Panta rei…

… Ovvero “tutto scorre”. Tutto cambia, tutto muta. Il cambiamento è fondamentale, è parte integrante dell’essere. Lo sosteneva Eraclito (quindi uno che è molto più tradizionalista dei nostri tradizionalisti da quattro soldi).

Tranquilli, non voglio con questo affermare che Pontilex cambia, anche se ovviamente cambiamo costantemente. Ma lievemente ;-)

Voglio anzi sottolineare la pervicacia con cui invece i nostri amici Pontifessi insistono nell’affrontare sempre i soliti argomenti. Poche idee, ma ben confuse!

Ovviamente i pilastri su cui si fonda l’attività del nostro sito preferito sono sempre gli stessi. Andranno avanti a menare il can per l’aia ancora a lungo con quella clamorosa bolla d’aria legata allo “scandalo” della beatificazione di GPII. Batteranno ripetutamente, ossessivamente, compulsivamente su questo argomento, con la speranza di attirare le attenzioni di qualcuno. Per ora le voci di corridoio suggeriscono che si troveranno attenzionati dalla curia di Brescia, cioè della diocesi dove risiede il loro amico picchiatello don Luigi Villa.

L’altro pilastro fondamentale dell’attivita Pontifessa è invece il litigio tra zio e nipote. Si, parliamo ovviamente dell’oncologico di Bari. Perchè Brunello torna a riproporre vecchie domande, relative alla gara con cui una ditta (quella di suo zio) si è aggiudicata l’appalto per alcuni lavori presso il nuovo oncologico. Lo fa citando nuove presunte prove, come sempre scrivendo molte parole ma senza mai fare affermazioni precise. Sempre vaghi accenni, eterei riferimenti, pallidi accenni… Fantasmagorico. In ogni senso!

Il terzo pilastro è ovviamente Vendola. Apprezziamo la fantasia con cui esplorano ogni possibile pertugio, ogni possibile modalità per gettare discredito sul povero Nichi, colpevole soltanto di aver vinto le elezioni. Curioso constatare come gli amici Pontifessi siano sempre pronti a ricordarci che lo PsicoNano deve governare perchè ha vinto le elezioni mentre quando si parla di Vendola ogni scusa è buona per sollevare fango e diffamarne la reputazione.

Ovviamente riempiono il vuoto pneumatico con simpaticissimi siparietti relativi a Lefebvre ed a Pio XII.

Che dire? Come concludere questo sgomento articolo? Come chiosare alla totale assenza di spunti interessanti da parte degli amici “dirimpettai”? Beh useremo una frase tratta da un loro articolo.

Ma lasciateli gridare, si stancheranno.

Citiamo anche un’altra frase, tratta dallo stesso “articolo”.

Ma veniamo ad un altro aspetto che qualche cretino appartenente ad altro sito ha sollevato.

Chissà a chi fanno riferimento. Come sempre Brunello è criptico e misterioso quando rischia querele.

Diventa invece esplicito e chiaro quando manifesta la sua comunione con Roma:

Pertanto, queste manifestazioni di odio, di intollernza e di fanatismo, dietro le quali si nascondono anche ignobili business economici, fanno ancora di più pensare che Monsignor Lefebvre, a suoi tempo, avesse visto giusto.

E allora, a quanto la sua elevazione alla gloria degli altari?

Ah Pontifessi… Quanta coerenza!

http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/6667-tradizionalista-non-e-un-insulto-ma-un-onore-beatificate-lefebvre

15 pensieri su “Panta rei…

  1. diegopig

    Penso che il titolo di un articolo Pontifesso di oggi (a firma Gianfranco Amato) spieghi molto:

    Amare rende intelligenti.

    Finalmente compreso il legame tra le varie carenze pontifesse.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Beh il titolo è affascinante. Il contenuto “questionable”. Almeno discutibile. Visto che si parla come al solito di islam/musulmani e della loro “invasione” nel civile occidente… Sob!

      Rispondi
      1. diegopig

        Non l’ho nemmeno letto l’articolo: se è pubblicato su Pontifex sarà sicuramente una vaccata.
        (Ovviamente questa è una verità statistica perchè, come abbiamo visto, in rari casi i pontifessi si distraggono e pubblicano articoli quasi sensati)

        Semplicemente mi faceva ridere il titolo: era un pò come leggere “Amore cristiano e froci: quali prospettive”. :D

        Rispondi
        1. AlbertoBAlbertoB

          Se devo essere sincero , Pontifex non lo leggo praticamente più :P
          Mi basta dare un’occhiata ai titoli per capire grossomodo l’argomento , poi eventualmente leggo l’articolo ma non più di una riga su cinque :D
          Tanto alla fine della fiera sono sempre le solite quattro cazzate… salvo casi rari
          Trovo nettamente più appagante e stimolante leggere i riassunti dell’amministratore o di chi tra noi decide di esprimere il suo pensiero e , di conseguenza , stimolare la discussione. Pontifex è un cane che si morde la coda , spettacolo divertente per un po’ , poi diventa noioso.

          Rispondi
    1. diegopig

      Com’era la storia della pagliuzza?

      Vedi la pagliuzza nell’occhio del tuo prossimo e non senti la trave che c’hai nel ….

      Era quella?

      Rispondi
  2. OscarWilde

    Il cambiamento è imprevedibilità, il cambiamento è caos, il cambiamento è incontrollabile, è rinnovamento.
    Come potete pretendere che gente come i PontifeSSi: tradizionalisti, che vogliono sempre avere il controllo su tutto e tutti, che prentedono di dettare legge su tutto e di avere la verità certa su tutto possano tollerare il cambiamento?
    Non si può.
    Come dico sempre: tranquilli, la storia lo sta dimostrando, il numero di cattolici e preti è in continua diminuzione.
    Più va avanti il tempo, e più la gente smette di credere e, quindi, di dare importanza a queste persone, che finiscono presto o tardi nel dimenticatoio, con le loro assurdità.
    E il bello è che non è colpa di chi non crede o del diavolo o di chissà quale demone come vorrebbero far credere. La colpa è la loro soltanto, che si dimostrano sempre meno credibili.
    Potremmo tranquillamente smettere di criticarli,che fallirebbero nel loro intento di plagiare l’umanità comunque.
    E’ questo il bello.
    Tutto cambia, Tutto scorre, nel rigagnolo della storia umana, giù fino allo scolo fognario dell’oblio.
    E non c’è dio o divinità che possa cambiare questo.
    Così è.
    Così è stato.
    Così sarà.

    Mi sono sparato la posa melodrammatica lo so, ma è solo martedì, sono un pò depresso e con meno pazienza del solito. :P :P

    Soprattutto quando mi tocca leggere gli articoli di CiDiP riguardanti la vita di persone che hanno scritto libri che manco ha letto e che, quindi, non può pretendere di capire.

    Rispondi
  3. OscarWilde

    Potremmo tranquillamente smettere di criticarli,che fallirebbero nel loro intento di plagiare l’umanità comunque.
    ……ma vuoi mettere il divertimento di farli rosicare?!?! :D

    Rispondi
  4. diegopig

    Io, da qualche giorno, mi chiedo: quando saranno arrivati alla ottantesima puntata di “Pontiful” su GPII senza ottenere risposta alcuna da nessun organo ufficiale, che faranno?

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Beh ma l’hanno scritto in tutti i titoli: i cattolici hanno il diritto di fare domande. E la congregazione deve rispondere. Ma non risponde. Colpa dei massoni annidati nella Chiesa! ;-)

      Rispondi
      1. diegopig

        Sì, ma mi chiedo cosa faranno quando non avranno risposta.
        Se la metteranno via, continueranno a menarla oppure vi sarà uno scisma?

        E qui già m’immagino i festeggiamenti in Vaticano per la partenza dei pontifessi: cardinali che brindano a Martini, il papa che mangia i Fonzies (con il segretario di stato che gli dice “Santità, se non si lecca le dita gode solo a metà!”) e litrate di bibite gassate con gara finale di preghiere recitate a rutti!

        Lo so, non accadrà mai (che i pontifessi decollino verso altri lidi), ma lasciatemi sognare….

        Rispondi
        1. OscarWilde

          itrate di bibite gassate con gara finale di preghiere recitate a rutti!
          AhAHAhAHAhAhHAhahAHAAHhaHAhAHHAHAHHAHAHAhAHAA
          hahHAhAhAHHAHAhAhhhAHAHHHAhahHAHAHAahAAHHAhahAhahh :D :D :D :D

          Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.