Il rapanello non ha più il sapore di una volta, si torni alla tradizione. Le lobbys omosessualistiche perseguitano i cattolici: come da magistero la grandine li colpirà! A chiang’, alla chjes. Domani Foxy comprerà una nuova Jaguar, preghiamo per lui..

Quest’oggi abbiamo scelto alcuni articoli della fresca e proficua produzione PontifeSSa che troviamo particolarmente interessanti. Si inizia con le parole di Bux, che ci parla attraverso la “tastiera” di Foxy. La maggior parte dell’articolo sembra quasi dotato di buon senso. L’argomento dell’intervista sono le parole di Matteo, Luca e Tommaso relative al “discorso della montagna”.

nelle beatitudini leggiamo in filigrana proprio Cristo e dunque l’ uomo che applica le beatitudini e  le pone in essere oltre che amico di Cristo ne é fedele discepolo, ama Cristo, vive in Cristo. Le Beatitudini dunque sono il volto di Cristo

Fantastico: dunque nelle beatitudini troviamo il volto di Cristo. Un volto che ci sembra molto diverso dalla teocrazia tanto cara ai nostri amici PontifeSSi. Ma sicuramente siamo noi in errore. Buona parte del brano prosegue su questa linea, con affermazioni condivisibili:

Cristo seppe perdonare anche chi lo metteva in croce senza lanciare anatemi, perdonando, usando misericordia. Cristo é mite, Cristo sa perdonare, Cristo soprattutto, non giudica, nel senso che non condanna

Poi ovviamente esce il tradizionalista che si annida nel buon Bux, stimolato anche dal buon Brunello e dal suo animo “lefebvriano”:

Sento anche dalle nostre parti, commenti di politici indignati su alcuni stili di vita. Peccato che questi commenti giungano da chi vive in stato personale irregolare, di peccato grave e contraria ad ogni etica cattolica. Sarebbe il caso di dire: medico, cura te stesso, se sei capace

Ma dove è finita la misericordia di prima? Non si era detto che Cristo non giudica, non condanna? Ed allora come mai ci si scaglia in questo modo contro Vendola (al solito senza nominarlo)?

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/6596-le-beatitudini-il-ritratto-non-moralista-di-cristo-mite-di-cuore-e-misericordioso-il-cattolico-pensi-ai-suoi-peccati-e-non-metta-nessuno-alla-gogna

Cambia l’interlocutore ma non cambia la “bandiera”. Invece di intervistare un tradizionalista represso (come il Bux) questa volta Brunello da voce ad un tradizionalista fondamentalista. Il solito Davidino. Come sempre, parlando del principale esponente della FSSPX, l’incipit è un mirabolante esempio di falsità assortite:

Ne parliamo con Davide Pagliarani, Superio della Fraternità San Pio X, esponente di sana e corretta dottrina.

Una barzelletta. Una bellissima barzelletta. Abbiamo già chiarito che il “superiore della FSSPX” è rappresentativo di una capocchia di spillo. Sicuramente autorevole all’interno del suo piccolo e ristretto mondo.

Trascuriamo le parole di Davidino perchè ci pare eccessivo dare altro spazio al nulla, al vuoto spinto.

Altrettanto risibile la conclusione (sempre a firma di Foxy):

Con buona pace di qualche prelato insignificante e dallo scarso peso che pretende fare documenti per bacchettare siti o blog. Faccia o dica qualche cosa per difendere il Papa, se ci riesce.

Abbiamo l’impressione che Brunello si senta toccato profondamente dalle parole del PCCS sulla presenza dei cattolici all’intero di Internet… Alla faccia di quello che sostiene il grandioso Toffali 😉

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/6597-la-chiesa-del-dopo-vaticano-ii-ha-smarrito-il-senso-del-peccato-mettere-luomo-al-centro-e-dio-ad-un-lato-ha-portato-ad-una-apostasia-silenziosa

L’ultimo affondo verso Don Giorgio ci lascia stercofatti. I poveri amici Pontifessi, stanchi di bersagliare i francescani, rivolgono le loro amorevoli attenzioni verso don Giorgio. Leggiamo dunque le amorevoli parole rivolte dal redivivo Geniale Webmaster all’indirizzo del sacerdote:

Premesso ciò, analizziamo e pubblichiamo le parole scritte dall’eretico sacerdote Don Giorgio De Capitani, frasi inenarrabili

Non ci è chiaro a quale titolo un laico, ex discotecaro, webmaster di professione, assistente morale di chi vuole farsi allungare il pisello, si permetta di giudicare l’operato di un sacerdote. Ci limitiamo a riportare le sue parole.

Lo stesso Apostata, conclude in seguito con una considerazione rivolta a noi di Pontifex

Ci dica Padre, quali lacune Dottrinali riscontra sul nostro sito?

Noi aspettiamo ancora risposte… Faremo di tutto per rendere più agile il dialogo con Carletto sulle varie “stranezze” che ci pare di rilevare nel “magistero” PontifeSSo. Ma ci piace vedere questa attenzione alle lacune dottrinali degli altri.

Ma lei è Sacerdote o è finto?

Ma lei ha ricevuto regolare ordinazione o fa finta di essere Prete per rubare lo stipendio?

Si rende conto delle cose che scrive?

E’ consapevole di avere dei gravi problemi di equilibrio mentale? Lei beve? Fa uso di droghe?

La C.D.F. è a conoscenza del suo sito?

Noi sappiamo per certo che il PCCS è a conoscenza del “fenomeno” PontifeSSo. Ed abbiamo letto le parole del PCCS circa la testimonianza cristiana offerta da “certi” siti. Invece di premurarsi dei siti altrui, perchè gli amici Pontifessi non cercano di curare meglio il loro orticello?

PS: non domandatevi la ragione di questo titolo. E’ solo il frutto del nostro generatore automatico. 😉

12 pensieri su “Il rapanello non ha più il sapore di una volta, si torni alla tradizione. Le lobbys omosessualistiche perseguitano i cattolici: come da magistero la grandine li colpirà! A chiang’, alla chjes. Domani Foxy comprerà una nuova Jaguar, preghiamo per lui..

  1. Ale Cr

    Uff… e io che speravo di leggere qualcosa sulla retta Dottrina per far tornare i rapanelli quelli di una volta… è tempo di dire basta alle verdure sataniste! Basta ai polli sionisti! Basta alla frutta massonica! Basta alle ingerenze di piatti extracomunitari come il mais, il cacao e il pomodoro! Bisogna tornare alle origini, alla retta via, rigettando le pratiche aberranti omosessualistiche che corrompono le nostre serre! Il piano comunisto-demoniaco è in atto e sotto gli occhi di tutti: marmellate di ananas, crostate di cocco, maiale al curry! Rigettate queste false dottrine e abbracciate il vero credo! Tornate alla tradizione: carne in umido, polenta e usei e, se siete vicentini, fate proprio l’insegnamento dei Padri e tornare ad allietare le vostre mense nel giorno sacro al Signore con i gatti!
    Sia lode!

    Rispondi
  2. FSMosconiFSMosconi

    Finchè si prendono a parolacce tra loro, soprattutto se gli interessati sono i PontifeSSi o gente di egual risma, non mi spiace più di tanto. Purchè non scappi il morto, ovvio.

    Ad ogni modo il pensiero dei PontifeSSi letteralmente più papalino del papa e assolutamente Manicheista (inteso nell’accezione moderna) ed ergo fissato col puro mi fa girare leggermente i cabbasisi… Capitan Ovvio: a chi non le farebbe girare, PontifeSSi esclusi? 😉

    Rispondi
  3. AlbertoBAlbertoB

    Appena don Giorgio legge , gli fa un paiolo di dimensioni titaniche. Immagino il titolo dell’editoriale : “Pontifex : con i vostri dossier mi ci pulisco la zona rettale dopo aver evacuato. Datemi una mezza giornata di tempo e vengo giù a sfondarvi il cranio a suon di sprangate”.
    😀

    Rispondi
  4. francesco t

    “Le lobbys omosessualistiche perseguitano i cattolici: come da magistero la grandine li colpirà! ”

    no scusate…solo io colgo il velo spesso come un muro di mattoni colmo di ipocrisia?

    le lobby omosessuali attaccano ALCUNI cattolici . ok.
    domanda: perchè?
    se fossero onesti, risponderebbero : perchè noi diciamo che loro non meritano riconoscimenti/diritti/ che hanno gli etero, e perchè istighiamo la gentea pensare che siano contronatura e sbagliati.

    alchè ci si chiede: ma fare tutto questo non è effettivamente “PERSEGUITARE GLI OMSOESSUALI”? per primi, per giunta.

    e allora scusate tanto , : chi perseguita chi?

    la logica non è mai il loro forte, mentre le scuse di topo gigio ah, ne sono pieni.

    Rispondi
    1. Ale Cr

      “Come da magistero la grandine li colpirà” credo sia solo il titolo ironico del post, non qualcosa di realmente scritto dal qualche parte.

      Rispondi
      1. francesco t

        una grandine li colpirà non è esattamente umoristico, su. conosciamo bene pontifex e sappiamo cogliere le metafore quando ce le presentano.

        mentre la frase le lobby omosessuali(stiche???) perseguitano i cattolici è , nella sua infondatezza e ridiolaggine, usata seriamente. non è la prima volta che lo dicono seriamente e non sarà l ultima.

        Rispondi
  5. diego

    Si rende conto delle cose che scrive?

    E’ consapevole di avere dei gravi problemi di equilibrio mentale? Lei beve? Fa uso di droghe?

    La C.D.F. è a conoscenza del suo sito?

    Scusate, ma veramente un pontifesso ha posto queste domande???

    Rispondi

Rispondi