben.blogspot.com/2011/03/contro-natura-chi.html

La famiglia secondo Ikea

68 pensieri su “La famiglia e la “tradizione”.

  1. diegopig

    Prossimo titolo di articolo Pontifesso:

    Ikea, azienda satanica promuove il satanismo e l’omosessualismo. No alla perversione della “famiglia” omosex. Rischio pedofilia per i bambini: qualcuno indaghi.

    Rispondi
      1. Gianfranco Giampietro

        Ma avete dimenticato anche che “Vendola è la prova che il Demonio esiste !” (titolo di qualche giorno fa) O.o”

        Rispondi
    1. Gianfranco Giampietro

      Anticipiamo i prossimi titoli pontifeSSi, eh? 😀

      Tra l’altro riflettiamo sul fatto che ormai molti loro articoli nascono da ciò che hanno letto qui da noi… quindi credo che il tuo titolo, diegopig, presto diventerà una triste epifania di qualche nuovo articolo pontifeSSo.

      Rispondi
    2. Gianfranco Giampietro

      Magari scriveranno anche qualcosa sulla complessa simbologia massonico-satanica-omosessualista nascosta nei mobili dell’IKEA 😀

      Rispondi
      1. OscarWilde

        Non ci credoooooooooooo!!!!
        Con quale FACCIA DI BRONZO mi vengono a dire adesso che non leggono Pontilex!!!
        AhahhahAhahaahah
        Che buffoni.

        Rispondi
        1. OscarWilde

          Facciamo una bottta di conti: quindi admin su pontilex siamo 4 gatti (miao) e 4 PontifeSSi.
          Come si dice in questi casi: “meglio soli che male accompagnati”. 😀

          Rispondi
        2. adminadmin Autore articolo

          Tecnicamente la notizia è “passata” su altri media… Quindi potrebbero averla letta altrove. Per esempio sul sito de “Il Fatto Quotidiano”. 😉

          Rispondi
          1. adminadmin Autore articolo

            La notizia è circolata su diversi siti. Io stesso l’ho appresa altrove e l’ho rilanciata qui. Il dubbio è lecito. 🙂

      2. Gianfranco Giampietro

        Ed ecco ovviamente un articolo dei potifeSSi sulla “satanica” Ikea.

        Tristissimi…

        La pratica omosessuale rinnega la natura, la violenta e la offende come la offendono in modo osceno tutte le coppie gay, vero accumulo di oscenità.

        Ecco perché quanto prima bisogna fare una legge che renda la ostentazione della omosessualità e la rivendicazione di essa come reato e ostativa persino a cariche pubbliche o politiche, in quanto forma di rifiuto della società e attentato contro di essa.

        Pertanto chiediamo ai lettori di protestare energicamente contro la Ikea e del caso boicottarne i prodotti.

        Bruno Volpe sempre più delirante…

        Rispondi
        1. paopao

          si, manca solo che chiedano anche la legge che costringa gli omosessuali a portare il triangolo rosa e d´ internarli in lager ..sono indignata!

          Rispondi
  2. Leo

    Ciao a tutti! Seguo da tempo Il blog, ma è la prima volta che intervengo.
    E lo faccio perchè, essendo un ragazzo gay di 18 anni, sono toccato personalmente da questi argomenti. Ho letto gran parte degli articolo di pontifex rigurdanti il tema dell’omosessualità, ma ogni volta, pur sapendo bene cosa aspettarmi, finisco per stupirmi della loro totale incapacità di comprendere cosa realmente significhi, nella sua completezza, essere gay. Non si tratta semplicemente di attrazzione sessuale “perversa” verso persone dello stesso genere. No, è molto, molto di più. Gli articolisti di pontifex, i loro intervistati e chi la pensa in modo analogo, non sembrano tenere minimamente conto della dimensione affettiva che è presente in una coppia gay così come in una coppia eterosessuale.

    In una semplice, ma significativa, parola : amore.

    Non c’è alcuna differenza fra gli esseri umani sotto questo aspetto

    Qualche anno fa mi innamorai realmente, per la prima volta nella mia vita, di un ragazzo. Mi resi conto quasi istantaneamente che quello che provavo si spingeva ben oltre l’amicizia. Avrei voluto passare ogni giorno insieme a lui, condividere ogni singolo irripetibile momento. Avrei dato tutto ciò che avevo per poter sentirmi dire “voglio solo stare con te”.

    È stata un’esperienza fortissima che mi ha fatto prendere consapevolezza di quello che sono realmente, di quello che ho sempre desiderato ma che nascondevo e reprimevo per conformarmi a ciò che la società si aspettava da me.

    Non capisco come non si possa tende conto di questo quando si affronta l’argomento dell’omosessualità.

    Non faccio parte di nessuna lobby, non sono un ateo fondamentalista, non odio il cattolicesimo o qualsiasi altra religione; credo fortemente nel rispetto di ogni persona e nella libertà delle scelte individuali. Vorrei solamente chiedere “a pontifex” perchè amare una persona è considerato eticamente sbagliato. Chi ha realmente amato qualcuno nel corso della sua vita dovrebbe capirmi.

    Rispondi
    1. OscarWilde

      Ciao Leo, Benvenuto!!
      Sono contento do leggere post come questi!
      La penso esattamente come te quando dici:

      In una semplice, ma significativa, parola : amore.
      Non c’è alcuna differenza fra gli esseri umani sotto questo aspetto

      Grazie mille per il tuo contributo e voglio assicurarti una cosa:
      non preoccuparti, esisteranno purtroppo sempre persone come i pontifeSSi, ma fidati che esisteranno persone come noi che si batteranno per il diritto di AMARE senza per questo venire discriminati.
      Continua la tua vita con gli stessi ideali di cui hai parlato e non perdere mai la speranza.
      Tu NON sei sbagliato, sei un essere umano come lo siamo tutti noi e non farti abbattere dalle considerazioni di gente intollerante!
      Never Give up! 🙂

      Rispondi
      1. Leo

        Grazie! Non mi sono mai sentito in colpa per quello che sono e per ciò che amo, e mai lo farò. Spero sempre che, un giorno, potrò vivere la mia vita nel rispetto di tutti e senza alcun timore di essere giudicato, accusato, insultato senza alcun motivo. Lo so, forse è utopico, ma spetta a me e a tutti gli altri gay, uomini e donne, tentare di far comprendere agli altri, attraverso il dialogo e le nostre azioni, che non siamo diversi. Non nelle cose che realmente contano della natura umana. Vogliamo anche noi divertirci, coltivare i nostri interessi, avere veri amici, amare ed essere amati. Essere felici. è questo quello che realmente conta.

        PS Chiedo scusa per i numerosi errori grammaticali e di distrazione presenti nel mio primo post : l’ho scritto da uno smartphone, e non mi sono accorto della “correzione” automatica e delle imprecisioni.

        Rispondi
        1. OscarWilde

          secondo me non sta solo a voi, ma anche a noi tutti esseri umani diventare più intelligenti.
          Il timore del diverso, la paura del diverso sono due concezioni che appartengono al medioevo e ad una ignoranza tipica di quel tempo.
          E’ ora di evolverci!
          Non sta solo a voi, sta anche a tutti gli altri fare quel passo in più che ci consentirà di meritarci VERAMENTE il titolo di esseri sapienti, civilizzati ed evoluti, perchè non basta sapere usare un iPhone o facebook per poter dire di esserlo!!
          Di nuovo, Benvenuto 🙂

          Rispondi
    2. Ale CrAle Cr

      Dì la verità: in realtà stai lavorando con le logge massoniche e sioniste alla creazione di un virus che converta l’intera popolazione maschile all’omosessualità, in modo da poter condannare all’inferno Carletto, Brunello & co in quanto attualmente sulla via della santificazione, cosa per “voi” aberrante!

      Hehe… lasciali parlare: che ne sanno del vero mondo?
      Conosco coppie gay che stanno insieme da 30 anni, felici, serene e con tale rapporto di fiducia e amore da essere solo invidiabili.
      Guarda invece ai pontifessi: single (carletto, dall’alto dei suoi 35 anni superati), separati (brunello) e leghisti che pur di trovare una donna hanno sposato (ipocritamente) una romena (toffali)…
      Quali tra queste “coppie è la più bella?

      😉

      Rispondi
    3. diegopig

      Benvenuto, Leo.

      Ti chiedi come fanno, i pontifessi, a non rendersi conto che c’è amore in una relazione omosessuale.

      La risposta è semplice: i pontifessi non sanno cosa sia l’amore, conoscono solo odio e sudditanza.

      Basta che leggi tutti i loro articoli: odio verso i gay, verso i massoni, verso gli ebrei, verso gli atei, verso i “cattolici non abbastanza cattolici”, odio verso i modernisti, odio verso chi li critica, odio verso chi non se li fila manco de pezza, odio verso le donne, odio verso gli immigrati.

      E poi c’è la sudditanza verso il potere “dell’uomo vero”, quello che paga le donne per fare sesso (perchè le donne sono proprietà di cui bisogna pagare il noleggio), sudditanza verso “la tradizione” (ovviamente quella lefvebriana), sudditanza verso “la verità” (ovviamente la loro).

      Ecco perchè non capisco che c’è amore anche in una relazione omosessuale: perchè non hanno la più pallida idea di cosa sia l’amore, cosa significhi amare.

      Rispondi
      1. Gianfranco Giampietro

        Ma in fondo i pontifeSSi sono abbastanza onesti, nel senso che non parlano mai di amore.

        Per loro la coppia è per definizione eterosessuale, ma non perchè debbano amarsi, ma solo perchè devono procreare all’infinito. Anche l’atto sessuale eterosessuale è visto da queste persone come una “colpa” se i due amanti lo vivono come piacere invece che come obbligo procreativo.

        E come spesso accade, chi predica è sempre un ottimo esempio di ciò che va predicando…

        Infatto lo dicono un sacerdote, un divorziato (o separato) e uno scapolo… tutti senza figli.

        Questa gente non è affatto interessata all’amore, nè può capirne l’idea.

        Gran bel commento diegopig.

        Rispondi
        1. diegopig

          Io vorrei fare una previsione:

          SICCOME NON CI LEGGONO scommetto che a brevissimo comparirà un articolo pontifesso su quando l’amore per cristo sia superiore a qualsiasi amore terreno immaginabile.

          Rispondi
          1. Gianfranco Giampietro

            of course…

            ma potremmo anche rivelare loro che così facendo in realtà siamo noi di Pontilex che inoculiamo nella loro testa quali prossimi articoli dovranno scrivere…

            beata e ingenua manipolabilità…

          2. adminadmin Autore articolo

            Ora, per farti dispetto, non scriveranno articoli simili per i prossimi 10 anni 😉

          3. diegopig

            Il che sarebbe comunque la dimostrazione che siamo noi di Pontilex che inoculiamo nella loro testa quali prossimi articoli dovranno (o non dovranno) scrivere.

            😀 😀

      2. Leo

        Considerazione molto interessante che avevo già ipotizzato e, successivamente, “rifiutato” semplicemente perchè ho sempre ritenuto difficile credere che una persona adulta non sappia, almeno in parte, cosa significhi amare qualcuno; specialmente quando questa persona(e) si definisce credente. Devo tuttavia ammettere che, razionalmente, “temo” che tu abbia ragione.

        Forse però la loro incredibile rigidità e intolleranza su determinati argomenti è frutto dell’incapacità di mettersi in discussione, di confrontarsi e di tentare di comprendere i pensieri, le emozioni e i sentimenti degli altri.

        Ok, probabilmente sono un illuso :D.

        Grazie a tutti per l’accoglienza e le risposte.

        Rispondi
        1. diegopig

          Forse però la loro incredibile rigidità e intolleranza su determinati argomenti è frutto dell’incapacità di mettersi in discussione, di confrontarsi e di tentare di comprendere i pensieri, le emozioni e i sentimenti degli altri.

          Le carenze dei pontifessi sono così tante che potremmo discutere per mesi dell’ipotesi se esse (le carenze) siano o meno in numero finito.

          Rispondi
    4. Gianfranco Giampietro

      Caro Leo, questa gente trova giusto condannare alle fiamme eterne anche l’uomo più buono e nobile del mondo se non indovina la religione “giusta”… hanno condannato all’inferno persino Giovanni Paolo II.

      Il tuo ragionamento è giustissimo dal punto di vista della razionalità, ma questa gente non tiene in nessuna considerazione l’aspetto umano delle persone che loro disprezzano come “demoni”.

      Non pensano, non ragionano… potrai dire anche le cose più illuminanti e sincere di questo mondo, ma tu nella loro fantasia rimarrai comunque solo e soltanto un depravato lussurioso, un indemoniato e il membro privilegiato di qualche fantomatica lobby -.-”

      Rispondi
    5. diego

      E’ questo il problema dei pontifessi: sono incapaci di amare, incapaci di provare affetto, incapaci di rispettare il prossimo. Neanche il loro dio riescono a rispettare ed amare: finchè è astratto e lontano dicono di amarlo, ma nel caso si faccia vivo sta sicuro che gli volterebbero le spalle e direbbero che è eretico. Una persona che dice che un rapporto sessuale tra due maschi è una pratica disumana mentre dice che un uomo che violenta un bimbo è perdonabile non ha niente di buono, neanche nel più profondo del suo essere.

      Rispondi
      1. paopao

        “Neanche il loro dio riescono a rispettare ed amare”
        Vero, se beccano Gesú Cristo lo fanno fuori per buonista, comunista, capellone e hippy drogato!!

        Rispondi
    6. framasseo

      Ciao Leo! Piacere di conoscerti! Io sono un frate… questo blog ci sta dando la possibilità di amarci, apprezzarci e rispettarci per quello che siamo! Abbiamo ancora tanto cammino da fare! Anche la Chiesa! Il problema nasce quando ognuno, dal di sopra delle proprie verità, crede di poter fare a meno degli altri per camminare lungo la propria strada. Io non credo in questa via! E credo che anche tu abbia le stesse mie convinzioni… Che fare allora???
      Costruiamo ponti!!!!! Permettiamo il dialogo, il confronto, la conoscenza!!!! Denunciamo ogni forma di intolleranza! Io, nel mio piccolo, ci sto provando…. what about you!!!!! 😉 😉 😉

      PS Un saluto ai pontifessi che, è risaputo, ci seguono assiduamente!!!! 🙂

      Rispondi
      1. paolo

        Non te ne preoccupare, sarai in ottima e numerosa compagnia.
        Chi è che ha detto “il paradiso lo preferisco per il clima, l’inferno per la compagnia”?
        Pensa un pò, potrai dividere i tormenti eterni con tantissime persone interessanti, compreso (forse) GP2.
        D’altra parte, leggendo il sito dei pontifessi, paiono sicuri che in paradiso ci saranno solo loro…. e chi è che vuole dividere l’eternità con siffatti coinquilini?

        Un abbraccio

        Rispondi
    1. paopao

      @Leo: anche benvenuto!…
      Confermo, brucerai all´inferno..con tutti noi!Amen, amen, amenoche´tu non scelga l´alternativa
      che sarebbe quella di diventare un “esso”, frustrato, acido, zitello, amareggiato e represso.In tal caso andresti dritto dritto in Paradiso in compagnia degli Emeriti e dei PontifeSSi …
      brrr!!! ):D

      Rispondi
  3. FSMosconiFSMosconi

    @Leo

    Bienvenido. Scommetto che tu abbia già letto l’articolo di Nonci su questi figuri (ok, ora sto facendomi palese pubblicità 😉 🙂 ) quindi mi limito ad augurarti una serena permanenza. Sempre che a CdP non venga in mente di commentarti qui… 😉

    Rispondi
      1. Gianfranco Giampietro

        Ma quello nella foto immagino sia un tipico commesso dell’Ikea, no ?

        Sono davvero comici nel loro tentativo di demonizzare con parole e immagini.

        Cioè, ‘sta gente pensa che chiunque sia gay giri per forza per strada come quella specie di Cupido a pancia in fuori nella loro foto…

        Rispondi
      2. adminadmin Autore articolo

        In camera, due Pax. In corridoio, un Pax e 6 scarpiere, in bagno Vattern come piovesse, in salotto Bonde per diversi metri ed Expedit… Devo continuare? 😉

        Rispondi
        1. paopao

          6 scarpiere!!..faccio solo notare il numero..6 scarpiere, non scrivo altro…admin, una possibile icona satanicoikeista! ):D

          Rispondi
          1. adminadmin Autore articolo

            6 scarpiere, 6 ante Pax, 6 moduli Bonde… Ah se lo vengono a sapere gli amici Pontifessi vengono ad esorcizzarmi la casa! 😉

          2. adminadmin Autore articolo

            Pao: io ero con Lady Gaga quando la sua mente ha partorito questa “ideona”! 🙂

    1. adminadmin Autore articolo

      Ovviamente nel senso di “Risolvano i loro problemi di stipsi. Si sciolga l’occlusione del loro intestino. E chissà che questo non risolva anche altre loro occlusioni, visto che ragionano con la pancia” 😉

      Rispondi
  4. francesco t

    bruno volpe appena vede che gli omsoessuali son accomunati a persone normali si incavola e spara a raffica maledizioni , calunnie, denuncie, oscenità scientifiche e anatemi , nonchè sembra quasi presagire l avvento dell apocalisse!

    vorrei evidenziar eil fato che una persona sana di mente non si comporterebbe mai in questo modo, non scriverebbe mai articoli di così tanta cattiveria nonchè violenza contro una persona sulla base dell orientamento sessuale(o della religione , o della razza, ecc) .
    per tali motivi, sono seriamente convinto che il soggetto volpe sia incline a problemi di natura psicologica. omofobia? non lo posso sapere. certo l attitudine è quella. ma la psicologia non si ferma alla semplice omofobia quando si scrivono queste cose come reazione(e già la reazione così violenta è di per sè un sintomo), ma vi sono altre patologie ossessivo-compulsive che potrebbero avere origine da lì.
    ci vorrebbe un supporto psicologico.
    di questo passo, se no, a forza di legger azioni “pro-gay” (che, purtroppo per volpe, è destino che ve ne siano ancora e ancora e ancora, in italia e nel mondo) , prevedo forti attacchi isterici , che , scientificamente, posson portare a danni peggiori alla psiche e al fisico.
    e in quel caso cosa farà? denuncerà i gay e chi sostiene l uguaglianza di aver attentato alla sua vita?

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Uffa? Beh meglio, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. Impedire che le castronerie scritte dagli amici Pontifessi ammorbino il web!
      Ora il gioco diventa ancora più interessante: andare a caccia delle fonti usate dagli amici Pontifessi ed andare a caccia di chi -avendo accesso al loro sito- ripubblica le loro Pontifesserie. 🙂

      Rispondi
      1. francesco t

        e comunque l anteprima degli articoli si legge comunque, seppur non tutto l articolo. qualcosa da criticare ci sarà sempre, fintanto che pontifex esiste XD

        Rispondi

Rispondi